Sei sulla pagina 1di 13

Farmarca_Consorzio di Farmacie della Marca Trevigiana _ Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.

45 _ settembre / ottobre 2010

SOMMARIO
Farmarca Le Notizie Sulla Salute _ n.45 _ settembre / ottobre 2010

EDITORIALE
a cura del Dott. Livio Patelli e Dott. Alessandro Simionato

Pag. 04 -

Il Ruolo dei Consultori nellassistenza

Gestire la Gravidanza
a cura di Maria Sandra Muffato

MAMMA BEVE, BIMBO BEVE


MAMMA BEVE, BIMBO BEVE: questo lo slogan di particolare effetto mediatico che a fine maggio ha accompagnato la campagna contro lalcol in gravidanza promossa dallULSS 9 . E uniniziativa originale in Italia e di forte sensibilizzazione sociale. Soprattutto limmagine provocatoria utilizzata dallagenzia di comunicazione Fabrica ha destato non poche polemiche. Limmagine simbolo infatti un bi cchi ere di s pri tz, il famoso aperitivo veneto, non con lo stecchino e la classica oliva, bens co n un feto anneg ato dal l al co l . E sicuramente questo un messaggio shock, ma liniziativa vuole attirare lattenzione su un problema che sta assumendo dei risvolti sempre pi diffusi. Si stima, infatti, che in Italia il 6 0 % delle donne assume alcol durante il periodo della gravidanza. Se la mamma incinta beve, anche il bimbo che porta in grembo assume alcol, correndo diversi rischi di salute. Dal punto di vista scientifico non ancora stata individuata una quantit sicura di alcol da assumere in gravidanza, ovvero priva di effetti collaterali. Proprio per questo, secondo il principio di precauzione, si consiglia l as tens i o ne to tal e del l a do nna i nci nta dal l as s umere al co l . Avere un figlio rappresenta uno dei momenti pi importanti della vita, pertanto evitare atteggiamenti dannosi alla salute del futuro nascituro, ma anche della stessa madre pu non compromettere questa tappa. Infine, sicuramente fondamentale conoscere gli effetti dannosi dellalcol in gravidanza, e non solo, per bisogna anche capire i motivi che portano molte donne a bere. Saper ascoltare i loro problemi e offrire loro utili consigli pu certamente aiutarle a farle sentire meno sole!

Pag. 08 - Intervista al Dott. Roberto Fraioli

Metodi e Posizioni in Travaglio


a cura di Chiara Cestaro

Pag. 10 - Turni delle Farmacie della Marca

Tutti i Turni delle Farmacie


mesi di settembre e ottobre 2010

Pag. 14 - Un aiuto per la Protezione Cardiovascolare

Menopausa e Cuore
A cura della Redazione

Pag. 16 - Progetto Pilota in Veneto

Acido Folico
a cura di Federico Zanatta

Pag. 18 - Dalla Natura unefficace protezione

Pelle Sensibile e Irritabile


a cura della Redazione

Pag. 20 - Evviva! Si Torna a Casa

Il Post Parto
a cura di Francesca Pinarello

Pag. 21 - Rimedi Omeopatici del Parto e del Puerperio

Omeopatia
a cura di Anna Maria del Pia

Pag. 22 - Risponde il Dott. Roberto Fraioli

La Posta dei Lettori


a cura di Moira Prete

CONSORZIO FARMARCA Via Cortese, 8 - 31100 Treviso - Tel.: 0422.419232 - Fax: 0422.583252 farmarca@farmacietv.it - www.farmarca.it Direzione Generale DMC Agenzia di Pubblicit Piazza Europa Unita, 37 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) Tel. 0423.494066 - Fax 0423.742449 e-mail: dmc@dmccomunicazione.it Referente Redazione Farmarca: Maria Sandra Muffato Responsabile DMC per Farmarca: Paola Bonora

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.45 _ settembre / ottobre 2010

Pag. 03

GESTIRE LA GRAVIDANZA
IL RUOLO DEI CONSULTORI NELLASSISTENZA ALLA GRAVIDANZA E ALLA MATERNIT.
A cura della Dott.ssa Maria Sandra Muffato, farmacista

Interv i s ta al l a Si g . ra Co s tanti n Otel l a, o s t e t ri c a re s p o n s ab i l e de l Pe rc o rs o Nas ci ta pres s o i l co ns ul to ri o di San Do n di Pi av e, ULSS 1 0 e al l a Si g . ra Caus i n Gi o v anna, o s tetri ca pres s o i l co ns ul to ri o del di s tretto di Si l ea, ULSS 9 . La gravidanza un percorso molto delicato nella vita di una coppia; dal momento in cui si decide di avere un figlio fino al momento del parto, fondamentale essere assistiti da persone specializzate, preparate e disponibili a rispondere alle mille domande e agli innumerevoli dubbi delle future mamme e spesso dei loro familiari. Molte donne si rivolgono al ginecologo di fiducia, molte altre vanno nei consultori territoriali per motivi ecoPag. 04

nomici o perch facilmente raggiungibili, ma principalmente perch in queste strutture trovano quattro figure importanti: g i neco l o g o , o s tetri ca, ps i co l o g o ed as s i s tente s o ci al e che le seguiranno durante la gravidanza, il parto ed anche dopo la nascita. Dal l e i nterv i s te emers o che l a futura mamma co ns i dera i mpo rtante l a fi g ura del l o s tetri ca, i n quanto pro pri o l ei che l acco mpag na durante tutta l a g rav i danza co n pro fes s i o nal i t, s ens i bi l i t e pas s i o ne. Chi s i ri v o l g e al co ns ul to ri o di San Do n di Pi av e trova as s i s tenza g ratui ta durante tutto il periodo della gravidanza. Il pri mo co l l o qui o si fa con lostetrica che descrive le indagini e gli esami da fare, che sono

differenziati per la tipologia e per la periodicit, a seconda che la gravidanza sia fisiologica o a rischio. La donna riceve lelenco delle visite, esami ed ecografie in modo da procurarsi le impegnative dal proprio medico e presentarle poi per i vari appuntamenti. Questi vanno fissati con largo anticipo in modo da non rischiare di eseguirli fuori tempo (specialmente lecografia morfologica) e doverli quindi pagare. Alla futura mamma consigliano inoltre il tipo di alimentazione da seguire durante i nove mesi in modo da non aumentare di peso oltre i 7-12 chili previsti dai protocolli. Se la donna non lo assume gi, prescrivono immediatamente lAcido Folico, vitamina essenziale per prevenire i ritardi nello sviluppo neurologico del feto. In seguito la paziente ha il collo-

quio con la ginecologa che esegue la visita di routine. La signora Costantin dice che qui non c una grande richiesta di esami preconcezionali, ma che comunque si possono eseguire tramite il medico del consultorio. Le indicazioni della diagnosi prenatale riguardano due categorie: 1 - presenza di un rischio procreativo per et materna avanzata, per genitore portatore eterozigote di anomalie cromosomiche strutturali, per genitori portatori di anomalie genetiche; 2 - presenza di rischio fetale nel corso della gestazione tra cui familiarit per malattie genetiche, malformazioni fetali evidenziate con lecografia, malattie infettive insorte in gravidanza. Il PERCORSO NASCITA del consultorio di San Don accompagna la donna (e la sua famiglia) dal secondo trimestre di gravidanza al primo anno di vita del bambino; lobiettivo di raggiungere una maggiore consapevolezza del ruolo di genitori. Gli incontri affrontano argomenti diversi e vi partecipano le gestanti ma anche le neo mamme oltre che la psicologa; cos ognuna racconta le proprie esperienze, confida i propri dubbi ed eventuali problemi. Dallo scambio di esperienze emerge sempre, afferma lostetrica Costantin, il concetto che il parto un evento fisiologico che non pu essere inquadrato in un protocollo fisso ma che avviene co s co me di ce l a natura, che o g ni do nna di v ers a e o g ni bambi no di v ers o , per cui la programmazione dellevento (scelta della struttura o del metodo per partorire, carponi, in piedi, in acqua o col metodo tradizionale), ha un senso se deciso dalla mamma ma dipende molto dal tipo di travaglio. Solo se la donna vede la nascita come un evento fisiologico sar in grado di affrontare con serenit il parto e soprattutto lallattamento. Durante il penultimo corso pre-parto, le pazienti visitano la sala parto e il nido e fanno conoscenza con lostetrica che assister al parto. Il consultorio organizza ogni venerd dalle 9.30 alle 12.00 il SALOTTO DELLALLATTAMENTO, incontri in cui le mamme si confrontano tra loro sul numero delle poppate, sui pro- continua a pag. 06
Pag. 05

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.45 _ settembre / ottobre 2010

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.45 _ settembre / ottobre 2010

blemi fisici (ragadi, malesseri) e psicologici (malinconia) che la fase di allattamento comporta. Questo il periodo pi difficile e qui lostetrica aiuta le mamme a portare il rapporto col figlio su un piano istintivo e naturale dicendo che se ascolti il tuo bambino, tutto andr bene!. Nel co ns ul to ri o del di s tretto di Si l ea, possono accedere singoli, coppie e famiglie che vengono seguiti da 4 figure: ginecologo, ostetrica, psicologo ed assistente sociale che garantiscono aiuto e sostegno a qualsiasi problema. Per quanto riguarda larea materna-infantile, ci dice lostetrica Causin, c una fase preconcezionale durante la quale la donna pu rivolgersi al consultorio nel momento in cui desidera avere un figlio; la coppia esegue una s eri e di es ami pres cri tti dal medi co e g ratui ti per determinare eventuali familiarit per alcune malattie. Se ci si verifica, la coppia viene affidata al Co ns ul to ri o di Geneti ca del l o s pedal e Ca Fo ncel l o dove vengono eseguiti i test (es: fibrosi cistica). Se tutto a posto viene prescritto lAcido Folico per tutto il periodo della gravidanza che a questo punto viene programmata. La programmazione consiste in esami ed ecografie da eseguire gratuitamente a scadenze prefissate; alla 38 settimana prevista la bi o metri a fetal e al Ca Foncello; alla 40 settimana pi un giorno viene eseguita la cardi o to co g rafi a, che ausculta il battito fetale e controlla se ci sono contrazioni. I controlli finali vengono eseguiti nella struttura scelta dalla donna per il parto. Gli esami e le ecografie fatti in base al protocollo ministeriale sono gratuiti; ci che esula dal programma a pagamento. Se la gravidanza a rischio, la gestante usufruisce del codice 450 che le d diritto alla completa gratuit dellassistenza. I corsi preparto iniziano al 7 mese e durano 2 mesi, con incontri 1 o 2 volte la settimana. Lo scopo di illustrare le varie strutture ospedaliere tra le quali la gestante pu scegliere la pi adatta a lei. Se ha dei dubbi, lostetrica consiglia di visitare i vari ospedali contattando la collega di turno che seguir la donna. LOspedale di Oderzo organizza un day hospital alla 37 settimana per far conoscere il reparto maternit alla gestante (lo pu fare in quanto esegue meno parti rispetto al Ca Foncello). Ad Oderzo si pu richiedere lanestesia spinale anche durante il travaglio; a
Pag. 06

Treviso la eseguono solo per i parti programmati. Dopo il parto si pu richiedere la v i s i ta do mi ci l i are al momento della registrazione anagrafica del neonato; entro 10 giorni dal parto lostetrica assiste la mamma nella fase di allattamento. Il consultorio di Silea ha creato il Pro g etto Vo l are o l tre i l Bl u, che ha lo scopo di individuare ed aiutare le mamme che nel post parto manifestano malinconia, depressione e baby blu (nota anche come sindrome del terzo giorno; un disturbo transitorio che insorge due/tre giorni dopo il parto caratterizzato da alterazioni dellumore, ansia, irritabilit, tristezza, facilit al pianto. Di norma diminuisce in due/tre settimane e solo in rari casi prosegue fino alla psicosi puerperale). Due mesi dopo il parto ci sono gli incontri collettivi, mamme, bambini e famigliari dove lo scambio di esperienze aiuta a superare i problemi e i dubbi che accompagnano una nuova nascita. Un altro progetto del consultorio di Silea Rel azi o ne madre-bambi no ; un incontro che si pu fare tra gli 0 e i 12 mesi presso lasilo nido di S. Paolo ed organizzato dagli infermieri e a cui partecipano pediatri, ed esperti in psicomotricit per seguire le mamme il pi a lungo possibile. Questo incontro nasce dalla necessit di non perderle, perch, come afferma la Sig.ra Causin, le mamme sono sempre pi sole nel gestire la nuova vita di cui sono responsabili. Per Info rmazi o ni : Co ns ul to ri o ULSS 1 0 , v i a Verdi 5 , S. Do n di Pi av e Venezi a, tel . 0 4 2 1 -2 2 7 8 3 0 Co ns ul to ri o del di s tretto di Si l ea, tel . 0 4 2 2 -3 2 3 6 5 6 Co ns ul to ri o di Vi l l o rba, tel 0 4 2 2 -9 1 3 8 2 0 Di s tretto So ci o Sani tari o n. 4 , v i a Mani n 4 6 , Oderzo , tel . 0 4 2 2 -7 1 5 6 0 5 / 3 9

Per curiosit, domande ed informazioni, invia le tue lettere a: Consorzio Farmarca LO SPECIALISTA RISPONDE Via Cortese, 8 - 31100 Treviso Fax: +39.0422.583252 Oppure invia le tue e-mail a: farmarca@farmacietv.it

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.45 _ settembre / ottobre 2010

METODI E POSIZIONI IN TRAVAGLIO DI PARTO


IN COLLABORAZIONE CON IL DOTT. ROBERTO FRAIOLI, SPECIALISTA IN OSTETRICIA E GINECOLOGIA, RESPONSABILE ATTIVIT SALA PARTO PRESSO L'OSPEDALE VILLA SALUS DI MESTRE VENEZIA.
A cura della Dott.ssa Chiara Cestaro, farmacista

egli ultimi decenni, riemersa la necessit di reinserire il travaglio ed il parto in un contesto pi fisiologico, inteso come naturale momento della vita di una donna: si tratta della cosiddetta "umani zzazi o ne" del parto ospedaliero. Il travaglio e il parto sono un fenomeno dinamico, un succedersi di eventi in cui il movimento adattamento e la staticit non fisiologia. Le p o s i z i o n i as s un t e dal l a g e s t an t e , i ns i eme ag l i al tri fatto ri cl i ni ci , ambi ental i ed emo zi o nal i , i nfl uenzano l 'andamento del trav ag l i o e del parto . Le posizioni verticali, vale a dire quelle con il tronco verticale e con il bacino libero di muoversi, sono le preferite dalle donne di diverse culture fin dal passato (tuttora universalmente in uso al di fuori della cultura occidentale e delle aree in cui questa ha prevalso) e sono varie: in piedi, accovacciata, seduta, su sgabello da parto, inginocchiata, carponi. Infatti, la testa del bambino, nella discesa, deve fare un movimento a spirale all'interno del bacino perci le posizioni verticali e il libero movimento sono le posizioni pi favorevoli per un buon andamento del travaglio. Stando in movimento, facile che siano assunte a tratti posizioni diverse che aiutano il bambino ad adattarsi in modo attivo ai vari piani del bacino che si trova ad attraversare. Uno studio sulle posizioni in travaglio/parto assunto dalle donne mostra come le posizioni che aumentano i diametri del canale del parto sono le preferite dalle gestanti, ad esempio nella posizione accovacciata l 'area del l 'eg res s o pel v i co aumenta di ci rca i l 2 8 %. Nelle posizioni verticali i l do l o re di v i ene pi s o ppo rt abi l e a seguito della possibilit di movimento: di conseguenza, vi un minore ricorso all'uso dell'analgesia farmacologica. Inoltre, rispetto alla posizione supina, ri duce s i g ni fi cati v amente l a durata del peri o do es pul s i v o , sfruttando la forza di gravit. Altri vantaggi della stazione eretta sono: la riduzione

diverse epoche e nei diversi Paesi del mondo, e sicuramente non ne esiste una che sia perfetta, se non quella in cui si trova pi comoda la gestante. Molti ospedali si sono dotati quindi di vari dispositivi che aiutino la donna a mantenere le posizioni verticali, soprattutto quella accovacciata, e che favoriscano la libert di movimento. Tra questi annoveriamo: - la spalliera svedese - la liana entrambe permettono, facendo forza sulle braccia, di scaricare la forza della spinta verso il basso rendendola pi efficace - una grande palla sulla quale la donna si siede mettendo in movimento il bacino, o sulla quale si appoggia in posizione carponi, riducendo il dolore lombare - lo sgabello olandese (Birthmate) - lo sgabello svizzero (Maya) questi consentono di tenere per lungo tempo la posizione accovacciata. La tendenza a voler no rmal i zzare i l parto , ricreando una condizione naturale che coniuga la naturalezza dellacqua a rilevanti benefici sia per la madre che per il neonato, ha incrementato il numero di strutture ospedaliere, anche in Italia, che offrono la possibilit di effettuare il parto in acqua. Questo metodo accessibile a tutte le donne sane, con gravidanze fisiologiche o normali e che presentino un liquido amniotico limpido. I benefici dellimmersione in acqua durante il travaglio sono oggi supportati da prove di efficacia derivanti da studi clinici randomizzati, ovvero di alta qualit, tali da renderlo ormai un metodo scientifico consolidato. La standardizzazione dei parametri, ha selezionato un metodo che non solo favorisce la riduzione degli ambienti medicalizzati, degli interventi ostetrici e delluso di anestesia farmacologica, ma ha considerevolmente accorciato i tempi del travaglio. Le vasche utilizzate per il parto in acqua, sono

caratteristiche per dimensioni, tecniche e specifiche costruttive. Lacqua mantenuta ad una temperatura costante di circa 37, in questo modo il calore rilassa la muscolatura rendendo meno dolorose le contrazioni e accelerando la dilatazione. Il momento giusto per limmersione in acqua nella seconda met del travaglio, quando la dilatazione del collo dellutero superiore ai 3 cm. Anticipare lentrata nella vasca, potrebbe, per eccessivo rilassamento del corpo della partoriente, rallentare le contrazioni e quindi la progressione del parto. Durante il travaglio e il parto nella vasca, la donna ha la possibilit di adottare la posizione che preferisce, muovendosi con pi facilit per effetto stesso dellacqua. Pu pertanto galleggiare, sospesa dal tondoludo posto sotto la nuca e sotto le gambe o aggrapparsi al bordo della vasca rilassandosi nellintervallo tra le contrazioni. E consigliabile beneficiare dei validi effetti dellidroterapia, durante tutta la gravidanza in preparazione al parto; gli esercizi preparatori in ambiente acquatico, per attivazione dei meccanismi fisiologici vascolare e nervoso, sono in grado di attivare apparati ed organi creando un accordo armonioso tra corpo e mente.

della compressione aorto cavale, la presenza di contrazioni uterine pi valide e la distensione graduale del perineo con minori rischi di lacerazione. Del resto vale la pena di ricordare le raccomandazioni dellOMS (Organizzazione Mondiale della Sanit) che dicono: "Non raccomandabile che la donna gravida sia posta nella posizione litotomica dorsale durante travaglio e parto. Il camminare durante il travaglio dovrebbe essere incoraggiato ed ogni donna dovrebbe decidere liberamente la posizione da adottare durante il parto". Varie sono le posizioni adottate dalle donne nelle

Per una maggiore informazione elenchiamo di seguito alcuni Ospedali nel Veneto che praticano come procedura abituale il parto in acqua: Ospedale di Vicenza (VI) Ospedale Noventa (VI) Ospedale di Bussolengo (VR) Ospedale di Conegliano (TV) Ospedale Classificato Villa Salus Venezia Mestre Casa di Cura Pederzoli di Verona (VR) Casa di Cura Pederzoli Ospedale di Peschiera del Garda (VR).

Pag. 08

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.45 _ settembre / ottobre 2010

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.45 _ settembre / ottobre 2010

Pag. 09

Turni di tutte le Farmacie delle U.L.S.S. della provincia di Treviso. (Periodo: settembre - ottobre 2010)

Duty Rotas for all the Pharmacies in the U.L.S.S. of Treviso. (Period: September - October 2010)

I TURNI DELLE FARMACIE


[U.L.S.S. _n.7] Bocca di Strada Cappella Maggiore Cison di Valmarino Codogn Col San Martino Colle
Umberto Conegliano Corbanese Cordignano Falz di Piave Farra di Soligo Follina Francenigo di Gaiarine Fregona Gaiarine Godega S.Urbano Mareno di Piave Miane Moriago della Battaglia Orsago Par di Conegliano Pieve di Soligo Ponte della Priula Refrontolo Revine Lago S.Lucia di Piave S. Pietro di Feletto San Fior San Vendemiano Sarmede Sernaglia della Battaglia Susegana Tarzo Vazzola Vittorio Veneto Zopp di S.Vendemiano.
[dal 3 al 10 settembre 2010] _ [3rd to 10th september 2010] [dal 1 al 8 ottobre 2010] _ [1st to 8th optober 2010]

PHARMACY DUTY ROTAS


[dal 17 al 24 settembre 2010] _ [17th to 24th september 2010] [dal 8 al 15 ottobre 2010] _ [8th to 15th october 2010]

Castelfranco V.to - ALLA GATTA - p.zza Giorgione, 14 Montebelluna - FAGGIONATO - c.so Mazzini, 120 Coste di Maser - SAN GIORGIO - via Bassanese, 189 Resana - PILLA - via Castellana, 10

Castelfranco V.to - ISOLATO - via F.M.Preti, 1 Venegazz del Montello - FEDELE - via Montello, 2 Vedelago - BOSCARINI - via G. Marconi, 10 Ca Rainati - LA CARINATESE - via Risorgimento, 137 Pederobba - GOBBATO - via Roma, 127

[dal 24 settembre al 1 ottobre 2010] _ [24th september to 1st october 2010]

[dal 15 al 22 ottobre 2010] _ [15th to 22nd october 2010]

Conegliano - DE LORENZO - p.le Chiesa S.Pio X Vittorio Veneto - COMUNALE 2 - S. Giacomo di Veglia Pieve di Soligo - SCHIRATTI - p.zza Balbi Valier, 7 San Vendemiano - BENINATO SARTOR - via Roma, 7 Francenigo di G. - FAVERO - via dei Fracassi, 53 Fadalto - ZOIA - via Fadalto Alto, 86
[dal 10 al 17 settembre 2010] _ [10th to 17th september 2010]

Conegliano - LOSEGO - via Cavallotti, 11 Vittorio Veneto - AI FRATI - via G. Garibaldi, 114 Col S.Martino - CALLEGARI - via Treviset, 35 Bocca di Strada - VIGILANTI CAMA - via A. Manzoni, 2 Cappella Maggiore - MARSON - p.zza Vittorio V.to, 34 Vidor - GONELLA - via Montegrappa, 24
[dal 8 al 15 ottobre 2010] _ [8th to 15th optober 2010]

Castelfranco V .to - MONTI ALLAQUILA REALE - b.go Treviso, 138/A Falz di Trevignano - ROSSI - via Privata, 2 Albaredo di Vedelago - SCHIAVETTO - via Fornace,1 Paderno del Grappa - GARBUIO - via Roma, 5

Treville di C.franco V.to - AI DUE ANGELI - via Castellana, 42 Montebelluna - BASSI - via Montegrappa, 100 Crocetta del Montello - MAGAGNIN - via G. Marconi, 40 Castelminio di Resana - BERTUZZO - via Della Croce, 18 Borso del Grappa - SERENA & MARINI - via Piave, 22

Conegliano - MELATI - via Cavour, 7 Vittorio Veneto - PANCOTTO - p.zza Flaminio, 10 Farra di Soligo - LOSCHI - via Patrioti, 32 Tezze di Piave - COMUNALE - via Strada Vecchia, 1/B Godega S. Urbano - LOLLO - via Roma 20 -corte III^ Valdobbiadene - COM. DALLA COSTA - Piazza Marconi,17
[dal 17 al 24 settembre 2010] _ [17th to 24th september 2010]

Par di Conegliano - MODENESE - v.le Venezia, 34/G Scomigo di Conegliano - FERRARESE - via Bortotti, 61 Vittorio Veneto - COMUNALE 1 - via Brandolini, 111 Pieve di Soligo - BATTISTELLA - piazza Umberto I, 9 Santa Lucia di Piave - PEZZE - via Caldemessa, 1 Orsago - MAZZA - via Vittorio V.to, 2/A
[dal 15 al 22 ottobre 2010] _ [15th to 22nd optober 2010]

[dal 1 al 8 ottobre 2010] _ [1st to 8th october 2010]

[dal 22 al 29 ottobre 2010] _ [22nd to 29th october 2010]

Castelfranco V.to - STELLA - via Francia, 8 Montebelluna - COMUNALE - c.so G. Mazzini, 92 On di Fonte - AGOSTINI - via Asolana, 16 Vidor - GONELLA - via Montegrappa, 24

Castelfranco V.to - ALLA MADONNA - v.le Europa, 24 Trevignano - LEONARDI - via Roma, 18/A Riese Pio X - SAN PIO X - via G. Sarto, 36 Asolo - BONOTTO - p.zza Garibaldi, 79

Conegliano - TONOLO - v.le Italia, 192/C Vittorio Veneto - COM. 3 / COSTA - via Forlanini, 2 Follina - CESCA - via Sanavalle, 1 Sarano - S.Lucia di P. - COMUNALE - via Distrettuale, 58 Sarmede - POJANA - via C. Battisti, 27 Gaiarine - GENTILI - via Roma, 37

Conegliano - FIORENZATO - via Veneto, 14 Vittorio Veneto - PALATINI - via Cavour, 114 Cison di Valmarino - FONTANIN - via Sanavalle, 1/H Codogn - DE ROIA - via Roma, 20 Fregona - PESSA - via Roma, 43 Colfosco di Susegana - CAIS - via 18 Giugno, 122

Opitergino Mottense Campodipietra di Salgareda Cessalto Chiarano Cimadolmo Fontanelle Gorgo al Monticano Mansu Meduna di Livenza Motta di Livenza Negrisia di Ponte di Piave Oderzo Ormelle Piavon di Oderzo Ponte di Piave Portobuffol Salgareda S. Polo di Piave.
[dal 3 al 10 settembre 2010] _ [3rd to 10th september 2010] [dal 1 al 8 ottobre 2010] _ [1st to 8th october 2010]

[U.L.S.S. _n.9] _

[dal 24 settembre al 1 ottobre 2010] _ [24th september to 1st optober 2010]

[dal 22 al 29 ottobre 2010] _ [22nd to 29th optober 2010]

Oderzo - SCOTTO - via Umberto I, 28 S. Polo di Piave - FERRARI - v.le della Repubblica, 80
[dal 10 al 17 settembre 2010] _ [10th to 17th september 2010]

Oderzo - SCOTTO - via Umberto I, 28 Motta di Livenza - AL PONTE - via IV Novembre, 42


[dal 8 al 15 ottobre 2010] _ [8th to 15th october 2010]

Conegliano - CARLI - via Matteotti, 13/A Vittorio Veneto - ZAMPERLINI - via L. da Ponte, 3 S. Pietro di Feletto - PETRONE - via Salera, 2 Susegana - TONOLO - via Nazionale, 2/F Cordignano - DAVANZO - via Roma, 27 Miane - DA RUOS - via A. De Gasperi, 70

Conegliano - MARSON SNC - via XX Settembre, 64 Vittorio Veneto - COMUNALE 2 - S. Giacomo di Veglia Moriago d. B. - MARIANA - via Montegrappa, 7/A Ponte della Priula - ALLA PRIULA - via IV Novembre, 75 e 75/A San Fior - SABADIN - via Roma, 19 Revine Lago - CESCA - Strada dei Laghi, 5 Fadalto - ZOIA - via Fadalto Alto, 86

Oderzo - FAVERO - via G. Garibaldi, 18 Ormelle - MOLIN - via Roma, 18


[dal 17 al 24 settembre 2010] _ [17th to 24th september 2010]

Oderzo - FAVERO - via G. Garibaldi, 18 Cimadolmo - DE POLO - via Roma, 22


[dal 15 al 22 ottobre 2010] _ [15th to 22nd october 2010]]

[U.L.S.S. _n.8] Albaredo Altivole Asolo Biadene di Montebelluna Borso d. G. Caerano di S.Marco Casella
d'Asolo Castelfranco Veneto Castello di Godego Cavaso del Tomba Ciano del Montello Cornuda Coste di Maser Crespano d. G. Crocetta del Montello Falz di Trevignano Fanzolo Giavera del Montello Loria Montebelluna Nervesa della Battaglia On di Fonte Onigo di Piave Paderno d. G. Pederobba Possagno Resana Riese Pio X Salvarosa S. Zenone degli Ezzelini Segusino Trevignano Treville Valdobbiadene Vall di Riese Vedelago Venegazz Vidor Volpago del Montello.
[dal 3 al 10 settembre 2010] _ [3rd to 10th september 2010] [dal 10 al 17 settembre 2010] _ [10th to 17th september 2010]

Oderzo - TREVISAN - p.zza Grande, 18 Meduna di Livenza - BROTTO - p.zza Umberto I, 9-10
[dal 24 settembre al 1 ottobre 2010] _ [24th september to 1st october 2010]

Oderzo - TREVISAN - p.zza Grande, 18 Motta di Livenza - ROSSETTO - via Ballarin, 1


[dal 22 al 29 ottobre 2010] _ [22nd to 29th october 2010]

Piavon di Oderzo - DAL MAGRO - p.zza DAviano, 7 Portobuffol - GRANDE - via Settimo, 7

Piavon di Oderzo - DAL MAGRO - p.zza DAviano, 7 Gorgo al Monticano - GRANATIERO - via Postumia Centro, 15

Castelfranco V.to - FABBIAN - via b.go Padova, 65/A Montebelluna - AI PILASTRONI - p.zza Parigi, 32 Castello di Godego - GREGGIO - via Roma, 1 Cornuda - BRUNETTA - via Zanini, 1 Monfumo - FARMACIA DI MONFUMO - via Chiesa, 34

Castelfranco V.to - ALLA FONTE della SALUTE -v.Valsugana 3/D Volpago del Montello - MINA - via Schiavonesca, 92 San Zenone degli Ezzelini - AGOSTINI - via Marconi, 27 Valdobbiadene - C. DALLA COSTA - p.zza Marconi, 17

N.B.: Per le U.L.S.S. 7, 8 e 9 Opitergino Mottense, tutte le farmacie fanno turno continuato 24 ore. (Il turno inizia il venerd sera e prosegue ininterrottamente fino al venerd sera della settimana successiva).
N.B.: For the U.L.S.S. 7, 8 and 9 Opitergino Mottense, all the pharmacies work a full 24 hour duty. (The duty will start on the Friday evening and continue uninterrupted until the Friday evening of the following week).

Turni di tutte le Farmacie delle U.L.S.S. della provincia di Treviso. (Periodo: settembre - ottobre 2010)

Duty Rotas for all the Pharmacies in the U.L.S.S. of Treviso. (Period: September - October 2010)

I TURNI DELLE FARMACIE


Dalle ore 8.45 alle ore 22.00 _ From 8.45 to 22.00 _ Giorno e Notte (dalle ore 8.45 alle ore 8.45 del giorno successivo) _ Settimanale Continuato 24 ore (dal venerd ininterrottamente fino al venerd successivo) _ Day and Night (from 8.45 to 8.45 the following day) _ A Continuous Week (from Friday uninterrupted til the following Friday) _

PHARMACY DUTY ROTAS


Sabato (Mattina e Pomeriggio) _ Sabato (Mattina) _ Dalle ore 15.45 alle ore 19.15 From 15.45 to 19.15 Saturday (Morning and Afternoon) _ Saturday (Morning) _

[U.L.S.S. _n.9]
Treviso - MILLIONI - p.zza Borsa Treviso - S. MARIA DELLA ROVERE - via Ellero, 1 Treviso - ALLA TESTA DORO - v.le Burchiellati, 10/A Treviso - COMUN. EDEN - v.le XXIV Maggio, 5/B Treviso - GRAZIATI AI DUE POMI - p.zza Monte di Piet Treviso - COMUN. SAN LAZZARO - via Terraglio, 104 Treviso - EREDI FANOLI - p.zza Duomo, 29 Treviso - CALLEGARI - via S. Pelaio, 100 Treviso - S. M. MAGGIORE - p.zza S. M. Maggiore, 6 Treviso - COMUN. S. GIUSEPPE - via Noalese, 47 Treviso - PATELLI allUNIVERSITA- P.zza Quartiere Latino Treviso - COMUN. VILL. SAN LIBERALE - via Mantiero, 4 Treviso - COMUN. SS. QUARANTA - b.go Cavour, 95/A Treviso - FIERA di Marini Paolo - v.le IV Novembre, 84/E Treviso - S. BONA - via S. Bona Nuova, 43 Treviso - CALMAGGIORE - via Calmaggiore, 24 Treviso - DALLA ZORZA - via Terraglio, 37 Treviso - SANTAGOSTINO - via S. Agostino, 55/57 Treviso - COMUN. S.ANTONINO - via S. Antonino, 162/A Treviso - PONTE S. MARTINO - c.so del Popolo, 2 Treviso - COMUN. ZONA STADIO - via Rota, 13 Treviso - COMUN. VIALE LUZZATTI - v.le Luzzatti, 38/B Treviso - BISETTO TREVISIN - via SantAngelo, 83 Badoere - TONICELLO - via S. Ambrogio, 32 Breda - BRUSCAGNIN - via Trento Trieste, 21 Carbonera - IELLOUSHEG - via degli Alpini, 16 Carit - MAZZOCATO - via Roma, 117 Casale sul Sile - SAVIO - via Vittorio V.to, 27/29 Casier - DODI - via Dalla Chiesa, 1 Catena - CHIARADIA - via Marconi, 129 Dosson - FARMACIA DOSSON - p.zza L. Da Vinci, 13 Istrana - BERTIN - via N. Sauro, 11 Maserada - CREPET - via G. Matteotti, 3 Mogliano V.to - ALLA MARCA - via Roma, 91 Mogliano V.to - COM. MARIGNANA - via Marignana, 86/A Mogliano V.to - RIZZO - via Zermanesa, 35 Mogliano V.to - SAN MARCO - via Ronzinella, 68/A Mogliano V.to - VENTURELLI - via Terraglio, 18 Mogliano V.to - VILLA - via G. Matteotti, 29 Monastier - GIOVANNI XXIII - via Giovanni XXIII Olmi - CLAUDIA AUGUSTA - via Postumia Ovest, 243 Paderno - SAN FRANCESCO S.A.S. - via Cicogna, 23 Paese - COMUNALE - via della Resistenza, 10 Ponzano Veneto - COMUNALE - via Burlini Postioma - SILVESTRI - via E. Fermi, 6 Povegliano - DR. BREDA GIORGIO - via Capitello, 12 Preganziol - LUCIANI - via Saragat, 9/11 Preganziol - RIVA - via Terraglio, 210 Roncade - COLLOVINI - via Roma, 57 Sala di Istrana - PIVA - via F. Baracca, 26 Saletto - GRISOSTOLO - via Davanzo, 12/9 Santrovaso di P. - SANTROVASO SNC - via Franchetti Silea - INTERNAZIONALE - via Treviso, 22 Spresiano - BUREI - via Menegazzo, 3 Visnadello - CASTELLARI - via Gritti, 41 Zero Branco - SAGRAMORA - p.zza Umberto I Zero Branco - SANTARELLO - via Trento Trieste, 23 Zenson di Piave - CONTE - via Badini, 14

Mese di SETTEMBRE 2010 _ SEPTEMBER 2010


1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 1 2 3 4 5 6 7 8

Mese di OTTOBRE 2010 _ OCTOBER 2010


9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

MENOPAUSA & CUORE:


DALLA NUTRACEUTICA, UN AIUTO IN PIU PER LA PROTEZIONE CARDIOVASCOLARE.
A cura della Redazione

e ricerche lo confermano: dopo la menopausa aumenta il rischio di problemi cardiovascolari p er l e do n n e. L'Istituto Superiore di Sanit stima che almeno il 70% delle donne italiane in menopausa si trovano in questa condizione. (Fonte: Progetto Cuore ISS) La me n o p aus a rap p re s e n t a i n f at t i un v ero e pro pri o g i ro di bo a per i l s i s tema cardi o v as co l are femmi ni l e: con la caduta degli estrogeni, viene meno quello scudo difensivo attivo durante tutta let fertile e aumentano i fattori di rischio, peso, colesterolo e pressione in testa. La mancanza di estrogeni comporta un aumento del co l es tero l o LDL quello cattivo, che tende ad accumularsi nelle arterie e a formare pericolose placche aterosclerotiche - a scapito della produzione di colesterolo HDL quello buono - che al contrario tiene pulite le arterie. Il colesterolo HDL scarseggia, mentre lLDL aumenta, accumulandosi nelle arterie e bloccando il flusso del sangue, con conseguente innalzamento del rischio di infarto e ictus.

Anche la pressione subisce le conseguenze del crollo della protezione estrogenica e sale. La carenza di estrogeni ha infatti importanti ripercussioni sullendotelio, tessuto che riveste internamente i vasi sanguigni e che produce sostanze vasodilatatrici e vasocostrittrici, in equilibrio fra loro. Per prevenire il rischio cardiovascolare in menopausa diventa ancora pi importante mo di fi care i l pro pri o s ti l e di v i ta, e ado ttare s ane abi tudi ni s al v a cuo re. Soprattutto a tavola, dove privilegiare unalimentazione corretta mette al riparo da sovrappeso, ipercolesterolemia, ipertensione e diabete. Un aiuto in pi arriva oggi dalla nutraceutica. Esistono in commercio i nteg rato ri al i mentari natural i che, a un co ntro l l o o tti mal e del l a s i nto mato l o g i a del l a meno paus a, as s o ci ano una s pi ccata atti v i t di pro tezi o ne e prev enzi o ne del ri s chi o cardi o v as co l are. Tra le novit in farmacia, un integratore a base di i s o fl av o ni di s o i a, berberi na e aci do fo l i co che da un lato controlla i sintomi vasomotori (migliorando la qualit di vita di chi soffre di vampate, sudorazione e palpitazioni), dallaltro previene il rischio cardiovascolare Gli isoflavoni di soia (estrogeni naturali) compensano la fisiologica carenza ormonale della menopausa, agiscono sui sintomi vasomotori e riducendo i disturbi legati a vampate, sudorazioni e palpitazioni. La berberina - sostanza naturale estratta dalla corteccia di Berberis aristata - favorisce invece il controllo dei livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue mentre lacido folico svolge una spiccata azione antiossidante. Una formulazione nuova che fornisce un aiuto ulteriore, quando i ritmi frenetici non consentono uno stile di vita adeguato. Garantendo allo stesso tempo non solo un ottimale controllo sulla sintomatologia della menopausa, ma anche unefficace prevenzione dellaumento di fattori di rischio cardiovascolare (colesterolo e pressione).

Pag. 14

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.45 _ settembre / ottobre 2010

ACIDO FOLICO E PREVENZIONE DELLA SPINA BIFIDA


PROGETTO PILOTA IN VENETO.
A cura del Dott. Federico Zanatta, farmacista

aumento della pressione allinterno del cranio del bambino con danni cerebrali spesso incompatibili con la v ita). La genesi di queste malformazioni avviene tra il 17 e il 29 giorno di gestazione, e molto spesso la donna in questo periodo non ha ancora coscienza della gravidanza in corso, e per questo motivo inizia lassunzione dell'acido folico solo dopo che il probabile danno embrionale si instaurato. Data la difficolt di soddisfare il fabbisogno minimo con la sola alimentazione durante la gravidanza, gli esperti raccomandano di agire su due fronti allo stesso tempo: una dieta ricca in acido folico e l as s un zi o n e quo t i di an a di i n t eg rat o ri ch e l o co n t en g o n o .

acido folico (folato) una vitamina che non prodotta dallorganismo e pertanto deve essere assunta con il cibo. Si trova in abbondanza in alcuni alimenti come le verdure a foglia verde, i legumi, i cereali e la frutta come limoni, kiwi e fragole. Negli ultimi decenni il folato stato riconosciuto co me es s en zi al e n el l a p rev en zi o n e del l e mal fo rmazioni neonatali a carico del tubo neurale, che si possono originare nelle prime fasi dello sviluppo embrionale. Il tubo neurale quella parte del feto che si sviluppa per formare il cervello, la scatola cranica e la spina dorsale. Se il tubo neurale non si chiude correttamente e completamente durante le prime settimane di gravidanza, il bambino sviluppa gravi malformazioni congenite come la spina bifida e lanencefalia (malformazione ad esito mortale che si manifesta nel primo mese di grav idanza con parziale o totale mancanza della v olta cranica). La spina bifida causata da unincompleta chiusura della parte inferiore del tubo neurale, e comporta conseguenze molto diverse, che vanno da problemi che possono essere corretti con interventi chirurgici a gravi disabilit fisiche e mentali. In questo caso, si possono verificare paralisi degli arti inferiori, difficolt di controllo degli organi interni (intestino e vescica), difficolt nello sviluppo e nellapprendimento, ritardo mentale, talvolta idrocefalia (condizione nella qual e s i m an i f es t a un accum ul o di l i qui do cef al o rach i di an o nella cav it cranica che causa

Og ni g i o rno , una do nna i n et ferti l e che prev eda o perl o meno no n es cl uda una g rav i danza, do v rebbe as s umere 0 , 4 mg di aci do fo l i co . Dosaggi pi elevati (5 mg) sono indicati in caso di precedenti aborti spontanei. Gli integratori di acido folico sono in vendita in tutte le farmacie e possono facilmente essere acquistati anche con ricetta mutualistica. Lassunzione dovrebbe avvenire regolarmente perlomeno nel mese precedente il concepimento e per i primi tre mesi di gravidanza. Negli ultimi mesi stato condotto un pro g etto pi l o ta i n co l l abo razi o ne tra Federfarma Veneto , Is ti tuto Superi o re di Sani t e Uni v ers i t deg l i Studi di Vero na, volto a promuovere comportamenti utili alla salute riproduttiva, che si svolto in circa 4 0 farmaci e i n tutto i l Veneto . In ognuna di queste farmacie sono state intervistate 22 donne in et fertile di et compresa tra i 18 e i 45 anni, ponendo domande sia di carattere generale su temi di prevenzione, sia nello specifico sullacido folico e la gravidanza, appurando come largomento susciti grande interesse nella maggioranza delle donne intervistate. I dati raccolti sono ancora in fase delaborazione, ma dalle risposte delle donne intervistate risulta evidente che sul tema in questione c bisogno di uninformazione molto pi completa e accessibile a tutte le donne che programmano una gravidanza.

Pag. 16

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.45 _ settembre / ottobre 2010

PELLE SENSIBILE E IRRITABILE


DALLA NATURA UNEFFICACE PROTEZIONE.
A cura della Redazione

eczemi e dermatiti atopiche, una formulazione a base di Cardiospermum halicacabum (pianta tipica delle regioni tropicali dai caratteristici semi a forma di cuore), estratto di camomilla e vitamina E. PREZIOS I ALLEATI Les t r a t t o v e g e t a l e di C a r di o s p e r m um h a l i c a c a b um vanta propriet antiallergiche e antinfiammatorie in virt di un effetto simile a quello esplicato dal cortisone. Il vantaggio fondamentale di questo estratto naturale il suo elevato profilo di sicurezza e tollerabilit, an ch e n ei cas i di ut i l i zzo p ro l un g at o n el tempo. Come confermato dagli studi clinici, infatti, lapplicazione topica di Cardiospermum h al i cacab um g aran t i s ce un a b uo n a at t i v i t antiflogistica priva degli effetti collaterali che possono derivare dallimpiego prolungato di farmaci cortisonici. La vitamina E (alfa-tocoferolo) invece nota per le spiccate propriet antiossidanti: la sua presenza necessaria per unefficace utilizzazione dellossigeno da parte dei tessuti. Se nei protettivi solari questo antiossidante naturale particolarmente efficace per ridurre il danno cellulare provocato dai raggi Uv, lapplicazione topica di vitamina E indicata anche in disordini a carico della cute quali forme pruriginose, ulcere, ferite leggere e bruciature. TANTI B ENEFICI IN UN FIORE I flavonoidi contenuti nellestratto di camomilla sono responsabili di una spiccata attivit antinfiammatoria, lenitiva e rinfrescante che si esplica in unazione protettiva, idratante e ri p arat o ri a s ul l a cut e. St udi cl i n i ci h an n o dimostrato che formulazioni per uso topico contenenti estratto di camomilla esercitano unazione antinfiammatoria utile nelle dermatosi indotte sperimentalmente. Inoltre, gli azuleni presenti nella camomilla hanno la propriet di bloccare listamina dei tessuti, dai cui deriva unazione blandamente antiallergica.

a pelle lorgano pi esteso del corpo umano e costituisce la prima barriera protettiva verso gli agenti esterni. Affinch svolga al meglio la sua azione di difesa occorre tuttavia proteggerla e mantenerla sana lungo tutto il co rs o del l a v i t a. Arro s s amen t i , i rri t azi o n i causate da sudore, dermatiti da pannolino, impiego di prodotti cosmetici non adeguati, punture di insetti, esposizione prolungata ai raggi Uv e fenomeni di disidratazione cutanea co s t i t ui s co n o l e p ri n ci p al i s i t uazi o n i di stress alle quali la pelle quotidianamente esposta. NATURALMENTE PROTETTA Per il trattamento quotidiano di tutti i tipi di pelle e in tutte le fasce det, in particolare per la pelle sensibile e delicata dei bambini, che quel l a p i v ul n erab i l e e qui n di p i faci l men t e irritabile e reattiva, consigliabile il ricorso a una crema protettiva a base di principi attivi naturali in grado di ripristinare le funzioni fisiologiche della barriera cutanea e contribuire a prevenire il suo danneggiamento. Il prodotto in questione deve essere formulato al l i n s eg n a di effi caci a e t o l l erab i l i t , an ch e i n cas o di t rat t amen t i p ro l un g at i . Unalternativa naturale, efficace e sicura per trattare e prevenire sintomi e segni di eritemi,

Pag. 18

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.45 _ settembre / ottobre 2010

IL POST PARTO
EVVIVA, SI TORNA A CASA!
A cura di Francesca Pinarello A cura della Dott.ssa Anna Maria Del Pia, farmacista

OMEOPATIA
RIMEDI OMEOPATICI DEL PARTO E DEL PUERPERIO.

l ritorno a casa di solito un momento di gran confusione, sia per la coppia che per il neonato. All'iniziale entusiasmo per la nuova esperienza col proprio bambino, si instaura il timore di non riuscire a risolvere alcune situazioni. Non bisogna spaventarsi, tutto normale: l'istinto materno permetter di affrontare ogni situazione, l'importante farlo con serenit. I neonati sono molto sensibili e percepiscono subito lo stato d'animo della madre; bene, quindi, cercare di non stancarsi troppo, facendosi aiutare dal neo-pap e dai nonni, e riposando il pi possibile. Il neonato ha poche necessit, ossia mangiare e dormire, di conseguenza bisogna approfittarne e recuperare il sonno e le forze ogni volta che dorme. Il peri o do di s ei s etti mane do po i l parto detto "puerperi o "; un momento in cui facile contrarre infezioni, per cui necessario curare l'igiene, l'alimentazione e riposare. Una s etti mana ci rca do po i l parto , l 'o s tetri ca del di s tretto di zo na v i ene a cas a per valutare le condizioni della mamma e del neonato; anche un'occasione per chiarire dubbi ed incognite sulla gestione del bambino. Al termi ne del puerperi o i mpo rtante i no l tre sottoporsi ad una visita ginecologica di co ntro l l o . Nella settimana successiva al parto pu succedere di avere qualche sbalzo d'umore; il cambiamento che comporta la nascita di un figlio importante, le rapide variazioni ormonali, le complicanze fisiche del post parto (episiotomia, taglio cesareo), l'aumento delle responsabilit possono causare tristezza e rabbia magari in relazione al pianto del bimbo. E' importante accettare ed esprimere questi sentimenti, riconoscere di avere dei limiti e di avere bisogno di sostegno: non esiste la "madre perfetta". Una v o l ta to rnate a casa, necessario prenotare la prima visita dal pedi atra pres cel to , che avviene entro il primo mese: sar il vostro referente fino al sedicesimo anno d'et del bambino. Il medico fisser poi i "bilanci di salute", che riassumono periodicamente i dati rilevanti e gli eventuali problemi sanitari del bambino; per il primo anno si effettuano ogni tre mesi, poi una volta all'anno, salvo necessit. Il pedi atra fo rni s ce anche i co ns i g l i per l o s vezzamento, con le giuste regole per l'introduzione dei vari alimenti. Se il neonato allattato al seno,

a prescrizione di un trattamento omeopatico nellultimo periodo della gravidanza e durante il travaglio ha lo scopo di mettere la donna in condizione di serenit sia fisica che psichica per consentire di vivere il parto in modo pi armonioso e pi sereno. La p re s c ri z i o n e , ab i t ual me n t e , ri c h i e de l a s o mmi ni s trazi o ne del ri medi o pres cel to a 5 o 7 CH, 3 g ran ul i due v o l t e al d duran t e l ul t i mo me s e di g rav i dan z a, f i n o al l a s o mmi n i s t raz i o n e de i ri me di p e r i l t rav ag l i o o g n i 1 5 o 3 0 mi n ut i , i n b as e al l i n t e n s i t de l s i n t o mo . ACTEA RACEMOS A E una Ranuncolacea dellAmerica del Nord che contiene sostanze estrogeniche e ha un tropismo particolare per la muscolatura utero-ovarica. La donna actea racemosa in gravidanza ha unestrema eccitabilit, irritabilit, tristezza e paura esasperata del parto e che il suo bambino possa nascere con dei problemi. Ha l o quaci t ecces s i v a, cri s i di p i an t o , di ag itazione e di ansia, comportamento classificato come nevrosi isterica. Allinizio del travaglio la paziente presenta dei brividi, cerca il calore e tende a coprirsi. Le contrazioni uterine sono inefficaci ed irregolari. Il dolore si irradia al bacino alle cosce e alla regione lombare. CAULOPHYLLUM Nella donna caulophyllum le contrazioni si presentano forti ed inefficaci, con brividi, su un collo uterino rigido. La donna sfinita, sfibrata, a volte con febbricola, con nausea e spasmi localizzati allo stomaco. Somministrato dopo il parto, il rimedio facilita la retrazione uterina, leliminazione della placenta ed evita le emorragie. Si pu alternare con Actea. PULS ATILLA Le contrazioni uterine sono inefficaci, deboli e i rreg o l ari , co n i n i zi o b rus co e di mi n uzi o n e g radual e. La donna molto emotiva e ci spesso responsabile del lento inizio del travaglio, nonostante una buona dilatazione e la rottura del sacco amniotico.

molto importante anche la dieta della madre, che deve essere equilibrata e variata; non necessario eliminare nessun tipo di alimento, se viene assunto con moderazione, e vanno introdotti liquidi con regolarit. Se po i i l bambi no l amenta del l e co l i che sar opportuno eliminare quel particolare cibo introdotto dalla mamma, per verificare la sua incidenza nel malessere. Va detto che le coliche si presentano sempre alla stessa ora e si riconoscono perch il neonato si raccoglie su se stesso, ritirando gli arti e urlando disperato. Anche il neonato ha bisogno di una parti co l are cura dal punto di v i s ta i g i eni co : il tampone ombelicale va pulito accuratamente con alcool denaturato una volta al giorno, fino a quando non cade dopo circa sette/quindici giorni. Poi la pulizia va eseguita con acqua ossigenata fino a completa cicatrizzazione. A questo punto possibile fare il bag netto ad i mmers i o ne, lavando e asciugando con cura le pieghe; si pu quindi concludere con un bel massaggio con un olio adatto, per rilassare il piccolo. E' importante non lasciare mai solo il neonato sul fasciatoio, o su qualsiasi altro luogo senza protezione perch, in grado di spostarsi. Una v o l ta addo rmentato , il neonato va riposto nella culla in posizione supina, ossia a pancia in su, per evitare il soffocamento con un eventuale rigurgito; sar lui stesso, col passare dei mesi, a trovare la posizione pi piacevole per riposare.

GELS EMIUM La caratteristica di questo rimedio la g ran p ro strazio n e in tercalata a fasi deccitazio n e. La dilatazione del collo fatica a progredire. E il rimedio della paura di proseguire il parto anche con dilatazione quasi completa, dove langoscia provoca difficolt anche nel visitare la donna. ARNICA Pu essere utilizzata ugualmente durante il parto come rimedio dei traumatismi muscolari, per la sensazione dindolenzimento che segue il travaglio e per la prevenzione delle emorragie. Durante la gravidanza, i movimenti del feto sono sentiti con dolore dalla donna e si usa regolarmente per prevenire le complicazioni post-partum come infezioni e flebiti. FOLLICOLINUM Sono gli estrogeni utilizzati durante la sindrome premestruale e durante la fine della gravidanza per indurre il parto. La somministrazione di una dose di Follicolinum 30 CH provoca spesso nei due, tre giorni successivi lentrata in travaglio. APERMUS de l l a di t t a Lo ak e r Questo un prodotto omeopatico contenente tre rimedi, Pulsatilla, Caulophyllum e Cimicifuga e trova applicazione nel facilitare il parto nellultimo periodo di gestazione poich determina una buona preparazione dei tessuti genitali e una riduzione delle ore di travaglio. A partire tra la 32 e la 35sima settimana di gestazione fino al momento del parto si assumono 10 globuli 3 volte al giorno, sciolti in bocca lontano dai pasti. Durante la fase acuta del parto 5 globuli ogni 15 minuti. Inoltre dalla 34sima settimana si consiglia di applicare localmente un olio per il perineo della Weleda per rendere i tessuti pi morbidi. RICINUS COMMUNIS ED AGNUS CASTUS Lo l i o di ri ci n o , a do s i o meo p at i ch e p u s t i mo l are la montata lattea. Si devono assumere 5 granuli per 4 volte al giorno di RICINUS COMUNIS 5 CH associato ad AGNUS CASTUS alla stessa posologia.

Pag. 20

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.45 _ settembre / ottobre 2010

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.45 _ settembre / ottobre 2010

Pag. 21

LA POSTA DEI LETTORI


LETTERA ALLA REDAZIONE. RISPONDE IL DOTT. ROBERTO FRAIOLI, GINECOLOGO.
A cura della Dott.ssa Moira Prete, farmacista

Gentile redazione, mi chiamo Monica e da poco tempo ho scoperto di aspettare un bambino... In attesa della mia prima ecografia sarei curiosa di conoscere cosa succede alla mia creatura durante i nov e mesi di grav idanza ... Il viaggio attraverso le 40 settimane di gestazione affascinante e ricco di tappe. A dare inizio al tutto lunione tra lo spermatozoo e lovulo dai quali nasce una nuova vita. Vediamo cosa accade durante i 9 mesi di percorso. 1 -4 s etti mana: il nucleo fecondato misura 0,12 mm. In queste ridotte dimensioni sono gi racchiuse tutte le caratteristiche del futuro bimbo. Dopo 4 ore lembrione comincia a dividersi in 2 cellule perfettamente uguali: queste continueranno a dividersi e impiegheranno 5 giorni a scendere dalle tube fino allutero dove si annideranno nella mucosa uterina. Delle dimensioni di una capocchia di spillo, di l a pochi giorni lembrione pu essere riconoscibile da un test di gravidanza. Il calcolo delle settimane inizia comunque dal primo giorno dellultima mestruazione: quindi si a 4 settimane anche se la fecondazione avvenuta 14 giorni prima. 5 -8 s etti mana: i vasi sanguigni sono legati alla circolazione sanguigna della madre. Nella 5 settimana il cuore comincia a battere e mani piedi spuntano come piccoli germogli. Pochi giorni dopo il feto pu muovere la testa e questo dar inizio allo sviluppo sensoriale. A questo punto siamo circa a 2 cm e 10 grammi di peso. 9 -1 2 s etti mana: Dalla 10 settimana il piccolo comincia ad avvertire gli stimoli sulla pelle e dal
Pag. 22

3 mese beve il liquido amniotico e lo espelle in modo tale da allenare polmoni e reni. Cresce anche la corteccia cerebrale e il bimbo comincia a prendere parte alla vita della mamma percependo le sue emozioni. Ora la lunghezza di 7 cm e il peso di 25 g. 1 3 -1 6 s etti mana: E ora delle capriole! A questo stadio alcune mamme iniziano a percepire il feto che ora pesa 250 g ed lungo circa 16 cm. 1 7 -2 1 s etti mana: E la fase di allenamento dei sensi, primo tra tutti il gusto, con un numero di papille gustative 10 volte superiore che al momento della nascita. Alla fine del 4 mese pesa 400 g ed lungo 25 cm. 2 2 -2 4 s etti mana: Si inizia a giocare! Il gioco preferito la suzione del pollice, ma anche il cordone ombelicale genera interesse. Pu provare dolore e se il liquido amniotico gli va di traverso gli viene il singhiozzo. Alla fine del 5 mese siamo a 30 cm e 6-700 grammi di peso. 2 5 -2 8 s etti mana: Si comincia a rivolgere lattenzione verso il mondo esterno sentendo rumori, voci e musica. Il bimbo socchiuder le palpebre verso la 26 settimana percependo l1% della luce proveniente attraverso la pancia della mamma. Al 7 mese sar lungo tra i 35 e i 37 cm e peser 1000-1200 g. 2 9 -3 2 s etti mana: Il rapporto con lesterno risulta essere sempre pi attivo, pu sentire la mano della mamma sul pancione e rispondere allo stimolo. A questo stadio se il bimbo dovesse nascere sarebbe in grado di sopravvivere, ovviamente con opportuni supporti medici neonatologi. Ora siamo tra i 42-45 cm e i 1700-2000 g. 3 3 -3 6 s etti mana: Allena gli organi interni deglutendo 3 litri di liquido amniotico al giorno. Si succhia il pollice e sgambetta vigorosamente cos da massaggiarsi la pelle. Pesa 3 kg e arriva ai 46 cm. 3 7 -4 0 s etti mana: Nelle ultime settimane si crea uno strato lipidico che lo protegger dalle escursioni termiche che avverranno dopo il parto. Tutti gli organi sono pronti per funzionare e ci sono 100 milioni di cellule cerebrali pronte per essere alimentate con lesperienza e la crescita; la memoria gi attiva sin dalla 37 settimana.

Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino dInformazione sul Benessere _ n.45 _ settembre / ottobre 2010