Sei sulla pagina 1di 1

Serie B R Lintervista

SABATO 11 GIUGNO 2016 LA GAZZETTA DELLO SPORT

33

LA FESTA

Questa sera
premiazione
e pullman
per la citt
INVIATO A PESCARA

I
A sinistra il centro di Pescara invaso dai tifosi nella notte tra gioved e venerd. A destra i giocatori del club abruzzese festeggiano la promozione allo stadio di Trapani LAPRESSE-GETTY IMAGES

Oddo, come un Mondiale


Pescara non parte da zero
1Il tecnico neopromosso: Quanti messaggi dai campioni del 2006
Metto in conto che se ne vada Lapadula, ma gli altri devono restare
Nicola Binda
INVIATO A PESCARA

un gruppo, su What
sApp, assolutamente
esclusivo e riservato ai
soli 23 iscritti. Si chiama Cam
pioni del Mondo e il nome non
ridondante, anzi: perfettamen
te legittimo. Viene utilizzato per
gioco ma anche per motivi seri,
che magari riportano alla mente
ci che quel gruppo stava comin
ciando a vivere dieci anni fa, in
Germania. Gioved sera quasi
tutti i membri hanno preso lo
smartphone e cliccato sul grup
po per inviare un messaggio di
congratulazioni a uno di loro.
Massimo Oddo, il vincitore.
Mentre lui a Trapani si staccava
dai festeggiamenti con il Pescara
appena portato in A per andare a
consolare il collega battuto Ser
se Cosmi, seduto in lacrime in
panchina, il gruppo Campioni
del Mondo cominciava a rianno
dare quel filo azzurro che, in
fondo, non si mai spezzato.
Siamo rimasti uniti. Qualcuno
mi ha anche scritto in privato,
come Pirlo e Buffon. E poi tanti
altri, come Galliani e Seedorf.
Gi, il Milan. Cosa pensa di questo
momento?
Le ripartenza sono sempre dif
ficili, conta la societ e la Juve
deve essere un esempio. Non
un Ibra che risolve i problemi,

ma i progetti. Intanto auguro al


presidente una pronta guarigio
ne, tutto dipende da lui. Se ha
voglia e possibilit vada avanti,
se no giusto che venda. Gallia
ni un grandissimo dirigente,
ma non ha pi il potere di prima
e fa fatica.
Intanto il Milan non ha nemmeno
un allenatore e lei lemergente
di spicco.
Siamo in tanti. Cito anche Stel
lone e DAversa, siamo una buo
na generazione, al di l dei risul
tati che dipendono da tanti
eventi.

IL MILAN? NON IBRA


CHE RISOLVE I PROBLEMI
MA I I PROGETTI.
GALLIANI BRAVO MA ORA
HA MENO POTERE
MASSIMO ODDO
TECNICO DEL PESCARA

Lei ha dimostrato di saperci fare


e ha vinto. Per di pi, da profeta in
patria.
La prima cosa a cui ho pensato a
Trapani stata: Chiss cosa sta
succedendo a Pescara.... la
mia citt, ho un legame forte, sa
pevo che cerano migliaia di per
sone a vedere la partita. una
piazza difficile, appassionata,
competente. Dovevo fare risulta

to, ho avuto ottimo credito dopo


lanno scorso e lho usato.

GETTY IMAGES

Ci sono stati momenti difficili, come a Terni dopo la quinta sconfitta di fila. vero che voleva dimettersi?
Per la prima volta ho pensato a
non prenderle ed andata male,
sono andato contro la mia filoso
fia, mi sono sentito inerme. Ma
stato solo un momento, passato
subito. stata la svolta, mi sono
reso conto che un allenatore de
ve essere coerente con se stesso
lavorando per limare i difetti.
Noi siamo una squadra nata per
attaccare, e cos facendo siamo
ripartiti.

Alessandro Catapano

orta sbarrata ai ripescag


gi (vivaddio) per i club
condannati nelle ultime
due stagioni per illecito sporti
vo e violazione del divieto di
scommesse (senza distinzione
tra responsabilit dirette e og
gettive); e per quelli che nelle
ultime tre abbiano scontato
sanzioni per il mancato paga
mento di stipendi, contributi e
ritenute. Le due preclusioni,
unitamente allo sbarramento

economico (dai 250mila euro


per la Lega Pro ai 5 milioni per
la A) e a quello infrastrutturale
(impianti a norma), rischiano
di fare vittime in Lega Pro e,
forse, anche in Serie B, dove, ad
esempio, si troverebbe laccesso
negato il Lanciano che ha perso
il playout con la Salernitana.
SENZA SCONTI l tutto conte
nuto nei criteri per lintegrazio
ne degli organici 201617 appe
na deliberati dal Consiglio fe
derale, che ha fatto le cose per
bene. Preclusione assoluta, ov

Lapadula ha oscurato altri


suoi gioielli. Che futuro ha
Mandragora, una volta recuperato?
E molto intelligente e
questa la priorit per un
giocatore. Pu far bene sia
da centrocampista che da di
fensore.
E Caprari?
fantastico... Ha sempre avuto
qualit ma ha fatto progressi a li
vello mentale. Pi sta vicino alla
porta e meglio .
Ha un anno di contratto, la Serie
A lha seguita ma non lha aspettata. Resta a Pescara?
Certo, la A lho conquistata e
me la tengo stretta. Devo cresce
re. Per devo parlare con la so
ciet: non dobbiamo ripartire
da zero, ma con innesti mirati
su questa base. Ho messo in
conto che parta Lapadula, ma
gli altri no.

Se potesse fare una squadra da


zero, come la farebbe?
Sempre con qualit. In A so
prattutto, anche se l servo
no anche fisicit ed espe
rienza. Bisogna capire
che materiale si ha e
sfruttarlo. Come ho fatto
con Lapadula, Caprari o Benali:

viamente, anche a chi non ab


bia i titoli per accedere alla
prossima stagione, e a chi abbia
beneficiato dellex lodo Petruc
ci dal 2013 a oggi. Porta chiusa
in una prima fase anche a chi
sia stato gi ripescato una o due
volte nelle ultime cinque sta
gioni: queste societ potranno
entrare in lizza per un ripescag
gio solo in una seconda fase e
solo se avanzassero posti. Per
tutte quelle che avranno le car
te in regola, come un anno fa
conter la classifica finale del
lultimo campionato (valore
50%), la tradizione sportiva
della citt (25%) e il numero
medio di spettatori dal 2010 al
2015 (25%). Con sei caselle da
riempire per tornare a 60, la Le
ga Pro, che dal prossimo anno
si allineer ad A e B con le ma
glie personalizzate, sar parti
colarmente coinvolta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

rispetto a come siamo partiti,


questo Pescara stato trasfor
mato.
Con un Lapadula che fa 30 gol...
fortissimo ed migliorato nel
suo limite: la fase di non posses
so. Una squadra di media Serie A
che punta su di lui come titolare
fa lacquisto della vita, ma deve
dargli compagni vicino per dia
logare.

Anche nel ritorno della finale:


doveva difendere il 2-0 dellandata e invece ha proposto il
solito 4-3-2-1 con tanta qualit.
Noi siamo cos. A Trapani sia
mo partiti male, poi siamo cre
sciuti. Certo, di fronte c un av
versario e quindi lo devi sempre
valutare, per la filosofia quel
la. Un allenatore deve adattarsi
ai giocatori che ha.

IL CASO

Pugno duro della Figc


Non paghi gli stipendi?
Niente ripescaggio

Massimo Oddo, 39 anni,


allenatore del Pescara

RIPRODUZIONE RISERVATA

l Pescara rientrato da
Trapani con un charter
ed stato accolto alle 3
del mattino da centinaia di
tifosi, che hanno accompa
gnato la squadra in un ri
storante sul mare nella pri
ma delle tante feste, culmi
nata con bagni in mare al
lalba e torte in faccia. Ieri
mattina la squadra stata
ricevuta dal sindaco e sta
sera in centro far la festa
ufficiale, con il giro sul pull
man scoperto e la premia
zione di Lega B. Abodi con
segner il trofeo al presi
dente Sebastiani, entrato
nella storia del club: dopo
Caldora (1977), Capac
chietti (1979), De Leonar
dis (1987) e Scibilia
(1992), il primo a ottene
re due promozioni in A do
po quella del 2012 con Ze
man. Un presidente mana
ger, molto diverso da quei
padri padroni vecchio stile,
in prima fila nelle scelte
tecniche (Oddo lha voluto
lui un anno fa dalla Prima
vera) e anche sul mercato:
celebre la trattativa per ce
dere Verratti, adesso sta fa
cendo lasta per Lapadula e
altri. Con quelle plusvalen
ze e i diritti tv della A, il Pe
scara pu contare su una
buona base di partenza e
questo giustifica limpor
tante premio promozione:
quasi 70mila euro a gioca
tore (oltre ai bonus sui con
tratti).
ni.bin.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Giudice: un turno
al bomber, Nizzetto
e Scognamiglio
MILANO Dopo la finale di
ritorno il giudice sportivo ha
squalificato per una giornata
tre giocatori: lattaccante del
Pescara, Gianluca Lapadula,
il difensore Gennaro
Scognamiglio (espulso al 20
del secondo tempo proprio
per aver fermato il bomber
degli abruzzesi lanciato a
rete) e il centrocampista
Luca Nizzetto, questi ultimi
del Trapani. Inibito fino al 30
giugno il direttore sportivo
del club siciliano Daniele
Faggiano per espressioni
ingiuriose agli ufficiali di gara.

PLAYOFF DI LEGA PRO

MERCATO DI B E LEGA PRO

Domani c Foggia-Pisa:
Zaccheria tutto esaurito

Vicenza, arriva Beduschi


Cesarini verso la Spal

Domani ci sar il nome della 22a squadra che


comporr la prossima serie B. Alle 18 si gioca il
ritorno di Foggia-Pisa (andata 2-4 dei toscani).
QUI FOGGIA Polverizzati in poche ore gli oltre
15mila biglietti messi in vendita ieri: Zaccheria
sold out. La squadra oggi sosterr lultimo
allenamento di rifinitura a porte aperte, con i
tifosi che si stanno organizzando per far sentire
il proprio calore. Squalificati Narciso e Loiacono
sono pronti Micale e De Giosa a giocare dal 1
nel 4-3-3. Ballottaggio Angelo-Gerbo sulla corsia
di destra in difesa, per il resto dovrebbe essere
confermata la formazione dellandata. In citt
maxi-schermo in via Lanza.
QUI PISA Ottocento i biglietti acquistati dai tifosi
pisani, 10 i pullman dei club organizzati. Per chi
rimane a casa, maxischermo allArena Garibaldi.
Gattuso pare intenzionato a confermare uomini
e modulo (4-3-3) di domenica, ma ha provato
anche il 4-4-2 e il 4-3-2-1. Stamattina rifinitura
allo stadio poi la squadra raggiunger la Puglia
con un volo charter.

Il Vicenza sta per prendere il difensore


Beduschi (Lecce), mentre Cesarini (Pavia) a
un passo dalla neopromossa Spal, che ha
chiesto anche il prestito di Romagna (Juventus).
Il Latina ha incontrato Vivarini per la panchina.
Il Novara divorzia da Baroni e fa un tentativo
con Stellone. In Lega Pro, il Messina (che ha
ufficializzato Tosto come direttore sportivo)
punta su Bertotto come allenatore, mentre il
Monopoli sceglie fra Zavettieri e Dino Bitetto
(incontrati nella giornata di ieri). Il Venezia
prende Facchin (Pavia), aspetta Pederzoli
(Pordenone) e ci prova per Calai (Spezia).
Capitolo direttori sportivi: a Como in arrivo
Gianluca Andrissi (ex Renate, contratto
triennale, la firma attesa nei prossimi giorni),
mentre il Cosenza oggi incontra Mauro
Gibellini. Infine, passaggio di propriet a Pavia: i
cinesi hanno messo in vendita il cento per cento
delle quote che dovrebbero essere rilevate da
un cordata di imprenditori locali capeggiata da
Abele Lanzanova, attuale main sponsor del club.