Sei sulla pagina 1di 32

ANNO V NUMERO 192 VENERD 16 MAGGIO 2014 COPIA GRATUITA

IN COPERTINA: FOTO ED ELABORAZIONE GRAFICA DI ANDREA BARDELLI


MANGIARE SANO +
DIVERTIMENTO =
BANDA DEI
PICCOLI CHEF!
333 2739033
info@bandapiccolichef.it
www.bandapiccolichef.it
Ti invitiamo a non buttare il tuo denaro dalla nestra
17-18 MAGGIO, PORTE APERTE: VI ASPETTIAMO!
2 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
IL SETTIMANALE DI AREZZO UNA TESTATA EDITA DA EDIZIONI GIORGIO VASARI SRL
ANNO V NUMERO 192 VENERD 16 MAGGIO 2014 EDIZIONI GIORGIO VASARI
DIRETTORE RESPONSABILE: FRANCESCO CIABATTI
EMAIL FRANCESCOCIABATTI.EGV@GMAIL.COM
VICEDIRETTORE: MARCO BOTTI, EMAIL MARCO.BOTTI9@GMAIL.COM
REDAZIONE: ELENA AIELLO, ENRICO BADII, ANDREA BARDELLI, GIACOMO BELLI, SERENA
CAPPONI, FERNANDA CAPRILLI, MARCO CAVINI, GIACOMO CHIUCHINI, DORY DANZEO,
JACOPO FABBRONI, CECILIA FALCHI, ELETTRA FIORINI, MICHELE GIUSEPPI, SARA GNASSI,
ILARIA GRADASSI, VALERIA GUDINI, GIACOMO MANNESCHI, CHIARA MARCELLI, LUCIO
MASSAI, DAVID MATTESINI, FABIO MUGELLI, OMERO ORTAGGI, VALENTINA PAGGINI, RO-
BERTO PARNETTI, LUCIANA PASTORELLI, IVANA MARIANNA PATTAVINA, LUCA PIERVENANZI,
CHIARA SADOTTI, CHIARA SAVARINO, ALESSIO SEGANTINI, LUCA STANGANINI, VALENTINA
TRAMUTOLA, LUCA TRIPPI. FOTO: ANDREA BARDELLI, ROBERTO PARNETTI, SAIMON SAVINI
AMMINISTRAZIONE: EDIZIONI GIORGIO VASARI SRL, VIA MANTEGNA 4, 52100 AREZZO
(AR), TEL. 392/95.96.285, FAX 0575/16.57.738, EMAIL EDIZIONIVASARI@ARUBA.IT
PUBBLICIT E MARKETING: PAOLA PRATO, 333/46.04.264, PAOLAPRATO.EGV@GMAIL.COM
AUTORIZZAZIONE TRIBUNALE DI AREZZO 02/2010 DEL 10 FEBBRAIO 2010
ISCRIZIONE AL REGISTRO DEGLI OPERATORI DELLA COMUNICAZIONE AL N. 19155
STAMPA: LA ZECCA SRL, VIA UMBERTO TERRACINI 25/27, 52025 FRAZ. LEVANE, BUCINE
(AR), TEL. 055/91.80.101, FAX 055/91.80.412, EMAIL INFO@TIPOGRAFIALAZECCA.IT
VIETATA, SENZA FORMALE AUTORIZZAZIONE, LA RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE DI TESTI, DISEGNI,
FOTO E PUBBLICIT RIPRODOTTI SU QUESTO NUMERO
EG
V
VITA DELLA CITT
3 Forza Italia punta sulle comunit che si aggregano
5 Un pezzo di Arezzo al Giro dItalia
6 M5S, movimento orizzontale per lEuropa e la pro-
vincia aretina
27 Al Biolento Chilometro Zero ha molti significati
31 Un evento dedicato al risparmio energetico fir-
mato Berneschi
NON PI PAROLE OMAI
8 Giostra di Giugno in arrivo!
LESPERTO RISPONDE
10 Fiorida mangiare!
AREZZO SPORT
13 Volley 88: grande festa per la promozione in C
15 LUnder 17 Rosini archivia una bella stagione
16 Arezzo e la Boxe: un amore infinito
18 Il Baby Acquatics Day porta al cuore del nuoto
neonatale
19 Honda su Honda nessun pi si salver!
20 Quella cosa che si chiama programmazione
A REGOLA DARTE
21 Prosegue la sfida di Al Centro della Musica
22 Sofia Sguerri: viaggio alla scoperta di unartista
che non si pone limiti
23 Libri della nostra vita, incontri per favorire la
lettura
24 Un aretino da Fiume alle Fosse Ardeatine: Enzo
Gradassi racconta la storia del Capitano Magro
25 Ribelli in fuga: due giorni di incontri e riflessioni
con lautore Tommaso Percivale
28 Patrizio Zona porta un pezzetto di Napoli ad Arezzo
ACLINFORMA
26 Sette scuole materne giocano su amicizia e co-
municazione; 730 anche per i dipendenti senza so-
stituto dimposta; Esodati, quinta salvaguardia
IN QUESTO NUMERO
3 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
continua a pag. 4
FORZA ITALIA PUNTA SULLE
COMUNIT CHE SI AGGREGANO
ncentivare le aggregazioni di comunit, termine che Maurizio DEttore usa per indicare le liste civiche,
e agevolare il pi possibile la sinergia fra le politiche comunitarie e i governi locali. questa, in estrema
sintesi, la ricetta di Forza Italia e del suo coordinatore provinciale DEttore in vista della doppia tornata
elettorale in programma il 25 maggio, in cui si voter per le europee ovunque e per le amministrative in
ben 28 Comuni della Provincia di Arezzo. Una tornata elettorale che unisce nello stesso giorno lEuropa e i
Comuni, organismi cos lontani sicamente ma chiamati a diventare sempre pi vicini, almeno secondo
Forza Italia.
Elezioni comunali: DEttore, dove e come sar pre-
sente Forza Italia per queste amministrative?
I nostri referenti hanno lavorato moltissimo per la cre-
azione di liste civiche, o meglio aggregazioni di comuni-
t, tanto che solo in tre Comuni (Cortona, San Giovanni
e Marciano) siamo presenti con il nostro unico simbolo
in lista. In alcune realt abbiamo addirittura deciso di fare
un passo indietro, appoggiando solo dallesterno gruppi
di persone della societ civile.
Perch credete molto in questa impostazione?
Innanzitutto perch nelle politiche locali fondamen-
tale avere persone che conoscono il territorio e che pos-
sano venire incontro ai bisogni di tutti i loro concittadini
attraverso proposte concrete e fattibili. Poi perch siamo
in un passaggio epocale: con il previsto riordino degli enti
locali, alcuni servizi spettanti adesso alle Province passe-
ranno ai Comuni e per chi li amministra servono com-
petenze speciche. In un momento cos delicato il ruolo
dellente locale deve prevalere sugli steccati dei partiti. Ma
non tutto.
Prego.
Lestrema passione civica delle liste che appoggiamo,
che io personalmente ringrazio di cuore, garantisce ovun-
que, anche nei Comuni pi piccoli, unalternativa al Pd.
I
di Luca
Trippi
Largo II Giugno
73/74 (Zona
Belvedere)
asciugatrice da 18 kg
di carico con card
lavatrice da 14 kg
con card a soli 7,50
lavatrice da 7 kg con
card a soli 4,20
inclusi detergente,
ammorbidente,
sanicante!
inclusi detergente,
ammorbidente,
sanicante!
soli 1,40 per 10
minuti di asciugatura
4 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
Cos salva la democrazia, cos almeno la competizione
possibile.
In Valdichiana siamo a una tornata cruciale: al
voto anche due roccaforti di peso del centrosinistra,
Cortona e Castiglion Fiorentino. Vi accontentereste
di prenderne almeno una?
Noi crediamo di poterle ribaltare entrambe! A Ca-
stiglioni si creato un modello perfetto di lista civi-
ca (Libera Castiglioni); mentre a Cortona, il nostro
candidato Teodoro Manfreda, a capo di una lista con
una forte connotazione civica, una persona esperta
e competente. La competenza necessaria, lafdabi-
lit amministrativa il primo requisito richiesto. Non
siamo come i candidati grillini di tutta la provincia
che inveiscono da dietro le tastiere e poi in giro non
si fanno vedere. Sono dei candidati impreparati che si
nascondono, evitano il confronto, sperando di sfruttare
londa del successo nazionale dei 5 Stelle. Ma poi nel
concreto saprebbero amministrare?.
Un commento veloce sulle altre vallate?
In Casentino si sta diffondendo limpostazione civi-
ca portata al successo da Bernardini (sindaco di Bibbiena eletto nel 2009 e candidato per il secondo manda-
to, ndr) e, piano piano, il fenomeno si sta diffondendo anche in Valtiberina. In Valdarno abbiamo sempre
qualche difcolt contro un Pd che ha legemonia politica ma anche economica, per abbiamo liste forti e
puntiamo molto su San Giovanni, il neonato Comune di Castelfranco-Pian di Sc e Terranuova.
Le europee 2014 coincidono con unampia tornata amministrativa. Non sar che le elezioni per il
Parlamento della UE passeranno in secondo piano rispetto alle comunali?
No, sarebbe un errore. Le europee sono fondamentali. Ma non tanto per questioni legate allEuro o gi
di l, ma quanto perch nel futuro le attivit dei Governi locali dovranno sempre pi interfacciarsi con le
strategie comunitarie, in campo agricolo, industriale e culturale, afnch si arrivi ai famosi nanziamenti eu-
ropei e non solo. In questottica rientra anche la sinergia fra i Comuni per la progettazione di programmi di
crescita di ampio respiro e rientra anche la collaborazione con le imprese. Europa, Comuni, capitali privati:
tre elementi che dovrebbero sempre interagire e collaborare fra di loro.
Ma quali valori difende Forza Italia in Europa?
Come accennato, oltre al valore della famiglia fra le nostre priorit c il valore dellimpresa, alla quale
cerchiamo di dare sempre maggiore libert, autonomia e semplicazione burocratica. Anche con la crisi,
famiglie e imprese restano le nostre priorit.
[segue da pag. 3]
5 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
opo la presentazione della Maglia Rosa (che riporta la frase Giro Fights For Ox-
fam) ad Arezzo, regalata da Oxfam alla citt in occasione dellarrivo della Tirre-
no-Adriatico nel cuore del centro storico lo scorso marzo, partita dalla tappa
di ieri a Bari la maratona dellassociazione umanitaria nata ad Arezzo, dietro alla
carovana del Giro dItalia.
Oxfam infatti il charity partner ufciale della corsa ciclistica pi amata nel nostro Pae-
se, e com normale sta portando un pezzo dellaretinit al Giro (che questanno purtroppo non passer da
Arezzo).
A ogni arrivo di tappa i propri volontari, gli operatori e i testimonial di Oxfam sono presenti allOpen
Village con il camper dellassociazione, per sostenere la campagna di raccolta fondi Con le donne per vincere
la fame. La campagna permetter, no allarrivo del 1 giugno a Trieste, di aiutare 50 mila donne attraverso
progetti di cooperazione nalizzati a migliorare la produzione di cibo, laccesso alle risorse e al credito, e a
rafforzare la capacit delle donne di creare e commercializzare prodotti agricoli e artigianali in alcuni dei
Paesi dove Oxfam al lavoro (Albania, Bosnia Erzegovina, Cambogia, Ecuador, Marocco e Palestina).
Ma le sorprese non niscono qui. Sono tanti infatti i protagonisti dello sport e dello spettacolo che sup-
portano la Corsa Rosa di Oxfam lungo il percorso del Giro.
Al anco dellassociazione ci sono infatti il ct Davide Cassani, Cristina Chiabotto, lattrice Chiara Fran-
cini, madrina del Giro, Malika Ayane e Ilaria dAmico, ambasciatrici dellorganizzazione non prot, oltre a
molti altri testimonial come la campionessa di scherma Elisa Di Francisca, il campione di volley Gigi Ma-
strangelo, il musicista Saturnino, i Modena City Ramblers, la Iena Nadia Toffa e molti altri.
Un appello in sostegno dei diritti delle donne che Oxfam ha rilanciato nei
giorni scorsi anche alla solidariet degli aretini, che potranno fare la diffe-
renza, semplicemente inviando un sms solidale al 45501.
Esiste quindi un unico lo conduttore che in sol colpo lega la
coloratissima carovana del Giro a tanti stupendi posti del nostro
Paese alla solidariet e attraverso il lavoro di Oxfam, la nostra citt
al resto del mondo.
Cos, mentre chi vi scrive si trova in cima a una stupenda mon-
tagna della Basilicata, in attesa del passaggio della carovana rosa,
lappello non pu essere che uno solo: se tutti assieme coniughia-
mo i valori pi alti dello sport con quelli della solidariet, non
possiamo che cambiare in meglio la vita di molti, prima di tutto
di tante donne.
UN PEZZO DI AREZZO AL GIRO DITALIA
la diffe-
la

o
di David
Mattesini
D
CUCINA TIPICA TOSCANA PIZZERIA VENERD PESCE KARAOKE BED
& BREAKFAST APERTI ANCHE DOMENICA A PRANZO PRENOTAZIONI
PER CERIMONIE (BATTESIMI, FESTE DI LAUREA, ECC.)
LOCALIT SANTANDREA A PIGLI 68, AREZZO TEL. 0575 99224
(VENENDO DA AREZZO ALLALTEZZA DEL BIVIO PER IL PAESE
LUNGO LA SS71, GIRARE A DESTRA)
mangiare bene, con stile
Locanda del Duca
6 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
abato 10 maggio il Movimento 5 Stelle ha presentato ad Arezzo i propri candidati a Sindaco e le li-
ste di cittadini che li sostengono. Noi, in vista delle elezioni europee e amministrative del 25 maggio,
abbiamo scambiato alcune battute con il consigliere comunale del M5S Lucio Bianchi.
Quale sar la linea programmatica che seguirete rispetto alle elezioni europee?
Essere innanzitutto un movimento, quindi qualcosa di trasversale rispetto ai partiti, e soprattutto con
unorganizzazione orizzontale piuttosto che verticale: questa sempre la nota di fondo che contraddistingue
il Movimento 5 Stelle. Per quanto riguarda i programmi per le europee, sono molto chiari i sette punti che
abbiamo espresso ormai in tutte le salse (referendum per la permanenza nellEuro, abolizione del Fiscal
Compact, abolizione degli Eurobond, alleanza tra
i paesi mediterranei per una politica comune, in-
vestimenti in innovazione e nuove attivit esclusi
dal limite del 3% annuo di decit di bilancio, -
nanziamenti per attivit agricole e di allevamento
nalizzate ai consumi nazionali interni, abolizione
del pareggio di bilancio, ndr); nonostante ci pos-
sano essere delle critiche sotto il prolo di costitu-
zionalit, per esempio del referendum, io, come
moltissimi dei miei colleghi, credo che le regole le
facciano gli esseri umani e gli esseri umani, se vo-
gliono, le possono cambiare. Per cui c bisogno,
soprattutto per quanto riguarda lEuropa, di riu-
scire davvero a costituire qualcosa di diverso. Ab-
biamo parlato per tanto tempo del premio Nobel
allEuropa perch lEuropa dei popoli: dei popoli
singoli o dei popoli intesi come comunit? Perch
se davvero vogliamo costituire non solamente un
mercato unico quindi basato fondamentalmente
su degli aspetti meramente economici bisogna
concentrarci su aspetti pi socioeconomici, politi-
S
UN MOVIMENTO O
LEUROPA E LA PRO
7 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
ci, per nire a quelli che purtroppo non teniamo pi
in considerazione, ovvero i rapporti umani, quelli
che uniscono le persone. Ecco, questo quello che ci
manca: lo spirito di solidariet. Quello italiano un
popolo che in s per s ha un forte spirito individua-
lista molto sviluppato; il senso di solidariet penso
che sia proprio quello che manca oggi in Italia.
A livello locale, con le amministrative, quale
linea invece avete deciso di seguire?
Sono molto contento di come stanno andando
le cose perch presenteremo ben dieci liste, per cui
ci sono sicuramente tanti cittadini che nalmente
hanno voglia di dire la loro. Non provengono ov-
viamente da nessun partito, non hanno mai avuto
tessere o iscrizioni ad altri partiti. Sono cittadini che
hanno deciso di provare a prendersi la responsabili-
t, non solo sociale ma anche politica a questo pun-
to, delle proprie azioni. Quindi bisogna cominciare
a scegliere innanzitutto per noi stessi, nel senso che
se non ce li difendiamo da noi i diritti, la classe po-
litica attuale lo abbiamo visto e continuiamo a ve-
derlo ancora oggi non sicuramente l a cercare di
tutelare i diritti delle persone. Quello che vediamo
che ci sono tantissime persone che no ad adesso
non partecipavano alla vita politica di questo Paese e
che invece in questo momento si sono messe in gio-
co e non lo fanno per la carriera politica o per avere
delle graticazioni che non siano dovute al concetto
di comunit, quindi al senso di condividere un pro-
getto con qualcun altro.
Anche in questa tornata elettorale, quindi, il Mo-
vimento 5 Stelle basa la propria campagna sui suoi
punti cardine che nora hanno accolto numerosi
consensi, ribadendo ancora una volta il suo essere la
valida alternativa al sistema politi-
co vigente sempre pi a detta dei
grillini logoro e insoddisfacente.
Chiara Sadotti
ORIZZONTALE PER
OVINCIA ARETINA
I collaboratori di Borgo Italia sanno
stare al mondo: il ritorno dalla
missione in Kazakistan, Tagikistan e
Kirghizistan apre nuovi interessanti
orizzonti commerciali per le aziende
italiane.
Gli esploratori aretini incontrano, si relazionano
e promuovono collaborazioni, creando opportunit
di business per tutte le aziende del Consorzio.
Rimani costantemente aggiornato su WWW.BORGO-
ITALIA.COM e WWW.BIMBO.NET
NEWS
8 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
i entra sempre pi in clima Giostra del Saracino, edi-
zione 2014: questa sera alle ore 21.15 presso la sede del
quartiere di Porta Santo Spirito (in via Spinello 4) avver-
r la cerimonia di presentazione dei soggetti delle lance
dOro, manifestazione organizzata dalla Societ Storica Aretina
dintesa con lUfcio Turismo, Giostra del Saracino e Folclore
del Comune di Arezzo e dagli stessi quartieri.
Come gi annunciato, le due edizioni del Saracino di questan-
no saranno dedicate al settantesimo anniversario della liberazione di Arezzo (Giostra di San Donato del pros-
simo 21 giugno) e allArma dei Carabineri (Giostra della Madonna del Conforto di domenica 7 settembre)
nel secondo centenario della fondazione.
La cerimonia di questa sera ve-
dr quali relatori Luca Berti, pre-
sidente della Societ Storica Areti-
na, e Mario Parigi, storico dellet
contemporanea, che parler della
liberazione di Arezzo avvenuta il
16 luglio 1944 grazie alla conco-
mitante azione delle forze parti-
giane e degli eserciti alleati.
Continuano intanto le prove
dei giostratori nei vari campi pro-
va dei quartieri in vista di questo
primo appuntamento del Saraci-
no: unica novit anche se non
pi tale sar il ritorno in piazza
di Luca Veneri con il quartiere di
Porta del Foro, con il doppio ruo-
lo di preparatore dei giostratori
NON PI
PAROLE OMAI
S
a cura di
Roberto
Parnetti
GIOSTRA DI
GIUGNO
IN ARRIVO!
9 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
Distributori esclusivi del marchio
Forno dAsolo, leccellenza del
croissant!
E da oggi anche del Caff Portioli,
lespresso a regola darte: con Portioli
vi forniamo unampia gamma di
promozionali per personalizzare il
vostro locale con stile.
tio iio iiio iooliiiiiiiiiiiiiii rt rtio io io ioo io iioo io iiio iooo io iiiooo iioo io ioooo iiioo ioo iiooo io ioooo iiiiooooooli lllli li li lii lli lli liii li lliii lli liiii li li li li liiii lii liiiii lii lli llli liii li lliii
Se sei un bar o un ristorante
contattaci, per fare di noi
i tuoi fornitori di fiducia!
FORNO DASOLO: DISTRIBUTORI PER AREZZO - FIRENZE - PRATO - PISTOIA
CAFF PORTIOLI: DISTRIBUTORI PER AREZZO - PRATO - PISTOIA
LOC. CASE NUOVE 49/A, FRAZIONE CECILIANO (AR) 0575 321156
VIA FRATELLI ROSSELLI 10/1, LOC. CAPALLE, CAMPI BISENZIO (FI) 055 8969616
TOSCANA
GEL srl
giallo-cremisi e di cava-
liere giostrante poich
correr a anco di Stefa-
no Mammuccini (cavalie-
re che lo scorso settembre
esord in piazza).
Nulla di nuovo, inve-
ce, dagli altri tre quar-
tieri con le ormai super-
collaudate, e blindate,
accoppiate Vannozzi-
Farsetti (Porta Crucifera),
Vedovini-Cherici (Porta
SantAndrea) e Cicerchia-
Scortecci (Porta Santo
Spirito).
La Corsa allAnello ha aperto la stagione 2014
I
Gi in archivio la prima giostra storica della stagione 2014, ovvero la Corsa allAnello, che si corsa a
Narni domenica scorsa e che, dopo molti anni, non ha visto in lizza giostratori di Arezzo.
Luca Veneri, che lo scorso anno fu determinante per la vittoria del terziere di Mezule, non stato infatti
riconfermato dal direttivo bianconero che, in controtendenza con il detto squadra vincente non si cam-
bia, non solo non ha rinnovato la fiducia allaretino, ma anche agli altri due cavalieri trionfatori delledizio-
ne 2013, ovvero Fabrizio Fani cavaliere narnese che ha calcato anche la lizza di Piazza Grande di Arezzo
correndo per il Quartiere di Porta Crucifera in alcune edizioni della prova generale, vincendone tre e
Alessandro Scoccione.
Tale scelta comunque non ha portato i risultati attesi, pur se Mezule si presentava come terziere da batte-
re anche per i cavalieri accreditati: Mattia Zannori, Federico Minestrini e quel Luca Innocenzi, esordiente
sulla pista del San Girolamo, cavaliere vittorioso in varie giostre e quintane ma che incappava in una scivo-
lata con il proprio cavallo nella seconda carriera, vanificando cos la sua prova.
Peggio di lui andava per a Federico Minestrini, anchesso caduto nella terza tornata con conseguenze
ben pi gravi rispetto a Innocenzi, tanto che era necessario lintervento dei medici e dellambulanza per
trasportare il cavaliere allospedale di Terni, dove gli veniva diagnostica la rottura di tre costole, della cla-
vicola e una compressione toracica.
Al giovane cavaliere di Spoleto vanno i nostri migliori auguri di una pronta guarigione.
Per la cronaca, la giostra stata vinta dal terziere di Santa Maria (al ventesimo successo) con un totale di
210 punti ottenuti dai cavalieri giostranti Diego Cipiccia risultato poi il miglior cavaliere del torneo Marco
Elefante e Marco Diafaldi.
Al secondo posto il terziere Fra Porta con 180 punti ottenuti da Emilio Dominici, Edoardo Secondi e Fabio
Picchioni, e ultimo Mezule con 150 punti.
10 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
aggio arrivato portando con s una spumeggiante aria di primavera. S! Fi-
nalmente sole, aria tiepida, belle giornate allaperto e ori, ori, ori ovunque
Oltre a rallegrarci anima e cuore, questi profumatissimi amici, possiamo utiliz-
zarli in altra maniera rispetto al solito? Certo che s! Ad esempio possiamo godere
delle loro innumerevoli propriet terapeutiche nei vari infusi, oppure mangiarli o utilizzarli
come decorazioni commestibili per i nostri piatti. Alcuni commestibili gi li conosciamo e li
troviamo da sempre sulle nostre tavole. Sono i broccoli, i ori di zucca, i carcio e i cavolori.
Altri invece li confezioniamo in composizioni da regalare per qualche lieto evento o pi sem-
plicemente per comunicare un messaggio con il loro linguaggio. Sono le rose, il lill, le viole,
la calendula, le margherite, la begonia, il tarassaco, lacacia, la malva, il tiglio, la camomilla, il sambuco, il
crisantemo e tanti altri ancora.
Oggi tornato di moda utilizzarli nella decorazione di piatti o cocktail, quindi vediamo cosa fare con le
varie tipologie di ore. La calendula (detta anche zafferano povero perch i suoi petali essiccati hanno un
effetto simile), un po amarognola, squisita come ingre-
diente nelle insalate miste, nelle zuppe, nelle frittate, nella
pasta e nei risotti. La borraggine potrebbe essere utilizzata
nelle zuppe di verdura o in infusione nel vino, per aroma-
tizzarlo. Le violette possono essere candite avvolgendole in
vari strati di zucchero, oppure aggiunte a macedonie o in-
salate. Le primule sono deliziose candite ma anche messe
nelle insalate. Il garofano ha un gusto pepato che si adat-
ta alla preparazione di risotti, pasta, dolci e liquori e ha
unazione antimicrobica. I petali del geranio si adattano
alla preparazione di frittate, vini, liquori e sorbetti, mentre
le foglie sono indicate per la preparazione di dolci al cuc-
chiaio. Con i suoi ori si possono ottenere infusioni dal
sapore di limone utilizzabili per preparare dolci e bevande
dissetanti. I petali di rosa sono ottimi nella carne, nelle
marmellate e nei liquori, ma trovano anche impiego nella
preparazione di risotti, dolci, insalate e carne e hanno an-
che un azione antimicrobica. Le foglie del tarassaco pos-
sono essere preparate a insalata mentre i suoi bocci messi
M
a cura della
dott.ssa
Barbara
Lapini
FIORIDA MAN
2014
via Umbro Casentinese 82, 52043 Castiglion Fiorentino
tel. e fax 0575 658852 cell. 335 5218935 335 5218920
info@siaallarmi.it www.siaallarmi.it
la tecnologia
al tuo servizio
allarmi filo
allarmi radio
automazioni
telecamere
videoregistrazione
antincendio
citofono
videocitofono
casseforti
mi.it info@sia @sia @sia ia ia @sia sia siaaa ia ia a siaa ia a sia @si @siaa ssi sii ssi sssss alla aaaaaaa rmi.it www.siaallarm
11 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
FA
S
H
I
O
N

S
T
Y
L
E





B
I
G
I
O
T
T
E
R
IA
INTIMO







A
R
T
I
C
O
L
I







D
A

R
E
G
A
L
O







G
A
D
G
E
T












































M
A
K
E
-
U
P












































P
R
O
F
U
M
E
R
I
A












































A
R
T
I
C
O
L
I















































M
O
D
A
T
U
T
TO

M
A
D
E

I
N

I
T
AL
Y

!
via Cavour 72,
accanto piazza della Badia, Arezzo
cell. 327/30.60.519
sotto sale e trasformati come i capperi. Que-
sta pianta particolarmente efcace come
depurativo. La lavanda un ottimo aroma-
tizzante per il cous cous, la carne, il pane e
i dolci, ottima in compagnia dei formaggi e
aiuta a digerire. Libisco ha un sapore dolce
e delicato, simile a quello dei frutti di bosco
ed adatto per insalate e dolci. Il nasturzio
ha un sapore agro-piccante adatto a insalate e
cibi in agrodolce e ottimo sostituto dei cap-
peri; ricco di vitamina C, aiuta la digestio-
ne. La borragine una pianta spontanea dai
meravigliosi ori color blu-violetto intenso,
il cui sapore simile a quello dei cetrioli. I
petali sono ottimi per infusi, aperitivi, sor-
betti, ma anche in insalate e per aromatizzare
laceto. La begonia, dal sapore acidulo e un
po aspro, simile al limone, utilizzabile per
sorbetti, gelati e macedonie, ma anche per carne e
insalate. I petali del crisantemo hanno un retrogusto
amaro, adatti per contrastare i sapori forti e decisi,
per dare colore ai piatti ed curativo per dispepsia e
digestione difcile e lenta.
Attenzione, per, non tutti i ori sono comme-
stibili! Azalee, ore del tabacco, ciclamini, ori di
oleandro, edera, mughetto e iris sono addirittura
velenosi. Occhio anche alla provenienza, infatti
opportuno evitare lutilizzo in cucina di ori pro-
venienti da vivai e orai, a causa dei trattamenti a
cui sono stati sottoposti. Ovviamente consigliabile
non raccogliere i ori ai bordi delle strade anche di
campagna a causa dellinquinamento.
NGIARE!
SPAZIO DOMANDE
Adoro i fiori e poterli utilizzare per prepara-
re e decorare i piatti per le occasioni specia-
li, ma dove posso trovarli ed essere tranquilla
che siano sicuri?
Perch i fiori commestibili siano anche sicuri,
bisognerebbe acquistarli dai produttori di fiori
organici oppure coltivarli direttamente nel giar-
dino o nel balcone, purch non si trovino lungo
una strada.
Dottoressa Barbara Lapini Dietista
Responsabile prevenzione Lilt
(Lega Italiana Lotta contro i Tumori) di Arezzo
www.dietistalapini.it Manda le tue do-
mande a lapinibarbara@yahoo.it
e leggerai le tue risposte nella prossima rubrica
12 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
13 16 MAGGIO 2014
Volley 88
continua a pag. 14
in copertina
n finale di stagione combattuto e tiratissimo, senza esclusione di colpi, anche se, ovviamente,
a distanza: e cos, grazie a un ultimo mese fatto di vittorie e di belle prestazioni, per il Volley 88
Chimera Arezzo arrivata la vittoria del campionato di Serie D e, di conseguenza, la promozione
in C evitando la fastidiosa lotteria dei play-off, che possono alterare i valori in campo. Un arrivo in
volata, con il Volley 88 che ha chiuso il campionato a quota 62 punti e che ha saputo regolare le
cugine della IUS di sole due lunghezze, tanto per far capire quanto sia stato emozionante il rush conclusivo.
A parlarci della promozione Stefano Gialli, vice allenatore della Serie D e istruttore delle giovanili, che ha
visto crescere tutte le atlete.
U
via Trento Trieste 149, Arezzo
tel. 0575 26332
seguici su
Questo il luogo ideale anche per cene
sportive e Walter ti offre sempre il dolce,
oltre alla sua cortesia!
Questo il luogo ideale anche per cene
sportive e Walter ti offre sempre il dolce,
oltre alla sua cortesia!
aperto dal gioved alla domenica gradita la prenotazione
0575 364117 335 8384113
Zona Ind. Quarata 258/E1
A casa di Walter
Qualit e Prezzo... sono di casa!
14 16 MAGGIO 2014
Siamo davvero soddisfatti di questo risultato. il giusto premio per gli impegni portati a
termine dalle ragazze, tutte provenienti dal nostro vivaio, e per le scelte della societ, che
un po di tempo fa decise di rifondare tutto, puntando sul settore giovanile. Alla fine, dopo due anni di Serie
D, i risultati hanno dato valore e forza a quelle scelte e non possiamo che esserne orgogliosi. Puntavamo, a
inizio stagione, a un campionato di vertice e ad accedere ai play-off, senza per pensare alla promozione
diretta. Invece, dopo essere stati sempre secondi o terzi, abbiamo trovato le energie fisiche e mentali per
scavalcare i nostri diretti avversari e conquistare questo prezioso primo posto. Il merito va alle ragazze e
allallenatore Giorgio Peruzzi, che hanno sempre creduto in questo traguardo. Nonostante lultimo derby
perso con la IUS, siamo riusciti a centrare la promozione, obiettivo che a settembre era quanto mai difficile.
Questo risultato come la ciliegina sulla torta per il Volley 88,
visto che la Prima Divisione si salvata avendo unet media bas-
sissima e che lUnder 16 diventata campione provinciale. Inoltre,
il Volley 88 stato protagonista di una bel momento di sport: Mau-
rizia Cacciatori, ex pallavolista il cui palmares parla per lei, ha fatto
visita alle giovani ragazze della societ aretina per promuovere il
suo Camp estivo, dedicato alle pallavoliste dei vari settori giovanili.
Marted venuta la grandissima Cacciatori a trovarci spiega
Gialli. stato un bel momento, che le nostre tesserate dimen-
ticheranno difficilmente per tutto ci che ha rappresentato lex
nazionale nella pallavolo femminile del nostro Paese.
Siamo onorati del fatto che ci abbia scelto per promuovere il
suo Camp estivo e speriamo che da questo incontro nasca una
collaborazione proficua per la nostra societ e per tutto il movi-
mento in generale.
Volley 88: grande festa per
la promozione in Serie C
La vittoria del campionato sancisce il ritorno
dopo due anni in Serie D
[segue da pag. 13]
di Alessio
Segantini
15 16 MAGGIO 2014
di Marco
Cavini
l basket di Castiglion Fiorentino ha archiviato
una storica annata. LUnder 17 Rosini la squa-
dra della Scuola Basket Arezzo che in questa
stagione ha tenuto alti in Toscana i colori casti-
glionesi, riuscendo nellimpresa di superare la pri-
ma fase del campionato e di rientrare tra le poche
formazioni che si sono giocate il titolo regionale.
Nel corso del campionato i ragazzi di coach Car-
lo Tinganelli si sono dimostrati altamente competi-
tivi, centrando tanti importanti successi e raggiun-
gendo un bel quarto posto nella classifica finale:
questo piazzamento ha permesso alla Sba di acce-
dere alla seconda fase, in cui stata inserita in un
girone da cinque squadre tra le quali solo la prima
sarebbe passata alle finali per il titolo.
In queste ultime gare, lUnder 17 ha confermato il
proprio valore superando avversari attrezzati come
il Pino Dragons Firenze e il Chiusi, e riuscendo a te-
nere testa al Siena, squadra vincitrice del girone e
grande favorita per la vittoria del titolo.
stata una stagione particolarmente positiva
commenta il tecnico Tinganelli. Il passaggio al
secondo turno rappresenta un traguardo importan-
te per una realt piccola come quella di Castiglion
Fiorentino, dunque devo render merito a tutti i miei
ragazzi che hanno inseguito questo risultato con
impegno e determinazione. Nella seconda fase
sapevamo che sarebbe stato dif-
ficile perch ci siamo confrontati con i migliori della
Toscana, ma siamo comunque riusciti a dimostrare
importanti qualit e a tener testa a ogni avversario
incontrato.
LUnder 17 Rosini ha potuto fare affidamento su
dodici ragazzi nati nel biennio 1996-1997, tra cui
sono spiccate ottime individualit come Filippo Bit-
toni, Alessandro Fossi, Giulio Frappi e Christian Qua-
dri.
In questa stagione Tinganelli ha lavorato soprat-
tutto da un punto di vista caratteriale perch tec-
nicamente e tatticamente la squadra era gi stata
ben preparata negli anni scorsi da allenatori come
Stefano Baggiani, Massimo Bini e Stefano Liberto.
Questi ragazzi rappresentano il futuro del basket
castiglionese conclude Tinganelli, hanno inizia-
to giocando nel minibasket e ora si sono fatti onore
nellUnder 17: un domani sono sicuro che potranno
far bene anche in campionati Seniores di Serie C e
di Serie D, contribuendo ai futuri successi della Sba
e alla crescita del basket nella Valdichiana.
Intanto la Sba si sta godendo i frutti di un lavo-
ro avviato a Castiglion Fiorentino da oltre 10 anni e
che in questa stagione ha visto arrivare i primi im-
portanti risultati.
I
LUnder 17 Rosini archivia
una bella stagione
16 16 MAGGIO 2014
una Arezzo dello sport che sorride,
decisamente. Una Arezzo capace,
anche negli ultimi anni, di tirare fuori
numerosi talenti in grado di arrivare
ai vertici nazionali allinterno delle
proprie categorie. Questa lArezzo della boxe.
Una citt che vede ormai da tempo il proprio
nome brillare grazie ad Adriano Nicchi e Orlando
Fiordigiglio, due pugili vincenti usciti fuori dalle due
grandi palestre di riferimento aretine: la Boxe Nic-
chi e la Boxe Calamati. Al loro fianco, negli ultimi mesi, si sono
avvicinati altri giovani pugili dalle doti importanti, come il baby
talento Davide Brito, prodotto di casa Nicchi, voglioso di con-
tinuare a mantenere alta la bandiera amaranto allinterno del
mondo pugilistico italiano.
Arezzo, come si sa, stata sempre terra di grandi boxeur azzur-
ri, tra i quali spuntano nomi che hanno fatto la storia del pugilato
nazionale: nomi come quello di Mario DAgata, campione ita-
liano, europeo e mondiale nei Pesi Gallo a met degli anni 50,
e quello di Efrem Calamati, campione italiano, europeo e WBO
nei Super-Lightweight a cavallo tra gli anni 80 e 90. A raccoglie-
re il testimone di Calamati stata poi la mano di Adriano Nicchi
che, con il suo indiscutibile talento, stato capace di conqui-
starsi per ben quattro volte
consecutive il tricolore nel-
la categoria Superwelter.
Unimpresa che lo ha fatto
entrare di diritto nella storia
del pugilato aretino e, so-
prattutto, italiano.
Vittorie, le sue, costrui-
te tutte in famiglia, grazie
allattenta supervisione del
padre Santi e del fratello
Aldo: con grande dedizio-
ne essi hanno contribuito
in maniera decisiva alla
crescita di un grande pu-
gile che senza dubbio da
considerare tra i pi vittorio-
si della storia recente della
boxe italiana.
Boxe italiana che ha salutato, dopo linizio dellavventura europea da parte di Adriano Nicchi, i successi
di un altro pugile aretino: Orlando Fiordigiglio. Infatti, dopo la doppietta tricolore firmata da Adriano Nicchi
nel 2012, lanno seguente arrivato un altro uno-due amaranto, stavolta firmato dal pugile di Torre del
C
Arezzo e la Boxe:
Nicchi, Fiordigiglio e Brito: la tradizione pugilistica aretina cont
di Omero
Ortaggi
17 16 MAGGIO 2014
Greco ma aretino di adozione, capace di conquistarsi nel giro
di pochi mesi prima il titolo italiano e poi quello dellUnione Eu-
ropea nei Superwelter. Titolo poi difeso nella splendida notte del
28 marzo scorso, nella quale Orlando Fiordigiglio, oltre a tenersi
la cintura continentale, si portato a casa il Mondiale Junior.
Successi, quelli firmati dal boxeur della palestra Calamati, che
hanno contribuito a tenere alta la tradizione del pugilato are-
tino, riportando ancora una volta la nostra citt al centro della
boxe italiana.
Ma si sta guardando con grande interesse anche a un altro
giovane talento della nostra terra: Davide Brito della Boxe Nic-
chi. Il giovane considerato dagli addetti ai lavori, e soprattutto
dalla famiglia Nicchi, un ragazzo in possesso di tutti i presupposti
per avere un grande futuro in Nazionale.
Il giovane gigante classe 1997 (alto 1,88 m) stato protago-
nista a novembre scorso di
una grande vittoria nei cam-
pionati italiani riguardanti
la categoria +80 Kg. Vitto-
ria che ha riportato in casa
Nicchi un tricolore Dilettanti
a distanza di dodici anni da
quello firmato da Adriano.
Cos, grazie ai nomi di
Fiordigiglio, Nicchi e del gio-
vanissimo Brito, Arezzo conti-
nua a tenersi in una posizio-
ne di primo piano allinterno
del pugilato italiano.
Posizione mantenuta
grazie a numerose grandi
vittorie che confermano la
bont della scuola pugilisti-
ca amaranto e che fanno
presagire per questultima
un futuro ancora da prota-
gonista.
un amore infinito
tinua a brillare allinterno del pugilato professionistico italiano
18 16 MAGGIO 2014
l Centro Sport Chimera torna al cen-
tro del nuoto neonatale con un grande
evento dedicato ai bambini tra gli 0 e i
4 anni. Torna infatti per il quinto anno
consecutivo il Baby Acquatics Day, una
manifestazione in programma sabato 17 e
domenica 18 maggio per far conoscere e provare il nuoto baby alle famiglie aretine.
Levento, completamente gratuito e ospitato nel Palazzetto del Nuoto di Arezzo, sar introdotto il saba-
to alle 18.30 da una conferenza di spiegazione dellattivit tenuta da Carla Mazzoli, la responsabile dei
corsi della Chimera Nuoto. Nel corso della serata verr presentato ai genitori il Metodo Giletto, il metodo
italiano di nuoto infantile che permette lo sviluppo affettivo, cognitivo, linguistico e motorio del bambino:
Mazzoli parler del nuoto baby, presentandone i benefici riscontrati nella crescita dei neonati e nelle loro
relazioni con la famiglia.
possibile imparare a nuotare e acquisire sicurezza in acqua gi dai primi mesi di vita spiega Mazzoli.
La conferenza ci permetter di illustrare a tutti i genitori le caratteristiche dei nostri corsi e i benefici che i
neonati possono trarre praticando il nuoto baby, un corso di alta qualit dimostrato dallaffiliazione della
nostra societ alla Scuola nazionale di educazione acquatica infantile. La Chimera Nuoto ha introdotto il
nuoto baby nella propria programmazione da oltre 10 anni, diventando un punto di riferimento per lintero
Centro Italia e raggiungendo una proposta di eccellenza garantita dal continuo processo di formazione
richiesto agli istruttori.
Dopo la presentazione teorica, la domenica sar la volta della pratica: a partire dalle 9.30 sono attese in
piscina tutte le famiglie con figli da 0 a 4 anni per trascorrere una piacevole lezione in vasca con il proprio
bambino. La giornata proporr dalle 9.30 alle 11.00 unattivit rivolta ai neonati dai 3 ai 24 mesi, mentre
dalle 11.00 alle 12.30 la lezione sar riservata a chi ha tra i 2 e i 4 anni. In questa occasione sar possibile
provare il nuoto baby con il bambino, che star in piscina con il genitore e che far le sue
prime esperienze acquatiche. La partecipazione al Baby Acquatics Day ricorda Mazzoli
completamente gratuita, dunque invitiamo tutte le famiglie a partecipare e a venire a
conoscere questa bella attivit.
Per ricevere ulteriori informazioni possibile recarsi al Palazzetto del Nuoto (in viale Gram-
sci 7), scrivere una mail a info@centrosportchimera.com, chiamare lo 0575/35.33.15 o man-
dare un sms a Magara al 347/42.49.641.
I
Il Baby Acquatics Day porta al
cuore del nuoto neonatale
Il 18 e 19 maggio due giorni
completamente gratuiti dedicati
alla scoperta del nuoto baby
PRESSO
19 16 MAGGIO 2014
opo aver fatto incetta di record e primati, il recente connubio tra Team Ciabini e limplacabile
pilota perugino Tommaso Bussani, alias Tommyfast, pilota licenziato dal Moto Club Moto dEpoca
Roma, pronto a dare spettacolo e mantenere alto lonore della scuderia. Il Campionato Ita-
liano F.M.I. TT 500 Epoca porta ancora il sigillo stampato a suon di traversi e podi dalla splendida
Honda 400 Four, preparata ad arte proprio dal nostro Paolo Ciabini. Ma le sorprese non termi-
nano qui e lo spettacolo raddoppia: Alla vecchia moto non abbiamo apportato grosse modifiche se non
alcuni affinamenti. Siamo pronti per al debutto della seconda moto, unevoluzione della precedente.
Necessitiamo ancora di una piccola fase di test e nella seconda met del campionato potremo vederla
in pista assicura Ciabini entusiasta.
Nel ricco totonomi dei piloti a cui affidare la seconda Honda EVO, il favorito sembra proprio laretino
Valerio Vedovini, gi noto nellambiente in quanto tecnico della ditta Meccano, che da anni in stretta
collaborazione con il Team Ciabini.com. Lobiettivo sarebbe quello di ripetere la stagione 2013, magari
raddoppiando le soddisfazioni con limpiego della seconda moto dichiara Ciabini, non nascondendo
le sue aspettative.
Linizio della stagione partito per un po in salita. Nel weekend del 25-26-27 aprile ha avuto inizio, sul
circuito di Varano de Melegari, la prima manche del Campionato Italiano Moto dEpoca F.M.I. 2014. Dopo
un turno di qualificazione difficile, compromesso da un impiccio muscolare del pilota Tommyfast che lo ha
tenuto lontano dalla sella fino al sabato, alla fine la moto preparata da Ciabini ha strappato, in gara, un
quarto posto insperato: Avevo preparato la
moto la sera prima della manche senza aver
potuto prendere riferimenti dal rodaggio
prosegue Ciabini; Tommaso riuscito dap-
prima a qualificarsi col terzo tempo e, strin-
gendo i denti, ha portato a casa un risultato
che per noi ha il sapore della vittoria. Un
circuito, inoltre, non del tutto favorevole alla
Honda, a cui si aggiunge una concorrenza
pi agguerrita che mai: il campionato sar
al cardiopalma, ma il Team Ciabini potr ri-
farsi gi dalla prossima settimana ad Adria.
Ma le sorprese non terminano qui:
Questanno abbiamo aperto la nostra offi-
cina ad alcuni allievi dellIstituto Professiona-
le Margaritone, un modo per offrire loro la
possibilit di poter maturare delle esperienze
professionali di pi ampio respiro, anche sul
circuito. A fianco, tra laltro, di uno dei pi
geniali motoristi italiani.
D
Honda su Honda
nessun pi
si salver!
di Giacomo
Belli
20 16 MAGGIO 2014
di Omero
Ortaggi
iparte questa domenica il cammino
dellArezzo, con la disputa dei play-off, futi-
li, ma utili a creare la graduatoria per deter-
minare eventuali ripescaggi.
Gli amaranto arrivano allevento, se cos
si pu chiamare questa pressoch inutile appendi-
ce calcistica di fine stagione, con tanti punti interro-
gativi che lampeggiano sopra la propria testa.
Considerando le parole del presidente Macalli, le
speranze di essere tirati su con lamo del ripescag-
gio sono per davvero minime e, quindi, Cui pro-
dest? A chi giovano?, per dirla con una locuzione
in lingua latina, tanto cara a Claudio Lotito e qua
Ferretti ci perdoner la citazione di un rivale in affari.
Boh.
Nel dubbio si fanno e, gi che ci siamo, faccia-
moli bene. Adesso che il fondo stato toccato,
armiamoci di spugnetta e puliamolo bene, cos da
tornare a farlo risplendere.
Non si sa mai, no? Non succede, ma, se succede,
non sar il caso di stappare litri di ChamPagni.
Anzi, motivo valido, per una volta, per non fare
le cose come se stessimo giocando una partita a
Ruzzle, ovvero saltando di palo in frasca da sinistra a
destra, alla casuale ricerca della frase giusta.
Si chiama programmazione mirata. La ruota pri-
ma o poi girer, ma se i cuscinetti non sono buoni
Stefano CARDINALI
Per i miracoli c chi
si affida ai Santi oppure
ai Papi. Ad Arezzo, mol-
to pi modestamente,
ci affidiamo ai Cardinali. 4-4-2 e via, andare, come
si conviene a chi non vuole stupire il mondo ma so-
lamente gestire una situazione difficile nella manie-
ra pi semplice.
Alla prova del campo, buona la prima. Sperm
bene.
Franco ZAVAGLIA
A seguito dellultima
ristrutturazione dirigen-
ziale, c da capire
quali potranno essere
i limiti alla sua operativit e, soprattutto, se la col-
laborazione tra lex procuratore di Francesco Totti
e la societ amaranto pu o meno avere ancora
senso, oppure se larrivo di Pagni, calabrese come
lui, lo relegher nellangolino delle consulenze on
demand.
A sentire il nuovo dg amaranto parlare di totale
autonomia, c da propendere per la seconda del-
le due.
Staremo a vedere.
Horacio Raul MAR-
TINEZ
Pro citto, s trita-
to sul pi bello, met-
tendo lombrellino sul
cocktail di una stagione pi sfortunata di una legio-
ne di gatti neri.
Rimetterci una tibia in allenamento davvero da
Oscar. Non mollare Gaucho, arriveranno giorni mi-
gliori.
R
Quella cosa che si chiama
programmazione
di Luca
Stanganini
21 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
gi partita la carovana
musicale di Al Centro
della Musica 2014. Il
concorso canoro itine-
rante ideato dal cantante e orga-
nizzatore aretino Carlo Crulli
sta macinando serate da oltre un
mese, facendo tappa nei locali di
Arezzo. Uno solo limperativo:
far divertire portando il meglio
della musica italiana e straniera in
giro per la citt, grazie alla voce e
alla grinta di sei interpreti: Giulia
Buccichini, Riccardo Dado
Fratini, Gianluca Letizia, Re-
becca Mancini, Maurizio Panti-
ni e Alessandra Sgrevi.
Dopo due serate al Jet Lag di
via Calamandrei e una allo Spor-
ting Club di Molinelli dove si
terr anche la data del 24 mag-
gio Al Centro della Musica
approder alla Botteghina di
Gragnone per latto nale del 7
giugno e per le premiazioni nei
giorni a seguire. Anche questa
volta ho puntato su una formula
accattivante spiega Carlo Crulli.
Ogni sera i cantanti affrontano,
oltre a un brano di loro scelta,
una prova speciale a tema. Dopo
le canzoni degli anni Settanta e
Ottanta, e un tuffo nel mondo
dei cartoni animati, il prossimo
appuntamento vedr i ragazzi alle
prese con la composizione di un
testo inedito, sulla base di un ce-
lebre pezzo straniero; per la nale
ognuno duetter invece con un
proprio ospite su brani scelti dalla
produzione.
Tre i premi: lincisione di un
disco per il primo classicato, il
Premio Pierangelo Bertoli per
il miglior testo e il Premio Ivan
Graziani per la miglior esibizio-
ne. La musica che ascoltano oggi
i nostri concorrenti lontana
anni luce dai brani che afdiamo
loro continua lorganizzatore.
Una tale selezione di pezzi per-
mette di riscoprire artisti ormai
dimenticati e il talento dei ragazzi
esce fuori nel momento in cui si
confrontano con generi distanti
dal loro mondo musicale.
Molte le presenze importanti in
questa seconda edizione, a parti-
re dalla partnership
con la Scuola di
Musica Croma di
Antonio Aceti, no
ai giudici: il giornalista Marco
Botti e Wanda del Duca, voce sto-
rica e dj di Radio Life. Questan-
no possiamo contare su critici e
collaboratori competenti con-
clude Crulli e soprattutto su un
gruppo fantastico di cantanti che
si ritrovano per provare insieme e
si consigliano a vicenda su come
affrontare i pezzi. Guardandoli
capisco di aver raggiunto il mio
scopo: creare un ambiente in cui
la musica di casa.
PROSEGUE LA SFIDA DI
AL CENTRO DELLA MUSICA
NUOVI ARTISTI PER VECCHIE CANZONI
prodotti per artisti
eventi darte
tel. 0575/294110
www.mastroartista.it
AREZZO BELLE ARTI
di Elettra
Fiorini

22 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014


otograa, pittura, danza, movimento, performance. Un connubio che pervade da sem-
pre la vita di Soa Sguerri, talentuosa venticinquenne aretina.
Conosciuta soprattutto per la sua attivit allinterno di Spazio Seme, di cui fotografa
ufciale, Soa ha frequentato lIstituto dArte di Arezzo e lAccademia delle Belle Arti di
Firenze, specializzandosi in Fotograa.
In vista della personale (ri)CICLI. Trasgurazioni materiche, che lartista presenter nella sua citt dal 29
maggio al 21 giugno, allinterno del centro benessere Corpo e Mente, andiamo a conoscere meglio questa
gura eclettica.
Larte, o meglio le arti secondo Soa Sguerri.
Rappresentano innanzitutto i mezzi con cui mi esprimo, comunico con gli altri e porto avanti la mia
ricerca. La danza una passione che mi trascino dietro n da piccola, pittura e fotograa le ho approfondite
anche grazie al mio percorso di studi.
Nellultimo periodo tendo sempre pi a riunire tutte queste forme, lasciando spazio alla sperimentazione.
una miscela creativa che mi fa stare bene, non riuscirei a farne a meno.
Il corpo umano, presenza costante dei tuoi lavori.
Assieme al concetto di ritorno alla natura e alle origini il protagonista indiscusso delle mie opere. Lo
studio della gura umana attraverso la materialit mi trasporta verso mondi onirici privi di conni spazio-
temporali, posti in cui sto molto volentieri.
Nella produzione recente anche il riciclo ha un ruolo importante.
Detesto lo spreco, quindi spesso i supporti delle mie opere sono materiali abbandonati, come ad esempio
i vecchi scuri delle nestre. Recuperando certi oggetti cerco di dare loro una nuova vita che sappia dialo-
gare e fondersi con la foto o il dipinto.
Lo scorso 26 aprile hai ricevuto, con lopera Tree Time, una menzione speciale al III Premio inter-
nazionale di Arte Contemporanea Primal Energy di Orbetello.
Quello grossetano un concorso dove larte ispirata allenergia che scaturisce dal rapporto dellindivi-
duo con lambiente. Il riconoscimento mi consentir di soggiornare nel mese di giugno per cinque giorni in
Maremma e prendere parte a un
progetto artistico assieme ad altri
quattro autori selezionati, che sar
poi esposto nel mese di luglio.
I primi tre nomi che ti ven-
gono in mente tra coloro che ti
hanno inuenzata.
Il fotografo americano Man
Ray per la voglia di sperimentare,
il pittore olandese Hieronymus
Bosch per le incredibili visioni,
la compagnia teatrale di ballerini-
acrobati Momix per la straordina-
ria capacit di evocare immagini
surreali usando il corpo, i costumi
e le luci.
Potrei fare tanti altri nomi di
epoche e stili differenti, ma alla
VIAGGIO ALLA SCOPERTA DI UNA
SOFIA SGUERRI
F
di Marco
Botti
23 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
ARTISTA CHE NON SI PONE LIMITI
ne pi che dagli ar-
tisti del passato o del
presente mi lascio
ispirare dal quotidia-
no.
Osservo ci che mi
accade intorno, ma
unindagine introspet-
tiva, intima.
Non a caso i prota-
gonisti delle mie ope-
re sono spesso corpi
nudi, i quali rispec-
chiano gli stati dani-
mo che nel tempo si
evolvono e si trasfor-
mano. www.sofia-
sguerri.com
LIBRI DELLA NOSTRA VITA
Un ciclo di incontri per favorire la lettura
L
a Libreria Universitaria Leggere di viale Cittadini, ad Arezzo, ospita venerd 16 maggio, alle ore 17, il
primo incontro delliniziativa Libri della nostra vita.
Ospite la senatrice Donatella Mattesini, che racconter se stessa e la sua esperienza personale di let-
trice appassionata attraverso le pagine del libro di Umberto Veronesi Dellamore e del dolore delle Donne
(Einaudi).
La scelta di questopera, come spiega la Mattesini, stata dettata dallinteresse e dallimpegno politico
verso la tematica della parit tra i sessi.
Il volume sar disponibile presso la libreria gi una settimana prima, per tutti coloro che
vorranno leggerla personalmente in vista dellincontro. La serie di eventi organizzati mira in-
fatti a favorire la pratica della lettura, partendo proprio dalla condivisione delle esperienze
individuali, che riescono a portare allattenzione dei lettori libri considerati irrinunciabili per
alcuni di loro.
Il secondo incontro si terr il 30 maggio e vedr presenziare, come ospite donore, il vicesin-
daco di Arezzo Stefano Gasperini. Sara Gnassi
24 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
l settantesimo anniversario della Liberazione di Arezzo, che cadr il prossimo 16 luglio, sar
accompagnato da una serie di iniziative che per tutto il 2014 coinvolgeranno il territorio.
La ricorrenza loccasione per scoprire o ricordare storie e personaggi, dei quali la memo-
ria si afevolita nel tempo.
Un importante contributo non poteva mancare da Enzo Gradassi, appassionato cultore
della storia di quel periodo, che grazie al volume Il
Capitano Magro. Lavventura di un giovane aretino da
Fiume alle Fosse Ardeatine, edito da Fuori|Onda, rico-
struisce la vita di Mario Magri, dalla nascita ad Arez-
zo nel 1897 no alla tragica ne a Roma nel 1944.
Con la meticolosit e la freschezza che accompa-
gnano sempre le sue pubblicazioni, Gradassi ci rac-
conta di un ragazzino scapestrato e poco propenso
allo studio, glio di un ingegnere emiliano che tro-
va occupazione alla Regia Intendenza di Finanza di
Arezzo.
Le bravate di Magri mostrano un carattere irrequie-
to e unenergia che egli riesce a incanalare con la par-
tecipazione
alla Grande
Guerra, dove
fa incetta di
medaglie e
croci al me-
rito.
A n c o r a
vent i duen-
ne, raggiun-
ge negli
ultimi mesi
del 1919 Ga-
briele DAnnunzio a Fiume, affascinato dagli appelli del Vate che,
rivendicando litalianit della citt istriana, lha occupata militar-
mente alla testa di una forza volontaria irregolare.
Laudacia, lastuzia e la dedizione con la quale il Capitano Ma-
gro cos lo chiama il poeta affronta le missioni, lo fanno diven-
tare presto uno dei legionari prediletti di DAnnunzio.
Negli anni a seguire ritroviamo laretino in Marocco, dove tra il
1925 e il 1926 addestra le batterie berbere della Repubblica del Rif.
Tornato in Italia si dimostra ostile alle direttive del partito fascista.
Sospettato di ardire un complotto contro Mussolini e di essere una
gura pericolosa per lordine e la sicurezza dello Stato, viene arresta-
I
ENZO GRADASSI RACCONTA
UN ARETINO DA FIUM
di Marco
Botti
25 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
to a Milano il 18 dicembre 1926 per porto abusivo di armi. Inizia
cos il lungo periodo da connato politico al Sud, tra Lipari, Ponza,
Isole Tremiti, Cir, Petron e Pescopagano, che durer ben 17 anni.
Il 12 agosto 1943 Magri viene liberato a seguito della caduta del
Regime. Da uomo dazione sceglie di andare a Roma, nel frattempo
occupata dai nazisti, ed entra in contatto con lUnione Nazionale
della Democrazia Italiana. Assieme ad altri personaggi della Resi-
stenza catturato dai tedeschi il 26 gennaio 1944 e incarcerato nelle
famigerate prigioni di via Tasso.
Dopo due mesi di sevizie, il 24 marzo laretino viene trucidato
assieme ad altre 334 persone alle Fosse Ardeatine, in quella che
considerata come una delle pi feroci rappresaglie naziste in Italia.
www.fuoriondalibri.it
A LA STORIA DEL CAPITANO MAGRO
ME ALLE FOSSE ARDEATINE
RIBELLI IN FUGA
Due giorni di incontri e riflessioni con lautore Tommaso Percivale
V
enerd 16 e sabato 17 maggio, la libreria per ragazzi La Casa sullAlbero di via Madonna del Prato,
ad Arezzo, promuove una serie di incontri con lautore Tommaso Percivale destinati agli studenti delle
scuole secondarie di primo grado della provincia, che hanno partecipato ai tanti Progetti Lettura curati
dalla libreria nel corso dellanno scolastico 2013-2014. Percivale scrittore e hacker, appassionato di fumet-
to e tecnologie, creatore di board game e autore di diversi romanzi per la serie Eroi e Rivelazione, tra cui
Ribelli in fuga (Einaudi ragazzi), finalista del Premio Andersen 2013.
Il libro, ispirato alla storia vera delle Aquile Randagie, narra le vicende di un gruppo di giovani che
si oppose alloppressione del regime fascista in nome della libert. Il primo appuntamento con lautore
avr luogo venerd 16 maggio, a partire dalle ore 11, presso lIstituto Martiri di Civitella di Badia Al Pino,
nellambito della mostra-mercato di libri per ragazzi intitolata Leggere la guerra e seminare la pace, pro-
mossa dalla libreria in collaborazione con listituto e il Comune di Civitella.
Nel pomeriggio, dalle ore 16, Percivale incontrer gli studenti della scuola Margaritone
di Arezzo; alle 18 sar invece a disposizione di un pubblico pi ampio allinterno della libreria
organizzatrice.
La seconda giornata, sabato 17 maggio, si svolger a partire dalle ore 11 allinterno del
Teatro Mecenate. A interagire con lautore saranno i ragazzi della vicina scuola Francesco
Severi di Arezzo. www.librerialacasasullalbero.com Chiara Marcelli
26 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
INFORMA
PATRONATO ACLI
Esodati, la quinta
salvaguardia
Si accende la spe-
ranza di ottenere il
pensionamento per 17.000 esodati. Il Decreto In-
terministeriale pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.
89 del 16 aprile 2014 ha comunicato la costituzione
di un quinto contingente di lavoratori che, avendo
cessato la loro attivit lavorativa in anticipo rispetto
a quanto previsto dalla riforma Fornero, godranno
ora della possibilit di rientrare nei sistemi di salva-
guardia pensionistica sulla base dei requisiti vigenti
prima dellattuazione della stessa riforma.
Il decreto in questione definisce le condizioni per
lapplicazione di tale operazione di salvaguardia,
fissando la ripartizione di 17.000 soggetti tra sei diver-
se categorie di lavoratori e stabilendo le modalit di
accesso al contingente. Tutti gli interessati dovran-
no presentare, entro e non oltre luned 16 giugno
2014, unapposita domanda allInps o alla Direzione
Territoriale del Lavoro, a seconda della categoria
di appartenenza. Alla luce della complessit della
materia, il Patronato Acli si rende disponibile a una
verifica veloce, professionale e gratuita del diritto
di ogni cittadino a rientrare nel contingente per la
salvaguardia pensionistica.
CAF ACLI
Il 730 anche per i dipendenti sen-
za sostituto dimposta
La dichiarazione dei redditi pre-
senta unimportante novit per i di-
pendenti sprovvisti di sostituto dim-
posta: anche loro potranno presentare il modello
730, ottenendo cos il rimborso dallAgenzia delle
Entrate. Fino al 2013 lutilizzo del 730 era permesso ai
soli ex lavoratori dipendenti con situazioni contabili
a credito relative allanno precedente, mentre ora
questa opportunit stata allargata a tutti coloro
che nel 2013 hanno percepito redditi da lavoro di-
pendente e che, al momento della consegna della
dichiarazione, si trovano senza un sostituto dimpo-
sta che possa effettuare le operazioni di congua-
glio. Chi negli ultimi mesi ha perso il lavoro potr
dunque presentare il 730 in qualit di titolare di red-
diti da lavoro dipendente per tutto o per parte del
2013 e, se lesito della dichiarazione sar a credito,
lAgenzia delle Entrate provveder al rimborso con
la prospettiva di tempi pi brevi rispetto ai contri-
buenti di Unico. La scadenza per la presentazione
del 730 fissata per sabato 31 maggio: il Caf Acli
invita gli interessati a fissare un appuntamento allo
0575/21.700.
FAP ACLI
Sette scuole mater-
ne giocano su ami-
cizia e comunica-
zione
Un grande evento riunir tante scuole materne
della citt di Arezzo. A promuoverlo la Federazio-
ne Anziani e Pensionati delle Acli che mercoled 28
maggio, alle 17.00, ha organizzato una festa presso
il sottochiesa della parrocchia di piazza Giotto per
concludere un progetto che ha coinvolto ben set-
te asili comunali e privati. Centinaia di bambine e
bambini aretini nelle ultime settimane hanno infatti
partecipato a un concorso a premi in cui, con le
loro insegnanti, hanno realizzato disegni individuali
o di gruppo lavorando su tre parole chiave: ami-
cizia, comunicazione e gioco. I risultati di questo
lavoro hanno meravigliato la stessa Fap Acli per la
creativit e lentusiasmo espressi da tutte le classi
coinvolte, che hanno prodotto numerose opere
che saranno esposte in occasione della festa con-
clusiva. Liniziativa coinvolger anche le famiglie
dei bambini e terminer con la premiazione di tutti i
partecipanti, con una merenda e con la consegna
di un contributo alle scuole per lacquisto di mate-
riale didattico.
SEDE PROVINCIALE AREZZO
via Guido Monaco 48 0575/21.700 0575/21.396
arezzo@patronato.acli.it
SEDE MERIDIANA
via Pizzuto 34 0575/18.22.319
arezzomeridiana@patronato.acli.it
SEDE ZONALE VALDARNO
via Roma 1, San Giovanni Valdarno 055/91.21.686
valdarno@patronato.acli.it
SEDE ZONALE CASENTINO
via Nazario Sauro 26, Ponte a Poppi 0575/52.00.36
casentino@patronato.acli.it
SEDE ZONALE VALTIBERINA
via XX Settembre 127, Sansepolcro 0575/73.46.45
valtiberina@patronato.acli.it
27 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
Chilometro Zero ha molti significati
N
ella visione del Biolento Chilometro Zero ha molti significati. Prendere le cose il pi localmente possi-
bile di sicuro ma anche 0 chilometri nelle relazioni con i nostri fornitori.
Dei prodotti che proponiamo conosciamo la storia, il produttore, chi vi si dedicato in campo e in azien-
da. Relegare il Chilometro Zero alla nostra provincia o regione oggi anacronistico, secondo il nostro
modo di vedere. Il tipico ormai fa parte di uneducazione alla mondialit, dove Italia il nostro territorio.
La distinzione per noi la fanno i metodi di coltivazione, laspetto etico e ambientale, lempatia per i pro-
getti di cui veniamo a conoscenza e ai quali aderiamo. In questa visione delle cose si collocano le birre del
BVS (Birrificio Valdarno Superiore), dove i produttori sono fornitori ma prima di tutto amici, identico discorso
per i vini della Pievuccia o per le grappe della Pievaccia.
Con lo stesso entusiasmo andiamo a raccogliere le nostre verdure nei campi della cooperativa Terravi-
va e in quella di Fior di Carota, che hanno fatto dellagricoltura un valido strumento di inclusione sociale.
Dallo stesso principio mossa la FattoriAbilit di San Giovanni in Persiceto (Bologna) che produce birre
artigianali e nella quale lavorano sei persone disabili.
Per il loro impegno sulle integrazione degli immigrati abbiamo scelto i formaggi della Zootecnica del
Pratomagno, cos come abbiamo il Caff River per i suoi progetti
concreti in Uganda.
Cerchiamo di sostenere gruppi di giovanissimi produttori dellalto
Casentino attraverso lacquisto di conserve e marmellate bio. An-
dando un po pi lontano, serviamo il Nosiola dellAzienda Salvet-
ta in Trentino che andiamo direttamente a ritirare in azienda, cos
come le grappe della Distilleria Poli di Santa Massenzia (Trento).
Viviamo il biobar come una ricerca continua nellottica di fare
rete di buona economia e proporre ai nostri clienti prodotti gustosi
e etici.
Per maggiori informazioni consultare il sito www.biolentocafe.it o
la pagina su Facebook. Per prenotazioni (si consiglia di venerd e
sabato) tel. 0575 1788509. Lo Staff del Biolento Caf
28 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
EDICOLA KENNEDY (VIA KENNEDY 1)
EDICOLA DELLOSPEDALE (VIA NENNI)
EDICOLA SCOSCINI (VIA ALFIERI)
TIRAMOLLA (VIA ROMANA 98/A)
EDICOLA FAGIOLI (BELVEDERE)
EDICOLA PANCI (PIAZZA SAIONE)
EDICOLA CAMPO DI MARTE
(VIA VITTORIO VENETO)
LIBRERIA EDISON
(PIAZZA RISORGIMENTO 31)
EDICOLA SCARTONI (P.ZZA SAN JACOPO)
LIBRERIA MONDADORI (VIA ROMA)
LIBRERIA UNIVERSITARIA LEGGERE
(VIA CITTADINI)
INFORMAGIOVANI
(PIAZZA SANTAGOSTINO)
EDICOLA SAN MICHELE
(PIAZZA SAN MICHELE)
LA FELTRINELLI POINT (VIA CAVOUR 13)
EDICOLA RAJA (VIA GUIDO MONACO)
EDICOLA AMIDELLI (VIA PORTA BUIA)
EDICOLA SAN LORENTINO
(PORTA SAN LORENTINO)
EDICOLA SCARTONI
(PIAZZA SAN GIUSTO)
IL GIORNALAIO (VIA REDI)
EDICOLA ROSSI (VIA PACIOLI)
EDICOLA DALLA NOCE (P.ZZA GIOTTO)
EDICOLA VIA ERBOSA
EDICOLA PERLINI (VIA GIOTTO)
EDICOLA ROSI ANTONIO (VIA MECENATE)
EDICOLA BURRONI (VIA TARLATI)
PAPER CO. (CENTRO COMM. SETTEPONTI)
EDICOLA SAN LEO
BOTTEGA DI GIACCO (SAN GIULIANO)
EDICOLA IL FUMETTO (QUARATA)
CARTOLIBRERIA MILLE IDEE
(VIA FIORENTINA 244)
FOTO OTTICA MARCO
(VIA DAL BORRO 68/70)
SPAZIO SEME (VIA DEL PANTANO 36)
MASTRO ARTISTA (VIA BENEDETTO VARCHI 73)
DOVE TROVARE (GRATIS!) IL SETTIMANALE
LO SCULTORE PA
UN PEZZETTO D
ome sappiamo, Patrizio Zona dalla
Campania si trasferito ad Arezzo da
circa tre anni, col desiderio di portare
qui un pezzetto di Napoli: la Napoli per
bene, il suo calore, la musica La citt in cui si sono
formati molti artisti di talento, per i quali dedizione
e onest vanno di pari passo.
Lo scorso 16 aprile, per volere di Patrizio Zona,
stato inaugurato uno spazio espositivo, un salotto
culturale a Bibbiena in via Borgo Martellini 28, a cui
stato dato, appunto, il nome di Borgo Martellini.
A esporre insieme a lui vi erano altri importanti scul-
tori e pittori. Ha presen-
tato il centro e liniziativa
denominata emozionARTi
il critico darte Michele Loffredo;
gli ospiti donore sono stati due
amici del maestro, ossia il chitarrista jazz di fama in-
ternazionale Antonio Onorato e il noto attore Enzo
Decaro. Questi tre amici sono accomunati dallamo-
re per la musica, la pittura e larte tutta, e il loro
legame negli anni rimasto saldo.
Una serata emozionante: aretini e non hanno po-
tuto ammirare le opere esposte, ascoltare musica e
poesia, degustare pregiati vini e hanno partecipato
volentieri alla cena che seguita, in un ristorante vi-
cino e naturalmente a base di specialit toscane!
Riguardo allo spazio espositivo Patrizio Zona ci
spiega: stata una signora aretina veramente ge-
nerosa a metterci a disposizione questo suo locale a
Bibbiena, gratuitamente. A giugno qui verr inaugu-
rata una personale dellartista Vanni Macchiagodena
di Termoli e si esibir per loccasione il chitarrista
jazz Aldo Farias di Napoli.
A quando un salotto nel centro di Arezzo?
Spero presto, purtroppo si tende a investire a bre-
ve termine, ma, come si dice, Il pesce con lacqua
non si frigge, ma con lolio e possibilmente buono!.
Mi auguro che lamministrazione comunale e i pri-
vati investano regolando i loro progetti a medio lun-
go termine: ci sono stradine, spazi verdi desolati, in
C
di Ivana
Marianna
Pattavina
29 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
ATRIZIO ZONA PORTA
I NAPOLI AD AREZZO
centro tanti fondi stti .
Perch un pezzetto di Napoli ad Arezzo?
Arezzo e Napoli: malgrado le due realt siano
diverse, a mio parere, unite possono portare grandi
innovazioni, apertura. Mi piacerebbe che tra queste
due citt ci fossero gemellaggi, scambi a livello arti-
stico e culturale: nel mio piccolo ci sto provando.
Come trova gli aretini, man mano che impara
conoscerli?
A volte testardi, un po chiusi, ma comunque
gente di cuore sulla quale si pu contare.
Uno scultore aretino in particolare che lei ap-
prezza?
Ho visto delle opere di Scatragli e mi sono pia-
ciute moltissimo!.
Per lei, maestro, la scultura una specie di fuo-
co inesauribile. Se il Comune volesse inserire una
sua scultura in citt come la realizzerebbe e
dove la vedrebbe bene?
Realizzerei unopera astratta in marmo bianco, di
grandi dimensioni e dagli incastri perfetti, che fa-
cesse pensare. La vedrei bene per esempio nel Parco
Pertini. Mi piacerebbe inoltre fare un work progress
scolpendo anche 11 ore al giorno e regalare lopera
nita al mio Comune di Arezzo!.
La creativit e larte oggi.
Dovrebbero essere nella nostra societ sempre
pi uno stimolo e un punto essenziale di riferimento
per far migliorare le cose.
Progetti in citt entro lanno?
Michele Loffredo si occuper di organizzare per
dicembre una mia mostra nel Palazzo Chianini Vin-
cenzi ancora per c un po di tempo.
Di Zona ormai celebre il libro Scolpito di mani-
fattura artigianale, in cartoncino nero traforato con
delle frasi in prosa: di tale libro tempo fa parl il
giornale La Repubblica.
Chiss: non ci stupiremmo se a breve qui ad Arez-
zo il Maestro lo ritrovassimo ospite donore al Giar-
dino delle Idee!
30 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
l

e
v
e
n
t
o
c
h
i
l
o
m
e
t
r
o

z
e
r
o
I detti stagionali con-
tengono non solo le pil-
lole di saggezza per inter-
pretare landamento del
raccolto, ma anche vere e
proprie informazioni sui
ruoli sociali delluomo e
della donna. Prendiamo
ad esempio il detto Maggio asciutto ma non tutto,
gran per tutto; maggio molle, lino per le donne:
ricorda una fra le molte specializzazioni delle donne
nel mondo contadino, quella di tessi-
trici. Un ruolo che rimasto sostan-
zialmente della donna ancora oggi.
Un forte esempio stato la storia della
Lebole, che assorb dalle campagne
aretine e non solo pi di cinquemila
giovani lavoratrici.
TRASH PARTY
THE LAST TRASH
Tutte le cose belle niscono.
E cos anche quelle brutte: arri-
va lultimo Trash Party. Sabato
17 maggio alle ore 23.30, al
Karemaski di via Edison, loc-
casione nale per vedere e sentire il peggio della mu-
sica per le vostre serate con il dj set di Zatlan Cas-
settone (Francesco Prosperi), Tenerondo (Marco
Rondoni) e compagnia bella, allopera
nelle loro mutazioni musicali e perfor-
mance improbabili.
Siete invitati tutti a vestirvi nel
modo pi osceno possibile e pi antie-
stetico del mondo.
Contributo dingresso 3 euro.
Locke***
Ivan Locke ha lavorato duro per
fare della sua vita unopera riusci-
ta. Uno sforzo che sembra sfaldarsi
come neve al sole in una sola notte
nella quale una telefonata annien-
ter tutte le sue sicurezze. Tom
Hardy one man show, potremmo
definire questopera di Steven Knight, dal momen-
to che si focalizza sulla gigantesca prova attoriale
dellattore britannico gi ammirato in Bronson e In-
ception, tra gli altri. Un viaggio in auto che mette
in scena una tragedia umana, nella quale si evi-
denzia tutta la fragilit delle costruzioni esistenzia-
li dietro alle quali ci barrichiamo e di come siano
necessariamente interrelate con il passato e con la
propria identit pi intima. Da vede-
re in lingua originale; qualsiasi visione
doppiata sarebbe un oltraggio alla
prova di Hardy e una notevole riduzio-
ne dellimpatto espressivo del film.
Jacopo Fabbroni
di Lucio
Massai
El
tiro
al
piccione
Povero Renzi, gente, che fatica!
Cerca de mantenere le promesse,
senza nissno che lo binidca
o che gni faccia dire un po de Messe.
Se cuntinua cus, un ce la fa mica
a cambiare le cose! Oltra le stesse
bordate de lartiglira nimca,
son le fazioni che nnha sottomesse
del su partito a fare preoccupare.
Per mantenere ognn le su poltrone,
gni fno tutti el tiro al piccione,
sperando de potllo impallinare.
De Berlsca se sa che fa el gradasso,
de Grillo, poi! Ma che vorrebbe Grasso?
di Leonardo
Zanelli
i
l

s
o
n
e
t
t
o
c
i
n
e
m
a
l

e
v
e
n
t
o
di Fabio
Mugelli
31 IL SETTIMANALE DI AREZZO 16 MAGGIO 2014
a questanno la dichia-
razione dei redditi pre-
senta una nuova oppor-
tunit: la possibilit di
detrarre il 65% delle spese per gli
interventi nalizzati al risparmio
energetico degli edici. In questa
categoria vi rientrano anche le in-
stallazioni di porte e nestre per-
ch la presenza di inssi di qualit
e allavanguardia garantisce unot-
timizzazione dei consumi in vir-
t dellabbattimento dei costi di
riscaldamento e climatizzazione e
un maggior isolamento termico e
acustico.
La principale azienda aretina
impegnata in questo settore
Berneschi che, nata nel lontano
1966, ha deciso di proporre un
evento di due giorni per far cono-
scere alla cittadinanza le possibili-
t legate allinstallazione di nuove
porte e nestre. Lappuntamento
per sabato 17 e domenica 18
maggio quando, a partire dalle
ore 9, Berneschi organizzer nel
proprio showroom di Campoluci
un evento promosso a livello na-
zionale dalla Finstral, realt leader
nel mercato europeo degli inssi
in pvc. Nella due giorni di por-
te aperte sar possibile conoscere
gratuitamente tutte le opportu-
nit legate alla progettazione e
allinstallazione dei prodotti certi-
cati dellazienda, con un aperiti-
vo offerto a tutti i presenti e con
una lotteria che metter in palio
ricchi premi tra cui un viaggio
di una settimana per due perso-
ne, biciclette elettriche e buoni
benzina. Berneschi ha avuto loc-
casione di ospitare questo evento
perch ha ottenuto la qualica di
punto arancio dalla Finstral, un
attestato che riconosce lazienda
aretina come rivenditore di rife-
rimento del centro Italia per la
professionalit e le competenze
dimostrate in tanti anni di lavoro.
Questo il momento giusto per
progettare nuovi interventi sugli
edici spiega il titolare Stefano
Berneschi, perch no al 31 di-
cembre 2014 sar possibile gode-
re dellEcobonus che permetter
di detrarre il 65% nelle opere vol-
te al risparmio energetico. In que-
sti due giorni si prospetta dunque
unimportante occasione per go-
dere della detrazione scale anche
sui prodotti Finstral, con i nostri
tecnici che saranno a disposizione
della cittadinanza per illustrare le
possibilit legate alle installazioni
di nuovi inssi o semplicemente
per una consulenza.
Linstallazione di porte e -
nestre di qualit garantisce ri-
sparmio energetico perch evita
dispersioni termiche nel riscal-
damento e nella climatizzazione,
con un guadagno nel lungo pe-
riodo legato alla riduzione delle
spese e ai minori costi di manu-
tenzione. Un guadagno che il 17
e 18 maggio potr essere toccato
con mano presso lo showroom di
Berneschi.
UN EVENTO DEDICATO AL RISPARMIO
ENERGETICO FIRMATO BERNESCHI
SABATO 17 E DOMENICA 18 MAGGIO, DUE GIORNI DI
PORTE APERTE PER PRESENTARE NUOVE OCCASIONI ECOSOSTENIBILI
D