Sei sulla pagina 1di 8

Sezione G.

Matteotti
Sommatino ( CL )

Sig. Presidente, Sig. Sindaco, colleghi Consiglieri, gentile pubblico


presente,
in merito all ESAME ED APPROVAZIONE RENDICONTO DI
GESTIONE
ESERCIZIO
FINANZIARIO
2015
volevo
solo
attenzionare alcuni passaggi fatti dei Revisori, che con molto
peculiarit e con molta professionalit hanno espresso il loro
parere; lanalisi non perfettamente cristallina e limpida alla
lettura, la disamina, al profano come Me e come sicuramente come
molti di Voi Sigg.ri Consiglieri (non siamo specialisti del settore)
presente dei dubbi, mi pare lascia delle ombre, che meritano la
disamina ed eventualmente dei chiarimenti dallOrgano Revisore.
Vado subito al punto:
1) Risultato della gestione di competenza
Il risultato della gestione di competenza presenta un avanzo di Euro 508.803,01
Il risultato della gestione di competenza, senza considerare i Fondi Pluriennali
Vincolati di entrata e spesa, presenta un avanzo di Euro 774.949,39 come risulta
dai seguenti elementi;
- LAvanzo possibile impegnarlo, oppure l in bella vista senza poterlo
toccare?
2) E stata verificata la mancata corrispondenza tra le entrate a
destinazione specifica o vincolata e le relative spese impegnate in
conformit alle disposizioni di legge come si desume dal seguente
prospetto:

Per ci che concerne le Funzioni delegate e i contributi in c/capitale


della Regione non si riscontra lesatta correlazione tra entrate e
uscite. E stata verificata la mancata corrispondenza tra le entrate a
destinazione specifica o vincolata e le relative spese impegnate in
conformit alle disposizioni di legge come si desume dal seguente
prospetto:
Per ci che concerne le Funzioni delegate e i contributi in c/capitale
della Regione non si riscontra lesatta correlazione tra entrate e
uscite.
3)Entrate per recupero evasione tributaria
In merito allattivit di controllo delle dichiarazioni e dei versamenti lorgano di
revisione rileva che non sono stati conseguiti i risultati attesi e che in
particolare le entrate per recupero evasione sono state le seguenti: (Pag. 19)
In merito si osserva che in relazione allattivit di previsione delle entrate
tributarie per recupero evasione , lorgano di revisione rileva lopportunit
di provvedere ad una pi attenta previsione nel rispetto del principio
della veridicit ed attendibilit, anche se un netto miglioramento stato
registrato rispetto al 2014, ci si evince dalla tabella di cui sopra, ma
comunque rimane scarsa la capacit di riscossione dellEnte in rapporto agli
accertamenti, 8,80% riscosso su ICI/IMU e 11,74% su TARSU/TASI.

4) Sanzioni amministrative pecuniarie per violazione codice della strada


(artt. 142 e 208 D.Lgs. 285/92) .
Le somme accertate negli ultimi tre esercizi hanno subito la seguente
evoluzione
SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE PER VIOLAZIONE CODICE DELLA STRADA

accertamento
riscossione

2013
2.535,92
1.302,97

2014

2015

2.802,30
2.111,80

532,90
532,90

E lAutovelox che fine ha fatto, decine di migliaia di euro lasciati a marcire


negli scantinati del Comune, a marcire . . . . .
Consigliere Indorato, e Lei non protesta?

5) LOrgano di Revisione invita lEnte ad attivarsi per incassare i residui


proponendo misure di agevolazione per le sanzioni e dilazioni di
pagamento. Si propone di fare convenzioni con societ private per
procedere alla riscossione coatta. La stessa raccomandazione
stata fatta sulla relazione nel rendiconto 2014, ma la differenza del
totale dei residui da incassare migliorata solo di 10.738,94. (residui
totali 2014: 250.740,53 - 240.001,59 residui totali 2015).
6) Lente ha provveduto al riaccertamento ordinario dei residui attivi e
passivi al 31.12.2015 come previsto dallart. 228 del TUEL non dando
adeguata motivazione.
Laccertamento dei residui risulta dalla determinazione n. 25 Area
Finanziaria- ced del 22/04/2016 nella quale sono stati riepilogati i risultati
delle verifiche con le seguenti determinazioni dai responsabili di Area:
Determinan2del19.04.2016R.G.n137del19.04.2016

R.G.n136del19.04.2016
Determinan67del21.04.2016R.G.n143del21.04.2016 AreaTecnica;
R.G.n135del19.04.2016
AreaFinanziaria;
Lorgano di revisione ritiene non idonee le motivazioni fornite in
relazione al mantenimento e cancellazione dei residui. . . .
Lorgano di revisione rileva che nel conto del bilancio nei servizi per conto
terzi sono stati eliminati residui attivi per 32.650,47e residui passivi per
86.428,15 non trovando uguale compensazione.
7.I debiti fuori bilancio di 477.277,62 sono stati riconosciuti dal CC.
con atto deliberativo n. 39 del 17/12/2015, ma non sono stati
finanziati perch non stato concesso il finanziamento richiesto alla
Cassa Depositi e Prestiti.
E qui, se permettete. . . . . . . la mia pi grande soddisfazione, almeno un
debito in meno sulle spalle della Citt!
8) LOrgano di revisione non ha potuto provvedere alla verifica della
conciliazione dei debiti e crediti alla data del 31/12/2015 nei confronti
della societ partecipata ATO Ambiente CL2 in liquidazione poich

ad oggi non stata data alcuna risposta alla richiesta di informazioni


fatta dal Collegio con nota n.1441 del 05/02/2016.
9) Tempestivit pagamenti (DATI NON PERVENUTI)
In merito alle misure adottate ed al rispetto della tempestivit dei
pagamenti lorgano di revisione osserva che e stata inviata lettera
allUfficio finanziario in data 06/05/2016 prot. N. 4719 per la richiesta dei
dati relativi alla verifica, ma non e pervenuta nessuna comunicazione.
Da documento allegato al rendiconto si evince un indicatore tempestivit
dei pagamenti annuale 2015 del 62,03 e limporto annuale pagamenti
posteriori alla scadenza euro 1.391.168,28

Comunicazione dei dati riferiti a fatture (o richieste equivalenti di


pagamento). Art. 27 Decreto legge 24/04/2014 n. 66
(DATI NON PERVENUTI)
LOrgano di revisione non ha potuto verificare la corretta attuazione delle
procedure di cui ai commi 4 e 5 dellart. 7bis del D.L. 35/2013 in quanto
rimasta inevasa la richiesta fatta allUfficio finanziario in data 06/05/2016 con
nota prot. n.4719

10)

Il Collegio evidenzia:
Recupero evasione tributaria

Un miglioramento stato registrato rispetto al 2014, in merito agli


accertamenti ma comunque rimane scarsa la capacit di riscossione
dellEnte in rapporto agli accertamenti: 8,80% riscosso su ICI/IMU e 11,74%
su TARSU/TASI.

Anticipazione di Tesoreria
Il Collegio in tutte le sue relazioni sui rendiconti ha sempre evidenziato la
scarsa propensione dellEnte a riscuotere i propri crediti.
Se non siamo capaci di riprenderci quanto dovuto, si costretti . . . al

ricorso allanticipazione di tesoreria che non diminuito (dicono i Revisori),


anzi nel 2015 si passati ad una anticipazione di 1.985.796,80, con
aggravio, quindi,
per
spese impegnate per interessi passivi
sull'anticipazione pari a 40.000,00.
12) Gestione dei Residui
I residui attivi del titolo I pari a 1.940.932,02 e TIT. III pari a 496.212,55 di
cui 414.250, relativi ad anni precedenti il 2011, devono indurre
lAmministrazione ad una pi attenta lotta allevasione tributaria.
Tali recuperi, oltre che dovuti per legge, nellattuale situazione finanziaria
dellEnte si impongono come opportunit in quanto consentirebbero la
riduzione dellesposizione di tesoreria e conseguentemente degli oneri
bancari, mitigando, altres, la crisi di liquidit.
E qui i Revisori, bacchettano lA.C., Si invita, pertanto, lEnte, in
considerazione della difficile situazione finanziaria, a intraprendere unazione
incisiva ed efficace di recupero sia delle sacche di evasione ancora esistenti
che dei tributi accertati e non ancora riscossi.
E addirittura, chiedono lulteriore recupero Fra questi ultimi si segnala altres
la necessit di intraprendere lazione di riscossione delle somme inerenti gli
oneri di urbanizzazione appostate tra i residui attivi per un importo pari a
euro 240,001,59.
13) Crediti e debiti con le Societ partecipate:
Il Collegio ha richiesto con nota n.1441 del 05/02/2016 indirizzata allUfficio
Tecnico e allUfficio Finanziario la certificazione dei reciproci debiti/crediti tra
LEnte e la Societ partecipata ATO Ambiente CL 2.
Nessuna comunicazione pervenuta a questo Collegio.
Si invita, pertanto, LEnte ad attivarsi affinch tale situazione venga risolta.
Inoltre, si evidenzia che lo stesso problema (non risolto) si posto anche per
lanno 2014.
14) Debiti fuori bilancio:

I responsabili dei servizi : Area Tecnica, Area Finanziaria, Area Amm.va ,


Area vigilanza, con nota n. 562 del 15/01/2016 sono stati invitati a produrre
certificazione relativa ai debiti fuori bilancio da riconoscere.
Ad oggi, lArea Tecnica non ha certificato i debiti fuori bilancio inerente la
propria Area, (anche se esistono debiti fuori bilancio di parte capitale per
334.751,04).
I debiti fuori bilancio ammontano a 1.556.599,79 elaborati prodotti
dallArea Amm.va.
Tali debiti sono suddivisi in 1.221.848,25 di parte corrente e 334.751,04
di parte capitale.
La comunicazione dei debiti fuori bilancio stata inoltrata alla Corte dei Conti
in data 15/04/2016.
Tale ingente somma rappresenta una seria preoccupazione per i futuri
equilibri di bilancio e il mancato riscontro da parte dellArea Tecnica sia alle
richieste del Collegio che a quelle del Sindaco (nota 3239 del 21/5/2016) non
consente di avere un quadro certo sui debiti fuori bilancio al 31/12/2015.

15) CONCLUSIONI
Tenuto conto di tutto quanto esposto,
si attesta
la corrispondenza del rendiconto alle risultanze della gestione e si esprime

parere favorevole per lapprovazione del rendiconto


dellesercizio finanziario 2015 con la riserva sopra
rappresentata inerente la incertezza sullesatto
ammontare dei debiti fuori bilancio da riconoscere a
seguito del mancato riscontro da parte dellArea
Tecnica.
Parere non limpido, non cristallino, e pensate. . . . i
Revisori, ben tre, hanno qualche dubbio, e il consigliere
che sicuramente non ferrato in materia (come i nostri

professionisti) accetta, cos calato dallalto questo


ESAME ED APPROVAZIONE RENDICONTO DI
GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2015. . . .
Il mio pensiero lho avevo espresso gi in sede di
Approvazione bilancio di previsione esercizio 2015
Relazione previsionale e programmatica 2015/2017
Relazione tecnica Schema di bilancio pluriennale
2015/2017 Bilancio di previsione D.LGS n. 118/2011.
Ma lo sappiamo tutti, la Citt ferma, lEdilizia ferma, non si progetta e non
si realizza. Le Imprese a Sommatino si possono contare sulle punte delle
dita.
Vedremo a consuntivo i dati (dicevo allora . . . . ), anche se, sono convinto
che unidea chiara dovreste averla.
Sempre cifre sopravvalutate!!!!
Quali sono i servizi che oggi, ( era il 07 dicembre 2015), vengono offerti ai
Sommatinesi dicevo ?
- Le Borse di studio agli studenti meritevoli della Scuola Secondaria che
fine hanno fatto? Sig. Presidente e Sigg.ri Consiglieri era una semplice
gratificazione ai pochi alunni che raggiungono il massimo durante gli
esami di Licenza Media.
Non riconoscere un premio con tanto di Regolamento Comunale tuttoggi in
vigore!
- I Buoni Libri . . . . sono due anni che gli aventi diritto lo richiedono, . . .
file dai librai, come se fosse un loro problema, . . . . che fine hanno
fatto?
- Presidio del territorio con la Polizia municipale? Part-Time
- Servizio Tarsu soddisfacente in rapporto alla qualit/costo? NO

- Illuminazione pubblica? Spese per lilluminazione pubblica in ascesa e


paese con tante zone al buio o scarsamente illuminate non si capisce
come sia possibile!
- Spese per la viabilit, per i parchi, per lindustria, per lo sport, per gli
anziani, per la protezione civile, per la banda musicale (sta sparendo!!!)
praticamente a zero o poco pi.
Sicuramente non vi nulla di cui essere soddisfatti.
Un bilancio fatto per lo pi per pagare stipendi (e ora forse neanche questi)
senza mettere gli impiegati in condizioni di produrre risultati per i cittadini,
pressione tributaria alle stelle, . . .
Come le ultime Cartelle Serit in arrivo, file negli uffici, gente che ha pagato
correttamente il dovuto, e . . . .adesso saliscendi da Caltanissetta!
Servizi inesistenti, ecco il bilancio del comune di Sommatino e questo . . . . .
ancora una volta non un bel bilancio.

l'Intergruppo PSI PD voter contro .


Sommatino 19/07/2016
Il Consigliere comunale
Leonardo Burgio