Sei sulla pagina 1di 16

BOZZA PROGRAMMA ELEZIONI COMUNALI 2014 Comune Sacile

lo sviluppo della citt sta dentro la citt

INDICE
1. PARTECIPAZIONE 2. Trasparenza ed amministrazione
2.1 Politiche fiscali e di bilancio

3. 4. 5. 6.

Cultura e sCuola Lavoro Edilizia ed urbanistica Paesaggio ambiente e territorio


6.1 RIFIUTO 6.2 SUOLO 6.3 VERDE PUBBLICO E PRIVATO 6.4 ENERGIA 6.5 ACQUA 6.6 INQUINAMENTO ATMOSFERICO ACUSTICO ED ELETTROMAGNETICO 6.7 ANIMALI

7. COMMERCIO E AGRICOLTURA 8. citta e Quartieri 9. viaBilita traFFico e parcHeGGio 10. SICUREZZA 11. SALUTE E BENESSERE
11.1 ANZIANI 11.2 FAMIGLIA 11.3 DISABILITA

12. 13. 14. 15. 16.

Turismo Diritti sociali ed integrazione Giovani Volontariato sport

[Rev. 1.3.2013

Circolo PD Sacile

Pag. 1

PARTECIPAZIONE
LAmministrazione comunale dovr incentivare la promozione delle metodologie della progettazione partecipata, quale forma di democrazia diretta all'interno della quale ognuno pu partecipare alla costruzione e alla trasformazione del suo ambiente di vita. Attraverso gli istituti della partecipazione potranno essere attivati meccanismi di ascolto permanente promuovendo, per esempio, attivit di indagine; laboratori di progettazione partecipata (su servizi, qualit della vita, mobilit, attrezzature collettive, uso del suolo, ecc); accordi di quartiere e frazione ma anche il coinvolgimento delle scuole e dei giovani, la creazione di comunit virtuali, lelaborazione di mappe dei valori e dei conflitti, ecc. Attuare il bilancio partecipato quale strumento di scelta amministrativa e delle opere pubbliche. Introduzione di sistemi di valutazione dellefficienza dellente quale il bilancio sociale ed energetico nonch l efficienza delle politiche adottate attraverso lo strumento del BES (benessere equo e solidale). Istituzione di un assessorato specifico per la partecipazione dei cittadini Introduzione (previa modifica dello Statuto comunale) dello strumento del referendum su questioni di carattere generale. Codice etico per tutti coloro che saranno chiamati a gestire la cosa pubblica; un regolamento che indica gli obblighi generali di diligenza, lealt, onest, trasparenza, correttezza e imparzialit degli amministratori locali.

TRASPARENZA ED AMMINISTRAZIONE
Pubblicheremo sul portale del comune gli interventi programmati ( verde, strade.) al fine di informare il cittadino sullinizio dei lavori; Definire e promuovere la carta dei servizi; Valutazione e controllo da parte dei cittadini della qualit dei servizi erogati, con listituzione dellufficio del decoro urbano. Attiveremo la diffusione via streaming, in tempo reale sul sito del comune, le sedute del Consiglio Comunale al fine di promuovere una maggiore trasparenza dei processi amministrativi per i cittadini e un concreto avvicinamento dellelettorato ai propri rappresentanti; Prevedere per tutti i bandi concorsi trasparenti, meritocratici e con standard internazionali; Dare la possibilit ai cittadini di seguire liter delle proprie pratiche e di consultare tutti gli atti dellamministrazione e delle aziende comunali. Applicazione del codice dellamministrazione digitale ( decreto crescita 2.0) Ridurre sovrapposizioni e lungaggini tra uffici, attraverso il taglio della burocrazia. Rafforzare la centrale unica degli acquisti estendendola a tutte le tipologie di beni, servizi, forniture anche attraverso servizi condivisi con i comuni contermini. Istituzione dellalbo dei professionisti di fiducia dellente Progettazione interna delle opere pubbliche e delle opere di manutenzione ordinaria e straordinaria. Necessaria una razionalizzazione delle sedi al fine di ridurre al minimo o azzerare gli affitti passivi. Sottoporre a rigorosa verifica tutte le esternalizzazioni, che non devono riguardare i servizi fondamentali del Comune e le funzioni strategiche di programmazione e controllo. Utilizzare in modo intelligente le tecnologie informatiche al fine di ottimizzare le risorse amministrative e contemporaneamente offrire migliori servizi ai cittadini. ( posta certificata per il cittadino)

[Rev. 1.3.2013

Circolo PD Sacile

Pag. 2

L'introduzione del free software negli uffici comunali consentir di recuperare notevoli risorse per finanziare l'installazione di una rete wi fi in tutta la citt a partire dalle zone non servite, con la quale avranno libero accesso ad Internet giovani, famiglie, aziende, strutture turistiche. Attueremo il risparmio sulla spesa corrente e razionalizzazione attraverso introduzione della tecnologia VOIP per la telefonia e delle piattaforme open source per i sistemi operativi;

POLITICHE FISCALi E DI BILANCIO parola dordine equit


Rendere il bilancio comunale accessibile e comprensibile a tutti con lapplicazione Open-Bilancio e open data; Atti, documenti, e bilancio pubblicati on-line, tracciabili e facilmente consultabili. Revisione della spesa, per eliminare gli sprechi in tutti gli uffici, ma senza tagli lineari. Abolizione della figura del Direttore Generale mantenendo quella del segretario Generale. Garantire la piena trasparenza sulle spese della giunta e del consiglio comunale; Introdurre nuovi sistemi di accesso al credito quali i B.O.C. ( buoni ordinari comunali) o dai B.O.C. di scopo per specifiche tipologie di opere pubbliche. Verificare la possibilit dellimpiego di sistemi di project financing per alcune opere pubbliche. Utilizzo dei fondi europei per aumentare e migliorare infrastrutture e servizi; valorizzazione finanziaria di patrimoni immobiliari che, pur tutelandone l'eventuale destinazione sociale, non siano pi rispondenti alle attuali necessit dell'Ente Pubblico; Contrasto allevasione fiscale attraverso la collaborazione con la guardia di finanza e lagenzia delle entrate; le risorse verranno indirizzate in un fondo per labbattimento delle tariffe alle famiglie. Introduzione del GPP ( green public procurement) nei capitolati pubblici relativi a beni, servizi e lavori pubblici. Operare un controllo delle societ partecipate del comune. Si pu e si deve recuperare levasione contributiva attraverso lincrocio dei dati catastali con quelli dei proprietari degli immobili al fine recuperare e rendere equa la tassazione sugli immobili; Introdurremo una progressivit dellIRPEF Comunale con un drastico abbattimento delle aliquote e lintroduzione di unaliquota unica o diversamente la sua leliminazione; Daremo pertanto prevalenza a fiscalit e tasse di scopo rispetto a quelle generali a tal fine garantiremo il peso fiscale in funzione del beneficio degli interventi pubblici. Legare pi strettamente i servizi a domanda individuali con I.S.E.E. ed altri strumenti quali il Fattore famiglia.( e altri ) Revisione dei regolamenti comunali in tema di fruizione di asili-nido e scuole materne nonch dei servizi a domanda individuale.

[Rev. 1.3.2013

Circolo PD Sacile

Pag. 3

CULTURA E SCUOLA
Redigere un piano straordinario per ledilizia scolastica priorit alla realizzazione dei due plessi scolastici di SantOdorico e San Giovanni del Tempio; Redazione annuale da parte del Consiglio comunale di una delibera di indirizzo sulle politiche culturali che indichi obiettivi da raggiungere, linee guida degli interventi e i criteri di valutazione dei progetti; Predisporre una mappatura degli edifici comunali che possono essere destinati alla cultura aprendo bandi per il loro recupero e musealizzazione allo scopo di creare spazi culturali ed espositivi. Recupero e valorizzazione del patrimonio architettonico-storico e culturale della citt di Sacile. Programmazione e valorizzazione del Teatro Zancanaro, e dei locali della cultura Sacilese. Creazione di spazi attrezzati nei parchi pubblici nei quali le associazioni musicali Sacilesi possano esercitarsi allaperto. Sostenere sempre con maggior impegno le attivit del Consiglio Comunale dei Ragazzi, quale strumento di partecipazione attiva delle nuove generazioni. Garantire lorganizzazione e il funzionamento qualitativo dei s ervizi legati al doposcuola e ai Centri Estivi, per lintero periodo di sospensione scolastica, favorendone laccesso in modo particolare ai minori portatori di svantaggio sociale. Implementazione e acquisto di nuovi testi nella biblioteca comunale e suo sviluppo attraverso lattivazione di una biblio-mediateca con possibilit di accesso agli strumenti della cultura sia con metodi tradizionali (lettura di giornali e libri) che con metodi innovativi e multimediali (internet, dvd, etc.); la sottoscrizione di abbonamenti a quotidiani e riviste da mettere a disposizione della cittadinanza al fine di favorire la lettura e la circolazione dellinformazione e della cultura. Apertura organica degli spazi della scuola al territorio, alle iniziative del privato e al sociale: la scuola dovr essere considerata un presidio sociale e di integrazione; promozione di un sistema di relazioni tra le scuole, soprattutto quelle di formazione tecnico scientifica, con i poli industriali, di ricerca e commerciali presenti sul territorio, promuovendo convenzioni ed accordi; Valorizzeremo il ruolo aggregante delle associazioni culturali e sociali che operano a favore della comunit. Promozione della cultura e dello sport tra i giovani, attraverso percorsi mirati che allontanino i medesimi da fattori di devianza sociale. Ripristino di un rapporto di proficua collaborazione con la sovraintendenza per una rivisitazione critica del piano del centro storico e per lindividuazione nellintero territorio di edifici e aree naturali per una loro la tutela e per il mantenimento e manutenzione.

[Rev. 1.3.2013

Circolo PD Sacile

Pag. 4

LAVORO
Il Comune dovr rivestire il ruolo di mediatore delle controversie tra lavoratori e aziende al fine di coordinare lutilizzo degli ammortizzatori sociali per le imprese del territorio ; Valorizzazione del personale attraverso la valutazione delle capacit del personale Comunale promuoveremo pertanto unampia rotazione dei dipendenti al fine di accrescere le professionalit individuale e la progressione dei carriera. Superare il precariato del lavoro che genera precariet dei servizi; Creazione della consulta delleconomia e del lavoro . Promozione di progetti di lavori socialmente utili o di pubblica utilit. Per rispondere ai bisogni di persone e imprese in momentanea difficolt economic a, lAmministrazione comunale promuover un progetto di micro credito, attraverso listituzione di un fondo di Garanzia che consiste nel prestito il cui obiettivo quello di sostenere la crescita socio-economica di famiglie a rischio di povert o in stato di forte disagio sociale ed economico e di sostegno allimpresa. Promuovere protocolli dintesa fra amministrazione e banche locali per facilitare laccesso al credito delle imprese. Valuteremo forme di intervento diretto del Comune mediante il co-investimento da destinare ad iniziative sul territorio cittadino. Il Comune metter a disposizione locali a locazioni calmierate e spazi di co-working per nuove imprese al fine di creare sinergie imprenditoriali ed aiutare iniziative imprenditoriali prive di risorse. Stipulare convenzioni con istituti tecnici e universit al fine di creare percorsi formativi e stage per giovani diplomati o laureati presso istituti tecnici ed altri. Rimodulazione della leva fiscale a favore delle aziende che assumono tramite rideterminazione o riduzione dellimposta fiscale per le attivit produttive che si impegnano ad assumere a tempo indeterminato giovani al primo impiego, donne, disoccupati di lungo periodo e over cinquanta. Potenziamento dello Sportello Unico delle Attivit Produttive, con compiti di informazione e semplificazione delle procedure per lavvio di attivit imprenditoriali e consulenza sulle fonti di finanziamento; Realizzazione di workshop, con cadenza mensile, che favoriscano incontro diretto tra le aziende e i giovani in cerca di prima occupazione. Redazione di un regolamento per lutilizzo di voucher comunali per svolgimento di attivit nellambito della manutenzione degli immobili comunali.

URBANISTICA ED EDILIZIA
Promozione e diffusione dei processi di Agenda 21 in Citt quale strumento di partecipazione collettiva dei cittadini alla tutela attiva dellambiente e del territorio. Riconversione energetica degli edifici e del patrimonio esistente sia pubblico che privato nonch riqualificazione urbana delle periferie e degli edifici energivori attraverso le moderne tecniche di risparmio energetico. Ricognizione del patrimonio edilizio esistente e delle effettive necessit della collettivit al fine di evitare lutilizzo eccessivo e disordinato del territorio, favorendo la ricucitura del paesaggio urbano e non la sua espansione. Recuperare e valorizzare il patrimonio storico e culturale comunale. Identificazione di aree nel PRG per ledilizia sociale agevolata. Revisione catastale degli edifici del comune di Sacile, ovvero il superamento delle zone censuarie. [Rev. 1.3.2013 Circolo PD Sacile Pag. 5

Manutenzione straordinaria con abbattimento delle barriere architettoniche in tutti gli uffici comunali aperti o non al pubblico e delle aree urbane attraverso una mappa dellaccessibilit urb ana tramite PEBA ( PIANI DI ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE) Revisione del piano regolatore generale a volumi 0 in un ottica che, contemporaneamente alle esigenze private punti al massimo riuso delledificato esistente a scapito delle costruz ioni in aree libere perseguendo lidea di territorio a consumo zero. Gli oneri di urbanizzazione dovranno essere impiegati per urbanizzare larea oggetto di intervento al fine di evitare interventi successivi talvolta molto costosi. Promuovere il recupero edilizio e la riconversione delledificato esistente attraverso listituzione sperimentale della BANCA DELLE CUBATURE gestita dallamministrazione comunale al fine di promuovere il recupero di aree degradate e la riconversione energetica degli edifici. Verr snellito il percorso di richiesta e adempimento dei lavori nelle scuole, in modo tale che sia possibile risolvere tempestivamente i piccoli e grandi problemi legati agli edifici scolastici e congiuntamente potenziare i controlli qualitativi sulle strutture e sulle opere pubbliche. Favorire la riconversione industriale ed artigianale delle aree dismesse. Incrementeremo lutilizzo del meccanismo compensativo e perequativo previsto dal PGT stimolando la possibilit di trasferire le volumetrie previste dalle aree che necessitano di maggior tutela ad aree gi urbanizzate. Introduzione dello strumento della compensazione ambientale preventiva, per ogni intervento attuativo, gi previsti dal PGT vigente, che utilizza suolo libero; per queste tipologie di intervento di nuova edificazione saranno previste forme di compensazione ambientale. Censimento e recupero delle aree produttive dismesse sollecitando e incentivando direttamente i proprietari a presentare progetti per il loro recupero. ( risanamento ambientale delle aree produttive dismesse)

PAESAGGIO-AMBIENTE E TERRITORIO
RIFIUTI
Chiudere il ciclo dei rifiuti verso il raggiungimento dellobiettivo rifiuto zero. Promuovere ed incentivare la raccolta differenziata porta a porta attraverso una continua azione di sensibilizzazione dei cittadini e limplementazione di nuovi servizi offerti dallente gestore. Monitorare costantemente il servizio di raccolta dei rifiuti urbani al fine di ottimizzare lofferta in base alle esigenze della collettivit. Individuare progetti ed iniziative atte alla riduzione dei rifiuti 4R ( riduzione, riuso, riciclo, recupero) anche attraverso incentivi e sconti sulla tariffa. Promuovere la raccolta differenziata anche per lutenza non domestica quali uff ici, ristoranti e mercato. Passare dallattuale sistema di tariffazione ad un meccanismo premiale che permetta di agevolare nella tariffazione i cittadini virtuosi sulla base della quantit di rifiuti non riciclabili effettivamente prodotta.

[Rev. 1.3.2013

Circolo PD Sacile

Pag. 6

SUOLO
STOP al consumo del suolo Sviluppare politiche di pianificazione e governo del territorio finalizzate alla tutela del suolo e delle aree agricole. Valutare la sostenibilit e la compatibilit ambientale di opere ed attivit nei procedimenti amministrativi di competenza e nellemissione di pareri e nulla osta ad altri Enti; Aggiornare ed implementare linformatizzazione del territorio comunale attraverso il Sistema Informativo Territoriale (SIT) quale strumento privilegiato di conoscenza, analisi e mezzo di progettazione e programmazione territoriale sostenibile; Operare per una razionalizzazione dellutilizzo dei suoli da parte del sistema insediativo e produttivo, la tutela paesaggistica e laumento delle aree protette sul territorio comunale. Redazione di un piano per monitorare la pericolosit idraulica del territorio e contestualmente promozione della cura del territorio e del risanamento ambientali. Migliorare il rapporti tra abitato e zone rurali, sviluppando i punti di collegamento e di sinergia tra i due ambiti territoriali (collegamenti ciclabili, valorizzazione delle frazioni, tutela delledilizia rurale ecc.). Mappare e monitorare le aree a rischio o in dissesto idrogeologico al fine di programmare e realizzare interventi urbanistici sicuri. Ripristino e messa in sicurezza e rinaturalizzazione delle aree di rispetto della Livenza.

VERDE PUBBLICO E PRIVATO


Promuovere la tutela e la salvaguardia del verde pubblico e privato. Coordinare attivit di pianificazione, progettazione, gestione ed implementazione delle aree verdi comunali. Perseguire e potenziare lapproccio che intende il verde come nuova infrastruttura della citt, aumentando la dotazione di verde pubblico (parchi urbani-bosco urbano) e di fasce boscate, per raggiungere standard europei di dotazione di verde fruibile per la nostra citt, anche in funzione mitigatoria e per un miglioramento generale del microclima urbano; Tutelare e rinaturalizzare il territorio e il paesaggio e valorizzare i sistemi ambientali pregiati e la nostra agricoltura. Fornire le linee guida e gli indirizzi per la progettazione del verde pubblico e privato per una pianificazione attenta ed efficace che persegua gli obiettivi dellecologia ambientale, realizzi connessioni ecologiche fra i vari ambiti cittadini, la ricucitura delle fratture presenti, riqualifichi gli ambiti del contesto urbano, costituisca uno strumento di integrazione e lavoro dei diversi servizi del Comune o di interventi dei privati. Realizzare infrastrutture che contribuiscano alla tutela ambientale e allincentivazione della mobilit sostenibile quali ciclo-piste, percorsi naturalistici, nonch sviluppare, ampliare e manutentare la sentieristica gi presente sul territorio. Operare un monitoraggio costante e puntuale nelle aree private sul rispetto del regolamento di polizia rurale; Cura del territorio in vista della mitigazione del rischio idrogeologico; Valorizzazione delle aree naturali di pregio del territorio quali la smorta di Cavolano lasciate in questi anni in uno stato di abbandono; rafforzare la naturalit attraverso la riforestazione, lagricoltura urbana, il ripristino di siepi, filari, elementi caratteristici del paesaggio naturale.

[Rev. 1.3.2013

Circolo PD Sacile

Pag. 7

ENERGIA
Realizzare il PENCO ( piano energetico comunale); Implementare gli impianti fotovoltaici sugli edifici comunali al fine di perseguire lautonomia energetica dellente anche attraverso lampade a LED o pannelli fotovoltaici nonch linstallazione di sistemi di controllo della presenza della persona. Sottoscrivere il Patto dei Sindaci, un impegno volontario mirante alla redazione di un Piano dAzione per lEnergia Sostenibile che si ponga lobiettivo di ridurre di oltre il 20% le proprie emissioni di gas serra. Prevenzione dellinquinamento luminoso, attraverso la redazione del PICIL (piano dellilluminazione per il contenimento dellinquinamento luminoso); Risparmio energetico relativo al patrimonio comunale, ovvero: mettere in campo manutenzioni e provvedimenti per trasformare i fabbricati comunali in classe A; Promozione e sostegno allo sviluppo industriale delle energie rinnovabili ; le centraline sulla Livenza devono diventare una priorit per lamministrazione.

ACQUA
La gestione dellintero ciclo dellacqua, verr impostata sulla base dei criteri sanciti dai recenti referendum e con un chiaro impegno a coniugare sicurezza e lotta agli sprechi; Incentivare il risparmio idrico volto allottimizzazione dellutilizzo della risorsa, monitorando la qualit delle acque, la sorveglianza e lefficienza del sistema di depurazione delle acque. Ampliamento della copertura della rete fognaria ed allacciamento alle abitazione di quella esistente. Sensibilizzare lutenza sul corretto uso dellacqua attraverso la promozione di progetti di educazione al risparmio idrico. Promozione di azioni sia comportamentali che normative (integrazione con il regolamento edilizio) volte al risparmio e alla prevenzione dellinquinamento idrico sia da fonte agricola che industriale. Verifica puntuale e periodica della rete fluviale al fine di tutelare la qualit delle acque e garantire una incisiva azione di controllo delle fonti inquinanti e delle fonti di pericolo. Redazione e rispetto di un piano di manutenzione ordinaria delle opere idrauliche.

INQUINAMENTO ATROSFERICO ACUSTICO ED ELETTROMAGNETICO


Operare per la tutela della salute umana e del paesaggio dallinquinamento elettromagnetico mediante il monitoraggio delle fonti e ladozione, approvazione e aggiornamento di appositi piani di localizzazione. Adottare programmi ed azioni volte a contenere e ridurre linquinamento atmosferico, con attivit integrate riguardanti le politiche della mobilit e dellenergia; Migliorare la rete di monitoraggio principalmente sui luoghi di accesso quali scuole, ospedale e nei luoghi di intenso traffico anche attraverso rilevazioni a misura di bambino. Limitazione del traffico veicolare in prossimit delle scuole e introduzione di metodi di rilevazione delle polveri sottili. Stipulazione di convenzioni con enti territoriali al fine attuare un monitoraggio costante delle fonti di inquinamento. Rendere trasparente ed accessibili i dati sulla qualit dellaria con ampia divulgazione dei dati raccolti.

[Rev. 1.3.2013

Circolo PD Sacile

Pag. 8

ANIMALI
Ci impegneremo nella redazione di un regolamento Comunale per la tutela degli animali. Individuazione di zone verdi attrezzate per gli animali. Promozione di campagne informative sul rispetto degli animali. Promuoveremo una vigilanza attenta del decoro delle vie cittadine e degli immobili comunali che vengono sporcate dalle deiezioni.

COMMERCIO e AGRICOLTURA
Moratoria sui centri commerciali; E necessario un patto con le Associazioni dei Commercianti condivisa e per la valorizzazione di quello che ad oggi un centro commerciale allaperto ovvero Piazza del Popolo anche attraverso una diversificazione dellofferta commerciale. Un piano di accessibilit della piazza per il carico e lo scarico delle merci. Promuoveremo la predisposizione di piani annuali di promozione culturale e animazione di spazi pubblici ed eventi volti a rilanciare il commercio nel centro cittadino sia attraverso progetti specifici di partecipazione ai bandi regionali di finanziamento sia attraverso un ruolo attivo del comune nella fase di coordinamento e realizzazione dei progetti. Realizzare un piano per il decoro urbano e commerciale (colore, insegne, vetrine, ecc.) nonch dellarredo urbano. lintroduzione di Zone a Traffico Limitato ( ZTL) in accordo con gli operatori commerciali. Un patto con gli esercenti e a favore dei consumatori contro il carovita come la Borsa della spesa o altre iniziative per il risparmio, l educazione e la difesa dei consumatori. La riorganizzazione dei tempi e degli spazi del commercio di vicinato anche con aperture serali nei mesi estivi per favorire la vita sociale e la spesa locale. Affrontare insieme, come iniziato nel Patto locale di sicurezza urbana il tema specifico della sicurezza e di fenomeni criminali collegati alle attivit economiche. Il mercato settimanale una risorsa per Sacile e come tale deve ritornare nella sua presedente collocazione. Vogliamo valorizzare la funzione di calmiere dei prezzi che pu svolgere la Farmacia Comunale, ampliando lofferta di servizi sanitari. Favorire e promuovere listituzione di piccoli mercati di quartiere e la vendita dirett a dal produttore al consumatore ( km 0) ed incentivare nelle mense pubbliche lutilizzo di prodotti biologici .Individuazione di aree di propriet comunale per lorganizzazione di feste private. Incentivare nelle mense pubbliche lutilizzo di prodotti biol ogici. Salvaguardia delle zone agricole e del patrimonio boschivo, recupero dei terreni abbandonati e avvio del processo di riaggregazione fondiaria. Potenziamento del settore agrituristico e dellagricoltura biologica ed integrata.

[Rev. 1.3.2013

Circolo PD Sacile

Pag. 9

citta e Quartieri
Le periferie dovranno diventare un elemento centrale nelle scelte dellamministrazione attraverso interventi mirati e vincolanti per lamministrazione. Sviluppare progetti di riqualificazione e moderazione del traffico nella viabilit inter-quartiere. Promuovere la cura della citt attraverso la riqualificazione dello spazio pubblico quale luogo privilegiato di incontro e di relazione, incoraggiando il commercio di qualit e di vicinato, la dotazione e la qualit degli spazi di vita collettiva: servizi alla persona, sale pubbliche, cinema, teatro, biblioteche, piazze senzauto per il libero utilizzo, ecc. Salvaguardare il carattere residenziale assicurando i servizi alla residenza, in particolare quelli rivolti ai giovani e agli anziani; laccessibilit al mercato immobiliare alle diverse categorie sociali. Recupero delle caserme dismesse ( ex caserma Girolamo di Sacile) attraverso un intervento misto privato e pubblico, volto a rispondere alle nuove esigenze abitative della popolazione anziana e di quella in condizione disagiata. Privilegiare e incentivare la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente e la realizzazione di edifici a consumo zero attraverso interventi di green building. Progettazione di un nuovo patto sociale per la casa che dopo il censimento delle case sfitte e lanalisi delle esigenze abitative sar necessario con opportuni incentivi alla locazione e la disincentivazione allo sfitto attraverso la leva dei tributi locali. Creeremo punti di aggregazione e Parchi gioco attrezzate e sicure.

viaBilita traFFico e parcHeGGi


Chiusura di piazza del popolo e pedonalizzazione funzionale del centro storico con flessibilit per zone e fasce orarie. Revisione del PUT Comunale nellottica di predisporre ed organizzare non solo la viabilit del centro ma anche delle periferie. Sistemazione secondo un piano di priorit delle strade comunali e dei marciapiedi bisognevoli di urgente manutenzione con rifacimento dei manti dusura e della segnaletica. Revisione delle viabilit esistente nellottica dellutilizzo dellesistente e del suo recupero. Risoluzione della criticit viaria della gronda sud attinente a via Cartiera vecchia e via Ponte Lacchin Introduzione di un piano della circolazione ponendo come priorit la mobilit sostenibile attraverso trasporto pubblico, bicicletta e percorsi sicuri. Sviluppare un piano della mobilit intercomunale con i comuni contermini al fine di limitare il traffico di attraversamento della citt e delle periferie; la viabilit del traffico pesante a Ronche si pu risolvere attraverso limpiego e ladeguamento della viabilit gi esistente. Sviluppare un progetto di fattibilit e sfruttamento ad uso urbano e turistico della viabilit ferroviaria ( Sacile-Gemona). Pianificare le reti ciclabili. Realizzare una rete ciclabile interconnessa che si estenda a raggiera al fine di collegare e rendere sicuro il raggiungimento delle frazioni; adeguare le piste ciclabili esistenti in funzione dellabitato. Potenziamento dei parcheggi di scambio con sosta gratuita dell'auto privata;

[Rev. 1.3.2013

Circolo PD Sacile

Pag. 10

Organizzazione di una rete di trasporto pubblico realizzata mediante l'utilizzo di minibus ecologici che faciliti il collegamento costante tra tutti i quartieri e con le periferie. Investire sulla sicurezza stradale con la creazione di attraversamenti pedonali protetti (es. suono acustico sui semafori per i non udenti) in prossimit delle scuole e dei quartieri, nonch sulla Statale 13 e sulle rotatorie cittadine ( es. sottopassi pedonali e ciclabili). Migliorare le infrastrutture e la logistica a supporto delle imprese, favorendo la risoluzione di annose problematiche legate alla viabilit extraurbana; Disincentivare ed escludere il traffico di attraversamento della citt attraverso la creazione di parcheggi di interscambio ai margini della citt attraverso la creazione di percorsi segnalati; Incentivare il bike sharing ad integrazione del servizio pubblico ( interscambio nodale); creazione di postazioni coperte e videosorvegliate e di percorsi sicuri. Introduzione di nuovi parcheggi per le bici nelle aree di maggior afflusso di persone Riduzione dei limiti di velocit zone a 30 in contesti urbani densamente abitati attraverso sistemi intelligenti di dissuasione della velocit. Promozione dei progetti di spostamento a piedi a partire dal Pedibus per le scuole che deve essere rilanciato ed oggetto di campagne informative. Attuare convenzioni per la realizzazione di sottopassi per superare numerosi passaggi a livello ( via stadio ecc) Sviluppo della zona della stazione ferroviaria non solo come luogo di trasporto di merci e persone ma anche come luogo di interscambio; attuazione di convenzioni per la realizzazione di sottopassi per superare i numerosi passaggi a livello che tagliano la nostra citt.

SICUREZZA
Istituzione organica del vigile di quartiere e demilitarizzazione del corpo di polizia municipale. Potenziamento dei volontari della protezione civile affidandone listruzione e laddestramento del personale al corpo nazionale dei vigili del fuoco nonch attraverso la verifica ed il potenziamento delle attrezzature in dotazione. Prevenire il degrado dei cimiteri attraverso la videosorveglianza dei perimetri cimiteriali. Potenziamento della polizia locale e adeguamento tecnico strumentale e mappatura dei rischi del nostro territorio. Educazione alla legalit attraverso iniziative di carattere informativo, formativo e culturale. Potenziamento dellilluminazione e fruizione degli spazi pubblici. Ampliamento delle aree soggette a videosorveglianza Progetti di coinvolgimento attivo dei cittadini per la sicurezza e il decoro urbano ( volontari civici, ..) Progetti integrati di riqualificazione diretti a specifiche aree della citt Aiuto e assistenza alle vittime di reato Realizzazione di progetti integrati per la sicurezza con polizia, carabinieri Realizzazione e potenziamento di sistemi formativi per la sicurezza.

[Rev. 1.3.2013

Circolo PD Sacile

Pag. 11

SALUTE E BENESSERE
E necessario ammodernare i servizi sanitari territoriali, anche per rispondere alla tendenza allinvecchiamento della popolazione. Il nostro obiettivo mi gliorare la fruibilit della struttura Ospedaliera di Sacile ribadendo la centralit dei servizi territoriali. I servizi sociali siano un settore d'intervento fondamentale e primario; oltre agli interventi istituiti dalle leggi siamo intenzionati ad attivare anche una serie di ulteriori servizi per i cittadini promossi attraverso un percorso di ascolto e consultazione. Mappare e valorizzare la rete dei servizi pubblici e privati che si occupano del sostegno ai poveri al fine di creare una rete di sicurezza attorno ai cittadini bisognosi. Promuoveremo e potenzieremo - in collaborazione con le organizzazioni di volontariato, l ASL n.6, lAmbito distrettuale e tutti gli attori del sociale - ulteriori forme di assistenza integrata quali: la consegna dei pasti caldi a domicilio per persone in difficolt, la formazione e informazione alle famiglie con disabili ; la prevenzione e la cura dell'alcolismo e della tossico dipendenza nonch della ludopatia; servivi per l'Handicap e altri interventi eventualmente richiesti e non ultimo la creazione di forme di Housing Sociale. Rimodulazione e riqualificazione dellofferta del consultorio familiare adeguandola ai bisogni e alla domanda al fine di promuovere una politica attiva di prevenzione e ascolto dei bisogni della popolazione. Creazione della Cittadella della salute, una priorit per la nostra amministrazione da realizzare in accordo con gli enti preposti (Asl, ambito distrettuale regione F.V.G. ecc..) al fine di valorizzare strutture e padiglioni inutilizzati ed il parco interno, il tutto nellottica di migliorare laccoglienza e la fruibilit delle aree e di creare una continuit pedonale tra i diversi ambienti cittadini. Ci impegneremo nella verifica costante e periodica dellofferta sanitaria, ospedaliera e ter ritoriale al fine di intervenire tempestivamente e di ridurre la frammentariet dellofferta sanitaria, garantendo un pronto intervento degno della struttura di Sacile. Attueremo politiche di adeguamento dei servizi offerti sul territorio promuovendo lintegrazione tra servizi sanitari ospedalieri, ( gestione delle emergenze e dei bisogni ambulatoriali) servizi sociali e di Ambito garantendo ai cittadini un servizio a largo spettro e creando una rete diffusa di cure primarie.

ANZIANI
Sviluppo di un servizio di screening della popolazione anziana per monitorare tutte quelle situazioni di difficolt del singolo, che possono essere contenute con un pronto intervento pubblico. Creazione di uno sportello dedicato alla popolazione anziana per aiutare e supportare i bisogni e le necessit degli over 65 al fine di conoscere le opportunit offerte dal Comune e dalla Regione e le agevolazioni in essere. Promuoveremo ladesione a progetti nazionali e regionali attraverso lutilizzo in accordo co n la ASL del padiglione San Camillo ove si potrebbero realizzare mini-appartamenti per anziani autosufficienti con badante di condominio; Creazione di ricoveri ed alloggi per anziani, in collaborazione con gli enti preposti e le associazioni del settore; Attivare ed implementare lassistenza domiciliare per gli anziani non autosufficienti e con difficolt di deambulazione, mantenendoli nella loro comunit, sostenendo la loro autonomia e supportando la famiglia nelle varie fasi dellassistenza. Sostegno economico e domiciliare alle famiglie che hanno una persona anziana non autosufficiente convivente con il nucleo familiare. Attivare iniziative per lo sviluppo culturale dellanziano, attraverso meccanismi di collaborazione con le universit della Terza et, le associazioni e gli enti di ricerca. [Rev. 1.3.2013 Circolo PD Sacile Pag. 12

Sostegno e incentivazione dellassistenza domiciliare attraverso lavvio di progetti quali la teleassistenza o la consegna di farmaci a domicilio. Facilitare forme di integrazione e di sostegno ai cittadini extra comunitari in Italia per lavoro, con particolare riguardo a coloro che svolgono una meritoria azione di assistenza a sostegno delle famiglie con anziani e portatori di handicap ( badanti).

FAMIGLIA
Sostegno alle famiglie, in particolare ai nuclei familiari con congiunti o figli portatori di handicap o di gravi patologie invalidanti o di disagio sociale, destinando maggiori fondi per interventi diretti allabbattimento di canoni e tariffe, esentando dal pagamento dei tributi comunali i familiari che assistono i propri cari non autosufficienti a domicilio e le famiglie in comprovata difficolt e a rischio di esclusione sociale o attraverso la sospensione dellobbligo di versamento per un periodo temporaneo. Una nuova politica delle tariffe dei servizi sociali rigorosamente improntata al rapporto reddito/carico familiare nonch un sistema agevolazione tariffaria per laccesso ai servizi per linfanzia o prima adolescenza. Sostegno alle giovani coppie creando opportunit e servizi attraverso il coinvolgimento delle parrocchie Incentivare nuove esperienze educative e formative quali la tagesmutter oltre alla promozione della genitorialit e del benessere familiari in occasione della nuove nascite. Promuovere lintegrazione tra asili nido e scuole dellinfanzia comu nali e statali con un grosso investimento sugli asili e le scuole per linfanzia e per la loro qualit. Promuoveremo accordi con gli istituti di credito per avere agevolazione per lacquisto della prima casa o per situazioni di momentaneo disagio. Promuoveremo un maggior coinvolgimento delle realt parrocchiali che rivestono un ruolo indispensabile per la nostra collettivit attraverso gli oratori o iniziative quali il Grest.

disaBilita
Investire sulla mobilit attraverso un percorso che porti allabbattimento delle barriere architettoniche al fine di migliorare laccessibilit della nostra citt non solo pubblica ma anche privata. Migliorare la fruibilit del centro diurno in concorso con gli enti competenti. Istituire/potenziare il servizio di assistenza domiciliare integrata, rivolto a persone non autosufficienti mirando al loro mantenimento in famiglia con l'integrazione dell'assistenza infermieristica e riabilitativa.

TURISMO
Valorizzazione e creazione di eventi culturali che esercitino forza attrattiva sul turista; Favorire la destagionalizzazione dei flussi turistici, attraverso adeguati interventi, come la calendarizzazione degli eventi, la valorizzazione dellide ntit e delle tradizioni locali; Attuare politiche atte alla nascita di nuove strutture ricettive recupero di immobili da destinarsi allospitalit, alla ristorazione, allesercizio di attivit tipiche artigianali o dei servizi di supporto al turismo rurale; [Rev. 1.3.2013 Circolo PD Sacile Pag. 13

Creazione di itinerari turistici lungo il Livenza; Incentivazione del turismo rurale (turismo verde) non solo sotto forma di ricettivit ed accoglienza del turista ma anche come promozione delle produzioni agroalimentari tipiche e delle lavorazioni artigianali tradizionali che opportunamente valorizzate in rete unitamente alle risorse storico-religiose e naturali, possono rappresentare un ulteriore elemento di attrattivit per il bacino di utenza turistica. Incentivare forme di aggregazione mista tra Comune ed enti privati al fine di promuovere il coordinamento delle attivit sul territorio anche attraverso la redazione di un calendario degli eventi turistici e culturali del territorio Comunale. La sagra dei osei diventi nel rispetto delle tradizioni un evento di promozione ambientale, territoriale e delle tradizioni culturali locali sacilesi.

DIRITTI CIVILI ed integrazione sociale


Istituzione del registro delle unioni civili. Istituzione del registro per il testamento biologico. Promozione dello sportello dei diritti e dellaccoglienza. Tutela del diritto all' assistenza sociale, sanitaria e abitativa e pieno sostegno alla formazione professionale di persone immigrate favorendone cos lintegrazione socio -economica nel nuovo contesto di vita; Promozione dellintegrazione tra cittadini grazie al potenziamento del servizio di mediazione culturale e linguistica, creando momenti di incontro e confronto; Attraverso lascolto il coinvolgimento e lo stimolo alla partecipazione di comitati ed associazioni del territorio in qualit di esperti del contesto cittadino potranno proporre progetti di integrazione, eventi culturali, incontri informativi mirati alla realizzazione di un percorso di condivisione e crescita della nuova identit. Le politiche adottate dovranno rispettare il principio della parit di genere e di equit al fine di eliminare il tasso di diseguaglianza della nostra Societ.

GIOVANI
Realizzazione di una Carta giovani, che consenta ai giovani di usufruire di servizi a loro destinati a prezzi agevolati, in convenzione con le realt commerciali del territorio; Promozione della cultura e dello sport tra i giovani, attraverso percorsi mirati che allontanino i medesimi da fattori di devianza sociale o diversamente attraverso lanalisi delle esigenze e priorit degli stessi. Realizzazione di un centro sociale per i giovani come luogo di idee, confronto e sintesi nel quale sia stimolato il dibattito sulle tematiche giovanili e sia promossa una cultura di integrazione. Promozione di borse di studio per studenti appartenenti a famiglie in stato di bisogno o meritevoli. Promuovere azioni a sostegno delle giovani coppie nellaccesso a mutui a tasso agevolato per lacquisto della prima casa. Promozione di borse lavoro ed utilizzo di voucher per svolgimento di attivit a carattere stagionale e coinvolgimento in eventi culturali e turistici quali mercatini, sagra degli osei oppure per attivit di pubblica utilit. Creazioni di laboratori culturali incentrati su tematiche quali cinema, strumenti audiovisi e multimediali e strumenti musicali.

[Rev. 1.3.2013

Circolo PD Sacile

Pag. 14

VOLONTARIATO
promuovere una campagna di sensibilizzazione ed educazione al volontariato, rivolta in specifico agli studenti e ai giovani; attivare corsi di formazione per volontariato e associazionismo; Incentivare e promuovere attraverso giornate dedicate al volontariato le associazioni di volontariato comunali. Promuovere attraverso incentivi le associazioni che svolgono ruolo sociale e colturale al fine di legare pi strettamente la territorialit e lassociazionismo.

SPORT
Promuovere una attenta e rigorosa manutenzione degli impianti sportivi; Introduzione di un sistema di valutazione delluso degli impianti sportivi e ricreativ i comunali dati in concessione al fine di rendere gli impianti sportivi redditizi per il Comune (salvo le attivit assistenziali) utilizzando tariffe di mercato e controllando la gestione degli stessi; Equa ripartizione delle risorse con le societ sportive, anche con valutazione dei risultati ottenuti nelle diverse discipline. Migliorare laccoglienza e lefficienza delle strutture sportive e se necessario ampliare lofferta dei luoghi ove fare sport attraverso project sociali. Incentivare lattivit delle associazione sportive favorendo la nascita di realt n uove e di nuovi sport. Promuoveremo la valorizzazione dellattivit fisica presso le scuole.

[Rev. 1.3.2013

Circolo PD Sacile

Pag. 15