Sei sulla pagina 1di 22

Piazza Enrico De Nicola, 10 – 70026 Modugno (BA)

℡ 0802372901 tel&fax – GSM 3476283413


URL: www.cafagnoconsultant.it - E-mail:
mail: info@cafagnoconsultant.it
Codice Fiscale CFG NLN 62C13 A662H Partita I.V.A. 04880370723
Navigare in Internet

INTERNET: cos'è e a cosa serve

COSA SIGNIFICA NAVIGARE IN INTERNET


La navigazione in internet può essere
paragonata alla consultazione di una
grande biblioteca \ videoteca virtuale, di
dimensioni ... mondiali.
In una biblioteca prendi un libro. Sfogli il
libro e inizi a leggere pagina per pagina,
oppure solo le pagine che ti interessano.
Poi deponi il libro e passi alla
consultazione di qualche altro tomo.
In internet visualizzi una pagina (web), sul
monitor del computer.

Figura 1 - grandecocomero.splinder.com
Scorri con il mouse per visualizzare tutto il
contenuto della pagina (quando è più lunga del
monitor), sposti il puntatore del mouse su una parola o immagine, se il puntatore si
trasforma in una manina con l'indice puntato, fai un clic con il mouse.
Sul tuo monitor, verrà visualizzata un'altra pagina (oppure una parte della stessa pagina):
da quest'altra pagina, con lo stesso procedimento, potrai visualizzarne un'altra, e così via.
Questa serie di azioni viene detto navigare in internet, ed equivale, sostanzialmente alla
consultazione di particolari pagine, disponibili su un server remoto e scritte in formati
caratteristici per essere condivise ed ipertestuali1: sono pagine web.
A differenza di una biblioteca "fisica", la navigazione in internet permette, potenzialmente,
di passare da una pagina ad un'altra qualsiasi, tra innumerevoli pagine disponibili nella
rete.

A COSA SERVE NAVIGARE IN INTERNET


La navigazione in internet permette di accedere ad un numero imprecisabile di
informazioni:
leggere quotidiani (ad esempio: www.corriere.it - www.repubblica.it)
consultare siti che contengono informazioni mediche (ad esempio: www.dica33.it)
consultare gli orari dei treni (www.ferroviedellostato.it)
conoscere l’attività legislativa del Parlamento (www.parlamento.it)
consultare norme e decreti (www.normeinrete.it - www.gazzettaufficiale.it)
leggere o ricercare libri e ascoltare musica (www.liberliber.it -
www.letteraturaitaliana.net)
e molto altro ancora.

1
http://it.wikipedia.org/wiki/Ipertesto
I SERVIZI DISPONIBILI CON INTERNET
Un collegamento ad Internet permette anche di fruire di innumerevoli servizi:
comunicare con amici e parenti attraverso la posta elettronica, ovvero inviare e
ricevere messaggi mediante un computer
scambiare informazioni attraverso bacheche virtuali (newsgroup o forum)
dialogare in tempo reale (mediante l’imput da tastiera) con più persone dislocate in
ogni parte del mondo (chat o Social Network)
mettere a disposizione dell'intera comunità (internet) i propri pensieri, opere o
servizi, pubblicando tu stesso/a pagine web (blog, siti web)
programmare un viaggio e prenotare hotel (maps.google.it - www.venere.com)
prenotare uno spettacolo (www.arena.it - www.teatroallascala.org -
www.teatroeliseo.it)
compilare la dichiarazione dei redditi e versare le imposte (www.agenziaentrate.it)
accedere ai servizi della pubblica amministrazione (www.italia.gov.it)
controllare l'estratto conto bancario ed effettuare operazioni bancarie
svolgere operazioni finanziarie

COSA OCCORRE PER POTER NAVIGARE IN INTERNET


Per poter navigare in internet occorre:
1. un computer,
2. un modem/router (l'apparecchio che permette al computer di comunicare attraverso
la linea telefonica)
3. una linea telefonica (fissa o da cellulare)
4. un fornitore di connettività (o Internet Service Provider, che ti permette di accedere
tramite linea telefonica alla rete internet)
5. uno o più programmi installati sul computer (si tratta dei browser, solitamente già
installati con il Sistema Operativo)

COME COLLEGARSI ED INIZIARE A NAVIGARE IN INTERNET


Se il computer è già predisposto per il collegamento internet, per poter iniziare a navigare
in internet:
1. apri il programma di navigazione (detto browser2) con un clic su Start > Internet
Explorer (oppure Firefox, Opera, etc.)
2. ed, eventualmente, se non si è in ambienti (casa, ufficio) nei quali il collegamento è
permanente, clicca sul pulsante "connetti" dalla finestra "connessione remota"
Se tutto funziona, ora sei collegato/a ad Internet.

COME SCOLLEGARSI DA INTERNET


E’ relativamente importante sapere, in particolar modo se il contratto con l’ISP prevede
una tariffa a tempo, come sconnettersi da Internet.
L’operazione non richiede particolari abilità; chiudere la finestra del browser (Internet
Explorer, Firefox, Opera) non determina la disconnessione da internet (a meno che non
2
http://it.wikipedia.org/wiki/Browser
sia stata impostata l'opzione di disconnessione automatica). Potrebbe verificarsi di aver
chiuso tutte la finestra del browser e di visualizzare solo il desktop e, ciononostante, di
essere ancora connesso!
L'icona posta in basso a destra del desktop qualora raffiguri due computer
sovrapposti, indica la presenza di un collegamento internet3.
Per sconnettersi da internet si deve:
1. cliccare con il tasto destro sull'icona in basso a
destra rappresentante due computer sovrapposti
2. dal menu contestuale cliccare su disconnetti

CONNESSIONI: velocità, tipologia e costi

LA VELOCITA' DI INTERNET
Quando si naviga in internet, le pagine non sono immediatamente
disponibili alla lettura (e, quindi, visualizzate sul monitor del pc); è
necessario un “tempo” che dipende da una serie di parametri:
tipo di connessione (analogica 56K, ISDN, ADSL),
congestione del traffico di rete in quel dato momento (più utenti che
accedono allo stesso provider e alla stessa risorsa),
"pesantezza" della pagina da visualizzare (per una pagina che
contiene molte immagini occorre più tempo per visualizzarla).
Il tipo di connessione4 incide in maniera predominante sul tempo in cui
diviene “disponibile” una pagina; possiamo classificare le connessioni in:
Lente velocità da 56 Kbps a 128 Kbps
Veloci velocità da 640 Kbps - 2 Mbps - 4 Mbps
Superveloci velocità ≥ 20 Mbps.
Se utilizziamo una connessione con velocità pari a 56 kbps “caricheremo” una pagina di
56 Kbit (equivalente a circa 7 Kbyte5) all’incirca in un tempo di 1”; per caricare e
visualizzare una pagina di 70 Kbyte occorrono almeno 10”.
Considerato che le velocità delle connessioni sono velocità teoriche e che, solitamente, si
“viaggia” a velocità reali inferiori (dal 20% al 50% in meno), si deve concludere che per
visualizzare una pagina di 70Kbyte potranno servire:
 20 secondi per una normale connessione a 56 Kbps
 10 secondi per una normale connessione a 128 Kbps
 2 secondi per una connessione ADSL a 640Kbps
 meno di 1 secondo per connessioni superiori (2Mbps o 20 Mbps pari
rispettivamente a 2000 Kbps e 20000 Kbps).

3
Non sempre l'icona con i due minuscoli computer appare quando si è collegati ad internet; dipende dalla versione di
Windows in uso e dalla sua configurazione
4
La velocità di connessione è la misura della quantità di dati che, nell’unità di tempo, affluisce tra l'utente ed il server.
5
1 kbyte = 8 kbit
QUALE CONNESSIONE SCEGLIERE
Si possono classificare in due tipologie le connessioni comunemente usate:
1. linea telefonica tradizionale a 56 Kbps o ISDN, fino a 128 Kbps
2. linea ADSL con velocità differenti secondo il contratto con l’ISP, che possono
variare da 640 Kbps, 2 Mbps, 4 Mbps, 12 Mbps, e fino a 20 Mbps.
La connessione ADSL, quand’anche non tutte le zone del Paese siano “coperte” (cioè
raggiunte dal servizio ADSL, è quella attualmente maggiormente utilizzata.
Nei portali6 dei provider, libero.it, alice.it, tiscali.it, tele2.it, è possibile verificare se il nostro
numero telefonico o la nostra zona di residenza abbia la possibilità di accedere alla linea
ADSL.
Allo stato dell’arte è, inoltre, possibile optare per una connessione mobile tramite cellulare
o modem-pendrive (del tipo Vodafone Internet Key): in quest'ultimo caso non occorre
attivare una linea telefonica fissa.

INTERNET, MA QUANTO MI COSTI ?


Alla data in cui scrivo (novembre 2009), i costi per connettersi ad Internet sono
orientativamente i seguenti:
Connessione DIAL UP a 56 Kbps a tempo - per un'ora di connessione continuativa
- da € 0,60 a € 1,20 (oltre un eventuale scatto alla risposta), a seconda del gestore
telefonico e della fascia oraria.
Connessione DIAL UP flat - ovvero si paga un canone fisso - a partire da € 12
mensili per accedere ad Internet tutti i giorni, a tutte le ore, senza alcun limite.
Connessione ADSL - da € 16,90 ad € 19.95(Alice - Libero - Tiscali ) mensili, per
accedere ad Internet su linea ADSL tutti i giorni, a tutte le ore, senza alcun limite.
Le offerte sono molte e in continuo cambiamento; per analizzare le offerte aggiornate
rimando ai portali dei singoli ISP.

HYPERLINK: collegamenti ipertestuali e download di file

NAVIGARE CLICCANDO
Una delle caratteristiche peculiari di una “pagina web” è quella di poter visionare un'altra
pagina semplicemente cliccando sopra un COLLEGAMENTO IPERTESTUALE.
Ma, cos'è un collegamento ipertestuale?
Un collegamento ipertestuale (hyperlink, spesso abbreviato in LINK) è un rinvio da un'unità
informativa su supporto digitale ad un'altra. È ciò che caratterizza la non linearità

6
Un portale Web, o portale Internet, è un sito web che costituisce un punto di partenza, una porta di ingresso, ad un
gruppo consistente di risorse di Internet o di una intranet.
Navigare in Internet
dell'informazione propria di un ipertesto7: una parola o un'immagine o un segno che
permette di accedere ad una RISORSA presente sul web.
Questo è un collegamento ipertestuale .
Posiziona il puntatore del mouse sopra al collegamento ipertestuale qui sopra ...
il puntatore cambia forma e si trasforma in una manina chiusa con l'indice puntato
... e clicca.
E' proprio la trasformazione del puntatore in una manina chiusa con l'indice puntato che fa
comprendere che in quell'area è situato un collegamento ipertestuale.

VISUALIZZARE IL CONTENUTO DI UNA PAGINA WEB


Se, utilizzando un browser, all'estrema destra della pagina visualizzata compare una barra
di scorrimento, significa che non è visualizzato
o l'intera pagina, ma solo una parte di essa.
Per visualizzare il contenuto non visibile della pagina web è necessario “far scorrere” la
pagina, cliccando più volte sulla freccia che si trova in basso a destra della stessa pagina
web oppure in alto sopra della stessa freccia oppure utilizzare il tasto cursore giù che si
trova nella tastiera,, oppure, se il mouse è dotato dii una rotellina, facendo scorrere la
rotellina del mouse.

APRIRE UNA PAGINA WEB SU UNA NUOVA FINESTRA


Un collegamento ipertestuale,
a) può aprire una pagina web nella stessa finestra del browser,, oppure
b) può aprire una pagina web in una nuova finestra.
Questo dipende da come è stata creata quella pagina web.

Si può decidere che un collegamento apra una pagina web


sempre in una nuova finestra del browser: si ottiene ciò
cliccando con il pulsante destro del mouse sopra il
collegamento e scegliendo, dal menù contestuale che si
appalesa, la dicitura Apri in un'altra finestra.
finestra

IMMAGINI COME COLLEGAMENTI IPERTESTUALI


Non solo il testo, ma anche un'immagine può “celare” un collegamento ipertestuale:
ipertestuale se,
posizionato il puntatore sopra un'immagine,
un'immagine esso cambia
ambia forma trasformandosi
trasforma in una
manina chiusa con l'indice puntato, allora, cliccando sull’immagine,
sarà possibile accedere ad una nuova pagina web.
CLICCA SU QUESTA IMMAGINE

7
Un ipertesto è un insieme di documenti messi in relazione tra loro tramite parole chiave. Può essere visto come una
rete; i documenti
ocumenti ne costituiscono i nodi. La caratteristica principale di un ipertesto è che la lettura può svolgersi in
maniera non lineare: qualsiasi documento della rete può essere "il successivo", in base alla scelta del lettore.
SCARICARE FILE
Un hyperlink non serve soltanto per rimandare ad una nuova pagina web; sono possibili
anche altre azioni, per esempio quella di effettuare il “download”8 di un file.
Effettuare il “download” di un file da internet significa ottenere una copia di quel file (che si
trova, per esempio, su un sito) nel proprio hard disk.
Ad esempio cliccando qui , viene aperta una finestra di dialogo, che propone di scaricare
un file.
ATTENZIONE !!! Alcuni file possono
danneggiare il computer.
Se le informazione sul file risultano
sospette o se la fonte non è considerata
attendibile, non aprire o salvare il file.

Appurato quanto scritto sopra, si può puoi


tranquillamente cliccare sul pulsante
salva

Sarà, quindi, aperta una


finestra di dialogo salva con
nome
Questa finestra consente di
salvare il file sul nostro
disco.
Scelta la cartella ove
salvare il file ed il nome
dello stesso, è sufficiente
cliccare sul pulsante salva
in basso a destra .

8
Azione di ricevere o prelevare dalla rete (es. da un sito web) un file, trasferendolo sul disco rigido del computer o su
altra periferica dell'utente.
Al termine del
download,
cliccando sul
pulsante Apri
cartella sarà
possibile
utilizzare il file
scaricato.

IL BROWSER: memorizzare indirizzi e impostare la pagina iniziale


Le considerazioni in questo capitolo sono relative all’utilizzo della versione 7 del browser Internet Explorer di Microsoft; tuttavia, gli altri
browser e le precedenti versioni del browser della casa di Richmond hanno funzionalità perequabili e si utilizzano, sostanzialmente, con
le medesime modalità operative.
In particolar modo, per conoscere quale versione di Internet Explorer è installata sul PC, è
sufficiente cliccare sul punto di domanda nella barra dei menù, quindi sulla voce
"Informazioni su Internet Explorer", nel menù a tendina che si apre.

LA BARRA DEGLI INDIRIZZI


A cosa serve la barra degli indirizzi?
Innanzitutto consente di
determinare quale sito e
pagina web si sta
visualizzando.
Nel caso riportato in figura http://www.cafagnoconsultant.it/news.htm
significa che si visualizza la pagina web "news.htm" che si trova nel sito
www.cafagnoconsultant.it; altre volte l'indirizzo è più complesso, per esempio é separato
da più caratteri tipografici slash (/), come nell’indirizzo seguente:
http://www.cafagnoconsultant.it/docs/PEC_obbligatoria.pdf
nel tal caso si visualizza la pagina "PEC_obbligatoria.pdf" che si trova nella cartella "docs",
la quale, a sua volta si trova all'interno del sito www.cafagnoconsultant.it.
PUNTARE DIRETTAMENTE AD UN SITO WEB
Se si conosce l'indirizzo di un sito web e si vuole visitarlo, è sufficiente scrivere l’indirizzo
noto direttamente nell’apposita casella della barra degli indirizzi.

Digitato l'indirizzo, per esempio www.google.it, premere il tasto INVIO da tastiera o


cliccare sul pulsante rappresentato in figura
In questo modo sarà visualizzata, nella finestra
del browser, la pagina del sito di cui abbiamo
digitato l’indirizzo.

I MOTORI DI RICERCA
Per visitare un sito web di cui non si conosce l'indirizzo è, invece, possibile effettuare una
ricerca usando un sistema automatico che analizza un insieme di dati spesso da esso
stesso raccolti e restituisce un indice dei contenuti disponibili classificandoli in base a
formule statistico-matematiche che ne indichino il grado di rilevanza data una determinata
chiave di ricerca. Tali sistemi automatici si chiamano Motori di Ricerca: uno dei campi in
cui i motori di ricerca trovano maggiore utilizzo è proprio quello dell'Information Retrieval9
e nel web.

MEMORIZZARE UN INDIRIZZO NEI "PREFERITI"


Può risultare di qualche utilità tenere traccia dell'indirizzo di una particolare pagina web
che ha destato il nostro interesse, per poterla facilmente rivisitare in un secondo momento;
l’operazione è estremamente semplice
clicca sull’icona clicca su Aggiungi a Preferiti
quindi clicca su OK

L'indirizzo della pagina web sarà così memorizzato nella apposita cartella "Preferiti";
quando si vorrà rivedere la pagina in questione, cliccando sull’icona a forma di stella,
e, successivamente, cliccando sul titolo della pagina memorizzata, si raggiungerà
immediatamente la pagina desiderata.

9
http://it.wikipedia.org/wiki/Information_Retrieval
ELIMINARE UN INDIRIZZO DAI PREFERITI
Qualora si voglia eliminare un indirizzo dalla cartella "Preferiti" si
procede nel modo seguente: si clicca sull’icona a forma di stella,
si posiziona il puntatore sul titolo da eliminare, quindi si clicca il
pulsante destro del mouse per ottenere l’apertura di un menu
contestuale, dal quale scegliere la voce elimina.

IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE


Quando si avvia il browser "Internet Explorer", viene visualizzata la pagina iniziale
predefinita. E’ sempre possibile personalizzare il browser (al pari di qualsivoglia altra
applicazione software); in particolar modo è possibile cambiare la pagina iniziale.
I modi per effettuare tale variazione sono molteplici. Uno dei modi possibili, a mio avviso il
più rapido, è quello di seguito descritto.
Dalla barra dei comandi clicca sul triangolino a destra dell’icona a forma di
"casetta", clicca su Aggiungi o cambia pagina iniziale, quindi clicca
sull’opzione Utilizza questa pagina web come unica pagina iniziale se si
desidera che la pagina che si sta visualizzando si apra ogni qualvolta che si
avvia il browser Internet Explorer.

LA CRONOLOGIA ovvero RIVEDERE LE PAGINE WEB GIA' VISITATE


Con la quasi totalità dei browser, e, quindi, anche con
Internet Explorer, esiste la possibilità di visualizzare gli
indirizzi delle pagine web consultate, anche operando offline
(ovvero senza la connessione ad internet): in IE7 si procede
nel modo seguente: si clicca sull'icona a forma di "stella
gialla" (in alto a sinistra),
quindi si clicca sulla voce
Cronologia; sulla sinistra del
browser sarà aperta una
finestra verticale (che si può
allargare o restringere a piacimento), nella quale è
possibile recuperare gli indirizzi delle pagine web visitate
nelle ultime settimane.
Scegliendo un giorno della settimana, automaticamente si
espanderà il menù con le sottocartelle che rappresentano i
siti visitati in quello specifico giorno: cliccando su una di
queste cartelle si visualizzeranno gli indirizzi delle pagine
web di quella cartella/sito; il successivo click su uno di
questi indirizzi farà apparire sul browser la pagina web.
Alcuni degli indirizzi compaiono visibili in neretto, altri
compaiono in grigio, ad indicare che, questi ultimi, non
possono essere consultati OFFLINE.
SALVARE UN'INTERA PAGINA WEB
Nel corso della navigazione in internet può accadere di imbattersi in una pagina web il cui
contenuto ci interessa particolarmente: è possibile “salvare” l'intera pagina web su una
cartella del proprio hard disk per poterla consultare OFFLINE ovvero per poterne ottenere
informazioni in un secondo momento.
L’operazione è estremamente semplice!
Dalla barra dei menù si clicca su Pagina, quindi su Salva con nome,
nella successiva finestra di dialogo si sceglie Salva pagina web, infine,
scelta una cartella in cui salvare la pagina web, si clicca sul pulsante
Salva.

SALVARE IMMAGINI DAL WEB


Il web è davvero una immensa risorsa: tra le altre è un
archivio incommensurabile di immagini.
Per salvare un’immagine si deve cliccare con il tasto
destro sopra l'immagine; dal menù contestuale che
compare si sceglie Salva immagine con nome ....
Compare una finestra di dialogo nella quale dobbiamo
scegliere la cartella in cui salvare l'immagine ed,
eventualmente, scegliere il nome da dare ell’immagine
salvata, digitandolo nella casella Nome file; quindi sarà
sufficiente cliccare sul pulsante Salva.

SALVARE PARTI DI TESTO


Se invece desideriamo “salvare” del testo, selezioniamo il
testo in questione con il mouse, posizioniamo il puntatore
sulla selezione e clicchiamo con il pulsante destro del
mouse; nel menu contestuale che si apre scegliamo copia.
Avviamo, quindi,
un qualsiasi
programma di
elaborazione testi
(Microsoft Word, OpenOffice Writer, o
semplicemente il "blocco note") e clicchiamo con
il pulsante destro sul "foglio bianco" appena
aperto e, dal menù contestuale che si appalesa,

scegliamo Incolla. Salviamo, quindi, il


documento.
STAMPARE PAGINE WEB
Un altro metodo per leggere le pagine web senza essere connessi ad internet è quello di
stamparle. Per stampare una pagina web è sufficiente cliccare sull'icona
"stampa" sulla barra dei menù del browser; tuttavia, in tal modo, può accadere
che ciò che viene stampato non corrisponda graficamente alle nostre attese.
Per controllare preventivamente cosa ed in che layout sarà stampato conviene eseguire
una Anteprima di Stampa; per ottenerla si clicca sul triangolino a destra dell'icona di
stampa e si sceglie di visualizzare Anteprima di Stampa,
ottenendo, in tal modo una rappresentazione di
come sarà stampato il contenuto della pagina.
Nella finestra di Anteprima di Stampa, si otterrà, altresì, l’informazione relativa al numero
complessivo di pagine che sarà stampato e si potrà, inoltre, variare
l'orientamento della pagina, da Verticale ad Orizzontale e viceversa,
utilizzando il pulsante Imposta
Pagina e scegliendo l’opzione
di orientamento desiderata.

Ovviamente, il metodo descritto non è l’unico metodo per ottenere la stampa o


l’orientamento della pagina.
Di seguito alcuni suggerimenti per la stampa. Cliccato il pulsante di Stampa, si
apre una finestra di dialogo in cui possiamo
effettuare le scelte inerenti al documento da
stampare.
In particolare, rammento che per stampare una
sola pagina, ovvero determinate pagine, si clicca
nella casella di controllo Pagine e si digita il
numero della pagina o i numeri corrispondenti alle
singole pagine, separate dalla virgola; oppure, per
stampare un intervallo di pagine si devono digitare
i numeri corrispondenti alla prima ed all’ultima
pagina dell’intervallo, separati dal trattino.

STAMPARE UN'IMMAGINE O UN TESTO SELEZIONATO


Per stampare un'immagine presente in una pagina web è
sufficiente posizionare il puntatore del mouse sull'immagine
desiderata, clicca con il pulsante destro per ottenere l’apertura
del menù contestuale e scegliere Stampa immagine, quindi
eseguire le operazioni per ottenere la stampa.

Per stampare una parte di testo, si selezionerà


il testo, quindi, posizionato il puntatore sulla
selezione, si clicca con il pulsante destro e, nel
menù contestuale, si sceglie Stampa.
STAMPARE OLTRE OGNI LIMITE IMPOSTO!
Le informazioni di seguito descritte sono relative all’operazione “copia” dell’immagine che si presenta sul nostro monitor quando si
opera con qualsivoglia programma.
A volte chi costruisce un sito impedisce che possaano essere salvate, stampate e/o copiate, le pagine web e, pertanto, disabilitano
alcuni comandi. E’ possibile aggirare questa protezione procedendo nel modo di seguito descritto, consapevoli che potremmo incorrere
nella violazione del diritto d’autore e della proprietà individuale abusando di tale sistema.

Inquadrata la “finestra” da “fotografare”, si preme il tasto Stamp (che si trova in alto a


destra della tastiera). Risulta copiata in un “appunto digitale” la finestra attiva ed il
contenuto di tale appunto può essere “incollato” in un programma di produttività (per
esempio tutti i programmi che compongono la suite Microsoft Office).
Proviamo a descrivere come utilizzare tale “fotografia” con il programma Paint, al fine di
utilizzarla e personalizzarla secondo le nostre necessità.
Avviato Paint (Start  Programmi  Accessori  Paint), si sceglie Modifica sulla barra
dei menù, quindi Incolla. Si potrà operare sull’immagine a nostro piacimento salvandola o
modificandola, in tutto o in parte.

Di seguito l’esempio relativo all’utilizzo di una “immagine istantanea”, prelevata da Google


Maps ed immediatamente utilizzata in questa guida.
LA BARRA DEI COMANDI DI INTERNET EXPLORER
La barra orizzontale che si trova nella parte alta della finestra del browser, caratterizzata
dalla presenza di una serie di icone, prende il nome di BARRA DEI COMANDI

Mediante l’uso degli strumenti di questa barra si riesce a rendere la navigazione più
comoda e veloce; inoltre, è possibile personalizzare la barra dei comandi, aggiungendo
e/o eliminando icone sulla detta barra, al fine di ottenere un cruscotto con i link ai comandi
da ciascuno maggiormente utilizzati.
Una breve panoramica dei tasti più adoperati:
AVANTI e/o INDIETRO, servono
per visualizzare pagina
precedentemente visitate,
scorrendole come se si sfogliasse un libro. A
volte capita che il comando appaia “opaco”: in
tal caso lo stesso è disattivato.
Una rapida carrellata delle pagine “visitate” si
può ottenere con il clic sul triangolino nero a
destra del pulsante indietro, ottenendo un
menù a tendina contenente un elenco, in
ordine cronologico, delle pagine visitate nella
sessione in corso.

I comandi TERMINA ed AGGIORNA servono, rispettivamente, per interrompere


il caricamento di una pagina web ovvero, per ricaricare la pagina.
Il comando Home si utilizza per visualizzare rapidamente la pagina iniziale
predefinita.
I comandi CERCA e PREFERITI/CRONOLOGIA hanno la caratteristica comune che

all’attivazione, mediante il clic col tasto


sinistro del mouse, aprono automaticamente
una finestra verticale, all'interno della stessa
finestra di "Internet Explorer", dalla quale si
potrànno scegliere opzioni e comandi,
senza dover nascondere, o chiudere, la
finestra principale.
LA NAVIGAZIONE IN INTERNET LASCIA TRACCE
Se qualcuno dopo di noi dovesse aver accesso al computer che
abbiamo utilizzato per navigare in internet, potrebbe ricostruire i “passi”
della nostra “navigazione” e non solo: se, per esempio, abbiamo
effettuato accesso ad un servizio di webmail (cioè abbiamo letto la
nostra posta elettronica online), anche il nostro username o addirittura la
nostra password potrebbe essere carpita.
Per questo è utile conoscere il modo per eliminare le tracce della tua navigazione.
A partire dalla versione 7 di Internet Explorer eliminare le tracce della navigazione è
diventato più semplice: sulla barra dei comandi scegliamo Strumenti, quindi Opzioni
Internet e, nella finestra di dialogo, clicchiamo su Elimina cronologia esplorazioni ....
Dalla finestra che sarà aperta si può scegliere Elimina tutto, oppure fare una “cernita” di
cosa eliminare, cliccando sui pulsanti relativi.
Ci si domanderà QUANDO risulta necessario
ESEGUIRE QUESTE OPERAZIONI: posso
consigliare di effettuare tali operazioni specie
dopo aver navigato in un Internet Point,
all'università o biblioteche, insomma in un posto
diverso dalla nostra scrivania.

La navigazione a schede.
A partire dalla versione 7 di Internet Explorer il browser è stato arricchito della funzionalità
relativa alla navigazione “a schede” (recuperando il gap con gli altri browser, Mozilla
Firefox, Opera, Google Chrome), che già lo permettevano: in sostanza è possibile aprire
più pagine web nella stessa interfaccia (”finestra principale” !!).
Il vantaggio della navigazione a schede consiste nel non dover lanciare più sessioni
relative al medesimo browser (con dispendio di risorse della nostra macchina) ed in un più
rapido controllo delle pagine web visitate, che sono gestite, appunto, con le schede,
navigabili mediante “linguette” poste in alto, sotto la barra degli indirizzi.
Per aprire una nuova scheda basta
cliccare sul quadratino vuoto posto in
alto sotto la barra degli indirizzi:
comparirà il messaggio
Nuova Scheda (CTRL T). 10

10
“CTRL+T” significa che la pressione contemporanea dei tasti “CTRL” e del tasto “T”, farà ottenere, allo stesso modo,
l’apertura di una nuova scheda.
Forum, Social Network, Chat ed altro: la parte ludica del web

Cosa sono i forum, come iscriversi e partecipare


I cosiddetti FORUM sono “punti di incontro” virtuali; strumenti di comunicazione che
consentono ad un innumerevole quantità di persone di dialogare tra di loro e/o "ascoltare"
quello che dicono gli altri.
Il dialogo è di tipo epistolare. Chi scrive un messaggio attende (un'ora, un giorno,
settimane, ma, talvolta, anche solo qualche minuto) per ricevere una eventuale risposta.
Ci si domanderà quali sono gli argomenti di discussione di un forum? Non ve n’è di
predefiniti; si parla di qualunque cosa. Esistono svariati tipi di forum, e chiunque può
crearne di nuovi!
Ci sono Forum generalisti e specifici, nei quali si "parla" (scrive) di sport, cultura,
economia, attualità, cucina, salute e altro.

FORUM PRIVATI E FORUM APERTI


Taluni dei forum esistenti, con differenti sfumature riguardo la definizione, si definiscono
privati, o chiusi, altri si definiscono aperti; per esemplificare si può catalogare un forum
come privato quando solo gli iscritti possono "ascoltare" (leggere) e "parlare" (scrivere).
Viceversa, definiamo un forum aperto, quando tutti possono "ascoltare" (leggere) ma solo
gli iscritti possono "parlare" (scrivere).
Solitamente, per partecipare attivamente ad un forum, ci si deve iscrivere (o registrare) e,
nella generalità dei casi, le iscrizioni sono gratuite. In ogni caso la registrazione è
indispensabile perché l’amministratore possa gestire correttamente il forum, anchè, ed in
particolar modo, perché qualora non vigesse l’obbligo di iscrizione, il forum sarebbe
gremito, in men che non si dica, da messaggi pubblicitari di ogni genere.
Inoltre, per il tramite della registrazione dei dati dell’utente, l’amministratore può
provvedere affinché:
i messaggi che l'utente non abbia letto siano messi in risalto;
l'utente possa chiedere che gli sia spedita una email qualora riceva risposta ai suoi
messaggi;
l'utente possa inviare messaggi privati ad altri utenti del forum.

Invito i miei lettori ad iscriverti (gratuitamente e per diletto) ad un forum, per esempio a
met@forum www.metaforum.it (ma se ne possono cercare di ogni tipo, utilizzando un
motore di ricerca).

Il Social Network - TWITTER


TWITTER11 è un esempio di Social Network, ovvero è un sito dove
poter confidare «al mondo intero», ovvero, potenzialmente, ai milioni

11
Twitter è un servizio di social network e microblogging che fornisce agli utenti una pagina personale aggiornabile
tramite messaggi di testo, con una lunghezza massima di 140 caratteri. Gli aggiornamenti possono essere effettuati
tramite il sito stesso, via SMS, con programmi di messaggistica istantanea, e-mail, oppure tramite varie applicazioni
di persone che si sono già iscritte a Twitter, cosa si sta facendo o pensando, o
condividere una emozione o un link interessante.
Dovendo dare una definizione di Twitter lo si può qualificare un blog12 dove è possibile
scrivere post (note) che abbiano un massimo di 140 caratteri; non ci sono limiti al numero
di post che si possono scrivere.
Una volta registrati, si avrà a disposizione una pagina personale, del tipo
http://twitter.com/tuonome, che potrà essere resa pubblica o privata; per “postare” articoli o
commenti e leggere i post degli utenti che si “sceglie di seguire”, si dovrà operare sulla
pagina principale di twitter.com.
Tramite Twitter, in modo facile ed immediato, si possono tenere i contatti con gli amici,
conoscere altre persone, scambiare opinioni, chiedere informazioni, condividere link
interessanti.
Per registrarsi (gratuitamente) su Twitter, come su altri social network, è sufficiente
seguire le istruzioni dettate nel sito.
Alcuni fra i social network in maggiore evidenza per quel che concerne la diffusione nel
mondo, sono quelli di seguito elencati:
 Facebook ha quasi colonizzato l’Europa ed praticamente il social network
di riferimento nel panorama italiano
 QQ domina in Cina e, con i suoi 300 milioni di utenti, è il più grande
social network del pianeta
 MySpace tra i primi social network attivi, ha perso la sua leadership
 V Kontakte è il social network predominante nel’area Russo-Balcanica
 Orkut è il network sociale di riferimento per le comunità di India e
Brasile
 Hi5 rappresenta la rete sociale in alcune nazioni sudamericane,
(quali Perù, Colombia, Ecuador) ed in altre nazioni, tra le quali annoveriamo
Portogallo, Mongolia e Romania
 Odnoklassniki surclassato da vkontakte sopravvive in alcune repubbliche
dell’ex Unione Sovietica
 Maktoob rimane la più importante community araba

Giocare online
Internet non è solo una grandissima biblioteca, un’inesauribile fonte di notizie, oserei dire,
un “motore” delle dinamiche della democrazia, rendendo disponibile a tutti ed in tempi
brevissimi saperi e informazioni; internet è anche attività ludica e ricreativa.
Infatti, una delle attività tra quelle maggiormente esercitate in internet è giocare, ovvero
utilizzare il computer come uno strumento di gioco, collegati alla rete.

basate sulle API Application Programming Interface (Interfaccia di Programmazione di un'Applicazione), di Twitter.
Twitter è stato creato nel marzo 2006 dalla Obvious Corporation di San Francisco
12
un blog è un sito internet nel quale l'autore pubblica, come fosse un diario online, i propri pensieri, opinioni
riflessioni, considerazioni, assieme, eventualmente, ad altri documenti digitali, come immagini o video. Il termine blog
è la contrazione di web-log, ovvero "traccia su rete".
Esistono diversi tipi di siti che permettono di giocare online, taluni a pagamento talaltri
gratuiti, nei quali è possibile giocare, da soli oppure con altre persone che nel medesimo
istante siano collegate allo stesso sito.
Tra gli innumerevoli siti, in una classifica internazionale, ove è possibile giocare online,
uno tra i più frequentati, se non il primo assoluto, è Yahoo.
Per giocare online è sufficiente (avviene la stessa cosa per altri siti) collegarsi al sito,
www.yahoo.it, cliccare sull'icona giochi e scegliere un gioco

dall'elenco.

Nell'esempio ho cliccato su Scacchi.

Nel caso di Yahoo le faccine nell’elenco, a


sinistra del titolo del gioco stanno a indicare la
possibilità di giocare con una o più persone
online (modalità multiplayer) oppure che
sarà possibile giocare da soli o contro il
computer.

Nella
generalità
dei casi è
possibile
“leggere”
una breve descrizione del gioco prima di iniziare a
giocare. Per quel che concerne Yahoo è necessario
registrarsi sul sito, ottenendo un ID (usename e
password).
GOOGLE SQUARED: La ricerca tabellare proposta da Google

Google Squared è la nuovissima modalità di ricerca, detta tabellare13, proposta dal


colosso Google, disponibile al momento solo in inglese.
I risultati dalla ricerca risultano sviluppati su una tabella (ordinata su righe e colonne) ed è
possibile interagire per personalizzarli. Collegandosi alla pagina web
www.google.com/squared e digitando, in lingua inglese, una stringa di ricerca, per
esempio “states of the world” si otterrà una tabella, nella cui prima colonna saranno
elencati i nomi di alcuni stati del mondo e nelle successive colonne risulteranno indicati
alcuni dati, tra questi dati un’immagine, la città capitale del Paese, l’indicazione del
presidente, relativi agli stati.

A partire dall’ultima colonna vuota sarà possibile implementare uno o più dati, digitandolo
artatamente oppure scegliendolo tra le proposte in un elenco a discesa.
Per esempio, cliccando sul nome di un campo sarà aggiunta
la colonna suggerita.
Qualora una delle colonne proposte per default non fosse
interessante è possibile “nasconderla”, cliccando sulla
relativa crocetta.
In basso, osservando l'ultima riga, si evince che anche
questa è dotata di una casella vuota alla quale corrisponde
un menu da cui è possibile scegliere l’aggiunta di una o più
righe, scegliendo Add these 10 suggestions o Add next 10
item .

13
Con il termine ricerca tabellare si classificano quei problemi la cui soluzione è determinata da un insieme di
risposte. Esistono svariati algoritmi che effettuano la ricerca della soluzione, caratterizzati in variegato modo, a
seconda che i dati siano ordinati, disordinati, con ricerca sequenziale o di altro tipo.
Saranno aggiunte, in tal modo, ulteriori nuove righe; come
per le colonne, anche le righe possono essere nascoste
cliccando sulle relative crocette, poste all'estrema sinistra
della riga medesima.

Se si dispone di un Account Google sarà, altresì, possibile


salvare le ricerche effettuate, semplicemente cliccando sul
pulsante Save, posto in alto a destra della tabella. Le
ricerche salvate si potranno richiamare in un secondo momento, cliccando sulla voce
Saved Squares, mediante la quale sarà aperto un menu a discesa dal quale si potrà
accedere alle ricerche precedentemente salvate.

I MOTORI DI RICERCA: Reperire informazioni su Internet

Secondo la società inglese Netcraft, che ogni


mese, mediante un sistema automatico che
cerca di recuperare tutti i siti Internet attivi, rileva
i server Internet esistenti, a fine giugno 2009
erano online 238.027.855 siti.
Nell’aprile 2008 la Netcraft aveva rilevato 165.719.150 siti, in base a questi dati si è
ottenuto un incremento del 44%.
E’ molto più difficile stabilire il numero delle pagine web esistenti, in quanto tale numero
varia molto rapidamente: nonostante ciò, Google, indicizzando le singole pagine, ha
toccato, nell’estate del 2008, quota mille miliardi di pagine web14.
Nel 1998, quando debuttò Google, le pagine web erano circa 26 milioni ed hanno
raggiunto il traguardo del miliardo nel 2000.
A partire da tali grandissimi numeri è lecito porsi la domanda circa come si possa trovare
la particolare informazione che ci interessa? Il modo più facile e rapido per ricercare
informazioni su internet è consultare particolari pagine web, note con il nome di motori di
ricerca, il cui codice, basato su algoritmi proprietari e database, analizza il web utilizzando
dei programmi detti crawler (o spider o robot), che, in un modo metodico e automatizzato,
si occupano di visitare automaticamente gli URL contenuti nel database (quindi quelli
consecutivi all'interno dei documenti analizzati) inserendo successivamente nel database
tutte le informazioni "sensibili" della pagina (il contenuto testuale e/o varie informazioni
sulla stessa pagina).

14
Quando Google esordì, nel “lontano” 1998, le pagine web erano circa 26 milioni; il traguardo del miliardo di pagine
web è stato raggiunto nel 2000.
Alcuni tra i motori di ricerca maggiormente utilizzati sono:
Yahoo! http://it.yahoo.com/ Google http://www.google.it/
Lycos http://www.lycos.it/ Excite http://www.excite.it/
AltaVista http://it.altavista.com/ MSN Search http://www.bing.com/?cc=it
Virgilio http://www.virgilio.it/ Arianna http://arianna.libero.it/

Esempi di motori di ricerca “customizzabili” per usi particolari, per esempio per precipui
utilizzi aziendali, alcuni di essi scritti in ambito open source, sono
Northern Light http://www.northernlight.com/ LookSmart http://www.looksmart.com/
htDig http://www.htdig.org/ Nutch http://lucene.apache.org/nutch/
Egothor http://www.egothor.org/ OpenFTS http://openfts.sourceforge.net/

E’ possibile consultare un apposito sito che si occupa di motori di ricerca cliccando


http://www.motoridiricerca.it/

USARE I MOTORI DI RICERCA


E’ davvero assai semplice utilizzare un motore di ricerca: si apre la pagina principale di un
motore di ricerca, per esempio www.google.it, si digita la “parola chiave” nella casella di
ricerca, quindi si digita il tasto invio sulla tastiera oppure si clicca sul pulsante cerca. Il
motore genererà una pagina web nella saranno elencati gli URL di 10 pagine web che si
trovano nel suo archivio, che contengono la stringa ricercata; Nella stessa pagina
otterremo, altresì, l’informazione relativa a quante pagine sono state trovate
complessivamente.
Per consultare le pagine trovate si deve cliccare su uno dei titoli trovati.

RAFFINARE LA RICERCA
E’ possibile raffinare la ricerca, utilizzando un numero maggiore di “parole chiave” per
specificare quello che si vuole trovare. Tale modalità richiede l’uso di particolari SIMBOLI,
che hanno significati simili a quelli delle congiunzioni della lingua parlata, utilizzati nei
linguaggi di programmazione, nei fogli elettronici ed in altre applicazioni, per costruire
condizioni complesse a partire da una o più condizioni semplici tali simboli prendono il
nome di “operatori logici” o booleani.
Il motore di ricerca seleziona solo le pagine che contengono lo specifico lemma digitato:
per esempio, digitiamo la “parola chiave” CELLULARE15 nella casella di ricerca, quindi
clicchiamo sul pulsante cerca nella pagina web. Il motore di ricerca ha “individuato”
13.700.000 risultati per il lemma cellulare, avendo indicato anche risultati che
probabilmente nulla hanno a che fare con la nostra ricerca.
Per eseguire una ricerca più mirata possiamo digitare più parole chiave; se, per esempio
digitiamo i due lemmi CELLULARE e BATTERIA i risultati si riducono a circa 2.670.000.
E’ possibile notificare al motore di ricerca di NON considerare quei risultati le cui pagine
contengano una o più parole specifiche; per effettuare tale notifica ed escludere
determinate parole è necessario farle precedere dal segno meno.

15
La ricerca è stata effettuata con Google, nel novembre del 2009: i risultati potranno essere molto diversi a date
distanti da questa indicata.
Navigare in Internet
Seguendo l’esempio sopra descritto, se desideriamo che nelle pagine trovate non sia
contenuta la parola hotel, nella casella di ricerca dobbiamo digitare CELLULARE BATTERIA -
PREZZO; i risultati diminuiranno (nell'esempio si riducono a circa 702.000).

Un altro modo per “filtrare” i risultati relativi all'informazione che ricerchiamo consiste nel
racchiudere le parole chiave(che in questo modo saranno considerate una parola unica)
tra virgolette. Così facendo il motore di ricerca seleziona solo le pagine che contengono
esattamente la frase digitata: nel nostro esempio, digitando ”BATTERIA PER CELLULARE”
sono state segnalate “solo” 74.500 pagine (omettendo le virgolette le pagine trovate
sarebbero molte di più (689.000 nell'esempio).
Ovviamente, non ci sono limiti sul numero delle parole chiave che si possono utilizzare e
sulle modalità di filtrare i risultati.

LE DIRECTORY
L'alternativa alla ricerca di informazioni su Internet mediante i motori di ricerca è la
consultazione delle Directory: siti che catalogano in modo sistematico e ragionato altri siti,
in base ai temi trattati, in cui l’inserimento dei dati avviene manualmente e nei quali è il
redattore della directory ad effettuare la scelta di inserire o meno un indirizzo nel “suo”
database. Alcuni esempi di directory sono:
Open Directory http://www.dmoz.org/ About.com http://www.about.com/
Google Directory http://www.google.it/dirhp Segnaweb http://www.segnaweb.it/
Katalogo http://www.mooseek.com/index.php IlTrovatore http://www.iltrovatore.it/