Sei sulla pagina 1di 2

GIOVEDI 15 OTTOBRE 2014

GEOMETRIA

Dimensione dello spazio vettoriale

1
3
Nello spazio dei vettori 2 , vengono dati i vettori , . Questi due vettori, costituiscono una base di 2 ???
2
0
Per risolvere questo esercizio bisognerebbe controllare che ogni vettore di 2 sia scrivibile come combinazione
dei due vettori dati, e che il modo di scrivere questo vettore unico. Tuttavia esistono dei criteri, che
coinvolgono le matrici, che permettono di stabilire velocemente se due vettori possono costituire una base.
Prima di procedere a parlare di matrici, tuttavia enunciamo alcuni concetti che risulteranno successivamente
importanti riguardo agli spazi vettoriali:
- ogni spazio vettoriale finito ammette una base, ed ogni base possiede esattamente lo stesso numero di
elementi. Il numero di elementi di una base chiamato dimensione dello spazio vettoriale, e rappresenta un
invariante, cio non varia in qualsiasi sottospazio di uno spazio definito. Per esempio ogni sottospazio non vuoto
di 2 ha dimensione 2 e la sua base sar sempre formata da 2 vettori.

- prendendo elementi indipendenti dello stesso spazio, allora questi vettori formano una base ( la
dimensione dello spazio vettoriale). Viceversa, scelti elementi di uno spazio -dimensionale, se questi vettori
sono generatori (cio ogni vettore dello spazio vettoriale esprimibile come loro combinazione), allora questi
vettori sono anche indipendenti.

Basi e determinanti di matrici 2x2 e 3x3

Ricordando la definizione di matrice, cio una struttura matematica del tipo:


che possiede alcune operazioni come somma e prodotto, introduciamo anche il concetto di determinante
per alcuni casi semplici di matrici, anche se questo concetto potrebbe essere esteso a qualsiasi tipo di matrice
quadrata, cio con lo stesso numero di righe e colonne.
In particolare dunque il determinante di una matrice 2x2 definito come:

Tornando allargomento principale, due vettori di uno spazio vettoriale costituiscono una base di quello
spazio se e solo se la matrice formata dai coefficienti di vettori diversa da 0.
1
3
Nel caso di prima per esempio, per controllare che i vettori formino effettivamente una base di 2 ,
2
0
1 3
bisogna calcolare il determinante della matrice
. In questo caso per esempio il determinante sarebbe
2 0
1 3
uguale a
= 1 0 2 3 = 5 0, quindi i due vettori rappresentano effettivamente una base dello
2 0
spazio vettoriale 2 .

Risulta abbastanza chiaro il perch il determinante formato dai due vettori debba essere necessariamente diverso
da 0. Per essere una base sufficiente che i due vettori siano essere indipendenti, infatti se lo sono,
tenendo conto che sono due vettori, in uno spazio vettoriale a dimensione due, visto il teorema precedente,
questi di sicuro formano una base.

Per dimostrare il criterio, dimostriamo linverso del teorema, e cio che se due vettori sono dipendenti
allora sicuramente il determinante della matrice dei vettori 0, e che se il determinante della matrice 0
allora sicuramente i due vettori sono dipendenti. Dimostrando questi due fatti allora, avremmo dimostrato
anche linverso, cio il teorema che si voleva.

Dimostrazione

Innanzitutto, evidente che se i vettori sono dipendenti, cio del tipo = , = = , il

determinante della matrice dei vettori zero, infatti si ha che (per come definito il determinante di una
matrice 2x2):

det() =
= = 0

per qualsiasi , , scelti.

Inoltre se il vettore ha = , = , allora ovviamente i vettori e sono dipendenti, infatti si

0
0
ha che = = 0 . Lo stesso ragionamento applicabile nel caso in cui si abbia che = .

0
0

Se invece si ha che non il vettore nullo, allora poich per ipotesi il determinante dei due vettori e

uguale zero, si avrebbe che:

= 0 = 0 =

= , avremmo che = e = , e cio si ha che = e = . Il vettore

pu quindi essere espresso come =


= . Si ha quindi che i vettori e non sono

indipendenti, il secondo infatti ottenibile moltiplicando il primo vettore per = = .


Definendo ora =

Abbiamo quindi dimostrato che se e solo se il determinante della matrice di due vettori appartenenti a
uguale a zero, allora questi due vettori non sono una base di . Implicitamente quindi abbiamo anche
dimostrato che se e solo se il determinante della matrice formata da due vettori appartenenti a
diversa a zero, allora questi due vettori costituiscono una base di .
La stessa dimostrazione pu essere effettuata per qualsiasi tipo di matrice quadrata, tenendo conto che il calcolo
del determinante varia per a seconda del numero di righe e di colonne della matrice stessa.
Per esempio nel caso di una matrice 3x3, si ha che: con
1
2
3

1
2
3

2 = 1 2
3
3

2
2
1
3
3

2
2
3 + 1 3

2
, ,
3