Sei sulla pagina 1di 2

Capitolo IV

Significato patologico dei giochi1


Eric Berne

Se gli analisti transazionali vogliono accingersi all'ardua impresa di rinunciare a far "migliorare" i loro clienti per farli "guarire", forse meglio approfondire il concetto di "guarigione", e su come sia possibile ottenerla. Come possiamo, ad esempio, evitare di stimolare gli schizofrenici a diventare "schizofrenici bravi", ed aiutarli invece a smettere di essere schizofrenici? Prendiamo, ad esempio, il gioco "Sto solo cercando di aiutarti" (SSCDA). Nella sua forma pi semplice l'"aiuto" non funziona per "colpa" di chi tale aiuto riceve, e cos il giocatore si conferma nella propria convinzione che il mondo, ostinato ed ingrato, sia volutamente fallace per non accettare e riconoscere l'onniscienza del volenteroso "aiutante". "Te ne posso procurare all' ingrosso" una variante un p pi complessa. Qui il giocatore non solo dotato di onniscienza, ma anche di onnipotenza, quale gli deriva dalla "profonda" conoscenza che ha degli altri processi interiori. "Sto solo cercando di aiutarti" anche collegato a "Goffo pasticcione" (GP) sia perch le cose finiscono egualmente male in entrambi i giochi, ed anche in un sen so pi diretto e complesso. Si osserver che il classico giocatore SSCDA offre solo quell'aiuto che "non" gli viene richiesto, o perch nessun aiuto gli stato in effetti solleci tato, oppure perch gli viene richiesto "un certo" aiuto e lui ne offre uno diverso. Se al giocatore di SSCDA viene chiesto di eseguire o dare il suo aiuto in una cosa ben definita, passer a gioca re a GP ed in qualche modo combiner un pasticcio: arrivando quando ormai troppo tardi o portando
1

Berne, E. (1964). Pathological Significance of Games. Transactional Analysis Bulletin, 12, 17-18. (Trad. it. di M. A. Tardi in Rivista Italiana di Analisi Transazionale e metodologie psicoterapeutiche, No.10, 1986).

Eric Berne

tutto l'occorrente tranne la cosa pi importan te, ecc. A questo punto si profonder in scuse, ed implorer perdono, come fa ogni diligente GP. Pu anche andar oltre e arrivare alla situazione dell' "Incartamento in ritardo" con la conseguenza che, nonostante la sua stessa omissione, in qualche modo l'altro che finsce per doversi scusare. Ad esempio, il primo del mese gli viene chiesto di presentare certi rendiconti entro il 31, cosa che in seguito gli viene ripetutamente ricordata. Allora pu o, come un GP, dimenticarsene fino a che non troppo tardi e poi scusarsi, oppure presentarli alle 11,50 della sera del 30 dicendo "Non prendertela con me se non puoi presentare i moduli delle tasse per le nove di domattina, io ho fatto tutto il possibile". E' evidente dalla natura morbosa del pagamento (conferma della propria posizione di infelicit) che questo, come del resto gli altri giochi, sono patologici. Dove sta la patologia? Il giocatore di SSCDA cerca di essere un G e debolmente mantiene questo stato dell'Io principalmente (seppure non solamente) come barcollante barriera fra il mondo esterno ed il sottostante Bambino depresso. Allorch il Genitore viene frustrato, la carica energetica scivola immediatamente al Bambino depresso, come si evidenzia dal pagamento, appunto, di depressione. Dal punto di vista storico, naturalmente, tale debolezza proviene da una debolezza dei suoi genitori reali. Il punto significativo che ogni gioco (giocato dal Genitore o dal Bambino) e relativa patologia, ha un equivalente in termini di salute (Adulto). Per SSCDA l'equivalente sano "Il lavoro fatto" (l'osso sistemato, la macchina va, il caso risolto). Per GP l'equivalente sano "Sono veramente dispiaciuto di averti causato incomodo. Ho appreso da questa esperienza come evitare che ci si ripeta". In un certo senso, la guarigione consiste nel fatto che l'Adulto si incarica di eseguire e portare a felice conclusione quei compiti che, in precedenza, il Genitore o il Bambino si assumevano, nella matrice di un gioco, allo scopo di conseguire un certo pagamento. Resta ancora da dimostrare se l'approccio transazionale sia in grado di conseguire una guarigione stabile in questo senso, o se sia invece valida la pretesa degli psicoanalisti che la stabilit sia assicurata solo con la psicoanalisi. Questo potr stabilirsi e verificarsi solo su basi cliniche, e non da affermazioni polemiche o aprioristiche.