Sei sulla pagina 1di 18

Esame di analisi matematica (Cds.

8615)
9/1/2015 (tempo 2 ore)

Nome e Cognome:
Numero di Matricola:
(1) Trovare tutte le soluzioni dellequazione
(z 2)3 = 1.

(2) Studiare e disegnare il grafico della funzione


(3) Calcolare

f (x) = (x2 4x + 4) |x2 6x + 8|.


log(2 + x2 ) + cos x + log
lim

tan(x4 )

x0

(4) Risolvere lequazione


p
y (t) = t 1 (y(t))2,

 
1
2e

y(0) =

2
.
2

(5) Risolvere lequazione

1
7
y(0) = , y (0) = .
8
8
(6) Usando la definizione verificare che
y (t) y(t) = t2 et ,

lim en = 0.

n+

Soluzioni:
1) Si ha che | 1| = 1, quindi 1 = ei e


i 1+2k /3

zk = 2 + e

k = 0, 1, 2.

Ossia

z0 = 2 + cos(/3) + i sin(/3) = (5 + i 3)/2,


z1 = 2 + cos() + i sin() = 1,

z2 = 2 + cos(5/3) + i sin(5/3)) = (5 i 3)/2.


2) Il dominio delle funzione f `e linsieme R. Visto che x2 4x 4 =
(x 2)2 0 ci si pu`o ridurre a studiare
Si ha

f1 (x) = (x2 4x 4) (x2 6x + 8) = (x 2)3 (x 4).


4
6
4 
8
lim f1 (x) = lim x4 1 2 1 + 2 = +.
x
x
x x
x x
Calcolo della derivata prima e studio del segno:
f1 (x) = 3(x 2)2 (x 4) + (x 2)3 = (x 2)2 (4x 14),

(si `e usata la regola di derivazione del prodotto di due funzioni). Inoltre


7
f1 (x) > 0 (4x 14) > 0 x > .
2
Calcolo del minimo:
27
f1 (7/2) = .
16
Calcolo della derivata seconda e studio del segno:
e

f1 (x) = 2(x 2)(4x 14) + 4(x 2)2 = 12(x 2)(x 3)


f1 (x) > 0 (x 2)(x 3) > 0 x < 2 oppure x > 3.

Il grafico di f si ottiene ricordando che f (x) = |f1 (x)|.

Figure 1. Grafico di f1

Figure 2. Grafico di f
3) Usando le propriet`a dei logaritmi si ha che
 
1
2
log(2 + x ) + cos x + log 2e
=
lim
x0
tan(x4 )


2
log 2 + log 1 + x2 + cos x log 2 1
lim
x0
tan(x4 )
Quindi usando le formule di Taylor:
x2 x4
cos x 1 = +
+ o(x5 ), per x 0,
2
4!

x2  x2 x4
=

+ o(x4 ), per x 0,
log 1 +
2
2
8

e
tan(x4 ) = x4 + o(x4 ), per x 0,
ci si riduce a calcolare il limite
1 x4 + o(x4 )
1
lim 124
= .
4
x0
x + o(x )
12
4) Si ha
Z

ds

=
1 s2

2/2

quindi

arcsin y =
ossia

s ds

t2
+ ,
4
2

t2 
.
4
2
5) Il polinomio caratteristico `e 2 1 = 0. Si ha quindi = 1 e la
soluzione generale dellequazione omogenea `e
y(t) = sin

yom (t) = C0 et + C1 et .
Una soluzione particolare `e della forma
Z
Z
Z

et
2t
t 2 t
t
e
e t e dt dt =
yp (t) = e
e2t t2 dt
3
Integrando per parti si conclude che
 t3 t2
t 1
yp (t) = et
+
6
4
4 8
quindi la soluzione (generale) dellequazione `e
 t3 t2
t 1
+
y(t) = C0 et + C1 et + et
6
4
4 8

Ricordando che y(0) = 1/8 e y (0) = 7/8 si ottiene il sistema

C0 + C1 = 0,
Quindi C0 = C1 = 1/2 e

C0 C1 = 1.

 3 t2
t 5
et
t t
.
+e
+
y(t) =
2
6
4
4 8
6) Il simbolo limn+ en = 0 significa che per ogni > 0 esiste N R
tale che per ogni n > N si ha
< en < .

Si fissi > 0. Essendo lesponenziale positivo si ha che, per ogni n N,


< en . Invece
en < n < log n > log(1 ).

Quindi, la definizione `e verificata prendendo, ad esempio, N = log(1 ).

Esame di analisi matematica (Cds. 8615)


9/1/2015 (tempo 2 ore)

Nome e Cognome:
Numero di Matricola:
(1) Trovare tutte le soluzioni dellequazione
(z 1)3 = 8.

(2) Studiare e disegnare il grafico della funzione


(3) Calcolare

f (x) = (x2 2x + 1) |x2 4x + 3|.

log(6 + x3 ) + sin x log(6ex )


.
x0
log(1 + x5 )
(4) Risolvere lequazione
p
1
y (t) = t 1 (y(t))2 , y(0) = .
2
(5) Risolvere lequazione
lim

7
y(0) = y (0) = .
8
(6) Usando la definizione verificare che
y (t) y(t) = t2 et ,

lim en = +.

n+

Soluzioni:
1) Si ha che | 8| = 8, quindi 8 = 8ei e


i 1+2k /3

zk = 1 + 2e

k = 0, 1, 2.

Ossia

z0 = 1 + 2 cos(/3) + 2i sin(/3) = 2 + i 3,
z1 = 1 + 2 cos() + 2i sin() = 1,

z2 = 1 + 2 cos(5/3) + 2i sin(5/3)) = 2 i 3.
2) Il dominio delle funzione f `e linsieme R. Visto che x2 2x + 1 =
(x 1)2 0 ci si pu`o ridurre a studiare
Si ha

f1 (x) = (x2 2x + 1) (x2 4x + 3) = (x 1)3 (x 3).


2
4
1 
3
lim f1 (x) = lim x4 1 + 2 1 + 2 = +.
x
x
x x
x x
Calcolo della derivata prima e studio del segno:
f1 (x) = 3(x 1)2 (x 3) + (x 1)3 = 2(x 1)2 (2x 5),

(si `e usata la regola di derivazione del prodotto di due funzioni). Inoltre


5
f1 (x) > 0 (2x 5) > 0 x > .
2
Calcolo del minimo:
27
f1 (5/2) = .
16
Calcolo della derivata seconda e studio del segno:
e

f1 (x) = 4(x 1)(2x 5) + 4(x 1)2 = 12(x 1)(x 2)


f1 (x) > 0 (x 1)(x 2) > 0 x < 1 oppure x > 2.

Il grafico di f si ottiene ricordando che f (x) = |f1 (x)|.

Figure 3. Grafico di f1

Figure 4. Grafico di f
3) Usando le propriet`a dei logaritmi si ha che
 
3
log(6 + x ) + sin x log 6ex
=
lim
x0
log(1 + x5 )


3
log 6 + log 1 + x6 + sin x log 6 x
lim
x0
log(1 + x5 )
Quindi usando le formule di Taylor:
x3 x5
sin x x = +
+ o(x5 ), per x 0,
6
5!

x3  x3
=
+ o(x5 ), per x 0,
log 1 +
6
6

e
log(1 + x5 ) = x5 + o(x5 ), per x 0,
ci si riduce a calcolare il limite
1 5
x + o(x5 )
1
1
=
=
.
lim 5! 5
5
x0 x + o(x )
5!
120
4) Si ha

y
1/2

quindi

ds

=
1 s2

arccos y =
ossia

s ds

t2
+ ,
3
2

t2 
.
3
2
5) Il polinomio caratteristico `e 2 1 = 0. Si ha quindi = 1 e la
soluzione generale dellequazione omogenea `e
y(t) = cos

yom (t) = C0 et + C1 et .
Una soluzione particolare `e della forma
Z
Z
Z

et
2t
t 2 t
t
e2t t2 dt
e
e t e dt dt =
yp (t) = e
3
Integrando per parti si conclude che
 t3 t2
t 1
yp (t) = et
+ + +
6
4
4 8
quindi la soluzione (generale) dellequazione `e
 t3 t2
t 1
y(t) = C0 et + C1 et et
+ + +
6
4
4 8

Ricordando che y(0) = y (0) = 7/8 si ottiene il sistema

C0 + C1 = 1,
Quindi C0 = 0, C1 = 1 e

C + C = 1.
0
1
 t3

t2
t 1
y(t) = e e
.
+ + +
6
4
4 8
6) Il simbolo limn+ en = + significa che per ogni M > 0 esiste
N R tale che per ogni n > N si ha
t

M < en .

Si fissi M > 0. Allora


M < en log M < n.

Quindi, la definizione `e verificata prendendo, ad esempio, N = log M.

Esame di analisi matematica (Cds. 8615)


6/2/2015 (tempo 2 ore)

Nome e Cognome:
Numero di Matricola:
(1) Trovare tutte le soluzioni dellequazione
z 4 = 4.

(2) Studiare e disegnare il grafico della funzione


f (x) = x5 e|x| .
(3) Calcolare

tan x arctan x
.
cos x arccos x x
(4) Risolvere lequazione
lim

x0
2

y (t) = t5 y(t) + t5 ,

y(0) = 0.

(5) Risolvere lequazione


y (t) 6y (t) + 5y(t) = tet ,

y(0) =

(6) Usando la definizione verificare che


2n
lim
= 0.
n+ 1 + n2

5
1
, y (0) = .
64
64

Soluzioni:
1) Si ha che | 4| = 4, quindi 4 = 4ei e

1+2k
k = 0, 1, 2, 3.
zk = 2ei 4 ,
Ossia

z0
z1
z2
z3

= 1 + i,
= 1 + i,
= 1 i,
= 1 i.

2) Il dominio delle funzione f `e linsieme R. Visto che la funzione `e


dispari (per ogni x R, f (x) = f (x)) ci si pu`o ridurre a studiare
f1 (x) = x5 ex ,

per x 0. Si ha

x5
x+
x+ ex
Utilizzando, ad esempio, 5 volte il teorema di De lHopital si trova che
il limite precedente `e uguale a
5!
lim x = 0.
x+ e
Si ha inoltre f1 (0) = 0. Calcolo della derivata prima e studio del segno:
lim f1 (x) = lim

f1 (x) = 5x4 ex x5 ex = x4 ex (5 x),

(si `e usata la regola di derivazione del prodotto di due funzioni). Inoltre


Calcolo del massimo:

f1 (x) > 0 0 < x < 5.

f1 (5) = 55 e5 .
Calcolo della derivata seconda e studio del segno:
e

f1 (x) = ex x3 (x2 10x + 20)

f1 (x) > 0 0 < x < 5 5 oppure x > 5 + 5.


Il grafico di f si ottiene ricordando che la funzione f `e dispari.

Figure 5. Grafico di f
3) Applicando il teorema di De lHopital una volta si ottiene
1 + (tan x)2

lim

1
1x2

2 sin x +

x0

1
1+x2

(ancora una forma indeterminata del tipo 0/0). Applicando il teorema


una seconda volta ci si riduce a
lim

x0

2 tan x(1 + (tan x)2 ) +


2 cos x +

2x
(1+x2 )2

x
(1x2 )3/2

=0

4) Si ha
Z

ds
=
1+s

s5 ds

quindi
log(1 + y) =

t6
,
6

ossia
t6

y(t) = e 6 1.

5) Il polinomio caratteristico `e 2 6 + 5 = 0. Si ha quindi 0 = 1,


1 = 5 e la soluzione generale dellequazione omogenea `e
yom (t) = C0 et + C1 e5t .
Una soluzione particolare `e della forma
Z
Z
Z

e5t
t t
4t
5t
e te dt dt =
e
yp (t) = e
e4t t2 dt
2

Integrando per parti si conclude che


et
yp (t) = (8t2 + 4t + 1)
64
quindi la soluzione (generale) dellequazione `e
et 2
(8t + 4t + 1).
64
Ricordando che y(0) = 1/64 e y (0) = 5/64 si ottiene il sistema

C0 + C1 = 0,
y(t) = C0 et + C1 e5t

Quindi C0 = C1 = 0 e

C0 + 5C1 = 0.

et 2
(8t + 4t + 1).
64
2n
6) Il simbolo limn+ 1+n
2 = 0 significa che per ogni > 0 esiste
N R tale che per ogni n > N si ha
2n
< .
<
1 + n2
Si fissi > 0. Allora, per ogni n N,
2n
.
<
1 + n2
Resta da verificare la seconda disuguaglianza. Si ha
2n
2n
< 0 < n2
+ 1.
2
1+n

La precedente disequazione `e soddisfatta se


r
1
1
n> +
1.

2
Quindi, la definizione `e verificata prendendo, ad esempio, N = 1 +
q
1
1.
2
y(t) =

Esame di analisi matematica (Cds. 8615)


6/2/2015 (tempo 2 ore)

Nome e Cognome:
Numero di Matricola:
(1) Trovare tutte le soluzioni dellequazione

z 4 = 8 + 8 3i.

(2) Studiare e disegnare il grafico della funzione


f (x) = x3 e|x| .
(3) Calcolare
sin x arcsin x
.
cos x arccos x x
(4) Risolvere lequazione
lim

x0
2

y (t) = t6 y(t) + t6 ,

y(0) = 0.

(5) Risolvere lequazione


y (t) 6y (t) + 5y(t) = te5t ,

y(0) =

(6) Usando la definizione verificare che


1
lim
= 0.
n+ 1 + n2

1
1
, y (0) = .
64
64

Soluzioni:

1) Si ha che | 8 + 8 3i| = 16, quindi 8 + 8 3i = 16ei2/3 e


zk = 2ei

Ossia

z0
z1
z2
z3

2+6k
12

k = 0, 1, 2, 3.

= 3+
i,
= 1 3i,
= 3 i,
= 1 3i.

2) Il dominio delle funzione f `e linsieme R. Visto che la funzione `e


dispari (per ogni x R, f (x) = f (x)) ci si pu`o ridurre a studiare
f1 (x) = x3 ex ,

per x 0. Si ha

x5
x+
x+ ex
Utilizzando, ad esempio, 3 volte il teorema di De lHopital si trova che
il limite precedente `e uguale a
3!
lim x = 0.
x+ e
Si ha inoltre f1 (0) = 0. Calcolo della derivata prima e studio del segno:
lim f1 (x) = lim

f1 (x) = 3x2 ex x3 ex = x2 ex (3 x),

(si `e usata la regola di derivazione del prodotto di due funzioni). Inoltre


Calcolo del massimo:

f1 (x) > 0 0 < x < 3.

f1 (3) = 27e3 .
Calcolo della derivata seconda e studio del segno:
e

f1 (x) = ex x(x2 6x + 6)

f1 (x) > 0 0 < x < 3 3 oppure x > 3 + 3.


Il grafico di f si ottiene ricordando che la funzione f `e dispari.

Figure 6. Grafico di f
3) Applicando il teorema di De lHopital una volta si ottiene
cos x

lim

2 sin x +

x0

1
1x2
1
1x2

(ancora una forma indeterminata del tipo 0/0). Applicando il teorema


una seconda volta ci si riduce a
sin x x(1 x2 )3/2
=0
x0
2 cos x + (1xx2 )3/2
lim

4) Si ha
Z

ds
=
1+s

s6 ds

quindi
log(1 + y) =

t7
,
7

ossia
t7

y(t) = e 7 1.

5) Il polinomio caratteristico `e 2 6 + 5 = 0. Si ha quindi 0 = 1,


1 = 5 e la soluzione generale dellequazione omogenea `e
yom (t) = C0 et + C1 e5t .
Una soluzione particolare `e della forma
Z
Z
Z

et
5t 5t
4t
t
e te dt dt =
e
yp (t) = e
e4t t2 dt
2

Integrando per parti si conclude che


e5t 2
(8t 4t + 1)
yp (t) =
64
quindi la soluzione (generale) dellequazione `e
e5t 2
(8t 4t + 1).
64
Ricordando che y(0) = y (0) = 1/64 si ottiene il sistema

C0 + C1 = 0,
y(t) = C0 et + C1 e5t +

Quindi C0 = C1 = 0 e

C0 + 5C1 = 0.

e5t 2
y(t) =
(8t 4t + 1).
64
1
6) Il simbolo limn+ 1+n
2 = 0 significa che per ogni > 0 esiste
N R tale che per ogni n > N si ha
1
< .
<
1 + n2
Si fissi > 0. Allora, per ogni n N,
1
.
<
1 + n2
Resta da verificare la seconda disuguaglianza. Si ha
1
1
< 0 < n2 + 1.
2
1+n

La precedente disequazione `e soddisfatta se


r
1
n>
1.

q
Quindi, la definizione `e verificata prendendo, ad esempio, N = 1 1.