Sei sulla pagina 1di 4

IDE@ZIONE

Periodico di Cronaca, Politica, Attualità, Cultura, Spettacolo e Sport


www.centrostudiideazione.it
Anno II - Numero 3 ISCRITTO NEL REGISTRO DELLE PUBBLICAZIONI PERIODICHE DEL TRIBUNALE DI TRAPANI AL N. 319 DEL 26-1-09 APRILE 2010

Editoriale
Rivedere le tariffe sui rifiuti
I beni dimenticati Nei singoli comuni del territorio, a parità di condizioni, si paga in modo diverso
E ’ triste constatare come i beni
confiscati alla mafia, non si ri-
escono ad utilizzare per fini sociali.
D opo anni di discussioni e di giochi politici
sotterranei, finalmente con i primi del me-
se di novembre 2009 ha avuto inizio il servizio
o il cartone) o infi-
ne utilizzati (come
i rifiuti organici
In provincia di Trapani c’è il più alto di raccolta dei rifiuti solidi urbani nell’Ato Tp1 che formano il
numero di beni sottratti a cosa no- denominato Terra dei Fenici, trasferendo le compost fertiliz-
stra e non ancora assegnati. Ma cosa competenze dai comuni che hanno sottoscritto zante). Dal recu-
aspettano? le quote azionarie. Per il lettore non informato pero dei materiali
sull’argomento affermiamo che in provincia vi si ha un incasso
La confisca dei beni è stata una del-
sono due Ato: Tp1 e Tp2 (questo ultimo aven- di somme che do-
le scelte maggiormente vincenti nel- te sede a Mazara del Vallo comprendente 11 vrebbero contribu-
la lotta alla criminalità organizzata, comuni), che hanno il compito della raccolta ire ad abbattere la
perché ha indebolito i boss dal punto e dello smaltimento dei rifiuti. L’Ato (acroni- tariffa che i cittadi-
di vista economico, rendendoli più mo di “Ambito Territoriale Omogeneo), Tp2 ni devono pagare
vulnerabili. La legge 109/96 che ha ha iniziato l’attività nel 2006 con gestione in indipendentemen-
previsto l’uso sociale dei beni con- forma diretta, in altre parole con l’assunzione te dalla quantità Autocompattatore
fiscati, era stato il sogno di chi, a diretta del personale e con la fissazione di una dei rifiuti prodotti.
Tia (Tariffa Igiene Ambientale), che si dif- Tutti noi abbiamo iniziato a differenziare i ri- la determinazione delle tariffe era condizio-
cominciare da Pio La Torre, aveva
ferenzia dalla tassa dei rifiuti che si paga nei fiuti per dovere sociale e civico, coscienti che nata dalla situazione dei conti di bilancio, da
pagato con la propria vita l’impegno comuni di Alcamo, Castellammare del Golfo non si può inquinare il mondo, consapevoli equilibri politici in consiglio comunale. Fatto
per sottrarre ai clan le ricchezze ac- e Calatafimi-Segesta e in tutti gli altri comuni che occorre dare il nostro contributo. A que- è che oggi si deve registrare una tale differen-
cumulate illegalmente. Vogliamo va- dell’ambito territoriale. L’Ato Tp1 invece di sto impegno prima di tutto civile dovrebbe fare za. Se poi raffrontiamo le attuali tariffe vigenti
nificare i traguardi raggiunti? Tanto gestire il servizio direttamente, l’ha assegnato fronte un abbassamento della tassa di raccolta rispetto a quella che si applica nell’Ato Tp2 di
più adesso con l’approvazione della in appalto a ditte diverse a seguito gara pubbli- e smaltimento. Ma così sarà? Attualmente nel Mazara del Vallo, riscontriamo una differenza
norma, nell’ultima finanziaria del go- ca di appalto, che come da contratto hanno ini- comprensorio sono vigenti le tariffe già stabi- in più per cui per un locale di 80 mq, mentre
verno, che prevede la vendita all’asta ziato il servizio di raccolta dei rifiuti solidi ur- lite da ciascun comune negli anni precedenti, a Castellammare del Golfo si paga circa 250
bani (diversi dai rifiuti liquidi della fognatura). quando il servizio veniva svolto direttamente euro annue, ad Alcamo circa 200 euro, in uno
degli immobili confiscati alla mafia.
Elemento determinante è stato l’avvio della o in appalto da parte dell’Ente. Per lo stesso dei comuni dell’Ato 2 si paga circa 135 euro.
La vendita dei beni confiscati signifi- raccolta differenziata che consente di recupera- servizio di ritiro e smaltimento nel comune di Sarebbe tempo per i nostri consigli comunali
cherà che lo Stato si arrende di fronte re materiali che rifiuti non sono in quanto pos- Alcamo, a parità di superficie dichiarata si pa- di rivedere le tariffe per adeguarle agli effettivi
alle difficoltà del loro pieno ed effetti- sono essere riutilizzati (il vetro per esempio) o ga di meno che a Castellammare del Golfo e di costi a seguito il nuovo sistema di gestione.
vo riutilizzo sociale, come prevede la trasformati (i metalli come l’alluminio, il ferro più rispetto a Calatafimi-Segesta. Ma si sa che Alberto Provenzano
legge. E il ritorno di quei beni nelle

L’aeroporto dei tanti record


disponibilità dei clan a cui erano sta-
ti sottratti, grazie al lavoro delle for-
ze dell’ordine e della magistratura,
avrà un effetto dirompente sulla stes-
sa credibilità delle Istituzioni. Allora
diamoci una smossa! Interveniamo
L’aumento dei turisti, un’opportunità per il territorio
subito, così come sta facendo il Con-
sorzio Trapanese per la Legalità e lo C erte volte i miracoli accadono e non ci
riferiamo solo a quelli Celesti! In talu-
ne occasioni anche la politica riesce a farli,
le per i nostri prodotti artigianali ma anche
per quelli della raffinatissima filiera agroali-
mentare venga a casa nostra. Un milione di
Sviluppo affinché siano assegnare al
più presto i beni confiscati, prima che sembrerà incredibile, ma è così. In questi presenze nel 2010 non sono bruscolini, ma
tempi, non mancano episodi (rari) di effi- significa tanto: politici marsalesi e trapanasi,
sia troppo tardi. Si perché, se i vari
cienza burocratico-politica, ma soprattutto evitate di litigare e pensate a cose serie, co-
rappresentanti territoriali del gover- di intuizioni geniali. Su un noto quotidiano me il famoso ed incompleto monumento ai
no verifica l’impossibilità di destina- Aerostazione di Birgi
economico a tiratura nazionale spiccava tra “Mille” di Marsala completatelo, ma dedica-
re tali beni ad uso sociale, si può pro- magri aumenti percentuali e molti pesanti l’irripetibile mix di arte, natura e gastrono- telo ai siciliani emigrati nel mondo per colpa
cedere alla vendita degli stessi. Non arretramenti un più che eclatante raddoppio mia), da chiacchierato è divenuto reale. E’ la di una classe politica (fatta anche da siciliani
annulliamo il segno del riscatto di ed in termini di passeggeri e voli dell’aero- prova di una verità pronunciata da Paolo VI e questa è una aggravante), che dal 1860 in
un’Italia civile! porto “Vincenzo Florio” di Trapani-Birgi. “la Politica, se fatta con onestà e passione, è poi impoverì la nostra sfortunata Sicilia.
La notizia non è stata molto ripresa dalla la forma più alta della Carità”. Va dato atto Luigi Culmone
stampa indigena né da quella specialistica; a chi negli anni scorsi, quando l’aeroporto
direttore@centrostudiideazione.it eppure è una di quelle notizie che senza dub- di Birgi boccheggiava, ha saputo con bril-
bio “Ombra” alcuna è tale da fare riempire lante intuizione e grande coraggio, rilanciare Sommario
di legittimo, siculo orgoglio. L’aeroporto questa grande opportunità e con una politica
CASTELLAMMARE DEL GOLFO
di Birgi va a gonfie vele, forse è il primo al commerciale ragionevole fare decollare que-
mondo per incremento percentuale. D’altra sta importante struttura. Un prosit anche a
Concorso “Scopello 2010” 2
parte gli operatori turistici della fascia occi- chi ha saputo realizzare l’intuizione e con-
dentale della provincia se ne sono accorti e solidarne la realizzazione. L’aeroporto, il ri- SALEMI
non solo: si vedono turisti stranieri e “con- lancio della Riserva delle Saline di Trapani Si riparte da zero 2
tinentali” in misura massiccia e non sono e Paceco, la mobilitazione per la salvaguar-
emigrati di ritorno. Sono proprio nordisti del dia della Colombaia a Trapani, il Collegio ALCAMO
nord che macinano chilometri e chilometri dei Gesuiti ad Alcamo, il sempre crescente Le signore in rosso 3
nei nostri centri storici con le loro magliet- successo di San Vito e dello Zingaro, fanno I cani chiedono rispetto 3
te di cotone e le lattiginose bianche gambe ben sperare; sono fiori nel deserto, ma questi
“findus” appena scongelate. Birgi ha rotto il fiori ci sono e vanno coltivati anche meglio. CULTURA & SOCIETà
secolare isolamento della provincia di Tra- Solo dal turismo può venire il rilancio della Teatro, scrittura e lettura al
pani e finalmente il turismo nel nostro terri- economia della provincia. Abbiamo la possi-
sevizio di cultori ed amatori 4
torio (la più bella area del Mediterraneo per bilità unica al mondo che il mercato mondia-
Pagina 2 IDE@ZIONE

Castellammare del Golfo


Provincia Salemi

Concorso “Scopello 2010” Si riparte da zero


L’iniziativa dell’amministrazione comunale Approvato il regolamento delle “Case a 1 euro”
I l centro storico di Salemi, borgo fan-
tasma della provincia di Trapani, di-
sabitato dal giorno del terremoto che
ta al mondo solo da un lungo e stretto
ponte, offre al turista un incantevole e
indimenticabile scenario”. E’ quello
colpì la Valle del Belice nel 1968, potrà che si sta facendo a Salemi. Al Comu-
sperare nella sua ripresa. Ricostruire il ne sono pervenute richieste da Bill
centro storico è un progetto iniziato da Gates, che vorrebbe comprare l’intero
quando Vittorio Sgarbi lanciò l’idea lotto, a Lucio Dalla, Massimo Morat-
della vendita degli immobili alla cifra ti nominato circa un anno fa cittadino
simbolica di un euro. Infatti mancava il onorario. E’ un’iniziativa fatta a regola

Tonnara di Scopello

I ndetto dall’amministrazione comuna-


le di Castellammare del Golfo, il I°
Concorso Letterario “Scopello 2010”.
volta in Italia, oltre al romanzo ed all’ar-
ticolo giornalistico, è prevista la lettera-
tura trasversale, cioè quei testi che non
Il premio, voluto dall’assessore alla possono essere collocati a pieno titolo
Cultura Daniela Di Benedetto, è curato nei generi letterari tradizionali, avendo
da Giuseppina Torregrossa, la scrittrice caratteristiche miste (romanzo, reporta-
che ha riscosso grande successo con il ge, saggio). La commissione esamina-
romanzo “Il conto delle minne”, edito trice, che assegnerà premi in denaro, è
da Mondadori. Il premio letterario non composta da personalità del mondo della
rappresenta solo un evento di carattere cultura: il giornalista Andrea Purgatori,
strettamente letterario, ma anche un’oc- inviato del Corriere della Sera, noto per
casione di promozione del patrimonio le inchieste e i reportage sul terrorismo
culturale, artistico, storico e paesistico italiano, sul rapimento Moro e la strage
di Castellammare. L’amministrazione ha di Ustica; Ivan Lo Bello, presidente di Centro storico di Salemi
scelto il borgo di Scopello per la realiz- Confindustria Sicilia, i magistrati Gio-
zazione del premio, per costruire una re- vanni Tulumello e Alfonso Sabella, le via libera per l’assegnazione delle case d’arte per il recupero urbanistico, con-
lazione stabile ed affettiva tra la città ed giornaliste Myrta Merlino e Roberta Zu- firmato dal Consiglio comunale . E’ un solidamento e risanamento del centro
il premio letterario. Il concorso Scopello nini, l’imprenditrice Francesca Planeta e fenomeno più raro che mai, “confido storico, sia ai fini di eliminare i rischi
è articolato in tre sessioni e, per la prima la studentessa Ornella Randazzo. che questo modello di rapporto tra il per la pubblica incolumità sia al fine
pubblico e privato - dice Vittorio Sgar- di salvaguardare il patrimonio edilizio,
bi - sia un modello per la rinascita di di notevole interesse pubblico, come

Lettera al sindaco di Castellammare


altri borghi e città storiche . Così come bellezza d’insieme e panoramica. To-
è successo a Civita di Bagnoregio (Vt) scani ha inoltre annunciato un progetto
che ho avuto modo di visitare personal- legato alle celebrazioni garibaldine. Si
mente, un esempio di meraviglia unico chiama “Fratelli e Sorelle d’Italia nel

L eggo su un giornale locale, un arti-


colo nel quale si scrive di un “Bi-
lancio Partecipativo”, chiesto ai cittadini
cittadini, e che si è lontani dal concetto
di “Democrazia Partecipativa”, piuttosto
si vuol far passare l’idea, per cercare di
nel suo genere. Era diventata la città
che muore, così chiamata a causa del-
le frequenti frane delle pareti di tufo.
150° anniversario dell’Unità d’Italia”.
Si partirà da Salemi. Sarà fotografato
un gruppo di persone rappresentativo
dall’amministrazione comunale e dal nascondere i vari problemi che afflig- Questo messaggio ha creato tanto pani- di ogni paese, in tutta Italia. Il progetto
sindaco. Quale Bilancio Partecipativo e gono Castellammare. Non vorrei essere co che in pochi mesi molti personaggi sarà finanziato dal Ministero dei Beni
relative proposte chiede il sindaco Mar- polemica, non è mio costume, se penso dello spettacolo e della cultura hanno lì Culturali.
zio Bresciani, peraltro volenteroso, dal che il primo cittadino, non essendo un comprato casa facendola rivivere . Uni- Maria Grillo
momento in cui guida questo paese, co- siciliano, non potrà intuire e capire l’ani-
me una locomotiva a un solo binario e ma e l’intelligenza dei siciliani, interpre-
con una sola direzione la “sua”, lascian- tarne le attese, i bisogni, le aspettative
do disattese esigenze sane e legittime dei non solo economiche della nostra gente.
cittadini? Quali proposte vuole il sinda- Allontani da sé, ogni tanto, lo spettro
co? All’indomani della sua elezione e delle “Mafie”: ci sono altre nobili real-
del suo insediamento, per nostra scelta, tà in questo territorio…da curare. Caro
ho avuto alcuni incontri con lui, garbato sindaco, la Sicilia non è un’isola, ma
e disponibile; ho esposto, sul tema della un continente, come scriveva Goethe:
cultura alcune modeste proposte, a mio il nostro paese, prima che governato, va
avviso utili per la crescita culturale del- capito nelle sue molteplici sfumature e
la cittadinanza, ma le parole non sono sensibilità, va scrutato nel profondo del-
state altre che dei monologhi, degne di la sua sicilianità o sicilianitudine, come
non ascolto, intercalate da interiezioni. preferisce. Il nostro popolo è fiero delle
Forse le proposte espresse con timidità sue tradizioni e della sua storia, che han-
e garbo di cittadina non avvezza a chie- no arricchito l’Italia, l’Europa, il Mon-
dere e a tirare la giacca ai politici di tur- do. Si, capisco, tutto ciò è complicato,
no, non lo hanno interessato. Forse. Qui ma occorre provarci!
sta l’errore! Pertanto, sono convinta che Cordialmente
non importano al sindaco le proposte dei Ignazina Scandariato
IDE@ZIONE Pagina 3

Provincia
ENOGASTRONOMIA

L’Angolo
del Buongustaio
Via Marconi, 2
Tel. 0924 32 050
Castellammare del Golfo (TP)

Alcamo

Le signore in rosso I cani chiedono rispetto


Le Ferrari hanno invaso la Città Lotta di civiltà per la Lega Nazionale per la Difesa del Cane
S uccede nella civilissima Alcamo
che molti cani vengano avvelena-
ti, con il solito metodo delle polpette,
misura anche dal rispetto e dall’amore
verso gli animali, esseri viventi che sof-
frono, piangono e provano sconforto e
oppure abbandonati, perché la gente paure. E’ incredibile che la gente non
non li può più accudire e non esiste una se ne renda conto, ma ancora più grave
struttura pubblica idonea a farlo. Da è l’atteggiamento delle Istituzioni loca-
venti anni, la Sezione di Alcamo della li. Da un lato il Comune che dovrebbe
Lega Nazionale per la Difesa del Cane, realizzare un canile pubblico, dall’altro
si batte senza sosta per proteggere que- l’Asl che dovrebbe provvedere alla ste-
sti animali in difficoltà, abbandonati, rilizzazione dei randagi. A ciascuno il
maltrattati e prevenire il randagismo. suo compito, perché per le Istituzioni
Una lotta di civiltà per promuovere nel- l’indifferenza significa non applicare le
la cittadinanza l’educazione al rispetto norme a difesa degli animali. E non è
dei cani e la salvaguardia del territorio, possibile!
Ferrari in esposizione condotta da uno
sparuto gruppo di

U n grandissimo successo di pubblico


ha ottenuto la manifestazione che
ha visto sfilare per le vie principali di
il vino Alcamo Doc, hanno visitato il Ca-
stello dei Conti di Modica e il Collegio
dei Gesuiti. Nella pausa pranzo gli equi-
volontari dell’As-
sociazione,
spirito di servi-
con

Alcamo 27 Ferrari. Il simpatico evento, paggi e gli altri partecipanti sono stati in- zio e ostinazione,
con il patrocinio del Comune di Alca- vitati nella Masseria Scalilla di Alcamo, purtroppo nella
mo, assessorati allo Sport e alla Cultura, dove hanno consumato un tipico pranzo totale indifferenza
è stato organizzato dall’Associazione siciliano, accompagnato da ottimi vini di privati e Isti-
Club Ferrari “Gilles Villeneuve” di Pa- locali. Infine, nel pomeriggio, ritorno in tuzioni. Anche
lermo. La parata delle auto ha avuto ini- corso VI Aprile e rientro degli equipaggi se i risultati sono
zio intorno alle ore 11 dinanzi il negozio alle proprie sedi. L’evento rappresenta scarsi, questi eroi
di abbigliamenti Riccobono, socio orga- un modo non indifferente per fare cono- non demordono
nizzatore della manifestazione insieme scere e pubblicizzare il nostro territorio perché salvare la
al presidente dell’Associazione Ferrari, ai tanti appassionati della Ferrari e al vita già solo ad un
Vincenzo Corsale. Gli ospiti, ricevuti dal pubblico che le automobili del Cavallino cane è una grande
sindaco della Città, Giacomo Scala, che Rampante sanno richiamare. vittoria. La cultu-
ha offerto a nome dell’amministrazione Nicola Voluti ra di un popolo si

Al di là
dell’Orizzonte Integrare o emarginare
Rubrica di riflessione
da cittadino a cittadino
di Enzo Coppola
gli extracomunitari?
S pinti dal bisogno, dalla povertà e dai re-
gimi, una quantità impressionante di per-
sone cerca un paese dove potersi sfamare e
uccisi, la nascita di una bam-
bina non è una tragedia. E
noi, gente di cultura, benpen-
doppio aspetto negativo della questione: gli
immigrati da una parte vorrebbero inserirsi
nel contesto socio-culturale della città in cui
vivere più serenamente, nella prospettiva di santi, sereni nelle nostre case si trovano, ma non sempre questa loro voglia
un futuro migliore per i propri figli. Lascia- e intenti alla nostre cose, co- è incoraggiata, come se ci sentissimo spo-
no situazioni di profonda misera e condizio- sa facciamo per alleviare tan- gliati di qualcosa di nostro; dall’altra molti
ni di vita inimmaginabili, fatti di morte, sof- te sofferenze, cosa fanno gli di noi pensano che sia giusto una loro totale
ferenza, siccità e torture; persone che hanno stati e le chiese. Abbiamo il integrazione, ma questa ipotesi viene spesso
perso i loro genitori, i loro figli e che sono coraggio di guardare in fac- osteggiata dagli immigrati stessi che temono
impotenti davanti alle avversità. Affrontano cia un nostro fratello senza di essere depredati della loro identità. Biso-
viaggi estenuanti, per deserti e per mare, alla provare un piccolo disagio, gna allora muoversi su due binari paralleli:
mercè di tutti i delinquenti che incontrano ni di ogni tipo. Spesso il sogno si infrange senza fare aleggiare un rossore nel nostro vi- favorire il mantenimento della loro identità
dai quali subiscono violenze e mortificazio- nella cruda realtà di un naufragio o di un at- so? Anche Alcamo non è indenne dalla pre- e offrire la possibilità di integrazione.
tentato e quella nuova terra che credono di senza di tanti fratelli provenienti da altre na-
avvistare all’orizzonte è solo un miraggio zioni, ne conosco a decine e di ogni naziona-
della loro mente. Stivati in un mescolarsi di lità, gente pronta a lavorare e a costruirsi un
odori, di razze e di aspettative, sopra quat- futuro, ovviamente con qualche eccezione.
tro assi di legno a forma di barca nell’impari Penso che il nostro dovere sia fare di tutto
lotta contro il mare e quel blu intenso che si per integrarli nel sistema e nella comunità,
trasforma in mostro, ti avvolge, ti prende, ti senza imporre nulla, aprendo le porte della
trascina e, spesso, ti libera dalle angosce. Ma nostra cultura e della nostra economia, evi-
il viaggio continua e qualcuno raggiunge la tando di farli chiudere in un’enclave. I perni
terra sognata, un mondo colorato e non, fatto su cui si può impostare un intervento teso
solo di sabbia e di cielo, in cui la gente corre a recuperare la loro integrazione sono il co-
senza fermarsi mai, ma mangia e dorme, ha mune con i suoi uffici, i contributi e le inizia-
ospedali e scuole, ha figli sereni, veste alla tive, la scuola con i suoi progetti di recupero
moda, viaggia, gioca e canta; ha una pensio- delle conoscenze e la chiesa con le varie as-
ne ed è accudita, i disabili sono seguiti e non sociazioni per un conforto morale. Noto un
Pagina 4 IDE@ZIONE

Cultura I Sapori

&Società
dei F.lli Di Benedetto
Macelleria - Salumeria - Enoteca
Prodotti Tipici Siciliani - Pasta Fresca - Allevamento Proprio

Via Saragat, 25/29 - Tel. 0924 31352


Castellammare del Golfo

Teatro, scrittura e lettura al sevizio di cultori ed amatori


con, tocca uno scritto, che coglie uno dei mo- tare alla luce i luoghi visitati seguire il 7 maggio al Collegio
dei suoi picchi menti poetici più alti del testo, a chi non era con noi, eppure Gesuitico, Antonella Colonna
di originalità, strutturandolo come una delle avremmo voluto che lo fosse. Vilasi con il libro “Il Terrori-
portando in sce- molteplici tappe dell’unico Perché quando siamo in viag- smo”, il 14, invece, sarà la vol-
na alcuni episo- viaggio che compiono i pro- gio, capita spesso di visitare ta del giornalista palermitano,
di del “romanzo tagonisti del Satyricon. Smon- un luogo che ci fa pensare a Roberto Alajmo, con “l’Arte di
per eccellenza tare il Giocattolo/la Trama è, qualcuno che non è con noi in Annacarsi” ed ultimo “il Caso
dell’antichi- invece, il tema di un corso di quel momento ed allora scatta Genchi” di Gioacchino Genchi,
tà” (ai tempi scrittura creativa, a cura della il desiderio, come una molla, il 21 maggio. Teatro, Scrittura
non esisteva- Scuola Holden ed organizza- di raccontare, al nostro ritorno, e Lettura tre espressioni del-
no i romanzi), to dalla libreria Mondadori non solo con le immagini ma la creatività intellettuale, nel
il Satyricon di di Alcamo, docente Alessan- anche con le parole quanto ab- primo predomina il contatto
Petronio. Testo dro Perissinotto, che si terrà biamo visto, per rendere parte- fisico fra lo spettatore e l’atto-
satirico, viag- presso la sede della libreria, cipe l’altro delle emozioni del re, nella seconda, il comporsi
gio sui generis Piazza Ciullo, sabato pome- nostro viaggio. del pensiero in parole traduce
nei bassifondi riggio 22 e domenica mattina Il docente della Scuola del il fascino intramontabile della
della romanità, 23 maggio. Il corso si propone Viaggio, sempre a cura della scrittura, per giungere infine,
mescola abil- di “smontare un giocattolo ri- libreria Mondadori, è Claudio alla lettura, quando il pensiero
mente avventu- ferendosi alla trama che com- Visentin ed il corso, a numero compiuto si trasmette, attraver-
re e aneddoti, pone un film, un libro”, ecc, chiuso, avrà luogo sabato po- so la carta stampata, dall’au-
sapienza culi- per imparare a scriverne una meriggio 15 maggio. Ed infine, tore al lettore, coinvolgendolo
naria ed erudita in prima persona, chiedendosi la Mondadori presenta la rasse- in quel rapporto privilegiato
mondanità del se è necessario possedere una gna letteraria primaverile, dal che si viene a creare fra chi ha
Scena Satyricon tempo che può propria trama mentale prima 23 aprile al 21 maggio, quattro scritto, sperando di essere letto
trasporsi nella di iniziare a scrivere una sto- appuntamenti di tutto rispetto, e chi legge, sperando o di co-

I l 17, 18 e 19 Aprile, ad Al-


camo, presso l’auditorium
dell’Associazione per l’Arte
realtà dei nostri giorni. “La
Pinacoteca di Eumolpo” (uno
dei giovani protagonisti del
ria; e quale sia, ammesso che
ci sia, l’ordine da rispettare
per raccontare i fatti al lettore.
da Flavio Soriga, Castello dei
Conti di Modica, 23 aprile alle
ore 19 “Il Cuore dei Briganti”, a
noscere l’autore o di diventarlo
lui stesso.
Paola Lombardo
(Axa) si terrà una rivisitazione, romanzo), uno degli episodi Come Scrivere un Reportage

Pasqua sotto rete a Castellammare


in chiave teatrale moderna, di scelti, racconta le cause della di Viaggio è, invece, un corso
uno dei classici dell’antichità decadenza artistica del tempo per coloro i quali vogliono sa-
“Satyricon” di Petronio Arbi- attribuendole alla brama di per raccontare i propri viaggi,
tro, elegantiae arbiter alla dis- denaro nonché la contempla- ricordando che ogni viaggio
soluta corte di Nerone (I sec. zione di un quadro raffigurante ha inizio nell’immaginazione,
d.C.). Il cartellone dell’Asso-
ciazione per l’Arte, a cura di
la caduta di Troia. Una scelta
culturale alternativa quella di
si snoda nella realtà e continua
nella memoria; scrittura e foto U na bella festa di sport la “Pasqua sotto rete” voluta dell’Asd Coast
Cup Team disputatasi presso la palestra Comunale “M. Bonanno”
di Castellammare. Al quadrangolare di volley femminile 4 x 4 hanno
Giuseppe Cutino, iniziato a Massimo Verdastro, il regista di viaggio sono gli strumenti
gennaio, con il Progetto Satyri- del quadro teatrale appena de- più rappresentativi per ripor- preso parte oltre che la locale Pol. Castellammare, il Meeting Partan-
na e le formazioni Ennesi del Leonforte Volley e del Mondial Enna.
Ad aggiudicarsi la manifestazione al termine di una finale equilibrata
e di ottimo livello
tecnico, il team
del Mondial Enna
(nella foto) che ha
prevalso sulla Pol.
Castellammare.
Alla sobria cerimo-
nia di premiazione
a cui è seguito un
rinfresco è interve-
nuto per l’ammini-
strazione comuna- Team vincente
le l’assessore allo
Sport e Politiche Giovanili, Angelo Palmeri. L’attenzione dell’Asd Co-
ast Cup Team è adesso rivolta alla 6^ edizione della Coast Cup in pro-
gramma dal 1 al 10 luglio sul lungomare sabbioso di Castellammare.
Luigi Fundarò

IDE@ZIONE
Direzione, Redazione ed Amministrazione
Corso Garibaldi, 367 - 91014 Castellammare del Golfo
Editore: Centro Studi Ideazione
Presidente: Rosario Di Maria
Direttore responsabile: Piero Rotolo
Convenzionato Azienda AUSL - INAIL - Centro computerizzato per l’analisi del piede Redazione: Alberto Provenzano, Salvatore Drago, Nino D’Angelo
Collaboratori: Franco Navarra, Liberio Lombardo, Castrenze Arduino,
Baldo Savonari, Nicola Voluti, Maria Grillo, Paola Lombardo, Enzo
Coppola, Sabrina Voluti, Mimma Asaro, Luigi Fundarò, Francesca Zizzi,
Via Pietro Scaglione, 12 - ALCAMO Massimiliano Savona, Patrizia Paganelli, Serafino Rescina
Calzature di serie e su misura plantari - tutori (traversa viale Europa, ang. Cassa Don Rizzo) Stampa: Arti Grafiche Campo - Alcamo
calze elestiche - carrozzelle e letti ortopedici Tel. 0924 514005 redazione@centrostudiideazione.it
colostomia - apparecchiature elettromedicali www.ortopediaciriminna.it Chiuso il 15/04/2010