Sei sulla pagina 1di 6

STOMACO IN FIAMME: REFLUSSO GASTROESOFAGEO

Bruciore di stomaco, acidit e rigurgito: sono questi i sintomi tipici del reflusso gastroesofageo, un disturbo molto comune che spesso viene affrontato con un po' di leggerezza. Molte persone infatti soffrono di reflusso senza saperlo, altre tendono a banalizzare i sintomi, altre ancora decidono di affrontarlo con mezzi propri, modificando lo stile di vita o assumendo farmaci antiacido.

Che cos' il reflusso gastroesofageo? "Passaggio involontario ed incosciente di una parte del contenuto gastrico nellesofago, senza compartecipazione della muscolatura gastrica e addominale" Il reflusso gastroesaofageo , sostanzialmente, la risalita del contenuto acido nell'esofago, quel canale lungo 25-30 cm che collega la bocca con lo stomaco. Quando si mangia l'esofago, aiutato dalla forza di gravit e da una serie di movimenti ritmici, riesce a far progredire il cibo deglutito verso il basso. Il passaggio del bolo alimentare nello stomaco regolato dallo sfintere esofageo inferiore, uno speciale anello muscolare che si rilascia per consentire il transito del cibo, l'eruttazione ed il vomito. Proprio questo sfintere richiudendosi impedisce la risalita verso l'alto dei succhi acidi presenti nello stomaco. Il reflusso gastroesofageo si verifica quando l'omonimo sfintere si rilascia nel momento non opportuno consentendo il passaggio verso l'alto del contenuto gastrico (vedi figura). In virt della sua acidit tale materiale va ad irritare la mucosa esofagea scatenando i sintomi tipici del disturbo. Tale condizione diventa patologica quando il reflusso si verifica troppo spesso o quando il contenuto gastrico eccessivamente acido.

Come si cura
In genere il reflusso non un disturbo grave. Pu diventarlo se trascurato o sottovalutato. Se i suoi sintomi non sono riconosciuti e curati per tempo, possono causare complicanze anche gravi. Purtroppo, la maggior parte delle persone con il reflusso non si rivolge subito dal medico. Ma lo fa solo quando la situazione gi grave. Andare dal medico invece molto importante. Bisogna farlo appena compaiono i primi sintomi, senza aspettare che peggiorino. Il medico indicher le regole da seguire quando si soffre di reflusso e sapr consigliare la cura pi adatta ad ogni persona. Esistono, infatti, vari tipi di reflusso. Il reflusso pu essere un disturbo passeggero, si pu avere con o senza infiammazioni all'esofago e pu anche diventare una vera e propria malattia. La cura varia a seconda della sua gravit. Nei casi pi leggeri, basta seguire alcune regole. Modificare le proprie abitudini di vita. Evitare di mangiare alcuni alimenti. E smettere di fumare. Nei casi pi gravi, oltre a seguire queste regole, necessario prendere dei farmaci. Ne esistono di diversi tipi e vanno presi su indicazione del medico in base alle necessit di ogni caso. I farmaci sono efficaci nella maggior parte dei casi. Solo raramente capita che non siano sufficienti a guarire. In questi casi pu essere necessario ricorrere all'intervento chirurgico.

Il ruolo della dieta e dello stile di vita


Uno stile alimentare sobrio importante sia per prevenire, sia per curare la malattia da reflusso gastroesofageo

PRIMA REGOLA: MANGIARE LENTAMENTE La prima digestione, si sa, avviene in bocca e questo vero non solo perch la saliva contiene una sostanza chimica con propriet digestive, ma anche perch la triturazione del cibo durante la masticazione facilit l'attivit gastrica. Mangiare un panino frettolosamente ingurgitando interi bocconi favorisce il reflusso in quanto allunga il tempo di permanenza del cibo nello stomaco. Per questo motivo essenziale che la masticazione sia molto lenta e che la dieta preveda l'assunzione di quattro o cinque piccoli pasti anzich una o due grandi abbuffate giornaliere.

QUALI CIBI EVITARE? Uno dei primi pensieri ad insorgere nella mente di una persona che lamenta un certo bruciore di stomaco riguarda il tipo di cibo ingerito durante l'ultimo pasto. A tal proposito occorre distinguere due diversi tipi di alimenti che, se presenti nella dieta, possono favorire il reflusso gastroesofageo: a)alimenti che ritardano lo svuotamento dello stomaco aumentando le possibilit che si verifichi una risalita di succhi acidi. Come abbiamo visto per evitare il reflusso infatti importante che lo stomaco si svuoti rapidamente. Di conseguenza in presenza di tale patologia la dieta dovr essere povera di tutti quegli alimenti che aumentano la permanenza del cibo nello stomaco (ad esempio i cibi ricchi di grassi come i formaggi stagionati, il cioccolato, gli insaccati e le fritture). Le bibite gassate e l'abitudine di masticare chewingum aumentano direttamente o indirettamente la quantit di aria presente nella sacca gastrica. La presenza di questi gas aumenta la pressione all'interno dello stomaco favorendo la risalita verso l'alto del contenuto gastrico.

b)Alimenti che hanno caratteristiche intrinseche irritanti (vino bianco, aceto, alcolici, superalcolici, succo di pomodoro o di agrumi). Tali cibi, a cui vanno aggiunti anche the, caff, cacao e gli alimenti o le bibite che gli contengono, favoriscono la produzione acida nello stomaco

ULTERIORI CONSIGLI DIETETICI E NON

BERE DI PIU': la saliva ed i liquidi proteggono le muscose esofagee dai succhi gastrici SMETTERE DI FUMARE: il fumo favorisce il reflusso, aumenta l'acidit gastrica e rende pi suscettibili
le pareti dello stomaco agli attacchi dell'acido

NON ABUSARE DI ALCUNI FARMACI: come i FANS (aspirina, ibuprofene, alcuni sedativi e
tranquillanti ecc.). Si consiglia in ogni caso di comunicare il loro utilizzo al medico, in modo da controllarne la compatibilit con la malattia e trovare, eventualmente, delle alternative pi salutari

E IL LATTE?
Il latte, essendo un cibo alcalino, ha un immediato effetto positivo in quanto la sua basicit va a contrastare (tamponare) l'acidit del reflusso. Il latte, soprattutto quello intero, per ricco anche di grassi e proteine che aumentano l'acidit gastrica e rallentano lo svuotamento dello stomaco. Il latte ha quindi un effetto benefico nell'immediato ma, soprattutto se si esagera con le quantit, dopo il sollievo iniziale pu causare una veloce ricomparsa dei sintomi.

E IL SOVRAPPESO?
L'aumento della pressione intraddominale, premendo contro le pareti dello stomaco, favorisce la risalita del contenuto gastrico. Tale pressione pu aumentare in situazioni assolutamente fisiologiche come la gravidanza o in caso di obesit e sovrappeso.

E LO STRESS?
Specie in questi ultimi anni, un po' come fosse la madre di tutti i mali, quando si parla di malattie dell'apparato digerente lo stress viene sempre chiamato in causa. In presenza di reflusso gastroesofageo tale ipotesi non va esclusa dato che l'ansia e la collera trattenuta possono, per esempio, acuire i sintomi tipici della patologia. E' invece assai poco probabile che lo stress sia la causa diretta della comparsa del reflusso.

E DI NOTTE?
Il bruciore di stomaco di notte particolarmente fastidioso dato che tende a durare a lungo. Tale bruciore spesso causato da una incontinenza della valvola cardiale che favorisce la risalita degli acidi in esofago dove rimangono a lungo irritando le mucose. Oltre alla dieta pu essere utile in questi casi posizionare un rialzo sotto il materasso per far s che la forza di gravit ostacoli la risalita degli acidi.

Sei sufficientemente informato /a sul riflusso gastroesofageo ? Prova a cimentarti con questo test

1.

Il reflusso gastroesofageo dovuto alla risalita in esofago di materiale acido proveniente dallo stomaco.

vero falso

2.

La pirosi il principale sintomo del reflusso.

vero falso vero falso vero falso vero falso vero falso vero falso vero falso vero falso vero falso vero falso vero falso vero falso vero falso vero falso vero falso

3.

I farmaci antinfiammatori (FANS) possono curare il reflusso. Aglio, cioccolato, cipolla, menta, the sono fra gli alimenti che favoriscono il reflusso.

4.

5.

Il reflusso si cura solo con l'intervento chirurgico.

6.

I farmaci a base di alginato sono indicati per il reflusso. La laparoscopia una tecnica di intervento che pu essere applicata anche per curare il reflusso.

7.

8.

Il reflusso in gravidanza comune.

9.

Le donne incinte che soffrono di reflusso non devono cambiare le proprie abitudini alimentari. La principale causa di reflusso nei neonati l'intolleranza al lattosio.

10.

11. Il rigurgito un sintomo tipico del reflusso nei neonati.

12.

Gli esami sono indispensabili per fare una diagnosi di reflusso in un neonato. La posizione di un neonato durante il sonno pu diminuire il rischio di reflusso.

13.

14. Il reflusso negli anziani pi facilmente riconoscibile.

15.

Il reflusso negli anziani dovuto alla cattiva digestione. Le cure per il reflusso nelle persone anziane sono le stesse usate per le persone pi giovani.

16.

Verifica le tue risposte esatte:

1V

2V

3F

4V

5F

6V

7V

8V

9F

10 F

11 V

12 F

13 V

14 F

15 F

16 V

Il reflusso in gravidanza

Il reflusso un disturbo molto comune in gravidanza. La met delle donne incinte ne soffre abitualmente. Mentre una su quattro ne soffre addirittura quotidianamente. I suoi sintomi sono frequenti soprattutto nell'ultimo trimestre. Ma possono comparire anche nel primo. Nella maggior parte delle donne che aspettano un bambino, i sintomi del reflusso si presentano a partire dal quarto mese di gravidanza, quando l'utero gi piuttosto grosso. In altri casi, i sintomi sono presenti nei primi tre mesi e poi scompaiono. Il reflusso in gravidanza un disturbo passeggero. E scompare dopo aver partorito. Pu essere un po' fastidioso. Ma si pu tenere sotto controllo abbastanza facilmente

I consigli della nonna

( ma senza dimenticare le ricette del medico!!!!!!)

Bruciore di stomaco
Mezz'ora prima di mangiare prendere mezzo bicchiere d'acqua nel quale si sar fatto sciogliere mezzo cucchiaino di argilla ventilata. Questa sostanza ha propriet antinfiammatorie, depurative e cicatrizzanti.

Sciogliere un cucchiaio di farina bianca con dell'acqua tiepida e bere il composto un quarto d'ora prima di mangiare. Dopo i pasti bere una tazza di camomilla e salvia. Evitare il limone che acido. Se il bruciore compare a digiuno, si pu attenuare masticando lentamente un po' di mollica di pane bianco. Vanno bene anche dei cracker magri. Per attenuare il bruciore molto efficace un bicchiere di latte caldo leggermente zuccherato o naturale.

Per combattere questo disturbo a tavola, pu essere utile mescolare all'insalata qualche foglia di maggiorana fresca.

Gonfiore addominale
Un ottimo rimedio il carbone vegetale che, per le sue propriet assorbenti, aiuta a eliminare l'aria in eccesso. Una tisana di semi finocchio bevuta lontano dai pasti aiuta a tenere sotto controllo il disturbo.

Iperacidit gastrica
L'iperacidit gastrica si verifica quando la concentrazione di sostanze acide nello stomaco superiore alla norma. Se il disturbo occasionale, si possono seguire alcune banali regole alimentari: consumare pasti regolari (quantit di cibo costanti a orari fissi), masticare lentamente, diminuire o limitare il consumo di caff, superalcolici e alimenti ricchi di zucchero. Inoltre, sono disponibili anche alcuni rimedi naturali. Il t verde una pianta anticamente usata dai cinesi come bevanda e come medicinale. Oggi largamente utilizzata anche in Occidente per le sue numerose propriet benefiche. Il t verde ha, infatti, propriet antiossidanti, rafforza il sistema immunitario e aiuta a prevenire l'invecchiamento e i disturbi cardiovascolari. utile anche a chi soffre di iperacidit di stomaco. Aiuta infatti la digestione e allevia i bruciori di stomaco. La frutta contiene, tra le altre, delle sostanze chiamate acidi organici. Questi conferiscono alla frutta profumo e aroma ma svolgono anche un'azione alcalinizzante. Sono cio in grado di neutralizzare l'azione acidificante di altri alimenti. In particolare, mele, mirtilli, fichi e banane riducono l'acidit gastrica e svolgono un'azione gastroprotettiva. Aumentano cio la secrezione del muco gastrico, lo strato mucoso che serve a proteggere lo stomaco. Anche i cavoli hanno lo stesso effetto. bene ricordare, per, che quando si soffre di disturbi gastrointestinali (come il gonfiore di stomaco) bisogna cercare di consumare la frutta lontano dai pasti. Anche il fucus, ottenuto dalle alghe marine, protegge la mucosa dello stomaco e ne riduce la secrezione acida. La liquirizia aiuta a neutralizzare l'iperacidit gastrica. Bisogna per consumarla con moderazione e attenzione perch ha l'effetto di innalzare la pressione.