Sei sulla pagina 1di 2

Piano di lavoro 2009 - 2010 prof.

Marco Cattaruzza CTP Alfieri Incerti La Spezia

ASCOLTO LETTURA INTERAZIONE ORALE

Riesco a capire discorsi di una certa Riesco a leggere articoli e relazioni su Riesco a comunicare con un grado di
lunghezza e conferenze e a seguire questioni d’attualità in cui l’autore spontaneità e scioltezza sufficiente
argomentazioni anche complesse pur- prende posizione ed esprime un punto per interagire in modo normale con
ché di vista determinato. parlanti nativi. Riesco a partecipare
il tema mi sia relativamente familia- Riesco a comprendere un testo narra- attivamente a una discussione
re. Riesco a capire la maggior parte tivo contemporaneo in contesti familiari, esponendo e
dei notiziari e delle trasmissioni TV sostenendo le mie opinioni.
che riguardano fatti d’attualità e la
maggior parte dei film in lingua stan-
dard.

PRODUZIONE ORALE PRODUZIONE SCRITTA

Riesco a esprimermi in modo chiaro e Riesco a scrivere testi chiari e artico- Livello B2 quadro europeo
articolato su una vasta gamma di ar- lati su un’ampia gamma di argomenti
gomenti che mi interessano. che mi interessano. Riesco a scrivere delle lingue
Riesco a esprimere un’opinione su un saggi e relazioni, fornendo informa-
argomento d’attualità, indicando van- zioni e ragioni a favore o
taggi e svantaggi delle diverse opzio- contro una determinata opinione.
ni. Riesco a scrivere lettere mettendo in
evidenza il significato che attribuisco
personalmente agli avvenimenti e alle
esperienze.

Strutture. Futuro semplce. Congiuntivo presente in dipendenza da verbi uno stato d’animo,incertez-
za,locuzione (è difficile che),espressioni impersonali (sembra che). Periodo ipotetico della realtà.
Condizionale composto.Imperativo formale. Posizione dei pronomi con l’imperativo formale. L’infini-
to per dare un ordine. Dal verbo al nome. Congiuntivo passato. Il futuro anteriore. Funzioni dell’av-
verbio insomma. Congiuntivo imperfetto. Pronome relativo che. Periodo ipotetico della possibilità.
Formazione degli avverbi in -mente. uso del futuro per esprimere scetticismo. Né...né. Una decina,
un centinaio, una trentina. Frasi scisse. Connettivi: quando con valore avversativo; altrimenti, allo-
ra, per esempio, insomma, in fondo. Pronome relativo cui. Passato remoto. Connettivi concessivi:
anche se, nonostante, sebbene, malgrado. Pronome relativo il quale. Forma passiva. Congiuntivo
trapassato. Periodo ipotetico dell’irrealtà. Discorso indiretto. Chi pronome relativo doppio.
Funzioni. Leggere un giornale. Parlare del futuro. Esprimere stati d’animo. Esprimere ipotesi reali.
Scrivere biglietti per accettare o rifiutare un invito. Parlare di progetti non realizzati. dare consigli
in modo formale. Dare un ordine a un pubblico generico. Parlare al telefono. Protestare e scusarsi.
Scrivere una lettera di reclamo. Dire la propria opinione su un film. Leggere recensioni di film.
Esprimere un’ipotesi. Parlare di libri. Esprimere un dubbio o una supposizione. Fare obiezioni. Espri-
mere accordo. Riassumere informazioni. Esprimere il proprio punto di vista su un argomento di at-
tualità. Esprimere un contrasto. Indicare i secoli. Leggere un testo espositivo. Leggere un testo ar-
gomentativo. Leggere un testo narrativo. Parlare dell’apprendimento di una lingua straniera. Espri-
mere ipotesi non realizzabili. Sintetizzare informazioni. Riferire quanto detto da altri.
Fonetica e ortografia. Divisione in sillabe. Elisione. Troncamento. Intonazione: entusiasmo o ironia?
Esclamazioni. Le virgolette.
Temi. I giornali. Cerco casa. Andiamo al cinema. Letture e lettori. Italiani. Esclamazioni. Le virgolet-
te. L’italiano per tutti.
Metodo. Dalla pratica delle abilità linguistiche alla formalizzazione attraverso l’apprendimento co-
operativo
Materiali: Patota - Romanelli, “Percorso Italia - vol. B1-B2 “ Novara, De Agostini 2008 ; schede pro-
dotte dal docente fornite in fotocopia
Pagina 2

I: Ufficio Via Ufficio CAP Ufficio Città Ufficio Stato Ufficio Nazione e: Ufficio E-mail