Sei sulla pagina 1di 6

CIRCOLO GIUDECCA

O R DI N E DEL GIORNO
Il Circolo Giudecca del Partito Democratico , riunito in data 13 giugno2014,
valutata
positivamente la relazione allegata sul tema delle grandi navi;,
premesso
che la aguna di !enezia " un ecosistema particolarmente sensi#ile e vulnera#ile,
continuamente posto a rischio, anche a causa dei rilevanti aumenti del tra$$ico marittimo e
che %uindi la sua salvaguardia deve essere prioritaria rispetto a %ualsiasi altra
considerazione;
preso atto
del di#attito e dell&iter autorizzativo attualmente in corso in relazione alle Grandi navi e
alla crocieristica nel Porto di !enezia,
lamenta
lo scandaloso occultamento da parte delle strutture ministeriali di alcuni pareri della
Commissione 'azionale per la valutazione dell&impatto am#ientale ( !I) * la cui
conoscenza risulta particolarmente importante per una corretta e responsa#ile valutazione
comparativa dei diversi progetti;
ribadisce
la necessit+ che vengano assolutamente osservate le indicazioni dell&ordine del giorno gi+
approvato dal ,enato della -epu##lica, che impegna il Governo ad esaminare tutti i
progetti attualmente presentati sottoponendoli alla procedura !I);
chiede
che la scelta $inale, salvaguardando un giusto e%uili#rio tra la salvaguardia degli aspetti
am#ientali e di %uelli occupazionali, tenga comun%ue conto in modo tassativo ed
inderoga#ile di tutte le leggi attualmente in vigore, sia europee che italiane ed in
particolare della egge ,peciale per !enezia, nonch. della piena applicazione della
Convenzione di )arhus;
auspica
che in tal senso si esprimano gli organi decisionali del Partito ai vari livelli locali e
nazionali/
Allegato
Grandi navi in Laguna
La Laguna di Venezia un ecosistema particolarmente sensibile e vulnerabile,
continuamente posto a rischio, anche a causa dei rilevanti aumenti del traffico marittimo.
Tale affermazione, compresa nellincipit del Decreto Interministeriale n 79/2012, emanato
lindomani della tragedia del Giglio, stata ol!tamente ignorata, mentre are""e do!to
consigliare al #sistema eneziano$ !na rapida reisione della port!alit% crocieristica per adeg!arla
alla &itt% e alla s!a 'ag!na, nellinteresse di !na sosteni"ilit% am"ientale ed economica(
)l contrario l)mministrazione &om!nale, c*e nelladottare il +()(T( con l)rt( ,-."is delle /orme
Tecnic*e, si era impegnata a raggi!ngere la #definitiva estromissione delle navi incompatibili con
la citt storica e col contesto lagunare$, 0correa lanno 20121, rimasta inerte e non ha
promosso alcuno studio di approfondimento per raggiungere questo obiettivo.
'a G!ardia &ostiera, l)!torit% +ort!ale, 2(T(+( si ostinano nellinterpretare c*e #le vie di
navigazione praticabili, alternative a quelle vietate #, siano soltanto 3!elle c*e consentono di
raggi!ngere la 4tazione della 5arittima, mentre il decreto non cita affatto tale luogo.
LA STAZIO! della "A#ITTI"A
'e opere di all!ngamento ed ampliamento dei moli si concl!sero nel 1696, e la larg*ezza
del "acini di 17- mt( rimasta imm!tata nel tempo7 08ig( 117
'att!ale stazione non stata progettata per accogliere la crocieristica delle dimensioni
att!ali7 infatti manca lac3!a laterale per !no spazio di manora in sic!rezza di almeno il
triplo della larg*ezza della nae7 09rd( &apitaneria +orto 2e( n( 2,/12.art( 1,(co(117
Il gigantismo naale esploso negli !ltimi anni, dapprima *a portato a mettere in circolazione
nai l!ng*issime, fino a ,,, mt( come le 54& +reziosa e 8antasia, mentre il n!oo
concept preede di costr!ire nai pi: corte e pi: larg*e, . si dice . per a!mentare lo
standard 3!alitatio7 0+rogetto 54&.#;inascimento$17
Il Decreto Interministeriale 79/2012 ieta alle nai di stazza s!periore alle <0 mila tonn( di
transitare nei &anali 4an 5arco/Gi!decca per rid!rre i risc*i di collisioni, ma laccesso agli
approdi att!ali per altri canali, comportere""e sempre dei risc*i nelle ac3!e circostanti la
5arittima, in 3!anto la rotta si intersec*ere""e con "en sei linee di naigazione del
trasporto p!""lico di )&T2 0, a(= , r(1,con oltre d!ecento corse giornaliere, 0linea 2 Gira.
citt%, 'inea 1> per 8!sina, 'inea 17 ferr? per 'ido1, proprio nel p!nto pi: delicato della
manora dormeggio con la!silio dei rimorc*iatori, 08ig( 21
Il preisto innalzamento del liello dell)driatico, com"inato alla s!"sidenza locale,
comporter% !n maggior n!mero di maree s!periori ai 110 cm( e pi: fre3!enti c*i!s!re della
@occa di 'ido, o""ligando i crocieristi a rimanere in attesa alla fonda(
+er 3!este motiazioni, da ritenersi ormai c*i!so !n ciclo, mentre sare""e pi: coneniente
dedicare la 5arittima ad !si pi: 3!alificati e profic!i, limitando il serizio alle crociere sotto le <0
mila tonn(, con motori spenti agli ormeggi, dopo lelettrificazione delle "anc*ine, 0cold ironing).
$O#TO $ASS!GG!#I A $O#TO "A#G%!#A
4ono condiisi"ili t!tte le risere di carattere tecnico.na!tic*e legate allaccessi"ilit% ad !n ipotetico
scalo t!ristico in zona ind!striale, a s!o tempo espresse dalla &apitaneria di +orto7 risere legate
allorganizzazione e alla disciplina del traffico, nonc*A allopport!nit% di permettere il passaggio di
nai crociera nei pressi di aree ind!striali, con interferenze fra traffico passeggeri e traffico merci,
0anc*e pericolose, ai sensi della normatia 4eeso 21, e conseg!ente pregi!dizio della sic!rezza
nella naigazione nei canali 5alamocco.5arg*era(
/on d!""io c*e linenzione di #n!oe ie alternatie$ per mantenere le grandi nai in 'ag!na,
sia per farle arriare in 5arittima, sia dirottandole a 5arg*era, comportere""e allargamenti e
approfondimenti di ecc*i canali o escao di n!oi, con infl!enze nefaste s!l regime delle correnti
e s!lleol!zione negatia dei fondali in t!tta la 'ag!na centrale(
@isogna essere assol!tamente contrari e contrastare progetti di escao di n!oi canali, o di altri
scon3!assi idra!lici come la costr!zione di arginat!re, dig*e, scogliere, "!rg*e e finte "arene, t!tte
opere spacciate per #rie3!ili"rio$, ma f!nzionali solo alla permanenza in 'ag!na di nai ancora pi:
grandi(
Tali progetti non soddisfano il decreto di c!i sopra, il 3!ale den!ncia risc*i per lintera 'ag!na e
non per parte di essa, 0@acino 4an 5arco e &anale Gi!decca1, anc*e a ca!sa #dei rilevanti
aumenti del traffico marittimo$7 per di pi:, lapert!ra di altri canali assol!tamente incompati"ile
con i ari principi sanciti dalla legislazione speciale per 2enezia, riepilogati in calce7 0/9TB in
calce1(
8atte 3!este al!tazioni, lo scenario c*e si presenta indica !na strada 3!asi o""ligataC mantenere
a 2enezia solo attiit% port!ali compati"ili con lo"iettio irrin!ncia"ile del rec!pero della 'ag!na,
rispetto ai processi di degrado in corso7 ergo, si rende necessario ricorrere al mare, trasferendo le
attiit% crocieristic*e non proprio in mare aperto 0come per il porto commerciale off shore, ormai da
t!tti condiiso1, ma appena oltre le paratoie del 59(4(B(, in @occa di +orto di 'ido, entro i limiti
amministratii del &om!ne di 2enezia, esprimendo in tal modo !na isione pi: l!ngimirante di
sil!ppo della crocieristica e di a!mento dellocc!pazione nel settore(
&riterio, del resto, gi% espresso dal Gr!ppo di 'aoro +(D(, nel doc!mento presentato il 1 fe""raio
201< e c*e il &ircolo Gi!decca del +artito Democratico *a approato all&unanimit'(
Il +(D(, proprio in 3!esto difficile momento politico cittadino, dee saper costr!ire !na posizione
!nitaria attorno ad !na sol!zione di medio/l!ngo termine, costit!ita da !n porto esterno, decisione
c*e permettere""e di scindere i pro"lemi della crocieristica, da 3!elli della morfo.dinamica
lag!nare, non solo, ma c*e consentire""e a 2enezia di contin!are a fregiarsi del titolo di primo
home port del 5editerraneo(
5erita ricordare c*e il 27 settem"re 201, la &ommissione Tecnica di 2erifica dellImpatto
)m"ientale 02I)1 del 5inistero dell)m"iente, 0presenti ,2 mem"ri1, si gi% pron!nciata in termini
di apprezzamento erso !n progetto del gi!gno 201,, c*e proponea !n n!oo porto crociere a
4an /icolD del 'ido, # lunico . recita . #che potrebbe contribuire a risolvere i principali
problemi ambientali derivanti dalla navigazione delle c.d. navi crociera attraverso il bacino
di San Marco e del anale della !iudecca.
/on solo, ma in concl!sione essa al!ta c*e "il progetto si propone lobiettivo di evitare
lingresso delle navi crociera allinterno della Laguna e quindi coerente con il #ecreto
$nterministeriale n%&'()*+).
T!ttaltra al!tazione inece, la stessa &ommissione ministeriale riseraa al progetto di escao
dei &anali &ontorta/4ant)ngelo, in 3!anto #risulta di particolare complessit, progettuale, sia
con riferimento ai significativi impatti ambientali sullintero ecosistema lagunare,..sia in
fase di cantiere di quattro anni,- sia in fase di esercizio,-. elementi che suggeriscono un
diverso approccio per lindividuazione di una soluzione temporale, progettuale e
ambientale sostenibile al fine di dare attuazione al #.M &'()*+)
) tal rig!ardo( anno fermamente condannate le proced!re affatto trasparenti, c*e per otto mesi
*anno secretato gli atti ministeriali, rig!ardanti 3!este prime al!tazioni am"ientali, alterando t!tto
il s!ccessio percorso istit!zionale(
Indiid!ata !na delle alternatie per !no scalo esterno, 0sono in corso di al!tazione presso la
&ommissione ministeriale per l)m"iente tre progetti presentati da professionisti e societ%
ingegneristic*e1, sar% del t!tto eidente c*e la f!nzione port!ale per passeggeri entranti dalla
@occa di porto di 'ido err% fortemente ridimensionata e limitata al solo transito di nai crociera
#compati"ili$ per dimensioni e pescaggi(
In tale sit!azione, non ar% pi: senso mantenere il fondale dingresso a 3!ote icine ai dodici
metri, 03!ote necessarie agli alloggiamenti 59(4(B(1, 3!indi dierr% possi"ile dare !na n!oa
config!razione ai canali marittimi/port!ali della 'ag!na(
Ena decisione in tal senso apportere""e !lteriori "enefici allintera morfologia lag!nare,
contri"!endo all atten!azione delle maree medio.alte, 03!elle sotto i 110 cm(1, limitere""e
lerosione e la perdita di sedimenti a mare, come prescrie il +()('()(2( sin dal 199-(
2enerdF, 1, gi!gno 201<

/oteC
'egge speciale n171/197,C La Repubblicatutela lequilibrio idraulico della citt di Venezia e della sua
Laguna ne preserva lambiente dallinquinamento atmosferico # 0art. )*+
# Gopere che rispettino i valori idrogeologici ecologici ed ambientali ed in nessun caso possano rendere impossibile o
compromettere il mantenimento dellunit e continuit fisica della Laguna..! 0art.), a17
'egge speciale n796/196<C #G interventi per studi progettazioni sperimentazioni ed opere volte al riequilibrio
idrogeologico della laguna all"arresto e all"inversione del processo di degrado del bacino lagunare e all"eliminazione
delle cause che lo hanno provocato! -art. .*7
'egge speciale n1,9/1992/ interventi relativi al.d)ripristino della morfologia lagunare. e)arresto del
processo di degrado della Laguna! #art. .( co.,*.
+()('()(2( 199-. in rif(to alle direttie #'ag!na ia$ art( - C # misure per$ % % % % % la protezione e la
valorizzazione dell"ambiente naturale con particolare riguardo all"equilibrio idraulico ed idrogeologico ed all"unit fisica
ed ecologica della laguna& l.innalzamento delle quote dei fondali determinatesi per erosione presso le bocche di
porto e nei canali di navigazione.0 *
1IG2#A) Bol!zionedella5arittimaC
Tratto da #L&evolu3ione morfologica della Laguna..
mappe storiche# '!igi D)lpaos.marzo 2010.!di3. 4omune di 5ene3ia
1IG2#A, le rotte delle nai si intersecano con la naigazione del serizio p!""licoC