Sei sulla pagina 1di 1

ROMA VITERBO RIETI LATINA FROSINONE ABRUZZO MARCHE UMBRIA VIDEO FOTO

HOME PRIMO PIANO ECONOMIA SPETTACOLI E CULTURA SOCIET SPORT MOTORI TECNOLOGIA LE ALTRE SEZIONI

Cronaca Politica Esteri Sanit Vaticano Scuola e Universit USA 2016 Speciale Rigopiano

Il Messaggero >Primo Piano >Politica cerca nel sito...

Renzi, il sostegno a Gentiloni e la


sfida sulla legge elettorale

di Marco Conti

ROMA Nessuno del Partito Democratico ha messo o metter in discussione


il governo della Repubblica guidata da Paolo Gentiloni. Lo diciamo da cinque
mesi e lo ribadiamo qui. Io sono contento del lavoro che fa il governo,
soprattutto perch sta concludendo un lavoro cominciato da noi e lasciato a Lazio-Sampdoria 7-3: il
met a causa del No al referendum. Noi siamo quelli che stanno dalla parte videocommento di E. Bernardini
del governo. Il "nuovo inizio" di Matteo Renzi comincia nel salone di un
Francia, gli scenari
grande albergo alla periferia sud di Roma dove viene proclamato segretario. dopo il voto per
A cinque mesi dalle dimissioni da premier e da segretario, Renzi prova a l'Eliseo: verso le
legislative - di
cambiare i toni. I numeri dell'assemblea del Pd sono schiaccianti, ma l'ex
M.Valensise
premier cerca in tutti i modi di mostrarsi inclusivo e soprattutto sottolinea che
il sostegno all'esecutivo fuori discussione. Gentiloni ascolta su una sedia in Tutto pronto per la
festa di Macron - di M.
prima fila anche l'affondo del segretario sulla legge elettorale. Il tema non
Ajello
oggetto dell'azione di governo e Renzi ci va gi pesante rivolgendosi
direttamente al Capo dello Stato
Renzi segretario del
Pd, chiama gli
che di recente ha richiamato le forze politiche a lavorare per dotare il Paese applausi alla lettura
del numero di voti
di un sistema elettorale. Renzi si chiama fuori sostenendo che "la legge ottenuti
elettorale un capitolo sul quale il Pd non far la parte del caprio espiatorio"
IL VIDEO PIU' VISTO
perch "le altre forze politiche hanno bocciato il referendum istituzionale
Modella attaccata da
dicendo che in sei mesi si sarebbe messo a posto il Paese" ed invece uno squalo durante il
"hanno riportato il Paese nella palude". " La responsabilit di questo stallo servizio fotografico
non nostra - sostiene Renzi - e non saremo noi a farci inchiodare da una
classe dirigente che aveva garantito delle cose davanti agli italiani.
+ VAI A TUTTI I VIDEO

Renzi sfila il Pd dal gioco del cerino chiamando direttamente in causa i partiti
d'opposizione e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, e
confermando - pi o meno indirettamente- come la sconfitta referendaria del
4 dicembre continui a bruciare al Nazareno insieme alla consapevolezza di
dover avere a che fare ancora per molto tempo con un sistema istituzionale