Sei sulla pagina 1di 165

1

1
Davide Borghi



R.E.I. 1.0


Rilascio
Emozionale
Istantaneo

Aiutate voi stessi ed i vostri amici a stare bene ed a
raggiungere i vostri obiettivi con la tecnica pi rapi-
da, potente e semplice da imparare!


AVVERTENZA: LAutore: Davide BORGHI, informa che, indipendentemente da quanto riportato nel testo, il pre-
sente materiale non adatto a principianti, e ne sconsigliato luso al di fuori di un preciso percorso di for-
mazione a persone non qualificate! Tutti i diritti sono riservati, ed vietato riprodurre il testo in qualsiasi forma
senza il suo consenso scritto.








2









3



Dedico questo breve manuale tecnico
a tutti quelli che credono che volere potere.

(Anche se non hanno ancora capito come mai,
pur credendoci, non funziona)

Affinch possano imparare
che, prima, bisogna imparare a volere.

La Volont cosa diversa,
superiore, rispetto al semplice desiderio.

Il trucco tutto qui.

Chi desidera,
legger avidamente, e con intensit.

Chi Vuole legger brevemente,
per comincer oggi stesso a farne applicazione


Davide Borghi






4



5
UN MINIMO DI RESPONSABILIT

Responsabilit legale

Anche se non operate professionalmente, in ogni caso in cui offrite il vostro
operato a beneficio di altri, dovete prestare la massima attenzione al princi-
pio di "non nuocere".
Quindi attenetevi strettamente alle istruzioni: diversamente, a risponderne
sarete solo voi. Evitate sempre esperimenti per cui non siete preparati, o del
cui esito non siete pi che sicuri.

Responsabilit morale

Alle volte le conseguenze delle proprie azioni possono essere pi gravi del-
l'errore realmente commesso. Per esempio, infrangere il codice della strada
pu sembrare a volte non molto grave, ed anche divertente; almeno ad una
prima occhiata superficiale. La conseguenza, per, pu essere molto pi
grave, come un omicidio, e, magari, un ergastolo.
Se quest'argomento, alquanto spiacevole, vi disturba, me ne scuso. Ma, for-
se, potr evitarvi qualcosa di pi spiacevole.
Date il giusto peso all'aspetto morale della pratica del R.E.I., se volete con-
servare il rispetto di voi stessi, prima, e quello di chi vi sta vicino, poi. Da
questo dipende anche il vostro buon nome, e, quindi, anche il destino di
qualunque attivit possiate intraprendere: sia essa lavorativa, sociale, o in
qualsiasi altro ambito questa si collochi.
Dice un antico Proverbio: "Le mosche morte son ci che fa puzzare l'olio
profumato".
La situazione la seguente: le mosche, attratte dall'intenso profumo
dell'olio, vi cadono dentro, e vi muoiono annegate.
Questo Proverbio significa che basta una piccola azione, ma impura (le
mosche morte), a contaminare una grossa quantit di azioni buone e
gradite (l'olio profumato), compiute con diligenza in una vita retta e la-
boriosa (il tempo, la sapienza e il lavoro necessari a produrre tale olio).
L'olio, cos contaminato, marcir, e, anzich essere profumato, puzzer.
Questo significa che, anche tutto ci che di buono fino ad allora si sar
fatto, e si potr ancora fare in seguito, potr, dal momento in cui l'azio-
ne impura stata commessa, essere considerato sgradevole (puzzolen-
te), e quindi respinto: a causa del sospetto di essere una "facciata" che
stata usata per celare le reali motivazioni, invece riprovevoli.
Basta un colpo a demolire ci che, per essere costruito, ha richiesto
molti colpi.




6
Lo Studio "Gianfrancesco Pico" vi incoraggia ad operare solo per il bene co-
mune, e comunque previo il consenso informato di tutte le persone coinvol-
te.
In particolare, non si pu considerare valido il consenso di persone mino-
renni, od ancora, in condizioni di disagio tale da renderle comunque in-
fluenzabili: per esempio, chi si trovi in condizione di interdizione, o, per qua-
lunque motivo, in condizioni di disperazione tale da accondiscendere a qua-
lunque richiesta, anche irragionevole, pur di ottenere sollievo.
In ogni caso, ed in quest'ultimo in particolare, considerato reato, oltre che
amorale e scorretto, promettere o garantire miglioramenti e/o soluzioni non
dimostrabili in concreto.
Incoraggiate sempre i vostri amici con i quali sperimentate il R.E.I. al ricorso
a tutti quegli specialisti qualificati a valutare, diagnosticare, curare, od, an-
cora, a contribuire alla soluzione delle difficolt, od al miglioramento di ogni
specifica situazione che essi si trovino ad affrontare.
Sostenete sempre l'operato di medici, psicologi, ed altri professionisti che
operino nel rispetto della legge, e nell'interesse della persona, incoraggian-
dola a seguirne le prescrizioni.
Anche se non siete dei professionisti, rispettate, le leggi ed i regolamenti che
disciplinano il comportamento dei terapisti, ed operatori olistici, astenendovi
da ogni abuso di professione: in particolare quella medica.
Specialmente, evitate nel modo pi assoluto anche solo di dare l'impressione
di poter sostituire la figura del medico: incoraggiate le persone a rivolgersi a
specialisti qualificati, ed anche, nel caso sembri consigliabile, a pi di uno
di questi ultimi, considerato che neppure loro sono infallibili.
Considerate che il possesso e lo studio e la pratica di questo materiale non
vi qualificano in alcun modo a considerarvi ed a presentarvi come professio-
nisti qualificati, a meno che non siate gi in possesso di tali qualifiche in al-
tro modo, e vi troviate nella posizione di poter comprendere, valutare e gesti-
re o modificare in modo completamente autonomo le informazioni in esso
contenute.
La legge non vi consente di scaricare sull'autore la responsabilit delle vo-
stre azioni per semplice fatto di aver letto ed applicato le sue istruzioni. I
soli responsabili siete voi, e la prudenza dovrebbe guidarvi in tutte le vostre
scelte.
Se siete minorenni, e vi trovate in possesso di questo materiale senza che ne
siano a conoscenza i vostri genitori, o chi per loro, mostrateglielo, e lasciate
che siano loro a decidere il da farsi.






7
Lautore

Davide Borghi, nato nel 60, nella citt di G. Pico della Mirandola, Clinical
Hypnotherapist, certificato alla Yorker University, del Delaware (USA), che
possibile contattare allindirizzo: www.nyuniversity.net .
E anche Master Trainer in NLP, la pi alta qualifica in Programmazione Neu-
rolinguistica; certificato dallISI-CNV di Nizza, che possibile contattare
allindirizzo: www.neurolinguistic.com .
Presso lo stesso Istituto, ha conseguito inoltre, lancora rarissimo, Master
R.E.I., frequentando la prima classe in assoluto, in Europa, di Rilascio Emo-
zionale Istantaneo, o R.E.I., tenuta dal Dott. Marco Paret.
Da sempre interessato alle possibilit di sviluppo del potenziale umano, con-
vinto che permettano una superiore conoscenza di s e dellambiente; quindi, il
conseguimento del benessere.
Per molti anni, ha approfondito le tecniche psicoattive utilizzate dai mistici in
tutte le epoche. Dell'epoca cristiana, incluso il retaggio dei Pico, dei Ro-
sa+Croce, dei Templari e degli Alchimisti medievali; all'epoca pre-cristiana, dai
Filosofi d'Alessandria, dagli Alchimisti arabi, da Pitagora, Plotino ed i Neoplato-
nici, Platone, Mos ed i Faraoni, ed Oltre... Trovando, in tutte, impressionanti
parallelismi con le tecniche psicoattive contemporanee.
Ha quindi elaborato una sintesi delle varie tecniche, necessariamente in conti-
nua evoluzione. A vantaggio di unimmediata comprensione, ha preferito il ter-
mine "Intelligenza Intuitiva" ad un altro, pi esatto, che avrebbe potuto essere
"somatopsichica dedu-induttiva".
Oltre a scrivere manuali e saggi di Intelligenza Intuitiva, tiene sedute private e
corsi.

Alla data della pubblicazione di questo testo, le sue qualifiche sono:
Certified Hypnotherapist
o The Hypnosis Institute di N.Y. - Ph. Dr. Barry Seedman, (National
Guild of Hypnotherapist member, & Trainer of the Year)
Clinical Hypnotherapist
o INFAITH Institute Ph. Dr. Nan Seedman - N.Y.
Certified NLP Pratictioner, Master P., Trainer, Master Trainer
Certified R.E.I. Master
Certified Basic Coach
o ISI-CNV INTERNATIONAL - dott. M.Paret (Nizza), referente per l'Ita-
lia dell'NGH, e rappresentante dell'Association Europenne PNL, e
accreditato dall'Associazione di Psicologia Neurolinguistica.
Award in Hypnosis
Award in Reiki
o The Yorker International University N.Y. - USA
Certified Master Reiki
Certified Master Karuna-Ki.
o The Reiki Institute - Rev. Ph. Dr. Nan Seedman N.Y.




8
Inoltre, ha approfondito le tematiche, e le pratiche, delle seguenti scuole di
pensiero, ottenendo riconoscimenti e titoli, tradizionalmente non documen-
tabili, quali:

Zen, e Arti Marziali Nere del Medioevo Nipponico, come il Ku-Ji Kiri, di
cui stato
o Jutsuka informale autorizzato;
Sacerdozio Andino del Per, di cui stato
o Sacerdote Andino di Quarto Livello (iniziato dal Dr. Don Juan
Victor Nunez Del Prado Antropologo - Per);
Sciamanesimo Jaqui, di cui stato
o Sciamano Nagual Triforcuto;
Tradizioni Kardekiane e Macumbere varie (Brasile);
Brujara Indios (Venezuela);
Teosofismo Ind, Yoga e Vedanta (India);
Occultismo (Europa Centrale);
Anticuus Misticusque Ordo Rosae+Crucis, di cui stato
o Iniziato, e Membro di Grado Avanzato.
Ha ricevuto riconoscimenti di rilievo anche da movimenti di ispirazione
Extraterrestre.

I risultati di tali ricerche, lungi dallessere accolti dall'autore con occhio
troppo ingenuo, sono stati valutati e filtrati da una formazione accademica
di tipo scientifico.
Tra i suoi studi giovanili, a livello universitario, troviamo infatti: Scienza del-
le Costruzioni; Matematica, Geometria Analitica, Calcolo delle formule chi-
miche, Infinitesimale, Integrale, ed Analisi Superiore; Fisica Ottica, Nuclea-
re, Quantistica e Relativistica; Anatomia Umana, Fisiologia e Metabolismo.





9
Brevi Note Biografiche

Allet di cinque anni, Davide Borghi elabora la sua prima teoria sulla Realt,
venendo per subito zittito dalla madre scioccata, alla quale tentava di esporla
a parole.
Non in grado di farne una stesura, perch non ha ancora frequentato nessu-
na scuola, ed ha appena appreso, da s, a scrivere, ancora stentatamente, con
la sinistra; e, stranamente, da destra verso sinistra.
Alla maggiore et, rielabora la sua prima Teoria sulla Realt, trasformandola
nella "Teoria del Non Senso" e, conseguentemente fa una prima stesura, della
sua "Teoria dello Scopo Supplettivo al Senso", rimasta inalterata fino ad oggi.
Alla stessa et, dopo aver frequentato con buoni risultati diverse scuole, tra cui
il liceo scientifico ed il conservatorio, consegue il diploma di Geometra. E cio,
secondo i linguaggi iniziatici, pitagorico e massonico, Conoscitore dei Simboli
Geometrici Segreti. Quasi a sottolineare il significato simbolico del titolo, lo
consegue in soli dodici mesi di studio, senza mai utilizzarlo professionalmente.
Fa ricerca e pratica psichica in prima persona, per oltre trentanni. In chiave
psicologico-analitica, ed in chiave pi strettamente filosofico-alchemica.
Passando attraverso le vie, ed i sentieri precedentemente indicati, approda infi-
ne alla Via Maestra dellArte Regia dellAlchimia.
Destrazione e cultura cristiana, tornato ad essere, per propria scelta e dopo
un approfondito studio della catechesi, membro della Chiesa Cattolica Roma-
na, approvato con decreto episcopale del 1990; avendo egli subito, in preceden-
za, la scomunica papale a causa delle sue ricerche.
Con le sue spiegazioni, non dogmatiche, bens motivate, sia scientificamente,
sia filosoficamente, oltre che sostenute dalla sua stessa Statura Iniziatica, ha
aiutato diverse persone, bisognose di un pi profondo livello interpretativo, a
ricondursi in seno ad essa Chiesa.
In tal senso, il suo percorso appare quasi simile a quello del suo Nume Tutela-
re, Gianfrancesco Pico della Mirandola.
Nel 2002, dopo un lungo apprendistato, diviene Discepolo diretto e stretto col-
laboratore, con il grado di Adepto, di un Vero Maestro d'Alchimia in carne ed
ossa: manaoshi, dal quale riceve il nome di Andrea.
Nonostante quanto affermato da quasi tutte le Vie Tradizionali, e cio che, per
ottenere un tale risultato, occorrano intere vite di applicazione, Andrea, sotto la
guida del Maestro, porta numerose persone a realizzare il contatto consapevole
e attivo con il loro proprio Maestro Interiore, attraverso una pratica che, nei ca-
si migliori, dura anche un solo anno, od ancora meno (sinonimi di Maestro In-
teriore sono: S, S Superiore, Guru Interiore).







10
R.E.I. 1.0





11



12
Cos il R.E.I. (Rilascio Emozionale Istantaneo)

Il R.E.I. una nuovissima metodologia, sviluppata negli USA, ed importata
in Europa, in anteprima, dal Dott. Marco Paret dell'Istituto ISI-CNV di Nizza.
Questa metodologia cos recente che nessun testo sullargomento ancora
stato tradotto in nessuna lingua europea, e siamo i soli ad insegnarlo.

E di sicuro la pi potente e rapida metodologia psicoattiva tra tutte quelle
fino ad oggi sviluppate, pi rapida persino della Terapia Breve Strategica del
Mental Research di Palo Alto, in California, insegnata in Italia dal Prof.
Giorgio Nardone. Per il R.E.I. molto diverso da questultima, in quanto
offre lesclusivo vantaggio di essere facile da apprendere, di semplice appli-
cazione. Inoltre, pu essere applicata anche in quei casi in cui la Terapia
Breve Strategica non pu.


Cosa possibile ottenere con il R.E.I.

L'elenco delle possibili applicazioni del R.E.I. interminabile, in quanto ri-
solve efficacemente tutti i problemi di gestione delle emozioni, anche gravi, e
tutti i problemi comportamentali.
Tutte le fobie, le paure, i pensieri ossessivi, di cui fanno parte tanti atteg-
giamenti come la tendenza agli amori impossibili, la timidezza, l'irascibilit,
la depressione; tutti gli stati d'ansia, stress, tensione, che generano ineffi-
cienza, insicurezza, scarsa autostima. Tutte le credenze limitanti assorbite
dall'educazione errata, che portano a sviluppare la propria vita in direzioni
insoddisfacenti, creando frustrazioni, mancanza di gioia, senso di inutilit.
Con il R.E.I. si pu affrontare e risolvere ogni possibile situazione.
Qualunque cosa abbiate provato precedentemente, impallidir di fronte al
R.E.I.: quando lo avrete provato, rimpiangerete solo di non averlo potuto fa-
re prima. Non esageriamo dicendo che la vostra vita cambier di colpo in
meglio.
evidente che risolvere una situazione richieder un tempo ed un impegno
molto pi limitato di quello necessario a risolvere tutte le situazioni indesi-
derate che appesantiscono la vostra vita. E che guarire dalla timidezza, se
questo fosse per esempio il vostro problema pi marcato, non significa che
abbiate guarito l'intera vostra vita.
Un obiettivo cos ambizioso giusto averlo, ma occorre tener presente che
richieder un lavoro costante per un periodo abbastanza lungo; durante il
quale, per, incomincerete da subito a beneficiare dei singoli aspetti che
man mano risolverete.
Potete, uno ad uno, risolvere tutti i vostri problemi, anzich accontentarvi di
risolvere solo i pi gravi. In tal caso vi accorgerete che non solo la vostra vi-
ta vivibile, ma anche meravigliosamente pi ricca di quanto avevate osato
immaginare.



13
Il R.E.I. si applica facilmente anche allottenimento di alte prestazioni, in
ogni campo. Quindi non solo a risolvere problemi, ma anche ad ottenere si-
tuazioni molto migliori di quelle ritenute normali, o accettabili.
Per questo tipo di applicazione dovete semplicemente considerare la situa-
zione normalmente buona come se fosse un problema da risolvere; e trattar-
la di conseguenza con il R.E.I., per conseguire la situazione in cui volete tro-
varvi, cio quella di altissima prestazione.
Altissima prestazione un termine vago, proprio per indicare che il ventaglio
di applicazioni entro cui scegliere a vostra completa discrezione. Lavorati-
vo, sportivo, sociale, sessuale, intellettuale, perfino spirituale: non importa
qual' il vostro campo d'interesse, il R.E.I. si adatta ad ognuno.
Per fare un esempio, ma restando di proposito sul vago, per non dare u-
n'indicazione da seguire alla lettera, in quanto dovete essere voi stessi a
decidere in che direzione volete dirigervi:
Volendo un grado straordinario di benessere, potreste considerare il
normale benessere di cui gi godete come un problema da risolvere.
Quindi, nelle sequenze in cui figura il termine "x", sostituirete quest'ulti-
mo con "normale benessere", o "benessere qualunque".
Va da s che dovete gi godere di un "normale benessere": in caso contra-
rio, il problema da risolvere sarebbe invece la "mancanza di benessere",
oppure il "malessere" di cui soffrite.
Questo molto importante, perch se trattate il "normale benessere" co-
me un problema da eliminare, quando invece per voi in realt ancora
un obiettivo da conseguire, trasmetterete alla vostra mente l'ordine di
considerare il benessere un problema.
Essa quindi vi obbedir, e la potenza del R.E.I. sar servita ad evitare il
benessere.
Per evitare questo tipo di problemi, semplicemente, usate il R.E.I. prima
per eliminare i problemi. Solo quando non esistono pi problemi da ri-
solvere, potete applicare senza paura il R.E.I. all'ottenimento di altissima
prestazione!

Vantaggi aggiuntivi

Altre metodologie, per dare un esito positivo, di solito, richiedono che l'o-
peratore abbia ricevuto una formazione professionale completa; che sia
ampiamente informato su quale sia il problema da trattare; e che, inoltre,
nel momento, egli si trovi in una buona condizione personale.
Tutte queste condizioni possono non essere sempre presenti: specialmen-
te l'ultima, considerato l'alto grado di stress a cui pu essere sottoposto,
per esempio, uno psicoterapeuta.
Uno dei pi grandi vantaggi del R.E.I., invece, che funziona pratica-
mente da s.



14
Se siete gi di corda, non avete bisogno di riprendervi per applicarlo su
altri efficacemente: inoltre, il successo che invariabilmente conseguirete
a vantaggio dellaltra persona, avr anche un forte effetto terapeutico su
voi stessi.
Non neppure indispensabile che siate a conoscenza di quale sia il pro-
blema che state risolvendo: vedrete la persona riprendersi, e star bene,
senza che voi abbiate la minima necessit di sapere veramente da cosa si
liberata.
In aggiunta, rispetto alle parti pi avanzate del R.E.I., il R.E.I. 1.0 pre-
senta l'ulteriore vantaggio di essere estremamente semplice da applicare:
non c' quindi bisogno di essere formati come professionisti per ottenere
risultati pi che notevoli.
A meno che non abbiate gi qualche altra abilitazione, questo non signi-
fica che siete autorizzati ad operare come professionisti, ma che potete
far funzionare il R.E.I. su voi stessi, o anche su amici e parenti, aiutando
tutti a stare meglio.
In ogni caso, il risultato che il R.E.I. vi permette di conseguire, di molto
superiore a quello che otterreste con qualsiasi altro metodo, anche se e-
seguito da un professionista.
Ci non toglie che un operatore professionista di R.E.I., mettendo in atto
procedure ancora pi avanzate, sia in grado di ottenere risultati ancora
pi eclatanti, per quanto ci abbia effettivamente dell'incredibile...
Fortunatamente, sufficiente sperimentare di persona la potenza del
R.E.I., affinch l'incredulit svanisca, e venga sostituita da un sereno
senso di sicurezza.
Finch non ci farete l'abitudine, tutto questo potr anche risultare vera-
mente elettrizzante!





15



16
POSSIBILI SPIEGAZIONI TEORICHE





17



18
Pare giusto chiedersi in base a quale meccanismo il R.E.I. funzioni in modo co-
s efficace. Alcune possibilit sono indicate di seguito, ma, secondo me, l'es-
senziale proprio che funzioni, e vi permetta di stare bene.
Qualunque sia il punto di osservazione, il R.E.I. produce comunque un risulta-
to perfettamente naturale, profondamente connaturato alle caratteristiche per-
sonalissime di ciascuno.
Infatti la soluzione non viene trovata dalla tecnica.
La tecnica serve soltanto a far s che le strutture interne della persona si rior-
ganizzino in un modo funzionale al benessere: ma quale degli infiniti modi, in
cui pu riorganizzarsi, questo viene scelto autonomamente dalla mente profon-
da della persona.
Il concetto simile a quello dell'omeopatia, in base al quale, somministrando
una sostanza, opportunamente diluita, che sia in grado di causare sintomi si-
mili a quelli dati dal male che si vuol guarire questo il "similia"-, si provoca
una reazione dell'organismo che "l'identicum"-, identica a quella atta a pro-
vocare la guarigione dal male.
Ci fa s che il risultato dato dal R.E.I. sia identico (non solo simile) a quello ot-
tenuto attraverso normali esperienze di vita positive!

Medicina cinese: i Meridiani

Volendo considerare valida la visione della medicina cinese che usa i meri-
diani energetici, si pu osservare che i punti sono in corrispondenza di al-
trettanti "trigger points", che hanno diverse funzioni, e la cui stimolazione
perfettamente compatibile con luso che il R.E.I. ne propone.
Questa spiegazione conserva tutti i numerosi parallelismi esistenti tra medi-
cina cinese e fisiochinesiologia.


Neurofisiologia: le aree cerebrali

In linea con la visione della neurofisiologia occidentale, sappiamo che:

Concentrarsi sul proprio disagio attiva determinate aree cerebrali
Il toccamento stimola diverse zone cerebrali; per l'attivazione del
movimento, per la percezione tattile del punto stimolatore, per la
percezione tattile del punto stimolato, ecc.;
La pronuncia delle frasi attiva le zone del linguaggio, sia per la
pronuncia, che per lascolto;
Il contenuto della frase pronunciata rende attive precise zone della
memoria, con particolari cariche emozionali positive; questo fa s
che il nuovo punto di vista sia migliore o solutivo, e di conseguenza
venga preferito all'antico percorso non funzionale al benessere,
bench sia mielinizzato.
Lattivazione contemporanea di tutte queste aree stimola la mieli-
nizzazione di nuovi percorsi sinaptici (attivazione di nuovi schemi
nel cervello) volti ad ottenere la percezione del disagio da trattare,



19
che, di conseguenza, percepito in modo diverso. Letteralmente
da un differente punto di vista;
In aggiunta: nella teoria dei campi di pensiero, pronunciare una
frase, anche senza attualizzarla, porta in ogni modo all'inconscia
programmazione della sua attualizzazione. Significa che il nuovo
percorso sinaptico sar scelto in modo funzionale alla realizzazione
del contenuto della frase.

Psicologia: il Rituale

Dal punto di vista della moderna psicologia, invece, il R.E.I. rappresenta
un'applicazione evoluta della metodologia del rituale. Saturando i canali
neurali preposti alla percezione sensoriale ed emotiva con altri stimoli
creati ad hoc, si impedisce la percezione della sensazione sgradevole rela-
tiva al problema da trattare.
Successivamente, la persona si accorge di non aver percepito labituale
disagio; il suo sistema neuro-psichico ne elabora un significato, ottenen-
done un apprendimento, che, dato che gradito, viene inserito nel siste-
ma delle reazioni automatiche al posto delle precedenti, con effetto su
tutti i sistemi. Nervoso, vegetativo, fisiologico.
In altre parole, tutto il sistema nervoso, non solo il cervello, viene a cono-
scenza di proprie capacit precedentemente non riconosciute; sulla nuo-
va base, in quanto maggiormente gradevole, il sistema nervoso si adde-
stra, ed impartisce nuove istruzioni al sistema fisiologico.

Altre possibilit

Tutte queste spiegazioni teoriche sono validamente applicabili alla meto-
dologia, ma non necessariamente dovete condividerle tutte: una sola
sufficiente a spiegare leffetto terapeutico. Secondo me, sono tutte vere, e
si sovrappongono.

Volendo, per, potrebbero anche essere tutte respinte: potrebbero esser-
cene altre, ancora non valutate. Magari il punto stimola semplicemente
il cervello a lavorare in un certo modo, ed a vedere le cose diversamente.

Una ricerca in questa direzione, avrebbe senso, partendo dal presuppo-
sto sperimentale che la metodologia funziona invariabilmente, in modo
istantaneo e spesso permanente. Con il vantaggio che, quindi, non servi-
rebbero lunghi anni di sperimentazione, per avviare una ricerca scientifi-
ca, statisticamente attendibile, visto gli esperimenti sarebbero rapidi e ad
esito invariabile.



20
ISTRUZIONI PER LUSO DEL TESTO DI R.E.I. 1.0




21



22
Descrizione della struttura del testo

Alcuni termini tecnici sono chiariti pi avanti, nellesposizione.
Troverete di seguito istruzioni che non potete comprendere completamente, fin-
ch non leggerete le tecniche a cui sono riferite, descritte successivamente.
Ma vi serve ricevere tali istruzioni prima, in modo che la successiva esposizione
non debba essere continuamente interrotta da parentesi di tipo tecnico, a sca-
pito della comprensione.
Altre ancora, sono istruzioni che si applicano a tutte le situazioni successive:
vengono quindi indicate in anticipo, una volta per tutte. Si tratta di utili accor-
gimenti da sapere prima di passare alla pratica.
La parte pronta per l'utilizzo quella finale, "Esecuzione delle Sequenze".
Prima di questa, trovate la descrizione delle singole tecniche, e gli "Schemi e
specifiche delle Sequenze".
Una volta acquisita una certa pratica con l'esecuzione delle sequenze, potrete
trovare che non vi pi necessario leggerle, perch le avete imparate ormai a
memoria: a quel punto vi saranno per utili gli schemi delle sequenze. Vi fa-
ranno da scaletta; come un piccolo promemoria.
Tuttavia, le sequenze, che funzionano cos come sono, non sono le uniche uti-
lizzabili.
Con l'aumentare dell'esperienza, vi accorgerete di sentirvi abbastanza padroni
della materia da voler inserire delle variazioni. Giunti a questo livello di padro-
nanza, vi saranno utili le descrizioni delle singole tecniche, da combinare fra lo-
ro in modo diverso a seconda della situazione che state affrontando. Le trovate
nella prima sezione: "Schemi delle singole tecniche componenti le sequenze".
Vi devo per mettere in guardia: non fate esperimenti quando sentite di non es-
sere veramente padroni della materia, magari per curiosit. Potreste assaggia-
re l'altra faccia della potenza del R.E.I., ed allora solo un professionista qualifi-
cato potrebbe forse mettere in ordine ci che siete andati a "scombinare".

Se lapplicazione su di s comporta difficolt, potete ricorrere, per le pri-
me sequenze, ad un testo registrato da voi in precedenza. Oppure potete
chiedere ad unaltra persona di leggervi lesecuzione delle sequenze, men-
tre voi le sperimentate personalmente.
Variazioni al testo

Quanto detto non significa che dobbiate essere eccessivamente rigidi nell'appli-
cazione delle sequenze. Leggere le sequenze cos come sono una giusta misu-
ra di sicurezza; ma, con l'esperienza, capirete da soli quando una piccola varia-
zione pi adatta al caso specifico.
Non sto parlando della variazione delle sequenze, che pi complessa, ma di
piccoli, naturali cambiamenti da apportare al testo, che, comunque, letto cos
com' va sempre bene.
Per esempio, quando sapete qual' il nome del problema che la persona sta af-
frontando, perch ha accettato di confidarvelo (se state applicando la tecnica a



23
voi stessi lo sapete per forza): potete smettere di dire "ics", sostituendo voi stes-
si direttamente il termine "x" con il nome del problema, della sensazione sgra-
devole, della situazione...
Di conseguenza, smetterete di leggere cos come sono le frasi come: quando dir
"x", lo sostituirai mentalmente con il nome del problema da risolvere.
Lo stesso dicasi quando nelle sequenze "x" rappresenta una frase, un'emozione,
ecc.
Quando una persona vuole raggiungere alte prestazioni partendo da una situa-
zione ottimale ma non di spicco, pu capitare che per la persona "x" sia un e-
lemento utile e positivo, che vorrebbe rafforzare od arricchire; come gioia, forza,
fiducia, ecc. In un caso del genere il termine positivo non deve essere inserito
cos com'. Deve prima assumere la connotazione di un problema: per esem-
pio, dicendo, "forza non ai massimi livelli", anzich solo "forza".
Se non sapete cos' "x", questo deve essere spiegato alla persona.
Il caso preso ad esempio, anche se forse il principale, non certamente l'uni-
co in cui piccole variazioni al testo, seppur non necessarie, potrebbero rendere
pi scorrevole l'esecuzione delle tecniche e delle sequenze.
Due ultimi esempi: per qualche motivo la persona capisce male le istruzioni e,
invece di dire "s", da un altro segnale, magari precedentemente convenuto per
un'altra parte del lavoro. Per esempio annuisce, oppure muove un dito. Da
quel momento pu essere meglio adattare il testo alla situazione, dicendo qual-
cosa di adatto: magari solo "rispondi", invece di "rispondi, puoi parlare".
Oppure siete andati oltre, dimenticando di eseguire una parte della tecnica, e
pensate che la persona se ne sia accorta, e, per questo motivo, sia distratta o
preoccupata: riprendete dalla parte trascurata, con naturalezza, e da l prose-
guite.
Ma forse la persona non d segno di essersene accorta, oppure tranquilla
perch ha piena fiducia in quello che state facendo: allora proseguite senza al-
tre variazioni, ricordandovi di inserire nel lavoro successivo, come esercizio "a
parte" l'intera singola tecnica di cui avevate dimenticato qualcosa.
La situazione in cui una variazione pu essere sicuramente da inserire pro-
prio quella in cui tale variazione non farebbe che aumentare la scorrevolezza
del procedimento, senza in alcun modo alterarne la struttura n il modo.
Se vi possibile, sempre meglio adattare la metodologia alla situazione, piut-
tosto che cadere in assurdit come continuare a richiedere una risposta, quan-
do, magari la persona vi ha gi risposto, anche se, forse, in anticipo o in un
modo diverso dal previsto.
Verranno spontaneamente. Ma, se avete dei dubbi, rimanete ancorati al testo,
che studiato in modo da non poter fare che bene.
Non interrompete mai il lavoro, magari dicendo: "Oddio, mi sono sbagliato
...adesso chiss cosa succede". Se anche non avete fatto niente di grave, sicu-
ramente una frase simile durante l'esecuzione delle sequenze fuori luogo: su
quella persona, non potrete pi lavorare con la massima efficacia, a meno che
anch'essa non stia apprendendo il R.E.I. insieme a voi.



24
Ricordate che siete voi a condurre la seduta, e, normalmente, la persona che
riceve il trattamento non possiede elementi sufficienti a giudicare il vostro ope-
rato: ci vi mette in una posizione di potere. Avete voi la responsabilit della
situazione, quindi siate responsabili: attenetevi alle istruzioni, e non avrete
problemi. D'altro canto, il fatto che abbiate voi le redini della situazione, vi
mette in condizioni di poter stare tranquilli: la persona non pu giudicare se
avete fatto bene, molto o poco; e potete concentrarvi sul vostro lavoro, senza
preoccuparvi se avete fatto "bella figura" o no.
Da ci non dovete dedurre che dare spiegazioni o informazioni sia sbagliato:
vero il contrario. Pi informazioni la persona riceve su quanto state per fare,
perch, e con quali effetti su di lei, pi sar fiduciosa e collaborativa. Questo
importante, in quanto in certi momenti non potete essere certi che stia ese-
guendo mentalmente le istruzioni che riceve da voi; che mentalmente ripeta la
frase, ecc.. Ma potete star certi che, se non ha fiducia, non eseguir le istru-
zioni.
Persone non collaborative
Non dovete neppure concludere che la persona non sia collaborativa, tutte le
volte che fatica ad eseguire le istruzioni. A volte, le istruzioni sono molto sem-
plici, eppure dovete correggere ripetutamente il modo in cui la persona le ese-
gue: il picchiettamento troppo lento, non sul punto che indicate, ma spostato
di qualche centimetro, e cos via.
Spesso ci dovuto a resistenze interne. La persona non si oppone al tratta-
mento, per si oppone, involontariamente, alla soluzione del problema. Questo
pu accadere per diverse ragioni: ci ormai affezionata, teme la libert con cui
dopo sar costretta a fare i conti, diversi problemi secondari o vantaggi collegati
all'avere quel dato problema.
Se le cose stanno cos, e la persona non si convince a voler stare meglio vera-
mente, potreste scegliere insieme di trattare prima un problema minore, al
quale realmente disposta a rinunciare. Continuando cos con diversi aspetti,
si arriva di solito a far sparire anche il problema principale, oppure a renderlo
trattabile: o, ancora, la persona arriva a considerarlo vivibile, o addirittura un
"non problema", il che in pratica equivale ad averlo risolto.
Il R.E.I., nella sua totalit, ed anche solo il R.E.I. 1.0, non lascia davvero scam-
po al problema che avete deciso di trattare.

UTILIZZO IMMEDIATO DEL TESTO
Come tutti i libri di testo dei miei corsi, anche questo di R.E.I. 1.0 scritto
in modo da essere il pi possibile fruibile, anche per chi non frequenta un
corso specifico.
Con un po di pratica, possibile ottenere risultati immediati, e di rilievo, sia
su di s che su altri.
Dopo le prime applicazioni, vi rendete conto che potreste persino tenere voi
stessi un corso di R.E.I.
Lapplicazione su di s altamente consigliata, specialmente se non avete
frequentato nessun corso. Infatti potrete comprendere molto meglio cosa



25
stanno provando le persone sulle quali poi applicherete la tecnica. Diver-
samente, si pu verificare una situazione paradossale: la persona consegue
lobiettivo prefisso, ma loperatore rimane scettico al riguardo.
Se non sperimentate su di voi il potente effetto del R.E.I., non potete creder-
ci.
La struttura del testo funzionale alla didattica, ed progettata in modo
che anche chi non ha alcuna preparazione possa comprendere come muo-
versi.
Il testo diviso in tre sezioni principali.
La prima sezione, "Schemi delle singole tecniche componenti le sequen-
ze", descrive dettagliatamente l'esecuzione delle singole tecniche. Vi sar
utile in due casi.
Il primo, caso quello in cui non avete ancora finito di studiare il mate-
riale nell'insieme. Gli "Schemi delle singole tecniche" vi permetteranno
di cominciare subito a sperimentare direttamente il R.E.I. almeno par-
zialmente, ottenendo immediatamente dei risultati. Ve lo raccomando.
Dovete per prestare attenzione ad alcune avvertenze.
Per prima cosa effettute una valutazione soggettiva "SUDS"; ripetendo-
la in seguito alle tecniche, potrete valutare l'entit del miglioramento.
La tecnica pi adatta da usare in questi casi quella dei "Toccamenti",
preceduta dal "Check": veloce, semplice, e vi d sempre un certo sol-
lievo. Ripetetela molte volte.
Sono molto indicati, anche se un po' pi impegnativi, i "Rovesci Psico-
logici", ed i "Rovesci affermativi": entrambi senza "Acceleratore".
Altre tecniche indicate per un uso singolo ed immediato sono: Gro-
wnding 1, Grownding 2, Respirazione bilanciata, Riallineamento delle
polarit, Rapid Relaxer.
"L'Induzione della mano" una tecnica accessoria, utile se associata
ad altre tecniche: pi che altro per quando eseguirete intere sequenze,
nelle quali peraltro gi inserita.
Quando invece andate a trattare con il W.L.H. un certo problema,
assicuratevi di averlo gi trattato con i Rovesci Psicologici. In
caso contrario, potreste ottenere di peggiorare il problema.
Non eseguite mai come schema singolo il Confronto Emozionale:
troppo potente, e potreste stare molto male. Anche in questo ca-
so, potreste peggiorare il problema. Per eseguirlo, il problema de-
v'essere gi stato trattato con altre tecniche, con successo almeno del
cinquanta per cento: per esempio, con le tre prime sequenze dell'ulti-
ma sezione, "Esecuzione delle Sequenze", oppure con Time Line, una
tecnica di PNL.
Il secondo caso in cui vi potranno essere utili gli "Schemi delle singole
tecniche", descritto anche pi avanti, quello in cui siete ormai talmente
padroni della materia da poter modificare le sequenze, creandone cos
altre, ad hoc per una data situazione.



26
La seconda sezione, "Schemi e specifiche delle sequenze", contiene la de-
scrizione sintetica delle sequenze. Vi servir per avere un quadro sintetico
delle sequenze; sia per studiarle, sia per eseguirle quando le conoscerete
ormai a memoria, per cui non avrete pi bisogno di leggere tutto il testo,
ma vi baster uno schema per promemoria.
La terza sezione, "Esecuzione delle Sequenze", contiene la descrizione per
esteso delle sequenze. Sono pronte da leggere cos come sono, seguendo al-
cune istruzioni che vi sono inserite in corsivo. Questa sezione la pi im-
portante, perch vi servir per iniziare vere e proprie sedute in sicurezza,
anche se ancora non padroneggiate molto bene la materia.
Le esecuzioni delle sequenze sono quattro.
1. "Rovesci";
2. "Whole Life Healing" (W.L.H.);
3. Processo di Unificazione";
4. "Confronto Emozionale".
Vanno eseguite in quest'ordine, ogni volta che si inizia a trattare un par-
ticolare problema. Se passate ad un problema diverso, dovete iniziare di
nuovo dalla prima sequenza; tranne nei casi specificamente indicati nel
testo, come quando andate a risolvere un'emozione trasversale, che sa-
bota la volont di risolvere della persona.
Una volta iniziata una sequenza bene portarla a termine. Potete a quel
punto continuare con la sequenza successiva, o rinviarne l'esecuzione
ad una seduta seguente, dopo tre-dieci giorni al massimo.
Queste istruzioni, assieme a quelle che trovate di seguito sotto il titolo "Info
tecniche generali", per iniziare, vi possono bastare. Ne troverete altre in
fondo al libro, al titolo: "Per finire: appuntamenti successivi".




27



28
INFO TECNICHE GENERALI




29



30
Le tecniche vanno eseguite una di seguito allaltra. La persona deve avere
limpressione di un unico processo, non quello di una sequenza di tecniche.
Molte delle sequenze, una volta imparate, possono essere eseguite a scopo te-
rapeutico anche su di s, oltre che su altre persone.

Casi particolari

Se la persona insiste che non ci riesce, e non c niente da fare, si cam-
bia tecnica; se ne prende un'altra, che pu fare, nel R.E.I. o anche fuori
da esso. Pi tardi sar la persona a farci capire che possiamo procedere
anche dove si era bloccata.
La persona che non ha sollievo, spesso ha un livello SUDS (disagio) molto
basso o nullo, anche se non lo dichiara, e fa lesercizio per un motivo di-
verso dalla soluzione del problema; ci ammesso che il problema dichia-
rato sia realmente percepito, cosa da verificare.
Magari solo curiosa riguardo al R.E.I., o vuole metterlo alla prova. Ma
se il problema non reale, ovviamente, non pu essere risolto, perch
non esiste.
Riconoscerete una tale situazione dal fatto che, oltre a non avere diminu-
zione di rilievo sulla scala SUDS (sollievo), la persona non ha "scarichi
tensionali": non piange, non ride, non trema, non sussulta. Inoltre, non
prova felicit, gioia, imbarazzo, paura; insomma non entra nella situa-
zione proposta.
Invece fa tante domande sulla tecnica, porta esempi esterni alla sua si-
tuazione, fa obiezioni, si congratula con voi, oppure vi sminuisce e cerca
di mettervi in difficolt.
Potreste trovarvi di fronte ad un curioso, ma potrebbe anche trattarsi di
un professionista che non vuole farsi riconoscere: se questo il caso, ac-
cetter volentieri di acquistare il libro qui presente, magari proprio trami-
te voi, considerato che per apprendere quanto qui esposto attraverso le
sedute invece che leggendo, spenderebbe molto di pi (a meno che non
stiate lavorando gratis, cosa che francamente vi sconsiglio di fare, se non
con parenti ed amici intimi).

Espressioni verbali

Nel R.E.I. si pronunciano delle frasi, ma queste non devono essere attua-
lizzate. Lidea non che la persona riesce, per esempio, a mandare via la
rabbia, ecc.; ma che dice solamente Io lascio andare la rabbia. Pu a
volte essere utile spiegarlo alla persona.
Si usano termini come induzione, o induzione introiettiva, evitando di
accennare allinfelice termine ipnosi, con tutte le sue derivazioni. Si
spiega che la persona semplicemente attenta a ci che accade al suo
interno".



31
Ha invece un effetto funzionale al risultato affermare che tutta la seduta
avviene senza ipnosi, o che la persona non ha assolutamente bisogno di
andare in trance.
Nella descrizione delle tecniche, le frasi tra parentesi sono indicazioni per
chi conduce la seduta: non sono, ovviamente, da dire alla persona.
Il termine indicato col segno x devessere sostituito col vero nome della
sensazione su cui lavoriamo. Abbiamo per il vantaggio che, se la perso-
na non ci vuole dire qual il suo problema, noi possiamo dire ics, men-
tre la persona fa mentalmente la sostituzione. Se la sensazione troppo
complessa e richiede una lunga descrizione, chiediamo alla persona di
battezzarla, con un nome simbolico, di fantasia, per lei indicativo.

Toccamenti

La ripetizione del nome del problema o della sensazione x si pu pa-
ragonare a prendere la mira; il toccamento, allo sparo di una mitraglia-
trice; i diversi punti del corpo, a diverse postazioni di fuoco; la sensazio-
ne sgradevole il nemico.
Altri punti per i toccamenti, non menzionati nella descrizione delle tecni-
che, sono:
L'incavo del fianco esterno del tendine di Achille, che pu essere usato
in sostituzione dellincavo del polso. Non molto usato perch un
po' scomodo, ma pi potente.
FIGURA 1 L'INCAVO DEL FIANCO ESTERNO DEL TENDINE DI ACHILLE.

Il lato esterno della punta del mignolo, in associazione ad affermazioni
suggestive funzionali allo scopo che ci si prefigge, le rende pi pene-
tranti.
FIGURA 2 IL LATO ESTERNO DELLA PUNTA DEL MIGNOLO.
Non importa se si usa la mano destra o la sinistra, tranne nei casi in cui
indicato specificamente.


Picchiettamento

Si esegue con indice e medio riuniti: sotto lascella e sul fianco, invece,
con le quattro dita unite, come per schiaffeggiare.
FIGURA 3 INDICE E MEDIO RIUNITI
FIGURA 4 LE QUATTRO DITA UNITE

In alternativa, con indice, medio e pollice riuniti.
FIGURA 5 INDICE, MEDIO E POLLICE RIUNITI



32
Deve avere sempre un ritmo di tre o quattro movimenti al secondo. Meno
di tre non efficace, pi di quattro inutile e dispersivo.
Preferibilmente, muovere il polso, invece di muovere il braccio intero, co-
sa che renderebbe il movimento troppo lento e faticoso. Per sedute un
po pi prolungate, muovendo il braccio intero, diverrebbe impossibile
continuare correttamente, in quanto, un movimento troppo lento rende
inefficace gran parte della tecnica.
Il movimento, volontario ma automatico, assomiglia a quello del morbo di
Parkinson.

Il massaggio

E circolare, e si esegue con le quattro dita riunite, come nel picchietta-
mento sul fianco e sotto l'ascella.






33



34
SCHEMI DELLE SINGOLE TECNICHE COMPONENTI LE SEQUENZE


Sia gli schemi, che le successive sequenze, sono scritti in modo che si possano
far eseguire ad una o pi persone, semplicemente dicendo loro di fare ci che
gli viene detto, e leggendogliele semplicemente, cos come sono.
Quando non diversamente specificato, tutte le frasi seguenti vanno dette alla
persona pronunciandole abbastanza rapidamente, come nella normale conver-
sazione.
Si deve fare una breve pausa tra una frase e l'altra; il tempo necessario per re-
spirare naturalmente.
Quando indicate di eseguire un movimento, e la persona ha gli occhi aperti,
nello stesso tempo, eseguitelo voi stessi, per rendere immediatamente com-
prensibile cosa le state chiedendo di fare.
Se invece ha gli occhi chiusi, se necessario potete guidare con la vostra mano
il movimento della persona, affinch capisca cosa deve fare.
Nella descrizione delle sequenze fatto un ampio uso del termine "X" (ics). Nel
caso in cui si lavori su di s, o anche su di una sola altra persona, invece che
con un gruppo, si sostituisca "X" con il vero nome della sensazione da trattare.
Ma se la persona con cui state lavorando preferisce non rivelarvi qual' il suo
problema, potete eseguire la sequenza pronunciando il termine "X", istruendola
ad effettuare mentalmente la sostituzione.
La descrizione delle sequenze tutta da pronunciare rivolta alla persona; se
necessario, anche leggendo direttamente.
Le frasi in corsivo inserite nelle sequenze, invece, sono istruzioni da eseguire a
cura dell'operatore. Naturalmente, anche i sottotitoli non vanno letti (Preparazio-
ne, Induzione della mano, ecc.).




35



36
GROWNDING 1 (da seduto)

Esecuzione

Metti i piedi piatti al terreno.
Occhi chiusi.
Inspira ed espira,
e puoi sentire la sensazione del tuo corpo,
puoi sentire laria che attraversa le tue narici.
Ecco.
Mentre senti tutto questo,
permettiti,
allinterno della tua mente,
ispirando ed espirando,
di poter immaginare di poter vedere la base la base della tua colonna
vertebrale.
E mentre immagini di poter vedere la base della tua colonna vertebrale,
senti il peso del tuo corpo sulla sedia,
e mentre senti il peso del corpo sulla sedia,
e mentre senti il peso del corpo,
e la sensazione dellaria che attraversa le tue narici, immagina che i tuoi
piedi sono veramente ancorati al terreno.
Che i tuoi piedi siano radicati al terreno.
A questo punto immagina che anche la tua colonna vertebrale,
alla base della colonna vertebrale,
scenda come un qualcosa che lattira verso il basso.
Senti il peso del tuo corpo sulla sedia,
i tuoi piedi come radicati nel terreno,
e senti qualcosa che dalla base della colonna vertebrale,
via via, come ...arriva al centro dalla terra.
Mentre senti tutto questo,
mentre senti queste sensazioni,
che sei come radicato al terreno,
immagina semplicemente come una sensazione di luce al tuo interno:
mentre senti la sensazione di essere radicato al terreno,
e la sensazione di luce allinterno di te,



37
e di sentirti radicato,
ecco,
tranquillamente,
tra pochi secondi,
tra pochi secondi permettiti di sentire bene la sensazione del peso del
corpo,
di sentire tutte le altre sensazioni,
di sentire dove sei,
ecco,
tranquillamente,
con tutte queste cose,
lentamente,
apri gli occhi,
lentamente,
quando vuoi.





38
GROWNDING 2 (in piedi)

Effetto collaterale: pu in certi soggetti provocare unuscita dal corpo, ti-
po trance. Si pu verificare se succede dal corpo: molto fermo, non
oscilla minimamente, ecc.. In questo caso, prima di concludere il Gro-
wnding, la persona devessere gentilmente riportata a prendere coscienza
di dove si trova.

Esecuzione

In piedi.
Chiudi un attimo gli occhi, (se li riapre, dite: "chiudi gli occhi")
senti i tuoi piedi radicati per terra, immagina semplicemente,
mentre inspiri ed espiri,
di essere un albero.
Quindi i tuoi piedi sono le tue radici.
Puoi immaginare che i tuoi piedi,
quanto profondamente affondino le radici allinterno della terra,
fino al centro della terra.
E mentre senti questo,
e senti la sensazione delle radici che affondano nella terra,
senti il peso del tuo corpo.
Soprattutto senti queste sensazioni,
e, lentamente,
dallalto,
immagina una luce che ti raggiunge.
Ora volta la faccia verso lalto,
da dove arriva la luce.
Nello stesso tempo,
sentendo molto profondamente il peso del tuo corpo,
piantato nella terra come un albero,
con la luce che arriva dallalto,
nello stesso tempo radici a terra,
puoi immaginare,
con la forza della tua immaginazione,
addirittura la sensazione del tronco.
sei un albero.



39
Ora,
con queste sensazioni,
tranquillamente,
quando vuoi,
apri gli occhi.






40
RESPIRAZIONE BILANCIATA

Se per la persona troppo difficile tenere gli occhi chiusi, questa tecnica
pu essere sostituita con il Rapid Relaxer.
Questesercizio ha leffetto della meditazione, ma molto pi facile e ra-
pido: consigliato farlo prima di qualsiasi tipo di seduta terapeutica. As-
sieme alla persona, pu eseguirla anche l'operatore stesso, in quanto i
due minuti di applicazione non richiedono alcun intervento da parte sua.
Ci gli permette di riprendersi, e gli conferisce anche un maggior grado di
empatia.

Esecuzione

Metti la mano destra sulla sinistra,
E il piede sinistro sul destro, incrociati alle caviglie.
FIGURA 6 ...LA MANO DESTRA SULLA SINISTRA, E IL PIEDE SINISTRO
SUL DESTRO
Chiudi gli occhi.
Lattenzione tuo corpo portata semplicemente allidea dellequilibrio.
Se proprio in questo momento non sai cos per te lidea dellequilibrio
ad ogni respiro pensa alla parola equilibrio
stiamo in questa posizione per circa due minuti
(attendere: se nel frattempo la persona manifesta reazioni forti, rassicurar-
la dicendo che normale che succeda).
Che sensazioni hai sentito?





41



42
PONTE, O RAPID-RELAXER

Questo esercizio si usa come stacco tra un esercizio e laltro, oppure co-
me tecnica di rilassamento rapida, semplice e veloce. Si pu dover ripete-
re molte volte. Si pu inserire in qualsiasi punto delle sequenze, senza
soluzione di continuit, quando la persona pensa troppo, o fa obiezioni
(anche non verbali), non segue, diffidente. Dopo sar molto pi dispo-
nibile.
Pu essere consigliato a certe persone di eseguirlo da sole, per stacca-
re da qualcosa nella vita quotidiana; per esempio, quando hanno diffi-
colt a passare rapidamente da unattivit in cui sono molto assorti, a
qualcosaltro di completamente diverso. In un certo senso, corrisponde
alla classica esclamazione dei fumetti: Pew! (Oh! Ecco fatto!).

Si esegue in due parti

Prima parte.
Picchiettamento alla velocit di almeno tre, fino a quattro picchiettamenti
al secondo, con lindice e il medio di una mano, sullincavo che c alla
radice tra il pollice e lindice del dorso dellaltra mano.
FIGURA 7 LINCAVO ALLA RADICE TRA IL POLLICE E LINDICE DEL
DORSO DELLA MANO

Mentre si fa la prima parte, continuando a picchiettare, si esegue la se-
conda parte.

Seconda parte.
Piedi piatti per terra,
chiudi gli occhi,
apri gli occhi,
guarda davanti a te,
tutto sempre picchiettando
senza muovere la testa, guarda in basso a destra,
sposta gli occhi fino ad arrivare a guardare in basso sinistra, come lungo
una linea per terra.
Quando sei arrivato in basso sinistra,
fai un cerchio verso l'alto, una rotazione oculare a forma di "arco", sem-
pre con le pupille aperte, cercando di fare proprio il cerchio massimo
possibile.
Fino a tornare, al termine dell'arco, in basso a destra.
Arrivato a destra, con le pupille ritorna indietro lungo il cerchio.



43
Durante questa rotazione oculare importante fare il cerchio completo,
senza saltare dei pezzi.
A questo punto gli occhi possono tornare in posizione normale.
Pensa al suono di cinque note a caso,
poi conta da uno a cinque,
e di nuovo pensa al suono di cinque note a caso.





44
INDUZIONE DELLA MANO

La focalizzazione cambia immediatamente, quando dal semplice guarda-
re si passa a fissare.
Se qualcuno non chiude gli occhi, anche se la focalizzazione gi cam-
biata, pensa forse di dover attendere qualche strano fenomeno di altera-
zione della visione. A questa persona, dire di non sbattere le palpebre, e
di chiudere lentamente gli occhi quando si stancano.

Esecuzione

Tra qualche istante ti sollever una mano; da quel momento.
FIGURA 8 SOLLEVARE LA MANO...
Da quel momento voglio che fissi la tua mano.
Dopo pochi istanti sentirai che la focalizzazione dei tuoi occhi comincia a
cambiare: normale.
A quel punto voglio che lasci chiudere lentamente gli occhi.
Guarda il palmo della tua mano, ma senza muovere la testa.
Sollevare la mano alla massima altezza da cui la persona pu vederne il
palmo senza muovere la testa. Tenerlo sollevato, e dire:
Adesso voglio che lasci lentamente scendere il braccio non pi veloce-
mente di quanto la tua mente inconscia possa permetterti di scendere
allinterno di te stesso.
Lasciate delicatamente la presa sul braccio.
FIGURA 9 LASCIATE DELICATAMENTE LA PRESA SUL BRACCIO.
(Aspettando che il braccio scenda fino a posarsi, ripetere la frase seguen-
te). Non sei tu che decidi a che velocit scende il braccio il braccio
che scende alla sua velocit naturale Via via maggiormente
allinterno di te stesso.
Ora, se c una parte di te che mi sente e che mi pu rispondere, voglio
che tu muova lindice della mano destra: sei perfettamente in grado di
muoverlo (verificare il movimento dellindice).
OK.





45



46
CHECK

Se non risponde s a tutte le domande, o se dice esplicitamente di no,
cercare lemozione ("X"), e risolvere con i toccamenti (procedere fino al
W.L.H. se non troppo insofferente).
Chiedere:
C qualche altra emozione che deve essere risolta?
La risposta si, e si passa a identificare quale emozione trasversale
sabota la sua volont di risolvere, e si passa a risolvere
questemozione con i toccamenti (procedere se necessario fino al
W.L.H., se la persona non troppo insofferente).

Esecuzione

Ora ti far alcune domande: per rispondere s, muovi il dito indice della
mano destra; per rispondere no, muovi la testa.
Le domande sono in forma di affermazioni: ogni volta che termina
unaffermazione, fornisci la tua risposta.
Quando al termine della mia affermazione io dir x, tu mentalmente lo
sostituirai con lesatto nome della sensazione sulla quale stai lavorando.
Bene. Cominciamo.
Dopo ogni affermazione attendere la risposta due o tre secondi. Un'attesa
pi lunga va considerata come se fosse "non dire s".
Io desidero risolvere x
Io voglio risolvere x
Io merito di risolvere x
ok per me risolvere x





47



48
SCALA DI VALUTAZIONE SOGGETTIVA: SUDS

In una scala dalluno al dieci, dove:
0 significa nullo,
1 quasi nullo;
e via via salendo
5 significa appena controllabile;
6, non pi controllabile,
e via via salendo fino a
9, gravissimo; e
10, talmente grave da non essere pi neppure consapevole, quando ci sei
dentro, di avere un problema.
In questa scala dai una valutazione della gravit del problema.





49



50
ROVESCI PSICOLOGICI

Ora io dir delle frasi, tu le ripeterai mentalmente, velocemente, per due
o tre volte ad ogni frase: al posto di (x) metti il nome della sensazione
sgradita.
Tutte le frasi iniziano con: Mi accetto completamente e profondamen-
te
Massaggiando lincavo sotto la clavicola.
FIGURA 10 MASSAGGIANDO LINCAVO SOTTO LA CLAVICOLA.
Mi accetto completamente e profondamente anche con tutti i miei pro-
blemi e le mie limitazioni.
Mi accetto completamente e profondamente anche se mantengo x.
Picchiettando il labbro superiore.
FIGURA 11 PICCHIETTANDO IL LABBRO SUPERIORE.
Mi accetto completamente e profondamente anche se continuer ad avere
in futuro x.
Picchiettando il labbro inferiore.
FIGURA 12 PICCHIETTANDO IL LABBRO INFERIORE.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non merito di risol-
vere x.
Massaggiando lincavo sotto la clavicola.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non sano per me
risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non sano per gli
altri che io risolva x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non mi dedico a ri-
solvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non mi permetto di
risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non necessario
risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non di beneficio
per me risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non di beneficio
per gli altri che io risolva x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se c un blocco per
tutti miei problemi.
Lascia andare le mani, rilassati tranquillamente.




51

ACCELERATORE DI ROVESCI

Si esegue solo quando si gi lavorato sul problema almeno una volta,
anche nella stessa seduta.

Esecuzione

Una volta terminati i Rovesci Psicologici, aggiungere, continuando a
massaggiare lincavo sotto la clavicola, le frasi:
Mi accetto completamente e profondamente anche se non risolvo com-
pletamente x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non risolver mai
completamente x.





52
ROVESCI AFFERMATIVI

Si deve prima scegliere la frase affermativa.
Si mette la frase affermativa adatta al caso, al posto di: Mi accetto com-
pletamente e profondamente
Esempi: Ho fiducia in me stesso; So di valere; Mi sento sicuro;
Sono a mio agio; Sono calmo e tranquillo"; Posso esprimermi; Sto
bene con gli altri, ecc.
Se la persona d'accordo di rivelarvi cos' "X", e qual' la frase affermativa, po-
tete pronunciare l'intera frase gi completa di tutti i termini, esattamente come
dovr essere ripetuta.

Esecuzione

Scegli una frase affermazione personalizzata, sempre la stessa, da inserire al
posto di: Mi accetto completamente e profondamente. Inseriscila quan-
do dico: Frase affermativa.
"Ics", come al solito, il nome della sensazione su cui vuoi lavorare.
Ora io dir delle frasi, tu le ripeterai mentalmente, velocemente, per due
o tre volte ciascuna.
Massaggiando lincavo sotto la clavicola.
Anche con tutti i miei problemi e le mie limitazioni (frase affermativa).
Anche se mantengono x (frase affermativa).
Picchiettando sul labbro superiore.
Anche se continuer ad avere in futuro x (frase affermativa).
Picchiettando sul labbro inferiore.
Anche se non merito di risolvere x ( frase affermativa).
Massaggiando lincavo sotto la clavicola.
Anche se non sano per me risolvere x ( frase affermativa).
Anche se non sano per gli altri che io risolva x ( frase affermativa).
Anche se non mi dedico a x (frase affermativa).
Anche se non mi permetto di risolvere x ( frase affermativa).
Anche se non necessario risolvere x ( frase affermativa).
Anche se non di beneficio per me risolvere x ( frase affermativa).
Anche se non di beneficio per gli altri che io risolva x ( frase affermati-
va).
Anche se c un blocco per tutti miei problemi ( frase affermativa).
Lascia andare le mani, rilassati tranquillamente.



53

ACCELERATORE AFFERMATIVO

Si esegue solo quando si gi lavorato sul problema almeno una volta,
anche nella stessa seduta.

Terminati i Rovesci Affermativi, aggiungere, continuando a massag-
giare lincavo sotto la clavicola, le frasi:

Anche se non risolvo completamente x ( frase affermativa).
Anche se non risolver mai completamente x (frase affermativa).





54
TOCCAMENTI

Per ciascun punto, i toccamenti vanno continuati per sette secondi, op-
pure per trenta secondi, in base alla personalit ed in base alleffetto che
si desidera ottenere.
Esempio:
Sette secondi, se la persona si distrae facilmente, oppure vogliamo
puntare su un effetto complessivo, pi inconscio e induttivo.
Trenta secondi, con una persona concentrata, deduttiva e dai ritmi
lenti, o se vogliamo un effetto pi radicale e sistematico.
Spiegazione
Illustrate l'esempio secondo cui eseguire i toccamenti come sparare al pro-
blema con una mitragliatrice: il problema il nemico, la ripetizione di "x" equi-
vale a prendere la mira, il picchiettamento a far fuoco, i punti da stimolare so-
no diverse postazioni da cui attaccare.
Quando fate eseguire i toccamenti dovete essere veloci e implacabili: se la
persona si stanca, ricordatele che davanti al nemico, e non gli deve dar tre-
gua: lo vuole sgominare o no?

Identifichiamo i punti dei toccamenti.
Mostrare i punti: sopracciglio interno; sopracciglio esterno; sotto locchio; lab-
bro superiore; labbro inferiore; sotto lascella; sul fianco; incavo clavicola; pun-
to omerale.

Identificazione dei punti da stimolare

Interno sopracciglio: estremit del sopracciglio vicino alla radice del naso.
FIGURA 13 INTERNO SOPRACCIGLIO: ESTREMIT DEL SOPRACCI-
GLIO VICINO ALLA RADICE DEL NASO.
Esterno sopracciglio: estremit del sopracciglio vicino alla tempia.
FIGURA 14 ESTERNO SOPRACCIGLIO: ESTREMIT DEL SOPRACCI-
GLIO VICINO ALLA TEMPIA.
Sotto locchio: la parte pi bassa dellorbita inferiore, al confine tra lo zi-
gomo e il naso.
FIGURA 15 SOTTO LOCCHIO: LA PARTE PI BASSA DELLORBITA IN-
FERIORE, AL CONFINE TRA LO ZIGOMO E IL NASO.
Labbro superiore: esattamente dove la piega inferiore del naso si con-
giunge al labbro.
Labbro inferiore: allaltezza del bordo gengivale degli incisivi inferiori, ma
esternamente, a bocca chiusa.
Sotto la clavicola: lavvallamento tra la spalla ed i muscoli pettorali su-
periori.



55
Sotto lascella: circa otto centimetri pi in basso della piega dellascella,
nel punto che sta tra i muscoli pettorali, e quelli dorsali.
FIGURA 16 SOTTO LASCELLA: CIRCA OTTO CENTIMETRI PI IN
BASSO DELLA PIEGA DELLASCELLA, NEL PUNTO CHE STA TRA I MU-
SCOLI PETTORALI, E QUELLI DORSALI.
Sul fianco in vita: lateralmente, allaltezza dellultima costola inferiore.
FIGURA 17 SUL FIANCO IN VITA: LATERALMENTE, ALLALTEZZA
DELLULTIMA COSTOLA INFERIORE.

Esecuzione

Picchietta di continuo ciascun punto ripetendo a mente, e velocemente, il
nome del problema o della sensazione da trattare.
Picchietta dal sopracciglio interno, continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)
Picchietta dal sopracciglio esterno, continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)
Picchietta da sotto locchio continuando a ripetere x (contare mental-
mente i secondi)
Picchietta dal labbro superiore continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)
Picchietta dal labbro inferiore continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)
Picchietta dal sotto lascella continuando a ripetere x (contare mental-
mente i secondi)
Picchietta dal fianco in vita continuando a ripetere x (contare mental-
mente i secondi)
Massaggia da sotto la clavicola continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)
Picchietta, dal punto omerale continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)





56
W.L.H. (Whole Life Healing)

Se non specificato, sintende sottrattivo.

Eseguire abbastanza lentamente, a differenza dalle precedenti tecniche
che vanno invece eseguite in velocit. Molto importante attendere lo
shift.

Esecuzione

Lo SHIFT una sensazione diversa al tuo interno, in risposta alla frase:
"...arriva subito, al massimo entro dieci secondi. Quando lo senti, me lo se-
gnali: dopo dieci secondi noi proseguiamo anche se non lhai avvertito, per-
ch comunque c stato".
Tutti i punti si massaggiano con movimento circolare.
Identifichiamo alcuni nuovi punti da massaggiare (mostrarli): Cima della
testa, la "fontanella";
FIGURA 18 CIMA DELLA TESTA: FONTANELLA.
Incavo del polso, dove si appoggiano le dita per "sentire" il battito cardia-
co;
FIGURA 19 INCAVO DEL POLSO
Le frasi vanno ripetute una sola volta, in modo udibile.
Piedi piatti per terra.
Occhi chiusi.
Massaggiando la cima della testa.
Vorrei che la tua mente inconscia permettesse a tutti i problemi, le
preoccupazioni e le limitazioni, di essere rilasciati.
Ripeti: Io permetto a tutti i problemi, le preoccupazioni e le limitazioni,
di essere rilasciati.
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'esterno sopracciglia.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare i problemi secondari; van-
taggi che avere il problema ti d.
Ripeti: Io lascio andare i problemi secondari.
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.



57
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'interno sopracciglia.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la rabbia legata a x
Ripeti: Io lascio andare la rabbia legata a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto locchio.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la paura legata a x
Ripeti: Io lascio andare la paura legata a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro superiore.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la tristezza legata a x
Ripeti: Io lascio andare la tristezza legata a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro inferiore.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare i traumi e le problemati-
che emozionali legate a x
Ripeti: Io lascio andare i traumi e le problematiche emozionali legate a
x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto la clavicola.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la colpa e la vergogna le-
gate a x



58
Ripeti: Io lascio andare la colpa e la vergogna legate a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto lascella.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la mancanza di perdono
legata a x
Ripeti: Io lascio andare la mancanza di perdono legata a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il polso sinistro.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare le rimanenti sensazioni fi-
siche legate a (x).
Ripeti: Io lascio andare le rimanenti sensazioni fisiche legate a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il polso destro.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare tutte le rimanenti tensio-
ni.
Ripeti: Io lascio andare tutto quanto rimane.
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Metti gi le mani, rilassati tranquillamente.




59



60
W.L.H. AFFERMATIVO

Eseguire Molto lentamente.

Esecuzione

Lo SHIFT una sensazione diversa al tuo interno, in risposta alla frase:
"...arriva subito, al massimo entro dieci secondi. Quando lo senti, me lo se-
gnali: dopo dieci secondi noi proseguiamo anche se non lhai sentito, per-
ch comunque c stato".
Tutti i punti si massaggiano con movimento circolare.
Identifichiamo alcuni nuovi punti da massaggiare (mostrarli): Cima della
testa; Incavo del polso;
Le frasi vanno ripetute una sola volta, in modo udibile.
Piedi piatti per terra.
Occhi chiusi.
Massaggiando la cima della testa.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia libera e serena anche se c
x
Ripeti: Io mi permetto di essere libero e sereno anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift...
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'esterno sopracciglia.
Adesso voglio che la tua mente inconscia veda che i vantaggi secondari
sono un inganno anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di vedere che i problemi secondari sono un in-
ganno anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'interno sopracciglia.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia in pace anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di essere in pace anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca



61
Bene.
Massaggiando sotto locchio.
Adesso voglio che la tua mente inconscia abbia fiducia in te anche con
x
Ripeti: Io mi permetto di avere fiducia in me stesso anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro superiore.
Adesso voglio che la tua mente inconscia senta la gioia di vivere anche se
c x
Ripeti: Io mi permetto di vivere con gioia anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro inferiore.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia tranquilla e libera anche se
c x
Ripeti: Io mi permetto di essere libero e tranquillo anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto la clavicola.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia ingenua e innocente anche
se c x
Ripeti: Io mi permetto di essere ingenuo e innocente anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.



62
Massaggiando sotto lascella.
Adesso voglio che la tua mente inconscia perdoni te, e tutti gli altri anche
se c x
Ripeti: Io mi permetto di perdonarmi, e perdono anche tutti gli altri, an-
che se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il Polso sinistro.
Adesso voglio che la tua mente inconscia possa sempre sentire le tue
sensazioni fisiche piacevoli, anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di sentire sempre il benessere fisico che mi appar-
tiene anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca.
Bene.
Massaggiando il Polso destro.
Adesso voglio che la tua mente inconscia si rilassi fisicamente, si rilassi
emozionalmente, si rilassi mentalmente, e si rilassi a tutti rimanenti i li-
velli, anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di vivere rilassato, anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift finale... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Metti gi le mani, rilassati tranquillamente.





63



64
RIALLINEAMENTO DELLE POLARITA

Si fa in pi, quando una persona non risponde alle tecniche: specialmen-
te se i rovesci psicologici non trovano riscontro nella scala SUDS.
Oppure quando il test kinesiologico d sempre, come risultato, o troppo
teso, o troppo molle.


Esecuzione

Mentre do la descrizione del ciclo respiratorio, eseguilo, per provare.
Leggere la descrizione, dando il tempo per eseguirlo.

Descrizione del ciclo respiratorio
A polmoni pieni, trattieni il respiro per cinque secondi;
Svuota met dellaria, e trattieni per cinque secondi;
Svuota completamente i polmoni, e trattieni per cinque secondi;
Impiega cinque secondi per riempire completamente i polmoni;
Respira normalmente per cinque secondi

Picchiettando con la mano destra sul punto omerale sinistro
A polmoni pieni, trattieni il respiro per cinque secondi;
Svuota met dellaria, e trattieni per cinque secondi;
Svuota completamente i polmoni, e trattieni per cinque secondi;
Impiega cinque secondi per riempire completamente i polmoni;
Respira normalmente per cinque secondi
Sempre con la mano destra, ora picchiettando sul punto omerale di de-
stra
A polmoni pieni, trattieni il respiro per cinque secondi;
Svuota met dellaria, e trattieni per cinque secondi;
Svuota completamente i polmoni, e trattieni per cinque secondi;
Impiega cinque secondi per riempire completamente i polmoni;
Respira normalmente per cinque secondi
Ora con la mano sinistra, picchiettando sul punto omerale destro
A polmoni pieni, trattieni il respiro per cinque secondi;
Svuota met dellaria, e trattieni per cinque secondi;
Svuota completamente i polmoni, e trattieni per cinque secondi;
Impiega cinque secondi per riempire completamente i polmoni;



65
Respira normalmente per cinque secondi
Sempre con la mano sinistra, picchiettando sul punto omerale di sini-
stra
A polmoni pieni, trattieni il respiro per cinque secondi;
Svuota met dellaria, e trattieni per cinque secondi;
Svuota completamente i polmoni, e trattieni per cinque secondi;
Impiega cinque secondi per riempire completamente i polmoni;
Respira normalmente per cinque secondi
Metti gi le mani, rilassati tranquillamente.




66
CONFRONTO EMOZIONALE

E laggiustamento definitivo.
Si usa solo quando il problema gi stato trattato con la seconda, o me-
glio, con la Terza Sequenza, oppure con Time Line di PNL. E troppo po-
tente come prima applicazione, perch porta dentro al problema, recupe-
rando troppo bene la realt: va bene solo per scene che si possano vivere
dallinterno senza perdere completamente la capacit di proseguire a
causa del coinvolgimento.
E importante dare alla persona lattenzione, il modo ed il tempo, nella
fase in cui si porta al rilassamento profondo.
E altrettanto importante procedere assicurandosi che la persona riesca a
mantenere contemporaneamente i due gruppi di elementi:
Primo gruppo
Rimanere in contatto con le sensazioni del suo corpo fisico.
Mantenere lattenzione sul petto, dove viene elaborata lemozione.
Fare attenzione alla frase che viene detta, e, dopo, a quella in so-
stituzione.
Secondo gruppo
Mantenere la luce allinterno.
Mantenere il contatto con lamore, che viene preso con un'ancora;
stringere il pugno.
Allargare lo sguardo

Esecuzione
Chiudi gli occhi.
Pensa all'emozione causata da un problema nella tua vita presente.
Permettiti di tornare nel passato, alla scena pi antica dove hai provato
questemozione.
Entra nella scena, nel te stesso della scena; e senti il corpo, siine co-
sciente.
Ora, metti una mano aperta sul petto, e, continuando a sentire il corpo,
metti anche la tua attenzione sul petto, a ci che accade sotto la mano.
Continua a sentire il corpo, con lattenzione sul petto, mentre vai ad un
momento in cui sei stato veramente amato, e, quando ci sei, stringi il pu-
gno dellaltra mano: trattieni con te lamore.
Continuando a sentire il corpo, e con lattenzione sul petto, senti lamore,
e nel corpo immagina ci sia tutta luce.



67
Continuando a sentire tutte queste cose insieme, immagina di allargare lo
sguardo, il campo visivo, vedendo anche altre cose intorno che prima non
notavi
e, continuando a sentire contemporaneamente tutto questo
sentendo il corpo
con lattenzione sul petto, sotto la mano
sentendo lamore,
e con tutta questa luce nel corpo
e lo sguardo allargato
sotto la mano, viene elaborata lemozione
Attendere qualche secondo, osservare lespressione del viso che si rasserena.
Rilassati
socchiudi le mascelle
stacca la lingua dal palato
allarga la gola come per far posto al suo interno
immagina i muscoli del viso come morti, ora;
Dondolare leggermente la persona di lato, sospingendole dolcemente una
spalla .
FIGURA 20 DONDOLARE LEGGERMENTE LA PERSONA DI LATO, SO-
SPINGENDOLE DOLCEMENTE UNA SPALLA .
i muscoli del collo come morti, ora;
Se lascia cadere la testa, riportargliela in posizione eretta con un movimento
delle mani gentile ma deciso, dicendo: Immagina che la tua testa resti in po-
sizione eretta senza sforzo, solo perch si trova nel punto di perfetto equili-
brio;
FIGURA 21 SE LASCIA CADERE LA TESTA, RIPORTARGLIELA IN POSI-
ZIONE ERETTA
delle spalle, come morti, ora;
Spingere verso il basso dolcemente, ma decisamente, le spalle della persona,
appoggiandosi con tutto il peso del corpo (pu darsi che le braccia della per-
sona cadano a penzoloni).
FIGURA 22 SPINGERE VERSO IL BASSO DOLCEMENTE, MA DECISA-
MENTE, LE SPALLE DELLA PERSONA, APPOGGIANDOSI CON TUTTO IL
PESO DEL CORPO.
mentre continui a sentire il corpo, con lattenzione sul petto, e senti
lamore, con tutta la luce nel corpo, e lo sguardo allargato
ogni muscolo di tutto il corpo, fino a terra, come morto, ora.
Senti, ora, l, ...c una frase che ti dici?



68
Rispondi, puoi rispondere
Pu anche non rispondere.
Stando nel tuo corpo, con lattenzione sul petto, sentendo lamore, e tutta la
luce allinterno, con lo sguardo allargato pensa a quella frase
Riesci a sentire tutto questo, tutto insieme?
Pensa adesso a che frase migliore potresti mettere in sostituzione di que-
sta trovala
lhai trovata?
Rispondi puoi rispondere
La risposta potrebbe essere impercettibile, o quasi.
Stando nel tuo corpo,
...con lattenzione sul petto,
...sentendo lamore,
...e tutta la luce allinterno,
...con lo sguardo allargato
pensa la frase che hai messo in sostituzione
Riesci a sentire tutto questo, tutto insieme?
Si pu elaborare lemozione adesso?
Dondolare molto dolcemente di lato la persona, fino a che risponde, o si in-
tuisce la risposta dalla sua espressione facciale che si rasserena, o sorride.
Quando senti che
Attendere da dieci a venti secondi.
..torna qui, adesso tranquillamente quando vuoi apri gli oc-
chi.
Quando apre gli occhi, con un tono di voce completamente diverso, pi norma-
le, magari leggermente scherzoso o ironico, fare la domanda:
Senti: e se adesso ripensi al problema iniziale?!





69



70
SCHEMI, e SPECIFICHE DELLE SEQUENZE

Informazione tecnica valida per tutte le sequenze

Sconsigliato terminare una seduta senza aver ottenuto un migliora-
mento di almeno quattro punti nella scala di valutazione soggettiva
Suds.
Un atteggiamento che aiuta in modo determinante:
Noi in quel momento, abbiamo per la persona tutto il tempo che vo-
gliamo: lei che, invece, ha un tempo limitato.





71



72
PRIMA SEQUENZA: ROVESCI

Info tecniche specifiche

Nella maggior parte dei casi di media gravit, questa sequenza pu esse-
re sufficiente. Solitamente, per la persona tende a giudicarla sufficiente
anche se invece non lo , perch non riesce ancora a concepire un mi-
glioramento superiore a quello gi ottenuto.
Quindi giudicheremo sufficiente la sequenza, solo di fronte ad un azze-
ramento completo della scala Suds.
Diversamente, proseguiremo con le sequenze successive:
Immediatamente, se la diminuzione Suds non almeno di quat-
tro punti;
Se la diminuzione nella scala Suds almeno quattro, anche in
un prossimo incontro.

Schema

1. Preparazione.
2. Induzione della mano
3. Check
Respirazione bilanciata Se risponde sempre S al Check
Rapid relaxer tre volte Se non risponde sempre S
4. Suds
5. Rovesci psicologici
6. Toccamenti
7. Suds
Se la valutazione SUDS non calata almeno di quattro punti:
Rapid relaxer 3 5 volte.
Toccamenti
Suds
8. Esternazione
9. Ponte abbreviato (solo il movimento degli occhi).
10. SUDS
11. Seconda sequenza (se la diminuzione SUDS ancora inferiore a 4: oppu-
re per diminuire ulteriormente, ma solo se la persona non troppo insoffe-
rente).



73



74
SECONDA SEQUENZA: W.L.H.

Info tecniche specifiche

Con questa sequenza si pu anche lavorare (come in time line) su pro-
blemi secondari, legati a quello principale, ma che non si sono attenuati
con la prima sequenza.
Come sempre quando ci sono i rovesci affermativi, la frase devessere
scelta prima.
Con questa sequenza non vogliamo pi limitarci a togliere unemozione
negativa, ma anche inserire unemozione positiva.
I Rovesci sono indispensabili; se no, il W.L.H. sottrattivo sarebbe danno-
so.

Schema

1. Check iniziale
2. Induzione della mano
3. Check o Repirazione bilanciata
4. Toccamenti (Se ci sono dei no nel check)
5. Grownding (specialmente se si fatta la respirazione bilanciata)
6. Rovesci aggiuntivi.
7. SUDS
8. W.L.H.
9. Induzione introiettiva (qualsiasi, facoltativa: qui riporto quella della mano)
10. W.L.H. AGGIUNTIVO.
11. Frasi affermative funzionali in stato intoiettivo.
12. Terza sequenza (Solo se la persona non troppo insofferente).





75



76
TERZA SEQUENZA: PROCESSO di UNIFICAZIONE

Info tecniche specifiche

PNListica, molto potente e radicale.
Lavora sullUnificazione col S Ideale.
Il S Ideale settoriale; c quello del dimagrimento, quello della sicurezza,
del successo, ecc.
E limmagine ideale di s per quella specifica situazione.
Concetto di guarigione olistica: porta ad una centratura dellIo, e ad essere
concentrati sul suo Centro.
Lavora sui cervelli fisico, emozionale, mentale e spirituale.
La persona scopre:
Che sensazioni fisiche ha.
Che emozioni prova.
Quali sono le sue credenze limitanti.
Come considera S globalmente.
Pi che un processo di Unificazione, sembra un processo di trasformazione.
Si collega ai livelli logici di Dills.
I Rovesci sono indispensabili; se no, il W.L.H. sottrattivo sarebbe dannoso.
Non si riesce a fare collettivamente, per le differenti velocit di reazione di
ciascuno: n col registratore, che ovviamente non pu adattarsi ai tempi di
reazione.
Quando la persona non ha le reazioni richieste, evitare di procedere come se
nulla fosse (cosa che facciamo utilmente con altre tecniche), ma lavorare col
R.E.I. sui problemi che emergono, finch sono risolti; quindi riprendere il la-
voro sull'argomento lasciato in sospeso, magari in unaltra seduta, se an-
cora necessario.
Risolvere i problemi connessi potrebbe, infatti, portare alla soluzione del
problema da trattare, se questultimo era un effetto dei primi.
E molto probabile che, in caso di mancato azzeramento del problema, que-
sta sequenza, se ben eseguita, sfoci naturalmente nella successiva, col Con-
fronto Emozionale. In quanto la persona trattata con questa sequenza, ten-
de naturalmente allazzeramento del problema.




77
Schema

1. SUDS a 4 livelli.
2. Riallineamento delle Polarit.
3. Grownding 1 (o Respirazione Bilanciata).
4. Induzione Introiettiva (della mano, o altre).
5. Check.
6. Rovesci Psicologici con Acceleratore di Rovesci.
7. Rilassamento Profondo (se poi troppo tranquillo, aumento di forza
della sensazione contando da uno a dieci).
8. Torna a un momento passato contando da tre a uno.
9. Time Line.
10. Toccamenti per sensazione fisica (eventualmente anche W.L.H. sot-
trattivo, ed aggiuntivo)
11. Toccamenti per trattare lemozione.
12. Toccamenti per la credenza limitante.
13. Toccamenti per linserimento di nuova credenza.
14. S ideale.





78
QUARTA SEQUENZA: CONFRONTO EMOZIONALE

Info tecniche specifiche

E laggiustamento definitivo, perch contiene il Confronto Emozionale.
E composta come la Terza Sequenza, con la differenza che nel trattamento
dellaspetto emozionale non usa i toccamenti, ma il Confronto Emozionale.
Valgono tutte le indicazioni e le avvertenze date per le varie tecniche usate
singolarmente, e specialmente quelle per il Confronto Emozionale.
Si usa solo quando il problema si gi iniziato a trattare con la Terza Se-
quenza, o con Time Line. Il Confronto Emozionale troppo potente come
prima applicazione, perch porta dentro al problema, recuperando troppo
bene la realt: va bene solo per scene che si possano vivere dallinterno.
E importante dare alla persona lattenzione, il modo ed il tempo, nella fase
in cui la si porta a rilassarsi bene.
E altrettanto importante procedere assicurandosi che la persona riesca a
mantenere contemporaneamente coscienza di due gruppi di elementi:
Primo gruppo
Rimanere nel corpo fisico.
Mantenere lattenzione sul petto dove viene elaborata lemozione.
Fare attenzione alla frase che viene detta, e, dopo, a quella in sostitu-
zione.
Secondo gruppo
Mantenere la luce allinterno.
Mantenere il contatto con lamore che viene preso con l'ancora di
chiudere il pugno.
Allargare lo sguardo (il campo visivo)




79
Schema

1. SUDS a 4 livelli: problema lieve, appena gestibile, appena non gestibile,
gravissimo.
2. Riallineamento delle Polarit.
3. Grownding 1 (o Respirazione Bilanciata).
4. Induzione Introiettiva (della mano, o altre).
5. Check.
6. Rovesci Psicologici con Acceleratore di Rovesci.
7. Rilassamento Profondo (se poi troppo tranquillo, aumento di forza del-
la sensazione contando da uno a dieci).
8. Torna a un momento passato contando da tre a uno.
9. Time Line.
10. Toccamenti per sensazione fisica (event.W.L.H. sottrattivo, e ag-
giuntivo)
11. Confronto Emozionale.
12. Toccamenti per la credenza limitante.
13. Toccamenti per linserimento di nuova credenza.
14. S ideale.




80
ESECUZIONE delle SEQUENZE
PRIMA SEQUENZA
ROVESCI








81



82
Preparazione
Scegli una sensazione fastidiosa che volte si presenta nella tua vita.

Induzione della mano

La focalizzazione cambia immediatamente, quando dal semplice guarda-
re si passa a fissare.
Tra qualche istante ti sollever una mano; da quel momento.
Da quel momento voglio che fissi la tua mano.
Dopo pochi istanti sentirai che la focalizzazione dei tuoi occhi comincia a
cambiare: normale.
A quel punto voglio che lasci chiudere lentamente gli occhi.
Sollevare la mano alla massima altezza da cui la persona pu vederne il
palmo senza muovere la testa
Fissa la mano
La focalizzazione dei tuoi occhi sta cambiando, cambiata.
Attendere che chiuda gli occhi. Se qualcuno non chiude gli occhi, anche se
la focalizzazione gi cambiata, pensa forse di dover attendere qualche
strano fenomeno di alterazione della visione. A questa persona, dire di
non sbattere le palpebre, e di chiudere lentamente gli occhi quando si
stancano.
Adesso voglio che lasci lentamente scendere il braccio(ora assumere un
tono pi perentorio) non pi velocemente di quanto la tua mente incon-
scia possa permetterti di scendere allinterno di te stesso.
Lasciare delicatamente la presa sul braccio della persona, e aspettare che
il braccio scenda fino a posarsi, continuando a ripetere le frasi seguente:
Non sei tu che decidi a che velocit scende il braccio
il braccio che scende alla sua velocit naturale
Via via
maggiormente
allinterno di te stesso.
Ora, se c una parte di te che mi sente e che mi pu rispondere, voglio
che tu muova lindice della mano destra: sei perfettamente in grado di
muoverlo
Se la mano in una posizione che ostacola il movimento dell'indice, pren-
derla e spostarla quanto necessario, quindi verificare il movimento
dellindice.
Benissimo.

Check



83

Se non risponde s a tutte le domande, o se dice esplicitamente di no, cer-
care lemozione ("X"), e risolvere con i toccamenti (procedere fino al W.L.H.
se non troppo insofferente).
Chiedere:
C qualche altra emozione che deve essere risolta?
La risposta si, e si passa a identificare quale emozione trasversale
sabota la sua volont di risolvere, e si passa a risolvere questemozione
con i toccamenti (procedere se necessario fino al W.L.H., se la persona
non troppo insofferente).

Ora ti far alcune domande: per rispondere s, muovi il dito indice della
mano destra; per rispondere no, resta immobile, oppure muovi la testa.
Le domande sono in forma di affermazioni: ogni volta che termina
unaffermazione, fornisci la tua risposta.
Quando al termine della mia affermazione io dir x, tu mentalmente lo
sostituirai con lesatto nome della sensazione sulla quale stai lavorando.
Bene. Cominciamo.
Dopo ogni affermazione attendere la risposta due o tre secondi. Un'attesa
pi lunga va considerata come se fosse "non dire s".
Io desidero risolvere x
Io voglio risolvere x
Io merito di risolvere x
ok per me risolvere x

Se risponde sempre S: Respirazione bilanciata

Metti la mano destra sulla sinistra,
E il piede sinistro sul destro.
Chiudi gli occhi.
Lattenzione tuo corpo portata semplicemente
allidea dellequilibrio.
Se proprio in questo momento non sai cos per te
lidea dellequilibrio
ad ogni respiro pensa alla parola equilibrio
stiamo in questa posizione per circa due minuti
(attendere).
Che sensazioni hai sentito?




84
Se non risponde sempre S: Rapid relaxer 3 volte di se-
guito

Prima parte.
Picchiettamento alla velocit di almeno tre, fino a
quattro picchiettamenti al secondo, con lindice e il
medio di una mano, sullincavo che c alla radice
tra il pollice e lindice del dorso dellaltra mano.
Mentre si fa la prima parte, continuando a picchiet-
tare, si esegue la seconda parte.

Seconda parte.
Piedi piatti per terra,
chiudi gli occhi,
apri gli occhi,
guarda davanti a te,
tutto sempre picchiettando
senza muovere la testa, guarda in basso a destra,
sposta gli occhi fino ad arrivare guardare in basso
sinistra, come lungo una linea per terra.
Quando sei arrivato in basso sinistra,
fai un cerchio verso l'alto, come un "arco", sempre
con le pupille aperte, cercando di fare proprio il
cerchio massimo possibile.
Fino a tornare, al termine dell'arco, in basso a de-
stra.
Arrivato a destra, con le pupille ritorna indietro lun-
go il cerchio.
Durante questa rotazione oculare importante fare
il cerchio completo, senza saltare dei pezzi.
A questo punto gli occhi possono tornare in posizio-
ne normale.
Pensa al suono di cinque note a caso,
poi conta da uno a cinque,
e di nuovo pensa al suono di cinque note a caso.

Suds.

In una scala dalluno al dieci, dove:
0 significa nullo,



85
1 quasi nullo;
e via via salendo
5 significa appena controllabile;
6, non pi controllabile,
e via via salendo fino a
9, gravissimo; e
10, talmente grave da non essere pi neppure consapevole, quando ci
sei dentro, di avere un problema.
In questa scala dai una valutazione della gravit della sensazione che
hai scelto di trattare.
Risponde.

Rovesci psicologici

Ora io dir delle frasi, tu le ripeterai mentalmente, velocemente, per
due o tre volte ad ogni frase: al posto di (x) metti il nome della sensa-
zione sgradita.
Tutte le frasi iniziano con: Mi accetto completamente e profondamen-
te
Massaggiando lincavo sotto la clavicola.
Mi accetto completamente e profondamente anche con tutti i miei pro-
blemi e le mie limitazioni.
Mi accetto completamente e profondamente anche se mantengo x.
Picchiettando il labbro superiore.
Mi accetto completamente e profondamente anche se continuer ad
avere in futuro x.
Picchiettando il labbro inferiore.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non merito di ri-
solvere x.
Massaggiando lincavo sotto la clavicola.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non sano per
me risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non sano per
gli altri che io risolva x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non mi dedico a
risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non mi permetto
di risolvere x.



86
Mi accetto completamente e profondamente anche se non necessario
risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non di benefi-
cio per me risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non di benefi-
cio per gli altri che io risolva x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se c un blocco per
tutti miei problemi.
Lascia andare le mani, rilassati tranquillamente.

Toccamenti

Per ciascun punto, i toccamenti vanno continuati per sette secondi, op-
pure per trenta secondi, in base alla personalit ed in base alleffetto
che si desidera ottenere.
Illustrate l'esempio secondo cui eseguire i toccamenti come sparare al
problema con una mitragliatrice: il problema il nemico, la ripetizione di
"x" equivale a prendere la mira, il picchiettamento a far fuoco, i punti da
stimolare sono diverse postazioni da cui attaccare.
Quando fate eseguire i toccamenti dovete essere veloci e implacabili: se
la persona si stanca, ricordatele che davanti al nemico, e non gli deve
dar tregua: lo vuole sgominare o no?

Identifichiamo i punti dei toccamenti.
Mostrare i punti: sopracciglio interno; sopracciglio esterno; sotto locchio;
labbro superiore; labbro inferiore; sotto lascella; sul fianco; incavo cla-
vicola; punto omerale.

Identificazione dei punti da stimolare

Interno sopracciglio: estremit del sopracciglio vicino alla radice del
naso.
Esterno sopracciglio: estremit del sopracciglio vicino alla tempia.
Sotto locchio: la parte pi bassa dellorbita inferiore, al confine con
lo zigomo.
Labbro superiore: esattamente dove la piega inferiore del naso si
congiunge al labbro.
Labbro inferiore: allaltezza del bordo gengivale degli incisivi infe-
riori, ma esternamente, a bocca chiusa.
Sotto la clavicola: lavvallamento tra la spalla ed i muscoli petto-
rali superiori.



87
Sotto lascella: circa otto centimetri pi in basso della piega
dellascella, nel punto che sta tra i muscoli pettorali, e quelli dorsa-
li.
Sul fianco: lateralmente, allaltezza dellultima costola inferiore.

Cominciamo.

Picchietta di continuo ciascun punto ripetendo a mente, e velocemen-
te, il nome del problema o della sensazione da trattare.

Picchietta dal sopracciglio interno, continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)

Picchietta dal sopracciglio esterno, continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)

Picchietta da sotto locchio continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)

Picchietta dal labbro superiore continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)

Picchietta dal labbro inferiore continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)

Picchietta dal sotto lascella continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)

Picchietta dal fianco in vita continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)

Massaggia da sotto la clavicola continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)

Picchietta, dal punto omerale continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)

Suds

Che diminuzione hai riscontrato in una scala dalluno al dieci, dove:
0 significa nullo,
1 quasi nullo;
e via via salendo
5 significa appena controllabile;
6, non pi controllabile,
e via via salendo fino a



88
9, gravissimo; e
10, talmente grave da non essere pi neppure consapevole, quando ci sei
dentro, di avere un problema.
Risponde.

Se la diminuzione meno di 4: Rapid relaxer 3
5 volte.


Prima parte.
Picchiettamento alla velocit di almeno tre, fi-
no a quattro picchiettamenti al secondo, con
lindice e il medio di una mano, sullincavo
che c alla radice tra il pollice e lindice del
dorso dellaltra mano.
Mentre si fa la prima parte, continuando a
picchiettare, si esegue la seconda parte.

Seconda parte.
Piedi piatti per terra,
chiudi gli occhi,
apri gli occhi,
guarda davanti a te,
tutto sempre picchiettando
senza muovere la testa, guarda in basso a de-
stra,
sposta gli occhi fino ad arrivare guardare in
basso sinistra, come lungo una linea per ter-
ra.
Quando sei arrivato in basso sinistra,
fai un cerchio verso l'alto, come un "arco",
sempre con le pupille aperte, cercando di fa-
re proprio il cerchio massimo possibile.
Fino a tornare, al termine dell'arco, in basso a
destra.
Arrivato a destra, con le pupille ritorna indie-
tro lungo il cerchio.
Durante questa rotazione oculare importan-
te fare il cerchio completo, senza saltare dei
pezzi.



89
A questo punto gli occhi possono tornare in
posizione normale.
Pensa al suono di cinque note a caso,
poi conta da uno a cinque,
e di nuovo pensa al suono di cinque note a
caso.
Toccamenti

Identifichiamo i punti dei toccamenti.
Mostrare i punti: sopracciglio interno; sopracciglio e-
sterno; sotto locchio; labbro superiore; labbro inferio-
re; sotto lascella; sul fianco; incavo clavicola; punto
omerale.

Picchietta di continuo ciascun punto ripetendo a
mente, e velocemente, il nome del problema o della
sensazione da trattare.

Picchietta dal sopracciglio interno, continuando a
ripetere x (contare mentalmente i secondi)

Picchietta dal sopracciglio esterno, continuando a
ripetere x (contare mentalmente i secondi)

Picchietta da sotto locchio continuando a ripetere
x (contare mentalmente i secondi)

Picchietta dal labbro superiore continuando a ripe-
tere x (contare mentalmente i secondi)

Picchietta dal labbro inferiore continuando a ripete-
re x (contare mentalmente i secondi)

Picchietta dal sotto lascella continuando a ripetere
x (contare mentalmente i secondi)

Picchietta dal fianco in vita continuando a ripetere
x (contare mentalmente i secondi)

Massaggia da sotto la clavicola continuando a ripe-
tere x (contare mentalmente i secondi)

Picchietta, dal punto omerale continuando a ripete-
re x (contare mentalmente i secondi)

Suds.




90
In una scala dalluno al dieci, dove:
0 significa nullo,
1 quasi nullo;
e via via salendo
5 significa appena controllabile;
6, non pi controllabile,
e via via salendo fino a
9, gravissimo; e
10, talmente grave da non essere pi neppure
consapevole, quando ci sei dentro, di avere un
problema.
In questa scala dai una valutazione della gravit
della sensazione che hai scelto di trattare.

Esternazione
Che effetto ti fa vedere la diminuzione nella scala di valutazione sog-
gettiva?
Risponde brevemente.

Ponte abbreviato (solo il movimento degli occhi).

Piedi piatti per terra,
chiudi gli occhi,
apri gli occhi,
guarda davanti a te,
senza muovere la testa, guarda in basso a destra,
sposta gli occhi fino ad arrivare guardare in basso sinistra, come lun-
go una linea per terra.
Quando sei arrivato in basso sinistra,
fai un cerchio verso l'alto, come un "arco", sempre con le pupille a-
perte, cercando di fare proprio il cerchio massimo possibile.
Fino a tornare, al termine dell'arco, in basso a destra.
Arrivato a destra, con le pupille ritorna indietro lungo il cerchio.
Durante questa rotazione oculare importante fare il cerchio comple-
to, senza saltare dei pezzi.
A questo punto gli occhi possono tornare in posizione normale.

SUDS



91

Che diminuzione hai riscontrato nella scala di valutazione soggettiva
in una scala dalluna al dieci, dove:

0 significa nullo,
1 quasi nullo;
e via via salendo
5 significa appena controllabile;
6, non pi controllabile,
e via via salendo fino a
9, gravissimo; e
10, talmente grave da non essere pi neppure consapevole, quando ci
sei dentro, di avere un problema.
Risponde.

Seconda sequenza (se la diminuzione inferiore a 4: oppure per aumentarla
ulteriormente, ma solo se la persona non troppo insofferente).






92
ESECUZIONE delle SEQUENZE
SECONDA SEQUENZA
WHOLE LIFE HEALING





93



94
Check iniziale

Ora ti far alcune domande: per rispondere s, muovi il dito indice del-
la mano destra; per rispondere no, resta immobile o muovi la testa.
Le domande sono in forma di affermazioni: ogni volta che termina
unaffermazione, fornisci la tua risposta.
Quando al termine della mia affermazione io dir x, tu mentalmente
lo sostituirai con lesatto nome della sensazione sulla quale stai lavo-
rando.
Bene. Cominciamo.
Dopo ogni affermazione attendere la risposta due o tre secondi. Un'at-
tesa pi lunga va considerata come se fosse "non dire s".
Io desidero risolvere x
Io voglio risolvere x
Io merito di risolvere x
ok per me risolvere x

Induzione della mano

La focalizzazione cambia immediatamente, quando dal semplice guarda-
re si passa a fissare.
Tra qualche istante ti sollever una mano; da quel momento.
Da quel momento voglio che fissi la tua mano.
Dopo pochi istanti sentirai che la focalizzazione dei tuoi occhi comincia a
cambiare: normale.
A quel punto voglio che lasci chiudere lentamente gli occhi.
Sollevare la mano alla massima altezza da cui la persona pu vederne il
palmo senza muovere la testa
Fissa la mano
La focalizzazione dei tuoi occhi sta cambiando, cambiata.
Attendere che chiuda gli occhi. Se qualcuno non chiude gli occhi, anche se
la focalizzazione gi cambiata, pensa forse di dover attendere qualche
strano fenomeno di alterazione della visione. A questa persona, dire di
non sbattere le palpebre, e di chiudere lentamente gli occhi quando si
stancano.
Adesso voglio che lasci lentamente scendere il braccio(ora assumere un
tono pi perentorio) non pi velocemente di quanto la tua mente incon-
scia possa permetterti di scendere allinterno di te stesso.
Lasciare delicatamente la presa sul braccio della persona, e aspettare che
il braccio scenda fino a posarsi, continuando a ripetere le frasi seguente:
Non sei tu che decidi a che velocit scende il braccio



95
il braccio che scende alla sua velocit naturale
Via via
maggiormente
allinterno di te stesso.
Ora, se c una parte di te che mi sente e che mi pu rispondere, voglio
che tu muova lindice della mano destra: sei perfettamente in grado di
muoverlo
Se la mano in una posizione che ostacola il movimento dell'indice, pren-
derla e spostarla quanto necessario, quindi verificare il movimento
dellindice.
Benissimo.
Check o Respirazione bilanciata (Per il Check, se ci sono dei No, si
fanno dei toccamenti)

Check
Ora ti far alcune domande: per rispondere s, muovi il dito in-
dice della mano destra; per rispondere no, resta immobile o
muovi la testa.
Le domande sono in forma di affermazioni: ogni volta che termi-
na unaffermazione, fornisci la tua risposta.
Quando al termine della mia affermazione io dir x, tu men-
talmente lo sostituirai con lesatto nome della sensazione sulla
quale stai lavorando.
Bene. Cominciamo.
Dopo ogni affermazione attendere la risposta due o tre secondi.
Un'attesa pi lunga va considerata come se fosse "non dire s".
Io desidero risolvere x
Io voglio risolvere x
Io merito di risolvere x
ok per me risolvere x

Toccamenti (Se ci sono stati dei no)

Picchietta di continuo ciascun punto ripe-
tendo a mente, e velocemente, il nome del
problema o della sensazione da trattare.

Picchietta dal sopracciglio interno, conti-
nuando a ripetere x (contare mentalmente
i secondi)




96
Picchietta dal sopracciglio esterno, conti-
nuando a ripetere x (contare mentalmente
i secondi)

Picchietta da sotto locchio continuando a
ripetere x (contare mentalmente i secondi)

Picchietta dal labbro superiore continuan-
do a ripetere x (contare mentalmente i se-
condi)

Picchietta dal labbro inferiore continuando
a ripetere x (contare mentalmente i secon-
di)

Picchietta da sotto lascella continuando a
ripetere x (contare mentalmente i secon-
di)

Picchietta dal fianco in vita continuando a
ripetere x (contare mentalmente i secon-
di)

Massaggia da sotto la clavicola continuan-
do a ripetere x (contare mentalmente i
secondi)

Picchietta, dal punto omerale continuando
a ripetere x (contare mentalmente i se-
condi)

Respirazione bilanciata (in alternativa al Check)

Metti la mano destra sulla sinistra,
E il piede sinistro incrociato sul destro.
Chiudi gli occhi.
Lattenzione tuo corpo portata semplicemente
allidea dellequilibrio.
Se proprio in questo momento non sai cos per te
lidea dellequilibrio
ad ogni respiro pensa alla parola equilibrio
stiamo in questa posizione per circa due minuti
(attendere).
Che sensazioni hai sentito?




97
Grownding 1(specialmente se si fatta la respirazione bi-
lanciata)

Metti i piedi piatti al terreno.
Occhi chiusi.
Inspira ed espira,
e puoi sentire la sensazione del tuo corpo,
puoi sentire laria che attraversa le tue narici.
Ecco.
Mentre senti tutto questo,
permettiti,
allinterno della tua mente,
ispirando ed espirando,
di poter immaginare di poter vedere la base la base
della tua colonna vertebrale.
E mentre immagini di poter vedere la base della tua co-
lonna vertebrale,
sentite il peso del tuo corpo sulla sedia,
e mentre senti il peso del corpo sulla sedia,
e mentre senti il peso del corpo,
e la sensazione dellaria che attraversa le tue narici,
immagina che i tuoi piedi sono veramente ancorati al
terreno.
Che i tuoi piedi siano radicati al terreno.
A questo punto immagina che anche la tua colonna
vertebrale,
alla base della colonna vertebrale,
scenda come un qualcosa che lattira verso il basso.
Senti il peso del tuo corpo sulla sedia,
i tuoi piedi come radicati nel terreno,
e senti qualcosa che dalla base della colonna vertebra-
le,
via via, come ...arriva al centro dalla terra.
Mentre senti tutto questo,
mentre senti queste sensazioni,
che sei come radicato al terreno,



98
immagina semplicemente come una sensazione di luce
al tuo interno:
mentre senti la sensazione di essere radicato al terre-
no,
e la sensazione di luce allinterno di te,
e di sentirti radicato,
ecco,
tranquillamente,
tra pochi secondi,
tra pochi secondi permettiti di sentire bene la sensa-
zione del peso del corpo,
di sentire tutte le altre sensazioni,
di sentire dove sei,
ecco,
tranquillamente,
con tutte queste cose,
lentamente,
apri gli occhi,
lentamente,
quando vuoi.

Rovesci affermativi

Scegli una frase affermazione personalizzata, sempre la stessa, da in-
serire al posto di: Mi accetto completamente e profondamente. In-
seriscila quando dico: Frase affermativa.
Frase affermativa significa che un'affermazione: una frase priva del
termine "non".
L'hai scelta, l'hai trovata?
Attendere che l'abbia trovata,
"Ics", come al solito, il nome della sensazione su cui vuoi lavorare.
Ora io dir delle frasi, tu le ripeterai mentalmente, velocemente,
per due o tre volte ciascuna.
Massaggiando lincavo sotto la clavicola.
Anche con tutti i miei problemi e le mie limitazioni (frase affer-
mativa).
Anche se mantengono x (frase affermativa).



99
Picchiettando sul labbro superiore.
Anche se continuer ad avere in futuro x (frase affermativa).
Picchiettando sul labbro inferiore.
Anche se non merito di risolvere x ( frase affermativa).
Massaggiando lincavo sotto la clavicola.
Anche se non sano per me risolvere x ( frase affermativa).
Anche se non sano per gli altri che io risolva x ( frase affermati-
va).
Anche se non mi dedico a x (frase affermativa).
Anche se non mi permetto di risolvere x ( frase affermativa).
Anche se non necessario risolvere x ( frase affermativa).
Anche se non di beneficio per me risolvere x ( frase affermativa).
Anche se non di beneficio per gli altri che io risolva x ( frase af-
fermativa).
Anche se c un blocco per tutti miei problemi ( frase affermativa).
Lascia andare le mani, rilassati tranquillamente.

SUDS

In una scala dalluno al dieci, dove:
0 significa nullo,
1 quasi nullo;
e via via salendo
5 significa appena controllabile;
6, non pi controllabile,
e via via salendo fino a
9, gravissimo; e
10, talmente grave da non essere pi neppure consapevole, quando ci
sei dentro, di avere un problema.
In questa scala dai una valutazione della gravit della sensazione che
hai scelto di trattare.
Se i rovesci affermativi non hanno dato esito, eseguire ripetutamente i rovesci psicolo-
gici normali (anche molte volte di seguito), ponendo l'accento solo sullidea mi accetto
completamente e profondamente, inserendo ogni tanto una SUDS; ripetere fino ad ab-
battere la resistenza della persona. Se la persona ci chiede quanto deve ancora durare,
sostenere lidea che lesercizio in pi parti, e che non abbiamo finito.
Se hanno dato esito, oppure dopo aver eseguito i rovesci psicologici normali diverse vol-
te, continuare:

W.L.H.



100

Eseguire abbastanza lentamente, a differenza dalle precedenti tecniche
che vanno invece eseguite in velocit. Molto importante attendere lo
shift.

Lo SHIFT una sensazione diversa al tuo interno, in risposta alla fra-
se: arriva subito, al massimo entro dieci secondi.
Quando lo senti, me lo segnali: dopo dieci secondi noi proseguiamo
anche se non lhai avvertito, perch comunque c stato.
Tutti i punti si massaggiano con movimento circolare.
Identifichiamo alcuni nuovi punti da massaggiare (mostrarli): Cima
della testa, la "fontanella"; Incavo del polso, dove si appoggiano le dita
per "sentire" il battito cardiaco;
Le frasi vanno ripetute una sola volta, in modo udibile.
Piedi piatti per terra.
Occhi chiusi.
Massaggiando la cima della testa.
Vorrei che la tua mente inconscia permettesse a tutti i problemi, le
preoccupazioni e le limitazioni, di essere rilasciati.
Ripeti: Io permetto a tutti i problemi, le preoccupazioni e le limita-
zioni, di essere rilasciati.
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift..., e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'esterno sopracciglia.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare i problemi secondari;
vantaggi che avere il problema ti d.
Ripeti: Io lascio andare i problemi secondari.
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'interno sopracciglia.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la rabbia legata a x
Ripeti: Io lascio andare la rabbia legata a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.



101
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto locchio.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la paura legata a x
Ripeti: Io lascio andare la paura legata a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro superiore.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la tristezza legata a x
Ripeti: Io lascio andare la tristezza legata a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro inferiore.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare i traumi e le problema-
tiche emozionali legate a x
Ripeti: Io lascio andare i traumi e le problematiche emozionali legate
a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto la clavicola.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la colpa e la vergogna
legate a x
Ripeti: Io lascio andare la colpa e la vergogna legate a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto lascella.



102
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la mancanza di perdo-
no legata a x
Ripeti: Io lascio andare la mancanza di perdono legata a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il polso sinistro.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare le rimanenti sensazioni
fisiche legate a (x).
Ripeti: Io lascio andare le rimanenti sensazioni fisiche legate a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il polso destro.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare tutte le rimanenti ten-
sioni.
Ripeti: Io lascio andare tutto quanto rimane.
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Metti gi le mani, rilassati tranquillamente.

Induzione introiettiva (qualsiasi, facoltativa: qui riportata quella della
mano)

Induzione della mano

La focalizzazione cambia immediatamente, quando dal semplice guarda-
re si passa a fissare.
Tra qualche istante ti sollever una mano; da quel momento.
Da quel momento voglio che fissi la tua mano.
Dopo pochi istanti sentirai che la focalizzazione dei tuoi occhi comincia a
cambiare: normale.
A quel punto voglio che lasci chiudere lentamente gli occhi.



103
Sollevare la mano alla massima altezza da cui la persona pu vederne il
palmo senza muovere la testa
Fissa la mano
La focalizzazione dei tuoi occhi sta cambiando, cambiata.
Attendere che chiuda gli occhi. Se qualcuno non chiude gli occhi, anche se
la focalizzazione gi cambiata, pensa forse di dover attendere qualche
strano fenomeno di alterazione della visione. A questa persona, dire di
non sbattere le palpebre, e di chiudere lentamente gli occhi quando si
stancano.
Adesso voglio che lasci lentamente scendere il braccio(ora assumere un
tono pi perentorio) non pi velocemente di quanto la tua mente incon-
scia possa permetterti di scendere allinterno di te stesso.
Lasciare delicatamente la presa sul braccio della persona, e aspettare che
il braccio scenda fino a posarsi, continuando a ripetere le frasi seguente:
Non sei tu che decidi a che velocit scende il braccio
il braccio che scende alla sua velocit naturale
Via via
maggiormente
allinterno di te stesso.
Ora, se c una parte di te che mi sente e che mi pu rispondere, voglio
che tu muova lindice della mano destra: sei perfettamente in grado di
muoverlo
Se la mano in una posizione che ostacola il movimento dell'indice, pren-
derla e spostarla quanto necessario, quindi verificare il movimento
dellindice.
Benissimo.

W.L.H. AFFERMATIVO

Eseguire Molto lentamente.

Lo SHIFT una sensazione diversa al tuo interno, in risposta alla fra-
se: arriva subito, al massimo entro dieci secondi. Quando lo senti, me
lo segnali: dopo dieci secondi noi proseguiamo anche se non lhai sen-
tito, perch comunque c stato.
Tutti i punti si massaggiano con movimento circolare.
Identifichiamo alcuni nuovi punti da massaggiare (mostrarli): Cima
della testa; Incavo del polso;
Le frasi vanno ripetute una sola volta, in modo udibile.
Piedi piatti per terra.
Occhi chiusi.



104
Massaggiando la cima della testa.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia libera e serena anche se
c x
Ripeti: Io mi permetto di essere libero e sereno anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift...
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'esterno sopracciglia.
Adesso voglio che la tua mente inconscia veda che i vantaggi seconda-
ri sono un inganno anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di vedere che i problemi secondari sono un in-
ganno anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'interno sopracciglia.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia in pace anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di essere in pace anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto locchio.
Adesso voglio che la tua mente inconscia abbia fiducia in te anche con
x
Ripeti: Io mi permetto di avere fiducia in me stesso anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro superiore.
Adesso voglio che la tua mente inconscia senta la gioia di vivere anche
se c x
Ripeti: Io mi permetto di vivere con gioia anche se c x



105
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro inferiore.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia tranquilla e libera anche
se c x
Ripeti: Io mi permetto di essere libero e tranquillo anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto la clavicola.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia ingenua e innocente an-
che se c x
Ripeti: Io mi permetto di essere ingenuo e innocente anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto lascella.
Adesso voglio che la tua mente inconscia perdoni te, e tutti gli altri
anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di perdonarmi, e perdono anche tutti gli altri,
anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il Polso sinistro.
Adesso voglio che la tua mente inconscia possa sempre sentire le tue
sensazioni fisiche piacevoli, anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di sentire sempre il benessere fisico che mi ap-
partiene anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.



106
Attendere che annuisca.
Bene.
Massaggiando il Polso destro.
Adesso voglio che la tua mente inconscia si rilassi fisicamente, si ri-
lassi emozionalmente, si rilassi mentalmente, e si rilassi a tutti rima-
nenti i livelli, anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di vivere rilassato, anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift finale... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Metti gi le mani, rilassati tranquillamente.

Induzioni funzionali affermative in stato introiettivo.

Tieni gli occhi chiusi, e fai tre lenti, profondi, riposanti respiri...
Attendere che esegua: solo se non profondamente immerso nel lavoro,
aggiungere la seguente parte rientrata del testo:
Andiamo a picchiettare il lato esterno del dito mignolo
Se necessario, spostargli le dita sul punto da picchiettare
Continuando a picchiettare...
D a te stesso, come se fossi tu stesso a pronunciarle mentalmente, le
seguenti frasi:
Ripetere due o tre volte le seguenti affermazioni, nell'ordine in cui si tro-
vano, con una pausa di tre secondi abbondanti tra una frase e l'altra, e
con pronuncia piuttosto lenta e monotona.
In questo momento mi sento ...veramente bene
Finalmente comincio a vedere che la liberazione possibile
Provo profonda soddisfazione
Il problema passato in fondo era... inesistente
Attendere circa venti secondi.
Al termine, con un tono di voce diverso, quasi divertito, chiedere:
Senti: ...e se ti chiedessi dov' finita la sensazione sgradevole...?
La persona pu essere divertita o confusa. La causa comunque la
stessa: non riesce pi a recuperare la sensazione sgradevole.

Terza sequenza (Solo se la persona non troppo insofferente).



107






108
ESECUZIONE delle SEQUENZE
TERZA SEQUENZA
PROCESSO DI UNIFICAZIONE






109



110
SUDS a 4 livelli.

In una scala dalluno al quattro, dove
1 significa quasi nullo;
2 significa appena controllabile;
3 non pi controllabile,
4 gravemente incontrollabile
In questa scala date una valutazione della gravit della sensazione
che avete scelto di trattare.

Riallineamento delle polarit

Picchiettando con la mano destra sul punto omerale sinistro
A polmoni pieni, trattieni il respiro per cinque secondi;
Svuota met dellaria, e trattieni per cinque secondi;
Svuota completamente i polmoni, e trattieni per cinque secondi;
Impiega cinque secondi per riempire completamente i polmoni;
Respira normalmente per cinque secondi
Sempre con la mano destra, ora picchiettando sul punto omerale di
destra
A polmoni pieni, trattieni il respiro per cinque secondi;
Svuota met dellaria, e trattieni per cinque secondi;
Svuota completamente i polmoni, e trattieni per cinque secondi;
Impiega cinque secondi per riempire completamente i polmoni;
Respira normalmente per cinque secondi
Ora con la mano sinistra, picchiettando sul punto omerale destro
A polmoni pieni, trattieni il respiro per cinque secondi;
Svuota met dellaria, e trattieni per cinque secondi;
Svuota completamente i polmoni, e trattieni per cinque secondi;
Impiega cinque secondi per riempire completamente i polmoni;
Respira normalmente per cinque secondi
Sempre con la mano sinistra, picchiettando sul punto omerale di si-
nistra
A polmoni pieni, trattieni il respiro per cinque secondi;
Svuota met dellaria, e trattieni per cinque secondi;
Svuota completamente i polmoni, e trattieni per cinque secondi;
Impiega cinque secondi per riempire completamente i polmoni;



111
Respira normalmente per cinque secondi.
Metti gi le mani, rilassati tranquillamente.

Grownding 1 (o respirazione bilanciata)

Metti i piedi piatti al terreno.
Occhi chiusi.
Inspira ed espira,
e puoi sentire la sensazione del tuo corpo,
puoi sentire laria che attraversa le tue narici.
Ecco.
Mentre senti tutto questo,
permettiti,
allinterno della tua mente,
ispirando ed espirando,
di poter immaginare di poter vedere la base la base della tua colonna
vertebrale.
E mentre immagini di poter vedere la base della tua colonna vertebrale,
senti il peso del tuo corpo sulla sedia,
e mentre senti il peso del corpo sulla sedia,
e mentre senti il peso del corpo,
e la sensazione dellaria che attraversa le tue narici, immagina che i tuoi
piedi sono veramente ancorati al terreno.
Che i tuoi piedi siano radicati al terreno.
A questo punto immagina che anche la tua colonna vertebrale,
alla base della colonna vertebrale,
scenda come un qualcosa che lattira verso il basso.
Senti il peso del tuo corpo sulla sedia,
i tuoi piedi come radicati nel terreno,
e senti qualcosa che dalla base della colonna vertebrale,
via via, come ...arriva al centro dalla terra.
Mentre senti tutto questo,
mentre senti queste sensazioni,
che sei come radicato al terreno,
immagina semplicemente come una sensazione di luce al tuo interno:
mentre senti la sensazione di essere radicato al terreno,



112
e la sensazione di luce allinterno di te,
e di sentirti radicato,
ecco,
tranquillamente,
tra pochi secondi,
tra pochi secondi permettiti di sentire bene la sensazione del peso del
corpo,
di sentire tutte le altre sensazioni,
di sentire dove sei,
ecco,
tranquillamente,
con tutte queste cose,
lentamente,
apri gli occhi,
lentamente,
quando vuoi.

Respirazione bilanciata (se non si fatto il Grownding)

Metti la mano destra sulla sinistra,
E il piede sinistro sul destro.
Chiudi gli occhi.
Lattenzione tuo corpo portata semplicemente
allidea dellequilibrio.
Se proprio in questo momento non sai cos per te
lidea dellequilibrio
ad ogni respiro pensa alla parola equilibrio
stiamo in questa posizione per circa due minuti
(attendere).
Che sensazioni hai sentito?

Induzione della mano

La focalizzazione cambia immediatamente, quando dal semplice guarda-
re si passa a fissare.
Tra qualche istante ti sollever una mano; da quel momento.
Da quel momento voglio che fissi la tua mano.



113
Dopo pochi istanti sentirai che la focalizzazione dei tuoi occhi comincia a
cambiare: normale.
A quel punto voglio che lasci chiudere lentamente gli occhi.
Sollevare la mano alla massima altezza da cui la persona pu vederne il
palmo senza muovere la testa
Fissa la mano
La focalizzazione dei tuoi occhi sta cambiando... cambiata.
Attendere che chiuda gli occhi. Se la persona non chiude gli occhi, anche se
la focalizzazione gi cambiata, pensa forse di dover attendere qualche
strano fenomeno di alterazione della visione. A questa persona, dire di
non sbattere le palpebre, e di chiudere lentamente gli occhi quando si
stancano.
Adesso voglio che lasci lentamente scendere il braccio(ora assumere un
tono pi perentorio) non pi velocemente di quanto la tua mente incon-
scia possa permetterti di scendere allinterno di te stesso.
Lasciare delicatamente la presa sul braccio della persona, e aspettare che
il braccio scenda fino a posarsi, continuando a ripetere le frasi seguenti:
Non sei tu che decidi a che velocit scende il braccio
il braccio che scende alla sua velocit naturale
Via via
maggiormente
allinterno di te stesso.
Ora, se c una parte di te che mi sente e che mi pu rispondere, voglio
che tu muova lindice della mano destra: sei perfettamente in grado di
muoverlo
Se la mano in una posizione che ostacola il movimento dell'indice, pren-
derla e spostarla quanto necessario, quindi verificare il movimento
dellindice.
Benissimo, bravo/a




114
Check

Ora ti far alcune domande: per rispondere s, muovi il dito indice della
mano destra; per rispondere no, resta immobile o muovi la testa.
Le domande sono in forma di affermazioni: ogni volta che termina
unaffermazione, fornisci la tua risposta.
Quando al termine della mia affermazione io dir x, tu mentalmente lo
sostituirai con lesatto nome della sensazione sulla quale stai lavorando.
Bene. Cominciamo.
Dopo ogni affermazione attendere la risposta due o tre secondi. Un'attesa
pi lunga va considerata come se fosse "non dire s".
Io desidero risolvere x
Io voglio risolvere x
Io merito di risolvere x
ok per me risolvere x


Rovesci Psicologici con Acceleratore di Rovesci

Ora io dir delle frasi; nel frattempo tu le ripeterai mentalmente, veloce-
mente, per due o tre volte ad ogni frase. Al posto di (x) metti il nome del-
la sensazione sgradita.
Tutte le frasi iniziano con: Mi accetto completamente e profondamen-
te
Massaggiando lincavo sotto la clavicola.
Mi accetto completamente e profondamente anche con tutti i miei pro-
blemi e le mie limitazioni.
Mi accetto completamente e profondamente anche se mantengo x.
Picchiettando il labbro superiore.
Mi accetto completamente e profondamente anche se continuer ad avere
in futuro x.
Picchiettando il labbro inferiore.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non merito di risol-
vere x.
Massaggiando lincavo sotto la clavicola.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non sano per me
risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non sano per gli
altri che io risolva x.



115
Mi accetto completamente e profondamente anche se non mi dedico a ri-
solvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non mi permetto di
risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non necessario
risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non di beneficio
per me risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non di beneficio
per gli altri che io risolva x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se c un blocco per
tutti miei problemi.

Mi accetto completamente e profondamente anche se non risolvo com-
pletamente x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non risolver mai
completamente x.
Lascia andare le mani, rilassati tranquillamente.

Rilassamento Profondo (morto)

(MOLTO LENTAMENTE)
Rilassati
socchiudi le mascelle
stacca la lingua dal palato
se devi deglutire, fallo pure; ogni volta che hai deglutito, torna a soc-
chiudere le mascelle, ed a staccare la lingua dal palato
allarga la gola come per far posto allinterno
immagina i muscoli del viso come morti, ora;
immagina che la tua testa sta eretta non perch sostenuta dai mu-
scoli, ma perch in una posizione di perfetto equilibrio: cos perfetto
che, se la testa dovesse inclinarsi, ritroverebbe di nuovo questo perfet-
to equilibrio senza alcuno sforzo; da sola
Dondolare leggermente la persona.
i muscoli del collo come morti, ora;
delle spalle, come morto, ora;
Spingere verso il basso dolcemente ma decisamente le spalle.
mentre continui a sentire il corpo,
ogni muscolo di tutto il corpo,



116
fino a terra,
come morto,
ora.
Dire la frase seguente solo se troppo rilassato e sereno, o addormen-
tato o distante, per continuare a lavorare.
Ora immagina di sentire che la sensazione sgradevole su cui stavi
lavorando, diventi pi forte sulla scala da uno a dieci, mentre io
conto da uno a dieci (contare da uno a dieci: uno, cominci a sentir-
la; due, si avverte chiaramente tre... quattro... cinque... sei...
sette... OTTO... NOVE... DIECI, ORA HAI PERSO TOTALMENTE IL
CONTROLLO, NON SAI PI CHE FARE

Ora, quando, contando da tre ad uno, ti toccher la fronte, torna ad un
momento passato.

Posate le quattro dita della mano sulla sua testa, con il pollice sollevato
davanti alla fronte.
Torna ad un momento passato, la prima volta che ti viene in mente,
anche immaginaria.
Tre, due, uno...
Con il pollice, date un colpetto sul centro della sua fronte, lasciate l il
pollice, appoggiato, per un secondo o due, poi staccate la mano dalla
persona.
Ci sei?
La risposta s. Altrimenti dire: Inventa!.

Time Line

Immagina di sollevarti in alto, in un posto tranquillo, lasciando in
basso il te stesso con il problema.
Osserva in basso: cera una sensazione fisica?
Se cera una sensazione fisica, muovi il dito indice della mano destra
Se non lo muove, aiutare la persona a trovare la sensazione fisica, fin-
ch muove lindice destro.
Che nome puoi dare a quella sensazione fisica? Un nome qualsiasi, il
primo che ti viene in mente
Rispondi, puoi rispondere
Risponde.

Toccamenti per sensazione fisica (eventualmente anche W.L.H. sottrattivo
e positivo) (se necessario, aiutare la persona ad eseguire i movimenti richiesti).




117
Stando sopra alla situazione, continua a ripeterti mentalmente il no-
me della sensazione.
Continua, continua a ripetere mentalmente quel nome.
Nello stesso tempo, mentre continui a ripetere quel nome, andiamo a
picchiettare
Picchietta di continuo ciascun punto ripetendo a mente, e velocemen-
te, il nome della sensazione fisica.
Picchietta dal sopracciglio interno, continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)
Picchietta dal sopracciglio esterno, continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)
Picchietta da sotto locchio continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)
Picchietta dal labbro superiore continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)
Picchietta dal labbro inferiore continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)
Picchietta dal sotto lascella continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)
Picchietta dal fianco in vita continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi).
Massaggia da sotto la clavicola continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi).
Picchietta, dal punto omerale continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)
Muovi il dito indice destro se c stata una modifica della sensazione
Se lo muove, saltare tutta la parte rientrata del testo.
Se non lo muove, eseguire il W.L.H. specificamente
per quella sensazione fisica, che va messa al posto di
"x".
Eseguire abbastanza lentamente, a differenza dalle
precedenti tecniche che vanno invece eseguite in ve-
locit. Molto importante attendere lo shift.
Lo SHIFT una sensazione diversa al tuo interno,
in risposta alla frase: arriva subito, al massimo en-
tro dieci secondi. Quando lo senti, me lo segnali:
dopo dieci secondi noi proseguiamo anche se non
lhai avvertito, perch comunque c stato.
Tutti i punti si massaggiano con movimento circola-
re.



118
Le frasi vanno ripetute una sola volta, in modo udi-
bile.
Massaggiando la cima della testa.
Vorrei che la tua mente inconscia permettesse a
tutti i problemi, le preoccupazioni e le limitazioni, di
essere rilasciati.
Ripeti: Io permetto a tutti i problemi, le preoccu-
pazioni e le limitazioni, di essere rilasciati.
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift..., e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'esterno sopracciglia.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare i
problemi secondari; vantaggi che avere il problema
ti d.
Ripeti: Io lascio andare i problemi secondari.
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'interno sopracciglia.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la
rabbia legata a x
Ripeti: Io lascio andare la rabbia legata a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto locchio.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la
paura legata a x
Ripeti: Io lascio andare la paura legata a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.



119
Massaggiando il labbro superiore.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la
tristezza legata a x
Ripeti: Io lascio andare la tristezza legata a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro inferiore.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare i
traumi e le problematiche emozionali legate a x
Ripeti: Io lascio andare i traumi e le problematiche
emozionali legate a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto la clavicola.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la
colpa e la vergogna legate a x
Ripeti: Io lascio andare la colpa e la vergogna legate
a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto lascella.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare la
mancanza di perdono legata a x
Ripeti: Io lascio andare la mancanza di perdono le-
gata a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il polso sinistro.



120
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare le
rimanenti sensazioni fisiche legate a (x).
Ripeti: Io lascio andare le rimanenti sensazioni fisi-
che legate a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il polso destro.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare tutte
le rimanenti tensioni.
Ripeti: Io lascio andare tutto quanto rimane.
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Metti gi le mani, rilassati tranquillamente.
Se si modificata la sensazione fisica, muovi il dito
indice della mano destra.
Se ancora non muove lindice destro, eseguire il W.L.H. Af-
fermativo per la stessa sensazione.
Eseguire Molto lentamente.
Lo SHIFT una sensazione diversa al tuo interno,
in risposta alla frase: arriva subito, al massimo en-
tro dieci secondi. Quando lo senti, me lo segnali:
dopo dieci secondi noi proseguiamo anche se non
lhai sentito, perch comunque c stato.
Tutti i punti si massaggiano con movimento circola-
re.
Le frasi vanno ripetute una sola volta, in modo udi-
bile.
Piedi piatti per terra.
Occhi chiusi.
Massaggiando la cima della testa.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia libera e
serena anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di essere libero e sereno an-
che se c x



121
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift...
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'esterno sopracciglia.
Adesso voglio che la tua mente inconscia veda che i
vantaggi secondari sono un inganno anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di vedere che i problemi se-
condari sono un inganno anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'interno sopracciglia.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia in pace
anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di essere in pace anche se c
x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto locchio.
Adesso voglio che la tua mente inconscia abbia fi-
ducia in te anche con x
Ripeti: Io mi permetto di avere fiducia in me stesso
anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro superiore.
Adesso voglio che la tua mente inconscia senta la
gioia di vivere anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di vivere con gioia anche se
c x
Attendere che ripeta



122
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro inferiore.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia tran-
quilla e libera anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di essere libero e tranquillo
anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto la clavicola.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia inge-
nua e innocente anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di essere ingenuo e innocen-
te anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto lascella.
Adesso voglio che la tua mente inconscia perdoni te,
e tutti gli altri anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di perdonarmi, e perdono
anche tutti gli altri, anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il Polso sinistro.
Adesso voglio che la tua mente inconscia possa
sempre sentire le tue sensazioni fisiche piacevoli,
anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di sentire sempre il benesse-
re fisico che mi appartiene anche se c x
Attendere che ripeta



123
Attendi lo Shift... , e quando lo senti, annuisci.
Attendere che annuisca.
Bene.
Massaggiando il Polso destro.
Adesso voglio che la tua mente inconscia si rilassi
fisicamente, si rilassi emozionalmente, si rilassi
mentalmente, e si rilassi a tutti rimanenti i livelli,
anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di vivere rilassato, anche se
c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift finale... , e quando lo senti, annui-
sci.
Attendere che annuisca
Bene.
Metti gi le mani, rilassati tranquillamente.
C' stata ora, una modifica della sensazione fisica?
Se s, muovi il dito indice della mano destra.
Se non lo muove, dire:
Falla modificare, ...ora: ...se si modificata, muovi il
dito indice della mano destra.
A questo punto proseguire.

Toccamenti per trattare lemozione. (se necessario, aiutare la persona a ese-
guire i movimenti necessari).

In quel momento passato, l in basso, cera unemozione? Che nome
le potresti dare? Un nome qualsiasi, il primo che ti viene in mente
Risponde.
Stando sopra alla situazione, ripeti mentalmente il nome
dellemozione.
Continua, continua a ripetere mentalmente quel nome: ora "x" quel
nome.
Nello stesso tempo, mentre continui a ripetere quel nome, andiamo a
picchiettare
Picchietta dal sopracciglio interno, continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)
Picchietta dal sopracciglio esterno, continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)



124
Picchietta da sotto locchio continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)
Picchietta dal labbro superiore continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)
Picchietta dal labbro inferiore continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)
Picchietta dal sotto lascella continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)
Picchietta dal fianco in vita continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)
Massaggia da sotto la clavicola continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)
Picchietta, dal punto omerale continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)
Muovi il dito indice destro se c stata una modifica dell'emozione.

Se lo muove, saltare la parte rientrata del testo.

Se non lo muove, eseguire il W.L.H. specifica-
mente per quellemozione:
Ora x quell'emozione.
Occhi chiusi.
Massaggiando la cima della testa.
Vorrei che la tua mente inconscia per-
mettesse a tutti i problemi, le preoc-
cupazioni e le limitazioni, di essere rila-
sciati.
Ripeti: Io permetto a tutti i problemi,
le preoccupazioni e le limitazioni, di es-
sere rilasciati.
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift..., e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'esterno sopracciglia.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci
andare i problemi secondari; vantaggi
che avere il problema ti d.



125
Ripeti: Io lascio andare i problemi se-
condari.
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'interno sopracciglia.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci
andare la rabbia legata a x
Ripeti: Io lascio andare la rabbia legata
a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto locchio.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci
andare la paura legata a x
Ripeti: Io lascio andare la paura legata
a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro superiore.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci
andare la tristezza legata a x
Ripeti: Io lascio andare la tristezza le-
gata a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro inferiore.



126
Vorrei che la tua mente inconscia lasci
andare i traumi e le problematiche emo-
zionali legate a x
Ripeti: Io lascio andare i traumi e le
problematiche emozionali legate a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto la clavicola.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci
andare la colpa e la vergogna legate a
x
Ripeti: Io lascio andare la colpa e la
vergogna legate a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto lascella.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci
andare la mancanza di perdono legata a
x
Ripeti: Io lascio andare la mancanza di
perdono legata a x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il polso sinistro.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci
andare le rimanenti sensazioni fisiche
legate a (x).
Ripeti: Io lascio andare le rimanenti
sensazioni fisiche legate a x
Attendere che ripeta



127
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il polso destro.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci
andare tutte le rimanenti tensioni.
Ripeti: Io lascio andare tutto quanto
rimane.
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Metti gi le mani, rilassati tran-
quillamente.
Se ancora non muove lindice destro, eseguire il
W.L.H. Affermativo per la stessa emozione.
Massaggiando la cima della testa.
Adesso voglio che la tua mente incon-
scia sia libera e serena anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di essere libero e
sereno anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift...
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando l'esterno sopracciglia.
Adesso voglio che la tua mente incon-
scia veda che i vantaggi secondari sono
un inganno anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di vedere che i
problemi secondari sono un inganno
anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca



128
Bene.
Massaggiando l'interno sopracciglia.
Adesso voglio che la tua mente incon-
scia sia in pace anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di essere in pace
anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto locchio.
Adesso voglio che la tua mente incon-
scia abbia fiducia in te anche con x
Ripeti: Io mi permetto di avere fiducia
in me stesso anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro superiore.
Adesso voglio che la tua mente incon-
scia senta la gioia di vivere anche se c
x
Ripeti: Io mi permetto di vivere con
gioia anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il labbro inferiore.
Adesso voglio che la tua mente incon-
scia sia tranquilla e libera anche se c
x
Ripeti: Io mi permetto di essere libero e
tranquillo anche se c x



129
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto la clavicola.
Adesso voglio che la tua mente incon-
scia sia ingenua e innocente anche se
c x
Ripeti: Io mi permetto di essere inge-
nuo e innocente anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando sotto lascella.
Adesso voglio che la tua mente incon-
scia perdoni te, e tutti gli altri anche se
c x
Ripeti: Io mi permetto di perdonarmi, e
perdono anche tutti gli altri, anche se
c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Massaggiando il Polso sinistro.
Adesso voglio che la tua mente incon-
scia possa sempre sentire le tue sensa-
zioni fisiche piacevoli, anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di sentire sem-
pre il benessere fisico che mi appartiene
anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift... , e quando lo senti,
annuisci.
Attendere che annuisca.



130
Bene.
Massaggiando il Polso destro.
Adesso voglio che la tua mente incon-
scia si rilassi fisicamente, si rilassi emo-
zionalmente, si rilassi mentalmente, e si
rilassi a tutti rimanenti i livelli, anche
se c x
Ripeti: Io mi permetto di vivere rilassa-
to, anche se c x
Attendere che ripeta
Attendi lo Shift finale... , e quando lo
senti, annuisci.
Attendere che annuisca
Bene.
Metti gi le mani, rilassati tran-
quillamente.


Toccamenti per la credenza limitante. (se necessario, aiutare la persona
a eseguire i movimenti necessari.)
Ora stando sopra alla scena con il problema, osserva cosa ti dici, un
pensiero che tu stai facendo in quella situazione, tipo devo , oppu-
re basta
C una frase
Cosa ti stai dicendo?
Risponde: la frase deve rappresentare in qualche modo un problema,
non deve essere positiva. (Se fosse positiva, farla cambiare. Per esem-
pio, la frase: "Sono soddisfatto" pu cambiare in "Sono soddisfatto, ma
non completamente")
Stando sopra alla situazione, continua a ripetere mentalmente quella
frase.
Nello stesso tempo, mentre continui a ripetere la frase, andiamo a pic-
chiettare
Picchietta senza interruzione ciascun punto ripetendo mentalmente, e
velocemente quella frase: "x" adesso la frase.
Picchietta dal sopracciglio interno, continuando a ripetere x (contare
i secondi)
Ripeti pure la frase... non ti preoccupare...
Picchietta dal sopracciglio esterno continuando a ripetere x (contare
i secondi)
lasciala andare...



131
Picchietta da sotto locchio continuando a ripetere x (contare i se-
condi)
non ti preoccupare
Picchietta dal labbro superiore continuando a ripetere x (contare i
secondi)
pu non essere valida, ridicola
Picchietta dal labbro inferiore continuando a ripetere x (contare i se-
condi)
Picchietta dal sotto lascella continuando a ripetere x (contare i se-
condi)
Picchietta dal fianco in vita continuando a ripetere x (contare i se-
condi)
Massaggia da sotto la clavicola continuando a ripetere x (contare i
secondi)
Picchietta, dal punto omerale continuando a ripetere x (contare i se-
condi)

Toccamenti per linserimento di nuova credenza. (se necessario, aiuta-
re la persona ad eseguire i movimenti).
Ora trova una frase alternativa che non contenga la parola "non"
Che affermazione migliore potresti dire in alternativa?
Risponde.
Stando sopra alla situazione, continua a ripetere mentalmente la frase
alternativa.
Nello stesso tempo, mentre continui a ripetere la frase, andiamo a pic-
chiettare
Picchietta senza interruzione ciascun punto ripetendo mentalmente, e
velocemente la frase alternativa: adesso "x" la frase alternativa.
Picchietta dal sopracciglio interno, continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)
Picchietta dal sopracciglio esterno, continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)
Picchietta da sotto locchio continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)
Picchietta dal labbro superiore continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)
Picchietta dal labbro inferiore continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)
Picchietta dal sotto lascella continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)
Picchietta dal fianco in vita continuando a ripetere x (contare men-
talmente i secondi)



132
Massaggia da sotto la clavicola continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)
Picchietta, dal punto omerale continuando a ripetere x (contare
mentalmente i secondi)
E cambiata la sensazione relativamente alla situazione l in basso?
(Risponde)
Se non fosse cambiata, riaggiustarla, almeno in parte. Per esempio, di-
re:
"Immagina che, dietro all'ultima scena, come se fosse una fo-
tografia, ci sia unaltra scena, che per ora non puoi vedere per-
ch dormi e stai sognando.
Immagina di andare dietro alla fotografia, di essere in quella
scena ideale che dietro alla fotografia.
Immagina di scoprire con stupore che questa la Vera Scena.
Come ti sentiresti?
Ripetere gli ultimi tre punti finch si aggiustata la scena.

S ideale

Va in questa situazione tranquilla, entraci
e immagina come una luce che si sviluppa dal cuore, fino a circondar-
ti
e un'altra luce dallalto arrivare verso di te
Immagina, in direzione, rispetto a te, leggermente pi in alto
di veder arrivare il vero te stesso ideale per quella situazione,
Immagina di osservarne le caratteristiche fisiche
gli abiti
i colori
Avvicinalo,
entraci
sentilo
come si sente fisicamente, che sensazioni ha...
tu ci sei dentro, lo senti
che emozioni prova
lo puoi sentire
cosa pensa nella sua testa,
che pensieri fa, cosa si dice
lo senti nella tua testa
Afferra tutte queste cose, stringendo fortemente il pugno sinistro, tienile
con te



133
Sempre tenendo sempre strette nel tuo pugno tutte queste cose
Vedi il te stesso nella scena del passato, quello che era laggi in basso
e portagli il colore,
le risorse,
le caratteristiche fisiche,
le emozioni
I pensieri del te stesso ideale.
Fagliele assumere.
Poi da quel momento passato, come viaggiando al di sopra della tua vita,
Come se fosse un film fatto di tante scene sotto di te
sempre tenendole strette nel pugno, sempre restando sopra alla tua vi-
ta, diffondi queste caratteristiche nella tua vita sotto di te, fino al presen-
te
e un po avanti nel futuro, che rappresenta tutto il resto del tempo
Poi torna qui,
dentro te stesso presente,
e riapri gli occhi,
metti il pugno a contatto, al centro del corpo,
e aprilo.



134



135
ESECUZIONE delle SEQUENZE
QUARTA SEQUENZA
CONFRONTO EMOZIONALE







136



137
SUDS a 4 livelli

In una scala dalluno al quattro, dove
1 significa quasi nullo;
2 significa appena controllabile;
3 gi non pi controllabile,
4 gravemente incontrollabile
In questa scala dai una valutazione della gravit della sensazione che
hai scelto di trattare.

Riallineamento delle polarit

Picchiettando con la mano destra sul punto omerale opposto
A polmoni pieni, trattieni il respiro per cinque secondi;
Svuota met dellaria, e trattieni per cinque secondi;
Svuota completamente i polmoni, e trattieni per cinque secondi;
Impiega cinque secondi per riempire completamente i polmoni;
Respira normalmente per cinque secondi;
Sempre con la mano destra, ora picchiettando sul punto omerale di
destra
A polmoni pieni, trattieni il respiro per cinque secondi;
Svuota met dellaria, e trattieni per cinque secondi;
Svuota completamente i polmoni, e trattieni per cinque secondi;
Impiega cinque secondi per riempire completamente i polmoni;
Respira normalmente per cinque secondi;
Ora con la mano sinistra, picchiettando sul punto omerale destro
A polmoni pieni, trattieni il respiro per cinque secondi;
Svuota met dellaria, e trattieni per cinque secondi;
Svuota completamente i polmoni, e trattieni per cinque secondi;
Impiega cinque secondi per riempire completamente i polmoni;
Respira normalmente per cinque secondi;
Sempre con la mano sinistra, picchiettando sul punto omerale di si-
nistra
A polmoni pieni, trattieni il respiro per cinque secondi;
Svuota met dellaria, e trattieni per cinque secondi;
Svuota completamente i polmoni, e trattieni per cinque secondi;
Impiega cinque secondi per riempire completamente i polmoni;



138
Respira normalmente per cinque secondi;

Grownding 1 (o respirazione bilanciata)

Metti i piedi piatti al terreno.
Occhi chiusi.
Inspira ed espira,
e puoi sentire la sensazione del tuo corpo,
puoi sentire laria che attraversa le tue narici.
Ecco.
Mentre senti tutto questo,
permettiti,
allinterno della tua mente,
ispirando ed espirando,
di poter immaginare di poter vedere la base la base della tua colonna
vertebrale.
E mentre immagini di poter vedere la base della tua colonna vertebrale,
senti il peso del tuo corpo sulla sedia,
e mentre senti il peso del corpo sulla sedia,
e mentre senti il peso del corpo,
e la sensazione dellaria che attraversa le tue narici, immagina che i tuoi
piedi sono veramente ancorati al terreno.
Che i tuoi piedi siano radicati al terreno.
A questo punto immagina che anche la tua colonna vertebrale,
alla base della colonna vertebrale,
scenda come un qualcosa che lattira verso il basso.
Senti il peso del tuo corpo sulla sedia,
i tuoi piedi come radicati nel terreno,
e senti qualcosa che dalla base della colonna vertebrale,
via via, come ...arriva al centro dalla terra.
Mentre senti tutto questo,
mentre senti queste sensazioni,
che sei come radicato al terreno,
immagina semplicemente come una sensazione di luce al tuo interno:
mentre senti la sensazione di essere radicato al terreno,
e la sensazione di luce allinterno di te,



139
e di sentirti radicato,
ecco,
tranquillamente,
tra pochi secondi,
tra pochi secondi permettiti di sentire bene la sensazione del peso del
corpo,
di sentire tutte le altre sensazioni,
di sentire dove sei,
ecco,
tranquillamente,
con tutte queste cose,
lentamente,
apri gli occhi,
lentamente,
quando vuoi.

Respirazione bilanciata (se non si fatto il Grownding)

Metti la mano destra sulla sinistra,
E il piede sinistro sul destro.
Chiudi gli occhi.
Lattenzione tuo corpo portata semplicemente
allidea dellequilibrio.
Se proprio in questo momento non sai cos per te
lidea dellequilibrio
ad ogni respiro pensa alla parola equilibrio
stiamo in questa posizione per circa due minuti
(attendere).
Che sensazioni hai sentito?

Induzione della mano

La focalizzazione cambia immediatamente, quando dal semplice guarda-
re si passa a fissare.
Tra qualche istante ti sollever una mano; da quel momento.
Da quel momento voglio che fissi la tua mano.
Dopo pochi istanti sentirai che la focalizzazione dei tuoi occhi comincia a
cambiare: normale.



140
A quel punto voglio che lasci chiudere lentamente gli occhi.
Sollevare la mano alla massima altezza da cui la persona pu vederne il
palmo senza muovere la testa
Fissa la mano
La focalizzazione dei tuoi occhi sta cambiando, cambiata.
Attendere che chiuda gli occhi. Se qualcuno non chiude gli occhi, anche se
la focalizzazione gi cambiata, pensa forse di dover attendere qualche
strano fenomeno di alterazione della visione. A questa persona, dire di
non sbattere le palpebre, e di chiudere lentamente gli occhi quando si
stancano.
Adesso voglio che lasci lentamente scendere il braccio(ora assumere un
tono pi perentorio) non pi velocemente di quanto la tua mente incon-
scia possa permetterti di scendere allinterno di te stesso.
Lasciare delicatamente la presa sul braccio della persona, e aspettare che
il braccio scenda fino a posarsi, continuando a ripetere le frasi seguente:
Non sei tu che decidi a che velocit scende il braccio
il braccio che scende alla sua velocit naturale
Via via
maggiormente
allinterno di te stesso.
Ora, se c una parte di te che mi sente e che mi pu rispondere, voglio
che tu muova lindice della mano destra: sei perfettamente in grado di
muoverlo
Se la mano in una posizione che ostacola il movimento dell'indice, pren-
derla e spostarla quanto necessario, quindi verificare il movimento
dellindice.
Benissimo.




141
Check

Ora ti far alcune domande: per rispondere s, muovi il dito indice della
mano destra; per rispondere no, resta immobile o muovi la testa.
Le domande sono in forma di affermazioni: ogni volta che termina
unaffermazione, fornisci la tua risposta.
Quando al termine della mia affermazione io dir x, tu mentalmente lo
sostituirai con lesatto nome della sensazione sulla quale stai lavorando.
Bene. Cominciamo.
Dopo ogni affermazione attendere la risposta due o tre secondi. Un'attesa
pi lunga va considerata come se fosse "non dire s".
Io desidero risolvere x
Io voglio risolvere x
Io merito di risolvere x
ok per me risolvere x

Rovesci Psicologici con Acceleratore di Rovesci

Massaggiando lincavo sotto la clavicola.
Mi accetto completamente e profondamente anche con tutti i miei pro-
blemi e le mie limitazioni.
Mi accetto completamente e profondamente anche se mantengo x.
Picchiettando il labbro superiore.
Mi accetto completamente e profondamente anche se continuer ad avere
in futuro x.
Picchiettando il labbro inferiore.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non merito di risol-
vere x.
Massaggiando lincavo sotto la clavicola.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non sano per me
risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non sano per gli
altri che io risolva x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non mi dedico a ri-
solvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non mi permetto di
risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non necessario
risolvere x.



142
Mi accetto completamente e profondamente anche se non di beneficio
per me risolvere x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non di beneficio
per gli altri che io risolva x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se c un blocco per
tutti miei problemi.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non risolvo com-
pletamente x.
Mi accetto completamente e profondamente anche se non risolver mai
completamente x.
Lascia andare le mani, rilassati tranquillamente.

Rilassamento Profondo (morto)

Rilassati
socchiudi le mascelle
stacca la lingua dal palato
se ti serve deglutisci pure, ma ogni volta che lo fai torna a socchiudere
le mascelle, ed a staccare la lingua dal palato
allarga la gola come per far posto allinterno
immagina i muscoli del viso come morti, ora;
immagina che la tua testa sta eretta non perch sostenuta dai mu-
scoli, ma perch in una posizione di perfetto equilibrio: cos perfetto
che, se la testa dovesse inclinarsi, ritroverebbe di nuovo questo perfet-
to equilibrio senza alcuno sforzo; da sola
Dondolare leggermente la persona
i muscoli del collo come morti, ora;
delle spalle, come morto,
Spingere verso il basso dolcemente ma decisamente le spalle, e dire:
ora;
mentre continui a sentire il corpo, ogni muscolo di tutto il corpo,
fino a terra, come morto, ora.
Solo se talmente rilassato e sereno per riuscire a lavorare sulla
sensazione sgradevole, in quanto ne troppo lontano, dire:
Ora immagina di sentire che la sensazione sgradevole su cui stavi
lavorando, diventi pi forte sulla scala da uno a dieci, mentre io
conto da uno a dieci
contare da uno a dieci:
uno, cominci a sentirla; due, si avverte chiaramente tre...
quattro... cinque... sei..., non la puoi pi controllare... sette...



143
otto..., sei in sua bala... nove... dieci, ora hai perso totalmente il
controllo, non sai pi che fare

Ora, quando, contando da tre a uno, ti toccher la fronte, torna ad un
momento passato

Appoggiate le quattro dita sulla testa della persona, tenendo il pollice
sollevato davanti alla sua fronte
Tre, due, uno! (All'Uno, battete un attimo il pollice sulla sua fronte, e di-
te la frase successiva)
Torna a un momento passato, la prima volta che ti viene in mente,
anche immaginaria
Togliete la vostra mano dalla testa della persona.
Ci sei?
La risposta s. Oppure, dite: Inventa! la prima cosa che ti viene in
mente

Time Line

Sollevati in alto, in un posto tranquillo, lasciando in basso il te stesso
con il problema.
Con il te stesso l in basso, quello con il problema, cera una sensa-
zione fisica? Se cera una sensazione fisica, muovi il dito indice della
mano destra
Se non lo muove, aiutare la persona a trovare la sensazione fisica, fin-
ch muove lindice destro.
Che nome puoi dare a quella sensazione fisica? Un nome qualsiasi, il
primo che ti viene in mente
Rispondi, puoi rispondere
Risponde.

Toccamenti per sensazione fisica (eventualmente W.L.H. sottrattivo ed af-
fermativo): se necessario, aiutare la persona a eseguire i movimenti richiesti.

Stando sopra alla situazione, ripeti mentalmente il nome della sensa-
zione.
Continua, continua a ripetere mentalmente quel nome.

Nello stesso tempo, mentre continui a ripetere quel nome, andiamo a
picchiettare
Identifichiamo i punti dei toccamenti.



144
Picchietta senza interruzione ciascun punto ripetendo mentalmente, e
velocemente, il nome del problema o della sensazione da trattare.
Picchietta dal sopracciglio interno, continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal sopracciglio esterno continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta da sotto locchio continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal labbro superiore continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal labbro inferiore continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal sotto lascella continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal fianco in vita continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Massaggia da sotto la clavicola continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta, dal punto omerale continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Muovi il dito indice destro se c stata una modifica della sensazione
(se lo muove, saltare la parte rientrata del testo).

Se non lo muove, eseguire il W.L.H. specificamente
per quella sensazione fisica. Ora "x" la sensazione
fisica.

(Eseguire Abbastanza Lentamente).
Piedi piatti per terra.
Occhi chiusi.
Massaggia la cima della testa.
Vorrei che la tua mente inconscia permettes-
se a tutti i problemi, le preoccupazioni e le
limitazioni, di essere rilasciati.
Ripeti: Io permetto a tutti i problemi, le
preoccupazioni e le limitazioni, di essere rila-
sciati.
Ripete



145
Attendi lo Shift...
Massaggia lesterno sopracciglia.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare
i problemi secondari (vantaggi che avere il
problema ti d).
Ripeti: Io lascio andare i problemi secondari.
Ripete
Attendi lo Shift...
Massaggia linterno sopracciglia.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare
la rabbia legata a x
Ripeti: Io lascio andare la rabbia legata a x
Ripete
Attendi lo Shift...
Massaggia sotto locchio.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare
la paura legata a x
Ripeti: Io lascio andare la paura legata x
Ripete
Attendi lo Shift...
Massaggia il labbro superiore.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare
la tristezza legata a x
Ripeti: Io lascio andare la tristezza legata a
x
Ripete
Attendi lo Shift...
Massaggia il labbro inferiore.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare
i traumi e le problematiche emozionali legate
a x
Ripeti: Io lascio andare i traumi e le proble-
matiche emozionali legate a x
Ripete
Attendi lo Shift...
Massaggia sotto la clavicola.



146
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare
la colpa e la vergogna legate a x
Ripeti: Io lascio andare la colpa e la vergogna
legate a (x).
Ripete
Attendi lo Shift...
Massaggia sotto lascella.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare
la mancanza di perdono legata a x
Ripeti: Io lascio andare la mancanza di per-
dono legata a x
Ripete
Attendi lo Shift...
Massaggia il polso sinistro.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare
le rimanenti sensazioni fisiche legate a x
Ripeti: Io lascio andare le rimanenti sensa-
zioni fisiche legate a x
Ripete
Attendi lo Shift...
Massaggia il polso destro.
Vorrei che la tua mente inconscia lasci andare
tutte le rimanenti tensioni.
Ripeti: Io lascio andare tutto quanto rimane.
Ripete
Attendi lo Shift...
Metti gi le mani, rilassati tranquillamente.
Muovi lindice destro se c stata una modifica
della sensazione.
Se lo muove, saltare la restante parte rientrata
del testo.
Se ancora non muove lindice destro, eseguire il
W.L.H. Aggiuntivo per la stessa sensazione.
Molto lentamente.

Piedi piatti per terra.
Occhi chiusi.
Cima della testa.



147
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia
libera e serena anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di essere libero e sere-
no anche se c x
Ripete
Attendi lo Shift...
Esterno sopracciglia.
Adesso voglio che la tua mente inconscia veda
che i vantaggi secondari sono un inganno an-
che se c x
Ripeti: Io mi permetto di vedere che i proble-
mi secondari sono un inganno anche se c x
Ripete
Attendi lo Shift...
Interno sopracciglia.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia
in pace anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di essere in pace anche
se c x
Ripete
Attendi lo Shift...
Sotto locchio.
Adesso voglio che la tua mente inconscia ab-
bia fiducia in te anche con x
Ripeti: Io mi permetto di avere fiducia in me
stesso anche se c x
Ripete
Attendi lo Shift...
Labbro superiore.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sen-
ta la gioia di vivere anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di vivere con gioia an-
che se c x
Ripete
Attendi lo Shift...
Labbro inferiore.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia
tranquilla e libera anche se c x



148
Ripeti: Io mi permetto di essere libero e tran-
quillo anche se c x
Ripete
Attendi lo Shift...
Clavicola.
Adesso voglio che la tua mente inconscia sia
ingenua e innocente anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di essere ingenuo e in-
nocente anche se c x
Ripete
Attendi lo Shift...
Sotto lascella.
Adesso voglio che la tua mente inconscia per-
doni te, e tutti gli altri anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di perdonarmi, e per-
dono anche tutti gli altri anche se c x
Ripete
Attendi lo Shift...
Polso sinistro.
Adesso voglio che la tua mente inconscia pos-
sa sempre sentire le tue sensazioni fisiche
piacevoli, anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di sentire sempre il
benessere fisico che mi appartiene anche se
c x
Ripete
Attendi lo Shift...
Polso destro.
Adesso voglio che la tua mente inconscia si ri-
lassi fisicamente, si rilassi emozionalmente, si
rilassi mentalmente, e si rilassi a tutti rima-
nenti i livelli anche se c x
Ripeti: Io mi permetto di vivere rilassato an-
che se c x
Ripete
Attendi lo Shift finale...
Metti gi le mani, rilassati tranquillamente.




149
Confronto Emozionale

(Se ha gli occhi aperti) Ora chiudi gli occhi.
Nella prima scena, quella con il problema, cera unemozione?
Permettiti di tornare nel passato, alla scena pi antica dove hai prova-
to questemozione.
Entra nella scena, nel te stesso della scena; e senti bene il tuo cor-
po: percepiscilo!
Ora, metti una mano sul petto,
e, continuando a sentire il corpo,
metti anche la tua attenzione sul petto,
a ci che accade sotto la mano.
Continua a sentire il corpo,
con lattenzione sul petto,
e vai a un momento in cui sei stato veramente amato,
e, quando ci sei,
stringi il pugno dellaltra mano.
Continuando a sentire il corpo,
e con lattenzione sul petto,
senti lamore,
e nel corpo immagina ci sia tutta luce.
Continuando a sentire tutte queste cose insieme,
immagina di allargare lo sguardo, il tuo campo visivo
vedendo anche altre cose intorno che prima non cerano
e, continuando a sentire tutto questo
sentendo il corpo
con lattenzione sul petto, sotto la mano
sentendo lamore,
e con tutta questa luce nel corpo
e lo sguardo allargato
sotto la mano,
viene elaborata lemozione
Attendere qualche secondo, osservare lespressione del viso che si di-
stende, o sorride (a volte, pu anche piangere, o ridere).
Rilassati



150
socchiudi le mascelle
stacca la lingua dal palato
se devi deglutire, deglutisci pure, ma ogni volta abbi cura di tornare a
staccare bene la lingua dal palato, e di socchiudere le mascelle; i denti
non devono toccarsi.
allarga la gola come per far posto allinterno della gola stessa
immagina i muscoli del viso come morti, ora;
immagina che la tua testa sta eretta non perch sostenuta dai mu-
scoli, ma perch in una posizione di perfetto equilibrio: cos perfetto
che, se la testa dovesse inclinarsi, ritroverebbe di nuovo questo perfet-
to equilibrio senza alcuno sforzo; da sola
Dondolare leggermente la persona
i muscoli del collo come morti, ora;
delle spalle, come morti,
Spingere verso il basso dolcemente ma decisamente le spalle, e nel con-
tempo, dire:
Ora.
e mentre continui a sentire il corpo,
con lattenzione sul petto,
e senti lamore,
con tutta la luce nel corpo,
e lo sguardo allargato
ogni muscolo di tutto il corpo,
fino a terra,
come morto,
ora.
Nella scena pi antica in cui sei andato, dove in cui avevi provato
quell'emozione...
guarda se...
...C una frase che tu ti dici?
Rispondi, puoi rispondere
Pu anche non rispondere
Stando nel tuo corpo,
con lattenzione sul petto,
sentendo lamore,
e tutta la luce allinterno,



151
con lo sguardo allargato
pensa alla frase
Riesci a sentire tutto questo,
...tutto insieme?
Pensa adesso a che frase potresti mettere in sostituzione di quella
trovala
lhai trovata?
Rispondi puoi rispondere
La risposta potrebbe essere impercettibile, o quasi
Stando nel tuo corpo,
con lattenzione sul petto,
sentendo lamore,
e tutta la luce allinterno,
con lo sguardo allargato
e pensi la frase che hai messo
Riesci a sentire tutto questo, tutto insieme?
...Si pu elaborare lemozione adesso?
Dondolare dolcemente la persona, finch risponde
Quando senti che
attendere 10 20 secondi


Toccamenti per la credenza limitante
Se necessario, aiutare la persona a eseguire i movimenti necessari. Ora "x" la
frase...
Ora stando sopra alla scena iniziale, quella del te stesso l in basso
con il problema, osserva cosa ti dici, un pensiero che tu stavi facendo
in quella situazione...
C una frase
Cosa ti stai dicendo?
Risponde
Stando sopra alla situazione, continua a ripetere mentalmente quella
frase, senza interruzione.
Nello stesso tempo, mentre continui a ripetere la frase, andiamo a pic-
chiettare



152
Mentre la persona esegue i toccamenti, commentare: "Ripeti pure la fra-
se, lasciala andare, non ti preoccupare pu non essere valida, ridico-
la"
Picchietta senza interruzione ciascun punto ripetendo mentalmente, e
velocemente la frase.
Picchietta dal sopracciglio interno, continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal sopracciglio esterno continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta da sotto locchio continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal labbro superiore continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal labbro inferiore continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal sotto lascella continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal fianco in vita continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Massaggia da sotto la clavicola continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta, dal punto omerale continuando a ripetere x
(contare i secondi)


Toccamenti per linserimento di nuova credenza.
Se necessario, aiutare la persona ad eseguire i movimenti. Ora "x" la frase
alternativa: dev'essere un'affermazione, priva dei termini "non", "senza", ecc.

Ora trova una frase alternativa Che affermazione migliore potresti
dire in alternativa?
L'hai trovata?
Risponde: controllare che sia una frase affermativa. Eventualmente,
fargliela correggere.
Stando sopra alla situazione, continua a ripetere mentalmente la frase
alternativa.
Nello stesso tempo, mentre continui a ripetere la frase, andiamo a pic-
chiettare



153
Picchietta senza interruzione ciascun punto ripetendo mentalmente, e
velocemente, la frase alternativa.
Picchietta dal sopracciglio interno, continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal sopracciglio esterno continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta da sotto locchio continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal labbro superiore continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal labbro inferiore continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal sotto lascella continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta dal fianco in vita continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Massaggia da sotto la clavicola continuando a ripetere x
(contare i secondi)
Picchietta, dal punto omerale continuando a ripetere x
(contare i secondi)
E cambiata la sensazione relativamente alla situazione l in basso?
(La risposta s. Se fosse diversa, aggiustarla, almeno in parte)


S ideale
Ora vai in questa situazione tranquilla, entraci
e immagina come una luce che si sviluppa dal cuore, fino a circon-
darti
e un'altra luce dallalto arrivare
Immagina di vedere arrivare il vero te stesso ideale, in direzione, ri-
spetto a te, leggermente pi in alto
Immagina di osservarne le caratteristiche fisiche
gli abiti
i colori
Avvicinalo,
entraci



154
sentilo
come si sente fisicamente,
che sensazioni ha,
tu ci sei dentro, lo senti
che emozioni prova
lo puoi sentire
cosa pensa nella sua testa,
che pensieri fa,
cosa si dice
lo senti nella tua testa
Afferra tutte queste cose, stringendo fortemente il pugno sinistro, tie-
nile con te
Sempre tenendo sempre strette nel tuo pugno tutte queste cose,
vedi il te stesso precedente, pi in basso, quello con il problema...
e portagli il colore, le risorse,
le caratteristiche fisiche,
le emozioni,
i pensieri del te stesso ideale.
Fagliele assumere.
Poi da quel momento passato, come viaggiando al di sopra della tua
vita, come se fosse un film fatto di tante scene sotto di te
sempre tenendole strette nel pugno,
sempre restando sopra alla tua vita,
diffondi queste caratteristiche fino al presente
e un po avanti nel futuro,
che rappresenta tutto il resto del tempo
Poi torna qui, nel te stesso presente,
e riapri gli occhi,
metti il pugno a contatto, al centro del corpo,
e aprilo.
Con un tono di voce completamente diversopi squillante, quasi diver-
tito, dire:
Senti, e se adesso ti chiedo dov x ?!




155



156
Per finire: appuntamenti successivi

Al termine della seduta, spiegare che il risultato si stabilizza con lesperienza
di vita: il risultato che permane al termine delle prossime tre settimane,
definitivamente stabilizzato. Prescrivere di cercare volontariamente le situa-
zioni critiche, che, prima, magari la persona cercava di evitare.

Se il problema specifico che si trattato, non si fosse completamente azzera-
to, fissare un appuntamento alla persona, per ripetere le sequenze. O, in al-
ternativa, per passare alla seconda parte, il R.E.I. 2.0.

Nel caso vogliate passare al R.E.I. 2.0, avete due alternative. Potete seguire
una formazione professionale voi stessi: questa la prima possibilit. Per
padroneggiare il R.E.I. 2.0 veramente necessario acquisire abilit di livello
professionale.

Se non volete o non potete seguire un corso di formazione professionale, al-
meno per il momento, potete rivolgervi ad un professionista: questa la se-
conda possibilit. Dal momento che gli operatori professionisti di R.E.I. so-
no ancora pochi, la cosa pi semplice rivolgervi a me direttamente. Se in-
vece volete cercarne uno pi vicino, potete rivolgervi all'Istituto di Nizza: l'I-
SI-CNV del dott. Paret, di cui vi fornir volentieri l'indirizzo, comunque re-
peribile al sito gi indicato www.neurolinguistic.com

In casi che sono gi stati trattati senza successo con altre metodologie, se
molto tempo che la persona vive con un certo specifico problema, pu essere
consigliabile continuare con altre sedute. Spesso, infatti, la persona ha svi-
luppato un vero attaccamento al suo problema, specialmente per i vantag-
gi secondari, che avere il problema le d.

Per esempio, pu capitare che, risolto il problema principale, ne nasca uno
nuovo, o si evidenzi un problema secondario. Questultimo il vero proble-
ma da risolvere. Questa situazione si pu ripetere anche pi volte consecu-
tivamente: ogni volta si risolve il nuovo problema emerso, finch non si arri-
va a quello di fondo. Non necessario riconoscerlo come il vero problema,
quando si presenta. Semplicemente, al termine del trattamento, non si pre-
senter nientaltro da risolvere: la persona sta completamente bene.

Pu essere utile a quel punto, dopo un periodo di tre settimane, o pi, senza
sedute, inserirne unaltra, volta allefficace gestione della libert di cui gode
ora la persona, se questultima, invece che come un vantaggio, venisse per-
cepita come un problema. Pu succedere: specialmente se i disagi che sono
stati risolti erano tanto antichi, da richiedere che la loro eliminazione venga
elaborata, allo stesso livello di un lutto. Per l'elaborazione del lutto possi-
bile che sia necessario passare al R.E.I. 2.0.

una buona idea effettuare una seduta di controllo dopo sei mesi esatti, ed
un'altra dopo un anno. queste, vanno comunque proposte; solo in questo
caso, infatti, possiamo avere la garanzia che il risultato positivo sar defini-
tivamente stabilizzato.



157

Se la persona non accetta la seduta di verifica, deve essere informata che da
quel momento ci solleva dalla responsabilit di eventuali conseguenze, come
ricadute, o sviluppo di problemi secondari.





158
Passiamo alla pratica!

Il passo successivo, dopo aver letto, e magari studiato, questo manuale,
sicuramente quello di passare allimmediata applicazione delle sequenze.

Lincoraggiamento che trarrete dai risultati far il resto. Non aspettate di
studiare anche il resto del R.E.I., ma, invece, passate alla pratica: cos lo
studio del materiale seguente, sar per voi molto pi efficace, e facile da e-
laborare.

Non vi spaventate se vi sentite impreparati, e se vi sembra per voi troppo
presto, e troppo difficile, riuscire a padroneggiare il R.E.I. Una regola che
valida per qualsiasi metodologia, chiaramente illustrata da un aneddoto,
con il quale vi lascio alle vostre riflessioni:



Il giovane Ashimoto, che visse quattrocentocinquanta anni fa, sulle colline di Ko-
ga, ambiva alla maestria in unArte di guarigione, a quel tempo considerata la
pi efficace esistente.

Questa, per, era considerata da tutti troppo difficile, perch, con le sue limitate
capacit, egli potesse riuscire a padroneggiarla. Ma il giovane pensava che, for-
se, avrebbe potuto riuscire nellimpresa, se l'Arte gli fosse insegnata dal miglior
maestro del tempo: questi, infatti, aveva fama di riuscire, come per magia, anche
dove tutti gli altri fallivano. Cos, forse, sarebbe riuscito a realizzare il suo sogno.

Ma essere ammessi alla scuola di quel Maestro non era affatto cosa facile!

Dopo aver a lungo penato per essere ascoltato da quel grandissimo Maestro
dellArte, si trov, infine, al cospetto del suo segretario.

Il Maestro, per prima cosa, fece sapere ad Ashimoto che avrebbe dovuto essere
sottoposto ad una prova: se lavesse superata, sarebbe stato ammesso nella
scuola.

Il giovane ne era entusiasta! ...anzi, non riusciva neppure a credere di aver otte-
nuto una risposta affermativa; e si dichiar subito dispostissimo a sottoporsi a
qualunque prova il Maestro avrebbe ritenuto necessaria...

Dunque, il Maestro lo port davanti ad un palo, alto circa dieci metri. Il palo era
saldamente conficcato nel terreno.

Dopo alcuni momenti di silenzio, che il giovane non aveva osato interrompere,
anche se era impaziente di conoscere la prova a cui sarebbe stato sottoposto, e
che certo avrebbe superata; in virt del grande impegno che vi avrebbe profuso
...finalmente, il Maestro gli parl, e gli impart la seguente prescrizione:

- Questo palo che hai davanti, lungo dieci misure: sali fino
allaltezza di dodici misure, e ti insegner i segreti dellArte.



159

Il giovane, sgomento, non osava obiettare. Ma eseguire quanto richiesto, non a-
veva alcuna attinenza con l'Arte della guarigione, ed, inoltre era assolutamente
impossibile!
Quindi, scongiur il Maestro, dicendo:

- Maestro, ti prego, prima almeno insegnami come posso riuscire
ad arrampicarmi, per dodici misure, su di un palo che ne misura
solo dieci

Ma il Maestro lo interruppe bruscamente, apostrofandolo:

- Non hai ancora cominciato, e gi ti lamenti! Non credo di poterti
ammettere nella mia scuola. Non hai il carattere adatto!

Cos dicendo, se ne and, liquidando il giovane, affranto, umiliato, ed esterrefat-
to.

Rimasto solo, il giovane rifletteva sulla sua sfortuna, e su com'era stato preso in
giro crudelmente.
Com'era possibile che un cos grande Maestro si divertisse a prendersi gioco di
lui? ...Unintuizione rischiar allora la sua mente.

Non era stato preso in giro!

Salire per dodici misure doveva essere possibile: solo non sapeva ancora come
Quando avesse trovato il modo di salire per dodici misure, avrebbe supplicato il
Maestro di dargli unaltra possibilit.
In fondo, il Maestro non aveva stabilito in quanto tempo il problema dovesse es-
ser risolto...

Tent quindi nellimpresa: l, da solo.

Si prodig per oltre un mese, per superare la prova, tentando e ritentando tutti i
giorni, da quando sorgeva il sole, finch c'era luce: per tutto il giorno.

Tent anche di notte, quando c'era la luna ad illuminare il palo, ed, una volta,
anche senza nessuna illuminazione. Continuava, tutti i giorni, fino a quando
crollava, esausto.

Una volta rischi di cadere dal palo per uno svenimento; un'altra volta si addor-
ment appena ne era disceso, e vi dorm abbracciato per tutta la notte.
Di notte, poi, sognava di salire sul palo, ed, in sogno, qualche volta raggiungeva
l'altezza di dodici misure, ma al risveglio, non riusciva a ricordare come avesse
fatto.

Durante questo mese, grazie solo alla sua tenacia, Ashimoto riusc a trovare ben
cinque modi diversi per salire sul palo per dodici misure, e con tutti ebbe succes-
so, anche se il palo ne misurava solo dieci: ce l'aveva fatta!




160
Le soluzioni trovate erano tutte legate, non a ci che il Maestro aveva detto, ma,
piuttosto, a ci che non aveva detto.

A quel punto Ashimoto fece sapere al Maestro che era in grado di superare la
prova d'ammissione alla scuola: e quest'ultimo, curioso di sapere come il giovane
era riuscito nell'impresa, acconsent di buon grado ad assistere allesecuzione
dellimpossibile, cosa che fece.

Alla fine della dimostrazione, il Maestro dichiar:

- In realt, non credevo possibile riuscire nellimpresa che ti avevo prescritto:
per quello che mi riguarda, era il solo tentarlo, da parte tua, che avrebbe costi-
tuito il superamento della prova stessa.

- Quindi vieni, ti istruir nei segreti dellArte.- e aggiunse:

- Tu, per, sei anche riuscito in ci che io non credevo possibile
- quindi, analogamente, quando sarai al mio livello, non ti dichiarer Mae-
stro della mia Arte. Ma tu mi dovrai superare, ed, allora, ti affermerai, s, co-
me Maestro: per non della mia, bens della tua Arte! - e, cambiando tono di
voce, concluse, dicendo sommessamente:

- Quel giorno, ti prego, abbi la bont di insegnarla a me

Il giovane, che ormai era stato illuminato, rispose:

- Maestro, quel giorno, tu sarai un buon discepolo! Solo chi, pur avendo gi
raggiunto la maestria, sa come essere un buon discepolo, anche un vero
Maestro -.






161
Naturalmente, le cinque soluzioni per superare la prova esistono realmente,
ma, se ve le rivelassi ora, non vi farei assolutamente un favore
Se volete, cimentatevi pure a scoprirle, ma non molto importante. Piuttosto,
riflettete sul fatto che, a furia di riflettere, non risolverete nulla di concreto.

Almeno, non fino a quando non vi deciderete ad applicare praticamente le idee
che avete concepito. Ed proprio questo il punto su cui vorrei indurvi a riflet-
tere veramente: quanto volete stare ancora a leggere e studiare, prima di fare
l'unica cosa che davvero vi sar utile?

Picchiettare, Toccamenti, Whole Life Healing, e via di seguito... sono solo paro-
le; ma indicano azioni da compiere. Sta a voi smettere di farle essere solo paro-
le, e, invece, trasformarle, infine, in azioni trasformanti.

Fatelo, ...toccate con mano l'incredibile potenza del R.E.I.!


perch un'altra vita. la vostra, sta aspettando proprio voi...
















162
INDICE




163
UN MINIMO DI RESPONSABILIT
Responsabilit legale
Responsabilit morale


LAUTORE
Brevi Note Biografiche


R.E.I. 1.0
Cos il R.E.I. (Rilascio Emozionale Istantaneo)
Cosa possibile ottenere con il R.E.I.
Vantaggi aggiuntivi


POSSIBILI SPIEGAZIONI TEORICHE
Medicina cinese: i Meridiani
Neurofisiologia: le aree cerebrali
Psicologia: il Rituale
Altre possibilit


ISTRUZIONI PER LUSO DEL TESTO DI R.E.I. 1.0
Descrizione della struttura del testo
Persone non collaborative
Utilizzo immediato del testo


INFO TECNICHE GENERALI
Casi particolari
Espressioni verbali
Toccamenti
Picchiettamento
Il massaggio


SCHEMI DELLE SINGOLE TECNICHE COMPONENTI LE SEQUENZE
Grownding 1 (da seduto)
Grownding 2 (in piedi)
Respirazione bilanciata
Ponte, o Rapid-Relaxer
Induzione della mano
Check
Scala di valutazione soggettiva: SUDS
Rovesci Psicologici
Acceleratore di Rovesci
Rovesci Affermativi
Acceleratore Affermativo
Toccamenti



164
W.L.H. (whole life healing)
W.L.H. Affermativo
Riallineamento delle Polarita
Confronto Emozionale


SCHEMI, e SPECIFICHE DELLE SEQUENZE
PRIMA SEQUENZA: ROVESCI
SECONDA SEQUENZA: W.L.H.
TERZA SEQUENZA: PROCESSO di UNIFICAZIONE
QUARTA SEQUENZA: CONFRONTO EMOZIONALE


ESECUZIONE delle SEQUENZE
PRIMA SEQUENZA
ROVESCI


ESECUZIONE delle SEQUENZE
SECONDA SEQUENZA
WHOLE LIFE HEALING


ESECUZIONE delle SEQUENZE
TERZA SEQUENZA
PROCESSO DI UNIFICAZIONE


ESECUZIONE delle SEQUENZE
QUARTA SEQUENZA
CONFRONTO EMOZIONALE


Per finire: appuntamenti successivi
Passiamo alla pratica!


INDICE





165