Sei sulla pagina 1di 0

C

erimonie nella notte del


solstizio. Riti esoterici. Ri-
cerca di civilt perdute.
Molte leggende nere sono
sorte su Hitler e sul nazismo. Si va
da chi convinto che il Fhrer fos-
se posseduto dal demonio a chi so-
stiene che abbia avuto contatti con
extraterrestri. Linteresse di alcuni
gerarchi per gli oggetti magici
ha ispirato film come I predatori
dellarca perduta. Ma quanto c
di vero, nei legami tra nazismo ed
esoterismo?
LOrdine nero
Culti degli antichi Germani, ce-
rimonie segrete e riti di divinazio-
ne in realt non sono mancati. Ma
quasi tutte le manifestazioni del-
loccultismo nazista sono dovute
a un solo uomo: Heinrich Him-
mler, lesaltato comandante delle
SS, impregnato di teorie esoteri-
che e di fantastoria. Himmler
era convinto di essere lincarna-
zione di Enrico lUccellatore, re
dei Germani spiega il politologo
Giorgio Galli, autore di Hitler e il
nazismo magico. Voleva trasfor-
mare llite delle sue SS in un nuo-
vo Ordine dei Templari. Per que-
sto scelse il castello di Wewelsburg,
in Westfalia (Germania), dal peri-
metro a forma di punta di lancia,
per farne un centro sacro dove for-
giare llite SS. Qui, ai guerrieri
arianiveniva insegnato luso del-
le rune, lantica scrittura magica
del Nord Europa: il simbolo scelto
per le SS proprio la runa che in-
dica la vittoria (una Sstilizzata).
A Wewelsburg si svolgevano ceri-
monie ispirate ai culti dei Germa-
ni. Nella notte del solstizio desta-
te le SS celebravano, con fal nel-
la foresta, il dio della guerra Odi-
no. Al solstizio dinverno si
59
05/2003
Lupo: II
Divisione SS.
Il sacrificio
dei martiri.
Protezione:
per le madri.
Morte: sulle
tombe di SS.
Il segno
della fede.
Famiglia: SS,
Ufficio Razza.
Rito di mezzanotte:
le reclute SS fanno
il giuramento.
Gerarchi con la mania
dellocculto. Teorie
fantastiche su civilt
e poteri perduti. Sono
le componenti meno
note del Terzo Reich.
Mistero
I segreti del nazismo magico: miti, ricerche, riti delle SS
Hitler, il Graal
e lultima Thule

Miniatura
della
Tavola
Rotonda:
al centro,
il Graal.
Il Fhrer della Germania
Adolf Hitler con il suo stato
maggiore. Alla sua sinistra, il suo
amico e delfino, Rudolf Hess.
La svastica,
antico segno
solare.
Le rune (lantica scrittura del Nord). Furono usate dai nazisti come simbolo di uffici e divisioni SS.
Vittoria: il
simbolo SS.
ripeteva la cerimonia dellaria
soffocante, ispirata a riti tibetani:
12 ufficiali SS bruciavano uno sten-
dardo insanguinato e dal fumo
traevano presagi.
Nuova religione
Alla corte di Himmler si muo-
vevano veggenti e occultisti. Co-
me il suo consigliere Karl Maria
Wiligut: sosteneva di avere una
memoria medianico-ancestrale
delle sue vite passate di capo ger-
manico. Himmler credeva davve-
ro in queste teorie sottolinea
Massimo Introvigne, direttore del
Cesnur, Centro studi nuove reli-
gioni. E Hitler? Era affascinato
da questi temi. Ma, pi che altro,
voleva usarli in chiave po-
litica. Lasciando agire Himmler,
puntava a creare una religione
nazistae ariana, neopagana, con
nuovi miti e riti, che avrebbe sosti-
tuito le fedi tradizionali.
La ricerca del Graal
E Himmler patrocin le iniziati-
ve pi incredibili: dalle ricerche di
oggetti magici a quelle di antiche
civilt. Come una missione per tro-
vare le tracce del Graal, simbolo
mistico cristiano (forse la coppa
dove fu raccolto il sangue di Cri-
sto). La ricerca del Graal da parte
dei nazisti ha fatto nascere una
leggenda nera. Ha ispirato per-
fino un film, Indiana Jones e lulti-
ma crociata. Anche in questo caso,
liniziativa fu di Himmler che so-
stenne le ricerche di un archeologo
appassionato di occulto, Otto
Rahn. Membro delle SS, Rahn cer-
cava il Graal nel sud della Fran-
cia. Secondo la sua teoria, i Tem-
plari lo avevano trovato in Terra
Santa e portato qui: i suoi ultimi
custodi sarebbero stati i ctari, ere-
tici perseguitati dalla Chiesa. Rahn
esplor la loro ultima roccaforte, il
castello di Montsgur. Cercava i
loro tesori e il Graal, ma la leg-
genda che lega i ctari al Graal, in-
ventata di sana pianta, ha comin-
ciato a circolare ai primi del 900.
Himmler, che si interessava a tutte
le teorie di fantastoria, si appas-
sion anche a quelle di Rahn
spiega Introvigne. Lo scopo ulti-
mo? Mostrare i ctari come di-
fensori di un cristianesimo auten-
tico, di cui il Graal era il simbolo,
perseguitato dalla Chiesa romana.
Un cristianesimo ariano, di cui i
nazisti erano eredi dice Galli.
Di questa ricerca si comin-
ciato poi a parlare dopo la guer-
ra dice Introvigne. E sono nate
ricostruzioni fantasiose. Per esem-
pio, stata persino collegata alla
ricerca del Graal la tragedia di
Oradour-sur-Glane, in Francia, do-
ve le SS perquisirono
tutte le case, rastrel-
La seduta per
trovare il Duce
U
na corte di veggenti
gravitava attorno ai
credenti del Reich: Rudolf
Hess e Heinrich Himmler.
Hess si faceva programmare
tutto dagli astrologi spiega il
politologo Giorgio Galli. Anche
Himmler si affidava a essi.
Pendolino. Quando i nazisti
decisero di liberare Mussolini,
imprigionato nel 1943 (in vari
luoghi, poi sul Gran Sasso),
Himmler riun un gruppo di
veggenti, astrologi e radieste-
sisti. Le ricerche col
pendolino dovevano scoprire
dovera prigioniero il Duce.
Si era diffusa la voce che
anche Hitler prendesse le sue
decisoni su consiglio degli
astrologi dice Galli. Non era
vero, ma i servizi segreti
inglesi arruolarono
comunque veggenti per
prevedere cosa gli astrologi
avrebbero detto a Hitler.
Heinrich Himmler, il capo delle SS, si
credeva lincarnazione di un re dei Germani
I gerarchi scettici...
Gli uomini chiave del Reich
non avevano manie occultistiche:
Joseph Goebbels (1), Martin
Bormann (2), Hermann Goering (3).
...e i
fanatici
Rudolf Hess (1)
e Heinrich
Himmler (3)
erano fanatici
dellocculto.
Hitler (2) ne era
affascinato,
ma soprattutto
in giovent.

Mussolini individuato e liberato


dalle SS sul Gran Sasso.
Dalla storia
ai film
I predatori
dellarca
perduta:
nel film i nazisti
cercano
di impadronirsi
dellArca
dellalleanza,
dai poteri
sovrannaturali.
1
2
3
1
2
3
S
NO
lando e uccidendo 642 abitanti. Fu
unatroce rappresaglia per azioni
partigiane, in realt. Ma la scelta
di questo paesino come obiettivo
ha fatto nascere lipotesi che le SS
stessero cercando qui il Graal.
Citt sepolte
Daltra parte, vero che emis-
sari del Reich arrivarono fin sulle
montagne del Tibet e nel deserto
di Gobi. Dietro le spedizioni, sem-
pre Himmler. Si cercavano le ori-
gini della razza ariana. Himmler
contatt lo studioso Sven Hedin:
nel 34, Hedin guid una missione
nel deserto di Gobi (Mongolia),
per cercare le tracce di antiche ci-
vilt ariane. Nel 1938, lo studioso
Ernst Schfer arriv in Tibet: esa-
min gli indigeni cercandovi i trat-
ti dellantica razza ariana, studi
gli sciamani, raccolse leggende.
Himmler e i suoi credevano che
in Oriente ci fosse anche altro: re-
gni sotterranei, popolati da mae-
stri sconosciuti dai poteri straor-
dinari. Le teorie su questi centri si
erano diffuse. Vari personaggi (co-
me la sedicente medium Helena
Blavatskij), mescolando tradi-
zioni buddiste e incre-
dibili teorie di fan-
tastoria, parlavano
di luoghi come Shambal-
lah, nel deserto di Gobi, dove vi-
vevano i maestri della razza ariana.
O Agarthi, regno sotterraneo na-
scosto sotto lHimalaya, dove go-
vernava il Re del mondo. I nazisti
dellentourage di Himmler erano
convinti che esistessero questi re-
gni, questi maestri sconosciuti. E
che il Re del mondo fosse ariano
dice Introvigne. Himmler cre
lAhnenerbe, una sezione SS nata
per fare ricerche sulla preistoria
degli ariani.
La destra occulta
Adolf Hitler credeva a queste
teorie? Di certo, si era formato nei
gruppi della destra austriaca e te-
desca dellepoca, permeati di eso-
terismo. Era interessato alloc-
culto. Ma non ci sono prove che
credesse nellesistenza e nellotte-
nimento di poteri paranormali per-
duti. Era invece convinto di avere
un destino personale: sollevare la
Germania dallabisso spiega Gal-
li. Nella sua formazione iniziale,
messa poi in secondo piano, sta-
ta forte linfluenza di ambienti che
mescolavano esoterismo, fantasto-
ria, razzismo, antisemitismo.
Alcuni membri del primo par-
tito nazista provenivano proprio
da una societ esoterica imbevuta
di queste dottrine: la Thule.Virgilio
parlava di ultima Thuleper indi-
care la terra dellestremo nord. Per
il fondatore della societ nata nel
1918, Rudolf von Sebottendorf,
lultima Thule era lIslanda: il pre-
sunto rifugio degli ultimi Germani,
membri della razza superiore che
aveva dominato il mondo. Dal Ti-
bet allIslanda, i nazisti non ave-
vano le idee chiare su dove cerca-
re gli antenati ariani...
Sebottendorf parlava ai mem-
bri della Thule di dei e di sangue
germanico, di rune e dellimpla-
cabile nemico: Giuda. La Thule
derivava infatti da una societ se-
greta antisemita, il Germanenor-
den, lOrdine dei Germani. I mem-
bri partecipavano a rituali indos-
sando tuniche bianche ed elmi.
Obiettivo: combattere gli ebrei.
Erano membri della Societ Thule
i nazisti della prima ora. Come
molti esponenti del partito Dap,
Deutsche Arbeiterpartei, fondato
nel 1919, in cui entr Hitler e che
divent poi il partito nazista nel
20. Hitler fiss il simbolo del nuo-
vo partito: la svastica, gi simbolo
della Thule. Hitler era vicino alla
societ, non un socio dice Galli.
Ma nella Thule cera Rudolf
Hess, il delfino di Hitler.Vicino al
Fhrer dallinizio, Hess era un fa-
natico dellocculto, convinto di fa-
re parte di una cerchia di iniziati.
Non tutti ci credono
Bisogna per ricordare che le
manie occultiste non erano condi-
vise dagli uomini chiave del Reich.
Anzi, gli altri gerarchi erano scet-
tici puntualizza Introvigne. Co-
me il maresciallo Hermann Goe-
ring, lassistente di Hitler, Martin
Bormann, e il ministro della pro-
paganda Joseph Goebbels. Nei
suoi diari dice di Hess: Uno scioc-
co come questo era il sostituto del
Fhrer... Le sue lettere sono co-
sparse di teorie di occultismo mal
digerito. Per Goebbels, astrolo-
gia e cerimonie germanicheera-
no utili solo come propaganda.
Giovanna Camardo
62
05/2003
Per saperne di pi:
Nicholas Goodrick-Clarke, Le radici
occulte del nazismo (Sugarco).
Giorgio Galli, Hitler e il nazismo ma-
gico (Rizzoli). Da Thule al nazismo.
Fecero varie
spedizioni
in Asia, per
cercare gli
antichi ariani
Viaggio
in Tibet
Ernst Schfer
(nel cerchio)
in missione in
Tibet, con altri
ufficiali tedeschi
e monaci
tibetani.
Studi i volti
degli indigeni,
cercando le
origini ariane.
Simboli magici
A destra, un vessillo
SS. Sotto, un libro (di
Hans-Jrgen Lange) su
Otto Rahn e il Graal.
Il castello
di Wewelsburg,
sede delle SS.

I
nazisti si impadroni-
rono di un oggetto
mitico. La lancia di
Longino, con cui il
centurione romano
Longino avrebbe trapas-
sato il costato di Cristo;
per le leggende,
unarma di potere.
Reliquia. A Vienna era
conservata una reliquia
considerata la lancia santa (a
sinistra. Nella foto grande, un
quadro raffigurante la
scoperta della lancia santa).
Dopo lannessione dellAu-
stria, nel 1938, i nazisti
portarono la lancia a
Norimberga, in Germania, in
una cripta. Venne recuperata
alla fine della guerra.
Furto della
lancia santa
Gruner und Jahr - Mondadori SpA. Tut t i i dirit t i di propriet let t eraria e art ist ica riservat i.
Gruner und Jahr-Mondadori Spa
G ru n e r u n d J a h r-M o n d a d o ri S p A.
C o rso M o n fo rte , 5 4 - 2 0 1 2 2 M ila n o
E la b o ra zio n e ELEVER SRL
Gruner und Jahr - Mondadori SpA
Tut t i i dirit t i di propriet let t eraria e art ist ica riservat i.
G ru n e r u n d J a h r-M o n d a d o ri S p A
C o rso M o n fo rte , 5 4 - 2 0 1 2 2 M ila n o
Gruner und Jahr-Mondadori Spa
E la b o ra zio n e ELEVER SRL