Sei sulla pagina 1di 8

Mensile ufficiale di:

47100FORLI
Via Monteverdi 6/b
Tel.0543/785411 - Fax 781134
Mensile ufficiale di Legacoop Forl-Cesena Editore: Sapim soc.coop. Direttore Responsabile: Emilio Gelosi Stampa: Stab. Tipografico soc.coop. Santa Sofia Anno XII n 12 dicembre 2008 iscr. ROC 4503 Aut.Trib. di Forl del 20/10/97 Reg.Stampa n.28/97
Poste Italiane spa - spedizione in a.p. D.L.353/03 (Conv. L.46/04) art.1 comma 1, DCB Forl - Tassa pagata La presente pubblicazione viene distribuita esclusivamente in abbonamento postale e i dati relativi a nominativi e indirizzi dei lettori sono stati inseriti
nelle nostre liste di spedizione. Ciascun lettore, a norma dellart.7 D. Lgs. 196/2003, potr avere accesso ai propri dati in ogni momento, laggiornamento la rettifica o la cancellazione oppure opporsi gratuitamente al loro utilizzo scrivendo a: Legacoop Forl- www.legacoopforlicesena.it
Cesena, via Monteverdi 6/b, 47100 Forl. codice ISSN 1971-6842.
www.lasocietacooperativa.it

EDITORIALE

Il punto sulla crisi


Un giornale ancora pi vicino
alle esigenze dei cooperatori
La Societ Cooperativa compie 13 anni. Volgendo
lo sguardo indietro, i progressi fatti da quando venne
presa la decisione di dotare di un proprio giornale il
movimento cooperativo di Forl-Cesena sono stati tan-
ti. Dal passaggio al colore, nellormai lontano 2000,
allincremento del numero di pagine e abbonati, fino
alle rubriche che ogni mese aprono il dibattito sulle
pagine web del nostro blog. Ma il 2009 sar un an-

istockphoto
no particolare, lo sappiamo. La crisi economica sta
cominciando a far sentire tutti i suoi effetti, e i nostri
lettori ci chiedono un giornale che sia ancor pi gior-
nale a tutti gli effetti. Che non si limiti, cio, a raccon-
tare le eccellenze e i successi delle cooperative, come
un buon organo di categoria, ma intraprenda percorsi
di analisi e di confronto sui tanti temi che la congiun-
tura sta aprendo a tutti i livelli, da quello istituzionale a
quello del rapporto con il mondo credito. Uno sforzo Una congiuntura non voluta n causata dal mondo produttivo,
che non pu non accompagnarsi a quello di Legacoop
Forl-Cesena - lassociazione di imprese che pubblica
ma che su di esso si abbatte. La necessit di riprogettare
questa testata insieme alleditore Sapim - e che si sta lo sviluppo di territori ad alto tasso di benessere e servizi.
concretizzando in una serie di azioni a sostegno e tu- Il bisogno di ripensare anche gli stili di vita personali.
tela delle cooperative associate, con lapproccio positi-
vo che ne ha sempre caratterizzato loperare. Legaco-
E Legacoop lancia un messaggio:La finanza fatta di carta
op stata tra le prime in questo territorio a parlare di finita, adesso rivalutate leconomia vera.
innovazione e internazionalizzazione. Oggi quei temi A pagina 2 e 3
diventano il centro del dibattito, di fronte a un mondo
che sempre pi piccolo e in cui veramente il battito
dali di una farfalla pu provocare un uragano dallaltra ALLINTERNO
parte del mondo. Ma non basta. Di fronte alla crisi
servono gli strumenti concreti che solo unassociazio- Frutta Snack
ne di imprese forte e coesa pu mettere in campo,
ma anche spazi di condivisione e di discussione in cui sbarca in Europa
cominciare a riprogettare lo sviluppo dei territori in cui _ _____________ a pag. 4
viviamo. In questo numero cominciamo a ragionarne a Bruno Ascoli lascia
trecentosessanta gradi, con unintervista al presidente
Mauro Pasolini. In pi centriamo lattenzione sulla pro- Arte Muraria
duzione lavoro e sul mondo delle costruzioni, uno dei _ _____________ a pag. 5
pi colpiti a breve termine dallo tsunami che ha fatto I 25 anni
tremare i polsi ai giganti della finanza, per poi ricadere
pesantemente sulleconomia reale. la prima tappa di del Naima Club
un viaggio che ci porter a contatto con tutti i settori, _ _____________ a pag. 6
dallagroalimentare ai servizi, fino alle cooperative so- LAlmanacco
ciali e culturali. Un viaggio di cui saranno i cooperato-
ri i veri protagonisti, con interviste e approfondimenti si presenta
a chi vive da vicino il rapporto con limpresa, senza _ _____________ a pag. 7
dimenticare - come tradizione - il rapporto con le CEPAC in mostra
istituzioni e gli amministratori. Allacciate le cinture, il
viaggio appena cominciato. alla Fondazione
_ _____________ a pag. 7

Il piacere del caff del bar dentro la tua cooperativa


sia in miscela classica che equo-solidale
Meseta e Benecio
via N.Sacco 26/A
sono marchi del
gruppo 47100 FORLI
distribuiti da: Tel. e fax 0543 795499
2 STORIA DI COPERTINA La Societ Cooperativa

ANALISI :: Le cooperative di Produzione Lavoro si interrogano sugli scenari possibili, tra calo dei lavori e riduzione delle marginalit

Una crisi non voluta dalle imprese


che si abbatte con forza crescente
Parlano il responsabile di Forl-Cesena, Valdes Onofri, e il presidente di ANCPL, Carlo Zini

una crisi che non


deriva dal mondo
produttivo, quella
in atto, ma che sul
mondo produttivo si
sta abbattendo con forza
crescente. Senza rispar-
varsi. In un recente incon-
tro svolto al Conscoop di
Forl ha evidenziato come
la riduzione dei margini
sullacquisizione dei lavori
sar solo uno, e non cer-
to il peggiore, degli effetti
PROMOSSI DA LEGACOOP

Focus group settoriali


insieme alle imprese
sulla situazione di mercato
miare nessuno, neanche il della crisi. Il blocco de-
mondo delle costruzioni gli investimenti, pubblici e Quattro incontri con i responsabili
residenziali, che negli ulti- privati, mette in serie diffi- di settore e le imprese per leggere la
mi anni ha messo a segno colt tutto il sistema della crisi e studiare modalit di intervento:
risultati importanti e che nostra imprenditoria loca- una delle azioni promosse da Lega-
per la prima volta - come le. Di fronte a questo sce- coop Forl-Cesena per rispondere alla
evidenzia ormai la realt nario la cooperazione ita- congiuntura economica in atto e co-
del mercato immobilia- liana, sebbene posizionata minciare a proporre possibili soluzioni.
re - si trova davanti a una meglio rispetto a una par- Il primo incontro (Agroalimentare) si
curva calante dei prezzi e te dei concorrenti - grazie svolto il 22 gennaio in Legacoop. Il
alla prospettiva di aumen- principalmente alla buona secondo (Produzione lavoro) stato
tare le quote di invenduto, patrimonializzazione e agli tenuto gioved 29 gennaio alle 9 pres-
gi consistenti. E le coo- investimenti svolti negli an- so Conscoop. Il terzo appuntamento,
perative? In un quadro di ni scorsi - corre anchessa il relativo ai Servizi, previsto gioved 5
mercato sempre pi diffi- rischio di lasciare sul cam- febbraio alle 9,30 nella sede di Lega-
cile lanalisi non pu che po pezzi importanti del coop. Nel pomeriggio, dalle 15,30, si
partire dallanno appena proprio tessuto, costruito proseguir con le Sociali. Nei prossimi
trascorso. I preconsuntivi nel tempo con il sacrificio numeri proporremo ampi resoconti.
del 2008 - spiega il respon- di tanti soci.
sabile Produzione Lavoro
di Legacoop Forl-Cesena,
Valdes Onofri - evidenzia- STUDI :: Calano i prezzi, in media del 4%, ma chi cerca un immobile prima casa sempre penalizzato dalle banche

gelo sul mercato immobiliare


no una sostanziale tenuta
in termini di fatturati, che si
accompagna a una leggera
riduzione delle marginalit
sui lavori. I segnali negativi
vengono dal secondo se-
mestre delle aziende edili
e di quelle collegate al resi- Gli esperti: I tassi calano, ma sempre pi difficile ottenere un mutuo
denziale. Nel 2009 la dif-

L
ficolt nellacquisire nuovi
lavori si potrebbe esten- a crisi non risparmia nessuno, neanche il bene-rifugio per ec- Per il 2009 - scrive lufficio studi Tecnocasa - si prevede ancora un at-
dere anche alle imprese cellenza. Il mercato immobiliare italiano chiude lanno 2008 con teggiamento selettivo e prudenziale da parte degli Istituti di Credito nella
del comparto industriale. una contrazione dei prezzi e delle compra- concessione dei mutui. La mancanza di liquidit e le
Eccezion fatta - prosegue vendite che ha interessato tutti i centri: grandi previsioni per la nostra economia inducono le banche
Onofri - per chi affronta metropoli, capoluoghi di provincia e comuni ad un atteggiamento pi prudente sia nei confronti del-
mercati di nicchia, di alta dellhinterland. Le cause sono diverse: maggiore la capacit di indebitamento delle persone sia rispetto
specializzazione o che ha offerta di immobili sul mercato, domanda pi selet- al valore finanziabile dellimmobile. Ne risentiranno in
commesse estere. tiva e prudente e allungamento delle tempistiche di particolare alcune categorie come gli stranieri, le fami-
Il nu ovo p r e sid e nte vendita. Secondo un gigante dellimmobiliare come glie monoreddito o i lavoratori con contratti a tempo
dellANCPL, Carlo Zini, Tecnocasa la situazione non subir cambiamenti determinato. Per cui, anche se le previsioni nazionali
cosciente del fatto che significativi, sebbene fare delle previsioni diventi parlano di calo dei prezzi fino al 4% sul nuovo, in
londa anomala composta sempre pi arduo alla luce della situazione macroe- realt le fasce pi deboli, vedendo chiusi i rubinetti
dal calo degli investimenti, conomica del Paese. Spenta la fiammella dellestate del credito, avranno meno possibilit che in passato.
dalla riduzione delle capa- 2008, quando il crollo delle borse ha fatto registrare Un problema che rischia di ripercuotersi direttamente
cit di spesa dei singoli e un aumento di immobili ad uso investimento, ora le sulloccupazione delle imprese che si occupano di co-
dalla stretta creditizia, ha previsioni sono nere. La responsabilit? Ancora una volta delle banche. struzioni residenziali e che trovano sempre maggiori difficolt a piazzare
appena cominciato a solle- Gli stessi soggetti, cio, che hanno dato vita alla crisi. sul mercato le proprie realizzazioni.
a cura di Sapim soc.coop. STORIA DI COPERTINA 3

INTERVISTA :: Il presidente di Legacoop Forl-Cesena, Mauro Pasolini, discute a tutto campo sulla crisi economica e gli scenari futuri

La finanza fatta di carta finita,


adesso rivalutate leconomia vera
Ma nei nostri territori partiamo da una situazione di vantaggio: ora occorre riprogettarli

P er anni ci si di-
menticati delleco-
nomia reale, inse-
guendo le ricchezze
virtuali garantite dal
prodotto finanziario. Ora il
sogno finito, e con esso i
zione tecnologica dei pro-
cessi produttivi. Questo
lo sforzo a cui devono
dedicarsi tutti i sogget-
ti protagonisti del sistema
produttivo: le imprese, le
banche, lo Stato, ma an-
viamente, sono fra questi
ultimi.
Tra poco si vota per le am-
ministrative. Cosa chiede
Legacoop alle nuove ammi-
nistrazioni locali?
Il nostro sindacato, come
profeti della crescita espo- che i consumatori. Infatti tutti i sindacati di impresa,
nenziale e della globaliz- anche ora di capire che ri- non cerca governi amici,
zazione a tutti i costi. Con- durre la quantit delle no- lalternativa sarebbero go-
cetti che il movimento co- stre personali necessit di verni nemici (sono catego-
operativo va ripetendo da consumi ci permetter di rie inesistenti ma virtuali e
tempo, ma senza trovare aumentarne una pi equa solo in negativo); ma go-
ascolto. Forse la crisi - con e diffusa distribuzione e, verni che sappiano ascol-
le sue modalit brutali - co- cos, la possibilit di sod- tare senza pregiudizi. Non
stringer a cambiare rotta. disfare una maggiore do- faccio alcun cenno alla ne-
Mauro Pasolini, presidente manda e quindi garantire cessit di semplificare gli
di Legacoop Forl-Cesena, un mercato pi ampio. apparati burocratico-ammi-
stato tra i primi a lanciare Qual la situazione delle nistravi. Ormai il richiamo
lallarme. cooperative? sarebbe un insulto allin-
Presidente, da dove nasce Gli ultimi bilanci si sono telligenza. Do per scontato
questa crisi? chiusi con dati buoni e in limpegno. Voglio invece
La crisi esplosa quale crescita, ma sappiamo che soffermarmi sulla necessi-
conseguenza di una crisi una fotografia irripetibile. t di ragionare, progettare,
etica di valori oramai evi- La crisi recessiva ci sta col- perch no sognare, solu-
dente a tutti, anche se da pendo e ci colpir ancora. zioni che abbiamo respiro
troppi pervicacemente an- Il nostro tessuto impren- e valenza che superino gli
cora taciuta. In troppi han- ditoriale per non ha mai angusti confini del singolo
no creduto che lindustria, abdicato al suo ruolo. Si comune.
per i suoi tempi, i suoi sempre impegnato, ha La Romagna la terra dei
modi, le sue regole, la sua investito in fabbrica e in campanili. Ha senso cerca-
etica non fosse pi idonea produzione. Ha investito re di superarli?
a produrre ricchezza. Era in modernizzazione e in Penso di essere obiettivo
considerata tecnicamente tecnologia. Ha concepito se affermo che oggi partia-
inadeguata e perdente ri- lo sviluppo e levoluzione mo da condizioni di van-
spetto alla moltiplicazione dellimpresa come la ra- protagonisti del recupero. Il sistema creditizio statuali. E dobbiamo co- taggio. E questa valutazio-
esponenziale di ricchezza gione stessa dellessere im- Pregiudicheremmo il recu- impaurito, ma non penti- glierle per definire i nostri ne vale per Forl come per
garantita dal prodotto fi- presa. Non tutti ovviamen- pero stesso. to per i danni che ha gi comportamenti in coeren- Cesena e per le altre realt
nanziario. Ma poi in tut- te, ma certamente la gran Che ruolo pu giocare la provocato. Si sta chiuden- za con i nostri principi. municipali. Qui ci sono sta-
to il mondo la carta che parte. politica in questo scena- do in se stesso e dalla sua Di quali differenze sta par- ti governi capaci, che han-
produce carta si rivelata Qualcuno continua a rin- rio? tradizionale prudenza sta lando? no costruito eccellenze na-
carta quando improvvisa- facciarvi le crisi degli ulti- Lintervento della politica degradando irrazional- La differenza fra chi ha zionali. Le rispondo, per,
mente bruciata. mi anni... deve garantire tutele certe mente in una parsimonia teorizzato ed organizzato con altre domande. Come
E adesso? Fra di noi ci possono per i deboli e ripristinare patologica, ma comunque uno Stato che deve essere si pu pretendere di ragio-
Adesso forse lultima essere anche stati dei fal- con regole certe, uguali e e sempre di mera marca fisiologicamente estraneo nare in autonomia comuna-
occasione di capire la le- liti ma non dei traditori. vincolanti, condizioni di speculativa. Al pubblico, ai comportamenti impren- le sul sistema aeroportuale
zione. Di capire che un si- Lo sviluppo dellimpresa pari opportunit per tutti. a tutti i livelli, chiediamo ditoriali ed alle conseguen- o fieristico, in un territorio
stema paese nel suo imma- labbiamo concepito qui, Ma non deve e non pu unopera costante di vigi- ze sociali che questi pos- che per dimensione pi
ginario collettivo non pu realizzato qui. Qui ci so- imporre modelli. E ricer- lanza sui comportamenti sono provocare. piccolo dellarea urbana di
inseguire la strada folle no state le ricadute sociali carli, o chiederli alla poli- commerciali degli istituti Uno Stato che deve age- Roma? Come si pu pen-
delle crescite esponenzia- che sono vere e non mil- tica, in questo momento di credito, perch essi si volare lo sviluppo di un sare che a ragionare di tu-
li. Di capire che la moder- lantate. E le imprese co- un pericolo in agguato, in rendano conto che la lo- libero mercato regolato rismo siano vocate Rimini
nizzazione non sinonimo operative, proprio per la quanto siamo condizionati ro esosit finanziaria non esclusivamente da rapporti o al massimo Cesenatico e
di produzione finanzia- loro natura sono il sogget- da un reale stato di diso- garantir nemmeno i loro di forza, e quindi indiffe- non anche Cesena, Forl o
ria; ma uno strumento to sicuramente pi vocato rientamento. un pericolo stessi interessi. rente al destino dei singoli, Ravenna? O che il sistema
di gestione industriale per e determinato nel resistere che dobbiamo evitare. Di fronte alla crisi servir anche quando esso diverr montano in parte di com-
trasformare in qualit la alla crisi recessiva che gi Qualcuno sembra avere pi Stato o pi mercato? un problema sociale. E chi petenza della Comunit
quantit delle produzioni. ci sta colpendo. tentazioni autarchiche, o Nessuno dei due. Dopo ha continuato (purtroppo montana di Cesena, in par-
Colpa della globalizzazione? Se ne uscir, allora? addirittura di abbandono la crisi delle ideologie mol- ultimamente in solitudine) te di quella di Forl e cos
Il mercato gi globa- Ne usciremo e prima del delle politiche europee: co- ti si sono velocemente ac- a teorizzare uno Stato che via? Il nostro territorio un
lizzato. Quello che pre- previsto. Ci tireremo fuori sa ne pensa? codati al pensiero unico di considera patologici e de- sistema civilmente unifor-
occupa la concorrenza da soli, noi stessi, ciascu- Che ci condannerebbero, un liberismo, cos divenuto vianti quei comportamenti me, ma con il vantaggio
avvelenata di quei paesi no per la sua parte, auto- fatalmente, ad un fallimen- dilagante. Liberismo che imprenditoriali le cui con- di essere poliedrico nella
che con la loro incivilt nomamente e contando to certo. Ma da unEuro- oggi ha dimostrato tutto il seguenze potrebbero ar- sua proposta geografica e
democratica, avvalendo- solo sul nostro impegno. pa tecnocratica dobbiamo suo fallimento. Questa crisi recare grandi danni socia- produttiva. Una poliedrici-
si impunemente di sistemi Ma dobbiamo ristabilire passare ad unEuropa poli- invece, per le sue origini li; quindi doverosamente t che gi stata colta, ma
industriali inqualificabili, principi e regole. E guai a tica. UnEuropa che abbia e in quelli che saranno i pronto ad intervenire. che deve essere riproget-
producono merci a bassis- noi se fossimo colti dalla la reale capacit e la ne- rimedi, ci riporta con bru- Uno Stato che considera tata nelle sue grandi pos-
simi costi e, oltretutto, di tentazione di rinunciare al cessaria elasticit per ca- talit a individuare le dif- il libero mercato indispen- sibilit come formidabile
qualit disprezzabile. La nostro impegno per dele- pire le esigenze dei singoli ferenze politiche, perch sabile per lo sviluppo, ma occasione unitaria di svi-
loro concorrenza si batte gare la soluzione alla sola Paesi. esse esistono e marcano, solo se non annichilisce e luppo. una poliedricit
con la qualit e la qualit politica. Ci illuderemmo e Qual il rapporto con le anche violentemente, po- pregiudica il destino dei a cui la politica deve dare
si raggiunge con linnova- rinunceremmo ad essere banche? litiche ed organizzazioni singoli. I cooperatori, ov- unanima.
4 AGROALIMENTARE La Societ Cooperativa
Roma, Romagna
EDUCAZIONE ALIMENTARE :: Il progetto promosso da Centrale stato scelto a Bruxelles dalla Commissione

Frutta Snack si accredita


Il mondo
di domani
come best practice europea
di Cristian Maretti
Successo su scala continentale alla conferenza School Fruit Schemes
Il mondo non si fermato
mai un momento cantava
Jmmy Fontana negli anni Ses-
santa. E questo fuori discus-
sione. Oggi per pare andare
tutto pi veloce. Nelle crisi,
nelle idee, nel lavoro nella
I l progetto Frutta
Snack, frutta e ver-
dura in confezione
monodose dispo -
nibile nelle scuole
attraverso distributori au-
tomatici, una delle best
di Cesena, che ha mes-
so a punto e tenuto le fila
dellattuazione del proget-
to- Frutta Snack non si li-
mita ad attivare strumenti
ed occasioni di educazio-
ne alimentare ma porta
vita di tutti i giorni. Qualche practice accreditate dalla direttamente nei luoghi
sera fa, per esempio, a Roma, Commissione Europea. chiave, in questo caso nel-
in una pizzeria con un recente
A Bruxelles, nel corso le scuole, frutta di stagio-
cambio gestione, ho visto una
della conferenza di presen- ne, accuratamente scelta
scena curiosa Il proprietario
tazione del programma eu- e confezionata per il con-
del locale, giovane e motiva-
ropeo School Fruit Sche- sumo. Unopportunit per
to nellaccogliere al meglio
mes svoltasi nei giorni uno spuntino salutare al
la clientela e il pizzaiolo di
scorsi, Frutta Snack stato posto delle ipercaloriche
colore che, oltre a fare il suo
indicato come esperien- merendine.
lavoro, interloquiva con i
za consolidata in grado di Combattere lobesit
clienti stranieri in inglese e
contribuire (grazie anche attraverso leducazione al
francese traducendo non solo
al progetto pilota naziona- consumo di frutta e verdu-
le ordinazioni, ma anche le
le che ha coinvolto 43.500 ra - ha sottolineato nelloc-
particolari esigenze di paga-
studenti delle scuole di Ro- casione il direttore genera-
mento e perfino la necessit
ma, Bologna e Bari) allela- le della Divisione Agricol-
di alcuni giovani nord europei
borazione di un percorso tura e Sviluppo Rurale del-
che - finito di mangiare e con
il conto gi pagato - hanno
tipo a supporto dei Paesi la Commissione Europea,
chiesto un cestino di pane Membri che, entro il 2009, Lars Hoelgaard - il cuore
da portare via per farne devono avviare programmi del nostro programma. Si no Trentini, direttore del
dei panini i giorno dopo. di sviluppo dei consumi di tratta di un programma CSO, invitato a presenta- From farm, to fork... to vending machine
Le parti sembravano inver- frutta e verdura. dalle ampie potenzialit in re a Bruxelles lesperienza Promoting healthy lifestyles among young people and encouraging them to eat fruit and vegetables

tite, e mi sono anche chiesto Alla conferenza School termini di maggiori con- Frutta Snack - vanta espe- aiMS: METhodoloGy:
to create ongoing opportunities for the agricultural sector and schools The aim of each project is:

se in Romagna sarebbe mai Fruit Schemes, che aveva sumi e quindi di maggiore rienze di promozione e Premise
to interact;
to teach young people how food gets from the field to the table;
to promote local fruit and vegetables as well as sustainable production
to involve teachers who are then trained by experts;
to involve students and parents in informative meetings and hands-on
workshops (where snacks with seasonal fruit and vegetables are pre-

lo scopo di condividere il produzione, in particolare comunicazione sulla frutta


methods, encouraging everyone to eat them at school and at home on pared and tasted, school vegetable gardens are created, trips organ-

potuto accadere una cosa


Following the introduction of Regional Law no. 29/2002, the Emilia- a daily basis; ised to educational farms or fruit and vegetable markets, etc.);
Romagna Region has worked closely with its provinces and with the to teach that a healthy diet and sensible eating can lead to a healthy way to serve healthy food in schools (school canteens, vending machines etc.);
support of the centrale Sperimentazione e Servizi agroambientali of life and help prevent disease, illnesses and nutritional imbalances. to draw up and hand out specially prepared informative and educa-

del genere. Poi, allarrivo programma con il maggior quelle locali. Questa una che hanno riscosso notevo-
(Centre for experimentation and agro-environmental services) to de- tional material;
velop and implement projects promoting food education. ToolS: to monitor and assess the projects with questionnaires and focus
The projects are aimed predominantly at schools and vary according to groups.
Its aim has been to familiarise young people with the nutritional val- age. They are:

di altri clienti di idioma numero possibile di Stati iniziativa molto importante le interesse in tutta Europa. ue of fruit and vegetables, in an attempt to encourage them to adopt
healthy eating habits and to prevent obesity.
Educational Farms,
The school garden, Go Fruit! Five portions, five colours,
Fruit Snacks. Healthier and tastier alternatives in schools and workplaces.
TaRGET GRouP
Students (3-18 years old), teachers and parents of the schools in the
Emilia-Romagna region.

spagnolo, ladattamento Membri, anche attraverso il perch coinvolge diretta- La Conferenza di Bru-
Results obtained:
dellitaliano con la esse fina- mutuo scambio delle espe- mente il sistema agricolo, e xelles stata una occasio- EducaTioNal FaRMS (3-18 years) classes who have visited the Educational Farms in Emilia-Romagna 1999-2008

le era tale che mi aspettavo rienze condotto dai singoli, lo riconnette con il consu- ne importante per mettere
6,000
Visits to educational farms began in 1999 with 5,361 5,416
5,777
5,142
the aim of introducing a more innovative way of
4,500 4,219
teaching food education, bringing children clos-
3,458
er to the world of farming, the countryside, the

larrivo di Boldi e De sica Frutta Snack stato uno matore. in luce il percorso di va-
3,000
seasonality of products and where they come 2,438

from. Today 300 farms in the region are involved 1,500


1,692

in the project and this network represents a well- 732

dei sedici poster seleziona- LItalia - afferma Lucia- lorizzazione di una dieta
established way of encouraging communication

da un momento allaltro.
0
and knowledge between schools and the area 1999/2000 2000/2001 2001/2002 2002/2003 2003/2004 2004/2005 2005/2006 2006/2007 2007/2008 Educational farms in Emilia-Romagna.
Guide to the educational programmes
looking at strawberries

in the 300 farms.


they belong to: the number of school children
who visit these educational farms is growing all Type of visitors to the Educational Farms in Emilia-Romagna

In realt il mio stupore ti a livello europeo ed ha pi corretta per i ragazzi


the time (5,500 just last year). There are a wide
range of educational programmes on offer which
Primary schools 43% Junior schools 7%
are adapted to the age of the participants and Secondary schools 4%
their school curriculum. The farmers who take

frutto in gran parte del mio portato in quella sede un LEGACOOP e le risorse messe a dispo-
adults 7%
part in the project sign a special quality charter disabled visitors 6%
and are required to keep abreast of the latest Summer schools 2%
Nursery schools 28% crches 3%
developments as far as safety and reception are
concerned.

essere provinciale, del con- modello di vending machi- sizione dalla Comunit
Farmer, Marco Rivalta, presents his farm

ThE School GaRdEN (3-10 years) School gardens and classroom snacks
prepared with fruit and vegetables: some results

siderare normale che se uno ne come quello collocato A partire dal 13 gen- con School Fruit Scheme
Children attending nursery and primary schools
Number
create a vegetable garden in their own school
Schools involved and vegetable gardens created 109
garden with the help of experts.
School snacks prepared with fruit and vegetables: classes involved 95
They then work with their teachers to look af-

decide di aprire un ristorante nelle scuole e supportato naio 2009 il delegato saranno una importante
Training sessions with teachers and parents 108
ter the vegetable garden, harvesting the results Teachers and parents attending the training sessions 800
of their labours and enjoying the fresh produce Students involved 35,000
which is then served in the school canteen. Final projects with students, teachers and parents 299

a Roma, come minimo debba da un ampio programma al settore Agroalimen- opportunit per continuare Go FRuiT! (6-13 years)
Farmers from the educational farms illustrate the
characteristics and preparation of their products

imparare linglese. E invece di educazione alimentare tare di Legacoop Forl- e consolidare il percorso
to primary school children so they in turn can
prepare simple, healthy, tasty snacks at home...
Enjoying a snack prepared with fruit and vegetables in class Parents join in the tasting session

mi sbagliavo. Quello che io


Picking produce from the vegetable garden

rivolto ai giovani. Cesena, Massimo Bru- avviato. FRuiT SNackS (14-18 years)
Fruit Snacks in vending machines in Emilia-Romagna: some numbers

vedevo come strano interpre- Sia il progetto che il di- saporci non opera pi Il progetto Frutta Snack
Action Number
The aim of Fruit Snacks is to encourage young Number of schools taking part in the project and vending machines installed 63
people to eat more fruit at school, promoting Students involved 34,500
the use of vending machines which are stocked Teacher training: sessions 32

te, per il proprietario era di presso gli uffici dellas-


with a variety of healthy products, including

stributore automatico han- stato predisposto, con il


Training: teachers involved 76
ready-to-eat fresh fruit salads, in an attempt to Entertaining presentations and fruit tasting sessions for students 75
cut down on the consumption of high calorie Student competition: broadcasting of winning adverts on local radio stations 2,113
snacks. This project also encourages local pro-

fatto un compagno davventu-


Monitoring and assessment: questionnaires handed out to students 368

no suscitato ampio interes- socia zione, avendo coordinamento della Cen-


ducers and vending companies to keep the vari- Monitoring and assessment: students involved in the focus groups 95
ous stages in the process to a bare minimum.
Informative material is displayed on the vend- Monitoring and assessment: what the students said

ra a prescindere dal mestiere


ing machines using a friendly, upbeat style and %

se e valutazioni estrema- assunto un altro inca- trale Sperimentazioni e


it invites consumers to try healthy products and said they use the vending machine 67%

enjoy the pleasure of eating fruit (an example: said they increased the use of fruit and vegetables 51%

the slogan Have a break with Fruit Snacks Fill said they now have a better understanding the importance of having fruit and vegetables during the day 59%

principale e dal colore della


up on fun, great taste and imagination.).

mente positive. rico professionale. La Servizi Agroambientali di Radio advertising and messages posted on the
web make students more involved and aware of
the benefits of eating fresh and tasty food. The

pelle. Il futuro del mondo Contrariamente ad altri responsabilit del set- Cesena, dal Ministero del
competition Communicate fruit. Create an ad for
fruit, with its peer to peer methodology, was
launched to encourage young people to come
up with an advert which would persuade their

nella positiva dissennatezza progetti - evidenzia Romeo tore rimane in carico Lavoro, della Salute e delle
friends to adopt a healthy and balanced diet. Fruit salad for vending machine The vending machine The youngsters like them

di chi si lancia in una impresa


Conclusions
Lombardi, presidente di alla direttrice Monica Politiche Sociali e da quel- EducaTioNal MaTERial
A wide range of educational material has been Actions have attracted considerable interest from teachers and students, reflected in large

che lo affascina a dispetto del Centrale Sperimentazione Fantini. lo dellIstruzione, dellUni-


produced for the different age groups and in- numbers participating in initiatives
cludes publications for teachers, students, par- Choice of active methodology, through real experience, has proved highly effective
ents and citizens, educational games, posters, Active participation and involvement of all institutional players proved very successful

gi visto e del sentiero sicuro.


some of which have been produced with a con- (farmers, local authorities, health authorities, etc)

e Servizi Agroambientali versit e della Ricerca.


tribution from the European Social Fund. Given the positive results, in future years, the initiatives will be extended to more schools
Some of the promotional and educational material
produced by the Emilia-Romagna Region for the dissemination of best-practice
Poster of fruit and vegetables Poster of the organic process
La Societ Cooperativa PERSONE 5

PRODUZIONE LAVORO :: Dopo 24 anni trascorsi in cooperativa lo storico presidente Bruno Ascoli va in pensione Globale e Solidale

Avvicendamento al vertice
della cooperativa Arte Muraria
La Svizzera in TV
una cooperativa
di Fabio Gavelli

Il consiglio di amministrazione ha nominato al suo posto Marco Leoni Una rete televisiva pubblica
gestita da una cooperativa di 3
mila soci, che influiscono diret-
tamente sulla scelta di dirigenti

uno dei cooperato- tanto. Adesso arrivato il e programmi. Con la conse-


ri che hanno fatto la momento di cedere il te- guenza che in tv non si vedono i
storia di questo mo- stimone. A raccoglierlo reality show e che la radio non
vimento. Dal 1984, stato il consigliere Mar- trasmette spot pubblicitari.
quando per la prima co Leoni, che nonostante Non frutto dellimmaginazio-
volta entr in Arte la giovane et fa gi par- ne di un progressista utopistico.
Muraria come camionista, te della compagine di via Anzi, accade ai nostri confini,
Bruno Ascoli si guada- dellIndustria da ventan- nel Canton Ticino, dove la tv di
Stato, la Radiotelevisione svizze-
gnato la stima e il rispetto ni, essendone entrato a
ra di lingua italiana (www.rtsi.
di tutto il mondo economi- far parte nel 1988 con un ch) condotta da unazienda non
co, riuscendo a vincere la ruolo operativo come as- profit. Il gestore si chiama Corsi,
sfida di conciliare risultati sistente di cantiere. De- cio Cooperativa per la radiote-
economici di rilievo con la sideriamo tutti ringraziare levisione nella Svizzera italiana:
mutualit e la promozio- Ascoli per lopera che ha ha due canali tv (uno dedicato
ne dei valori di solidariet prestato in Arte Muraria, allo sport) e tre radiofonici.
sociale che sono propri di dice il nuovo presidente. E una rete locale, con un
questa forma dimpresa. Il nuovo CdA della coope- bilancio di appena 150
Oggi a 62 anni, dopo 24 rativa composto da Giu- milioni di euro, coperto per i
due terzi dal canone e per il
anni in cooperativa - di cui seppe Bombardini, Ivana
rimanente terzo dagli introiti
19 passati con il titolo di Cappelli, Marino Matulli,
pubblicitari. Bruscolini rispetto
presidente - Ascoli ha de- Edmondo Balzani, Luciano ai budget di Rai e Mediaset, che
ciso di lasciare le cariche Nati, Patrizia Comandini, non impediscono tuttavia alla
Il neopresidente di Arte Muraria Marco Leoni e Bruno Ascoli si stringono la mano di fronte al responsabile
sociali. La cooperativa - Paolo Tassani e dal neoen- Produzione Lavoro di Legacoop Forl-Cesena, Valdes Onofri. tv elvetica in lingua italiana
ricorda Ascoli - mi ha dato trato Davide Pignolini. di puntare sui documentari e
lapprofondimento giornalistico,
senza trascurare proposte pi
leggere e divertenti. Insomma,
SERVIZI :: Il direttore di Formula Servizi, Graziano Rinaldini, si aggiudica il riconoscimento di Manpower Italia una tv che pur costretta a una

Il premio per il Lavoro a Forl


sobriet di fondo, fa della qua-
lit il suo obiettivo dichiarato.
La nomina dellorgano che
individua i dirigenti non av-
viene tramite criteri politici.
Sono gli stessi soci, semplici
cittadini, a eleggere pi del-
In giuria personalit come il presidente del CNEL e il direttore del Sole 24 Ore la met dei componenti del
consiglio regionale. Un altro
mondo davvero, se si pensa che

I Il direttore della coope-


rativa Formula Servizi, Gra-
ziano Rinaldini, ha vinto il
Premio per il Lavoro 2008,
organizzato da Manpower e
dai giovani imprenditori di Confin-
dustria sotto lalto patrocinio della
inteso fornire in questo modo un
riconoscimento alla capacit di
leadership e di gestione strategi-
ca, volte a creare valore mediante
lottimizzazione dei processi e il
teambuilding relazionale.
Ben 500 aziende e ottocento
e privati, a dimostrazione che la
forza delle organizzazioni, azien-
dali e non, passa per limpegno e
la passione di donne e uomini che
ne sono lanima, ha dichiarato Fe-
derica Guidi, Presidente dei Gio-
vani Imprenditori di Confindustria.
di nomina popolare anche
il consiglio del pubblico, cui
demandato il controllo quali-
tativo sulla programmazione.
Basta guardare sulluscio di
casa per ricevere una lezione di
democrazia imbarazzante per
un paese come lItalia, additato
presidenza del Consiglio dei mi- lavoratori si sono candidati nelle Crediamo nelle persone e nel- spesso dallUnione Europea
nistri. La cerimonia di gala, svol- otto categorie in concorso, che le loro capacit, e siamo convinti come il peggior esempio sul ver-
ta a Roma e condotta da Monica attraversano tutto il quadro delle che limpegno e il talento delle sante dellemittenza: un conflitto
Leofreddi e Milo Infante, stata risorse umane dalloperaio al col- donne e degli uomini che lavora- di interessi gigantesco fra poli-
trasmessa nella seconda serata di laboratore esterno. no debbano essere riconosciuti e tica e maggior azienda privata,
RAI2 marted 16 dicembre. Rinal- Eccellenza e merito sono due valorizzati in quanto sono il reale un canale (Rete 4) che pi sen-
tenze hanno giudicato illegale,
dini si aggiudicato il trofeo ex valori di base per il Movimento motore delle imprese. questa la
il servizio pubblico oggetto di
aequo nella categoria nazionale dei Giovani Imprenditori ed per ragione per cui abbiamo dato vita squallide manovre partitiche.
dirigenti, grazie alla positiva valu- Sole 24 Ore Ferruccio De Bortoli, questo che abbiamo condiviso al Premio per il Lavoro, ha detto Non sorprende che in quadro del
tazione della giuria composta, tra dal conduttore di Ballar Giovanni questa iniziativa. Il Premio per il Stefano Scabbio, Presidente e Am- genere il livello delle trasmissio-
gli altri, dal presidente del CNEL Floris e dal presidente dellAGCom Lavoro un riconoscimento a tutte ministratore Delegato di Manpo- ni sia mediamente basso. Pren-
Antonio Marzano, dal direttore del Corrado Calabr. Il comitato ha le categorie di lavoratori, pubblici wer Italia. diamo esempio dalla Svizzera.
6 CULTURA La Societ Cooperativa

Curricul Curricul Romagna Particolarmente

Maiolo
Santa Maria
dAntico
Tira fuori i talenti
della tua azienda
Fu inglobato nel finire degli
di Workopp 70 nel Comune di Torriana
uscendo dal Comune di Soglia-
Allinterno delle nostre no al Rubicone. Una intelligente
aziende lavorano persone
operazione di recupero dellan-
che hanno le qualit giuste
tico e piccolo borgo, ha permes-
per farsi riconoscere come
so di poter mantenere intatta la
talenti. Non sono certo
struttura del paese raccolto ai
individui straordinari, unici,
piedi del Castello.
con superpoteri. Semplice-
mente condividono i valori
di unazienda, puntano al
meglio, creano un ambiente
positivo. Ecco allora i cinque
ingredienti di un talento.
Primo: Inadeguatezza po-
sitiva. Un talento non si sente
arrivato, non si accontenta, di Luciano Liuzzi
ha sempre la sensazione
di essere inadeguato ma in
maniera positiva. Questa MUSICA :: Il club ospitato nei locali della cooperativa Taverna Verde ha passato la boa del quarto di secolo
percezione lo porta verso un

Venticinque anni di Naima


continuo automiglioramento
e lo induce a confrontarsi con
chi ne sa di pi e aggiornarsi
continuamente. Secondo:
Il senso di urgenza. Per un

a tutto rock, jazz e blues


grande professionista il mo-
mento giusto sempre adesso,
non rimanda ma scalpita per
arrivare al risultato e realiz-
zare lobiettivo. Quando ha
una buona idea non prende
tempo, la vuole trasformare
in realt subito. Terzo: La
E ora i concerti vanno in tour, in collaborazione con Accademia Perduta
tendenza a cambiare. Chi fa

H
resistenza al cambiamento a t agliato nel LALMANACCO 2009 SI PRESENTA che sono passati dal Club del club itinerante: oltre
non sar mai una risorsa per 2008 il traguardo in questi anni, da tutta Ita- che nella storica sede di
lazienda, chi dice qui si dei 25 anni di mu- Successo di pubblico e critica mar- lia e anche dallestero (pi via Somalia i concerti fa-
sempre fatto cos non ha il sica e si appresta ted 13 gennaio nel salone comu- di 250.000 le presenze), ranno infatti tappa in tutti
dna per portare unimpresa
ad un 2009 carat- nale di piazza Saffi, per la pre- oltre a migliaia di musicisti i pi bei teatri della Ro-
nel futuro. Anzi, di solito il ta-
terizzato da non poche sentazione pubblica dellottava famosi e meno noti, mol- magna, grazie anche alla
lento sa anticipare il cambia-
novit, tra cui una stagione edizione di LAlmanacco di Forl e ti dei quali diventati poi collaborazione con Acca-
mento e se non lo propone lui,
itinerante nei teatri della dintorni edizione 2008. Lappun- delle grandi star grazie demia Perduta-Romagna
certo non lo frena. Quarto:
Romagna: il Naima Club tamento con la pubblicazione edi- proprio al trampolino di Teatri e Strade Blu. Dal
Voglia di fare. Il talento pri-
di Forl, uno dei tre Jazz & ta dalla cooperativa di giornalisti lancio del Naima. Goldoni di Bagnacavallo al
ma comincia a fare e a spe-
rimentare, non si aspetta un
Blues club italiani con cos LAlmanacco ormai diventato La nostra una storia - Piccolo di Forl, passando
riconoscimento immediato, tanti anni di attivit con- un evento immancabile dei primi giorni dellanno. Dal continua Minisci - che po- per il Petrella di Longiano,
intraprendente e si lancia tinuativa ed annuale alle 2001, infatti, il libro costituisce un appuntamento im- trebbe far riflettere su co- il Dragoni di Meldola, e
su progetti non strettamente spalle, da sempre ospita- perdibile con quanti vogliono conservare la memoria me si possa contribuire al- ancora il Diego Fabbri di
legati al suo ruolo, motivato to negli storici locali della storica fatta di grandi eventi, insieme ad episodi che la crescita culturale di una Forl e il Masini di Faenza,
dal desiderio di saperne di cooperativa Taverna Verde appartengono alla quotidianit di una dinamica socie- citt di provincia anche il cartellone della nuova
pi, di imparare e contribuire di Ospedaletto. t civile. La pubblicazione propone, giorno per giorno, grazie alla musica, portata stagione si preannuncia
al miglioramento aziendale. Una storia cominciata le grandi e piccole storie che hanno contraddistinto qui da veri mostri sacri del ricco di nomi di richiamo,
Quinto: I risultati da raggiun- per gioco, come un hobby, lanno che sta per concludersi. Infine, e non poteva es- panorama internazionale, tra cui Ray Mantilla, Ro-
gere. Nessun problema, me tra amici, ricorda Michele sere diversamente, anche per ledizione del 2008 parte e che pu far capire per- berto Gatto progressive
ne occupo io ci che dice Minisci, ideatore e anima- del ricavato della vendita del volume sar destinato ch sans la musique, la Band, Alberto Patrucco,
un talento al suo capo, pi tore di questa esperienza, alla Casa della Carit di Bertinoro gestita da don Luigi vie serait une erreur, co- Aida Cooper Band, Ana
concentrato sulle soluzioni che ha visto protagoniste Pazzi, che accoglie disabili fisici e psichici molto gravi e me ha scritto Nietzsche. Popovic, Floyd Machine,
che sui problemi. Anche diverse migliaia di appas- alla quale LAlmanacco ha voluto legarsi fin dalla sua Dal 2009 il Naima, senza Vanessa Da Mata e Go-
quando non sa come far, sionati di musica (in pre- prima edizione. snaturare la sua vocazio- od Fellas. Per informazioni
pensa che comunque trover valenza di jazz e di blues) ne, intraprende la strada www.naimaclub.it.
La Societ Cooperativa CULTURA 7

RESTAURI :: Fino al 22 febbraio vengono esposti i disegni e le opere del Fondo Piancastelli recuperate dal CEPAC Comunicazione di servizio

La clinica dei libri va in mostra


Fondamentale il sostegno della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forl
Mandate la foto,
Titolo su due righe

I nteri patrimoni
culturali di grande
pregio sono conser-
vati in molte delle
nostre biblioteche
cittadine. Ne un esempio
il Fondo Piancastelli della bi-
AL LIONS UNA SERATA SUL TEMA

Interveniamo su tutti i documenti


con la stessa cura e attenzione
tanto gratis
della rubrica
di Emanuele Chesi

Bollata dapprima come


minaccia catastrofica e
blioteca forlivese A. Saffi, i
Il restauro dei libri e delle stampe antiche stato al mortale, lintegrazione tra
cui disegni e le cui stampe
centro della serata conviviale promossa lo scorso 15 nuovi media e giornalismo
sono state riportate al loro
gennaio dal Lions Club Forl Host allHotel della Citt. tradizionale (tv e carta
Ospite delliniziativa stata la presidente di Cepac, stampata, tanto per inten-
stato originale grazie ad un Maria Roberta Stanzani, che ha illustrato ai presenti derci) diventata ora moda
restauro decennale realizza- le tecniche con cui si interviene sui documenti antichi anche in Italia. Generando
to dalla cooperativa Cepac per riportarli al loro stato originale. Le fasi possono per forza di cose nuovi
con il sostegno della Fon- andare da una iniziale pulitura a secco che consente di mostri. Come nel recente
dazione Cassa dei Risparmi. eliminare la polvere, al successivo lavaggio delle carte, caso della maxi-nevicata a
Il frutto di questo impegno fino al rinsaldo delle lacerazioni con carte a ph neutro e Milano. I quotidiani pi dif-
fa bella mostra nella espo- al ripristino dei supporti. Si tratta di un lavoro sempre fusi (Repubblica e Corriere
sizione Tesori restaurati. diverso, perch ogni libro o documento differente da della Sera in testa) si sono
Le stampe e i disegni delle tutti gli altri - ha spiegato la Stanzani -. Interveniamo scatenati nellinvitare i cit-
Raccolte Piancastelli inau- su tutti i documenti con la stessa cura e attenzione, sia tadini a inviare le loro foto
gurata lo scorso 20 dicem- che si tratti di una preziosa Bibbia savonaroliana del dellevento (lo ha fatto an-
bre a Forl al piano terra del Quattrocento che di incisioni di pochi secoli fa. Il nostro che Massimo Moratti!). I siti
palazzo del Monte di Piet lavoro consiste nel recupero a fini conservativi, per ren- internet dei giornali sono
in corso Garibaldi. Realiz- dere fruibile anche per il futuro un patrimonio culturale stati inondati di immagini
zata in collaborazione con che rischierebbe di andare perso; assolutamente vieta- digitali alcune sfuocate,
lAmministrazione comuna- to ogni altro intervento che possa rischiare di alterare il altre professionalissime
le, la mostra stata curata documento. di strade ghiacciate, tram
da Antonella Imolesi Pozzi,
bloccati, auto sommerse
conservatrice delle Raccolte
dalla neve, disastri vari.
Piancastelli, e rester aperta Che cosabbiano aggiunto
Il particolare di un libro antico e, a destra, linaugurazione della mostra
fino al 22 febbraio (dal mar- al palazzo del Monte di Piet. queste foto allinformazio-
ted al venerd dalle 16.30 ne (oltre che richiamare
alle 19 e il sabato e la do- visitatori sui siti: Guarda,
menica dalle 10 alle 13.30). si compongono le Raccolte na materiali molto vari ed mamma, c anche la mia
Si tratta di un fatto cultura- Piancastelli, donate a For- eterogenei: lopera di alcuni foto) materia per catte-
le per nulla routinario, come l dal collezionista di Fusi- artisti come Giani, Minardi dratici. Ben pi interessante
ha ricordato in occasione gnano nel 1938, la sezione e Rosaspina rappresentata lesperimento fatto da
dellinaugurazione Pier Giu- Stampe e disegni rappre- quasi dallintero corpus di una rivista di turismo ame-
seppe Dolcini, Presidente senta un prezioso nucleo disegni, di stampe, di auto- ricana che ha dedicato un
della Fondazione cassa dei di materiali iconografici grafi e da tutto ci che do- intero numero ai racconti di
Risparmi, sottolineando che che consente di ricostruire cumenta la loro produzione. viaggio e alle informazioni
questa inziativa ha consen- la storia per immagini della La sistemazione in gros- raccolte dai lettori. Questi
tito di svelare parte di quel- Romagna e di documentare si album e lorganizzazio- sono stati spediti in vacan-
la miniera di tesori della lampiezza e la variet del ne in sottosezioni (Artisti, za in giro per il mondo e
nostra storia che il Fon- mercato artistico fra i due Topografia, Ritratti, Storia) i loro resoconti sono stati
do Piancastelli, recuperato secoli, levoluzione del gu- ancora quella voluta da vagliati, controllati, verifi-
grazie alla professionalit sto e delle tecniche calco- Piancastelli e rappresenta cati e infine impaginati dai
e allabile lavoro artigiana- grafiche e litografiche, la ge- uno dei rari casi in cui la redattori. Ovviamente la
le della cooperativa Cepac. rarchia dei soggetti prediletti fisionomia originaria di una rivista ha sostenuto le spese
Lavoro che ha acquistato in dalla borghesia nel periodo raccolta privata ha conser- di viaggio dei lettori-autori.
questi anni (nel 2009 saran- post-unitario e la formazio- vato le sue caratteristiche Risultato: un numero fre-
no trenta) sempre maggiore ne culturale di Piancastelli. anche dopo il passaggio ad sco, interessante, ricco di
credibilit e riconoscimen- La sezione, concepita pi un Istituto di conservazione notizie e grande successo
to, al punto da aver fatto di con intento documentario pubblico. Il restauro ha in- di vendite. Un esempio di
Cepac un partner affidabile che estetico, avvicina pez- fatti rispettato la sequenza e citizen journalism a regola
per committenti pubblici e zi preziosi a materiali pi lordine dei materiali allin- darte. Che per, per gli edi-
privati nellopera di recupe- dozzinali che coprono un terno degli album secondo tori italiani, ha la pecca di
ro e conservazione del pa- periodo che va dal XVI al lordinamento originario che costare di pi del lavoro de-
trimonio culturale, non solo XX secolo. di volta in volta alfabetico, gli stessi giornalisti. Meglio
locale. Lorganizzazione asistema- cronologico o tematico.. puntare sullo foto mandate
Delle varie sezioni di cui tica della raccolta accomu- Enrica Mancini dai lettori.
12 PUBBLICIT La Societ Cooperativa

Forl, Musei San Domenico

foto Fabio Blaco - per gentile concessione del Comune di Forl


Forl, Musei San Domenico

La cultura
un bene prezioso,
come laria.
Migliaia di turisti visitano i musei di Forl
per ammirare opere immortali, come le statue
di Canova e i quadri del Palmezzano. Capolavori cos
delicati che anche il respiro pu danneggiarli.
Per conservarli nei secoli occorre laria giusta.
N troppo fresca, n troppo umida: semplicemente
perfetta, come lesperienza di Idrotermica Coop. Trattiamo laria come si merita