Sei sulla pagina 1di 3

Salve, l 28 maggio 2014

Al Sig. Sindaco della Citt di SALVE


c/o Sede Municiale
!"0#0 Salve $le%
Al &'e(idente dell)A*+ LE/8
,ng Antonio Coola
c/o Comune di -'ica(e
...a &i(anelli !"0"/ -'ica(e
,ng Emanuele 0o'gia
*e(on(a1ile unico del 'ocedimento A*+ Le/8
A tutti i Con(iglie'i comunali della Citt di Salve
+ggetto2 +SSE*VA3,+4, E &*+&+S-E ALLA CA*-A 5E, SE*V,3,
$'ela.ione (ugli o11lig6i di (e'vi.io% 'edatto dall) ,ng. Emanuele
0o'gia e' l)am1ito di 'accolta ottimale A*+ LE/8 'elative al
te''ito'io di Salve

Lassociazione Legambiente Giglio delle dune sez. di Salve considera la
carta dei servizi in oggetto un Documento preliminare da considerarsi
come bozza di contratto. Pertanto in assenza di obiettivi intermedi e finali
della percentuale di raccolta ottimale, dei tempi e dei costi per ogni voce, il
nostro documento non intende entrare in merito a delle osservazioni di tipo
tecnico.
Le linee guida generali su cui impostare tutto il contratto a nostro avviso
sono:
1. Processo di informazione, coinvolgimento e
responsabilizzazione dei cittadini utenti e del personale
addetto
2. Strategia Rifiuti Zero. Il comune di Salve con altri 5 comuni
del capo di Leuca (Pat, Gagliano, Alessano, Corsano, Tiggiano) a adottato
la strategia Rifiuti Zero, promossa dal !omune di
!apannori, Lucca. "essuna azione di sensibilizzazione e di
coinvolgimento # stata realizzata per dare un forte impulso
alla problematica .
Giglio delle dune sez. di Salve -Lecce
Cod. Fiscale 90025360752
$. Premiare ci produce meno rifiuti. !i produce pi% rifiuti
deve pagare di pi%. &uesto # il punto pi% importante ce
dovrebbe stimolare i cittadini a differenziare maggiormente.
'vviamente il problema # di ridurre il pi% possibile
l(indifferenziato (se l(umido viene separato)
*. Riduzione e riciclo possono creare una nuova economia. La
discarica e il recupero energetico devono essere le soluzioni
pi% costose, +uindi da evitare.
5. Il centro del nuovo sistema # il !!R (centro comunale
raccolta) dove il cittadino apprende una nuova
metodologia di conferimento dei rifiuti , ne conosce la
tipologia, diventa parte attiva nel risparmio,guadagno e
nella salvaguardia del territorio.
Premettiamo ance ce la carta dei servizi in oggetto non pu! prescindere
dallecocentro comunale "##$% ancora inesistente e da un impianto di
compostaggio a breve distanza "ancora inesistente%.
$ evidente ce &uesto tipo di impianto sarebbe in grado di diminuire &uasi il
'()"organico* ramaglie% della &uantit+ di rifiuti consegnata in discarica, ma
la scarsa informazione ai cittadini rendera piu difficile la separazione per
tipologia del rifiuto. Per motivare il cittadino , importante inoltre &uantificare
la frazione organica sottratta al normale sistema di raccolta mediante l(auto
compostaggio domestico ce riteniamo il migliore sistema per ridurre il
conferimento in discarica e aumentare la percentuale di differenziata, in
&uesto senso il monitoraggio e la distribuzione di ulteriori compostiere , di
fondamentale importanza.

Dalle tabelle allegate allo scema si evince ce il costo della
biostabilizzazione per Salve , molto pi- alto ce per i comuni con popolazioni
paragonabili "Salve: ./0,1' a testa2 #orsano: .3/,'1% Le disposizioni della
#arta dei servizi non affrontano il problema per ridurre sensibilmente i
costi di tutta la filiera. 4 cittadini di Salve anno dovuto pagare euro 30 a testa
per il costo di stoccaggio di #D5 mentre i cittadini #orsano $uro 0,60. $
ciaro ce piu si produce e piu si paga con il risultato di alti guadagni da
parte di ci si occupa del processo di smaltimento con conseguenti ricarici
sulle bollette dei cittadini.
7 Salve abbiamo una produzione pro8capite del doppio di altri comuni del
#apo di Leuca: circa 11( 9g. di rifiuti indifferenziati lanno a testa 8 0 volte la
&uantit+ di tal &uale prodotta dai comuni italiani ricicloni: 4l flusso di
turisti durante la stagione estiva non , sufficiente a giustificare &uesta doppia
produzione rispetto ai comuni vicini.
4nfatti la S4;<7=4>?$ 7;;<7L$ nonostante goda di unavviata raccolta
porta a porta da circa un decennio non a mai superato il 30) e presenta
numerose criticit+:
3% <mido nellindifferenziata,
@% Precariet+ di raccolta nelle campagne e nelle marine legata alla necessita
di interventi urgenti e di costi elevati
/% 4n merito ai materiali di risulta di lavori edili, raccomandiamo
lapplicazione delle norme in materia, in sede di rilascio del permesso a
costruire ce prevede la tracciabilit+ dei rifiuti.
'% Sistema ritiro ingombranti da migliorare, soprattutto nellinformazione al
cittadino.
0% Aancata ciarezza sulla tipologia del rifiuto da conferire.
1%#ontrollo a campione calendarizzato su tutti gli utenti.
6% $ necessario inoltre specificare la percentuale di bilancio da dedicare alla
partecipazione e allinformazione cosB come suggerito "es. (,/) del budget
annuale% dallo stesso scema dei servizi regionale, ce non deve essere una
tantum ma periodica con continui feed bacC "almeno @ volte lanno%,
D% Eare in modo ce lazienda appaltatrice sia motivata a ritirare tutto e bene
i vari materiali differenziati. Per &uesto suggeriamo ce il gestore trattenga il
6() di &uesti utili e si faccia carico delle spese di separazione e valorizzazione, il
rimanente /() a livello di utili, andrebbe ai comuni.
7L;54 7SP$;;4 D$L #>?;57;;> 57##>A7?D7;4 D7LL> S#F$A7
D$LL7 #75;7 D$4 S$5G4=4 5$G4>?7L$ $ ?>? P5$S$?;4 ?$LL7
H>==7 D$LL75> L$ID
Punti 1.-.$.1* dello scema regionale . ?ella presente bozza dell75> ILeD
mancano i riferimenti ai principali parametri di valutazione per il servizio di
raccolta: copertura del servizio, numero di cassonetti, mezzi e volumi di
compattazione, sistemi di rilevazione e pesatura, personale specializzato,
addetti e organizzazione.
La garanzia della continuit+ del servizio (1.-.$.15)
5ispetto di tutte le norme di legge in materia (1.-.$.1.)
;abella riassuntiva degli standard di servizio (1.-.$.1/)
P$5 4L D45$;;4G>
D4 L$G7AH4$?;$ S7LG$
Ponzetta Giovanni