Sei sulla pagina 1di 3

Prova di impatto strumentata su provino in Polipropilene

Francesco Riccia
a Politecnico

1. Introduzione
Le prove di impatto nascono dallesigenza di studiare il
comportamento di un dato materiale in presenza di un fenomeno durto, che ne pu drammaticamente diminuire le prestazioni in esercizio, compromettendo quindi la struttura. Limpatto
un evento dinamico caratterizzato dallo sviluppo di un onda
di sollecitazione allinterno della struttura. Si distinguono due
tipi di impatto:
a bassa velocit: la durate dellevento molto maggiore
del tempo di propagazione dellonda. La risposta dinamica strutturale del target di estrema importanza poich la
durata del contatto abbastanza lunga affinch lintera
struttura risponda allimpatto e di conseguenza pi energia viene assorbita elasticamente. Questo tipo di impatto
in genere caratterizzato da un danno generalizzato.
a alta velocit: la durata dellevento paragonabile al
tempo di propagazione dellonda di sollecitazione. La
struttura non ha il tempo di rispondere alla sollecitazione
e di conseguenza le condizioni di bordo sono irrilevanti
perch levento finisce prima che londa di sollecitazione
raggiunga i bordi della struttura. Questo tipo di impatto
in genere caratterizzato da un danno localizzato.
Nel presente articolo si illustreranno i risultati di una prova
dimpatto strumentata su un provino in Polipropilene, un materiale termoplastico, tra le pi utilizzate in campo industriale,
e che negli anni 50, dopo la scoperta da parte di Karl Ziegler e
di Giulio Natta, ha rivoluzionato lindustra delle materie termoplastiche. Tra le sue propriet si ricordano lelevata resistenza
meccanica e termica, e una bassa densit.

di Bari

Il provino debba essere abbastanza largo da essere adeguatamente fissato nel dispositivo di serraggio. In generale, la norma stabilisce che la minima dimensione laterale del provino debba essere maggiore di 13 mm rispetto
al diametro del foro.
Che ci sia una cella di carico con unadeguata frequenza
di acquisizione dati.
Un sistema di misurazione dello spostamento del percussore. Se questo non disponibile, lo spostamento pu
essere calcolato da un sistema di elaborazione dei dati,
come funzione della velocit e dellenergia totale disponibile allimpatto, e degli incrementi della forza rispetto
al tempo
I test debbano essere condotti in un ambiente con temperatura atmosferica di 23 2 C e unumidit relativa del
50 5 %
Lapparato di prova ha inoltre:
Una camera di prova termostatica* (range di lavoro -70170,
controllo di umidit e tempo di acclimatamento)
Cella di carico piezoelettrica, fondo scala massimo 22 kN
ed errore pari all 1
Cella estensimetrica, fondo scala 78 kN ed errore maggiore rispetto alla precedente.
Un sistema esterno di acquisizione ad alta frequenza, connesso ad un computer e relativo software, riceve i dati
dalla cella di carico e dalla fotocellula.
Dispositivo anti-rimbalzo.

2. Metodologia e Strumentazione

Intervallo di velocit disponibile 0,7724 m/s;

La procedura, la macchina di prova e lelaborazione dei dati


seguono la norma ASTM D3763. Lo standard prevede che

Energia potenziale massima 1800 J

Il dispositivo di serraggio consista in due piastre parallele e rigide, con un foro del diametro di 76 0.36mm al
centro di essi. Una forza sufficiente( di tipo meccanico,
idraulico o pneumatico) deve essere esercitata per evitare
lo scorrimento del provino durante levento di impatto.
Il percussore sia un dardo del diametro di 12.70 0.13
mm
Email address: fran.ricci@tiscali.it (Francesco Ricci)
Preprint submitted to Elsevier

I dati caratteristici della prova sono:


Provino quadrato di lato 100 mm e spessore 1 mm con
una massa nominale di 0.0708 kg.
Massa del carrello: 1.3 kg.
Massa del dardo: 0.62 kg.
Massa di gravi aggiuntivi: 0 kg.
Velocit massima di impatto: 30 m/s.
27 maggio 2015

Energia massima disponibile per limpatto: 750 J.

10,000

Forza di serraggio: 1 N.

Numero massimo di punti acquisibili dal sistema di acquisizione: 16000.

6,000

F [N]

Cella di carico da 21 kN.

Fmax
8,000

La procedura di prova:
Posizionare il provino tra le piastre di serraggio, avendo
cura di centrarlo accuratamente per garantire uniforme
distribuzione di pressione.

2,000

impostare la velocit teorica di impatto v0th ; laltezza di


caduta corrispondente sar data dalla legge di caduta dei
gravi h =

v20

th

2g

4,000

Imax 15

10

I [mm]

Impostare frequenza dacquisizione.

Figura 1: Test n1

Fissare la temperatura di prova.


10,000

Posizionare il provino tra le piastre di serraggio, avendo


cura di centrarlo accuratamente per garantire uniforme
distribuzione di pressione.

Fmax
8,000

F [N]

Attivare il serraggio dopo aver impostato la forza di serraggio.


Attivare il sistema anti-rimbalzo.

6,000
4,000

avviare il carico.
2,000
3. Risultati
0

Sono state effettuate tre prove, i risultati sono riassunti nella


tabella 1: La v0th la velocit teorica di impatto; quella reale di
discosta del 1% e la normativa prevede essa non diminuisca di
pi del 20%.
Fmax il carico massimo raggiunto durante la prova, e Imax lo
spostamento riferito a questultimo.
Emax lenergia al carico massimo ed stata calcolata attraverso:
Z
E=
F(I) dI
(1)

10

Imax
30

20

40

I [mm]
Figura 2: Test n2

10,000
8,000
Fmax
F [N]

mediante integrazioni numeriche, e graficamente interpretabile come larea sottesa alla curva F I. Nella figura 1 si pu
vedere la curva F I per il primo test: la rottura avvenuta in
maniera duttile, infatti visibile lo snervamento al carico massimo, a cui seguita una crescita instabile. Nel secondo test,
in figura 2 abbiamo un comportamento analogo: rottura duttile
con crescita stabile, a differenza del primo test. Il terzo provino,
a differenza degli altri due, non stato perforato, e anzi il dardo
rimbalzato come visibile dal grafico, probabilmente perch
lenergia non era sufficiente.

6,000
4,000
2,000
0

8
I [mm]

Figura 3: Test n3

10

I12
max

14

N prova
1
2
3

v0th [m/s]
4.4
3.13
2

Imax [mm]
13.622672
29.225951
12.135846

Fmax [N]
8893.434
8657.03
7202.628

Altezza di caduta [m]


0.9873
0.499
0.204

Tabella 1: Tabella riassuntiva delle prove

Emax [J]
5.1822
5.7463
4.1065

Energia impatto
19.36
9.78
3.999