Sei sulla pagina 1di 3

II Sport La Provincia

Lunedì 10 maggio 2010

Prima, giornata 34 5’
LA PARTITA AI RAGGI X
Varese in vantaggio. Pereira Neto appoggia palla verso la porta
grigiorossa, interviene Cremonesi mentre Giorgio Bianchi e
Galuppo non si capiscono. La palla finisce lenta in rete
VARESE 5 Raddoppio del Varese. Buzzegoli calcia, la palla colpisce la
traversa e torna in area piccola, arriva Zecchin che di testa
CREMONESE 1 10’
colpisce il palo alla destra di Bianchi. La palla torna a Zecchin
che segna
Varese: Moreau, Pisano, Grillo
(dal 23'st Gambadori), Gentili, Terzo gol del Varese. Azione centrale della formazione di casa,
Buzzegoli, Preite, Carrozza, 12’ la difesa grigiorossa non interviene su carrozza, che può
Corti, Momentè (dal 27'st piazzare palla alla sinistra di Bianchi
Eliakwu), Pereira Neto (dal 17’ Primo tiro grigiorosso, è di Malacarne e finisce alto
29'pt Aloe), Zecchin. A disposi-
Cross di Villar, mischia in area varesina, tiro da terra di Varricchio
zione: Murriero, Armenise, 19’
respinta dal portiere Moreau con il corpo
Ebagua, Del Sante. All. Sanni-
no. Gol della Cremonese. Musetti apre per Villar a destra sul filo
Cremonese: G. Bianchi, A. 27’ del fuorigioco. L’argentino vola verso la porta e trafigge
Moreau con un diagonale destro
Bianchi, Malacarne, Fietta,
Cremonesi, Galuppo (dal 15'st 30’ Angolo battuto da Malacarne, colpo di testa di Cremonesi fuori
Sales), Pradolin, Zanchetta Botta di Pradolin, liberato da un colpo di tacco di Varricchio. Moreau
(dal 25'st Carotti), Musetti, Vil- 33’
vola e va a deviare in angolo
lar, Varricchio (dal 15'st Guidet-
ti). A disposizione: Vino, Bur- 39’ Tiro di Zecchin, con palla che sibila vicino al palo alla destra di Bianchi
rai, Coda, Gilioli. All. Ventura- Quarto gol del Varese. Carrozza va al tiro in area piccola su
to. 4’st traversone di Zecchin. Giorgio Bianchi para, l’assistente
Arbitro: Barbeno di Brescia assegna il gol. A nulla valgono le proteste grigiorosse
(assistenti Paganesi di Berga- Quinto gol del Varese. Zecchin apre per Momentè sulla fascia
mo e Ranghetti di Chiari). 7’ sinistra. L’attaccante vola verso l’area grigiorossa e batte
Reti: nel pt Pereira Neto al 5', Bianchi con un preciso diagonale
Zecchin al 10', Carrozza al 12', 13’ Ci prova Villar, palla alta di poco
Villar al 27'; nel st Carrozza al
4', Momentè al 7'. 21’ Giorgio Bianchi va a deviare un tiro di Buzzegoli
Note: spettatori 3 mila circa. 25’ Bella girata di Guidetti e pronta risposta di Moreau
Ammoniti Gentili, Preite, Corti,
Il varese resta in dieci per l’infortunio di Gentili, che da dieci minuti è
Eliakwu; Fietta, Varricchio. Cal- 43’
preda dei crampi ed è fermo in campo
ci d'angolo 13-2 per la Cremo-
nese. 48’ Ci prova Eliakwu, il tiro finisce fuori
I grigiorossi si lamentano per il gol ‘fantasma’ di Carrozza

Unaprestazionesconcertante, soloun lampodi Villarin unagara chei padronidi casahannovolutovincere a tuttii costi

Cremo, batosta senza attenuanti


I grigiorossi perdono 5-1 a Varese e finiscono al terzo posto
dall'inviato
Giorgio Barbieri Il tecnico del Varese
VARESE — In novanta minuti la
Cremonese rimedia una figurac-
Sannino esulta
cia e perde il secondo posto in
classifica. Peggio di così la tra-
«Eravamo nessuno
sferta di Varese, utlima di cam-
pionato, non poteva andare. Nel
siamo qualcuno»
calcio si può anche perdere, ma il
5-1 con il quale il Varese di Sanni-
no (che ha incitato la squadra an-
che quando il vantaggio era più
che largo) non ha attenuanti. Per
l’allenatore, che evidentemente
non ha preparato la gara nel giu-
sto modo a livello di stimoli. Per i
giocatori, che hanno subito l’umi-
liazione della goleada senza nem-
meno reagire. Per la società, che
ha costruito un organico di tutto
rispetto e che invece improvvisa-
mente si trova a fare i conti con
una sconcertante fragilità psico-
logica del gruppo. Nel 1983 era-
no quindicimila i tifosi grigioros-
si che a Varese hanno sperato si-
no all’ultimo nel gol che valesse Guidetti insegue Zecchin, il migliore del Varese Il secondo gol del Varese, segnato da Zecchin al 10’ del primo tempo Sannino, mister del Varese
la serie A. Ieri la cinquantina di
ragazzi che sono arrivati in pull- bandiere, volano palloncini colo- VARESE — Il tecnico Bep-
man da Cremona al quinto gol rati. E, naturalmente, l'accoglien- pe Sannino taglia corto sul
hanno ammainato le bandiere, ri- za alla tifoseria grigiorossa, non secondo posto e sui playoff.
piegato gli striscioni e se ne sono è delle più cordiali. La Cremone- «Becchiamo il Benevento
andati dalla curva dell’Ossola, se sceglie una inedita tenuta blu, agli spareggi? Oggi non mi
aperta per la prima volta dall’ini- utilizzata solo una volta durante interessa questo discorso,
zio del campionato proprio per lo- una amichevole a Vipiteno. Ven- per quello c’è tempo, ne par-
ro. turato lascia in tribuna il diffida- leremo tante volte, adesso
Il Varese ha voluto arrivare se- to Nizzetto e infila subito in cam- mi interessa commentare
condo e c’è riuscito, la Cremone- po l'argentino Villar. In attacco quanto accaduto».
se non ha fatto nulla per difende- non ci sono nè Guidetti nè Coda, Prego...
re quella prestigiosa posizione. E ma al fianco di Musetti è in cam- «Ringrazio i ragazzi anco-
adesso ci sarà la doppia sfida con po Varricchio. In difesa rientra ra una volta per quello che
Galuppo che affianca Cremone- hanno fatto, hanno dimo-
l’Arezzo, con i grigiorossi in van- strato di essere calciatori ve-
taggio in caso di risultati uguali. si. Anche Sannino risparmia i tre
diffidati Ebagua, Armenise e Del ri e grandi uomini. Chi va in
E poi, se si andrà avanti (ma vi campo al posto di un altro
vuole ben altro spirito e ben altro Sante.
Il Varese passa subito in vantag- non si sente inferiore, anzi.
gioco), c’è il rischio di doversi gio- In alcuni ruoli ho giocato
care l’ultima gara, quella che va- gio su un errore da dilettanti del- con uomini che si sono adat-
le la serie B, ancora a Varese. la difesa grigiorossa. Pereira Ne- tati e questo conta quando
Sempre che la squadra di Sanni- to scatta, Giorgio Bianchi e Ga- il risultato è positivo».
no, che è neopromossa, riesca ad luppo non si capiscono, la palla Si chiude una stagione re-
eliminare il Benevento. va verso la porta lentamente e Al- golare positiva.
berto Bianchi sulla linea non rie- «Molto bella direi, in cui
E’ vero che adesso comincia un al- sce a deviare. E’ solo il 5’. Incredi-
tro campionato, ma della Cremo- Villar e Musetti esultano per il gol La palla calciata da Carrozza è dentro oppure no? ho sempre creduto. Siamo
bile, ma il bello deve ancora veni- partiti come nessuno, ho
nese di ieri c’è davvero di che re. Al 10' il Varese raddoppia al Il portiere varesino al 33' va a de-
avere paura. I ventinove gol subi- sempre ripetuto ai ragazzi
termine di una azione che vede viare in angolo una staffilata di

Ecco i verdetti finali


ti nel girone di ritorno (17 parti- che non siamo nessuno. Ma
prima la traversa di Buzzegoli, Pradolin, liberato di tacco da Var- col tempo e il lavoro voglia-
te) non sono un bel biglietto da vi- poi il palo di Zecchin (difesa im- ricchio.
sita. Ma prima va fatto un esame mo diventare qualcuno: ab-
mobile) e di nuovo Zecchin per il Nella ripresa il Varese mette a biamo indossato delle ma-
di coscienza collettivo, coinvol- sinistro decisivo. Ma non è finita, posto il risultato in tre minuti. Al glie, per 34 gare le abbiamo
gendo anche chi ieri era assente due minuti dopo arriva il terzo 4' Carrozza tocca una palla che PROMOSSA IN B FINALI PLAYOFF riempite di sudore e adesso
per aver ricevuto una ammonizio- gol con un pallonetto a rientrare Giorgio Bianchi sembra parare. Novara possiamo anche cominciare
ne di troppo domenica scorsa con ● 6 giugno andata
di Carrozza. Un disastro, una Cre- Per l'assistente Ranghetti la pal- RETROCESSA ● 13 giugno ritorno ad attaccare qualche nome
il Como. Ce la possiamo fare, ma monese irriconoscibile... I grigio- la è dentro, l'arbitro non può che Lecco a queste magliette. Adesso
tutti ci devono credere. Incrocia- rossi cercano di reagire e sfiora- convalidare. Tre minuti dopo in PLAYOFF PLAYOUT affronteremo due gare im-
mo le dita e speriamo bene... no il gol al 19' con Varricchio, contropiede arriva il quinto gol, ● 23 maggio (ore 16): Arez- ● 23 maggio (ore 16): Pro portanti, sappiamo che il
C'è clima di festa a Varese prima che costringe Moreau ad una pa- con Momentè liberato ancora zo-Cremonese, Beneven- Patria-Pergocrema, Pagane- calcio è duro, che il mondo
della gara. In tribuna vengono di- rata miracolo. Il gol arriva al 27' una volta davanti alla porta da to-Varese se-Viareggio del calcio è ipocrita e che
stribuiti cartelli bianchi e rossi e lo segna Villar (l’unico che si Zecchin. ● 30 maggio (ore 16): Cre- ● 30 maggio (ore 16): Pergo- tanti giudizi, spesso frettolo-
per la coreografia, in curva molti merita gli applausi) servito sulla Il cielo è plumbeo, comincia a pio- monese-Arezzo, Varese-Be- crema-Pro Patria, Viareg- si, adesso dovranno essere
tifosi vestono la maglia della destra da Musetti, il diagonale vere. Ma la Cremonese è già al nevento gio-Paganese riscritti».
squadra di casa, non mancano le destro supera Moreau in uscita. buio da un pezzo.
La Provincia
Lunedì 10 maggio 2010 Sport III

LE PAGELLE
di Giorgio Barbieri

G. Bianchi - Cinque gol


sul groppone sono tanti. Certa
la responsabilità (indeciso nel-
l’uscita) sul primo, qualche dub-
4,5
bio sul quarto

A. Bianchi - Si impegna
prima in fascia destra e poi da
centrale. Ma i risultati non so
certo esaltanti, il Varese fa quel-
5
lo che vuole

Malacarne - Anche lui


soffre la velocità di Zecchin e
compagni. Però forse è il meno
peggio della infelice giornata
5,5
collettiva

Fietta - Non lucido come al


solito, spesso tagliato fuori dai
movimenti veloci dei padroni di 5
casa. Ma sempre un lottatore

Cremonesi - Qualche bu-


co di troppo negli anticipi, mol-
ta preoccupazione. E un gol fal- 5
La delusione di Giorgio Bianchi e Cremonesi dopo uno dei cinque
lito da due passi
gol. A sinistra la rete dell’1-3 di Villar (fotoservizio Ib frame)
Galuppo - Giornata no.
Il tecnico: «Nessuno ti regala nulla, avevamo preparato un altro tipo di partita» Non riesce ad arginare le offen-
sive avversarie, è incerto sui 4
palloni vaganti, gioca intimorito

«Ritrovare subito l’equilibrio» Pradolin - Si danna l’ani-


ma per cercare di mettere in dif-
ficoltà la retroguardia varesina.
Sbaglia molto ma almeno co- 5
Venturato amareggiato a fine gara stringe Moreau ad una bella pa-
rata

«Un approccio mentale sbagliato» Zanchetta - Una partita


che non lo vede mai in gioco.
«Il secondo posto ti dà la possibilità
Nessun lancio significativo, tan-
ti falli, troppi palloni regalati agli
4
dell’inviato Ivan Ghigi
si sfruttare anche i pareggi, credo che avversari
VARESE — Imbarazzato, affranto, sia importante adesso pensare al salto
tranquillo: nulla di tutto questo, il vol- di categoria e dunque fare tutto quel-
to di Roberto Venturato non tradisce lo che occorre per meritarsi la serie Musetti - Lento e macchi-
la minima emozione, ma il tecnico gri- B».
no, a tratti anche troppo egoi-
giorosso risponde con molto realismo
alle domande.
Cremonese colta di sorpresa?
«Il Varese ha giocato secondo le pro- sta. Lascia il segno solo l’assist 5
Prima fra tutte al fatto che quando prie caratteristiche, sul 3-0 la gara era per il gol di Villar
perde la Cremonese lo fa ‘alla gran- compromessa, ma abbiamo segnato
de’. un gol e abbiamo avuto almeno un pa-
«Avevamo preparato la gara in mo- io di occasioni per riaprirla prima del- Villar - L’unico giocatore in
do molto diverso — comincia il tecni- l’intervallo».
Sembrava che la Cremonese avesse grado di inventare qualcosa.
co — pensavamo di fare un altro tipo
di partita ma non ci siamo riusciti, non imparato la lezione.
«Durante l’anno abbiamo sbagliato
Non solo segna, ma si fa anche
notare per qualche buon drib-
6,5
siamo stati aggressivi quanto il Vare- completamente solo tre gare, a dimo-
se, che ha fatto la differenza sul piano strazione che nel calcio non ti regala
bling
della determinazione. Per vincere nulla nessuno. Direi che ora occorre
questa gara occorreva cattiveria, non solo dimenticare la sconfitta e metter-
l’abbiamo messa, questo è un dato og- si al lavoro da mercoledì per prepara- Varricchio - Un tiro, un
gettivo. Abbiamo quindici giorni da- buon assist per Pradolin. Tanta
vanti per cancellare tutto e recupera-
re energie. Certamente mi dispiace
re la trasferta ad Arezzo. Saranno due
settimane difficili durante le quali ri- volontà ma anche tanto nervo- 5,5
trovare equilibrio e forza morale pri- sismo
molto per il risultato che chiude nel ma di tutto».
peggiori dei modi un’annata buona. Nizzetto in tribuna.
Era importante finire bene ma non ce «Nizzetto, Guidetti, Burrai e Galup-
l’abbiamo fatta». po erano a rischio squalifica perché Sales - Entra a frittata già

E’ perplesso il tecnico grigiorosso Venturato


Perso il secondo posto per i playoff.
Un bene o un male?
diffidati, non volevo correre rischi ec-
cessivi e qualcuno è rimasto fuori».
cotta e non può dare un grande
contributo. Si vede poco
5
Turotti chiede scusa: «Ai tifosi e soprattutto al presidente» Guidetti - Un bel tiro a rete
parato da Moreau, tanti passag-

‘Inutile ora fare processi’


VARESE — Peggio della sera- mento è stato strano, ma ono- ma da far west in cui tutti spa-
gi sbagliati. Ma è convalescen-
te e non ci si può aspettare trop-
po

Carotti - Sicuramente non


5,5

ta di Monza, più umiliante del- re al Varese che ha fatto bene rano contro tutti, la squadra fa mancare la corsa, anche se
la nottataccia di Perugia. Nel-
l’affollata saletta stampa del-
il suo dovere. Questo è un ri-
sultato che ricorda molto da vi-
ha bisogno di sostegno ed entu-
siasmo. I processi non servono poi non riesce a collegarsi con i 5,5
l’Ossola fa capolino il diretto- cino le serate di Monza e Peru- a nessuno, adesso si apre una compagni
re Sandro Turotti che chiede gia, quelle poche volte che ab- nuova fase della stagione che
ai giornalisti se sono liberi. Ini- biamo perso lo abbiamo fatto nulla ha a che vedere con la
ziativa più unica che rara da male. Ma il vero campionato precedente. Alla fine arrivare Venturato - La squadra
parte del dirigente grigioros- inizia fra 15 giorni, abbiamo secondi o terzi non cambia, scende in campo e dopo 12 mi-
so ed è subito chiaro che nessu- perso solo una partita, adesso ma sono deluso per la presta- nuti ha già tre gol nel sacco.
zione».
no parlerà, eccetto Venturato.
L’intervento di Turotti è co-
c’è l’Arezzo a cui pensare e
che affronteremo con il van- Azzerare tutto?
«Direi di sì, azzeriamo tutto
Questione di approccio alla ga-
ra. Che è compito del tecnico.
5
me un salvagente «perché in taggio della posizione in classi-
certi casi è facile dire cose a fica. Sono qui per chiedere che si riparte daccapo. Non La squadra poi lo ha tradito sul
sproposito o con toni sbaglia- scusa ai tifosi della Cremone- eravamo giunti a Varese per campo
ti». se e in particolare al presiden- fare calcoli, nessuno voleva
Direttore, lo sconforto è tan- te che è il primo dei tifosi». evitare il Benevento e non sto
to... Le ultime tre gare aveva- Nemmeno stavolta esiste ad arrampicarmi sugli specchi
no messo in luce progressi e una spiegazione a certe gare? perché non c’è giustificazione Arbitro - Barbeno di Bre-
per il risultato, siamo stati
premesse non male in vista Il Varese aveva dichiarato di brutti dall’inizio alla fine». scia forse è pigro nell’estrarre i
dei playoff, ma se questo è
l’antipasto prepariamoci al-
puntare al sorpasso e c’è riu-
scito in dieci minuti. Assurdo.
Chiudere con una prova di
sostanza non sarebbe stato in-
cartellini, ma nel complesso
non commette gravi errori. Sul
6,5
l’indigestione. Specialmente perché qualche coraggiante?
«Mi sembra giusto che mi elemento non sembra in grado «Sicuramente, ho già detto gol fantasma si fida dell’assi-
presenti io, voglio metterci la di reggere la pressione di gare che spiace finire così la stagio- stente
faccia io per i giocatori perché decisive. E non è la prima vol- ne, è sbagliato. Non ho mai
nelle difficoltà la società deve ta che lo diciamo. avuto la ‘fortuna’ di perdere
fare il suo dovere. Oltre a me «Purtroppo come ho detto 5-1 e mi scoccia da morire. Pe- Varese - Moreau 6,5, Pisano 6,5,
parlerà solamente l’allenato- sono quei black out che hanno rò adesso ci vuole calma. Ab- Grillo 6, Gentili 5,5, Buzzegoli 7, Preite 6,
re». caratterizzato tre delle quat- biamo 15 giorni per preparar- Carrozza 7, Corti 6, Momentè 6, Pereira
E’ arrabbiato? tro sconfitte incassate in 34 ga- ci bene e poi dovremo cercare
«Abbiamo chiuso malissi- re. Sono inspiegabili. Ma invi- di sfruttare il doppio vantag- Neto 6,5, Zecchin 8, Aloe 6, Gambadori
mo il campionato, la gara è sta- to tutti a guardare avanti con gio che abbiamo con l’Arez- 6, Eliakwu 5,5. All. Sannino 7,5.
ta strana, il nostro atteggia- ottimismo, non creiamo un cli- zo». Il direttore generale Sandro Turotti
IV Sport La Provincia
Lunedì 10 maggio 2010

POLPACCI La Cremo si traveste da Novara ma sotto il vestito meno di niente: e così si torna da Varese...
&
NUVOLE
Con le Ossola rotte
Cihafattogolperfinoilguardalinee.Eadessononsipuòpiùsbagliare Ma la Cremo quella velleità terzo una bella soluzione balisti-
di Giovanni Ratti
non l’aveva coltivata, nemmeno ca ma troppo troppo comoda, il

B alotelli è passato a Vodafo- il tre a zero aveva svegliato quarto è fasullo ma anche lì il re-
ne, Ronaldinho ieri sera è l’istinto di sopravvivenza di que- parto si era squagliato come un
andato a letto alle dieci, sta squadra né aveva inselvati- ghiacciolo dimenticato al sole, il
Mourinho ha detto una cosa non chito Venturato. Ecco, se non la quinto è stato l’ultimo perché il
velenosa su un avversario, la Cre- squadra almeno il tecnico avrei Varese si era saziato. Il centro-
mo entra con fiducia nei playoff, voluto vedere fuori dai ganghe- campo non ha tagliato e non ha
a me dispiace un sacco non aver ri. Cosa avrei fatto io? Guarda, al cucito, non ha mai dettato il rit-
partecipato al raduno degli alpi- più tardi (ma davvero al più tar- mo. Dell’attacco hanno spaventa-
ni. Visto come dico bene le bu- di) nell’intervallo avrei fatto to i sintomi di involuzione di Mu-
gie? Di pietose bugie avrebbe bi- due cambi, fuori Galuppo per le- setti, che certo ci aveva viziato
sogno la Cremo di Varese, farci- gittima difesa dato che sul due a con i 9 gol nelle ultime 8 partite,
ta di gol come si infila il ripieno zero c’erano le sue impronte digi- ma ieri ha fatto una partita esan-
nel cappone lessato, declassata tali belle nitide, fuori Zanchetta gue, pelle e Ossola, in cui galleg-
al terzo posto solo perché di peg- perché non è più il tempo in cui gia solo il lancio per il gol di Vil-
gio non le poteva capitare in un uno che ha i mezzi per dare solu- lar. E l’idea che il Riccardo per-
giorno solo. Perché la realtà è zioni si può permettere di dare da la vena fa accapponare le
che alla fase buttafuori arrivano invece un problema in più. Un orecchie.
tre squadre cariche e una squa- aggiustamento e un avvertimen- Il Varese ha spaventato. Per la
dra depressa, tre squadre piene to, un rattoppo (pur se tardivo) e ferocia collettiva con cui ha subi-
di voglia e una squadra piena di un segnale forte e chiaro, di en- to spolpato la partita, per questo
dubbi, tre squadre che affronta- trambe queste cose mi è sembra- Zecchin che è uno di quei gioca-
no la fase decisiva come cosac- to ci fosse bisogno, invece si è tori che a me dicono parecchio,
chi che galoppano verso un vil- continuato a subire la situazio- metronomo bussola nostromo ca-
laggio da depredare e una che vi ne. pomastro capobranco. E’ sem-
si avvicina come uno che si è per- Cambierà tutto nei playoff? brato non invulnerabile in dife-
sa, a patto di reggere il suo urto
so nel deserto con la borraccia Se chiedi di crederci chiedi trop- nerboruto. Chissà se questo rin-
vuota e si trova davanti un pozzo po, ma non escludiamolo, mobili- cuora Venturato, nel caso gli ca-
forse avvelenato. tando fino all’ultima oncia la no- pitasse di tornare fra un mesetto
Il Franco Ossola è uno stadio stra buona volontà. Ma occhio, in questo stadio (il collezionista
che trasuda mito, il Grande Tori- adesso gli inservienti del circo di Ossola).
no, il ciclismo di Ganna e Binda. La rete rocambolesca messa a segno da Pereira Neto del Varese dopo 5 minuti smontano la rete di protezione, In una Cremonese che è scap-
È anche uno stadio a modo suo, il trapezista che sbaglia il prossi- pata al Galuppo dalla partita e
con il campo per destinazione pa- al 13’ io sono passato dall’opzio- con la giusta ferocia, hai presen- scendono in campo per attacca- mo doppio salto mortale si fa ma- dal secondo posto salviamo Bian-
rabolico e le curve in tribuna e la ne Veronica (in pé) all’opzione te la faccia di Toshiro Mifune re briga. Così abbiamo beccato le sul serio. chialberto sul quale si sarebbe
tribuna stampa con due opzioni divano, anche perché avevo già i quando incontra quello che gli un’umiliazione solenne, una Il buffo è che la Cremo si era dovuta avvitare la difesa in as-
se non dormi lì la notte prima col miei problemi alle prese con la ha affettato il fratello, la faccia sberla a piena mano di quelle travestita da Novara, con una di- senza di Viali, e Villar che se a
sacco a pelo: o ti siedi sul divanet- digestione di un montepolenta di Sannino era molto peggio e i che ti lasciano in faccia cinque visa blu molto simile a quella del- un argentino metti addosso la
to (senza vista sul campo) o la che adesso so più o meno cosa suoi si sono comportati di conse- segni scarlatti. Abbiamo preso la squadra che ha fatto quello maglia numero dieci non stupir-
partita te la guardi in pé, come la prova un pitone quando deve di- guenza. Noi, invece, ci siamo se- gol perfino da Ranghetti Sergio, che in teoria avremmo dovuto fa- ti se lui si mette a dribblare le
Veronica di Jannacci al Carca- gerire quel cucciolo di ippopota- duti a tavola tutti composti, sia- che sarebbe il guardalinee ma il re noi e in pratica non ci siamo margherite, ma lui non ha esage-
no. Con lei non c’era il rischio mo che si è ingoiato; quindi il re- mo bravi ragazzi noi non diamo quarto gol l’ha segnato lui su re- mai avvicinati a fare. Una Cre- rato, ha confermato di saper gio-
del platonico, e anche fra Varese sto te lo riferisco come me lo han- ginocchiate e pestoni al posto spinta di Bianchigiorgio, e così mo vestita da Novara, ma sotto il care il pallone ma ha anche pro-
e Cremo c’è stato poco di platoni- no raccontato. E cioè come sia- dei convenevoli. Ma il calcio non anche l’ultimissima esilissima vestito meno di niente. Una dife- vato a dimostrare di saper esse-
co, e anche i preliminari sono sta- mo usciti dallo stadio con le Osso- è (più?) uno sport per bravi ra- ipoteticissima velleità è tramon- sa indecisa a tutto: i primi due re utile alla squadra. Se almeno
ti ridotti all’osso (all’Ossola): al la rotte. gazzi, di quelli che magari non tata all’inizio del secondo tem- gol sono di quelli esilaranti se l’avesse trovata, una squadra a
12’ Varese tre Cremonese zero, Il Varese era entrato in campo porgono l’altra guancia ma non po. non li prende la tua squadra, il cui rendersi utile.