Sei sulla pagina 1di 3

Agretti o Barba di Frate

Sono conosciuti come agretti ma anche come barba di frate o barba di cappuccino o barba del
Negus o roscani. Tanti nomi per uno stesso ortaggio che consiste in una pianta erbacea con foglioline
sottili e molto allungate (simili agli steli di erba cipollina) che vengono raccolte in primavera e vendute in
mazzetti.

Dal sapore gradevole e leggermente acidulo, puoi acquistare gli agretti nei banchi dei mercati o dei
supermercati fra la fine di marzo e aprile. Sono poco calorici ma ricchi di vitamina C e fibre, quindi
ottimi per regolarizzare l'intestino. Forniscono anche vitamina A, calcio e fosforo.

Gli agretti sono ottimi lessati e serviti in insalata, saltati in padella con burro e aglio e cosparsi di
formaggio grattugiato. Uniti alle uova possono diventare una gustosissima frittata. Ma puoi usarli
anche per freschi primi piatti e gustose torte salate.

Un trucco per farli rimanere di un bel verde acceso una volta cotti quello di passarli sotto l'acqua
fredda, a questo punto non resta che gustarli! Gli agretti sono un contorno perfetto per diverse portate
(basta un po' di olio e limone per insaporirli) ma si prestano bene anche a realizzare gustose frittate
utilizzando uova o farina di ceci (farifrittata!) o a condire la pasta. Tra l'altro questa verdura
perfetta anche per chi a dieta dato che l'apporto calorico degli agretti davvero molto limitato.

Spaghetti agli agretti

Ingredienti per 4 persone

1 mazzo di agretti
5 pomodori perini maturi
1 scalogno
400gr spaghetti
olio extra vergine di oliva
sale

Preparazione
Pulire gli agretti e lessarli. Sul finire della cottura far scottare nellacqua bollente anche i pomodori per
un paio di minuti. Levare i pomodori e scolare bene gli agretti conservando lacqua di cottura.

Togliere la buccia ai pomodori e tritarne grossolanamente la polpa, quindi tagliare gli agretti in due o tre
pezzi.

Affettare lo scalogno e soffriggerlo in padella con lolio, quindi aggiungere i pomodori e gli agretti
tagliati. Aggiustare di sale.

Portate a bollore lacqua di cottura conservata salandola e aggiungendo eventualmente lacqua


necessaria per la cottura degli spaghetti. Scolate la pasta al dente e passatela nella padella del
condimento.

Spaghetti con barbe di frate, pomodori e pecorino


Tra le verdure di stagione a fine inverno ci sono le barbe di frate (o agretti, che dir si voglia). Di solito si
utilizzano come contorno, bollite e condite con olio e limone, oppure bollite e poi saltate in padella con
aglio, peperoncino o anche della pancetta croccante. Nella ricetta che vi proponiamo si prestano come
condimento alla pasta. Lideale utilizzarne una di tipo lungo, come le linguine o gli spaghetti; abbiamo
scelto quelli alla chitarra per la superficie ruvida che prende meglio il sugo. un primo gustoso ma
anche delicato, dove il sapore leggermente agro delle barbe di frate si combina bene al dolce dei
pomodori e al salato del pecorino (o della ricotta) grattugiati che vanno versati con generosit sul piatto.

INGREDIENTI
(a porzione)
Spaghetti alla chitarra (o altra pasta lunga a scelta), 70-90g
Barba di frate (agretti) da pulire, 100g
Pomodori maturi a buccia sottile, 100g
Pecorino romano o ricotta salata grattugiati, qb
Cipolla, qb
Olio extravergine di oliva, un cucchiaio
Sale, qb
Aglio e peperoncino freschi (se graditi), qb.

PREPARAZIONE
Pulite le barbe di frate eliminando le radici con parte pi rossa e dura del gambo. Lavatele con cura in
acqua corrente e mettetele da parte. Lavate e pulite dai semi anche i pomodori e tagliateli a pezzi
grossolani.
In una padella abbastanza grande perch poi possa contenere anche la pasta, fate dorare a fuoco
basso la cipolla tritata finemente insieme allolio ed, eventualmente, allaglio e al peperoncino. Quando
la cipolla sar diventata trasparente, eliminate aglio e peperoncino, aggiungete i pomodori a pezzetti e
salate. Fate saltare a fuoco vivo per un minuto, poi coprite e cuocete a fuoco medio per altri cinque
minuti. Correggete eventualmente di sale, spegnete e mette da parte con il coperchio.
In una pentola portate a bollore abbondante acqua salata e poi immergetevi la pasta e le barbe di frate.
Nota importante: questa verdura cuoce in circa 7 minuti quindi, se il tempo di cottura indicato sulla
confezione della pasta fosse pi lungo, immergete prima la pasta tenendo conto dei diversi tempi di
cottura.
Poco prima che pasta e verdura siano pronti, rimettete sul fuoco la padella con il sugo di pomodori,
versatevi un paio di cucchiai di acqua di cottura della pasta e riportate a bollore leggero.
Scolate le barbe di frate e gli spaghetti al dente e trasferiteli con delicatezza nella padella con il sugo di
pomodori, facendoli mantecare a fuoco basso qualche minuto per asciugare leventuale eccesso di
acqua.
Una volta pronta, sistemate la pasta nei piatti, completate con una generosa dose di pecorino o di
ricotta salata grattugiati. Servite subito gli spaghetti ben caldi.

Spaghetti alla barba di frate


Una ricetta insolita che unisce la barba di frate agli spaghetti, per un primo sano e saporito. Vegetariano
e d'effetto!

Ingredienti per 4 persone

400 g di spaghetti

2 mazzi di barba di frate

200 g. di ricotta da grattugiare


olio extra vergine di oliva

2 cucchiai di pinoli

buccia di 1 limone

sale

pepe

Preparazione

Lavare bene le foglie intere di barba di frate, eliminare le parti dure e mettere a cuocere per pochi
minuti a vapore. In abbondante acqua salata lessare gli spaghetti. Nel frattempo passare alla
mezzaluna i pinoli. Colare gli spaghetti al dente e metterli in una grande zuppiera con lolio, la barba di
frate, la ricotta grattugiata, il pepe macinato fresco e mescolare bene. Regolare di sale se serve.
Spolverare con il trito di pinoli, la scorza grattugiata di limone e servire.

Notizie e consigli
Questo primo piatto si abbina a un vino bianco delicato lievemente amarognolo, come il piemontese
Roero Arneis.