Sei sulla pagina 1di 3

L'inquietante legame tra psicopatia e la leadership

http://www.forbes.com/sites/victorlipman/2013/04/25/the-disturbing-link-between-psychopathyand-leadership/
di Victor Lipman
Non l'immagine che ci piace avere quando pensiamo a business leaders. Ma una
preoccupante ricerca indica che nelle file del senior management, un comportamento psicopatico
pu essere pi comune di quanto si pensi - pi prevalente di fatto di quanto questo comportamento
cos aberrante si verifica nella popolazione generale.
A prima vista questo pu sembrare controintuitivo, persino scandaloso. Tendiamo a pensare
la psicopatia come la provincia di criminali, con qualit di leadership che possono fa arrivare
qualcuno al vertice, diciamo, di qualche frangia di un culto - non in una sala riunioni. Ma prima di
discutere la ricerca, consideriamo per un momento perch questa possibilit in realt meno
bizzarra di quanto possa sembrare inizialmente.
I tratti distintivi della personalit psicopatica coinvolgono comportamento egocentrico e
grandioso, completamente deficiente di empatia e di coscienza. Inoltre, gli psicopatici possono
essere carismatici, affascinanti e abili a manipolare le interazioni one to one. In una societ
(corporation), la propria capacit di promozione determinata in larga misura dalla capacit della
persona di impressionare favorevolmente il suo diretto responsabile. Purtroppo, alcune di queste
qualit psicopatiche - in particolare fascino, carisma, grandiosit (che pu essere scambiata
erroneamente per visione o fiducia) e la capacit di "perfomare" in modo convincente nelle
situazioni one-to-one - sono anche le qualit che possono aiutare uno ad avere successo nel mondo
degli affari.
Un libro eccellente, Snakes in Suits: Quando gli psicopatici vanno a lavorare, di Paul
Babiak, Ph.D., e Robert Hare, Ph.D., pubblicato nel 2006, l'opera fondamentale sul tema e offre
una panoramica completa su come gli psicopatici effettivamente operano sui luoghi di lavoro.
Alcune citazioni
Varie doti (abilities) capacit (skills)1, in realt - rendono difficile riconoscere gli psicopatici per quello che sono. In
primo luogo, essi hanno un talento per leggere le persone e prendere loro rapidamente le misure. Essi identificano
cosa piace e cosa non piace a una persona, motivazioni, necessit, punti deboli e vulnerabilit [] In secondo luogo,
molti psicopatici danno limpressione di avere ottime capacit di comunicazione orale. In molti casi, queste capacit
sono pi apparenti che reali a causa della loro prontezza a entrare nel mezzo di una conversazione senza le inibizioni
sociali che ostacolano la maggior parte delle persone [...] In terzo luogo, essi sono dei maestri nel gestire le impressioni;
i loro insights circa la psiche degli altri insieme a una superficiale - ma convincente - fluenza verbale permette loro di
cambiare la loro situazione con molta abilit, cos come richiede la situazione stessa e il loro piano di gioco.

Gli autori osservano inoltre che molti psicopatici, ovviamente, non sono adatti per
l'ambiente degli affari:
Alcuni non hanno abbastanza capacit sociale o di comunicazione per interagire con successo con gli altri,
basandosi invece sulle minacce, la coercizione, intimidazione e la violenza di dominare gli altri e ottenere ci che
vogliono. Generalmente, tali individui sono manifestamente aggressivi e piuttosto odiosi, ed improbabile che
affascino vittime alla sottomissione, basandosi piuttosto sul loro approccio violento (bullyng approach). Questo libro
(Snakes in Suits) non tanto su di essi, quanto su coloro che vogliono usare il loro 'fascino mortale' per truffare e
manipolare gli altri.

Traduco con dote ability e con abilit, skill. Il primo indica capacit per lo pi innate, il secondo competenze che si
possono acquisire.

Quanto prevalenti sono gli psicopatici nei ranghi del senior management? Conteggi esatti
sono impossibili da ottenere. ( umoristicamente difficile immaginare un ricercatore che si avvicini
a un capo delle risorse umane e chieda, Vorremmo fare delle ricerche per valutare quanti
psicopatici ha la vostra organizzazione nella sua leadership.) Nel 2010, tuttavia, Paul Babiak,
Robert Hare e Craig Neumann hanno avuto l'opportunit di esaminare psicopatia in un campione di
203 persone provenienti da programmi di sviluppo manageriale di numerose aziende. Anche se
questi individui non erano ancora agli alti livelli delle loro organizzazioni, potenzialmente erano
sulla buona strada per arrivarci.
I risultati dello studio sono inquietanti, evidenziando la grande quantit di prove aneddotiche
i ricercatori stavano da tempo radunando. La ricerca ha dimostrato che circa il 3% di coloro che
sono stati valutati in questo programma di studio per lo sviluppo gestionale erano nel range
psicopatico - ben al di sopra l'incidenza del 1% nella popolazione generale. Per fare un paragone,
l'incidenza di psicopatia nella popolazione carceraria stimata intorno al 15%.
***
Sono stato attratto da questo tema alla fine di una lunga carriera nel mondo degli affari,
cercando di dare senso a ci che avevo osservato nel corso degli anni, i molti dirigenti (e caratteri)
che avevo conosciuto, e il tipo di personalit che di tanto in tanto eccellevano in ruoli di leadership.
Sto dicendo che un gran numero di dirigenti sembrano possedere tali qualit? Niente affatto certamente molti imprenditori sono tra le persone pi ammirevoli, pi complete che ho avuto il
privilegio di conoscere. Ma noterei anche che per raggiungere i pi alti livelli di un'organizzazione
ci sono a volte - naturalmente non sempre, ma a volte - elementi di egocentrismo e di spietatezza
che possono aiutare nella propria vita ... e questo mi fa credere che il lavoro di Babiak e Hare sia,
purtroppo, insightful e preciso.
Secondo una mia stima del tutto non scientifica, penso io personalmente che la leadership
aziendale sia composta per il 3% di psicopatici? Non ho modo di verificarlo, ma una reazione
istintiva che nella mia esperienza (dati i rigidi standard per una vera psicopatia clinica) il 3% mi
pare uno poco troppo alto. Direi anche che l'incidenza della psicopatia in tale leadership supera il
livello dell1% della popolazione generale? Per i punti citati in precedenza, mi sembra del tutto
ragionevole.
Un ultimo ma non trascurabile argomento: Dato il reale danno potenziale che gli psicopatici
collocati in posizioni di potere possono causare (sia per le altre persone che per le stesse
organizzazioni), quali passi possono fare le aziende per aiutare a prevenire assunzioni costose e
dannose ed errori di promozione?
Snakes in Suits dedica circa 40 pagine a questo importante argomento (lettura che vivamente
consiglio a tutti i dirigenti delle Risorse Umane). Per motivi di brevit, qui ci sono tre mie
considerazioni fondamentali che ritengo che commissioni di assunzione, consigli di
amministrazione, e dirigenti dovrebbero tenere a mente quando considerano dei candidati per
assunzioni di alto livello e le promozioni.
PIANIFICAZIONE DELLA SUCCESSIONE INTERNA - Un programma di successione interna ben
concepito il modo migliore per vaccinare una organizzazione nei confronti del pericolo di un
candidato disastroso, in quanto tali decisioni per una promozione avranno richiesto
presumibilmente anni - non ore - per studiare un individuo in azione e osservare il suo
carattere.

FOCUS SU RISULTATI TANGIBILI E VERIFICATI - Poich candidati interni non sempre sono una
scelta soddisfacente, quando l'assunzione deve venire dallesterno, ci si concentri su reali
risultati sostanziali che possono essere verificati - pi che sul fascino personale e la forza della
personalit. Mentre carisma e capacit di parlare in modo persuasivo sono naturalmente doti
di leadership desiderabili, lo sono anche nel repertorio di uno psicopatico. Assicurarsi che ci
sia una solida base di realizzazione effettiva per supportare tutte le richieste.
RACCOGLIERE TUTTO IL POSSIBILE CIRCA IL CARATTERE MORALE ED ETICO DI UN CANDIDATO Questo non sempre facile durante una intervista formale, ma tutte le sottili intuizioni che si
possono ottenere sulla bussola morale e il sistema di valori di un individuo pu essere
decisivo. Tenete a mente le capacit di uno psicopatico di manipolare una situazione e di dire
agli intervistatori ci che lui o lei crede che essi vogliano sentire.
In breve, questa solo un'altra lente attraverso la quale vedere le assunzioni di alto livello e le
promozioni. Ma pu essere un obiettivo che vale la pena guardare attentamente quando uno
consideri gli alti costi umani e finanziari di una leadership psicopatica.