Sei sulla pagina 1di 98
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA DEPARTMENT OF ELECTRICAL ENGINEERING Va ferrata, 1 - 27100 Pavia Per informazioni:

DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA

DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA DEPARTMENT OF ELECTRICAL ENGINEERING Va ferrata, 1 - 27100 Pavia Per informazioni:

DEPARTMENT OF ELECTRICAL ENGINEERING

Va ferrata, 1 - 27100 Pavia Per informazioni: ++39-0382-505-250 fax ++39-0382-422-276

Seminario a conclusione del corso di Energetica Elettrica Laboratorio

Aria compressa: soluzioni per l’ottimizzazione dei costi energetici

Pavia, Venerdì 11 GIUGNO 2010 – AULA SEMINARI PIANO E

11,00-13,00

ing. Luca BICCHIERINI Atlas Copco Italia, Cinisello Balsamo

luca.bicchierini@it.atlascopco.com

DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA DEPARTMENT OF ELECTRICAL ENGINEERING Va ferrata, 1 - 27100 Pavia Per informazioni:
Aria compressa: soluzioni per l’ottimizzazione dei costi energetici Premesse Composizione di una sala compressori Il prodotto:

Aria compressa: soluzioni per l’ottimizzazione dei costi energetici

Premesse

Composizione di una sala compressori

Il prodotto: il compressore d’aria e le sue applicazioni

Principali aree di intervento per la riduzione dei consumi

L’ audit energetico

Il controllo dei compressori a velocità variabile - VSD

Ottimizzazione dei consumi di energia (Sistemi ES-Airoptimizer)

Recupero del calore di raffreddamento dei compressori

Motori ad alta efficienza EFF1 > IE2

Ulteriori opportunità con gli Essiccatori

L’impatto dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE o certificati bianchi)

Case History

luca.bicchierini@it.atlascopco.com

Aria compressa: soluzioni per l’ottimizzazione dei costi energetici Premesse Composizione di una sala compressori Il prodotto:
Il Gruppo Atlas Copco Un leader mondiale nelle forniture di soluzioni per la produttivita’ industriale. Prodotti

Il Gruppo Atlas Copco

Un leader mondiale nelle forniture di soluzioni per la produttivita’ industriale.

Prodotti e servizi che vanno dai sistemi di compressione di aria e di gas, i generatori, alle macchine per le costruzioni e per miniere, agli utensili industriali e ai sistemi di assemblaggio, fino ai relativi servizi di assistenza e noleggio.

In stretta collaborazione con clienti e partner industriali, Atlas Copco e’ innovativa per offrire una produttivita’ superiore.

Con la Direzione in Svezia ,il Gruppo ha una presenza globale in piu’ di 160 paesi nel mondo.

Nel 2008 Atlas Copco aveva 34 000 impiegati e ricavi per 7,7 miliardi di euro.

Il Gruppo Atlas Copco Un leader mondiale nelle forniture di soluzioni per la produttivita’ industriale. Prodotti
I Principali Valori Interazione Impegno Innovazione 4

I Principali Valori

I Principali Valori Interazione Impegno Innovazione 4

Interazione

I Principali Valori Interazione Impegno Innovazione 4

Impegno

I Principali Valori Interazione Impegno Innovazione 4

Innovazione

I Principali Valori Interazione Impegno Innovazione 4
Installazione Tradizionale basata sul concetto di “sala compressori” Compressori Tubazioni di adduzione aria d’aria Essiccatore Serbatoio

Installazione Tradizionale

basata sul concetto di “sala compressori”

Compressori Tubazioni di adduzione aria d’aria Essiccatore Serbatoio aria compressa Filtri Scaricatore elettronico della condensa Separatore
Compressori
Tubazioni di
adduzione aria
d’aria
Essiccatore
Serbatoio aria
compressa
Filtri
Scaricatore
elettronico della
condensa
Separatore
Acqua-Olio
Recuperatore
di energia
– Il prodotto: compressore di aria 6

Il prodotto: compressore di aria

– Il prodotto: compressore di aria 6
Compressore

Compressore

Compressore
Compressore
Tipologie di compressore 8

Tipologie di compressore

8
8
Compressore a vite lubrificato 9

Compressore a vite lubrificato

9
9
Compressore a vite non lubrificato 10

Compressore a vite non lubrificato

Compressore a vite non lubrificato 10
– Le applicazioni 11

Le applicazioni

– Le applicazioni 11
Applicazioni Industria Industria Industria Industria Navale Navale Industrie Industrie Costruzioni Costruzioni meccania meccania chimica e chimica

Applicazioni

Applicazioni Industria Industria Industria Industria Navale Navale Industrie Industrie Costruzioni Costruzioni meccania meccania chimica e chimica
Applicazioni Industria Industria Industria Industria Navale Navale Industrie Industrie Costruzioni Costruzioni meccania meccania chimica e chimica
Applicazioni Industria Industria Industria Industria Navale Navale Industrie Industrie Costruzioni Costruzioni meccania meccania chimica e chimica
Applicazioni Industria Industria Industria Industria Navale Navale Industrie Industrie Costruzioni Costruzioni meccania meccania chimica e chimica
Applicazioni Industria Industria Industria Industria Navale Navale Industrie Industrie Costruzioni Costruzioni meccania meccania chimica e chimica
Industria Industria Industria Industria Navale Navale Industrie Industrie Costruzioni Costruzioni meccania meccania chimica e chimica e
Industria
Industria
Industria
Industria
Navale
Navale
Industrie
Industrie
Costruzioni
Costruzioni
meccania
meccania
chimica e
chimica e
& off-shore
& off-shore
alimentari
alimentari
petrolchimica
petrolchimica

PET – Trasporto pneumatico – Trattamento acque ecc.

Applicazioni Industria Industria Industria Industria Navale Navale Industrie Industrie Costruzioni Costruzioni meccania meccania chimica e chimica
Applicazioni Applicazioni Settore Settore sanitario sanitario Settore ferroviario e Settore ferroviario e dei trasporti dei trasporti

Applicazioni

Applicazioni

Applicazioni Applicazioni Settore Settore sanitario sanitario Settore ferroviario e Settore ferroviario e dei trasporti dei trasporti

Settore

Settore sanitario

sanitario

Applicazioni Applicazioni Settore Settore sanitario sanitario Settore ferroviario e Settore ferroviario e dei trasporti dei trasporti

Settore ferroviario e

Settore ferroviario e

dei trasporti

dei trasporti

Applicazioni Applicazioni Settore Settore sanitario sanitario Settore ferroviario e Settore ferroviario e dei trasporti dei trasporti

Cannoni

Cannoni per

per innevamento

innevamento

Applicazioni Applicazioni Settore Settore sanitario sanitario Settore ferroviario e Settore ferroviario e dei trasporti dei trasporti
Lavorazioni Giunzioni Verniciatura Foratura Assemblaggio Carpenteria metallica 14

Lavorazioni

Giunzioni
Giunzioni

Verniciatura

Lavorazioni Giunzioni Verniciatura Foratura Assemblaggio Carpenteria metallica 14

Foratura

Lavorazioni Giunzioni Verniciatura Foratura Assemblaggio Carpenteria metallica 14

Assemblaggio

Lavorazioni Giunzioni Verniciatura Foratura Assemblaggio Carpenteria metallica 14

Carpenteria

metallica

Lavorazioni Giunzioni Verniciatura Foratura Assemblaggio Carpenteria metallica 14
Applicazioni specifiche per la PA e Aziende a partecipazione pubblica • Strutture ospedaliere, Case di cura

Applicazioni specifiche per la PA e Aziende a partecipazione pubblica

Strutture ospedaliere, Case di cura Università Impianti di trattamento acque Termovalorizzatori Acquedotti Centrali del Latte Aziende municipalizzate ecc.

Applicazioni specifiche per la PA e Aziende a partecipazione pubblica • Strutture ospedaliere, Case di cura
Il parco installato in Europa al 1999 Nazione Totale 10-110 kW 110-300 kW Germania 62.000 43.400

Il parco installato in Europa al 1999

Nazione

Totale

10-110 kW

110-300 kW

Germania

62.000

43.400

18.600

Italia

43.800

30.660

13.140

Francia

43.765

28.885

14.880

Gran

  • 55.000 46.750

8.250

Bretagna

Grecia+

  • 35.660 25.685

9.976

Spagna+

Portogallo

Resto

  • 81.040 56.015

25.024

dell’Europa

Totale

321.265

231.395

89.870

Il parco installato in Europa al 1999 Nazione Totale 10-110 kW 110-300 kW Germania 62.000 43.400
Compressori a a vite con potenza compresa fra fra 4 4 - - 250 250 Kw

Compressori

Compressori aa vite

vite con

con potenza

potenza compresa

compresa

fra

fra 44 -- 250

250 KwKw ilil mercato

mercato inin Italia

Italia

Compressori a a vite con potenza compresa fra fra 4 4 - - 250 250 Kw
Compressori a a vite con potenza compresa fra fra 4 4 - - 250 250 Kw
Compressori a a vite con potenza compresa fra fra 4 4 - - 250 250 Kw

Compressori

Compressori aa vite

vite con

con potenza

potenza compresa

compresa

fra

fra 44 -- 250

250 KwKw segmentazione

segmentazione del

del mercato

mercato

Compressori a a vite con potenza compresa fra fra 4 4 - - 250 250 Kw
Obiettivi del 20/20/20 entro il 2020 Il Parlamento Europeo con una risoluzione del 13 febbraio 2007,

Obiettivi del 20/20/20 entro il 2020

Il Parlamento Europeo con una risoluzione del 13 febbraio 2007, si è posto obiettivi ambiziosi:

– Nel quadro del Protocollo di Kyoto raggiungere una riduzione delle emissioni del 20% entro il 2020;

– Nel settore delle fonti rinnovabili prevedere un aumento del loro livello nel mix energetico UE al 20% entro il 2020;

– Nell’ambito del risparmio energetico aumentare il livello di efficienza degli usi finali di energia di almeno il 20% entro il 2020.

Obiettivi del 20/20/20 entro il 2020 Il Parlamento Europeo con una risoluzione del 13 febbraio 2007,
Utilizzo dell’aria compressa nell’industria Fino al 40% di tutta l’energia el ettrica impiegata da una industria

Utilizzo dell’aria compressa nell’industria

Fino al 40% di tutta l’energia elettrica impiegata da una industria

L’aria compressa in Italia, assorbe circa l’ 11% di tutta l’energia impiegata per usi industriali

Il 32.9 % potrebbe essere risparmiato. Enormi potenziali tecnici ed economici di risparmio

Utilizzo dell’aria compressa nell’industria Fino al 40% di tutta l’energia el ettrica impiegata da una industria
Risparmi potenziali per il sistema Fonte: Il Programma Europeo Motor Challenge Motorizzazioni Risparmio % Motori ad

Risparmi potenziali per il sistema

Fonte: Il Programma Europeo Motor Challenge

Motorizzazioni

Risparmio %

Motori ad alta efficienza

2-8

Corretto dimensionamento

1-3

Variatori di velocità

10-50

Trasmissioni più efficienti

2-10

   

Sistemi ad aria compressa

33

Sistemi di ventilazione

17.5

http://motorchallenge.casaccia.enea.it/

Risparmi potenziali per il sistema Fonte: Il Programma Europeo Motor Challenge Motorizzazioni Risparmio % Motori ad
Nel 2008 il consumo di energia elettrica in Italia per uso industriale è stato di 151.367

Nel 2008 il consumo di energia elettrica in Italia per uso industriale è stato di 151.367 GWh*

Consumo italiano di energia elettrica per uso

151.367

industriale (GWh – mln kWh)

Percentuale media destinata alla produzione

16.650

di aria compressa (11%) – (GWh)

Risparmio potenziale nei sistemi ad aria

5.495

compressa (33%) – (GWh)

   

Piano di azione italiano per l’efficienza

21.537

energetica: obiettivo di risparmio entro il

2016 (GWh) per il settore industria

Quota dell’obiettivo ottenibile con il

25%

potenziale di risparmio relativo all’aria

compressa

 

Pari all’energia prodotta da una centrale a ciclo

combinato (2x380 MW)

Nel 2008 il consumo di energia elettrica in Italia per uso industriale è stato di 151.367

Pari a 5 volte l’energia prodotta in Italia nel 2009 da fonte fotovoltaica (1.000 GWh)

(16.650 - 5.495) x 94% x 30% = stima del calore recuperabile per usi termici, pari a circa 3.145 GWh

Nel 2008 il consumo di energia elettrica in Italia per uso industriale è stato di 151.367

* Fonte:http://www.terna.it/default/Home/SISTEMA_ELETTRICO/statistiche/consumi_settore_merceologico.aspx

22
22
Energia Il ciclo di vita (Life Cycle Cost) di un compressore: i costi >70% >70% energia

Energia

Il ciclo di vita (Life Cycle Cost) di un compressore: i costi

>70% >70%
>70%
>70%
Energia Il ciclo di vita (Life Cycle Cost) di un compressore: i costi >70% >70% energia

energia

energia

33% il potenziale di

risparmio

Strumenti di diagnosi

MB lite – MB lite Plus -

Airscan

Tecnologie disponibili

Compressori VSD

Sistemi ES - AirOptimizer

manutenzione

manutenzione

investimento

investimento

AirConnect

Energy recovery

Essiccatori ES – VSD

Motori EFF1 > IE2

Energia Il ciclo di vita (Life Cycle Cost) di un compressore: i costi >70% >70% energia
Aree di intervento vs risposte tecnologiche MB lite - Airscan Sistemi ES – Airoptimizer Retrofit MKIV-

Aree di intervento vs risposte tecnologiche

MB lite - Airscan
MB lite - Airscan

Sistemi ES – Airoptimizer Retrofit MKIV- settaggio di due pressioni

Airscan – Airnet - Workplace

  • Adjustable speed drives

  • Recovering waste heat

  • Overall system design

  • All other measures

  • Reducing air leaks

Compressori VSD

Energy Recovery

Fonte: SAVE Programme XVII/4.1031/Z/98-266

Aree di intervento vs risposte tecnologiche MB lite - Airscan Sistemi ES – Airoptimizer Retrofit MKIV-
Scelta del sistema di compressione ideale (quantità, qualità e pressione dell’aria oltre che localizzazione degli utilizzi)

Scelta del sistema di compressione ideale (quantità, qualità e pressione dell’aria oltre che localizzazione degli utilizzi)

maggiore è la qualità dell’aria e maggiori sono i costi (compressori

lubrificati o oil-free)

evitare la produzione di aria compressa a pressioni più alte di quelle

richieste

evitare gli usi impropri dell’aria compressa (ad esempio per la produzione

di vuoto o per la pulitura. L’utilizzo di compressori in sostituzione di

ventilatori).

Scelta del sistema di compressione ideale (quantità, qualità e pressione dell’aria oltre che localizzazione degli utilizzi)
Miglioramento della rete di distribuzione progettare con perizia i percorsi e le dimensioni delle tubazi oni

Miglioramento della rete di distribuzione

progettare con perizia i percorsi e le dimensioni delle tubazioni affinché siano ridotte le

perdite di trasporto e quindi la potenza e la pressione di funzionamento richiesta per i

compressori. Utilizzare componenti per la tubazione che riducono le perdite di carico.

Suddividere la rete in due o più sottoreti esercite a pressioni diverse qualora il

processo produttivo lo consenta, invece di produrre tutta la portata richiesta alla

massima pressione. (ogni incremento di pressione di 1 bar nella rete di distribuzione,

comporta un aumento del 7% dei consumi, con pressioni di lavoro nell’intorno dei 7

bar)

Verificare che non siano presenti perdite dovute a fori o tenute non perfette. (ad un

foro di 1 mm è associabile a 6 bar una perdita di portata in volume di circa 1 l/sec, cui

corrisponde una maggiore potenza del compressore di 0,3 kW. Nel caso di un foro di 3

mm la portata perduta è pari a 10 l/sec e il conseguente incremento in potenza

necessario per produrla è di 2,6 kW)

Miglioramento della rete di distribuzione progettare con perizia i percorsi e le dimensioni delle tubazi oni
I costi dell’energia elettrica in Europa e in Italia Euro/kW h 2007 2008 2009 European Union

I costi dell’energia elettrica in Europa e in Italia

Euro/kW h

2007

2008

2009

European Union (27 countries)

0,0835

0,0905

0,0934

Euro area (EA11-2000, EA12-2006, E

0,0850

0,0926

0,0964

Belgium

0,0841

0,0959

0,1009

Germany (including ex-GDR from 199

0,0870

0,0958

0,1005

Spain

0,0832

0,0865

0,0944

France

0,0529

0,0573

0,0654

Italy

 

0,1335

0,1279

Netherlands

0,0890

0,0955

0,1015

Poland

0,0693

0,0814

0,0824

Portugal

0,0687

0,0812

0,0836

Finland

0,0559

0,0626

0,0661

Sweden

0,0553

0,0653

0,0596

United Kingdom

0,0982

0,0945

0,0959

Norway

0,0641

0,0668

0,0680

Fonte:Eurostat

Prezzo dell’energia per utenze industriali con consumi annui compresi fra 2.000 MWh e 20.000 MWh. Prezzi in Euro per kWh IVA non inclusa.

http://epp.eurostat.ec.europa.eu/portal/page/portal/energy/data/database

I costi dell’energia elettrica in Europa e in Italia Euro/kW h 2007 2008 2009 European Union

Prezzo medio 2009 per utenze industriali con consumi > 150.000 MWh (0,089 Euro/kWh)

27
27
– Il controllo dei compressori a velocità variabile 28

Il controllo dei compressori a velocità variabile

– Il controllo dei compressori a velocità variabile 28
Principi di Principi di funzionamento funzionamento N N = = 2 2 x x f f

Principi di

Principi di

funzionamento

funzionamento

NN ==

22 xx ff xx 6060

Principi di Principi di funzionamento funzionamento N N = = 2 2 x x f f

pp

N= velocità di sincronismo

giri/min (il motore ruota sempre a velocità da 1 al 5%

inferiore della velocità di sincronismo del campo magnetico) f = frequenza di rete (Hz) p = numero di poli del motore

Principi di Principi di funzionamento funzionamento N N = = 2 2 x x f f
Funzionamento Funzionamento di di unun compressore compressore VSD VSD Trasduttore Trasduttore di di pressione pressione Domanda
Funzionamento Funzionamento di di unun compressore compressore VSD VSD Trasduttore Trasduttore di di pressione pressione Domanda
Funzionamento
Funzionamento di
di unun
compressore
compressore VSD
VSD
Trasduttore
Trasduttore di
di
pressione
pressione
Domanda
Domanda di
di aria
aria
Aria
Aria fornita
fornita
Frequenza
Frequenza
Potenza Potenza assorbita assorbita Tempo Tempo 00 %%
Potenza
Potenza assorbita
assorbita
Tempo
Tempo
00 %%
Funzionamento Funzionamento di di unun compressore compressore VSD VSD Trasduttore Trasduttore di di pressione pressione Domanda
  • Aria

Funzionamento Funzionamento di di unun compressore compressore VSD VSD Trasduttore Trasduttore di di pressione pressione Domanda

Aria ee velocit

velocitàà

Velocitàà

Velocit

motore

motore

Funzionamento Funzionamento di di unun compressore compressore VSD VSD Trasduttore Trasduttore di di pressione pressione Domanda
Potenze assorbite Compressore VSD Compressore Carico/Vuoto 31

Potenze assorbite

Compressore VSD

Potenze assorbite Compressore VSD Compressore Carico/Vuoto 31

Compressore Carico/Vuoto

Potenze assorbite Compressore VSD Compressore Carico/Vuoto 31
Potenze assorbite Compressore VSD Compressore Carico/Vuoto 31
Perché si risparmia con il VSD 100 90 80 Risparmio energetico 70 60 Carico/vuoto 50 40

Perché si risparmia con il VSD

100 90 80 Risparmio energetico 70 60 Carico/vuoto 50 40 30 VSD VSD 20 10 0
100
90
80
Risparmio energetico
70
60
Carico/vuoto
50
40
30
VSD
VSD
20
10
0
0
12.5
25
40
50
60
75
80
100
portata
FAD [%]
potenza
PC [%]
Le varie tipologie di Check-up energetici 33

Le varie tipologie di Check-up energetici

Le varie tipologie di Check-up energetici 33
Obbiettivi Avere una più chiara consapevolezza dell’energia coinvolta nella produzione di aria compressa; Individuare e quantificare

Obbiettivi

Avere una più chiara consapevolezza dell’energia coinvolta nella produzione di aria compressa;

Individuare e quantificare le potenzialità di risparmio

Obbiettivi Avere una più chiara consapevolezza dell’energia coinvolta nella produzione di aria compressa; Individuare e quantificare
Obbiettivi Avere una più chiara consapevolezza dell’energia coinvolta nella produzione di aria compressa; Individuare e quantificare
TM AIR Scan L’indagine Approccio ai sistemi Distribuzione Domanda Fornitura 35

TM

AIRScan

L’indagine

Approccio ai sistemi

Distribuzione

Domanda
Domanda
TM AIR Scan L’indagine Approccio ai sistemi Distribuzione Domanda Fornitura 35

Fornitura

TM AIR Scan L’indagine Approccio ai sistemi Distribuzione Domanda Fornitura 35
Strumenti di valutazione quantitativa del risparmio energetico conseguibile PRODOTTO POSIZION. DI VALORE AIRSCAN ALTO MEASUREMENT BOX

Strumenti di valutazione quantitativa del risparmio energetico conseguibile

PRODOTTO

POSIZION. DI VALORE

AIRSCAN

ALTO

MEASUREMENT BOX Lite e Lite Plus

MEDIO

PROGRAMMI EXCEL

GRATUITO

Strumenti di valutazione quantitativa del risparmio energetico conseguibile PRODOTTO POSIZION. DI VALORE AIRSCAN ALTO MEASUREMENT BOX
Calcolo dell’energia annua utilizzata per la produzione di aria compressa Cliente: Durata campionamento: 168 inizio campionamento

Calcolo dell’energia annua utilizzata per la produzione di aria

compressa

Cliente:

Durata campionamento:

168
168
 

inizio campionamento

fine campionamento

Ore funzionamento

 

Tempi di funzionamento (%)

potenze assorbite (kW)

   

p L

p UL

Ore

Ore a

Ore a

Ore

Ore a

Ore a

Ore

Ore a

Ore a

Ore

% ore a

% ore a

% ore

 

a

Energia

( kWh )

Modello

Matr.

(bar)

(bar)

totali

carico

vuoto

totali

carico

vuoto

totali

carico

vuoto

Fermo

carico

vuoto

stop

a carico

vuoto

consumata

GA 132 - 10 - FF

     

18956

5694

13262

19052

5719

 

96

25

  • 13333 14,9

71

72

 

42,3

42,9

149

39

6494

GA 132 - 10

     

48112

21030

27082

48112

21030

 

0

0

  • 27082 0,0

0

168

 

0,0

100,0

141

33

0

GA1210 - Pack

     

17468

   

17560

  • 9179 9239

  • 8289 60

     
  • 8321 35,7

76

  • 92 19,0

  • 32 45,2

 

182

39

12168

GA1210 - Pack

     

15911

   

15961

  • 8207 8240

  • 7704 33

     
  • 7721 19,6

118

  • 50 10,1

  • 17 70,2

 

182

39

6669

 

Totale sala (kW h

25331

Energia a

vuoto

( kWh )

2769

0

1248

663

4680

Sala attuale - ore e stati di funzionamento nel periodo di

misura

60% 76 118 168 32 17 60 33 72 71 25 100% 90% 80% 00 70%
60%
76
118
168
32
17
60
33
72
71
25
100%
90%
80%
00
70%
50%
40%
30%
20%
10%
0%
ore
GA 132 - 10
- FF
GA 132 - 10
GA1210 -
GA1210 -
Pack
Pack

compressori

ore a carico ore a vuoto ore fermo
ore a carico
ore a vuoto
ore fermo
n° Sett.ne lavorative Euro/kWh 48 0,1027 Kwh/anno Costo annuo in Eur 1.215.888 124.872
n° Sett.ne lavorative
Euro/kWh
48
0,1027
Kwh/anno
Costo annuo in Eur
1.215.888
124.872

224.640

23.071

Calcolo dell’energia annua utilizzata per la produzione di aria compressa Cliente: Durata campionamento: 168 inizio campionamento
Varie tipologie di audit energetici MB lite 1. Misura degli assorbimenti elet trici di tutti i

Varie tipologie di audit energetici

MB lite

  • 1. Misura degli assorbimenti elettrici di tutti i compressori

Varie tipologie di audit energetici MB lite 1. Misura degli assorbimenti elet trici di tutti i
  • 2. Deduzione della portata dalla misura degli assorbimenti elettrici

  • 3. Stima del risparmio derivante dall’introduzione di compressori funzionanti a velocità variabile

MB lite Plus

  • 1. Misura in continuo della portata e della pressione

  • 2. Misura spot parametri elettrici di tutti i compressori (BT 380 - 400 V - Corrente, Cosfi, Voltaggio, Potenza attiva)

  • 3. Stima del risparmio derivante dall’introduzione di compressori funzionanti a velocità variabile

Airscan

  • 1. Misura in continuo della portata e della pressione

  • 2. Misura in continuo dei parametri elettrici di tutti i compressori (BT 380 - 400 V - Corrente, Cosfi, Voltaggio, Potenza attiva)

  • 3. Precisa quantificazione dei risparmi derivanti dall’impiego di compressori VSD, essiccatori a risparmio energetico, energy recovery e di ulteriori tecnologie disponibili

Varie tipologie di audit energetici MB lite 1. Misura degli assorbimenti elet trici di tutti i
Varie tipologie di audit energetici MB lite 1. Misura degli assorbimenti elet trici di tutti i
Varie tipologie di audit energetici MB lite 1. Misura degli assorbimenti elet trici di tutti i
TM MB lite Check-up energetico gestionale 39

TM

MB lite

Check-up energetico gestionale

TM MB lite Check-up energetico gestionale 39
Il Measurement Box: Risparmi quantificabili Uno strumento di rilevazione dei consumi di aria Uno strumento di

Il Measurement Box: Risparmi quantificabili

Uno strumento di rilevazione dei consumi di aria Uno strumento di rilevazione dei consumi di aria
Uno strumento di rilevazione dei consumi di aria
Uno strumento di rilevazione dei consumi di aria
Consente di ottenere una visione grafica dell’andamento del consumo di
Consente di ottenere una visione grafica dell’andamento del consumo di
aria compressa
aria compressa
Si basa sui cicli di carico/vuoto fino ad un massimo di 8 compressori inclusi
Si basa sui cicli di carico/vuoto fino ad un massimo di 8 compressori inclusi
on/of – inverter e modulata
on/of – inverter e modulata
Deve essere collegato normalmente per un massimo di 7 giorni e le
Deve essere collegato normalmente per un massimo di 7 giorni e le
macchine devono essere sempre alimentate anche a stabilimento fermo
macchine devono essere sempre alimentate anche a stabilimento fermo
(Sabato /Domenica)
(Sabato /Domenica)
Software: è un PC dove saranno riversati i dati registrati per la loro
Software: è un PC dove saranno riversati i dati registrati per la loro
elaborazione
elaborazione
In base alle registrazioni viene creato un profilo del consumo di aria
In base alle registrazioni viene creato un profilo del consumo di aria
Consente di simulare differenti condizioni di funzionamento dei compressori
Consente di simulare differenti condizioni di funzionamento dei compressori
esistenti
esistenti
Prevedere l’inserimento di nuove macchine di tipologia più adatta ON/OFF
Prevedere l’inserimento di nuove macchine di tipologia più adatta ON/OFF
o VSD
o VSD
Si possono quantificare i futuri risparmi energetici
Si possono quantificare i futuri risparmi energetici
Il Measurement Box: Risparmi quantificabili Uno strumento di rilevazione dei consumi di aria Uno strumento di
MB Lite Misura indotta Dalle misure di intensità di corrente di ogni compressore si ricava la

MB Lite

MB Lite Misura indotta Dalle misure di intensità di corrente di ogni compressore si ricava la
MB Lite Misura indotta Dalle misure di intensità di corrente di ogni compressore si ricava la

Misura indotta

Dalle misure di intensità di corrente di ogni

compressore si ricava la portata dedotta di ciascun

compressore

Viene confrontata la misura dei consumi energetici con

quella derivante dalla simulazione dell’introduzione di un

nuovo compressore a velocità variabile, effettuando il

calcolo l'energia risparmiata

MB Lite Misura indotta Dalle misure di intensità di corrente di ogni compressore si ricava la
MB Lite – dalla misurazione alla simulazione misurazione simulazione report 42

MB Lite – dalla misurazione alla simulazione

MB Lite – dalla misurazione alla simulazione misurazione simulazione report 42
MB Lite – dalla misurazione alla simulazione misurazione simulazione report 42
MB Lite – dalla misurazione alla simulazione misurazione simulazione report 42

misurazione

MB Lite – dalla misurazione alla simulazione misurazione simulazione report 42

simulazione

MB Lite – dalla misurazione alla simulazione misurazione simulazione report 42

report

MB Lite – dalla misurazione alla simulazione misurazione simulazione report 42
Visualizzazione dei tempi e dell e potenze in gioco durante le varie fasi di funzionamento (carico/vuoto/fermo)

Visualizzazione dei tempi e delle potenze in gioco durante le

varie fasi di funzionamento (carico/vuoto/fermo)

Visualizzazione dei tempi e dell e potenze in gioco durante le varie fasi di funzionamento (carico/vuoto/fermo)
Visualizzazione dei tempi e dell e potenze in gioco durante le varie fasi di funzionamento (carico/vuoto/fermo)
Visualizzazione dei tempi e dell e potenze in gioco durante le varie fasi di funzionamento (carico/vuoto/fermo)
Visualizzazione dei tempi e dell e potenze in gioco durante le varie fasi di funzionamento (carico/vuoto/fermo)
44
45
45
46
46
47
47
47
MB lite Plus Check-up energetico gestionale

MB lite Plus

Check-up energetico gestionale

MB lite Plus Check-up energetico gestionale
MB lite Plus Check-up energetico gestionale
MB lite Plus Check-up energetico gestionale
MB lite Plus Servizio basato sulla piattaforma MB lite 1. Con l’introduzione della misura in continuo

MB lite Plus

Servizio basato sulla piattaforma MB lite

1. Con l’introduzione della misura in continuo della portata

  • 2. Con l’introduzione della misura in continuo della pressione

  • 3. Con l’introduzione della misura spot parametri elettrici (BT 380 - 400 V: Corrente, Cosfi, Voltaggio, Potenza attiva)

MB lite Plus Servizio basato sulla piattaforma MB lite 1. Con l’introduzione della misura in continuo
Modalità di effettuazione di un MB lite Plus Misuratore di portata Misuratore pressione 50

Modalità di effettuazione di un MB lite Plus

Modalità di effettuazione di un MB lite Plus Misuratore di portata Misuratore pressione 50

Misuratore di portata

Modalità di effettuazione di un MB lite Plus Misuratore di portata Misuratore pressione 50

Misuratore pressione

Modalità di effettuazione di un MB lite Plus Misuratore di portata Misuratore pressione 50
Modalità di effettuazione di un MB lite Plus Misuratore di portata Misuratore pressione 50
TM AIR Scan Check-up energetico gestionale

TM

AIRScan

Check-up energetico gestionale

TM AIR Scan Check-up energetico gestionale
TM AIR Scan Check-up energetico gestionale
TM AIR Scan Check-up energetico gestionale
AIR Scan Le tre possibili tipo logie di indagine N°3 tipologie specifiche di servizio, eventualmente integrabili

AIRScan TM

Le tre possibili tipologie di indagine

N°3 tipologie specifiche di servizio, eventualmente integrabili

Airscan: nella sua impostazione tradizionale (misura delle portate - pressioni - consumi elettrici) > simulazioni e proposte migliorative

Airscan: per le perdite di rete

AIR Scan Le tre possibili tipo logie di indagine N°3 tipologie specifiche di servizio, eventualmente integrabili

Airscan: per analizzare la qualità dell’aria

AIR Scan Le tre possibili tipo logie di indagine N°3 tipologie specifiche di servizio, eventualmente integrabili
AIR Scan Le tre possibili tipo logie di indagine N°3 tipologie specifiche di servizio, eventualmente integrabili
52
52
AIR Scan Perfino una piccola perdita può causare costi rilevanti e tempi di inattività Per le

AIRScan TM

Perfino una piccola perdita può causare costi

rilevanti e tempi di inattività Per le perdite di rete 6 bar 7 bar 10 bar
rilevanti e tempi di inattività
Per le perdite di rete
6 bar
7 bar
10 bar
12 bar
Diametro
Perdita di
aria (l/s) a
6 bar*
Perdita di
Costo
Perdita di
aria (l/s) a
7 bar*
Perdita di
Costo
Perdita di
aria (l/s) a
10 bar*
Perdita di
Costo
Perdita di
aria (l/s) a
12 bar*
Perdita di
Costo
potenza
annuo
potenza
annuo
potenza
annuo
potenza
annuo
del foro:
kW del
(Euro)
kW del
(Euro)
kW del
(Euro)
kW del
(Euro)
mm
compress
compress
compress
compress
ore **
ore**
ore**
ore**
1
0,3
307
1,2
0,3
307
1,7
0,6
614
2
0,7
716
1
10
2,6
2660
11,1
3,2
3274
15,3
5,3
5423
18,1
7
7162
3
27
7,1
7265
30,9
9
9209
42,5
14,8
15143
50,2
19,3
19748
5
108
28,6
29264
123,7
35,6
36426
170,1
59,4
60778
200,9
77,1
78889
10

28,6 kW X 8000 h/anno X 0,1279 Euro/kWh = 29.260 Euro ogni anno

AIR Scan Perfino una piccola perdita può causare costi rilevanti e tempi di inattività Per le

* Temperatura ambiente 15°C, pressione espressa in valori assoluti e foro con coefficiente di scarico pari a 1.

** Potenza equivalente per la compressione della corrispondente portata in condizioni di trasformazione adiabatica.

Le 5 aree di ottimizzazione evidenziate dall’Airscan Dato misurato Simulazione risparmio 100 (risparmi medi sulla base

Le 5 aree di ottimizzazione evidenziate dall’Airscan

Dato misurato

Simulazione risparmio

  • 100 (risparmi medi sulla base degli Airscan effettuati)

1 25% 2 8% 3 15% Eliminazione perdite dalla rete 4 5% 5 5%
1
25%
2
8%
3
15%
Eliminazione perdite dalla rete
4
5%
5
5%

Introduzione di un compressore VSD

Introduzione di un ES130 - Airoptimizer

Ottimizzazione settaggi di pressione

Incremento del volume della rete

Le 5 aree di ottimizzazione evidenziate dall’Airscan Dato misurato Simulazione risparmio 100 (risparmi medi sulla base
AIR Scan TM La simulazione dimostra che i tempi di ritorno degli investimenti sono brevi Cliente

AIRScan

TM

La simulazione dimostra che i tempi di ritorno degli investimenti sono brevi

   

Cliente

Consumo

Intervento

Consumo

Risparmio

Risparmio

Investimento

 

Tempo ritorno

 

base (kWh)

Simulato

(kWh)

(Euro)

(Euro)

investimento

 

Settimana

(kWh)

Settimanali

(48s e 0,1027

(anni)

Settimana

Euro/kWh)

 

Cliente A

 
  • 296.110 Settaggi pressioni

287.094

9.016

44.400

0

   

Cliente B

101.400

ZR315VSD

81.800

19.600

96.600

230.000

 

2,3 anni

Cliente C

 

Valutazione perdite

 

6.360

31.300

1.500 + 3.000

 

0,7 anno

rete

(perdite)

(20% -

6.300)

Cliente D

  • 147.962 ES - Airoptimizer

 

140.487

7.475

36.800

  • 30.000 0,8 anno

   
  • 10.000 0,3 anno

   
AIR Scan TM La simulazione dimostra che i tempi di ritorno degli investimenti sono brevi Cliente
Modalità di effettuazione di un Airscan 1. Sopralluogo 2. Offerta 3. Ordine 4. Installazione strumenti 5.

Modalità di effettuazione di un Airscan

1.

Sopralluogo

  • 2. Offerta

Modalità di effettuazione di un Airscan 1. Sopralluogo 2. Offerta 3. Ordine 4. Installazione strumenti 5.
  • 3. Ordine

  • 4. Installazione strumenti

  • 5. Misurazione

  • 6. Disinstallazione strumenti

  • 7. Report fotografia situazione attuale

  • 8. Simulazione risparmi possibili

  • 9. Presentazione Report al cliente (situazione attuale + simulazioni risparmio)

Modalità di effettuazione di un Airscan 1. Sopralluogo 2. Offerta 3. Ordine 4. Installazione strumenti 5.
TM AIR Scan – Cosa si misura Portata aria – Misura della portata richiesta d alla

TM

AIRScan – Cosa si misura

Portata aria

Misura della portata richiesta dalla rete aria compressa

Potenza

misura della potenza elettrica impiegata nella produzione di aria

Pressione

Temperatura

Determinazione delle perdite

Identificazione e quantificazione delle perdite che generalmente costituiscono circa

 

il 20% della richiesta d’aria del sistema

Qualità dell’aria

Punto di rugiada

TM AIR Scan – Cosa si misura Portata aria – Misura della portata richiesta d alla
La fotografia dell’impianto Fotografia della settimana di Misurazione Quanti kWh ha consumato il cliente per produrre

La fotografia dell’impianto

Fotografia della settimana di Misurazione Quanti kWh ha consumato il cliente per produrre aria compressa

La fotografia dell’impianto Fotografia della settimana di Misurazione Quanti kWh ha consumato il cliente per produrre
La fotografia dell’impianto Fotografia della settimana di Misurazione Quanti kWh ha consumato il cliente per produrre
ES130 Soluzioni disponibili ES 6 ES 8 ES 130 59

ES130

Soluzioni disponibili

ES130 Soluzioni disponibili ES 6 ES 8 ES 130 59
ES130 Soluzioni disponibili ES 6 ES 8 ES 130 59

ES 6

ES 8

ES 130

ES130 Soluzioni disponibili ES 6 ES 8 ES 130 59
ES130 Due principali modalità di funzioname nto per la riduzione dei consumi Riduzione della banda di

ES130

Due principali modalità di funzionamento per la riduzione dei consumi

Riduzione della banda di

pressione (fino ad un minimo

di 0,2-0,3 bar)

Scelta del mix ottimale di compressori

che a parità di portata richiesta,

minimizza i consumi di energia

ES130 Due principali modalità di funzioname nto per la riduzione dei consumi Riduzione della banda di
ES130 Due principali modalità di funzioname nto per la riduzione dei consumi Riduzione della banda di
ES130 Due principali modalità di funzioname nto per la riduzione dei consumi Riduzione della banda di
ES130 Due principali modalità di funzioname nto per la riduzione dei consumi Riduzione della banda di
ES130 Riducendo la pressione media di funz ionamento di 1 bar è possibile risparmiare il 7%

ES130

Riducendo la pressione media di funzionamento di 1 bar è possibile risparmiare il 7% di energia

Tipico settaggio di pressione (1.5 bar) Grazie ai sistemi ES, la pressione di esercizio può essere
Tipico settaggio di pressione
(1.5 bar)
Grazie ai sistemi ES, la
pressione di esercizio può
essere drasticamente ridotta
Pressione media
Pressione media
Pressione minima
Compressore
Sistema tradizionale a cascata
ES6-ES8-ES130
Totale Potenza per 330 l/s
3 GA 37
=
120 kW
Potenziale risparmio riducendo la pressione media
di funzionamento di 0.7 bar
7 % x 0,7 x 120
-
6 kW
Risparmio annuo
8.000 h/anno x 6 kW x 0,1027
Euro/kWh
=
4.900 €/anno
Pressione

6

ES130 Riducendo la pressione media di funz ionamento di 1 bar è possibile risparmiare il 7%
3. Eliminazione fughe aria 62

3. Eliminazione fughe aria

3. Eliminazione fughe aria 62
Fughe aria Misura e quantificazione fughe aria Analisi Bonifica 63

Fughe aria

Misura e quantificazione fughe aria Analisi Bonifica

Fughe aria Misura e quantificazione fughe aria Analisi Bonifica 63
Fughe aria Misura e quantificazione fughe aria Analisi Bonifica 63
Misura e quantificazione delle fughe di aria Profilo di portata Sabato e Domenica 100% 15% 64

Misura e quantificazione delle fughe di aria

Profilo di portata Sabato e Domenica 100% 15%
Profilo di portata
Sabato e Domenica
100%
15%
Misura e quantificazione delle fughe di aria Metodologia utilizzata Noi abbiamo praticamente monitorato (sotto la vostra

Misura e quantificazione delle fughe di aria

Metodologia utilizzata

Misura e quantificazione delle fughe di aria Metodologia utilizzata Noi abbiamo praticamente monitorato (sotto la vostra
Misura e quantificazione delle fughe di aria Metodologia utilizzata Noi abbiamo praticamente monitorato (sotto la vostra

Noi abbiamo praticamente monitorato (sotto la vostra supervisione) la quasi totalità della vostra rete di distribuzione grazie ad uno strumento di rilevazione delle fughe d’aria che misura gli ultrasuoni generati da un flusso di aria compressa che fuorisce anche da una piccola fessura presente sull’impianto di distribuzione. Le reti di distribuzione sotterranee o coibentate non possono essere individuate attraverso questa metodologia.

Misura e quantificazione delle fughe di aria Metodologia utilizzata Noi abbiamo praticamente monitorato (sotto la vostra
Analisi Foto: Descrizione: Descrizione punto di perdita: Tubazione reparto presse Area: Vedi planimetria stabilimento Distanza approssimativa
Analisi Foto: Descrizione: Descrizione punto di perdita: Tubazione reparto presse Area: Vedi planimetria stabilimento Distanza approssimativa
Analisi
Foto:
Descrizione:
Descrizione punto di perdita:
Tubazione reparto presse
Area: Vedi planimetria stabilimento
Distanza approssimativa punto di
misura [m]: 5
Descrizione punto di perdita: Tubazione
banco prove
Area: Vedi planimetria stabilimento
Distanza approssimativa punto di
misura [m]: 5
Descrizione punto di perdita: Tubazione
calata montaggio
Area: Vedi planimetria stabilimento
Distanza approssimativa punto di
misura [m]: 1
Descrizione punto di perdita: Tubazione
distributore
Area: Vedi planimetria stabilimento
Distanza approssimativa punto di
misura [m]: 1

Come si presenta una relazione di un AirScan per l’individuazione delle perdite di rete

Giallo = fuga ridotta Arancione = fuga media Rosso = fuga importante

Analisi Foto: Descrizione: Descrizione punto di perdita: Tubazione reparto presse Area: Vedi planimetria stabilimento Distanza approssimativa

Fuga ridotta

Fuga ridotta

Analisi Foto: Descrizione: Descrizione punto di perdita: Tubazione reparto presse Area: Vedi planimetria stabilimento Distanza approssimativa

Fuga media

Fuga media

Fuga importante Fuga importante
Fuga importante
Fuga importante
AIR Scan Per la qualità dell’aria Contaminanti rilevabili – CO – CO – OLIO Punto di

AIRScan TM

Per la qualità dell’aria

Contaminanti rilevabili

CO

CO 2

OLIO

Punto di rugiada

AIR Scan Per la qualità dell’aria Contaminanti rilevabili – CO – CO – OLIO Punto di
AIR Scan Per la qualità dell’aria Contaminanti rilevabili – CO – CO – OLIO Punto di
– Recupero del calore di raffreddamento dei compressori 68

Recupero del calore di raffreddamento dei

compressori

– Recupero del calore di raffreddamento dei compressori 68
Energy Recovery Recupero del calore di ra ffreddamento dei compressori Potenza assorbita 100% Perdita per irraggiamento

Energy Recovery

Recupero del calore di raffreddamento dei compressori

Potenza assorbita 100%

Energy Recovery Recupero del calore di ra ffreddamento dei compressori Potenza assorbita 100% Perdita per irraggiamento

Perdita per irraggiamento

Calore restante

nell’aria compressa

4%

2%

Energia recuperabile

94%

Sistema integrato

Recupero energetico della

potenza elettrica, fino al 94%

per i compressori lubrificati

e 100% per gli oil free, sotto

forma di acqua calda a 85-90

°C per usi sanitari,

riscaldamento ambienti e

impiego di processo

Energy Recovery Recupero del calore di ra ffreddamento dei compressori Potenza assorbita 100% Perdita per irraggiamento
Recupero di Energia Riutilizzare il calore generato nel processo di compressione risparmiando energia preziosa sotto forma

Recupero di Energia

Riutilizzare il calore generato nel processo di compressione risparmiando

energia preziosa sotto forma di acqua calda

Il calore viene prelevato dal circuito dell'olio del compressore, per mezzo di

speciali scambiatori di calore olio/acqua e trasmesso all'acqua da

riscaldare.

L'olio viene così raffreddato dall'Energy Recovery sfruttando integralmente

la sua potenzialità.

70
70
Le tecnologie disponibili Compressori della serie ZR in versione Energy Recovery – ER) Docce ZR Energy

Le tecnologie disponibili

Compressori della serie ZR in versione Energy Recovery – ER)

Docce ZR Energy recovery
Docce
ZR Energy
recovery
Le tecnologie disponibili Compressori della serie ZR in versione Energy Recovery – ER) Docce ZR Energy
Caldaie ambienti
Caldaie
ambienti

Riscaldamento

Le tecnologie disponibili Compressori della serie ZR in versione Energy Recovery – ER) Docce ZR Energy
Le tecnologie disponibili Compressori della serie ZR in versione Energy Recovery – ER) Docce ZR Energy
71
71
Energy Recovery - Sinterama – Sandigliano (BI) ZR 400 ZR 400 ZR 400 Sala compressori composta

Energy Recovery - Sinterama – Sandigliano (BI)

Energy Recovery - Sinterama – Sandigliano (BI) ZR 400 ZR 400 ZR 400 Sala compressori composta

ZR 400

Energy Recovery - Sinterama – Sandigliano (BI) ZR 400 ZR 400 ZR 400 Sala compressori composta

ZR 400

Energy Recovery - Sinterama – Sandigliano (BI) ZR 400 ZR 400 ZR 400 Sala compressori composta

ZR 400

Sala compressori composta da N° 4 ZR400 (compressori oil free raffreddati ad acqua con potenza nominale di 400 kW) di cui uno in esecuzione atta al recupero di calore attraverso l’acqua di raffreddamento (versione Energy Recovery – ER)

Energy Recovery - Sinterama – Sandigliano (BI) ZR 400 ZR 400 ZR 400 Sala compressori composta

ZR 400 ER

Energy Recovery - Sinterama – Sandigliano (BI) ZR 400 ZR 400 ZR 400 Sala compressori composta

Dal 2000 il calore di recupero viene utilizzato per riscaldare l’acqua a 68 °C inviata poi ad aerotermi che provvedono da ottobre ad aprile al riscaldamento dei magazzini e di alcuni reparti produttivi

Energy Recovery - Sinterama – Sandigliano (BI) ZR 400 ZR 400 ZR 400 Sala compressori composta
Energy Recovery - Sinterama – Sandigliano (BI) (le motivazioni della scelta e i risparmi realizzati) Tipologia

Energy Recovery - Sinterama – Sandigliano (BI)

(le motivazioni della scelta e i risparmi realizzati)

Tipologia

Potenza

TEP annui

Risparmio

risparmio

recuperabile

risparmiati

Euro/anno stimato

(kW)

Energia

287

98*

40.700*

termica

* 4000 ore/anno

Energy Recovery - Sinterama – Sandigliano (BI) (le motivazioni della scelta e i risparmi realizzati) Tipologia

ZR 400 ER

Energy Recovery - Sinterama – Sandigliano (BI) (le motivazioni della scelta e i risparmi realizzati) Tipologia
– Motori elettrici ad alta efficienza 74

Motori elettrici ad alta efficienza

– Motori elettrici ad alta efficienza 74
Motori ad alta efficienza Fino ad oggi solamente per i motori di potenza inferiore a 90

Motori ad alta efficienza

Fino ad oggi solamente per i motori di potenza inferiore a 90 kW

CEMEP

Comité Européen de Constructeurs de Machines Electriques et d'Electronique de Puissance

  • Efficiency Efficiency

Motori ad alta efficienza Fino ad oggi solamente per i motori di potenza inferiore a 90
Motori ad alta efficienza Fino ad oggi solamente per i motori di potenza inferiore a 90
100% 100% 100% High Efficiency High Efficiency 95% 95% 95% 90% 90% 90% 85% 85% 85%
100%
100%
100%
High Efficiency
High Efficiency
95%
95%
95%
90%
90%
90%
85%
85%
85%
Low Efficiency
Low Efficiency
80%
80%
80%
75%
75%
75%
1.1
1.1
1.1
1.5
1.5
1.5
2.2
2.2
2.2
3
33
4
44
5.5
5.5
5.5
7.5
7.5
7.5
1111
11
1515
15
18.5
18.5
18.5
22
2222
30
3030
37
3737
45
4545
5555
55
75
7575
90
9090
Ene rgy Efficient
Ene rgy Efficient
Potenza kW
Potenza kW
Motori ad alta efficienza Standards Standard precedente – Europa: CEMEP (1999): Definisce n° 3 classi di

Motori ad alta efficienza

Standards

Standard precedente

– Europa: CEMEP (1999):

Definisce n° 3 classi di efficienza Eff3, Eff2, Eff1

dove l’Eff1 è la più efficiente

Classi di efficienza disponibili fino a 90kW

Nuovo standard

– IEC 60034-30 (10-2008) / EuP directive 2005/32/EC

Definisce n° 3 classi di efficienza IE1, IE2, IE3 dove

IE3 è la più efficiente

Prevede una ulteriore classe IE4 (“Super Premium”)

con un 15% di perdite inferiori rispetto alla IE3

Classi di efficienza disponibili fino a 375 kW

Motori ad alta efficienza Standards Standard precedente – Europa: CEMEP (1999): Definisce n° 3 classi di
Motori ad alta efficienza Standards Standard precedente – Europa: CEMEP (1999): Definisce n° 3 classi di
Motori ad alta efficienza Standards Standard precedente – Europa: CEMEP (1999): Definisce n° 3 classi di
Motori ad alta efficienza Equivalenza fra i diversi standard IEC 60034-2 (1996) IEC 60034-2-1 (2007) 77

Motori ad alta efficienza

Equivalenza fra i diversi standard

IEC 60034-2 (1996) IEC 60034-2-1 (2007)
IEC 60034-2 (1996)
IEC 60034-2-1 (2007)
Motori ad alta efficienza Equivalenza fra i diversi standard IEC 60034-2 (1996) IEC 60034-2-1 (2007) 77
77
77
Motori ad alta efficienza – caso di un 55 kW Acquisto di un compressore equipagg iato

Motori ad alta efficienza caso di un 55 kW

Acquisto di un compressore equipaggiato di motore ad alta efficienza

Quale scegliere ?

55 kW, motore a 4 poli

Concorrente A: 94,05% eff.

SIEMENS: 95,2% eff.

SIEMENS: 95,2% eff.
Motori ad alta efficienza – caso di un 55 kW Acquisto di un compressore equipagg iato
Motori ad alta efficienza – caso di un 55 kW Acquisto di un compressore equipagg iato
Motori ad alta efficienza – caso di un 55 kW Acquisto di un compressore equipagg iato

Motori ad alta efficienza caso di un 55 kW

Acquisto di un compressore equipaggiato di motore ad alta efficienza

Caso A = Caso A = 6.000 h x 0,1279 €/kWh x 55/0,9402 = € 44.892
Caso A =
Caso A =
6.000 h x 0,1279 €/kWh x 55/0,9402 = € 44.892
6.000 h x 0,1279 €/kWh x 55/0,9402 = € 44.892
Vita media 10 anni
Vita media 10 anni
SIEMENS =
SIEMENS =
6.000 h x 0,1279 €/kWh x 55/0,952 = € 44.335
€5.560
6.000 h x 0,1279 €/kWh x 55/0,952 = € 44.335
€5.560
Differenza su base annua = € 556
Differenza su base annua = € 556
Motori ad alta efficienza – caso di un 55 kW Acquisto di un compressore equipagg iato
E’ possibile ottenere ritorni di immagine per l’azienda Il Programma Europeo Motor Challenge Programma Motor Challenge

E’ possibile ottenere ritorni di immagine per l’azienda

Il Programma Europeo Motor Challenge

Programma Motor Challenge (MCP)

Il Motor Challenge è un programma volontario promosso dalla Commissione Europea per aiutare le aziende a migliorare l’efficienza energetica nei sistemi motore

Chi può aderire al MCP?

Qualsiasi azienda o organizzazione può aderire Partecipante:

Aziende che utilizzano Sistemi Motore

Sostenitore:

E’ possibile ottenere ritorni di immagine per l’azienda Il Programma Europeo Motor Challenge Programma Motor Challenge

Organizzazioni in contatto con gli utilizzatori: produttori, progettisti,

installatori, distributori, ESCO, …

E’ possibile ottenere ritorni di immagine per l’azienda Il Programma Europeo Motor Challenge Programma Motor Challenge
Aree di interventi nel Motor Challenge Sistemi Aria Compressa Sistemi Ventilazione Sistemi Sistemi motore motore Apparecchi

Aree di interventi nel Motor Challenge

Sistemi Aria

Compressa

Sistemi

Ventilazione

Sistemi Sistemi motore motore
Sistemi
Sistemi
motore
motore
Aree di interventi nel Motor Challenge Sistemi Aria Compressa Sistemi Ventilazione Sistemi Sistemi motore motore Apparecchi

Apparecchi

vari

Distribuzione

elettrica

Sistemi di

Pompaggio

Sistemi di

refrigerazione

Aree di interventi nel Motor Challenge Sistemi Aria Compressa Sistemi Ventilazione Sistemi Sistemi motore motore Apparecchi
http://ies.jrc.ec.europa.eu http://motorchallenge.casaccia.enea.it / 82
http://ies.jrc.ec.europa.eu http://motorchallenge.casaccia.enea.it / 82

http://ies.jrc.ec.europa.eu

http://motorchallenge.casaccia.enea.it/

http://ies.jrc.ec.europa.eu http://motorchallenge.casaccia.enea.it / 82
LA SCELTA DEL SISTEMA DI ESSICCAZIONE 83

LA SCELTA DEL

SISTEMA DI ESSICCAZIONE

LA SCELTA DEL SISTEMA DI ESSICCAZIONE 83
SISTEMI DI ESSICCAZIONE: il PUNTO di RUGIADA Prima di passare a aspetti più speci fici dell’essiccazione

SISTEMI DI ESSICCAZIONE:

il PUNTO di RUGIADA

Prima di passare a aspetti più specifici dell’essiccazione dell’aria

compressa è opportuno dare una definizione di PUNTO DI

RUGIADA (anche PDP: pressure dew point ).

Il PUNTO DI RUGIADA indica la temperatura a cui il vapore

d’acqua contenuto nell’aria compressa si trasforma in acqua.

Il PUNTO DI RUGIADA può essere riferito, come solitamente

fatto,

alla

pressione

di

esercizio

di

pressione atmosferica

riferimento,

oppure

alla

SISTEMI DI ESSICCAZIONE: il PUNTO di RUGIADA Prima di passare a aspetti più speci fici dell’essiccazione
SISTEMI DI ESSICCAZIONE: perchè essiccare l’aria compressa Due gli aspetti fondamentali: evitare che la condensa tr

SISTEMI DI ESSICCAZIONE:

perchè essiccare l’aria compressa

Due gli aspetti fondamentali:

evitare che la condensa trascinata possa danneggiare la strumentazione o alterare

la qualità del prodotto finito

evitare che si induca la corrosione di tubazioni e serbatoi con il potenziale rischio

di perdite nell’impianto e la formazione di sporcizia / ruggine che possa ancora una

volta danneggiare la strumentazione o alterare la qualità del prodotto finito

SISTEMI DI ESSICCAZIONE: perchè essiccare l’aria compressa Due gli aspetti fondamentali: evitare che la condensa tr
SISTEMI DI ESSICCAZIONE: perchè essiccare l’aria compressa Due gli aspetti fondamentali: evitare che la condensa tr
SISTEMI DI ESSICCAZIONE: come essiccare l’aria compressa Due i principali principi di essiccazione utilizzati in ambito

SISTEMI DI ESSICCAZIONE:

come essiccare l’aria compressa

Due i principali principi di essiccazione utilizzati in ambito industriale:

la refrigerazione

SISTEMI DI ESSICCAZIONE: come essiccare l’aria compressa Due i principali principi di essiccazione utilizzati in ambito

l’adsorbimento

SISTEMI DI ESSICCAZIONE: come essiccare l’aria compressa Due i principali principi di essiccazione utilizzati in ambito
SISTEMI DI ESSICCAZIONE: come essiccare l’aria compressa Due i principali principi di essiccazione utilizzati in ambito
SISTEMI DI ESSICCAZIONE: come essiccare l’aria compressa Due i principali principi di essiccazione utilizzati in ambito
SISTEMI DI ESSICCAZIONE: come essiccare l’aria compressa Due i principali principi di essiccazione utilizzati in ambito
SISTEMI DI ESSICCAZIONE: la refrigerazione E’ il “principio” più utilizzato in applicazioni in cui non sia

SISTEMI DI ESSICCAZIONE:

la refrigerazione

SISTEMI DI ESSICCAZIONE: la refrigerazione E’ il “principio” più utilizzato in applicazioni in cui non sia

E’ il “principio” più utilizzato in applicazioni in cui non sia richiesta una specifica essiccazione dell’aria compressa.

Il principio è basato su un tipico “ciclo frigorifero” che abbattendo la temperatura dell’aria compressa (poi riscaldata in controcorrente prima di essere resa in rete) riduce il contenuto di umidità nell’aria compressa sino ad un PDP di ca. +3°C nelle condizioni nominali di riferimento.

E’ un sistema dall’investimento contenuto rispetto agli altri garantendo un PDP “peggiore” rispetto ai sistemi ad adsorbimento, e dal punto di vista energetico è gravato dal “solo” costo energetico del compressore frigorifero.

SISTEMI DI ESSICCAZIONE: la refrigerazione E’ il “principio” più utilizzato in applicazioni in cui non sia
SISTEMI DI ESSICCAZIONE: l’adsorbimento E’ il “principio” più utilizzato nelle applicazioni in cui sia richiesto un

SISTEMI DI ESSICCAZIONE:

l’adsorbimento

E’ il “principio” più utilizzato nelle applicazioni in cui sia

richiesto un PDP inferiore per motivi tecnici di processo, o per

l’installazioni con tubazioni in ambienti particolarmente freddi.

Il principio è basato sull’ “adsorbimento” delle particelle umide

dell’aria compressa per mezzo di specifici materiali essiccanti,

con un risultato finale di PDP tipico di -20/-40°C con la possibilità

di arrivare fino a -70°C nelle condizioni nominali di riferimento.

SISTEMI DI ESSICCAZIONE: l’adsorbimento E’ il “principio” più utilizzato nelle applicazioni in cui sia richiesto un
SISTEMI DI ESSICCAZIONE: l’adsorbimento Due i principi di riferimento per la rigenerazione del materiale essiccante: rigenerazione

SISTEMI DI ESSICCAZIONE:

l’adsorbimento

Due i principi di riferimento per la rigenerazione del materiale essiccante:

SISTEMI DI ESSICCAZIONE: l’adsorbimento Due i principi di riferimento per la rigenerazione del materiale essiccante: rigenerazione

rigenerazione “a freddo” HEATLESS tramite aria compressa con un dispendio di

aria compressa di circa il 15-20%

rigenerazione “a caldo” tramite scaldiglie elettriche, vapore, ecc

..

con

un

impegno energetico in kWh di non poco conto e da dover seriamente tenere in

considerazione nella valutazione globale dei costi di esercizio della produzione e

trattamento dell’aria compressa

Relativamente al principio ad adsorbimento con rigenerazione a caldo, esiste

anche la possibilità di poter installare, in esclusivo abbinamento a unità OIL-

FREE, specifici essiccatori “a recupero di energia” che sfruttando l’aria calda

spillata dal compressore consentono una rigenerazione del materiale a “costo

energetico ZERO”, nel nostro caso specifico Essiccatori della Serie MD

SISTEMI DI ESSICCAZIONE: l’adsorbimento Due i principi di riferimento per la rigenerazione del materiale essiccante: rigenerazione
Essiccatori Essiccatori energy energy saving saving Essiccatori MD-MD VSD a recupero di energia Aria Aria calda

Essiccatori

Essiccatori energy

energy saving

saving

Essiccatori MD-MD VSD

a recupero di energia

Essiccatori Essiccatori energy energy saving saving Essiccatori MD-MD VSD a recupero di energia Aria Aria calda
Aria Aria calda non satura utilizzata per deumidificata la rigenerazione Aria fredda Aria calda satura satura
Aria
Aria calda non
satura utilizzata per
deumidificata
la rigenerazione
Aria fredda
Aria calda
satura
satura

L’essiccatore MD consente notevoli risparmi

energetici in quanto sfrutta il calore generato

dalla 2°compressione

Può essere inoltre dotato della tecnologia

VSD, che consente di variare la rotazione del

tamburo in funzione della reale portata di aria

per garantire sempre il punto di rugiada

ottimale.

Essiccatori FD-FD VSD

a ciclo frigorifero e a velocità variabile

Essiccatori Essiccatori energy energy saving saving Essiccatori MD-MD VSD a recupero di energia Aria Aria calda

La tecnologia VSD negli essiccatori FD, consente un risparmio energetico grazie al sistema di regiolazione Elektronikon che varia la velocità del compressore refrigerante, in funzione del livello del carico sull’essiccatore, mantenendo di conseguenza costante il punto di rugiada.

Essiccatori Essiccatori energy energy saving saving Essiccatori MD-MD VSD a recupero di energia Aria Aria calda
SISTEMI DI ESSICCAZIONE: i costi energetici di esercizio K€ Costi di esercizio (1000 l/s) 140 BD

SISTEMI DI ESSICCAZIONE:

i costi energetici di esercizio

K€

Costi di esercizio (1000 l/s) 140 BD type dryer Heatless type dryer 120 FD dryer MD
Costi di esercizio (1000 l/s)
140
BD type dryer
Heatless type dryer
120
FD dryer
MD dryer
100
80
60
40
20
0
  • 0123 Years

rigenerazione a freddo

rigenerazione a caldo

refrigerazione

recupero energetico

SISTEMI DI ESSICCAZIONE: i costi energetici di esercizio K€ Costi di esercizio (1000 l/s) 140 BD
Perché risparmiare energia fa bene anche all’ambiente Da segnalare che tutte le attività volte alla riduzione

Perché risparmiare energia fa bene anche

all’ambiente

Da segnalare che tutte le attività volte alla riduzione dei consumi energetici in kWh, si traducono oltre che in una significativa riduzione dei costi aziendali e un incremento della produttività, anche in una altrettanto importante riduzione dell’impatto ambientale, in te rmini di emissioni evitate di CO2 , nel rapporto:

Perché risparmiare energia fa bene anche all’ambiente Da segnalare che tutte le attività volte alla riduzione
Perché risparmiare energia fa bene anche all’ambiente Da segnalare che tutte le attività volte alla riduzione
Perché gli investimenti si ripagano da soli Il risparmio paga l’investimento
Perché gli investimenti si ripagano da soli
Il risparmio paga l’investimento

I risparmi individuati grazie al servizio Airscan e conseguiti grazie alle tecnologie efficienti

(in particolare i compressori VSD) consentono di ripagare in parte o completamente

l’investimento, che diviene quindi accessibile anche in caso di diverse

destinazioni/assenza di risorse finanziarie per il loro acquisto

Esempio: il compressore che si ripaga da solo

  • 1. L’effettuazione di un Airscan presso un nostro importante cliente ha evidenziato che l’introduzione di un compressore ZRVSD, avrebbe comportato un risparmio di circa 70.000 Euro/anno > (5.833 Euro/mese).

  • 2. Al cliente è stato proposto l’utilizzo della macchina attraverso la formula commerciale della LOM (Locazione Operativa con Manutenzione), ad un canone mensile per 5 anni di 5.800 Euro/mese.

Perché gli investimenti si ripagano da soli Il risparmio paga l’investimento I risparmi individuati grazie al
Grazie all’Airscan si può accedere ai progetti a consuntivo Decreti Ministeriali del 20/07/2004 - “per l’incremento

Grazie all’Airscan si può accedere ai progetti a consuntivo

Decreti Ministeriali del 20/07/2004 - “per l’incremento dell’efficienza energetica negli usi finali di energia (2° Decreto)”.

Airscan

Ex-ante

Progetto a consuntivo (maturazione di TEE/certificati bianchi) Misurazioni Ex-post Risparmio annuale = 1.300.000 kWh 1.300.000 x
Progetto a consuntivo
(maturazione di TEE/certificati bianchi)
Misurazioni
Ex-post
Risparmio annuale =
1.300.000 kWh
1.300.000 x 0,187/1000 =
243 tep = 243 TEE
19.440 Euro anno per 5 anni*
Proposta di progetto a consuntivo
effettuata all’AEEG dalla
ESCO di fiducia del cliente
Grazie all’Airscan si può accedere ai progetti a consuntivo Decreti Ministeriali del 20/07/2004 - “per l’incremento
Grazie all’Airscan si può accedere ai progetti a consuntivo Decreti Ministeriali del 20/07/2004 - “per l’incremento

Compressore VSD

Grazie all’Airscan si può accedere ai progetti a consuntivo Decreti Ministeriali del 20/07/2004 - “per l’incremento

Risparmio annuale = 1.300.000 kWh

(1.300.000 x 0,08) = 104.000 Euro annui stimati con l’Airscan

ZR 700 VSD

*nell’ipotesi di valore di un certificato bianco pari a 80 Euro

Grazie all’Airscan si può accedere ai progetti a consuntivo Decreti Ministeriali del 20/07/2004 - “per l’incremento
Vantaggi per le aziende 1. Significativi risparmi di energia elettrica e di metano 2. Possibilità di

Vantaggi per le aziende

1. Significativi risparmi di energia elettrica e di metano

  • 2. Possibilità di accedere ai benefici derivanti dall’ottenimento

di Titoli di Efficienza Energetica (o cerificati bianchi) –

progetti > 100 TEP se presentati da una ESCO o 200 TEP

se presentati da un Energy Manager (nostro supporto in

fase di scelta della ESCO e accompagnamento nella

definizione del progetto)

  • 3. Di ausilio anche per l'ottenimento delle certificazioni:

    • 4 ISO 14001 - Sistema di Gestione ambientale

    • 4 EN 16001 - Sistema di Gestione dell’energia

La norma EN 16001 riduce i costi

energetici delle aziende che la

implementano

Vantaggi per le aziende 1. Significativi risparmi di energia elettrica e di metano 2. Possibilità di
Siti Internet di riferimento http://www.airforwinners.com/ http://www.atlascopco.com/carbonzerocompressors/ http://www.atlascopco.it/itit/News/ProductNews/090630_ Atlas_Copco_first_to_offer_ certified_net_zero_energy_co nsumption_compressors_-_ the_Carbon_Zero_Range.asp www.classzero.com http://www.atlascopco.com/cnus/Aboutus/Energysavingte chnology/Becausewecare/index.asp 96

Siti Internet di riferimento

http://www.airforwinners.com/

http://www.atlascopco.com/carbonzerocompressors/

http://www.atlascopco.it/itit/News/ProductNews/090630_

Atlas_Copco_first_to_offer_certified_net_zero_energy_co

nsumption_compressors_-_the_Carbon_Zero_Range.asp

www.classzero.com

http://www.atlascopco.com/cnus/Aboutus/Energysavingte

chnology/Becausewecare/index.asp

Siti Internet di riferimento http://www.airforwinners.com/ http://www.atlascopco.com/carbonzerocompressors/ http://www.atlascopco.it/itit/News/ProductNews/090630_ Atlas_Copco_first_to_offer_ certified_net_zero_energy_co nsumption_compressors_-_ the_Carbon_Zero_Range.asp www.classzero.com http://www.atlascopco.com/cnus/Aboutus/Energysavingte chnology/Becausewecare/index.asp 96
Il nostro impegno per una produttività sostenibile 97

Il nostro impegno per una produttività sostenibile

Il nostro impegno per una produttività sostenibile 97
98
98
98