Sei sulla pagina 1di 2

Anno 4 - Numero 5 (37) MAGGIO 2009 - Il primo periodico italiano dedicato esclusivamente alla narrativa interattiva - www.librogame.altervista.

org

Addetti ai lavori. “La Bibliothèque des Aventuriers” intervista il “papà” di Misteri d’Oriente

Headline e la “belle époque” dei librogame


“Nuove avventure del Prete Gianni? Sono già state scritte. Ho proposto alla EL di pubblicarle, senza successo”
Traduzione di Luca Deganello (Krenim) del libro fra chi aveva voglia di scrivere (perché
alcuni non lo volevano fare). Alla fine, solitamen-
Doug Headline è il suo vero nome o solo uno te Dominique e io, rileggevamo i manoscritti per
pseudonimo? unificare lo stile.
Ho persino fatto acquistare ad Hachette qualche
Headline è la traduzione inglese di Manchette, titolo inglese o americano poi inserito nei catalo-
il mio vero nome. Mio padre, l’autore di romanzi ghi Haute Tensine o Livre de Poche, per esempio
neri Jean-Patrick Manchette, aveva anche lui usa- la serie inglese Falcon (Epervier in francese), che
to prima di me lo pseudonimo Shuto Headline, aveva per eroe un agente segreto che viaggiava
che significa Manchette in giapponese e inglese... nel tempo, che era davvero eccellente. Ho anche
Ho assunto questo pseudonimo nel ‘79 o nell’80, sviluppato per loro, con François Marcela-Froide-
quando ho iniziato a lavorare nella stampa per val, un grosso progetto di gdr legato a romanzi
non far svalutare il suo nome e per non approfit- che avrebbe dovuto fare concorrenza a “Uno
tare della sua notorietà senza averne il merito. sguardo nel buio”, un gioco tedesco accoppiato a
Doug invece viene da Douglas Fairbanks, un at- una serie di romanzi che andava bene all’epoca.
tore muto che mi piace molto, che aveva anche Ma questo progetto non si è mai materializzato.
lui un figlio chiamato Douglas Fairbanks... E mi
sembra che l’associazione dei due sia un trucco Potete parlarci delle origini della serie? Il Pre-
inventato con Jean-Pierre Dionnet, un bel gior- te Gianni che vi è menzionato è lo stesso Prete
no su Métal Hurlant. Tutto questo si perde un po’ Gianni che si dice avesse fondato un reame
nella notte dei tempi... Oggi tutto quello che re- paradisiaco e di cui parla Umberto Eco nel suo
sta è il nome, sono 25 anni che lo uso. libro “Baudolino”?

Che formazione di base ha avuto? In effetti il Prete Gianni è un personaggio miste-


rioso che si potrebbe trovare bene con Eco (non
Ho preso un diploma in lingue e poi mi sono ho ancora letto Baudolino) e con Pierre Benoît,
iscritto ad un Deug [Diplôme d’Études Universi- l’autore di “L’Atlantide” [Atlantida] (che lo pone
taires Générales, un nostro corso di laurea breve in Africa) o con Jack Kirby che la fa apparire in
più o meno] in inglese e psicologia (entrambi i un numero dei Fantastici Quattro alla fine degli
corsi allo stesso tempo). Nel corso di questi stu- anni ‘60... La sua vera identità è sconosciuta, ma
di mi sono talmente annoiato che ho iniziato ad nel Medioevo, i viaggiatori occidentali che torna-
andare al cinema più volte al giorno. Non ho por- vano dall’Asia centrale (di solito monaci france-
tato a termine nessun diploma, ma ho visto molti scani), cominciarono a riportare l’esistenza d’un
film... Una formazione ideale se si vuole scrivere regno misterioso (a volte chiamato Shangri-La)
un librogame. dalle immense ricchezze il cui re, il Prete Gianni,
era un cristiano che aveva convertito tutti i suoi
Può dirci qualcosa di più su di lei e su Domini- sudditi al cristianesimo.
que Monrocq? Probabilmente tutto questo è un’invenzione
e pare invece che il Prete Gianni non fosse che
Dominique Monrocq era proprio come me un Wang Khan, un nobile mongolo contemporaneo
gran cinefilo, e aveva collaborato alla fanzine di a Genghis Khan (uno dei suoi zii credo), che s’era
cinema di Christophe Gans “Rhésus 0”. Credo sia in effetti convertito al cristianesimo (la cosa non
stato lui a presentarmi a Christophe. In seguito è nemmeno certa). Ma le voci arrivarono fino alla
abbiamo prodotto tutti insieme il mensile Starfix. corte papale e nei secoli che seguirono viaggia-
Avevamo tutti fra i 20 ed i 22 anni, nel 1982. Do- tori, mercanti e crociati cercarono invano il rea-
minique fu redattore di Starfix nel primo periodo me cristiano in terra barbara... Il miraggio delle
in cui io ne ero caporedattore (dal numero 1 al 9 ricchezze e l’alibi del fervore cristiano furono suf-
credo). Poi, quando mi hanno assunto ad Hachet- ficienti ad eccitare l’immaginazione degli avven-
te per la loro collana gli ho proposto di partecipa- turieri e degli scrittori. Il nome del Prete Gianni è
re alla scrittura di libri dato che l’avevo già visto Le “numero uno” delle serie di Headline approdate in Italia tornato a farsi sentire periodicamente fra il 1200
all’opera e so che scriveva bene e velocemente. ed il 1900 senza che si potesse mai discernere la
aperto e l’idea di questi “libri in cui tu sei ecc...” di il lancio di una collana: “Le Prêtre Jean” e “Super- sua vera natura.
Come siete arrivati a scrivere librogame? concezione francese, funzionanti su basi diverse pouvoirs”. Il mistero che circonda il personaggio mi parve
dai loro equivalenti inglesi, gli era piaciuta. Fra ideale per reinventarlo e fargli vivere un percor-
Come lettore avevo sempre avuto un notevole l’83 e l’84 la moda era al suo picco e Gallimard Su ogni serie lavoravate in diversi autori, qual so iniziatico (e a volte umoristico) attraverso i
entusiasmo per i primi librigioco inglesi che ave- incassava milioni con questa formula che entu- era il vostro ruolo? tre continenti in un Medioevo popolato da leg-
vo letto nell’edizione Penguin prima e in quelle siasmava i lettori (più di due milioni di libriga- gende e da creature sovrannaturali. Si trattava di
Gallimard poi. Mi sono detto che era un vero ge- me venduti in Francia in quegli anni se non mi Il mio ruolo in tutti i progetti è stato a volte quello fare un libro interattivo non storico (ci fu qualche
nere letterario ai suoi primi passi, una forma nuo- sbaglio...) Ditis mi mise quindi in contatto con di co-autore e supervisore di tutti i libri, il revisore tentativo piuttosto noioso all’incirca nello stesso
va e molto stimolante. Ho soprattutto apprezzato Jean-Claude Dubost che all’epoca era il diretto- dei manoscritti di tutti (un lavoro che condivide- periodo), ma piuttosto vicino al romanzo seriale
le opere di Steve Jackson, ma ci sono stati molti re di Hachette Jeunesse e che oggi è diventato il vo con Dominique Monrocq sui librigioco Haute o feuilleton. L’idea dell’Occhio magico, oltre alla
altri tentativi interessanti e mi sono domanda- direttore di tutto il gruppo Havas Poche (Pocket, Tensione il più delle volte), il selezionatore d’idee natura di crociato del personaggio, provenivano
to perché non si provava a scrivere qualcosa di Fleuve Noir, ecc...). per la produzione di nuovi libri o serie e infine il più o meno direttamente dal fumetto di Stan Lee
simile in Francia, cose un po’ meno basate sulla Allora sviluppai per Dubost un certo numero di reclutamento di collaboratori destinati a lavorare e Jack Kirby se mi ricordo bene. Ecco qui le ori-
tipologia di D&D e un po’ più su un modello “alla serie, poi riunii un’equipe di autori in grado di alla redazione o all’illustrazione delle varie ope- gini.
francese”. scrivere le opere. Fra le mie idee certe non sono re.
La collana “Maître du Jeu” è un’idea che avevo state accettate: in particolare mi ricordo di un Il lavoro di concezione in gruppo, che consisteva Nel secondo volume, “L’occhio della sfinge”,
proposto a Frédéric Ditis, un grosso editore del progetto di serie simile a “Elric di Melniboné” in allegre sedute di scambio d’idee pazzesche, c’è un paragrafo in un si cade in una frattura
dopoguerra oggi scomparso che all’epoca dirige- con una spada che divorava anime... La lista di era francamente la parte più divertente. In segui- spazio-temporale e si è uccisi da un elicottero,
va il gruppo Hachette Littérature. Questo signo- proposte fatte deve esserci ancora da qualche to a questo, a seconda delle occasioni, si riparti- ma apparentemente non c’è un solo paragra-
re di circa 70 anni possedeva uno spirito molto parte. Due idee parvero adeguate a Dubost per vano i compiti e si suddividevano le varie parti fo che conduce lì. Si tratta di un errore?

1
Headline e la “belle époque” dei librogame
corridoio di fianco della stanza in cui le donne masto deluso... Ho lavorato a lungo nell’editoria
delle pulizie ponevano i loro attrezzi di lavoro, fra l’85 ed il ‘90: Actuel, Rock & Folk, Libération,
alternando riunioni di lavoro notturno, partite di The Face, ecc. e alla radio: un anno e mezzo di una
D&D e sessioni frenetiche di scrittura. Una not- trasmissione settimanale di due ore che portavo
CONTINUA DALLA PRIMA PAGINA te i sorveglianti dell’edificio hanno trovato me e avanti con Karl Zéro “Géant Gratuit” su Europe 1.
Dominique Monrocq a battere furiosamente su Nell’87 ho creato una casa editrice di fumetti, le
No, in ogni libro si trova un paragrafo inaccessibi- geva un ballo in costume... Da qui la confusione due macchine da scrivere verso le sei del mattino edizioni Zenda, che hanno pubblicato 130 album
le che avevamo chiamato “la sezione maledetta”, fra i passeggeri vestiti da gorilla e supereroi e il per terminare un testo di Superpoteri che dove- (di cui diversi anche buoni...) che andavano da
a cui era impossibile accedere normalmente a vero gorilla e i veri supereroi... Lo so, la cosa pare va partire il giorno dopo per la stampa. Ci han- un’integrale di Prince Valiant alle Cronache della
meno che non si leggesse tutto il libro dall’inizio assurda, ma non mi dispiaceva. Avevamo preso no detto che vedere qualcuno lavorare tutta la Luna Nera di Froideval e Ledroit o ai primi albi di
alla fine, cosa che trovavamo piuttosto improba- sicurezza e le cose sarebbero andate sempre me- notte in quell’edificio non si era mai visto in tutta Stan & Vince. Ho scritto la sceneggiatura di alcuni
bile. Il paragrafo era quindi solitamente ridicolo e glio credo, peccato che abbiamo dovuto mollare la storia dell’Hachette (suppongo comunque si albi di fumetti. Ho tradotto qualche romanzo e
sopra le righe. Era una gag riservata ai lettori più la cosa. sbagliassero)... un’enorme biografia di Clint Eastwood per Pres-
assidui come... Voi! Quello fu un periodo molto agitato, ma anche ses de la Cité.
Perché queste serie sono state interrotte? molto allegro... Sono tornato ad essere caporedattore di Starfix
Tre libri della saga del Prete Gianni non sono Si trattò di una vostra scelta o della volontà nell’89 e ci son rimasto fino alla fine del giornale
mai stati stampati. Qual era il seguito delle dell’editore? Quali sono le ragioni per cui i librogame di nel ‘90. Ho scritto un libro sull’attore James Ste-
sue avventure dopo aver lasciato l’India nel Haute Tension si sono fermati e sono prose- wart per le edizioni Veyrier nel ‘91 e una raccolta
quinto volume? I libri vendevano bene (almeno 50 mila pezzi per guiti su Livre de Poche? di pensieri sul regista John Cassavetes nel ‘93 per
titolo) ma Dubost fu vittima del turnover di di- le edizioni Ramsay. Nel 1992 ho iniziato a realiz-
La “saga del Prete Gianni” era composta nelle no- rigenti fra i grandi gruppi. Lasciò Hachette e fu Fu una decisione di politica commerciale presa zare con il mio amico Dominique Cazenave dei
stre intenzioni da 8 volumi. Dopo l’India l’itinera- sostituito dalla sua posizione a capo di Hachette da Hachette. La cosa è corrisposta al tentativo documentari per Canal +: ritratti di John Cassave-
rio dell’eroe sarebbe proseguito nel sesto volume Jeunesse da un altro editore, B. Hessel, che pro- da parte loro di espandere il catalogo di Livre tes, Jeanne Moreau, Lino Ventura, Bernard Blier,
in Cina (scritto da Headline-Collin-Monrocq), nel veniva dal settore commerciale che non credeva de Poche Jeunesse spingendolo verso la fascia Claude Chabrol, ecc... Nel 1994 ho lanciato per le
settimo nel cuore delle steppe dell’Asia centrale affatto ai librigioco. di clienti più elevata e di liberarsi un po’ del mar- edizioni Payot & rivages le collane Rivages Fan-
(scritto da Headline-Pagel con un incontro con Le due serie citate furono dunque sospese as- chio Haute Tension, che era una creazione di Du- tasy e Payot SF per cui ho già pubblicato una ses-
Genghis Khan) e si sarebbe concluso nell’ottavo sieme ad altre tre che avremmo dovuto lanciare bost che il successore voleva togliere di mezzo. santina di romanzi fantastici fantasy o SF (Clive
intitolato “Shangri-La”, in Tibet, nel reame il cui nell’85 (assieme a nuovi autori che si erano uniti Ci fu un lungo studio di marketing condotto da Barker, Tad Williams, Robert Jordan, Jack Vance,
nome si attribuisce spesso come creato dal Prete al gruppo) su Livre de Poche jeunesse: Sinbad questo soggetto che si concluse con il lancio di ecc).
Gianni. (firmato da Headline-Pagel-Gordon, 1 volume nuove serie su Livre de Poche, ma tutto si fermò Nel 1996, vedendo Crying Freeman di Christo-
Tutti questi libri sono stati lasciati a stati d’avan- prodotto), Légendes et maléfices (firmato Headli- troppo in fretta per conoscere il potenziale reale phe Gans, mi sono detto che se Christophe aveva
zamento diversi. Credo che esista un manoscritto ne-Salvetti, 1 volume prodotto) e La Loi du Sabre di quella nuova formula. Un vero peccato, perché avuto il coraggio di battersi per fare del cinema
quasi completo del sesto volume. Il settimo deve (firmato Headline-Cambier-Verhoest, 2 volumi il marchio Livre de Poche era più piacevole di ed era riuscito a creare un film così bello, avrei
esistere in pezzi, così come l’ottavo che mi sem- prodotti). Anche qui credo che il numero 3 di Loi quello di Haute Tension. dovuto anch’io provare a fare film, che è sempre
bra fosse già in lavorazione perché era la conclu- du sabre e soprattutto il numero 2 di Légendes et stata la mia vera passione. Ho dunque interrot-
sione della serie e perché alcuni dei personaggi Maléfices (eccellente!) fossero finiti (e persino già Conserva articoli sui librogame apparsi sulla to i documentari nel ‘97 e ho iniziato a scrivere
e degli oggetti apparsi nei sette libri precedenti illustrati) ma sono rimasti lì! (Un piccolo errore di stampa all’epoca? sceneggiature che si sono però rivelate troppo
avrebbero dovuto fare la loro ricomparsa. (Un Doug Headline, il 3 di Loi du Sabre è stato pub- “di genere”, ecc. Per passare infine all’azione, ho
po’ come quello che aveva fatto Steve Jackson blicato, n.d.r.). Ho da qualche parte un grosso dossier sugli arti- realizzato un cortometraggio nel ‘99, poi ho in-
nell’ultimo libro della sua eccellente serie in Infine avevo sviluppato con Hélène Amalric, l’at- coli sulle nostre serie che presentavano degli elo- contrato un produttore simpatico che cercava
quattro parti “Sortilegio”). tuale direttrice di J’ai Lu, che era allora l’assisten- gi, stranamente erano apparsi anche su stampa un film dell’orrore a basso budget da finanziare.
te del direttore di Masque, una serie di romanzi non specializzata come France Soir o JDD... Dopo essermi visto rifiutare numerosi soggetti e
Ha mai cercato di far ripartire la saga del Prete interattivi per adulti che avrebbe dovuto uscire Mi ricordo anche che Dominique ed io siamo ar- uno script completo giudicato troppo sofistica-
Gianni e di portarla a compimento? sotto il marchio Livre de Poche e per cui diversi rivati in televisione durante una trasmissione po- to, mi sono detto che se volevo girare qualcosa
titoli furono scritti e mai pubblicati: un’avventu- meridiana presentata da Jean-Claude Narcy, in dovevo soddisfare quanto mi chiedevano. Di
Avevo provato 10 anni fa a convincere l’editore ra giornalistica firmata da Rémi Favret, reporter cui la febbre dei libri interattivi era affrontata con conseguenza, assieme al cosceneggiatore Benoît
italiano della saga di finanziarne il seguito, per- di Match e di Figaro, oggi purtroppo sparito, un grande serietà da gente che non sapeva minima- Lestang, ho rivisto verso il basso gli obiettivi arti-
ché la serie andava bene là, ma questo non ha libro firmato da Michel Pagel sul tema del gioco mente di cosa trattassero... Una cosa assurda, mi stici in funzione delle richieste del produttore e
portato a nulla. del Killer, una corsa-inseguimento comica firma- piacerebbe avere la VHS! del distributore e nel 2002 è uscito Brocéliande...
ta Karl Zéro, un enigma in camera chiusa firmato Nello stesso periodo abbiamo fatto con Karl Zéro
Può parlarci un po’ della seconda serie pubbli- da Stéphane Salvetti e altri che probabilmente delle trasmissioni radiofoniche interattive pilota Ha altri progetti in corso di realizzazione?
cata da Haute Tension “Superpoteri” ? ora dimentico. Tutti questi libri esistono allo sta- sullo stesso principio di Europe 1 e RTL. Una cosa
to di manoscritto completo o di prova di stampa. incredibile, tutti volevano essere interattivi, per Mi piacerebbe continuare a scrivere e a realizzare
In parallelo al Prete Gianni avevamo pubblicato Peccato che nessuno abbia avuto la possibilità di un po’ fu una vera moda. film di ogni sorta ma in Francia è davvero diffici-
due volumi della serie “Superpoteri” che avrebbe leggerli, forse un giorno... le trovare un finanziatore per pellicole simili. Ci
dovuto concludersi col terzo, anche questo pro- Il dirigente di Hachette che decise di gettare tutti Ha mai conosciuto altri autori stranieri o fran- sono molti soggetti che mi piacerebbe trattare,
gettato e “scenarizzato”. Anche qui esistono testi questi manoscritti e di fermare completamente cesi? ma creare un film è infinitamente più complicato
preparatori. Questa serie, ispirata principalmente ciò che chiamava “gli interattivi”, dimostrò una che creare un libro, perché richiede molto più de-
dai comic americani, mi piaceva molto perché si mancanza di preveggenza che ha dell’incredibi- Ho incontrato una volta Jackson al salone del li- naro e la partecipazione di molta più gente che
poteva creare un personaggio ispirato ai supere- le, perché i librogame Gallimard hanno continua- bro di Parigi credo. Siamo stati presentati e non ogni volta occorre un miracolo. Spero d’aver la
roi Marvel combinando diversi poteri a scelta fra to a vendere, certo in misura minore, ma sempre siamo andati molto oltre; m’è sembrato che aves- possibilità di far altro, ma per quello è necessario
quelli disponibili: super forza, visione notturna, con successo. Purtroppo per noi il nostro lavoro se l’idea che tutti gli altri autori che cercavano di trovare buoni produttori e continuo a cercarli...
metamorfosi ecc. Avevamo anche lanciato un ha fatto le spese della sua scarsità di vedute. scrivere quel tipo di libri gli avessero sottratto
concorso fra i lettori per designare il supereroe l’idea e che si sentisse la sola persona in grado di Quali sono i suoi progetti futuri?
che avevano creato. Le creazioni più originali Si ricorda un aneddoto particolare dell’epo- scrivere buoni librogame. Può darsi abbia anche
avrebbero vinto un premio. Ricevemmo migliaia ca? ragione… Continuare a lavorare nell’ambito cinematografi-
di risposte! co e forse, in alternativa, nell’editoria, e condurre
Quei libri non erano affatto male, la costruzione L’immobile Hachette occupava allora la parte Cos’ha fatto dopo la sospensione dei librigio- una vita famigliare un po’ più normale e poter
era più sofisticata e il tono più umoristico in certi dell’edificio che fa angolo fra boulevard Saint co di Hachette? guadagnare un po’ meglio da vivere...
momenti virava verso il delirante. Superpoteri 3 Germain e boulevard saint Michel diventato ora
doveva includere una scena memorabile di un sede della Fnac. Noi ci lavoravamo come forsen- Ho aspettato che qualcuno mi domandasse di Copyright: http://www.bibliotheque-des-aven-
gorilla a bordo di un treno in corsa su cui si svol- nati, schiacciati in un piccolo ufficio in fondo a un continuare la saga del Prete Gianni, ma sono ri- turiers.com

MUOOOAAHAHAHA! Salve, miei cari amici 2 metri di altezza per 442,9 libbre di
pazzi! Oggi voglio raccontarvi di un carne, che mi ha sfiancato dopo pochi
contest di alto pregio cui ho preso secondi e ha vanificato l’ardita posi-
parte, il celebre Campionato delle Bove zione del loto che avevo scelto per
Presidente
di Toran, che si svolge annualmente in impressionare la giuria, crollandomi
Francesco Di Lazzaro (Prodocevano)
quell’orrida città. La gara vede parte- addosso e fratturandomi due vertebre.
prodocevano@librogame.net
cipare alcuni tra i migliori stalloni A vincere la contesa è stato il solito
della regione, tra i quali ovviamen- strafottente Ramas, che ha ammalia-
Caporedattore
te il sottoscritto! Le virtù amatorie to le giurate con la sua muscolatu-
Alberto Orsini (Dragan)
e fisiche dei partecipanti sono messe ra scolpita ed è riuscito a tenere con
dragan@librogame.net
a durissima prova, dovendo infatti i la forza delle sue braccia nientemeno
contendenti cimentarsi con prestazio- che la pingue Levitays la cartomante,
Ha collaborato:
ni erotiche con alcune tra le donne 500 libbre di peso!
Luca Deganello (Krenim)
più grasse e pesanti del Magnamund! Gli ho però sentito mormorare parole
krenim@katamail.com
L’ultimo che resta in piedi senza sve- incomprensibili come forza, levitazio-
---
nire o vomitare si aggiudica il trofeo, ne, rete invisibile e persino mano di
Testata in attesa di registrazione
una cameriera cicciona giak affetta fuoco, per cui sospetto abbia imbro-
L’ ANGOLO
magazine@librogame.net
da cimurro. gliato. Per vendicarmi, ho usato come
Volete sapere com’è andata? Purtroppo carta da toilette la sua tunica verde

DEL PAZZO
un sorteggio sfortunato mi ha messo che aveva tolto per esibirsi, lascian-
in un girone di ferro e mi è capita- dogliela irrecuperabilmente impregna-
ta la temuta “Piumetta” la taverniera, ta. Harrrrrrrrrrrrrr!!!

Interessi correlati