Sei sulla pagina 1di 4

Chi ha creato il mito delle proteine, e quando? Chi ha coniato il termine vitamina e perch?

Quale tipo di dieta seguivano questi sfuggevoli padri fondatori della scienza medica occidentale?

Di Antonio Bosco del Lago in Amici Fruttariani (file) Modifica documento

.. Consideriamo lorigine storica della teoria della B12:

.. La carenza della B12 la causa di molte forme di anemia. Il trattamento della malattia fu creato per primo da William Murphy il quale dissangu dei cani per renderli anemici e in seguito li aliment con diverse sostanze per vedere quali di esse (se ci fossero state) avrebbero potuto riportare i cani in piena salute. Egli scopri che si poteva curare questa malattia assimilando una gran quantitativo di fegato. George Minot e George Whipple in seguito diedero inizio allisolamento delle sostanze curative fino a quando riuscirono infine ad estrarre la vitamina B12 dal fegato. Per questo tutti e tre condivisero nel 1934 il Premio Nobel per la Medicina . Quindi, attraverso un sadico esperimento su cani (e non su esseri umani), Murphy dedusse che il pus (o la carne in decomposizione) poteva aiutare a salvare un cane anemico da morte certa. Contorto e assurdo! Purtroppo, ad oggi troppe delle storie originali che costituiscono la nostra mitologia dietetica e medica provengono da scenari sordidi come questo " ....

" (Vedi Kirkland, Kyle 2010. Scienze biologiche: Notevole ricerche e scoperte. Fatti su File, Inc. p. 87.; ' B12, Wikipedia; Kuhn, Thomas (1962) la struttura delle rivoluzioni scientifiche). Pace, amore e respiro! Prof. ssa Spira

TRADUZIONE dalla bacheca del gruppo " Professor Arnold Ehret and the Mucusless Diet Healing System ....

estrapolazioni da un dialogo tra il Dr Graham e Kevin che in questo caso rappresenta ognuno di noi ;

" Kevin: Hai fatto accenno alla B12. Se qualcuno ha una carenza di B12, qual il giusto approccio?Dr Graham: Ci sono vari approcci, il modello medico direbbe di prendere integratori di B12. Ci come dire: Ho un secchio. Dovrebbe essere pieno dacqua ma non c acqua dentro. Il modello medico direbbe, Aggiungiamo acqua. Il modello igienista direbbe, Riempiamo quel buco. Una volta riempito il buco, il corpo riempir il secchio automaticamente. Ho fatto esperienza di persone che avevano carenza di B12 messe a digiuno. Non ingerirono nulla se non acqua e tre/quattro settimane dopo hanno livelli perfettamente normali di B12. Vediamo con questo che un problema di assorbimento e non di esposizione. La B12 dovunque. Nellaria, nelle mucose del nostro naso. Ogni volta che inaliamo, stiamo respirando B12; ogni volta che ingeriamo la saliva, stiamo ingoiando B12. Non un problema di esposizione. Non esiste nessun animale che produce B12. Viene prodotta dai batteri, ma ancora stiamo ad ascoltare miti. E stato dimostrato che in qualsiasi dieta, c una percentuale di persone che hanno carenze di B12. Che tu sia vegetariano, vegano, crudista-vegan oppure segua una dieta standard, la percentuale la stessa. La carenza da B12 stata dapprima scoperta nei carnivori, quelle persone che mangiano di tutto. Ecco dove la carenza di B12 venne dapprima scoperta e curata.

per il dialogo completo ;

"http://fruitanya.blogspot.com/2010/03/intervista-al-dr-doug-graham.html

--------------------------------------------

estrapolazioni dal Blog di Valdo Vaccaro sempre sulla B 12 e non solo ;

" Essere vegani significa avere uno spiccato senso di appartenenza alla Natura.Un vegano che giudichi la Natura, o il Creatore come dei fabbricanti capaci di costruire una meravigliosa macchina umana, circondata da magnifici carburanti naturali, e capaci poi di fare flop con una vitamina puzzolente ed impercettibile chiamata B12, non certamente un vegano fiducioso ed equilibrato "

http://valdovaccaro.blogspot.it/2011/12/lindelebile-segno-della-paura-b12.html

" Sono in vivace disaccordo con Riefoli, Nicoletti, Luciana Baroni .... praticamente con Tutti !!!! " Tutti i ricercatori e i nutrizionisti, anche vegani, col grembiule scolastico, in attenta adorazione delle puttanate e delle scorie scientifiche prodotte in continuazione dalla maestra Mafia Americana. Tutti allineati e venduti, a volte senza nemmeno volerlo e senza accorgersi, al terrorismo medicale. Tutti obbedienti allievi della Santissima Trinit, ovvero della FDA, della CDC e della OMS, nonch della Madonna che sta alle loro spalle con tanto di bambino-vitello, e che si chiama NDC (National Dairy Council), massima espressione dei casari e dei macellai americani. La scemenza di piazzarsi nella media dei valori, considerati poi come i 10 Comandamenti .... Siccome chi si sottopone a diagnosi continue rientra spesso nella categoria degli sfigati, degli scemi, dei tormentati da 1000 dubbi e dei non-dotati-di-alcuna-certezza, ritiene che le medie FDA siano i Dieci Comandamenti, e che per stare bene lideale piazzarsi nella media dei valori, e nel caso della B12 intorno a 500-600 pg/ml, ecco la rincorsa a rinforzare la vitamina maxima, la vitamina cianotica e cobalaminica, la vitamina merdosa, la vitamina prescelta da Dio, la vitamina ago-della-bilancia. La salute non si misura necessariamente coi valori nella norma, ma col sentirsi bene senza additivi e senza dopanti di

alcun genere - E, a questo punto, mi sia concesso scatenarmi un po, visto che, nonostante la militanza sicura nel medesimo movimento, sono in totale e drammatico disaccordo scientifico e politico con quanto dice Riefoli. Non solo con quanto dice lui, ma anche con quanto sostiene la biologa nutrizionista Leila Nicoletti, della stessa direzione AVA, a proposito di integratori e di minerali organicati, o con quanto sostiene la nota nutrizionista lombarda dr Luciana Baroni sullo stesso tema, o con quanto afferma la scrittrice vegana Marina Berrati, per cui dovremmo prendere innocenti pillole di integratori piuttosto che ottenerla mangiando carne. Ancor pi in disaccordo con Luciano Proietti, pediatra nutrizionista dellAVI .... Ancor meno daccordo sono con quanto scrive il dr Luciano Proietti (pediatra nutrizionista, nonch membro del Comitato Scientifico AVI di Milano), che ha inviato un articolo dal titolo Alimentazione seza carne per linfanzia in data 23/9/09 a Luigi Boschi, contenente molte cose giuste, mescolate per ad alcune affermazioni assai gravi ed inadeguate per una persona della sua reputazione, al punto da impensierire lo stesso Boschi. Come ad esempio quella di citare come tipico rischio carenza quello di madri vegane da anni, che in gravidanza o in allattamento, non fanno uso di integratori, di vitamina B12, di alghe, lieviti e farmaci. O quellaltra di spingere i piccoli vegani a ricorrere al latte di soia per neonati, integrato con vitamine, minerali ed oligoelementi e, se non sono esposti al sole, con vitamina D sintetica. Tutti partono dalle tabelle FDA, come se la FDA fosse Dio in Terra .... lAmerican Dietetic Association, per quanto autorevole e valida possa essere, non un mostro di perfezione, ma soggetta alla cultura prevalente in America e parte sempre dai concetti della FDA, che non di certo Dio in Terra, con tutte le sue medie traviate, truccate e indegnamente manipolate. Chi parte da una fonte sbagliata, finisce che sballa tutte le sue considerazioni e fa pure il gioco dellavversario. Non pretendo di essere il Che Guevara delletica salutistica e di mettervi tutti in fila. Proprio perch provengo da cultura libera ed autodidatta nel settore, e quindi non condizionata da quanto tutti voi avete assorbito in continuazione e per anni, sono in grado di darvi una punzecchiata e andare oltre la vostra barriera preconcettuale. Gli scolaretti compti ed obbedienti della maestra Mafia Interplantaria Americana - ---------------- estrapolazioni dal Blog di Valdo Vaccaro ...

per la versione competa;

http://valdovaccaro.blogspot.com/2009/11/il-fantasma-della-b-12.html

https://www.facebook.com/groups/amicifruttariani/doc/10151431804067729/