Sei sulla pagina 1di 4

1

700 PART E V - L' OR G A N IZZ A Z T O N E DELLO ST A TO C O MUN I TA

38 cost . ,

realizza te in modo assai incongruo, c on la cre a zione di un grandissi- mo nu m ero di istituti , ch e i mportano un costo enorm e non compen - sato da i servizi resi, e dei quali d a molti dec e nni si a t t ende la rifor-

ma ), o ppure di cultur a , o ricr e ativi, o di credi t o e risp a rmio, ecc .

o di pre v idenza (in attu a zion e delle prescrizioni

de l l'a rt .

ass u mono

mic i»

men t e ( e non solo in v i a ac ci de ntale ;

stato) re a lizzano i f ini pubbli c i s tici

men t e d e gli st r um e nti o ffe r t i da l diritto priva t o.

c om e l' i . r . i.

da ll o st a t o è più acce nt uata, sicch è c omp et e a . q u esto d i impartire

Pa rt i colare

import a nz a

i c. d . «enti

s ) :

pu b blici econo-

(es.: 1'« ent e n a zi o nal e i d rocarburi

en t i c h e ì s tituzional - av ve n ir e a nche per lo

come può

loro impos ti giov a ndosi unica-

Pe r ' a lcuni fr a essi ,

indu s tri a l e»),

l a dip e ndenz a

i s titu to

r icost r uzi one

I dirett i ve, nomin a r e e revoca r e i ti tol a ri de gl i orga ni di d ir e zione ,

eserc i ta r e

a tt i , d i sc i o glim e nt o deg li orga ni co ll e gi a li , ecc. ( 1 ) .

l a v i g il a nz a ,

con i r e l a ti v i

pot er i d i ann ull ame nto

degl . i

f"

SEZ . I , CAP. I - LE VARIE S PEC I E

D I AUTONOM IA

701

Bi so gna altr es ì ri sa lire

alla legge per decid er e

circa la po s sib i -

l it à d i r evoca re il ri c onos c imento d a to all a f orm a zione di un en t e , ess endo v i altrimenti un generale diritto dell ' ente alla su a perm a-

nenza in vit a , sa lv o n a turalmente

d ell'Impossibilit à s opr a vvenuta

necessari, che sono quelli che la legge costringe a formare , nessun

Per gli enti

il cas o d e ll ' estinzione di pote r lo conseguire.

del . fìne, o

valore può ass um ere l' a tto di volontà dei componenti diretto a farli c essare, mentr e u n r ec esso generale con l a c on s eguente estinzione è

possibile nei c o n~ ronti di quelli volont ar i.

L'estinzione

t o t a l e ( o parzi a le

per gli enti c omplessi,

cio è I or-

. r n a ti da una plu ra lit à di e nti minor i , quali a d e s empio i « consorzi ») l ' a sorger e il probl e m a della succession e . Si ritiene (in applicazione

a nalogica di norm e de ttate dal codice ci v il e) che

ce ssato debbano e s s e r e co nferiti ad altri e nti av enti

i n mancanz a,

i beni dell'ente fini analoghi, o ,

all o s t a to ( 1 ).

I l m inister o

de ll e pa r tecip a zio n i st a t a li ( l . 22 d i cemb r e 1956 ,

n. 1589 ) , gi à rico r d ato, h a l a fu n z ione di i n qu a d rare

pli n a unit ar ia l e « pa rt ec i pazioni» T a li p a rtecip a zi o ni ( che posso n o

» ,

co m e n e l c aso d e l p ossess o di u n a p a rte d e l p acc h ett o az ion a rio ) r i- gua r dan o non ogni s p ec i e di i mpr es e ma ( a lm e n o per ora) s olo quelle c u i prim a sopraint e nd eva i l mini ste ro delle f i n a n ze, no nch è le a z ien -

so tt o un a di s ci-

9. - O c corr e r ic ordare

come una pubblicit à sui generis è quell a

ma ch e, pur non presentando

cio è per il fatto

nes -

dello sta t o in i mprese p rodutti v e .

es s e re « diret te »

o « indirette

. c he viene attribuit a a d e n t i i qu a li non deriv a no da un atto di

v olontà dello st a to , non s oddisfano a fini a ssumibili da questo, n è

s ono sottoposti

s una delle car a tteristiche , che contrass e gn a no

t utta v ia con s ider a ti

del quale fanno

parte (come a v v i e n e per esempio per gli enti pubblici ecclesi a -

tale ' pubblicit à è loro accordata dall'ordinamento

che

gli enti pubblici , sono

a l s uo c ontrollo,

pubblici

'~,

in via rifle ssa ,

de pa trimoni a li dello s te s s o

ster o d e lle partecip a zioni

i m p r e s e, bensì sugli

detto , l ' i . r . i. e l'e.n . i . (2) ( 3 ).

mi nist e ro. s i e s e r c it a no

In r e a l tà

non g i à d ir et t a mente

i po t e ri

de l dica- sulle

e nti c h e le r ag gruppa no

e che so n o, c ome si è

s tici) (2) . Ciò import a

che ad essi non si conferisca

la situazione che

a gli a l tri enti pubblici proviene dalla connessione

dei loro fini con

q uelli de ll o stato (p e rtanto

si parla di una «pubblicità

speciale » ) .

( 1 ) O ltr e

a ll a

c it a t a

opera

di O tt a vi a n o ,

v. BENVENUTI , No l e pr e l.

per

u n a c l ass it , d e ll e im p r es e n az i o n a li z z a t e ,

in Riv . in t, di s c i en . : :e soc., " 195 4;

A RE N A A . , L e so c i e t à co mm. pu bbl. , 194 2 ; M ESCHI N I, A l c un e cons id . s ull a natura

e nti p u b bl . ,

d i op e ra r e

me nt e

1 95 8, p. 22 7 segg .

de ll e s o c i e tà ,

19 5 8 ,

p. 858 segg . ,

che

po ne

in riliev o ec on o mic a

l a fun z ione gover n at i và;

d i

t a li

e nti

co me st r u ment i

de ll a p o litica

e p rincipal-

GIANN I N I M. S ., L e i mp r ese pu bbli c h e

in It a li a, i n R i v i s t a

(2) Su l mini s t e r o

d e ll e p a rt e cip a zion i

v. o l t r e

a l la

c i t .

o p e ra

d e l Bac h e l et ,

G r A ccHI , i n Riv . d e ll e s ocietà, 1 956, p. 445 ; F R A NC HI N I, in R e v u e d r oi t p ubli c,

195 7 , p . 23 1 ; D 'A L BE R GO, Le part e c i pazio n i statali , 1 958.

se l a rego l ament a z i o ne

n c ll a mater i a d e ll 'econom i a d ia lu ogo

n i stra tivo .

195 5 , e spec i e qu e ll o d e l CASETTA, i v i , p. 33 9. Sull a mat e r ia comi n c ia ad av er s i

u n a

s ta to a mmi -

( 3 ) S i d i s cut e

vas ta

V . s ulla

le tteratur a .

del co m plesso

d e ll e a tt i vità

de ìl o

a d u n ramo

n e ll a

p i ù

a u tonomo

del d i r i t to

q u es t ione

g l i

sc rit t i

ri v i s t a

I l d i r i tt o d e ll 'ec onomia ,

del l ' H u ns a ,

W irt -

La tratt az i one

a mpi a

è qu el l a

s c l ui ft s ure ru a lt unqsr ec hr , 2 vo I . , 1 953- 1 954 .

~

r l i( l

( 1 ) Su tali

pr ob l e mi

v . M IELE G . , In

t e m a di s u cce s s ion e

di enti pubbl .

t er r i t. , in A r c hivio

pubb l ici ,

[ ina r i. dir . p ub b l . , 1 959, p . 417.

s tudi c orporat., 1932; V I G NOC C lU, La successione fra e nti

st es so

A . N orm e regolo e suc ces sione fra comuni, in Rio ,

1 95 6 , e dell o

(

2) f!; d a

ent i cc c l es i a st i c i

ril evare

c h e

l a possibiìità

di c o nf e rir e

c ar a ttere l o sta to V : anche

pubblici s ti co della questi o n e GISMONDI, Gli

a g l i

è v i va mente

contro v ers a .

V . p e r

1956, p . 201 segg .

FE Rn ABO SC J I J , G l i e n t i ecc l es iastici,

e n ti ec c l es i a s t i c i n e ll a teo ri a delle persone giuro pubblich e ,

in Rio, it . , sci e nz e

q iur ., 1 9 55 - 5 6 .

p ote s t à

Pc r

e nti

d i cu lt o n a t u ra

diversi

pubblica.

d a quelli

de ll a chi e sa

cattolic a

si dev e

H

a lle

e sc lud e r e

R . D . 3 0 o tt o br e Hl l lO n . 1731 e i l R. D . 19 n ove mbre 1 9 31 n . 1 5 61, che conf er i-

s c o no

« C o muni tà ì s r n c l ì ti c h c » .

c h c a ss um a n o

d ' i m p c r o

Incost i tu z i o n a li

d eg li

app ar t e n en ti

s ono

da riten e r e

n c i co nfro nti

a ll'ebr a i s mo

I

702 PAI l TE V - L' O RGAN I ZZAZ I O NE D E LLO STATO C O MU NITÀ

c he pre c edono

in t rod u rre

c h e a ss u mono ril eva n za p e r il diritto pubblico

m az i o ne che s a r à d a t a alla medesim a . La co m unità s ociale intesa in sen so am p io, in qu an to co m prensiva di tut t i i cent r i di potere che

n on sono inserit i n e ll ' org a nizzazione a ppaio n o suscet tibil i d i c o n tra pporsi

nell' a mbito st a bi l it o da ll a cos t ituzion e , deve es ser e e saminata tenen -

l'azion e

d e llo stato, e che quind r

10. - Le osse r va zi on i

a l la t r a t t a zion e

hanno

avuto

lo scopo d i

an alitica d el l e varie fi gur e di autonomi a

e d a spiegare la siste-

dire t t a

a d essa ' e di limit a rne

do distinta qu e ll a s u a p a r t e che c omprend e i so gget t i abilitat i a d agire i n v es t e di pubbl i ca a utorità, o comu n que c ost itu i ti per sod-

disfar e

a fini di i n te r esse

ge n e rale , d a ll 'a ltr a

p a rt e

c he riguard a

j n vece i so g get t i p r i va t i .

G li ist i tuti d i auto nomi a

pu b blic a po s son o p oi esse r e a loro volt a

di f f e renzia t i in d u e g r a ndi cate gorie , secondo un triplic e criteri o

des unto d a lla n a t u r a

int e res s i

va ti a s è dallo s t a to - a ppara to. L a prima ca t ego ri a comp rend e le auto-

nomie che po ss on o c hi ama r si « politi c h e »

qu e lle attribuite

de llo st a to . È evident e

c o me la natura s tes s a d e ll a funzione e lo s c o po p e l qu a le se ne auto -

zion e a ll a form a zi o n e

d e l s og ge tto c u i è c on c e ssa ,

e n a tur a

d a ll a specie degl i de i c on t rolli r i ser -

e son o

s u c ui in c id e e da ll a e s i s t e nza

in se n s o proprio

a l co r p o e l e ttor a l e,

on de c o n se n t i r n e

l a partecip a-

d el l a vo l o nt à s uprem a

r izz a l ' esercizio escl u d ono l a possibilità

di c ontr o lli

s ul modo in cui

e s s o si effe t tu a ,

s ul

c ont e nu t o delle m a nife s t az ioni

es presse " doven -

dosi limitare g 1 i i n te rv e n t i

modi e delle f or me

Rientrano in q u e s t a c a t e goria: l a potest à p o pol a r e di interve - n i r e nell a formazio ne de ll e l e ggi medi an t e r e f ere nd u m , quelle di ini-

d e llo stato s olo a ll a det e rminazione

p el lo r o e strinsecarsi .

de i

es t er n e d a osserv a re

zi at iva e di p e t i zi o n e ed inf i ne il pot e re

d i v e r se

per l a u g u a l e f ina lit à

di or ga nizz a rsi s p e cie di auto nomi e ,

loro at tribuit a

in partit i a ccomunabìl ì

p o li t ici. So no qu a tt ro

t u t ta v ia

o gruppi soci a li d i indiriz zare

r it tur a di fa re ve nir e m e no i ' c om a nd i d a lor o e m a n a ti ( 1 ) .

di co nsentire a singoli

o addi-

l a v o l on tà d e g li or ga ni st a t a li,

U n po s to a p a r t e

h a il poter e c on f erito

a i c it t a dini

di esperire

( 1 ) Co me prim a

s i è s pi e gat o ,

a ffi d a t a

n o n s i includ e

a l p o p o l o

in qu este

fo rme di t i t o lari

di autonomi a di cariche

ment re

l

p u bb l ic h e p e rchè es s a

u e ll e a l t re f o rme il po p o l o s i pre se nt a in u na p os i z i one d i distacco , o , addirit -

t u r a di , contrapp o s izi o n e

t e n d o

'att i v ità

di pr epos i z i o n e

co n l ' e l e z i o n e

f o r m a t i

è i m m e di ata m en te

ri s p e tt o

va d i o rg an i

fa t ta

v a l e r e

s ta t ali,

a ll a v o l ontà

dallo stato,

met-

i n e s ser e

a tti v it à

av e nt e e ff i c a ci a s o st i tu t i v a ,

o di co ntr o llo ,

o abrogatìv a

S E Z. I , CA P . I - L E VA R I E S PE C I E D I A U TO NO M I A

703

le

i diritti

« azioni

p o p o l a ri » . Può essere dubbi a

l a lor o

cl a ssifi ca zion e f r a

è di

poli t ici

o qu e ll i ci v i ci . In o g ni ca s o loro c aratteristic a

tendere

non gi à a contribuire alla form a zion e della volontà dell o

stato,

bensì a d ott e ner e

l'ad e gu

a zion e

( a ttr a ver s o

l'intervento

d e l

magistrato) delle pubbliche a u torit à a lle norme che ne limit an o l'azione (1).

,( a ut o nomie private» v i e ne i n c onsiderazione, c o m'è

ovvio , la regol ament azione

f ra lor o . bensì d i qu e lli che s i in s t a ur a n o co n lo s t ato , in r a gion e

d elle pr estaz ioni

privati, sin go li o a ss o c i a ti , o vice ve r s a p e r l ' a d emp imento

di ' costo r o ve r so il p r imo. Ed è i n r e l a zion e

sarann o distint e l e s ituazioni Prim a di p r o c edere a ll o

ma occo rr e

del ' p o te re f r a l ' a pp a r a to d'esser e d e i rap p o rti

a sso c i a ti si tr agg on o g li el em en t i p er l a c o n f i g u r a zione

di s t a to » . I n fa tti

autonomi e

ampli a o l e r es t r i nge , l e col o ra in u n modo o in u n altro , in a rm o - nia ai fini f ond ame nt a li delle f orz e , p o liti c h e dom inanti . Or a a ppunt o

non gi à d e i r a pp o rti dei soggetti st ess i

Per le

p o s t e

a c a ri c o

d i q u est ' ul t imo ,

a v an t ag gi o

d e i

d e i d o v e r i

a t a li di v erse s p ec i e ch e

s te ssi . lo s ch e-

so g g et ti ve c onn esse a i rapporti s t u d io d e l , q u a l e s i è enuncia t o

r e n de r s i , c onto com e da ll a d i v e rs ità

sov ran o e g li

d e ll a di s tribu z ion e

e n t i s og g e tti , nonchè d a l mod o

e g li indi v idui

s in go li

o

d e lle « f orm e

r ego la

la s f er a

dell e

di v er s i,

l e

fr a lo s t a t o - ce n tr a l e

og ni o rdin am ento

e p ri va te

posit i v o

pu b bli c h e

in li mit i

e c o n co ntenuti

all e configur az ioni tipiche che lo s t a t o, c o n s ider a to sott o qu es t o

riguardo ,

h a a s sunt o

ne l l a storia, biso g n e r à

d e di c are qualche

c e nn o ,

necessario

a ll o s c opo di fare intender e

i cara t te ri

che lo st a to it a li a no ' si è d a ta, in corris ponde nza

propri della fo rm a a gli ori e nt a m e nt i

dominanti n e ll a c oscienza dell'epoc a c ont e mporanea .

La c ono scen z a

di tali car a tteri ,

a su a volt a, consentirà

di f 'ar e da pr e n-

intende re più es a t t ame nte

de r e in co n s i d er az i o ne,

c on il si ste m a . o r g a nizzativo

e spr i m e l a « f o rm ul a politica » d e l nuo v o s t a t o .

il signif ica t o de i s ingoli istituti

che son o d a a p p r ezza r e

d e ll a co m u ni tà

a ppunto in armoni a soc i a le, nell a qu a l e

si

(1 ) Cfr . l e v oc i di CRISAFU LLI, PALADl N, L U G O <<I A z i o n e p o po l a r e »

ment e

n e l N u o o o D i ge st o, N oo i ss im o

Di qest o e En c i c l o p e d i a

diritt o .

ri s p et ti-

I

C APITOLO

II

LE F OR M E

DI ST A T O

11 . - L e f o rme di gover n o s ono contr add i st in te,

co m e s i è vi s to,

dai d ive r s i m o di d e ll a d is tribu z i o ne

cos tituzionali

g l o b a l e, c ioè non

s olo dell a or ga ni zza zi o n e a ut o rit a ri a s upr e m a, b e n s ì dei modi d i

di

stat o ri s ulta d a ll a co n s id e r a zi o n e

del pot e r e sovra n o fr a g li org a ni

d e ll e forme

dell o s t ato.

In v e ce l ' indi v idu az i o n e

del s uo asse tt o

d i s t r ibuzione

il popolo e il terr ito rio.

d e l po t ere in c on f r o nto

ag li a ltri e l e me n t i

d e llo st a to:

Le f o rm e di st a t o no n

devo n o esse re intes e

q u a li c a tegorie lo g i c h e , cos titu e ndo s olo , a ll a p a ri d e ll e forme di

g o v e r no, tlpìzz a zion ì a s sunte storica me nt e

il

der i v . a t e in v i a di a str az i o n e

da gli o rdinamenti

d a ll e va ri e figure

stata li p os iti v i , mediant e

,

I l

.

~

~

ra

gg r uppamento

di q ue lli fr a ess i che sembr a n o p rese nt a r e elementi

di

somiglianz a .

l\l

Le cl a ssific a zioni

pos s ibili

in ordine

a d e sse va riano

secondo

il criterio che si pr esce glie (1) . Un a distinzion e gene r a li s sima

è quella

c h e " distingue la form a d e ll o stato «accentrat a»

g iuridiche sono tutt e r acc olt e nell' a pp a rato

d i fron t e a sè se n o n o gge tti di dominio ) e q ue ll a « d e centrat a»

( in cui le potestà

che non ha

a ut or it ar io,

( 1 ) Cfr.

D a B E z , R e ch e r c h e s

CRO SA, S ull a . t eo ri a d e ll e [orm e d i st a t o , in R i o, int, [ i l , dir . , 19 3 1 ;

s ur l a c l a ssi] ,

d es f o rm es

po lit ., i n R ev. dr o it

Ca mm e o ,

Il .

Sul

p ubl ., 1 9 29 ;

RAGG I , O sse rvo s ull a di st i n z . : de ll e fo rm e

di Stat o,

in S t u di

ri te r io

c

p.

B

d a

a d o tt a r e

st esso

V . l e osse rv o

crit i c h e

di G UEL I , D o ttrin a

d e ll o Stato , cit .,

s t o ric o

V .

e [il os, in Italia. di stori a

1 29 , e d e ll o

A . Il r e g im e p o liti co ,

cito P e r

S O L A RI , L a [o rtr ui z , s t or i ca

l o sv o l gi m e nt o

U SS I , Evo l. storica d e i ti pi di s t a t o, 19 54 ;

1

95 7;

AM OI l i n,

1 934;

D a ll o s t at o asso lut o

195 1; M I G LIO , La cr i s i d e ll ' tiniu e r sa ti s mn

de ll o st a t o mod e rn o,

a ll o stato

m o d e r n a, 1 9 48 ; MO G HI O NO R Y , F o nti ca n o ni st i c h e

A S T U TI , L a f o rma z: de ll o st a t o m od e r n o

in Ou e s ti o ni

co

stit. ,

d e ll ' id ea m ode rn a d e llo stat o ,

id eo l . del parti-

po i. med . e la f o rm az.

c o l a ri s m o

RUGG I E RO , St o ria d e l lib e r a li s m o

po lit iq u e s de pui s 1 75 0, 1 95 0 . An co r a

fi l os , diritt o ,

s tatu a l e

m o d ., in St u di

d e l V I ce nto di M a r si li o

e ur . , 1946;

D UG Los,

F

R OSI N I , La f o rm a

19 59.

da P. , 19 4 2;

DE

L ' e o o luti o n d es rapport s

di s t a to,

in Rio , t nt e rna z ;

1956, p . 5 2 5; I MBO DEN , Di e St aatsform e n ,

r.

;;.

1

SEZ. I , CAP . II - L E FO R ME

D I STATO

705

( u sand o q u e sta p a r o l a in se n s o no n tecn i co , a sign i fi c a re il ri c ono-

s ci m e nto , in m i s u ra p iù o m e no

e dive r sa m e n te dis tri b ui t i ) . Distinzi o n e

I u t ezz a non t rova r i sc ont r o esat t o nell a r ea l tà, po i chè ogni st a to

d i ve r s i

c he se in t esa ne ll a sua ass o-

a mpi a,

d i ce nt ri d i a u to r i t à

st orico pres e n ta i nevitab ilmen t e

c e ntramen t o

p re v alenz a deg l i u n i o d e gli altri .

ele m enti di acce n trament o

s i dis ti nguon o

e di de -

so l o secondo l a

: s i cchè le f orme stori c h e

12. - Il decentrame n t o può rig ua r dare , i l c onf er i me n to di pote -

stà

de ll a lo r o stab i le connessio n e

Q u an do s i . ver i fica q u est a sec o nda ipo t es i , q u a n do cio è l 'a u tono -

mia v i e n e conferit a in modo d a a tt rib u ire u na pote s t à s ul te rri-

tor i o in c ui essa s i e s e r c i ta, le forme di stato [ove s i p r esc in da d a

que lle

me nt o costitutivo de ll o stato perch è questo e r a - f or ma to s u base

« ge ntili z i a » , oppure non s i d i s t ingueva

v rano

qua l e e l e -

a d isti n ti

g rupp i soc i a li c o me t ali, o p p ur e in c on s id e r a zione )

c on determ in ate pa rti del t er r itor i o .

di epoche r e mote

a t i to l o

pri va to

in c ui i l t e r ri t o ri o

non entr a va

da l suo l o possedu t o

da l so -

in

( « stato pa t rimo n i a l e »)]

s i classificano

« u nita ri e »

(in cui l a potestà terri t or i a l e

è accentra t a c o s t it uz iona l -

me n te in u n s olo ordinam e nt o statua l e) o « composte »

u n a r ipart ì zione

r an zi a costituzionale ) .

del l a potestà

s t essa

fr a più en tit à,

( i n c u i vi è

fo r n i ta

di g a -

Quelle

« composte» poss o no poi u l t eriormente

d is t ing

uersi

se -

c ond o che:

a) i nuc l ei te rri t o r i ali

a utonom i, in con s i de r azio ne

de ll a

origi n ariet à

d e l l oro potere

de l le att ri b uzion i

p o sse -

dute, s iano da co n sidera r e

e del l' e n tit à ess i stessi

veri e pr o pri stat i , sia pure

de ll a

in v i rt ù d i a tto b il a t erale, co n un

a l t ro s t a to ch e li comprende nel s u o a mbito, e che p e r cons e guenza

v i ene ad es s e r e

. a nch e di un q u a rto rapp r esenta t o

nel s uo seno ( « st a to federa l e ») ; b ) i nucle i s t essi, creati da ll a

vo l on t à unil a teral e

d e l l a sovra ni tà

b il e a qu e ll a s t a tu a l e

t erm i n o l og i a

l i m i t at i, in virtù de l p r opr io l ib er o con se nso , n e l la dis p on ibil it à

s o v r an i tà d a l vinco l o c o n t ra tto,

fornito,

o l tre

a i tre e l eme n ti

c osti tu t i vi

ordi n

a r i,

dagl i st a ti minor i che con v i v ono

deg l i a ttrib uti

de ll o sta t o, siano privi d i a lc u ni

e quindi

non assurgano ad una p os i z i o ne eq u ip a r a -

È da avve r t ire che nel l a

so lo le form e , del

di

d i stati »

stato r eg i ona l e »).

c om un e s i ch i am a no

« composte »

pri mo Lipo , cl as s i f i cate

ca r a tt e r e int er nazion a l e.

ne l la categoria

de ll e « uni o n i

È pe rò a s sa i c ontrov e r s o se effet t i va m e nt e

g li e nt i ch e en tr a n o a c ompor r e ta li un i oni c on s e r vi n o effetti vamen t e

i caratt e ri p r opri d e l l o s t a to .

4 5

C . M OR T A T I, I s t ituzi on i

d i d ' i l ' ; U o ! l1 I uù / ico.

706 P A R T E V - L'ORGANIZ Z A ZI O NE DELLO STATO COM U NITÀ

L a t r a tt a zione

delle forme di cui si è parlato

in questa parte

territoriale

è da

dello stato con altri ,

in

tipo, di

per ultimo

l' i nvia r e all a parte settima, dedicata ai rapporti

ord iname nti

es ame l e forme di dec e ntr a mento

sovrani, mentre

sono da prendere

d e l se c ondo

p a r t i c o l a re

r e g ion ale , o più generalmente

me nt o

me nto delle «libertà loc a li ».

5 cost . ) il qu a le

rilievo pel nostro stato essendo esso c ostituito

implica

l'estens i one

su base

sul principio generale del decentra -

e d il co n solida-

( a rt .

di cl a ssificazione d e ll e forme di stato

è que ll o c he prende in consid e r a zione

a tt ribuiti a i cittadini ,

l'es t e n s ione e la qu a lità dell a protezione giuridic a ac cord a ta al godi-

dei poteri

1 3 . - Un diverso cr i teri o

il numero e l ' en t it à

singol i ed a ssociati, di fronte a llo s t a to , nonché

m e nt o d e i poteri stes s i;

p o r ti fr a governanti

più semplici , il tipo dei rap-

e governati. C ome già si è de t to o g ni s t a to s torico

o, in termini

è

po rtatore di una conc e zi o ne politica fondament a l e ,

di un modo di

in

te n der e

il « bene comun e »

c he i m plica l' a ssunzion e di un

posto ad oggetto ' d e ll ' az ion e statale, criterio di sc e lta in o rdin e si a ai sog-

l Cn

ge t t i c ui attribuir e

e q u a lit a ti v a ta t o.

s

dell e sf e re di libertà ,

di t a li s f ere e d a i rapporti

sia a ll 'e ntità

qu a n t itativa

di queste fr a loro e c on lo

Prima di passate a ll'esame

di alcuni

dei tipi storici f a r notare

s o t t o il predetto angolo visuale. è opportuno

di stato la sussi -

st e nz a di interferenze fr a qu e sti e quelli considerati prim a , in quanto la c on c e z ione politica fond a ment a le può riguardare la posizione del s ing oli nella loro connessione con parti del territorio, e quindi assu -

me re in sè entrambe

con le

f orme di

Inf ' atti m e ntr e vi sono alcune di t a li forme le

q u a li appaiono c omp a tibili

m uta mento non importa mutamento di quest'ultim a , v i c e v ersa a ltre

ric h i e dono necessariam e nt e

u n c ert o tipo di rapporti as soci a tivi. Ciò si verifica per l a democra-

z i a , l a qu a le perciò de ve c on s id e rarsi, oltre ' che form a

f o rma di stato . · È inoltr e d a ril ev are

f o n da m e ntal e può esse r e incorporata i n un co n c r e t o ordinament o

i n mo do tale da comp e netr a re di sè a nche forme di g o v erno che,

as tr a t ta mente

de rle i ndi ss o c iabili con il tipo di s tato cui i ne r i s cono . Ciò se mbr a si ve rific h i p e r l a form a repubblicana dello st a to i t a lia n o .

le specie di relazioni . Interferenze

secondo

si è già prima

analoghe

p oss ono a nche verificar s i,

rile v ato,

con varie forme di stato e quindi il loro

per pot e rsi realizzare l'acco g li mento di

di governo ,

come un a c onc e zione politic a

cos ì da ren-

consider a t e, sa rebber o inter s c a mbi a bili ,

" J

J

SEZ . I , CA P . II - LE F O R ; \ fE D I STA T O

707

C on l 'es pr e s s ion e

« regime »

si v u o l e r a f fig u ra r e

un concett o

os t an z i a lmente

non divers o da quello c h e s i è prima i n di c ato c ome

« c os Lit uzion e m a t e ri a l e» « I orm a di st ato » , in qu a nto

e c he vien e a co in c i d e re

indica i line ame nti

con l a

e s se nz i a li che a ll o

a ltresì

s ta to sono impressi

ope ra d e lle forze politi c h e che ' sost e ngono i l pot e r e sovran o , non c hè

da l c omple ss o dell e s trut t ure fonda me nt a li po r t i destin a to a r e a li z z a rli.

d e i r ap -

d a l sistema

dei fi ni po s ti a ll a su a at ti v ità

e del sist e m a

per

1 4. - L e form e sto ri c h e

d i stat o c he a i f in i c he qui in t ere s s a n o

oc co rre riehiam a r e sono qu e ll e at t ua t e in E ur o p a su cc essivam e n t e

ch e in es f . , ~ s i

è dete rmi na to,

rap porto «s tato- c i t t a dini », può ess e re r a ppr ese nt a to mettendo in ev id e nza i c a ratt e ri d i a l c une form a zioni tipi c h e r e alizzatesi nei va ri st a d i a ttr ave r sa ti.

i l

a l d iss olver s i d e ll ' imp e ro ca rolingio. L o sv ol g i men to

sott o l' aspe tto

dei modi di int e nd e r e

e realizzar e

L a prim a

d i esse è c o s ti t uita

d a llo « s t a t o

feud a le » , c he pu ò

esse re con s id e r a t o co n ri g u a rdo a ll a s t ruttu ra

a s s unta d a ogni domi-

nio fe udal e n e l s uo int er no, oppure a i v in co li esist e nti fr a i v a ri

fe udi coesistenti in un territorio

ni o eminente » di ' un feudatario maggior e : v in c oli c he venivano a

plur a listico, non trop p o diffe r enziato dalle

f ederazioni di st a ti (1). Guardando inve ce a ll' o rdinamento

ogni feudo era c a r a tte r izzato

zione fra le si t uazioni privatìstiche

può pe r ò consentire in tutto con quell'opinione

signore feudale al di fuori e sopra lo st a to n on e ssendo vero che esso

egli potev a

a ssumere qu a lit à

z a zione , os s ia p e r c hè

rudimen t ale e ge n e ri ca, m a pur sempre ta l e d a g a rantire una cert a stabilità e uniformit à di c omportamento , se n za d i che non si sarebb e av uto uno s tato . Co s ì pur e ines a tto è il r i te n e r e c h e in questo s t a- dio non es iste ss ero di r it t i pubblici subietti vi de i c itt a dini, dovendo si in ve c e amme tt e r e ne cessa ri a m e nte l a pr et e s a di q u e sti ad in v oc a r e

fosse sottratto

il

c onfigurare un r e gim e

intern o , distin- Non s i

nel qu a l e s i ri c onosce v a

il « domi-

dalla m a n ca nz a

di un a chia r a

e quell e pubbl i cistiche.

ch e considera

ad ogni limite giuridico:

e c iò per c hè

di s ovr a no proprio pe rc hè in s erito in un ' organiz-

si sot t opone v a

ad un a regol a, si a pure ancor a

I ,

(

1 ) Cfr .

MOR , L 'e tà f e uda l e ,

19 54 ;

GA N S H OF, Ou ' e s t-ce

q u e

2 V. , 19 52;

la fé odalit é ,

CALA S SO , M e di o 1 9 4 7; MI T TE IS,

Evo

d e l diritt o,

D e r Staat

d es

o h e n Mi tt e l a lt e r s ,

h

m

o n a r c hiqu e

1 9 53 ; D AV ID , L a so uver a n i t é

e t l e s l i tnit e s jurid .

du p o uuoi r

1 94 7 .

d u I X a u XV s i èc l e,

1 954 ; VACCA RI , L e gg i

e co ns . feudali ,

~~

~_~~_~