Sei sulla pagina 1di 37

Diventare artefici

della propria salute


Tutte le indicazioni per prevenire
e alleviare carenze, disturbi e disagi
e tornare a stare bene

Un ampio capitolo per introdurre gli aspetti pratici, fonte di salute e benessere.

Scoprirete quali sono i cibi e gli elementi naturali pi adatti a voi e imparerete, in
modo semplice
e immediato, tutte le manovre e i tocchi che possono risultare utili per il
riequilibrio muscolare.
A un primo sguardo, potrebbe sembrare che la kinesiologia sia dominio solo di
illustri professionisti e tecnici del corpo, ma in realt non cosi. La pratica di
riequilibrio dei muscoli e organi attraverso le mappe di riflesso, proposte in questo
testo, sono un argomento attuale e interessante a disposizione di ciascuno.
Sottolineiamo, ancora una volta, che il corpo attraverso le tonicit e le ipotonicit
muscolari si racconta, e che il suo linguaggio esprime non solo disarmonie
posturali ma soprattutto stati di stress, emozioni trattenute e le difficolt ad
affrontare situazioni e stati della vita.
E partendo da questo fondamentale presupposto che, nelle prossime pagine, vi
indichiamo come ognuno pu affrontare, seguendo tempi ed esigenze personali,
eventuali squilibri del corpo con unalimentazione corretta, attraverso un auto tocco ed esercizi.
Queste sono tutte attivit pratiche che possono essere attuate per riarmonizzare il
corpo, e lenergia che lo anima, attraverso unazione preventiva.
E cos che potrete mettere in atto il primo passo indispensabile per trattarsi, non
delegando, quando possibile e in unottica preventiva, Ia responsabilit del proprio
stare bene ad altri.

Alimenti e nutrienti per i muscoli


In kinesiologia applicata vitamine, minerali, acidi grassi e acqua sono gli elementi
che compongono il lato biochimico del triangolo della salute.
E tutti sono in grado di influenzare la tonicit muscolare.

I NUTRIENTI
Goodheart scopri nelle sue indagini che masticare particolari sostanze permetteva
di ripristinare la tonicit di un muscolo indicatore, muscolo che prima della
somministrazione si rivelava debole. Questo possibile perch la somministrazione
di un alimento o di un supporto nutrizionale crea una stimolazione dei recettori del
sistema gustativo e olfattivo, inviando informazioni al sistema nervoso.
La modificazione di tonicit di un muscolo in seguito alla somministrazione di una
sostanza specifica pare si possa interpretare come una risposta del sistema
nervoso, ma anche di tutto il corpo in relazione alla sostanza introdotta.
Tonificare un muscolo
Per rendere tonico un muscolo debole, utilizzando alimenti e integratori si procede
cos:
si individua un muscolo debole attraverso il test muscolare (ad esempio

pettorale clavicolare);
si somministra al soggetto la sostanza che permette di stimolare Ia tonicit
del muscolo (per il pettorale Ia vit. A);
si attendono circa 20 secondi;
si ritesta il muscolo e si verifica il cambio di tonicit.
Nei casi in cui Ia tonicit muscolare non compaia, la kinesiologia indaga altri
fattori del triangolo della salute, in particolare il lato strutturale e quello
biochimico.

LA PRATICA
Questa pratica permette di comprendere in modo pi approfondito Ia correlazione
tra muscolo-organo-meridiano ma soprattutto utilizzata per:
individuare le origini degli squilibri;
individuare quali alimenti sono indicati per il soggetto;
individuare quali alimenti, conservanti, additivi e sostanze interferiscono
nellequilibrio del soggetto, determinando ipotonie muscolari specifiche o
generiche,
determinare consigli nutrizionali specifici correlati ai muscoli ipotonici;
determinare consigli nutrizionali specifici anche in relazione alla tolleranza
del soggetto a gruppi diversi di alimenti.
Durante il trattamento kinesiologico Ia comunicazione con il corpo si
attua ponendo Ia sostanza o lalimento nella mano del soggetto ed
effettuando il test muscolare.
Ecco le sostanze specifiche correlate alle debolezze dei principali muscoli e gli
alimenti in cui sono contenute.

VITAMINE
Le vitamine sono composti organici presenti negli esseri viventi. Sono fondamentali
per la vita e per il mantenimento della salute. Devono essere assunte perch non
possono essere sintetizzate, salvo alcune eccezioni. Genericamente rafforzano e
rendono pi efficaci le funzioni del sistema immunitario, hanno funzione
antiossidante, agendo contro i radicali liberi che attaccano la cellula, influenzano il
rallentamento del processo di invecchiamento.
Acidi grassi, vitamine e minerali possono agire in sinergia nel corpo oppure
contrastarsi.
E sono tutti elementi che non possono essere sostituiti da altre sostanze, ma
soprattutto non devono essere assunte in dosaggi inferiori ai fabbisogni indicati
dalle tabelle nutrizionali LARN.
Le vitamine si suddividono in:
liposolubili: vit. A, D, E, K;
idrosolubili: vitamine del gruppo B, C.
Presentiamo solo le vitamine correlate ai principali muscoli citati nel testo.

A
Indicata per il muscolo deltoide, Gran dorsale, Sacrospinale, Psoas, Infraspinato,
Popliteo e Pettorale sternale.

In quali alimenti si trova:

Cereali: mais, miglio.


Ortaggi: asparagi, carote, cavolo verza, pomodori, patate dolci, zucca.
Vegetali: broccoli, indivia, spinaci.

Frutta: albicocca, pesca gialla, anguria, melone.

Prodotti animali: fegato di merluzzo, tonno, tuorlo duovo.

Derivati animali: latte, burro, formaggio.

Assorbimento favorito...
Dalle vitamine C, D, E, F, Zinco, Calcio, colina, acidi grassi, complesso B e iodio.

E
Indicata per il Sottoscapolare, muscoli Addominali, Sacrospinale, Psoas e Grande
gluteo.

In quali alimenti si trova

Cereali: integrali e grano.


Semi: di girasole.
Frutta secca: mandorle, noci, nocciole.
Germe di grano.
Oli: olio di arachide, oliva.

Assorbimento favorito...
Dalla presenza nel corpo di Selenio, vit. C, B-carotene, acidi grassi.
inibito
Da ferro e acidi grassi saturi.

GRUPPO B
Indicate per il Pettorale clavicolare e sottoscapolare.
II gruppo delle vit. B un complesso formato da nove vitamine e sei composti
simil-vitaminici. Tutte idrosolubili e sensibili a luce e calore.

In quali alimenti si trova la vit. B1 o tiamina

Cereali: integrali.
Legumi: coci, fagioli, soia.
Lievito di birra.
Germe di grano.

Semi: di girasole.
Prodotti animali: fegato di manzo, maiale, salmone.

Assorbimento favorito...
Dalla presenza di vit.C, E, Manganese, Zolfo e acido folico.
inibito
Dallassunzione di caff, alcolici, tabacco, antibiotici e presenza di infezioni.

In quali alimenti si trova la vit. B2 o riboflavina

Cereali: integrali.
Vegetali: cicoria e spinaci.
Lievito di birra.
Germe di grano.
Frutta secca: mandorle, castagne.
Prodotti animali: frattaglie di manzo, pollo, tuorlo duovo.
Derivati animali: latte e formaggio.

Assorbimento favorito...
Dalla presenza di vit. C, B6, B5 e fosforo.
inibito
Dallassunzione di caff, alcoolici, tabacco, zucchero raffinato.

In quali alimenti si trova la vit. B3 o PP

Indicata per il muscolo Sacrospinale.


Cereali: integrali.
Vegetali e legumi: broccoli, indivia, spinaci (ricchi anche di clorofilla)
Lievito di birra.
Semi: di girasole.
Frutta: avocado, fichi e prugne.
Prodotti animali di terra: carni bianche (coniglio, polio, tacchino) fegato.
Prodotti animali di mare: salmone e
pesce spada.
Assorbimento favorito...
Dalla presenza di vit. C, Bi, B2 e fosforo.
... inibito
Dallassunzione di caff, alcolici, zucchero raffinato
e tabacco.

In quali alimenti si trova la vit. B5 o


acido pantotenico

Cereali: integrali.
Semi: di girasole.
Legumi: piselli, lenticchie, soia e arachidi.

Lievito di birra.
Germe di grano.
Prodotti animali di terra: fegato.
Prodotti animali di mare: aragosta.
Derivati animali: formaggio (il gorgonzola in particolare) e uova.

Assorbimento favorito...
Dalla presenza di vit. C, B6, B12, zolfo e acido folico.
... inibito
Dallassunzione di caff, alcolici e fumo.

In quali alimenti si trova la vit. B6 o acido piridossina

Indicata per i muscoli del collo.


Cereali: integrali.
Vegetali.
Semi: girasole.
Frutta: avocado e banane.
Frutta secca: nocciole.
Legumi: lenticchie, soia.
Lievito di birra.
Germe di grano.
Prodotti animali di terra: fegato di manzo, polio, maiale e vitello.
Prodotti animali di mare: gamberetti, salmone e tonno.
Assorbimento favorito...
Dalla presenza di vit. C, B1, B2, magnesio, acido pantotenico e acido linoleico.
... inibito
Dallassunzione di caff, alcolici ed esposizione alle radiazioni.

In quali alimenti si trova La vit. B8 o biotina

Gli alimenti ricchi di vit. B8 o biotina detta anche vit. H:


Cereali: integrali.
Semi: di girasole.
Legumi: piselli, lenticchie, soia e arachidi, fagioli dellocchio.
Lievito di birra.
Ortaggi: cavolfiore, funghi, carote e pomodori.
Frutta secca: noci e mandorle
Prodotti animali di terra: fegato di manzo, vitello e polio.
Prodotti animali di mare: sgombro e tonno.
Derivati animali: latte, formaggio, burro e uova.
Dolci: cioccolato.

Assorbimento favorito...
Dalia adeguata funzionalit del pancreas.
inibito
Da malattie pancreatiche.

In quali alimenti si trova la vit. B9 o acido folico

Cereali: integrali.
Semi: di girasole.
Vegetali: a foglie verdi, indivia.
Legumi: piselli, fagioli, soia, ceci.
Frutta: arancia.
Lievito di birra.

Assorbimento favorito...
Dalla presenza di glucosio circolante.
... inibito
Dallassunzione di farmaci, anticonvulsivanti e contraccettivi.

In quali alimenti si trova Ia

vit. B12 o cianocobalamide

Indicata per il muscolo Pettorale clavicolare.


Prodotti animali di terra: fegato di manzo e di agnello.
Derivati animali: latte, latticini, gorgonzola e nova.
Prodotti animali di mare: aringa, molluschi, sgombro, ostriche, sardina, trota,
salmone, tonno, pesce spada e merluzzo.
Assorbimento favorito...
Dalla presenza di acido folico e dal fattore intrinseco dello stomaco.
... inibito
Dalla carenza di Calcio, Ferro, vitamina B6, stati di ipocloridria e abuso di lassativi.

In quali alimenti si trova la vit. B15 o


acido pangamico

Cereali: integrali.
Germe di grano.
Prodotti animali di terra:
Fegato di vitello.
Semi: di zucca e sesamo.
Lievito di birra.

Assorbimento favorito...
Dalla presenza di vit. A, e vit. E.

C
Indicata per muscolo Deltoide, Sottoscapolare, Sacrospinale, Infraspinato.

In quali alimenti si trova


Vegetali: broccoli, cavoletti di Bruxelles, cavolo, cavolo riccio, crescione, spinaci,
pomodori, peperoni e patate.
Frutta: arance, kiwi, fragole, frutto di rosa canina, limoni, mandarini, mango,
papaia, pornpelmo, ribes nero.
Spezie: peperoncino e pepe verde.
Assorbimento favorito...
Dalla presenza nel corpo di vit.A e vit. E.
inibito
Dallassunzione di fumo, alcool e droga.

MINERALI
Sono particelle che in quantit infinitesimali favoriscono processi biochimici
dellorganismo e svolgono soprattutto azione di catalizzatori.
Devono esseri assunti attraverso lalimentazione, rappresentano una piccola
percentuale del corpo umano (4%) e possono essere suddivise a seconda della
necessit per lorganismo in tre gruppi: macroelementi, microminerali e oligoelementi.
Vengono presi in esame solo i minerali utili ai muscoli principali riportati nel testo.

CALCIO
Indicato per il muscolo Sottoscapolare e Sacrospinale.
La vitamina B 15 di cui sono ricchi i semi di zucca e fondamentale per Ia
tonicit dei muscoli pettorali

In quali alimenti si trova


Cereali: orzo e riso integrale, segale.
Lievito di birra.
Semi: di sesamo.
Leguminose: soia, arachidi.
Derivati della soia: tofu.
Derivati animali: formaggio, latte, latticini e yogurt.
Prodotti di mare: caviale, gamberetti salmone, sardine in scatola.
Vegetali: prezzemolo, cime di rapa, cavolo, cavolo rapa, foglia di cavolo verde,
crescione, broccoli, lattuga romana, sedano, carote, patate dolci.
Frutta secca: mandorle, noci del brasile, noci di pecan, albicocche secche.
Assorbimento favorito...
Dalia presenza di Zinco, Magnesio e Fosforo, vit. A, C, D, E, ormoni paratiroidei e
proteine.

... inibito
Dallacido ossalico, t, caff, alcool, grassi alimentari.

CROMO
Indicato per il muscolo Gran dorsale.

In quali alimenti si trova

Cereali: pasta e riso integrale, segale, mais.


Lievito di birra.
Germe di grano.
Leguminose: fagioli.
Vegetali: patate, peperoni, Carote, cavolo,
barbabietole e funghi.
Derivati animali: formaggio, burro.
Prodotti animali di terra : fegato di vitello.
Prodotti di mare: ostriche
Frutta: mele, arance, mirtilli.
Erbe aromatiche.

fagiolini,

Assorbimento favorito...
Dalla presenza di Ferro, Zinco, Manganese, Calcio e Titanio.

FERRO
Indicato per Il muscolo Tensore fascia lata.

In quali alimenti si trova

Cereali integrali: pasta e riso


Germe di grano
Leguminose: ceci e lenticchie
Semi: di girasole, soia e zucca.
Verdure a foglie larghe.
Derivati animali: latte, formaggio, burro, uova.
Prodotti animali: fegato di Vitello e di manzo.
Prodotti di mare: cozze, alghe marine e caviale.
Frutta secca: noci e pistacchi.
Dolcificanti: melassa.

Assorbimento favorito...
Dalla presenza di Iodio, vit. B9, B12, C, E, Cobalto e Rame.
inibito
Dallassunzione di caff, te, latte, sostanze alcaline.

SELENIO
Indicato per il muscolo Grandorsale.

In quali alimenti si trova


Cereali integrali: pasta e riso.
Germe di grano.

spinaci,

rapa,

Vegetali: aglio, broccoli, cavolo, cetriolo, cipolle, funghi e sedano.


Prodotti animali: fegato di maiale e rognone.
Prodotti di mare: tonno,
frutti di mare.

Assorbimento favorito...
Dalla presenza di vit. E.
inibito
Dalla presenza di sostanze estranee come mercurio, cadmio, argento e arsenico.

ZINCO
Indicato per il muscolo Pettorale clavicolare e
Grande gluteo

In quali alimenti si trova


Cereali integrali: avena, grano, grano
saraceno e segale.
Lievito di birra
Leguminose: lenticchie, piselli, soia,
arachidi e fagioli.
Semi: girasole, soia, sesamo e zucca.
Vegetali: rape, prezzemolo, carote,
patate e aglio.
Prodotti animali: agnello, maiale, manzo e tacchino.
Prodotti di mare: ostriche, molluschi, aringhe, sgombro e tonno.
Frutta secca: foci, mandorle e nocciole
Dolcificanti: melassa, zucchero di canna.
Assorbimento favorito...
Dalla presenza di Rame, Calcio,vit.A.
inibito
Dal consumo di alcool e di cibi molto proteici.

ACIDI GRASSI ESSENZIALI


Indicati per il muscolo Gran dorsale e
Popliteo.
Sono nutrienti essenziali, chiamati anche
vitamina F, perch lorganismo non in
grado di sintetizzarli in autonomia partendo
da altre sostanze. Fanno parte della serie
degli omega e sono due tipi a seconda
del legame chimico che rappresentano:
acido linoleico (omega 6)
acido alfa linolenico (omega 3).

Per assicurare lassunzione di acidi grassi essenziali opportuno assumere con


costanza i seguenti cibi:
Omega 3: pesci grassi (salmone, sgombro, aringa, sardina, crostacei), olio di
pesce, semi di lino e noci.
Omega 6: frutta secca (noci, pistacchi, arachidi e mandorle), olio di semi di
girasole, lino, soia sesamo, mais (solo spremuti a freddo), olio di borragine.
Gli acidi grassi:
intervengono nella produzione nel corpo di sostanze molto importanti: acido
eicoesapentaenoico, acido arachidonico, acido gamma linoleico;
sono fondamentali per lo sviluppo del sistema nervoso e per la prontezza del
riflessi;
mantengono la membrana cellulare e la pelle in equilibrio e buona salute;
intervengono nel controllo del colesterolo totale e di quello dannoso (LDL);
intervengono nella sintesi dellemoglobina;
controllano laggregazione delle piastrine nel sangue e interagiscono con altri
ormoni.

PROTEINE E AMINOACIDI
Indicati per il muscolo Sovraspinato e Grande rotondo.
Le proteine sono costituenti indispensabili per lorganismo. Sono composti chimici
formati da carbonio, idrogeno, ossigeno, e azoto, e in alcune casi anche zolfo e
fosforo. Sono una fondamentale fonte di materiale plastico necessario alla
costruzione di tessuti come i muscoli, organi interni, sangue, cute, unghie e capelli.
Intervengono:
in un processo catabolico in cui vengono utilizzate per fornire energia;
in un processo anabolico in cui vengono sintetizzate nuove proteine;
intervengono nellequilibrio acido-base dellorganismo;
intervengono nellequilibrio idroelettrolitico;
sono indispensabili per la formazione degli ormoni.
La scissione delle proteine attraverso la biochimica digestiva produce gli
aminoacidi.
Allorganismo servono circa 22 aminoacidi per formare le proteine necessarie per
la crescita e il mantenimento corporeo.
La maggior parte di questi pu essere prodotta dallorganismo, e solo alcuni
devono essere ingeriti con gli alimenti e sono definiti aminoacidi essenziali.
Gli aminoacidi essenziali sono: lisina, valina, leucina, treonina, metionina,
triptofano, isoleucina, fenilanina.
Le principali fonti di proteine
di origine animale
Hanno un elevato valore biologico in quanto possono fornire aminoacidi essenziali
allorganismo. Sono contenute in: siero di latte, uovo, latte, derivati del latte, carne

e pesce.
di origine vegetale
Hanno un valore biologico inferiore alle proteine di origine animale in quanta sono
carenti, o prive, degli aminoacidi essenziali. Sono contenute nei legumi, soia e
cereali.
Ricordiamo che Ia cottura diminuisce la disponibilit biologica delle proteine.

COENZIMA Q1O
Indicato per i muscoli Addominali.
E un elemento solubile di natura lipidica; interviene come agente di riduzione
ossidativa nella catena di produzione energetica nei mitocondri. Svolge anche
unimportante azione antiossidante e protettiva nei confronti dei radicali liberi nei
tessuti, in particolare nella pelle, agendo contro la perdita di elasticit a Ia
comparsa di rughe.
II coenzima Q 10 viene sintetizzato dalle cellule; la sua produzione diminuisce con
linvecchiamento, con Ia malnutrizione e lassunzione di farmaci, e in caso di
malattie croniche.
E contenuto nei cereali, vegetali, soia e noci.

ACQUA
Indicata per il muscolo Deltoide,Tensor fascia lata e Psoas.
E il componente quantitativamente prevalente nellorganismo, circa il 50-60% del
peso nei soggetti adulti. Dal punto di vista nutrizionale un elemento
fondamentale e svolge funzioni insostituibili:
solvente di tutte le reazioni metaboliche;
regola il volume dei liquidi e Ia temperatura corporea;
determina il trasporto dei nutrienti e la rimozione delle scorie;
favorisce i processi digestivi;
fonte di sali minerali;
diluente delle sostanze ingerite.
Il bilancio dellacqua nel corpo dipende dal mantenimento dellequilibrio tra il
volume di acqua in ingresso e in uscita dallorganismo: lequilibrio regolato dal
centro ipotalamico della sete e dallormone antidiuretico (ADH).
Qual il fabbisogno
La quantit che deve essere introdotta quotidianamente, al fine di soddisfare le
richieste metaboliche dellorganismo, variabile ed in relazione a numerosi
indicatori: et, sesso, peso, metabolismo, abitudini di vita, attivit lavorativa o
quotidiana, alimentazione, clima, temperatura ambientale, febbre, diarrea,
presenza di patologie specifiche.
Viene consigliata lassunzione di 1 ml di acqua/caloria spesa nelladulto e 1,5 per il
bambino.

Lintroduzione di acqua nel corpo avviene tramite gli alimenti (500-700 ml) e le
bevande (800-1500 ml). Lassunzione complessiva consigliata dovrebbe essere di
1300-2100 ml. nelle 24 ore con una media di 1500 ml. perle 24 ore
Come si elimina
Le perdite fisiologiche di acqua da parte dellorganismo avvengono attraverso:
le urine (800- 1500 ml /die);
le feci (200ml/die);
la respirazione e lespirazione (1250 ml/die).
Possono avvenire perdite in condizioni particolari di malessere o malattia
attraverso laumento della sudorazione, particolari condizioni climatiche, vomite e
diarrea. Ogni volta che le perdite di acqua superano le quantit in ingresso e si
realizza un bilancio negativo, anche modesto, nel corpo si realizza una riduzione
del peso corporeo, un adattamento del principio di termoregolazione e uninfluenza
negativa sul volume plasmatico.
In kinesiologia applicata Lacqua oltre che influenzare la tonicit del muscoli
indicati viene utilizzata per test specifici di valutazione sul corpo.
II terapeuta testa il soggetto individuando un muscolo forte, tira leggermente I capelli della persona ed effettua nuovamente il test. Se il muscolo, prima forte,
diventa debole significa che la quantit di acqua nel corpo non sufficiente.
Si procede facendo bere al soggetto un bicchiere dacqua, si tira nuovamente la
ciocca di capelli e si procede al test sub muscolo indicatore: vi sono maggiori
possibilit che Il muscolo sia tonico.

EQUILIBRIO ACIDO/BASE DELLORGANISMO


Indicato per il muscolo Grande rotondo.
Lorganismo sottoposto a un delicato equilibrio, determinato dalla presenza di
sostanze acide e alcaline ingerite con gli aumenti. ma anche da reazioni biochimiche che avvengono allinterno del corpo e della cellula.
Questo equilibrio, soggiogato da fattori interni ed esterni, influisce sulle capacit di
adattamento del soggetto e sulle risorse che possiede e propone in ogni situazione
di stress.
Il metabolismo dellorganismo produce acidi per reazione biochimica cellulare.
Questo processo in relazione alla degradazione biochimica delle proteine, e gli
acidi sono poi eliminati in parte dai polmoni, se sono volatili, e dai reni se non
volatili.
In caso di squilibrio acido/base, con tendenza a un eccesso dellaccumulo di
acidit, si instaura un meccanismo di deposito degli acidi in eccesso soprattutto
nel tessuto connettivo. Questo meccanismo pu determinare con gli anni unacidosi tissutale cronica che influisce sulla nutrizione cellulare, sul trasporto di ossigeno
e pu determinare sintomi come affaticabilit, stipsi, disturbi del sonno, ridotta
resistenza alle infezioni, sudorazione abbondante piedi e mani.
Per determinare lacidit in eccesso nel corpo solitamente si misura il ph urinario.

Quando questo scende frequentemente sotto il valore di 7 vi richiamo di un


probabile eccesso di acidi nei tessuti.
Per utilizzare la misurazione del pH urinario e ottenere valori significativi
necessario sottoporsi a diverse misurazioni giornaliere per un periodo non inferiore
ai 10 giorni.
Pi importante a livello preventivo e la conoscenza degli aumenti che influenzano
Ia produzione di reazioni acidificanti dellorganismo, soprattutto per non abusare
nel consumo.
Vi sono alimenti con acidit allo stato naturale (succo darancia) che
nellorganismo producono reazioni alcalinizzanti e altri alimenti con caratteristiche
alcalinizzanti che producono nel corpo reazioni acidificanti (zucchero bianco).
Al fini preventivi e necessario effettuare attivit fisiche che stimolano ii
metabolismo e anmentano leliminazione di acidi attraverso gli organi emuntori.
Alimenti acidificanti
Carne, salumi, frattaglie, pesce, cereali raffinati e soprattutto farina bianca,
prodotti di pasticceria, uova, formaggi, aceto, cacao, cioccolato, caff, t, grassi
raffinati, alimenti conservati con additivi chimici. Alcuni vegetali come i pomodori
cotti, spinaci, rabarbaro e prugne, e le cotture molto prolungate che tendono a
rendere i cibi acidi.
Alimenti neutri
Oli vegetali estratti a freddo, miele grezzo e zucchero di canna.
Alimenti alcalinizzanti
Tutti i tipi di frutta e verdura (patata), semi oleosi (sesamo, mandorle, nocciole),
latte.

Tocchi ed esercizi
Per i muscoli
Un metodo efficace grazie al quale possiamo allontanare i disagi psico fisici come
ansia, stress, stanchezza e debolezza. E ritrovare lenergia giusta per dare nuovo
slancio alla nostra creativit

IL TOCCO
I PUNTI NEUROLINFATICI
II tocco di questi punti, situati anteriormente e posteriormente, permette di
condizionare il flusso linfatico in relazione a muscoli riflessi, ma anche ad organi
corrispondenti.
La stimolazione del punti NL pu essere effettuata dal soggetto senza
controindicazioni. Infatti, non si agisce direttamente sul sistema linfatico e i gangli,
ma solo sui punti di riflesso, creando una sorta di interazione e richiamo con altri
punti di riflesso dellorganismo e uninterazione il sistema del meridiani.
LAUTOSTIMOLAZIONE
Per contattare questi punti preferibile ritagliarsi uno spazio nella giornata in un
luogo silenzioso che non sia fonte di eccessive distrazioni o rumori. Lobiettivo e

ascoltare ci che il corpo vuole comunicare e comprendere il suo messaggio.


Alcune aree contattate possono essere dolorose al tatto e in alcuni casi allo
sfioramento, questo non deve preoccupare in quanto la stimolazione frequente
determina Ia riduzione e scomparsa della locale sintomatologia dolorosa.
Individuato il muscolo e lorgano che si desidera contattare si ricerca il punto sul
corpo. Lautostimolazione prevede lutilizzo, per motivi di praticit, dei punti NL
situati anteriormente.
La ricerca va diretta prestando attenzione agli spazi intercostali. E opportuno
palpare il torace ai lati dello sterno per prendere contatto con lanatomia corporea,
gli spazi intercostali e i punti sensibili.
Si prosegue palpando le gambe nella loro porzione mediale e laterale sempre per
individuare aree sensibili o dolenti. Valutato il dolore dei punti NL si procede al loro
trattamento.
Modi e tempi di esecuzione
Deve essere esercitata una pressione decisa sui riflessi con un massaggio in senso
rotatorio. La durata del massaggio va da un minimo di alcuni secondi a un
massimo di 8-10 minuti.
Non deve essere eseguito un massaggio eccessivamente lungo perch se si
superano i 15-20 minuti potrebbe insorgere uno stato di disagio.
Se il punto risulta troppo doloroso, consigliato iniziare con un massaggio delicato
oppure con uno semplice sfioramento ed effettuare la stimolazione per un tempo
pi breve e pi volte al giorno. Questo pu accadere soprattutto per alcuni punti di
riflesso sugli arti inferiori, i punti dei muscoli addominali associati allintestino
tenue.
Il massaggio dei NL, specifici per un muscolo, pu essere eseguito inizialmente
anche tutti i giorni per poi proseguire con tre stimolazioni alla settimana.
Nel caso in cui il soggetto desidera occuparsi di se e ha del tempo a disposizione
pu contattare tutti i punti NL anteriori presenti sul dorso, addome, bacino e
gambe. Questo e un trattamento che viene spesso effettuato da massaggiatori
esperti che agiscono con un massaggio su tutto il corpo, comprendendo tutti i
punti NL anteriori e posteriori.
Nel caso in cui un punto sia estremamente doloroso e il muscolo correlato sia
ipotonico possibile effettuare il massaggio con lutilizzo di oli colorati utilizzando
il colore corrispondente allelemento associato.
ControindicazIoni
In caso di processi infiammatori o infezioni non eseguire il tocco nella fase acuta e
attendere la remissione dei sintomi. Non massaggiare i punti in corrispondenza di
cute non integra, ferite chirurgiche, cheloidi e aree di inserzione di cateteri venosi.
I PUNTI NEUROVASCOLARI
Questi punti sono situati quasi tutti sul cranio. La loro stimolazione permette di
condizionare il flusso sanguigno in relazione al muscolo riflesso ma anche
allorgano corrispondente.
I punti neurovascolari situati sul corpo:

NV del muscolo INFRASPINATO (timo, TB): localizzati al centro dello sterno


nellarea della prima costa e ai lati dello sterno nello spazio tra la clavicoIa e
Ia prima costa.
NV del muscolo POPLITEO (vescica biliare, VB): area mediale del ginocchio
allaltezza del menisco.
Modi e tempi di esecuzione
I punti situati sul cranio vanno contattati attraverso una delicata palpazione con le
dita della mano destra e sinistra. E sufficiente appoggiare le dita sul punto
individuato, effettuare una lieve trazione della cute e attendere pazientemente.
Importante attendere e mantenere il posizionamento delle dita fino a quando le
pulsazioni del punto a destra e a sinistra siano attivate bilateralmente e presentino
Ia stessa frequenza. A volte per ottenere questo risultato necessario aspettare
anche per 10-15 minuti.
Nel cranio per un solo punto NV sono correlati pi muscoli, e importante perci
attendere la risposta del punto al fine di stimolare tutte le aree di riflesso implicate.
I punti situati al centro dellosso frontale bilateralmente sono riferiti a diversi
muscoli e meridiani: Stomaco, Vescica e Fegato.
I riflessi NV che Si trovano sul corpo vanno invece stimolati con la tecnica dei
riflessi NL gi citata.
Un aiuto in pi
La stimolazione dei punti di riflesso sulla testa pu essere associata a una tecnica
di visualizzazione del problema o del disturbo, procedendo cosi: si identifica il
problema o lemozione da elaborare e da affrontare e si individua il muscolo e il
punto di riflesso collegati alla situazione.
Sdraiati, con gli occhi chiusi, si visualizza il problema o lemozione ritornando a
quella volta in cui... ed entrando in contatto con lemozione corrispondente o che si
desidera provare.
Si trattano i punti individuati con Ia tecnica di trazione fino a quando non si
avvertono le pulsazioni bilaterali. Si ripete lesperienza pi volte avendo laccuratezza di affrontare un solo disagio o emozione alla volta.

GUIDA ALLAUTO TRATTAMENTO


TUTTI I MUSCOLI DA TOCCARE
Vengono ora descritti i principali muscoli collegati ai meridiani, e indicate le
tecniche di riequilibrio pi appropriate, i consigli nutrizionale gli stati emozionali
che possono essere collegati alla disarmonia del muscolo/organo. Ricordiamo che
queste tecniche devono essere considerate un supporto allorganismo e un atto
preventivo e che in nessun caso il trattamento dei punti indicati e gli esercizi
proposti escludono la valutazione e la terapia medica.

Muscolo Deltoide
LIMITARE GLI ECCESSI
Muscolo del braccio. Con muscolo deltoide si intende in questo caso un gruppo di
muscoli chiamati: deltoide medio, anteriore e posteriore.
Visione frontale:punto 6
Visione dorsale:punto 26
Testa visione superiore:punto 5
Organo associato: Polmone
Elemento associato: Metallo
Meridiano associato: Polmone
Punti NL: anteriori nel terzo spazio intercostale ai lati dello sterno, posteriori nello
spazio intervetebrale tra la terza e la quarta dorsale.
Punti NV: al centro della sutura coronale del cranio nel punto di incontro con la
sutura sagittale.
Problemi associati: instabilit della spalla e limitazione del suo movimento,
abbassamento della spalla sul lato opposto del muscolo debole. Difficolt ad alzare
il braccio e allontanare il braccio dal corpo. Possono essere frequenti disturbi
polmonari, bronchiti, pleuriti, polmoniti e difficolt respiratorie di varia natura.
Dolore riferito: pu essere presente un dolore sulla spalla
con irraggiamento alla parte superiore del braccio nella zona posteriore.
Consigli alimentari: indicati tutti i cibi ricchi di vit. C, vit. A e betacarotene,
importante aumento dellassunzione di acqua.
Indicazioni al trattamento: i punti di riflesso del Polmone dovrebbero essere
trattati ogni volta che lelemento Metallo in squilibrio nel corpo e quando il
muscolo deltoide e ipotonico.
Azione di attivazione consigliata in caso di:
attivit intestinale lenta e non regolare;
disturbi respiratori;
stati di solitudine;
abuso di fumo;
emozioni eccessivamente trattenute;
accantonamento eccessivo di oggetti materiali.
Specifici disagi del corpo o stati emozionali:
difficolt respiratorie e mancanza di fiato;
senso di oppressione al torace;
dolori alle spalle e in particolare sopra Ia clavicola;
problemi della pelle;
disturbi delle prime vie respiratorie;
disturbi olfatto, voce e tatto;
caduta dei capelli;

stati di tristezza con possibile pianto;


ansia con incapacit al rilassamento;
depressione;
preoccupazioni eccessive;
perdita frequente di oggetti
disordine;
paura della separazioni da
soggetti e oggetti;
difficolt di relazione con gli altri.

Indicazioni per lequilibrio del Polmone, dellIntestino Crasso e dellelemento


Metallo:
introdurre importanti quantit di acqua e alimenti non raffinati, facendo
attenzione in caso di infiammazioni intestinali, alla quantit di fibre non
solubili;
pulire e riordinare stanze o vani che non vengono presi in considerazione. In
caso di ambienti puliti ipotizzare la pulizia di cantine, solai, vani nascosti
eliminando i rifiuti;
spostare mobili o sedie di un ambiente e giocare a creare nuove forme e
nuovi abbinamenti;
arricchire lambiente, rinnovando con nuovi colori, forme, tessuti, fiori;
stimolare lolfatto con profumi e utilizzare oli essenziali nellambiente;
effettuare almeno una volta alla settimana un bagno con oli essenziali, e
utilizzare per il dopo bagno profumi per il corpo;
utilizzare, se lo si desidera, il colore bianco per gli abiti e per lambiente;
introdurre nellalimentazione cibi come: cipolle, aglio, cavolfiore e rape,
contenere lutilizzo eccessivo di latte e latticini; utilizzare, quando gradito, il
sapore piccante;
effettuare esercizi di respirazione al fine di mobilizzare lenergia del polmone.
ESERCIZIO PER LA RESPIRAZIONE
In un luogo tranquillo, seduti, con la schiena dritta o ben appoggiata, iniziate a
respirare dal naso portando laria nel torace e poi fino alla pancia, abbassando il
diaframma la pancia si gonfia, contate in questa fase inspiratoria fino a 5.
Trattenete laria nei polmoni contando lentamente fino a 5, in seguito espirate,
partendo dallaria nella pancia fino a svuotare i polmoni, sempre contando
mentalmente fino a 5.
Al termine dellespirazione, con i polmoni vuoti contate fino a 5. Questo esercizio
aiuta il ricambio daria e sostiene il corpo nella celebrazione del vuoti e del pieni,
aiuta a lasciarsi andare e a percepire per pochi attimi il senso completo di pieno e
di vuoto.
Il punto da contattare
Contattate sul cranio il punto NV di Polmone e visualizzate una situazione
personale correlata alla tristezza o alla perdita di un affetto. E necessario contattare il punto indicato e attendere che si attivi, percependo la palpazione sotto le

dita. Lasciate che la pulsazione si manifesti per qualche minuto.


Provate ad accompagnare lesperienza utilizzando il colore bianco: potete
illuminare la stanza con una lampadina, un telo bianco sulla fonte di luce, oppure
applicando il colore liquido sui punti di riflesso del corpo.Al termine dellesperienza
su un foglio di carta con una matita o dei colori, provate a rappresentare
lemozione che avete visualizzato, osservate il disegno per qualche attimo,
accartocciate il foglio e buttatelo via.

Muscolo Tensore della fascia Iata


DISTURBI INTESTINALI
Muscolo della gamba.
Visione frontale: punto 20
Testa visione laterale:punto 9

Organo associato: intestino crasso.


Elemento associato: Metallo
Meridiano associato: Grosso Intestino.
Punti NL: posti lateralmente sulla coscia in corrispondenza del prolungamento
delle fibre del muscolo. Sono punti molto importanti e corrispondono, a destra e a
sinistra, allestensione riflessa di tutto il tratto intestinale del colon.
NOTA PER TUTTI GLI ESERCIZI
E importante visualizzare una solo emozione perch e controindicato
lavorare sul corpo sommando pi disagi nella stessa pratica. Tutti gli
esercizi che proponiamo, che vanno a stimolare i dodici muscoli principali
seguono le stesse modalit; quindi dopo aver localizzato il punto e
stimolato Ia porte interessata completate lesperienza accompagnandovi
con il colore suggerito, disegnate lemozione provata e poi buttate via il
disegno.
Trovate tutte le indicazioni nel primo esercizio, in modo do potervi
riferire a questo per lesecuzione dl tuttI i successivi.
A destra Si estende il punto di riflesso collegato, partendo dallalto, a cieco, colon
ascendente e colon traverso: questarea va massaggiata con una direzione diretta
verso il basso, dal fianco destro al lato esterno del ginocchio.
A sinistra si estende larea di riflesso collegata a colon traverso, colon discendente,
sigma e retto partendo dal basso a lato esterno del ginocchio. Questarea va
massaggiata con direzione verso lalto, dal ginocchio al fianco sinistro.
Un altro punto neurolinfatico situato posteriormente rappresentato da un
triangolo bilaterale che ha base alla quarta vertebra lombare e apice alla seconda
vertebra lombare.
Punti NV: area cranica parietale situata tra lorecchio e lapice della testa.
Problemi associati: squilibri frequenti del bacino con pelvi elevata sul lato della

debolezza muscolare, instabilit del ginocchio con ginocchio varo, dolori al


ginocchio, dolori al trocantere, possibilit di inarcamento degli arti inferiori. La
debolezza bilaterale del muscolo pu essere ricollegata a uno stato di anemia
dovuta a carente assunzione o assimilazione di ferro. Possono essere associati
disturbi intestinali che si esprimono con stipsi, colite, diarrea e frequenti alterazioni
dellalvo.
Dolore riferito: pu essere presente un dolore nellarea esterna della coscia che
si irradia dal trocantere fino al ginocchio.
Consigli alimentari: indicata assunzione di acqua, i fermenti lattici e Ia clorofilla,
il ferro in caso di anemia ferropriva.
Indicazioni al trattamento: i punti di riflesso dellIntestino Crasso dovrebbero
essere trattati ogni volta che lelemento Metallo in squilibrio nel corpo e quando
il muscolo Tensor fascia lata ipotonico.
Azione di attivazione consigliata in caso di:
attivit intestinale lenta e non regolare;
disturbi respiratori;
stati di solitudine;
abuso di fumo;
emozioni eccessivamente trattenute;
accantonamento eccessivo di oggetti materiali.
Specifici disagi del corpo o stati emozionali:
disturbi vari della defecazione, in relazione sia al veloce transito sia
alleccessivo rallentamento;
problemi della pelle;
disturbi delle prime vie respiratorie;
nevralgie a viso e denti;
riduzione del senso dellolfatto;
dolori lungo la parte esterna della coscia;
emozioni trattenute;
incapacit di distaccarsi da situazioni o atteggiamenti;
incapacit di incamminarsi in nuove situazioni;
eccessivo controllo e ipercriticit.
Indicazioni per lequilibrio del Polmone, dellIntestino Crasso e dellelemento
Metallo: valgono le indicazioni generali gi elencate per il trattamento del Polmone,
associato allIntestino Crasso nellelemento Metallo. In caso di alterazioni dellalvo,
utile seguire una corretta alimentazione che tenga conto delle eventuali
intolleranze alimentari, patologie pregresse e abitudini personali.
In caso di stitichezza o rallentamenti dellalvo utilizzare la stimolazione dei punti NL
almeno una volta al giorno, al fine di favorire il transito intestinale.
Fate cos
Vi proponiamo mi esercizio che pu essere utile in tutti i casi in cui non lasciamo

andare emozioni e situazioni e ci costringiamo a trattenerle dentro e attorno a noi.


Almeno una volta alla settimana, buttate via un oggetto, un indumento, qualcosa
della vostra vita che sentite non appartenervi pi.
II punto da contattare
Contattate sul cranio i punti NV di Intestino Crasso e visualizzate una situazione
personale correlata alla perdita di oggetti o persone, ma anche allallontanamento
da situazioni critiche che tratteniamo da tempo. Contattate il punto indicato e
attendete che si attivi, percependo la palpazione sotto le dita, lasciate che la
pulsazione si manifesti per qualche minuto.
Completate lesercizio come descritto, accompagnando lesperienza con il colore
bianco.

Muscolo Pettorale clavicolare


DIFFICOLTA A DIGERIRE
Muscolo del torace.
Visione frontale:punto 11
Visione dorsale:punto 29
Testa visione superiore: punto2e3
Testa visione laterale: punto 1
Organo associato: stomaco.
Elemento associato: Terra.
Meridiano associato: Stomaco.
Punti NL: anteriori sul sesto spazio intercostale solo a sinistra, per la lunghezza di
circa 4 cm, posteriori nello spazio intervertebrale tra la sesta e la settima dorsale,
solo a sinistra.
La stimolazione di questi punti determina lazione sul muscoli di entrambe i lati.
Punti NV: sono bilaterali e posizionati al centro dellosso frontale a 4 cm. dalla
linea mediana.
Problemi associati: instabilit della spalla e limitazione del suo movimento,
dolori al petto nella zona della clavicola, spalla elevata sul lato della debolezza.
Disturbi digestivi, digestione lenta o difficoltosa, sensibilit alimentari, stati di
stress.
Dolore riferito: dolore irradiato attorno alla spalla e sotto la clavicola.
Consigli alimentari: indicata assunzione di Zinco, vitamine del gruppo B,
soprattutto vit. B. 12 e acido cloridrico.
Indicazioni al trattamento: i punti di riflesso dello Stomaco dovrebbero essere
trattati ogni volta che lelemento Terra in squilibrio nel corpo e quando il muscolo

pettorale e ipotonico.
Azione di attivazione consigliata in caso di:
scarso o assente esercizio fisico;
eccessive preoccupazioni;
traumi ambientali in relazione a cambi di casa o ambiente;
scarsa cura di se.
Specifici disagi del corpo o stati emozionali:
problemi allo stomaco sia per la difficolt digestiva sia per leccesso di
acidit;
disturbi dellalimentazione;
problemi di peso;
disturbi dellapparato gastroenterico;
disturbi dellocchio e della pelle nellarea orbitale;
disturbi della pelle;
instabilit emotiva;
difficolt ad accettare e a metabolizzare situazioni;
difficolt di adattamento;
eccessiva preoccupazione;
pensieri rimuginanti;
scarsa concentrazione.
Indicazioni per lequilibrio dello Stomaco, della Milza e dellelemento Terra:
mangiare a pasti regolari, evitando eccesso di cereali raffinati e zuccheri,
prodotti di pasticceria, caff, t, cioccolato e alcol;
introdurre nella dieta cibi gialli come granoturco, carote, patate dolci,
zucchine, cibi rotondi e a strati come cipolle, cavoli, carciofi, meloni;
preferire cereali integrali come riso, orzo e miglio;
integrare il sapore dolce della Terra con tutti gli altri sapori conosciuti senza
eccedere con mono alimenti;
utilizzare ciotole di terracotta e contenitori capienti per servire il cibo,
prestando attenzione alla decorazione della tavola;
evitare gli eccessi, soprattutto di cibo;
bilanciare in modo equilibrato le ore di lavoro e le ore di riposo;
evitare di pensare troppo e di rimuginare;
liberarsi degli oggetti inutili e in eccesso, ripulire e riordinare tavolo e
scrivanie, sistemando gli oggetti in modo diverso;
acquistare, se necessario, nuove scatole per riordinare gli oggetti;
rilassarsi in poltrone avvolgenti, o su divani comodi, avvolti in calde coperte;
utilizzare nellabbigliamento e nellambiente i colori che rappresentano la
Terra: giallo, marrone, beige e i toni del mattone.

il punto da contattare

Contattate sul cranio i punti NV di Stomaco e visualizzate una situazione che non
riuscite a digerire e metabolizzare. Contattate il punto indicato e attendete che si
attivi, percependo Ia palpazione sotto le dita, lasciate che la pulsazione si manifesti
per qualche minuto.
Completate lesercizio come descritto, accompagnando lespenienza con il colore
giallo.

Muscolo Gran dorsale


PIU FLESSIBILITA
Muscolo della parte posteriore del torace. Utilizzato per compiere i movimenti
energici del braccio.
Visione frontale: punto 12
Visione dorsale: punto 30
Testa visione laterale: punto 8
Organo associato: Pancreas
Elemento associato: Terra
Meridiano associato: Milza
Punti NL: anteriori sul settimo spazio intercostale, solo a sinistra; posteriori nello
spazio intervertebrale tra la settima e la ottava dorsale solo a sinistra. La
stimolazione di questi punti determina lazione sui muscoli di entrambi i lati del
corpo.
Punti NV: localizzati sullosso parietale, appena sopra e dietro allorecchio.
Problemi associati: dolore localizzato sullarcata costale infero posteriore,
debolezza del braccio e della mano, dolore alla spalla durante specifici movimenti,
spalla elevata e ruotata anteriormente sul lato della debolezza, cifosi della colonna
dorsale in caso di debolezza bilaterale.
I disturbi associati sono in relazione alla funzionalit del pancreas e alla produzione
di insulina e a enzimi pancreatici che hanno funzione attiva in tutti i processi
digestivi.

Dolore riferito: dolore irradiato sulla scapola per tutta la met inferiore, dolore
sul lato mediale del braccio interessato nella debolezza.
Consigli alimentari: indicata assunzione di cromo, selenio, vit. A e acidi grassi
essenziali.
Indicazioni al trattamento: i punti di riflesso del Pancreas dovrebbero essere
trattati ogni volta che lelemento Terra in squilibrio nel corpo e quando il muscolo
gran dorsale ipotonico.
Azione di attivazione consigliata in caso di:
scarso o assente esercizio fisico;
eccessive preoccupazioni;
traumi ambientali in relazione a cambi di casa o ambiente;
scarsa cura di s.
Specifici disagi del corpo o stati emozionali:
rigidit della lingua;
problemi e tensioni addominali con presenza di gas;
alterazioni della frequenza intestinale;
acidit di stomaco dopo lassunzione di dolci e grassi;
digestione difficile;
alterazioni del peso con sensazione di corpo pesante;
predilezione o avversione per il sapore dolce;
ritenzione di liquidi;
stanchezza mentale con difficolt di concentrazione;
pensieri ripetitivi e ossessivi;
eccessiva preoccupazione;
atteggiamenti rigidi e schemi ripetitivi;
ossessione per i dettagli.
Indicazioni per lequilibrio dello Stomaco, della Milza e dellelemento Terra: per
questa parte valgono le indicazioni generali gi elencate per il trattamento dello
Stomaco, associate al Pancreas/Milza nellelemento Terra.
II punto da contattare
Contattate sul cranio i punti NV di Milza e visualizzate una situazione personale che
non riuscite ad accettare, una situazione che avete digerito, ma non ancora
metabolizzato, che vi preoccupa e suscita pensieri ricorrenti. La stimolazione del riflessi NV e NL di Milza aiuta lorganismo nella produzione di insulina ed enzimi
pancreatici che partecipano al processo digestivo e assimilativo. Contattate il
punto indicato e attendete che si attivi, percependo Ia palpazione sotto le dita,
lasciate che la pulsazione si manifesti per qualche minuto.
Completate lesercizio come descritto, accompagnando lesperienza con il colore
giallo.

Muscolo Sottoscapolare
QUANDO IL CUORE SOFFRE
Muscolo della parte posteriore del torace.
Visione frontale: punto 5
Visione dorsale: punto 25
Testa visione superiore: punto 5
Organo associato: cuore.
Elemento associato: Fuoco.
Meridiano associato: Cuore.
Punti NL: anteriori sul secondo spazio intercostale, posteriori nello spazio
intervertebrale tra la seconda e la terza dorsale.
Punti NV: al centro della sutura coronale del cranio nel punto di incontro con Ia
sutura sagittale. Problemi associati: instabilit dellomero, tendenza alla dislocazione della testa dellomero, limitazione del movimento dellomero, spalla
congelata con dolori, rotazione esterna del braccio con il palmo della mano rivolto
in avanti. Palpitazioni, dolori localizzati al petto, instabilit emotiva, sanguinamento
delle gengive.
Dolore riferito: dolore sulla superficie posteriore della scapola fino allascella.

Consigli alimentari: indicata assunzione di vitamine del gruppo B, vit. E , C e


Calcio.
Indicazioni al trattamento: i punti di riflesso di Cuore dovrebbero essere trattati
ogni volta che lelemento Fuoco in squilibrio nel corpo e quando il muscolo
sottoscapolare e ipotonico.
Azione di attivazione consigliata in caso di:
riduzione o eccessivo contenimento dello spazio personale;
problemi di comunicazione;
traumi emotivi;
manifestazioni povere di affetto verso se e gli altri.
Specifici disagi del corpo o staff emozionali:
pallore o rossore in viso;
dolore e rigidit nella fascia interna dellavambraccio;
problemi alla pressione arteriosa;
disturbi della frequenza cardiaca;
disturbi associati allintestino tenue;
palmo delle mani caldo oppure mani fredde;
insonnia;
inquietudine;
emozioni soffocate;
facilit alle risate;
difficolt di concentrazione;
tensione alla lingua con balbettamento.
Indicazioni per lequilibrio del Cuore, Intestino Tenue, Triplice Riscaldatore,
Maestro del Cuore e elemento Fuoco:
prevenire le forti emozioni e gli stati di stress prolungati, programmando
periodi di pausa e riposo;
evitare leccessivo contenimento degli spazi personali;
in ambienti domestici o di lavoro ricorrere a piante con rami che partono
dalla base del tronco e si sviluppano in modo armonico a candelabro e
disegnano idealmente un triangolo isoscele (acero rosso, ibisco, ciclamino).
assumere cibi di colore rosso che possono aiutare lo scompenso come,
anguria, barbabietola,cavolo, ciliegia, cipolla, fagioli, fragole, lamponi, mele,
melograno, peperone, pomodoro, radicchio, ravanelli, ribes rosso e uva
rosata.
utilizzare nellabbigliamento o nellarredamento il colore rosso o larancione,
il rosa, il rosso rubino o il violetto, utili in caso di stanchezza. Nella scelta del
colore lasciatevi guidare dallistinto.
diffondere nellambiente, lolio essenziale di Arancio Amaro: utile sia nei casi
di ipereccitabilit che in quelli di depressione.

il punto da contattare

Contattate sul cranio il punto NV di Cuore e visualizzate una situazione personale


che vi crea estrema preoccupazione, oppure una situazione in cui non riuscite a
dirigere le risorse e ampliare un progetto.
Contattate il punto indicato e attendete che si attivi, percependo la palpazione
sotto le dita, e lasciate che la pulsazione si manifesti per qualche minuto.
Completate lesercizio come descritto, accompagnando lesperienza con il colore
rosso.

Muscoli Addominali
ACCRESCERE LA FIDUCIA
Muscoli delladdome.
Visione frontale: punto 21 e 22
Visione dorsale: punto 39
Testa visione laterale: punto 7
Organo associato: intestino tenue.
Elemento associato: Fuoco.
Meridiano associato: Intestino Tenue.
Punti NL: anteriori lungo la met inferiore della coscia medialmente (ai lati del
ginocchio interno); posteriori nello spazio intervertebrale tra Ia quinta lombare e Ia
spina iliaca superiore.
Punti NV: sullosso parietale sopra ii meato acustico esterno. Problemi associati:

instabilit cronica del bacino, bacino elevato sul lato opposto alla debolezza, dolore
alle gambe, vene varicose, prolasso dellutero e della vescica, dolori addominali e
mal di schiena, lordosi lombare se la debolezza del muscolo e bilaterale.
Si pu avvertire un senso di debolezza generalizzato, protrusione laterale o
anteriore delle pareti addominali, maggiore sensibilit allinsorgenza di intolleranze
alimentari.
Problemi associati: possibile dolore soprattutto nella parte superiore del muscolo
al di sotto del processo xifoideo, dolore irradiato alla zona lombare.
Consigli alimentari: indicata assunzione di vit. E, ed enzima Q1O.
Indicazioni al trattamento: I punti di riflesso di Intestino Tenue dovrebbero
essere trattati ogni volta che lelemento Fuoco in squilibrio nel corpo e quando i
muscoli addominali sono ipotonici.
Azione di attivazione consigliata in caso di:
riduzione o eccessivo contenimento dello spazio personale;
problemi di comunicazione;
traumi emotivi;
povere manifestazioni di affetto verso se e gli altri;
intolleranze alimentari manifeste e nascoste.
Specifici disagi del corpo o stati emozionali:
disturbi dellintestino tenue con gonfiori e dolori addominali;
dolore e irrigidimento alle spalle;
problemi di assimilazione;
ritenzione di acqua e gonfiore generalizzato;
problemi di udito e ronzii alle orecchie;
difficolt a riprendere forze dopo una fatica;
difficolt di giudizio;
mancanza di fiducia nelle decisioni;
mancanza di chiarezza;
difficolt a proseguire ci che si ha iniziato.
Indicazioni per lequilibrio del Cuore, Intestino Tenue, Triplice Riscaldatore,
Maestro del Cuore e elemento Fuoco: per questa parte valgono le indicazioni
generali gi elencate per il trattamento del Cuore, associato allIntestino Tenue
nellelemento Fuoco.
II punto da contattare
Contattate sul cranio i punti NV di Intestino Tenue e visualizzate una situazione
personale in cui non riuscite pi a distinguere ci che giusto da ci che non lo ,
e a individuare una direzione per timore delle conseguenze.
Contattate il punto indicato e attendete che si attivi, percependo la palpazione
sotto le dita, e lasciate che la pulsazione si manifesti per qualche minuto.
Completate lesercizio come descritto, accompagnando lesperienza con il colore
rosso.

l consiglio in pi
Il trattamento dei punti NL e NV di Intestino tenue e importante soprattutto in caso
di intolleranze alimentari. E necessario effettuare un test di indagine con lo scopo
di contenere gli alimenti causa, di intolleranza e procedere al massaggio dei punti
di riflesso quotidianamente per qualche mese.

Muscolo Sacrospinale
LA COMUNICAZIONE
Gruppo di diversi muscoli sul dorso, a lato della spina dorsale.
Visione frontale: punto 16
Visione dorsale: punto 37
Testa visione laterale: punto I
Testa visione superi ore: punto 2 e 3
Organo associato: vescica
Elemento associato: Acqua
Meridiano associato: Vescica
Punti NL: anteriori a lato dellombelico e sopra la sinfisi pubica; posteriori nello

spazio intervertebrale della seconda lombare.


Punti NV: sono bilaterali e posizionati al centro dellosso frontale a 4 cm. dalla
linea mediana.
Problemi associati: flessione laterale della colonna, inclinazione della testa sul
lato opposto alla debolezza, scoliosi con convessit sul lato della debolezza, dolore
nei movimenti di flessione e rotazione della colonna. Possono essere associati problemi come artrite, reumatismi, borsite, dolori delle spalle in casi pi rari dolori del
gomito, ma anche disturbi della vescica e stati di stress.
Problemi associati: data Ia sua estensione la debolezza del muscolo pu
provocare dolore in diciannove aree distinte della colonna vertebrale.
Consigli alimentari: indicati assunzione di vit. A, vit. C, vit. P, vit.E e Calcio.
Indicazioni al trattamento: i punti di riflesso di Vescica dovrebbero essere
trattati ogni volta che lelemento Acqua e in squilibrio nel corpo e quando il
muscolo sacrospinale ipotonico.
Azione di attivazione consigliata in caso di:
clima freddo;
traumi fisici o emotivi;
problemi di comunicazione;
eccesso di lavoro;
abuso di stimolanti.
Specifici disagi del corpo o stati emozionali:
alterazioni della diuresi con possibili infezioni;
edemi;
dolore alla colonna vertebrale;
disarmonie della colona con alterazione delle curve fisiologiche;
acne dorsale;
crampi al polpaccio;
crampi muscolari;
occhi congestionati e sensibili;
caviglie e piedi deboli;
problemi al quinto dito del piede;
gelosia e sospetti;
risentimento;
stress e stanchezza;
mancanza di coraggio;
assenza di idee;
umore instabile.
Indicazioni per lequilibrio della Vescica, Rene e elemento Acqua:
attuare sane abitudini alimentari e cura del corpo;
praticare regolarmente sport, esercizio fisico e esercizi di respirazione;
creare un equilibrio tra il lavoro e il riposo, con attenzione alle forti emozioni
e alle attivit estreme sia fisiche che psichiche.

contenere labuso di sostanze stimolanti come caff, farmaci o droghe;


proteggere il corpo, soprattutto la zona renale, dai colpi di freddo. In caso di
freddo intenso proteggersi con abiti pesanti, cibi, bevande calde e fare
movimento.
in tutti i casi di estrema stanchezza e debilitazione psico-fisica trascorrere
periodi di inattivit con durata variabile ma sempre in relazione alle necessit del corpo;
effettuare esercizi di visualizzazione lasciando campo libero alle immagini
che si propongono;
incontrare lacqua, per esempio attraverso il bagno, la piscina,
lidromassaggio;
ascoltare musiche che rievocano il rumore dellacqua;
scrivere un diario con i propri sogni;
utilizzare il colore blu/nero nellabbigliamento e nellarredamento per
promuovere il senso di pace e rilassamento;
assumere, se graditi, cibi blu e viola: fagioli neri, semi di sesamo neri, mirtilli
more, more di gelso, susine, uva nera, melanzane, patate viola, riso
selvatico. Lassunzione di questi cibi deve essere sempre in relazione alla
produzione stagionale.
limitare lassunzione di cibi salati artificiali e preferire quelli naturali,
utilizzando alghe e sale marino.

* Il punto da contattare
Contattate sul cranio i punti NV di Vescica e visualizzate una situazione personale
in cui non vi sentite integrati con il mondo esterno e vivete una situazione di
difficolt. Contattate il punto indicato e attendete che si attivi, percependo la
palpazione sotto le dita, lasciate che la pulsazione si manifesti per qualche minuto.
Completate lesercizio come descritto, accompagnando lesperienza con il colore
blu scuro.

Il consiglio in pi
La stimolazione di punti NV e NL di Vescica molto utile per integrate tutte le
funzioni che avvengono per partecipazione di elementi contrari come parte destra
e parte sinistra del corpo, cervello destro e cervello sinistro, o lintegrazione tra la
cellula e tutte le altre cellule dello stesso tessuto.