Sei sulla pagina 1di 6

TECNOLOGIE

ZigBee standard di trasmissione emergente: una rivoluzione in atto?

ELISA ALESSIO MAURA TUROLLA

Venerd, 9 dicembre 2005: sulle principali testate giornalistiche italiane ed internazionali viene annunciata la ZSIM, SIM card grazie alla quale nel prossimo futuro i cellulari potranno parlare con gli elettrodomestici (il Mattino) o comandare decoder e computer (Il Sole 24 Ore). Grazie alla nuova SIM card, ideata e progettata nei laboratori di Telecom Italia in Torino, il terminale potr in completa sicurezza connettersi, dialogare, monitorare e controllare reti personali di oggetti siano essi apparati, impianti elettrici e di riscaldamento, sensori locali. Questa ZSIM, utilizza il nuovo standard di trasmissione radio ZigBee (ape che va a zigzag), pensato per fare interagire i dispositivi a basso costo in un raggio che varia dai pochi centimetri alle decine di metri. Ma di che si tratta? seguiteci nella lettura di queste pagine per scoprire le potenzialit di questa tecnologia e i possibili scenari che la soluzione ZSIM consente.

1. La tecnologia
ZigBee una tecnologia radio di prossimit nata nel 2004, dalla necessit di definire uno standard di comunicazione wireless per la creazione di reti di micro-dispositivi che rispondano ai seguenti paradigmi: bassi costi, consumi limitati, utilizzo di frequenze libere, scalabilit, affidabilit, interoperabilit e sicurezza. ZigBee opera su frequenze libere della banda UHF (868 e 915 MHz) e ISM (2.4 GHz), con velocit di trasmissione dati che arrivano al massimo a 250 kbit/s. Essendo una tecnologia di prossimit, il raggio di azione non supera le decine di metri su singola tratta (single-hop), ma si estende a chilometri se si sfrutta il multi-hop , cio la

possibilit di far transitare linformazione da un nodo allaltro fino al nodo destinazione, che, non trovandosi nel raggio dazione del nodo sorgente, non pu essere raggiunto direttamente. ZigBee nato per realizzare reti di tipo Wireless Personal Area Network (WPAN), cio reti personali di dispositivi intelligenti e multifunzione, in grado di integrare sensori ed attuatori per la traduzione in dati di stimoli esterni di varia natura, che si riconfigurano dinamicamente per formare reti ad hoc , adattabili al contesto in cui si inseriscono. Le caratteristiche principali di reti di questo tipo sono ladattabilit e la flessibilit, proprie del termine ad hoc, in cui i nodi si auto-configurano, cio si uniscono ad una rete e scoprono in maniera automatica il loro ruolo allinterno della rete stessa.

NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 15 n. 1 - Giugno 2006

117

ALESSIO TUROLLA ZigBee standard di trasmissione emergente: una rivoluzione in atto?

energetico. ZigBee garantisce consumi limitati (dellordine di qualche decina di mA) quando i nodi sono attivi in trasmissione/ricezione e permette modalit di risparmio energetico (con consumi minori di 1 mA), in cui il nodo pu essere messo in stato dormiente (sleep mode) e risvegliarsi, per esempio in base ad un timer prestabilito. Questo consente di avere tempi di vita dei dispositivi medio-lunghi, che arrivano anche ad alcuni anni per quelle applicazioni in cui il nodo ha un tempo di attivit (duty cycle) basso: un esempio potrebbe essere una rete di sensori distribuiti sul territorio per il monitoraggio di parametri ambientali, in cui i nodi si risvegliano solo per il tempo necessario alla trasmissione dei campioni prelevati. Spesso si sente parlare di Bluetooth (IEEE 802.15.1) e di ZigBee come di due tecnologie radio per reti personali wireless che si competono. Le differenze principali rispetto alla tecnologia Bluetooth, si possono riassumere nella realizzazione di dispositivi a minore dissipazione di energia e con pi efficienti caratteristiche di connettivit di rete, intese come una veloce riconfigurabilit della rete stessa nel caso di caduta o aggiunta di un nodo ed un maggior numero di dispositivi connessi. Un vantaggio APPLICATION/PROFILES fondamentale di ZigBee, rispetto al APPLICATION FRAMEWORK Bluetooth, la sicurezza che viene ZigBee garantita a tutti i livelli della pila Specification v1.0 December 2004 protocollare, abilitando anche serNETWORKS/SECURITY LAYERS vizi nellambito dei pagamenti e delle transazioni private, in cui la protezione dei dati cruciale. MAC LAYER IEE 802.15.4 Inoltre, rispetto a sistemi Approved May 2004 PHY LAYER Bluetooth , in ZigBee si fa riferimento ad una banda limitata per la trasmissione dei dati (250 kbit/s ZigBee Platform Stack Silicon Application rispetto a 1 Mbit/s), e a tipologie di rete che non si limitano a comunicazioni punto-punto: per questi # of Rx Application Band Coverage Data Modulation Channels Sensitivity motivi, Bluetooth e ZigBee sono da considerarsi come due tecnolo2.4 GHz ISM Worldwide 250 kit/s 15 - 85 dBm O-QPSK gie concepite essenzialmente per ambiti applicativi diversi (tabella 1). 868 MHz Europe 20 kbit/s 1 - 92 dBm BPSK A differenza di altre tecnologie di prossimit quali RFID (Radio 915 MHz ISM Americas 40 kbit/s 10 - 92 dBm BPSK Frequency IDentification), ed in particolare NFC (Near Field Communication), ZigBee permette BPSK = Binary Phase Shift Keying la formazione di reti ad hoc autoISM = Inustrial Scientific and Medical MAC = Medium Access Control configurabili, capillari e pervasive, QPSK = Quadrature Phase Shift Keying con un numero di nodi molto elevato (nominalmente fino a 65.000), che comunicano tra loro con FIGURA 1 Stack protocollare ZigBee e frequenze utilizzate. distanze che vanno da metri (single-hop) a chilometri, sfruttando il multi-hop . Un punto chiave di Un requisito fondamentale per reti di disposiquesta tecnologia rispetto a quella RFID che tivi che devono poter operare anche in ambienti scompare il binomio di tag e lettore, in quanto quaesterni, con costi e tempi di manutenzione molto lunque nodo della rete pu scambiare dati con gli bassi, o essere integrati in sistemi con risorse di altri nodi ed essere configurato tramite software potenza limitate, la riduzione del consumo per svolgere funzioni diverse.

Il protocollo ZigBee stato standardizzato dalla ZigBee Alliance alla fine del 2004 e si basa sullo standard IEEE 802.15.4 (approvato nel 2003) per il livello fisico e il livello di accesso al mezzo condiviso (livello MAC Medium Access Control). La ZigBee Alliance, di cui Telecom Italia fa parte dal luglio 2004, unassociazione non-profit di circa 150 aziende (tra cui Mitsubishi, Motorola, Philips, Siemens, Samsung, Texas Instruments) che operano nel campo di semiconduttori, tecnologia hardware e software, sistemi di comunicazioni, prodotti end-user. Questa alleanza ha elaborato, in collaborazione con IEEE, uno standard aperto finalizzato ad un mercato globale per micro-dispositivi intelligenti in grado di configurarsi in una rete ad hoc e adatti al controllo remoto e allautomazione. Lo stack protocollare ZigBee (figura 1) specifica i livelli di rete, sicurezza e applicazione. La standardizzazione si spinge fino a livello applicativo, definendo profili applicativi specifici che garantiscono linteroperabilit tra produttori diversi che possono coesistere con profili privati proprietari.

118

NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 15 n. 1 - Giugno 2006

ALESSIO TUROLLA ZigBee standard di trasmissione emergente: una rivoluzione in atto?

Bluetooth
Standard Big Rate Range (per single hop) Cost IEEE 802.15.1 2.1 Mbit/s (v.2.0)

WiFi

UWB

IEEE IEEE 802.11b/g 802.15.3 11/54 Mbit/s 480 Mbit/s

<10m

< 100 m

< 40 m

Medium

High

Medium

Security Level Network Topology Energy Consumption

Low Star only Medium

Medium Star typically High

Medium / Medium

Diverse soluzioni per diversi ambiti applicativi RFID = Radio Frequency IDentification UWB = Ultra Wide Band WiFi = Wireless Fidelity

TABELLA 1 Confronto tra tecnologie di prossimit.

La flessibilit e la scalabilit sono garantite anche dal fatto che sono previsti due tipi di nodi: i pi evoluti con piene funzionalit denominati FFD (Fully Function Device) e quelli con funzionalit ridotte (foglie) denominati RFD (Reduced Function Device). Gli FFD possono comunicare con qualsiasi altro nodo, mentre gli RFD possono dialogare solo con gli FFD: in questo modo si possono realizzare diverse tipologie di rete, che non si limitano a semplici configurazioni a stella (star), ma supportano anche reti magliate (mesh) e reti a tipologia mista (cluster tree), in cui sottoreti a stella (un FFD che coordina diversi RFD) si interfacciano mediante collegamenti diretti fra FFD. Le configurazioni di rete proprie di ZigBee (figura 2) prevedono la scelta

Mesh

Star

di un nodo con funzionalit di coordinatore della PAN (Personal Area Network) , ISO/EPC IEEE Global 802.15.4 ZigBee Coordinator, responsabile principalmente della 10 - 50 250 kbit/s kbit/s formazione della rete e della gestione centralizzata della < 80 m < 1 m pass. sicurezza. Gli altri nodi pos(Km per ~ 80 m att. m-hop) sono essere degli instradatori, ZigBee Routers, nel Low Low caso in cui siano connessi con pi di una unit, o semMedium High plici foglie della rete, ZigBee End Device, nel caso di conStar -> Star, Cluster nessione ad un singolo eleReader tree, Mesh mento. Il coordinatore ed i Low Very low nodi instradatori devono quindi e s s e re dis po s it iv i FFD, mentre i nodi foglia possono essere di tipo RFD. Le caratteristiche di auto-configurabilit e autoadattivit permettono alla rete di modificarsi al variare delle condizioni operative e di autoconfigurarsi, scegliendo dinamicamente i nodi e gestendone la connettivit, a seconda dellambiente applicativo. Lutilizzo di tipologie magliate permette di massimizzare laffidabilit complessiva della rete, garantendo la possibilit di distribuire linformazione su percorsi diversi. Inoltre, attraverso il processo di trasferimento dellinformazione hop-by-hop tra i nodi, possibile arrivare ad una copertura estesa del territorio anche avendo a disposizione singoli collegamenti a portata limitata. Uno dei principali vantaggi di ZigBee rispetto ad altre tecnologie wireless di prossimit, come il Bluetooth, lelevato livello di sicurezza, che viene supportata a livello di collegamento tra due nodi, ma anche a livello rete e applicativo. I servizi di sicurezza forniti da ZigBee includono meccanismi e protocolli per la generazione e il trasporto sicuro delle chiavi, la protezione delle trame e la gestione dei dispositivi. La protezione dei dati garantita da algoritmi di crittografia avanzati (AES a 128 bit) e da meccanismi di integrit e autenticazione per proteggere il tutto da eventuali attacchi provenienti da dispositivi non autorizzati che tentano di accedere alla rete o al contenuto informativo trasmesso. E definito anche un concetto di Trust Center, per la gestione centralizzata della sicurezza, a livello di politiche e aggiornamento delle chiavi.
RFID ZigBee

Cluster Tree

ZigBee coordinator ZigBee Routers ZigBee End Devices

2. Gli ambiti applicativi


Il campo di applicazione vastissimo sia in ambito indoor che outdoor e va dalla domotica allautomazione industriale, dall'elettronica di consumo al Machine to Machine (M2M), fino alle reti di sensori per il monitoraggio dellambiente.

FIGURA 2 Topologie di rete ZigBee.

NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 15 n. 1 - Giugno 2006

119

ALESSIO TUROLLA ZigBee standard di trasmissione emergente: una rivoluzione in atto?

Nella figura 3 sono indic a t e l e p r i n c i p a l i a re e applicative, tra cui particolarmente interessanti sono Remote Control: anche gli utilizzi nel settore TV dellhealth-care per la teleVCR DVD/CD assistenza ed il monitoragSecurity Access gio dei pazienti in ambito Control bio-medicale, ma in geneAUTOMOTIVE APPLIANCE rale per applicazioni in cui i CONTROL BUILDING sensori ZigBee sono penAUTOMATION sati per migliorare la qualit della vita di ciascun individuo. Nella figura 4 si pu osservare una previsione della crescita di mercato di HEALTHCARE ZigBee, suddivisa per settori ENVIRONMENTAL MONITORING applicativi. Per garantire linteroperabilit tra prodotti di forni- Security - Air Conditioning tori diversi, la ZigBee Control - Lightining Alliance prevede la crea- Access Control zione di profili applicativi - Appliance Control INDUSTRIAL HOME CONTROL AUTOMATION standard: il primo profilo che verr standardizzato ( e n t ro l a p r i m a m e t d e l 2006) sar quello di automazione domestica per il FIGURA 3 Applicazioni ZigBee. controllo di impianti di illuminazione, di riscaldamento e condizionamento e 3. ZigBee dentro il telefonino di altri sensori ed attuatori utilizzabili in ambito residenziale. Lintegrazione della tecnologia Zigbee sui termiTramite la tecnologia ZigBee sar possibile nali consente allutente di interagire direttamente quindi accendere e spegnere le luci di casa, con le reti ad hoc e di sensori presenti nellamcontrollare da remoto elettrodomestici e altri biente, aprendo importanti scenari applicativi e di apparati quali il televisore o il digitale terreutilizzo. Therabyte di dati, veicolati attraverso le reti stre, per esempio per la programmazione, lacdelloperatore verso i centri servizi, vengono racquisto e la visualizzazione di contenuti multicolti, correlati ed elaborati, trasformandosi in informediali. mazioni utili per il nostro vivere quotidiano. In ambito outdoor ci si sposta dalla casa Si creano cos sistemi di reti eterogenee nei ad ambienti esterni quali la citt, per arrivare ad quali le Wireless Personal Area Networks e le reti un paradigma di citt digitale intelligente, in cui la tecnologia ZigBee pu essere utilizzata per: monitoraggio dei para1,200 metri ambientali, quali Home Automation, 57% la temperatura, linquiOptimistic 1,000 Home Networking, 14% namento, ; servizi di infomobilit, Industrial Automation, 15% 800 come le informazioni di Utilities, 5% viabilit, di turismo, ; 600 Building Automation, 4% Likely pagamenti e gestione CE/Gaming, 3% dei parcheggi; 400 controllo accessi; Pessimistic 200 servizi di mobile-commerce e ticketing, quali il pagamento dei 2003 2004 2005 2006 2007 2008 mezzi di trasporto (bus, treni), laccesso al cinema, teatro, FIGURA 4 Crescita di mercato ZigBee per ambiti applicativi. museo, .
Shipments (millions)

120

NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 15 n. 1 - Giugno 2006

ALESSIO TUROLLA ZigBee standard di trasmissione emergente: una rivoluzione in atto?

tradizionali delloperatore cooperano per monitorare e controllare ambienti Service quali la casa, lauto, la citt. Center NETWORK Il nodo gateway, elemento chiave delOPERATOR linterazione con la rete di distribuzione, INFRASTRUCTURE integrato nellecosistema delloperatore ZigBee pu configurarsi come un terminale Network mobile (Smartphone, PDA - Personal Digital Assistant) o fisso (per esempio, Access Gateway) in cui viene integrato un nodo ZigBee (figura 5). I nodi sensori delle reti ad hoc, come si visto in precedenza in questo articolo, sono tipicamente caratterizzati da FIGURA 5 ZigBee Gateway integrato su terminale. scarse risorse computazionali, di memoria ed energetiche: lintegrazione del nodo gateway su terminale consente ed interferenze grazie ai meccanismi di sicurezza invece di superare tali limitazioni, utilizzando le nativi nello standard ZigBee abbinati alle tecniche risorse del terminale stesso. di autenticazione ed identificazione proprie delle In questo contesto eterogeneo larchitettura di SIM card, quali il codice identificativo conosciuto rete include stazioni base per laccesso alla rete solo dallutilizzatore, il PIN (Personal Identification fissa, terminali fissi e mobili per il trasferimento Number). dellinformazione, nodi di sensori distribuiti; si conSostituendo la SIM tradizionale con una ZSIM il figura perci come unarchitettura ibrida che telefonino si trasforma quindi in un telecomando coniuga laccesso wireless a reti tradizionali con lo intelligente che interagisce con le reti di utilit che scambio di informazioni tipico delle reti ad hoc , ognuno di noi potr creare in un prossimo futuro in sfruttando nuovi paradigmi di instradamento basati casa propria formate da elettrodomestici, compusu architetture gerarchiche. Questi paradigmi fanno ter, stereo, tv, decoder impianti di luci e riscaldaleva su sinergie tra le capacit di trasmissione, e mento. quindi di trasferimento dati, proprie dei nodi sensori e di terminali 2.5/3 G. Loperatore, in questo scenario di rete pervasiva fisso/mobile estesa ad un ambiente sempre pi intelligente, pu giocare cos un ruolo strategico importante, creando un ecosistema unico di cui assumere il controllo, non solo come trasportatore di dati, ma identificandosi come garante di sicurezza e affidabilit (fidelizzazione del cliente) e gestore della personalizzazione ed integrazione con i bisogni e le esigenze dellutente.

4. Telecom Italia e ZigBee : la nostra storia


Abbiamo gi accennato al fatto che Telecom Italia entrata nel luglio 2004 nella Zigbee Alliance, avviando sin da subito attivit di ricerca nei propri laboratori di Torino per studiare e comprendere le potenzialit di questa nuova tecnologia e valorizzarne lo sfruttamento da parte delloperatore. Nei laboratori torinesi nel corso del 2005 si sono realizzati i primi prototipi di periferiche con nodi Zigbee integrabili su terminali commerciali. In particolare stato sviluppato il primo prototipo di ZSIM, nodo ZigBee integrato su SIM card (figura 6), il microchip presente sui terminali mobili che contiene i dati del cliente e i protocolli di connessione alla rete del gestore telefonico. Lintegrazione in una carta SIM offre molteplici vantaggi: la soluzione portabile, in quanto indipendente dal terminale utilizzato, sicura e fortemente correlata allutente ed al suo profilo di servizio. La ZSIM garantisce la sicurezza delle transazioni, perch pu tutelare lutilizzatore da intrusioni

FIGURA 6 Prototipo di ZSIM, SIM con nodo ZigBee integrato.

NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 15 n. 1 - Giugno 2006

121

ALESSIO TUROLLA ZigBee standard di trasmissione emergente: una rivoluzione in atto?

Il telefonino potr interagire con il decoder tv ed acquistare la partita della squadra del cuore, il film preferito oppure consentire la ricarica della smart card prepagata senza pi recarsi ad un punto autorizzato. Con la ZSIM Telecom Italia dar il via ad una nuova generazione di servizi che faciliteranno la vita quotidiana: acquisteremo biglietti al cinema senza pi dover fare lunghe code, accederemo a servizi di e-government, interagiremo con lambiente per monitorare linquinamento e il traffico.

Home Automation & Control


ZigBee Smart Home Lights, HVAC, Domestic appliances Entertainment (e.g. DTT) Healthcare, Tele-assistance Distribution Monitoring & Security Network (e.g. temperature, gas) Mobile Terminal

Service Center

M-Commerce
m-payments (bar, shops, supermarket) m-ticketing (cinema, train, bus)

Z-SIM

Digital Smart City


Access Control Parking payment system Informobility services (e.g. traffic control) Environmental Monitoring Localization

FIGURA 7 ZSIM abilitatore di servizi ICT innovativi.

5. Conclusioni
ZigBee una tecnologia radio emergente che permette la creazione di reti ad hoc di oggetti intelligenti, abilitando una moltitudine di servizi innovativi che spaziano dallautomazione domestica al monitoraggio dellambiente. Grazie allintegrazione di questa tecnologia in terminali fissi e mobili che si configurano come gateway, connettendo il mondo delle reti di sensori alle reti di distribuzione tradizionali delloperatore, linformazione si arricchisce e diventa pervasiva ed accessibile ovunque. Nei laboratori di Torino di Telecom Italia stato ideato e realizzato un prototipo di nodo ZigBee integrato in una SIM card. I limiti di spazio, le problematiche di irradiazione e le risorse limitate che caratterizzano una SIM rappresentano una grande sfida tecnologica. Puntando su una crescente diffusione della tecnologia ZigBee sia in ambienti esterni che interni, le potenzialit dei servizi abilitati dalla ZSIM sono limitate solo dalla fantasia. La ZSIM permetter ad ogni cellulare di trasformarsi in un telecomando in grado di controllare apparati domestici e di interagire con il decoder e la TV per acquistare contenuti multimediali, e di utilizzare i terminali mobili come borsellini elettronici abilitando servizi di m-commerce e ticketing, per esempio, per accedere a cinema e teatri, evitando lunghe file di attesa (figura 7). La ZSIM consentir allutente di interagire direttamente con lambiente che lo circonda, abilitando servizi plug&play, affidabili, sicuri e personalizzati.

ABBREVIAZIONI

BPSK FFD ICT ISM M2M MAC NFC PAN PDA PIN QPSK RFD RFID SIM UHF UWB WPAN

Binary Phase Shift Keying Full Function Device Information and Communications Technology Industrial, Scientific and Medical Machine to Machine Medium Access Control Near Field Communication Personal Area Network Personal Digital Assistant Personal Identification Number Quadrature Phase Shift Keying Reduced Function Device Radio Frequency Identification Subscriber Identity Module Ultra High Frequency Ultra Wide Band Wireless Personal Area Network

Maura Turolla si laureata in ingegneria elettronica presso il Politecnico di Torino. Dal 1985 in CSELT ha progettato circuiti integrati digitali VLSI complessi per applicazioni ICT, in particolare componenti e sottosistemi industriali per applicazioni ATM, Asynchronous Transfer Mode. In Telecom Italia responsabile di Hw e Sw Innovation in Technology/Innovation and Engineering, gestisce attivit e progetti su tecnologie emergenti per terminali mobili, piattaforme HW e SW per terminali, sistemi operativi embedded, ICCARD, RFID e smartdevices. Maura Turolla autrice di numerosi brevetti, ha pubblicato diverse memorie e articoli a congressi internazionali su progettazione VLSI, prototipazione, sviluppi CAD, tecnologie emergenti per terminali ed applicazioni ICT.

Elisa Alessio si laureata con lode in Ingegneria delle Telecomunicazioni presso il Politecnico di Torino nel 2001. Nello stesso anno entrata in TILAB nel gruppo di Networking dellarea System on Chip, occupandosi di Optical Transport Network e di architetture e sviluppo SW per sistemi embedded e soluzioni avanzate di Network Processor. Si occupata di sicurezza dei dati e delle comunicazioni per una soluzione HW/SW di cui stato realizzato un circuito integrato, adatto per essere integrato in sistemi embedded, quali terminali mobili e fissi. Nel 2003 ha iniziato ad occuparsi delle tecnologie radio RFID e ZigBee. Attualmente fa parte dellarea HW and SW Innovation in Telecom Italia Innovation and Engineering Services dove si occupa delle attivit relative alla tecnologia ZigBee e alla sua integrazione nellecosistema delloperatore, tramite lutilizzo di periferiche evolute, quali la ZSIM.

122

NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 15 n. 1 - Giugno 2006