Sei sulla pagina 1di 5

Morning Call

8 APRILE 2013 DAILY


Sotto i riflettori
Usa, Tasso di disoccupazione: andamento dal 2000

I temi del giorno

Macro Usa: in calo al 7,6% il tasso di disoccupazione, creati meno di 100mila nuovi posti di lavoro Tassi: in calo lo spread di Btp e Bonos; Portogallo, salgono i rendimenti dopo la decisione della Corte costituzionale di respingere alcune misure di austerit Cambi: si indebolisce il dollaro dopo i dati, Eur/Usd a 1,30 punti; ancora in calo lo yen

Fonte: Bloomberg

Lanalisi dei mercati

Chiusura di settimana con in primo piano i dati del mercato del lavoro statunitense che hanno confermato un rallentamento del ritmo di crescita della maggiore economia del mondo. A marzo sono stati creati 88mila nuovi posti di lavoro (dato nettamente inferiore al consenso) anche se il tasso di disoccupazione sceso al 7,6%. In calo i rendimento sul mercato obbligazionario con il rendimento del Treasury benchmark che si portato all1,70%. Nei Paesi dellArea euro sono in calo i differenziali di rendimento di Italia e Spagna, mentre questa mattina in allargamento lo spread tra Portogallo e Germania sulla decisione della Corte costituzionale di Lisbona di respingere alcune misure di austerity introdotte come condizione per il piano di salvataggio internazionale. Prosegue il rally del Nikkei che ha aperto la settimana con una chiusura sopra i 13mila punti con un +2,80%. Si indebolisce il dollaro con il cross Eur/Usd a 1,30 punti.

Market movers Europa: oggi la produzione industriale tedesca. Usa: oggi nessun dato significativo.

Mercati Finanziari
Tassi

I deboli dati macro statunitensi favoriscono il comparto obbligazionario con i rendimenti in generalizzato calo sia negli Stati Uniti che nellArea euro. Il rendimento del Btp benchmark a 10 anni sceso sotto il 4,30% e tocca i minimi da met febbraio (ante elezioni politiche). Il biennale tedesco si riporta poco sopra lo zero, il decennale scende poco oltre l1,20%; il Treasury a due anni si conferma sotto lo 0,25% ed il decennale scambia appena sopra l1,70%. In calo i differenziali di rendimento con il Btp/Bund che tratta in area 305bp e il Bonos/Bund intorno a 345bp.

Divisione Corporate Ufficio Informativa Finanziaria

| Morning Call
DAILY

Sul mercato interbancario al fixing di ieri la curva Euribor si collocava tra lo 0,118% della scadenza ad un mese e lo 0,534% di quella ad un anno. In assestamento sui minimi i tassi impliciti espressi dai future Euribor: il giugno 2014 quota poco sopra lo 0,30%, il dicembre 2014 resta in area 0,40% e il giugno 2015 si attesta poco sopra lo 0,50%.

Azionario

Scattano i realizzi sul mercato azionario dopo i dati macro statunitensi con il Dax che termina la seduta con perdite superiori al 2,0% (tra le peggiori sedute del 2013). Anche a Wall Street lo S&P500 ritraccia dai massimi mentre questa mattina ancora in forte rialzo il Nikkei dopo la decisione della Banca del Giappone di aumentare in modo consistente gli acquisti di asset finanziari. Lindice EuroStoxx50 ha chiuso a 2.585 punti (-1,38%), il Dax a 7.658 punti (-2,03%), il FtseMib a 15.250 punti (+0,64%); a Wall Street lindice Dow Jones ieri ha concluso la seduta a 14.565 punti (-0,28%), lo S&P500 chiude a 1.553 punti (-0,43%) ed infine il Nasdaq Composite a 3.203 punti (-0,66%). In forte rialzo lindice Nikkei, che ha concluso la seduta odierna a 13.192 punti (+2,80%).

Materie prime

Stabili le quotazioni delle materie prime con lindice Crb che ha chiuso la seduta a 288 punti. Il greggio questa mattina in calo con il Wti che resta a 93 dollari al barile mentre il Brent si porta a 104,60 dollari.

Mercati Valutari
Dollaro

Il dollaro si indebolisce dopo i dati del mercato del lavoro con il cross Eur/Usd che si portato a 1,30 punti nella parte alta del canale discendente entro cui si muove dallo scorso febbraio. Nuovo massimo per il cross Usd/Jpy che sfiora i 99 punti mentre il cross Eur/Jpy si attesta sopra i 128 sui livelli pi elevati dal gennaio 2010: ad indebolire la valuta giapponese la decisione della Banca del Giappone di aumentare gli acquisiti di asset finanziari per sconfiggere la deflazione.

Macroeconomia

Area euro

Migliorano oltre le attese i dati sugli ordini di fabbrica tedeschi, che a febbraio sono saliti del 2,3% congiunturale (-1,6% a gennaio) e risultati invariati su base tendenziale (-2,1% il mese precedente). Vendite al dettaglio in calo nellArea euro: a febbraio il dato mese su mese ha registrato un -0,3% (+0,9% a gennaio), quello anno su anno passato al -1,4% dal -1,9% precedente.

Stati Uniti

Deludenti i dati sul mercato del lavoro: nonostante il tasso di disoccupazione si sia ridotto a marzo al 7,6% dal 7,7% del mese precedente, i nuovi posti di lavoro sono risultati meno della met del consenso di mercato e pari a 88mila unit (268mila, rettificate al rialzo, quelle di febbraio) di cui 95mila del settore privato (254mila il mese precedente). Il salario orario medio invariato nel mese ed aumentato dell1,8% su base annua (+2,1% a febbraio). A febbraio il disavanzo della bilancia commerciale risultato di 43 miliardi di dollari (-44,5 miliardi a gennaio).

Divisione Corporate Ufficio Informativa Finanziaria

| Morning Call
DAILY

Grafici & Calendario

Differenziali di rendimento di Italia e Spagna contro Germania: andamento

Eur/Usd: andamento

Fonte: Bloomberg

Fonte: Bloomberg

Calendario dell8 aprile


Paese Ora Germania 12.00 Germania 12.00 Fonte: Bloomberg Dato Produzione industriale Produzione industriale Periodo feb. % m/m feb. % a/a Consensus Precedente 0,3 0,0 -1,1 -1,3

Divisione Corporate Ufficio Informativa Finanziaria

| Morning Call
DAILY

Tabelle & Glossario Tassi, materie prime e cambi


Euribor 1 mese 3 mesi 6 mesi 9 mesi 12 mesi 0,118 0,210 0,326 0,431 0,534 Commodity 93,21 104,68 1579,60 27,26 337,60 140,15 0,000 0,000 -0,004 -0,004 -0,006 1 anno 2 anni 3 anni 4 anni 5 anni 6 anni 7 anni 8 anni 9 anni 10 anni 15 anni 20 anni 30 anni Irs 0,359 0,435 0,532 0,661 0,820 0,984 1,145 1,291 1,429 1,556 1,982 2,132 2,189 0,003 0,003 0,004 -0,002 -0,002 -0,010 -0,004 -0,006 -0,006 -0,005 -0,013 -0,018 -0,028 EurUsd EurJpy EurGbp EurChf EurCad EurAud EurNok EurPln EurRub EurCny EurInr EurKwd EurZar Valute 1,2996 128,4000 0,8474 1,2148 1,3224 1,2511 7,4490 4,1608 41,0644 8,0637 71,0508 0,3704 11,8054 -0,0014 1,9900 -0,0016 0,0006 -0,0016 -0,0019 -0,0023 0,0034 0,0229 -0,0106 -0,1372 -0,0003 -0,0275

Wti Brent Oro Argento Rame Caff

0,51 0,56 3,70 0,04 3,20 0,65

Tassi a 10 anni Btp Bund Treasury 4,281 1,221 1,720 -0,097 0,009 0,007 Btp/Bund Btp/Bonos Bonos/Bund

Spread a 10 anni 3,060 -0,404 3,465 -0,105 -0,032 -0,073 dic-13 dic-14 dic-15

Future Euribor 0,260 0,420 0,655 0,000 0,005 0,000

Valori alle 9:20, variazioni assolute rispetto alla chiusura del giorno precedente Euribor fixing del giorno precedente

Fonte: Bloomberg

Le parole per capire leconomia e la finanza


Indice Nikkei

Il Nikkei un indice azionario che calcola landamento delle 225 maggiori societ quotate alla Borsa di Tokyo (Tokyo Stock Exchange). Il listino contiene i titoli a maggiori capitalizzazione ed il paniere viene aggiornato una volta l'anno. La serie storica inizia dal 1950 e lindice ha toccato il massimo storico il 29 dicembre 1989 a quota 38.957 punti durante la bolla speculativa in Giappone.

Documento completato alle ore 09:30. Fonti Reuters e Bloomberg

Divisione Corporate Ufficio Informativa Finanziaria

| Morning Call
DAILY

Contatti
Divisione Corporate Ufficio Informativa Finanziaria InformativaFinanziariaDivisioneCorporate@bnlmail.com Virgilio Iafrate : Alessandra Mastrota : 06 47026136 06 47026145

Aut. Trib. Roma n 317/01 del 11/07/2001 Direttore responsabile: Virgilio Iafrate

Attenzione: Il presente documento finalizzato a fornire un'informativa a carattere generale sui principali avvenimenti del mercato finanziario. L'informativa predisposta sulla base di dati diffusi dalle principali fonti di mercato al momento della pubblicazione, suscettibili di variare con estrema rapidit. BNL si limita a riprodurre tali dati senza alterarne il loro contenuto e, pertanto, BNL non in alcun modo responsabile della veridicit, completezza, aggiornamento e attendibilit dei dati e delle indicazioni riportate nel presente documento. I contenuti del documento e le eventuali strategie suggerite non costituiscono raccomandazione o sollecitazione all'investimento e prescindono da specifiche esigenze finanziarie del singolo investitore e da eventuali interessi, diretti o indiretti, del Gruppo BNL che potrebbero sussistere in relazione agli strumenti finanziari e alle societ descritte. Si raccomanda pertanto agli investitori di contattare il proprio intermediario di fiducia per un'accurata valutazione dell'opportunit, adeguatezza, caratteristiche e profili di rischio degli investimenti che intendono effettuare. La riproduzione, anche parziale, del presente documento, vietata.

Divisione Corporate Ufficio Informativa Finanziaria