Sei sulla pagina 1di 58

Le Vitamine

Composti essenziali per la salute delluomo e di altri


vertebrati che non vengono per da essi sintetizzati e
devono essere assunti con la dieta.
Insufficiente apporto vitaminico gravi stati patologici
(ruolo fondamentale delle Vitamine nel metabolismo
cellulare)

VITAMINE IDROSOLUBILI E
LIPOSOLUBILI

Idrosolubili:
Id
Idrosolubili
l bili:
precursori di coenzimi o
coenzimi esse stesse
stesse::
partecipano alle reazioni
enzimatiche
come
coadiuvanti
di
ti degli
d li enzimi
i i
(coenzimi
o
gruppi
prostetici
p
os e c in base a
al tipo
po d
di
legame con lenzima)

Liposolubili:
Liposolubili:
non svolgono funzione
di coenzimi

VITAMINE IDROSOLUBILI E
LIPOSOLUBILI

Niacina o Acido Nicotinico


(Vit B3)

Precursore di coenzimi piridinici NAD+ e NADP+


legame debole con lenzima (co
(co--substrati
substrati))

al solvente

Reazione tipo

NAD+/NADH e NADP+/NADPH sono


coppie redox con ruoli metabolici distinti:
1) NAD+/NADH iinterviene
t i
nelle
ll reazioni
i i
cataboliche
2) NADP+/NADPH interviene nelle reazioni
anaboliche

NADH e NAD+ hanno spettro di assorbimento


distinto : consente di seguire la cinetica della
reazione redox

FONTI di Ac.
Ac. Nicotinico:
sintetizzato in piccola parte dal triptofano
principalmente assunto con la dieta
(carne,
(
llegumi,i cereali,
li uova, llatte)
tt )
DEFICIT di Ac.
Ac. Nicotinico:
stati carenziali lievi sono asintomatici
stati carenziali gravi determinano
i
insorgenza
di pellagra
ll
(d
(dermatite,
tit diarrea,
di
demenza)

Riboflavina (Vit
(Vit B2)

Precursore di coenzimi flavinici FAD e FMN


FMN legame covalente
con lenzima (gruppi prostetici)
Gli enzimi contenenti FAD o FMN sono detti flavoenzimi

Reazione
t po
tipo

FADH2 e FAD
hanno spettro di
assorbimento
distinto :
consente di
g
la
seguire
cinetica della
reazione redox

FONTI di Riboflavina:
principalmente assunta con la dieta (latte, carne,
cereali,, uova))
La carenza causa delle lesioni orali, oculari,
cutanee e genitali.
DEFICIT di Riboflavina:
La carenza primitiva di riboflavina associata a
un consumo inadeguato di latte e di altri prodotti
animali.
animali
Le carenze secondarie sono pi frequenti nelle
diarree croniche
croniche, nelle epatopatie
epatopatie, nell'alcolismo
nell alcolismo
cronico e nelle situazioni postoperatorie in cui la
terapia infusionale manca di supplementi
vitaminici.
it i i i

Acido Pantotenico ((Vit


Vit B5)

Precursore del coenzima A (CoA


CoA)), essenziale come trasportatore di
gruppi acilici attivati.
Il CoA svolge un ruolo fondamentale nelle reazioni di degradazione
(cataboliche) e di sintesi (anaboliche) degli acidi grassi.
Il legame tiostere C-S ricco di energia (si consuma 1 ATP per
formare questo
q esto legame) ed pi propenso allidrolisi rispetto al
legame CC-O

Lac. pantotenico ha unaltro ruolo: sotto forma di fosfopanteteina


funziona da gruppo prostetico della proteina trasportatrice di acili
(ACP) durante la sintesi degli ac. grassi. La fosfopanteteina legata
ad una serina dellenzima mediante il gruppo fosforico terminale
((legame
g
covalente).
)

FONTI di Ac
Ac.. pantotenico:
principalmente assunto con la dieta
(diffuso in svariati alimenti)
Non
o so
sono
o stat
stati ca
caratterizzati
atte
at stat
stati d
di DEFICIT
C
di Ac.
Ac. pantotenico vista la sua abbondanza
in una notevole variet di alimenti
alimenti.

Tiamina (Vit B1))

Precursore della Tiamina pirofosfato (TPP)


coenzima attivo che :
- favorisce la rottura di un legame adiacente ad un
gruppo carbonilico (es
(es.. decarbossilazione di -chetoacidi
piruvico decarbossilasi)
- funziona da trasportatore di gruppi aldeidici attivati (es.
(es.
piruvico deidrogenasi)

ESEMPIO:
Decarbossilazione del
piruvato ad acetaldeide
catalizzata dalla
piruvico decarbossilasi

ESEMPIO:
T
Trasportatore
t t
di gruppii
aldeidici attivati nella
reazione catalizzata
dalla subunit piruvico
deidrogenasi
g
del
complesso enzimatico
della piruvico DH
(t
(tappa
di iingresso d
dell
ciclo di Krebs
Krebs))

FONTI di Tiamina
Tiamina::
principalmente assunta con la dieta (ne sono
ricchi carne di maiale e cereali; per la sua
funzione essenziale molti cibi vengono
comunemente arricchiti di tiamina
tiamina))
DEFICIT di Tiamina
Tiamina::
stati carenziali gravi determinano insorgenza di
beri--beri (induce atrofia, debolezza muscolare e
beri
nelle forme gravi paralisi, tachicardia e
insufficienza cardiaca)

Piridossina ((Vit
Vit B6))

La Vit B6 esiste sotto forma di piridossina, piridossale e


piridossammina.. I coenzimi attivi da essa derivanti sono il piridossal
piridossammina
5 ffosfato
f t (PLP) e lla piridossammina
i id
i 5 ffosfato
f t (PMP)
(PMP)..

Il PLP un coenzima essenziale per le reazioni di


trasferimento di gruppi amminici,
amminici catalizzate dalle
aminotransferasi o transaminasi.
PLP:: coenzima di partenza
PLP
PMP:: intermedio di reazione in cui si converte il PLP
PMP
durante il ciclo catalitico.

Il PLP un gruppo prostetico saldamente legato


allenzima mediante formazione di un legame imminico
(base di Shiff)
Shiff) tra PLP ed enzima.

Quando arriva lAA substrato il suo gruppo amminico si


sostituisce a quello dellenzima
dell enzima.

Oltre a reazioni di transaminazione


transaminazione,, il PLP
catalizza anche reazioni di:
- decarbossilazione: rottura del legame tra
C e COOH dellAA
dell AA
- racemizzazione: rottura del legame tra C
C

e H dellAA
(in questi casi non si forma lintermedio
l intermedio
PMP)

FONTI di Piridossina:
p
principalmente
p
assunta con la dieta ((ne sono
ricchi carne, verdure, tuorlo duovo, cereali)
DEFICIT di Piridossina:
ne esistono pochi casi
casi, soprattutto legati a
condizioni particolari (gravidanza, trattamento
con farmaci anti
anti--TBC o antianti-artrite reumatoide
che legano e inattivano la vitamina).

Acido Folico (Vit


(Vit B9)

formato da 3 unit (pteridina


(pteridina sostituita, ac. para
para--ammino benzoico,
ac. glutammico
Mediante 2 reazioni successive di riduzione catalizzate dalla
diidrofolato reduttasi, vengono aggiunti 4 H+ allac. folico formando il
coenzima attivo: il tetraidrofolato o FH4
FH4..

I gruppi reattivi dellFH4 sono gli atomi N5


e N10.
Questo coenzima funziona da
trasportatore di unit monocarboniose
attivate. Queste unit p
possono avere
diverso grado di ossidazione

- gruppo metilico
- gruppo metilenico
- gruppo metenilico
- gruppo formilico
- gruppo formimminico

Propriet fondamentale
dellFH4: possibilit di
interconversione delle
varie forme luna
nellaltra.
Queste forme dellFH4
agiscono da donatori di
unit monocarboniose
in molte reazioni
anaboliche (sintesi di
AA sintesi di purine e
AA,
pirimidine) e da
accettori in varie
reazioni di
degradazione.
La fonte principale di
unit monocarboniose
per lFH4 latomo di C
rimosso nella
trasformazione della
Ser in Gly.
Gly.

FONTI di Ac
Ac.. Folico:
principalmente assunto con la dieta (ne ricca
la carne))
DEFICIT di Ac
Ac.. Folico:
la carenza di ac. folico si manifesta in casi di
gravidanza o di scarsa alimentazione: questo
porta a ridotta capacit delle cellule di dividersi
(per carenza di basi p
(p
puriniche e p
pirimidiniche e
quindi per ridotta sintesi di DNA) e spesso a casi
di anemia.

Biotina ((Vit
Vit B8))

La biotina una vitamina che partecipa come gruppo prostetico


nelle reazioni di carbossilazione, essendo un trasportatore di
CO2 attivata (unit monocarboniosa a pi alto grado di
ossidazione)..
ossidazione)
La biotina covalentemente legata al gruppo NH
NH2
2 di un
residuo di Lys dellenzima mediante formazione di un legame
carbammidico..
carbammidico

I principali enzimi che necessitano di biotina come


gruppo prostetico
t ti sono
sono::
- piruvico carbossilasi
- acetilCoA carbossilasi
- propionilCoA carbossilasi

1
1.
2.

Le reazioni catalizzate dalle carbossilasi avvengono


in 2 tappe
tappe::
carbossilazione della biotina e formazione di
carbossibiotina
carbossilazione del substrato e riformazione della
bi ti
biotina

Reazione
catalizzata dalla
piruvico
carbossilasi

Reazione
catalizzata dalla
AcetilCoA
carbossilasi

FONTI di Biotina:
assunta
t con la
l di
dieta
t ((ne sono ricchi
i hi arachidi,
hidi
cioccolato e uova)
prodotta da microrganismi intestinali che
garantiscono la presenza di quantit appropriate
di q
questa vitamina.
DEFICIT di Biotina:
ne esistono pochi casi, soprattutto legati a
condizioni particolari (terapie antibiotiche o
eccessivo
i consumo di albume
lb
d
duovo crudo:
d
contiene avidina che si lega stabilmente alla
biotina e la rende non assimilabile).

Acido Lipoico
p
Lacido lipoico una molecola ad
Lacido
8 atomi di C contenente un
disolfuro ciclico. Il gruppo reattivo
della molecola il ponte -S-Sche
h pu
ridursi
id i fformando
d acido
id
diidrolipoico a catena aperta e
successivamente riossidarsi
riossidarsi..
Lac. lipoico partecipa quindi a
reazioni di tipo redox
redox,, legandosi
come g
gruppo prostetico ad una
Lys del sito attivo dellenzima.
Il lungo braccio flessibile della
lipoil--lisina consente al gruppo
lipoil
reattivo di spostarsi da un sito
allaltro

dellenzima.

Lac. lipoico agisce da gruppo prostetico della subunit


diidrolipoil transacetilasi del complesso enzimatico della
piruvico DH (tappa di ingresso del ciclo di Krebs
Krebs).
).
Il lungo
g braccio flessibile della lipoil
lipoilp -lisina consente al
gruppo reattivo di spostarsi da un sito allaltro
dellenzima.
Reazione tipo
p

FONTI
O
di Ac
d
Ac.
c. lipoico
lipoico:
po co:
principalmente assunto con la dieta
(diffuso
(diff so in ssvariati
ariati alimenti)

Non sono stati caratterizzati stati di


DEFICIT di Ac
Ac.. lipoico vista la sua
abbondanza in una notevole variet di
alimenti.
li
ti

Cobalamina
(Vit B12)
La Vit B12
precursore del
Coenzima B12 che
ha una struttura
molto complessa:

Il Coenzima
C
i
B12 agisce
i
d
da cofattore
f tt
nelle
ll reazioni
i i che
h
prevedono un riarrangiamento molecolare ed uno
spostamento di gruppo tra 2 atomi di C adiacenti
adiacenti.

La caratteristica fondamentale del Coenzima B12 che


gli consente di catalizzare questo tipo di reazioni
enzimatiche la labilit del legame CC-Co3+ tra il
Cobalto e il C5 deossiadenosilico:
deossiadenosilico: la rottura di questo
legame porta alla formazione di una specie radicalica
(radicale 5 deossiadenosilico)
deossiadenosilico) essenziale per la
catalisi.
catalisi

Reazione catalizzata dalla


metil--malonilCoA mutasi
metil

Latomo di
idrogeno che viene
spostato da un
atomo di C allaltro
del substrato non si
scambia con quelli
del solvente,
solvente in
quanto viene prima
ceduto e poi
recuperato sempre
dal gruppo 5
metilico della
d
deossiadenosina.
deossiadenosina
i d
i .

FONTI di Cobalamina
Cobalamina::
assunta con la dieta (ne ricca la carne, mentre
assente nei vegetali)
prodotta da microrganismi intestinali che
garantiscono
i
lla presenza di quantit
i appropriate
i
di questa vitamina.
Una patologia associata ad un DEFICIT di
Cobalamina llanemia
anemia perniciosa,
perniciosa, caratterizzata
da una mancata produzione di una glicoproteina
glicoproteina,,
detta fattore intrinseco, essenziale per
l
lassorbimento
bi
t di questa
t vitamina
it i a lilivello
ll
intestinale.

Acido Ascorbico ((Vit


Vit C))

La Vit C interviene come coenzima nelle


reazioni redox (oltre ad essere un noto
agente antiossidante).
I due gruppi ossidrilici della Vit C
vengono ossidati a gruppi carbonilici
carbonilici,
formando acido deidroascorbico.
deidroascorbico.
La Vit C interviene nelle reazioni di
id
idrossilazione
il i
d i residui
dei
id i di P
Pro e Lys
L del
d l
collageno, catalizzate dalla prolil
prolil-idrossilasi e dalla lisillisil-idrossilasi.
idrossilasi.
I 2 enzimi presentano un atomo di Fe
nel loro sito attivo; la Vit C mantiene il
Fe nello stato ridotto (Fe2+) assicurando
la funzionalit enzimatica.
Le idrossilazioni di Pro e Lys sono
f d
fondamentali
t li per ffornire
i stabilit
t bilit e
resistenza alle fibre di collageno.

FONTI
O
di Vit C
d
C:
assunta con la dieta (ne sono riccchi
pomodori e agr
agrumi)
mi)
Una patologia associata ad un DEFICIT di
Vit C lo scorbuto
scorbuto,, caratterizzato da lesioni
della pelle, difetti di coagulazione e fragilit
d i vasii sanguigni
dei
i i con associate
i t sindromi
i d
i
emorragiche.

Vit A (Retinolo)

L Vit A svolge
La
l un ruolo
l ffondamentale
d
t l nell processo della
d ll visione.
visione
i i
.
Struttura: il retinolo ha una catena isoprenoide.
isoprenoide. Questa serie di
doppi legami alternati costituisce una lunga rete elettronica
cromoforo (assorbe la luce).
Il retinolo deriva dal -carotene per scissione enzimatica

PROCESSO DELLA VISIONE


La forma ossidata del retinolo ((11(11-ciscis-retinale)) la forma attiva
della Vit A che partecipa al processo della visione.
L11--cisL11
cis-retinale partecipa al processo visivo come
componente della rodopsina molecola fotosensibile
presente sui coni e sui bastoncelli della retina.
Rodopsina = 1111-ciscis-retinale + Opsina
Quando la rodopsina viene colpita dalla luce si ha
lisomerizzazione dell11dell11-ciscis-retinale a retinale tutto
tutto--trans e la
sua dissociazione dall
dallopsina
dallopsina
opsina.. Questo si traduce in un impulso
nervoso che viene trasmesso lungo il nervo ottico fino al
cervello dove si trasforma in stimolo visivo.

FONTI di Vit A:
principalmente assunta con la dieta (ne
sono ricchi burro
burro, uova
uova,latte
latte intero)
intero).
p
pu derivare anche da -carotene ((carote,
patate, verdure fresche).
DEFICIT di Vit A:
stati carenziali gravi determinano
- cecit notturna e cheratinizzazione della
cornea (xeroftalmia
(xeroftalmia))
- ritardo nella crescita e nello sviluppo (in
relazione al ruolo svolto dallac. retinoico).

Vitamina D3 ((Colecalciferolo
Colecalciferolo))

La Vit D3 scarsamente presente negli alimenti (ad


eccezione di pesci marini e tuorli duovo) ma deriva da una
scissione
i i
ffotolitica
t liti d
dell 7
7--deidro
d id -colesterolo
deidrol t l a livello
li ll d
della
ll
pelle.
La attivazione della vitD3 necessita di 2 idrossilazioni
idrossilazioni::
- 1 nel fegato 25 idrossiidrossi-colecalciferolo (inattivo)
- 1 nel rene 11-25 diidrossidiidrossi-colecalciferolo o calcitriolo
(attivo)
Il calcitriolo un ormone che ha azione ipercalcemica:
ipercalcemica: nelle
cellule intestinali stimola la produzione di calbindina
calbindina,, una
proteina che favorisce lassorbimento
l assorbimento di Ca2+ a livello
intestinale.
Il calcitriolo agisce in sinergia con il paratormone (PTH) in
altri
lt i 2 di
distretti:
t tti
nel rene inibisce lescrezione di Ca2+ dai tubuli distali
nelle ossa favorisce il riassorbimento osseo e
lutilizzazione di questa riserva di Ca2+

DEFICIT di Vit D3:


p
solare e induce:
- dovuto a scarsa esposizione
- rachitismo nei bambini (ossa fragili e poco
resistenti per ridotta mineralizzazione ossea)
- osteomalacia negli adulti (fragilit ossea con
conseguente predisposizione alle fratture)
Queste malattie si curano mediante
somministrazione esogena di Vit D3

DEFICIENZA DI VIT. D3:


Formazione difettosa delle ossa che
porta al rachitismo (reversibile)

Vitamina D2 (Ergocalciferolo
(Ergocalciferolo))
Estratta da lievito dopo irradiazione
g
con UV
dellergosterolo
Ha un effetto biologico paragonabile a
quello della VitD3
E normalmente addizionata al latte e
derivati come supplemento dietetico

Vitamina E

Famiglia di lipidi detti tocoferoli contenenti un anello


aromatico sostituito ed una lunga catena isoprenoide
La Vit E ha funzione antiossidante.
antiossidante.
Si associa
i aii lilipidi
idi di membrana
b
e alle
ll lilipoproteine
t i d
dell
sangue proteggendoli dallossidazione e dai danni ad
essa connessi; lanello
l anello aromatico della Vit E diventa il
bersaglio delle ossidazioni.

FONTI di Vit E:
principalmente assunta con la dieta (ne
sono ricchi uova
uova, oli vegetali e germe di
grano).
DEFICIT di Vit E:
induce pelle squamosa, debolezza
muscolare e sterilit.

Vitamina K

La Vit K un derivato isoprenoide a lunga catena


essenziale per il processo di coagulazione.
coagulazione.
L Vit K svolge
La
l un ruolo
l ffondamentale
d
t l nell processo di
attivazione della protrombina e di altri fattori della
coagulazione.
coagulazione

La Vit K facilita lattivazione


d ll protrombina,
della
t
bi
coadiuvando lattivit di
specifiche carbossilasi che
inducono la carbossilazione in
di 10 residui di Glu nella
regione
g
N-terminale della
protrombina.
I residui di -carbossicarbossi-Glu cos
formati hanno alta affinit per
il Ca2+.
La protrombina carbossilata
chela il Ca2+ e questo ne
favorisce il legame ai
fosfolipidi della membrana
delle piastrine. Qui sono
presenti i Fattori X e V che
tagliano
tag
a o la
ap
protrombina
ot o b a
(inattiva) e producono
trombina (attiva).

FONTI
O
di Vit K:
d
assunta con la dieta (ne sono ricche le
piante a foglie verdi)
erdi)
p
prodotta da microrganismi
g
intestinali.
DEFICIT di Vit K:
K
determina un aumento dei tempi
p di
coagulazione.