Sei sulla pagina 1di 2

JOHN LENNON - IMAGINE

Immagina che il paradiso non esista


facile se provi
Nessun inferno sotto di noi
E sopra solo cielo
Immagina che tutta la gente
iva solo per l!oggi
Immagina non ci siano na"ioni
Non # difficile
Niente per cui uccidere e morire
Non ci sia nessuna religione
Immagina tutti gli uomini
ivere in pace
$uoi dire che sono un sognatore
Ma non sono il solo
%pero che anche tu un giorno ti unirai a noi
E il mondo vivr& come uno solo
Immagina un mondo sen"a la propriet&
Mi chiedo se ci riesci
%en"a 'isogno di avidit& o fame
La fratellan"a tra gli uomini
Immagina tutta le gente
(he condivide il mondo
$uoi dire che sono un sognatore
Ma non sono il solo
%pero che ti unirai a noi anche tu un giorno
E il mondo vivr& in armonia
)O) *+LAN , MA%-E.% O/ 0A.
enite1 %ignori della guerra
oi che costruite i grossi fucili
oi che costruite gli aerei della morte
oi che fa''ricate tutte le 'om'e
oi che vi nascondete dietro muri
oi che vi rifugiate dietro alle vostre scrivanie
oglio solo che voi sappiate
(he sono in grado di vedere attraverso le vostre maschere2
Non avete mai fatto altro
(he costruire per distruggere
oi giocare con il mio mondo
(ome se fosse il vostro insignificante giocattolino
Mettete un fucile fra le mie mani
E vi nascondete dai miei occhi
E vi voltate e correte lontano
Mentre volano veloci le pallottole2
(ome 3uel Giuda dei tempi antichi
oi mentite e ingannate
4una guerra mondiale pu5 essere vinta4
oi volete che io vi creda
Ma io vedo attraverso i vostri occhi
E attraverso le vostre menti
(ome vedo attraverso l6ac3ua
(he scorre gi7 alla fogna2
(aricate voi i fucili
(he altri dovranno usare
$oi vi mettete comodi a guardare
Il conto delle vittime che sale
i rifugiate nelle vostre 'elle ville
Mentre il sangue di giovani raga""i
%corre fuori dai loro corpi
E impregna la terra mescolandosi al fango2
Avete diffuso la peggior paura
(he avesse mai potuto sorgere
La paura di far nascere figli
In 3uesto mondo
$erch8 minacciate il mio 'im'o
Ancora non nato e sen"a nome
Non valete il sangue
(he vi scorre nelle vene2
(he cosa ne posso sapere io
$er parlare 3uando non # il mio turno9
$otete dire che sono giovane
$otete dire che sono ignorante
Ma c6# 3ualcosa di cui sono certo
)ench8 sia pi7 giovane di voi
Nemmeno Ges7 potre''e mai
$erdonare 3uello che fate2
Lasciate che vi faccia una domanda
Il vostro denaro ha il potere
*i comprarvi il perdono
*avvero pensate che potre''e9
Io penso invece che vi renderete conto
:uando la Morte esiger& il suo pedaggio
(he tutti i soldi che avete guadagnato
Non vi compreranno mai indietro la vostra anima2
E io spero che voi moriate
E che moriate in fretta
%eguir5 la vostra 'ara
Nel pallido pomeriggio
E star5 a guardare mentre vi calano
Gi7 nella fossa
E rimarr5 presso la vostra tom'a
/inch8 non sar5 sicurissimo che siate morti e sepolti;