You are on page 1of 36

BANCAMICA - Periodico di informazione finanziaria, sociale e culturale - Anno 6 N.

2 - maggio 2012

Mordente Nuovo Statuto Aziendale

Albanese Risultati Aziendali Positivi

Mons. De Luca Una virt nuova: l'appartenenza

Cartolano L'appartenenza: sentirsi parte di qualcosa di qualcuno

Nuova Sede Amministrativa


SantArsenio (Sa)
Taglio del nastro 15 settembre 2012

In questo numero
4 Il saluto del Presidente 5 Il saluto del Direttore 6 Editoriale 7 Una virt nuova: lappartenenza 8 Gli artisti del territorio 9 Lappartenenza: sentirsi parte di qualcosa di qualcuno 10 Promuovere il territorio lucano con il progetto Wtc 11 La Banca investe sulle risorse umane 12 Evoluzione della situazione aziendale 15 Il microcredito contro la crisi 16 Nasce lApp Banca Monte Pruno 17 Trem Bonds: offerte dalle banche agli investitori privati 18 Giovani talenti al Monte Pruno Festival 24 Salviamo i piccoli tribunali per salvare la giustizia 31 Fare banca in modo diverso si pu
Anno 6 n 2 - maggio 2012 Periodico trimestrale di informazione finanziaria, sociale e culturale della Banca di Credito Cooperativo Monte Pruno di Roscigno e di Laurino Autorizzazione Tribunale di Sala Consilina n. 257/06 del 18/11/06 Sede Via Sottobraida 84037 SantArsenio Tel. 0975 398611 Direttore Editoriale Michele Albanese michele.albanese@bccmontepruno.it Direttore Responsabile Lucia Giallorenzo luciagiallo@tiscali.it Caporedattore Cono Federico cono.federico@bccmontepruno.it Comitato di redazione Antonio Pandolfo Giuseppe Sestito Elisabetta Giordano Rosario Bamonte Antonio Mastrandrea Hanno collaborato a questo numero Mons. Antonio De Luca, Tonia Cartolano, Mara Risola, Fabio Campatti, Pietro Cusati, Vincenzo Palmieri, Aldo Rescinito, Antonio Salerno Impaginazione e grafica Maurizio Felicino / digigraffio@fastwebmail.it La collaborazione gratuita. Il materiale inviato in redazione non viene restituito.

Rubriche
13/14 20/21 22 23 25 26/27 28/29 30 32-34 35 Speciale Assemblea Bcc in dialogo Banca e informazione Psicologia Pillole dinformatica Banca e giovani Il Circolo e le sue attivit Ristorazione Abitare il territorio Auguri e curiosit

SALUTO DEL PRESIDENTE

Nuovo Statuto Aziendale


Maggiore Sicurezza per Soci e Clienti

Assemblea dei Soci che si tenuta il 25 aprile scorso ha approvato, in seduta straordinaria, il progetto di modifica dello Statuto aziendale, approvato dal Consiglio di Amministrazione, con la finalit di adeguarne il testo alle disposizioni in materia di miglioramento della governance aziendale. Negli ultimi tempi si parla, spesso, di modello di governance, di un'efficiente governance di impresa; ma cos' la governance? La governance aziendale racchiude, in s, l'intero modello di previsioni e organi che gestiscono un'azienda, e, quindi, anche la nostra banca. Con le modifiche al testo dello Statuto approvate dall'Assemblea, la Banca si dotata di nuove previsioni che migliorano, ancor di pi, la governance aziendale, mediante l'adozione di norme che limitano: il conflitto di interessi di amministratori che svolgono attivit di impresa; l'assunzione di incarichi di amministratori presso Enti/Comuni. A fronte di tali limiti, sono previsti precisi obblighi di formazione per chi amministra una banca, al fine di rendere sempre pi comprensibile l'attivit svolta dall'azienda di cui si amministratore, nonch determinate disposizione per favorire il ringiovanimento della classe dirigente. Il nuovo statuto adottato dalla banca stato approvato, ovviamente dalla Banca d'Italia, che ha condiviso la nuova versione dello statuto-tipo delle Banche di Credito Cooperativo, predisposto da Federcasse, riconoscendo che le variazioni non contrastano con la sana e prudente gestione ai sensi dell'art. 56 del T.U. bancario. 4

Dott. Filippo Mordente


Presidente

Il perseguimento dell'obiettivo della sana e prudente gestione delle banche richiede, infatti, che l'organizzazione societaria sia in grado di rispettare precisi requisiti volti a garantire un governo equilibrato e virtuoso. Numerosi sono i casi, emersi negli ultimi tempi, relativi a fenomeni di crisi di banche, anche Bcc, coinvolte in situazioni molto gravi proprio per gravi carenze e mancanze negli assetti di governance, dove un adeguato assetto di compiti e responsabilit veniva aggirato mediante un ruolo troppo personalistico svolto da alcuni rappresentanti aziendali. La nostra Banca si sempre contraddistinta per il rispetto delle previsioni di governance, con un'adeguata divisione di compiti e responsabilit, al fine di garantire che l'andamento dell'azienda fosse sempre regolare, lontano da fenomeni di crisi; tutto questo nel solo interesse di garantire i nostri soci ed i nostri clienti, che ci danno, quotidianamente la loro fiducia e che noi amministratori dobbiamo preservare ad ogni costo.

SALUTO DEL DIRETTORE GENERALE

Risultati Aziendali Positivi


Fidarsi e condividere i problemi sono le leve per crescere

Michele Albanese
Direttore Generale

li argomenti che l'ultima Assemblea dei Soci stata chiamata a votare comprendevano, oltre agli adeguamenti dello statuto per migliorare la governance aziendale, l'approvazione del bilancio d'esercizio e dell'utile netto del 2011, argomenti, a mio avviso, strettamente legati. Nel suo articolo, il Presidente Mordente annovera le modifiche statutarie quali adeguamenti necessari per migliorare l'asseto di governo della Banca, al fine di preservare la fiducia dei nostri soci e dei nostri clienti. Questa fiducia, naturalmente, deve mostrarsi, in concreto, nei risultati che l'assetto aziendale e l'operativit quotidiana generano.

Mai come questa volta sono soddisfatto dei risultati di conto economico e della crescita patrimoniale che abbiamo avuto; questo perch raggiungere crescite di raccolta e impieghi superiori ai 13 milioni di euro in un periodo come il 2011, che stato da tutti unanimemente riconosciuto come un incubo per tutta la nostra societ stato, davvero, un successo. Vuol dire che siamo riusciti a conservare e rendere fruttuosa la fiducia di cui parlavo prima, che le nostre azioni di attenzione alle diverse classi di clienti, cercandone di soddisfare le relative esigenze, sono state valide.

L'utile netto del 2011, di 1,5 milioni di euro in un periodo in cui moltissimi enti creditizi hanno chiuso in perdita o con un utili bassissimi rappresenta il completamento ed, allo stesso tempo, l'elemento pi evidente della validit delle scelte aziendali. Ovviamente, tutto questo possibile solo se i nostri soci ed i nostri clienti continuano a garantirci il proprio supporto, in maniera sempre crescente. Io non voglio fare discorsi per andare contro altri concorrenti di caratura nazionale, n voglio innescare polemiche, per spesso mi chiedo, guardando gli enormi investimenti che facciamo sul territorio (perch noi Bcc, per legge, dobbiamo operare solo nella nostra zona di competenza), come mai ancora molte persone continuano a diffidare delle nostre banche, preferendo affidarsi, ancora, ad istituti lontani, il cui centro di interesse economico non pu essere il nostro territorio, per ovvie motivazioni legate alla contenuta dimensione dello stesso. Sentiamo dire tante volte che solo facendo squadra, creando rete, si pu crescere e venire fuori da periodi di crisi; ma squadra non si pu fare con soggetti lontani! Tantomeno si riesce a creare una rete di attori che operino a favore del proprio territorio Per fare squadra bisogna essere vicini, condividere e vivere problemi comuni e trovare insieme le soluzioni, sostenendosi a vicenda. Per fare rete bisogna unire le forze di ciascuno, mettere da parte i personalismi e gli egoismi personali a favore della ricerca del bene comune e dello sviluppo condiviso. Questo quello che fanno quotidianamente i nostri soci ed i nostri clienti; ma sono anche convinto che se si unissero a noi sempre pi persone e conterranei, potremmo crescere tutti ancor di pi ed innescare il Circuito del Progresso di cui ci facciamo, ogni giorno, portavoci e realizzatori. 5

EDITORIALE

L'appartenenza: passione per il proprio territorio


La sfida di promuovere le realt locali
Lucia Giallorenzo
Direttore responsabile BancAmica

lo strumento per eccellenza della Banca, con la quale si sviluppa quella matrice informativa verso i soci che diventa fondamentale per una struttura che supporta numerose iniziative di carattere sociale, culturale, religioso, imprenditoriale, cos stata definita BancAmica all'assemblea straordinaria e ordinaria dei soci della Monte Pruno tenutasi a Roscigno il 25 aprile scorso. Stiamo dando visibilit al senso di appartenenza della banca al suo territorio attraverso una comunicazione credibile, nella verit e autenticit degli eventi e nella condivisione di interessi e valori.

Sull'appartenenza ci soffermiamo in questo numero con riflessioni etico-sociali (vescovo Antonio De Luca), professionali (giornalista, Tonia Cartolano), psicologiche (dottor Fabio Campetti), territoriali (Mara Risola). L'appartenenza, all'inizio nel proporla come nucleo tematico da sviluppare, non ci sembrata una virt ma poi nel confronto con gli autorevoli collaboratori si giunti a considerarla tale. L'appartenenza una virt dei nostri giorni, intesa come attaccamento alle proprie radici, al proprio ambiente nel quale coraggiosamente si decide di rimanere, rimboccandosi le maniche, allontanando lo scoraggiamento dinanzi alle scarse o nulle possibilit lavorative evitando, altres, ogni disimpegno. Occorre, oggi pi che mai, dare senso alla realt nelle sue tante forme e sfumature, essere propositivi, costruttivi. I giovani in particolare, come hanno dimostrato in molti durante le iniziative della banca, hanno eccellenti competenze professionali, tanta ricchezza culturale, una forza intenzionale che non va sprecata anzi, come linfa capace di risvegliare una territorialit assopita. L'appartenenza mi fa pensare anche ad un aspetto soggettivo non trascurabile: ai benefici dell'autostima. Trattare se stessi con rispetto, accettarsi come si , potenziare le qualit positive. Essere presenti a se stessi senza smarrirsi nei momenti di crisi o seguendo abitudini sbagliate che possono allontanare ragazzi o adulti dalla vera identit e dignit personale. Inoltre, c' l'appartenenza quasi come necessit per crescere insieme che si esprime attraverso il proliferare di forme associative e di volontariato. L'appartenenza fa leva sul territorio per renderlo consapevolmente vivibile.

SCRIVONO PER NOI

Una virt nuova: l'appartenenza


lcuni studiosi contemporanei volendo definire le caratteristiche relazionali della nostra generazione, provata dall'emergenza educativa, ne hanno segnalato almeno tre: le appartenenze brevi, i progetti deboli, gli impegni fragili. Siamo proprio in quella che viene chiamata la societ liquida. Le radici sono molteplici e vengono da lontano. Certamente le giovani generazioni pi che responsabili sono in realt le vittime di questo sconvolgimento relazionale. Ma necessario saper riproporre nuovi punti di riferimento e convincenti visioni di vita che alimentino la forza rigenerativa e la speranza di poter ricominciare. Non siamo senza radici, anzi nella misura in cui le riscopriamo abbiamo la buona sorta di rafforzare anche le nostre identit. Abbiamo radici culturali, artistiche, filosofiche e radici cristiane che hanno dato forma nei secoli alle nostre attuali modalit relazionali, al valore dell'accoglienza, della solidariet. Senza un forte senso di appartenenza a queste radici non vi pu essere un presente vivo e originale. Ben a ragione l'appartenenza va ricompresa come una moderna virt alla quale affezionare le nuove generazioni. Non si tratta di alimentare una logica settaria e classista dei piccoli circoli. Anzi l'appartenenza smentisce la cultura settaria e limitata in quanto ha come logica l'accoglienza positiva e propositiva dell'altro. Come recita una vecchia canzone: <<L'appartenenza non un insieme casuale di persone non il consenso a un'apparente aggregazione l'appartenenza avere gli altri dentro di s>> (G. Gaber). Alimentare e educare al senso di appartenenza significa anche collegare l'esistenza di ogni persona alla storia e

Percorso educativo per una rinnovata sete di fraternit, incontro e dialogo

S.E. Mons. Antonio De Luca


Vescovo Diocesi Teggiano-Policastro

all'evoluzione del proprio territorio e accoglierlo come patrimonio da custodire e rispettare. E affonda in questo concetto di appartenenza la responsabilit di custodire l'integrit del creato, il rispetto del limite nello sfruttamento delle risorse, nell'utilizzo dei beni. Servirsi delle risorse del creato non significa asservire l'ambiente, le bellezze del patrimonio naturale, le piante, i fiumi, il mare solo un forte senso di appartenenza genera anche la custodia di ci che mi viene affidato. chiaro che l'appartenenza non significa esaltazione irrazionale n dipendenza limitante. Le appartenenze fanno crescere anche le rispettive identit, determinano i ruoli in termini di complementariet e di vicendevole alternanza. Ma le radici dell'appartenenza evocano il particolare legame con le verit della fede cristiana, che non possono essere smentite semplicemente per un calo di tensione etica, n per un diffuso incremento delle presenze multietniche e multiculturali. Anzi proprio l'incontro con gli altri, con il diverso che alimenta e rinvia all'appartenenza cristiana che diventa storia di vita nel personale legame a Cristo e alla Chiesa. Un indebolimento del desiderio di appartenenza coincide in realt con un doloroso smarrimento che come ospite inquietante dimora nel cuore di molti uomini e donne del nostro tempo. Riproporre la via dell'appartenenza come percorso educativo e come nuova virt potrebbe essere la chiave di una rinnovata sete di fraternit, di incontro e di dialogo; e non sono questi i valori che dovrebbero sostenere il senso della vita? 7

LE NOSTRE ECCELLENZE

Gli artisti del territorio


Il grande successo di: Mauro Tortorelli e Angela Meluso
n questi giorni ho soffermato la mia attenzione sulla importante presenza nel nostro territorio di artisti di fama nazionale ed internazionale. Parlo di risorse, parlo di professionisti che hanno dedicato la loro vita allarte e agli studi raggiungendo dignitosissimi risultati nei diversi settori del sapere e della cultura. Sia nel Vallo di Diano sia nelle zone limitrofe, ci sono artisti che hanno fatto enormi sacrifici per emergere, si sono impegnati in esperienze di un certo spessore, hanno seguito un percorso di crescita professionale di primo livello. Sono risorse in grado di dare tanto al nostro territorio, ma che spesso non vengono valorizzate in maniera adeguata, rispetto a quello che il valore, a quelle che sono le qualit e le potenzialit. La valorizzazione rappresenta un modo per consentire a questi artisti di essere conosciuti, di potersi esprimere, di poter trasmettere ad altri passioni, conoscenze ed emozioni. Non dargli spazio vuol dire arrestare un circuito di crescita culturale che, sicuramente, farebbe bene a tutti noi. A conferma di ci, su una nota rivista nazionale di settore, stato pubblicato un bellissimo articolo dove si parla di due artisti: Mauro Tortorelli e Angela Meluso. Sono due esempi puri di professionalit, due eccellenze 8

del nostro territorio che sono riusciti a raggiungere risultati di grande successo esibendosi in teatri di fama mondiale. Qualche mese fa avviammo una collaborazione per la realizzazione di due cd musicali che ripercorrono alcuni brani scritti da Fusella e da Sivori. stato il modo attraverso cui abbiamo fatto sentire la nostra vicinanza, la nostra passione per la cultura e larte. Mi sono reso conto di aver fatto un piccolo passo verso qualcosa di estremamente importante, perch loro rappresentano proprio quelle risorse cui attingere per la crescita del territorio. La Banca Monte Pruno vicina a queste esperienze perch convinta che lo sviluppo dellintero comprensorio passa attraverso il circuito della cultura, grazie alla presenza di enormi eccellenze che abbiamo la fortuna di avere vicino a Noi. Forse dovremmo fare tutti un po di pi per questi artisti, che testimoniano quanto valore e quanta ricchezza presente nella nostra terra. Noi continueremo a farlo perch siamo convinti che tutto ci rappresenta un investimento e non un costo, perch siamo convinti che professionisti del calibro di Mauro ed Angela possono essere di grande aiuto per portare alto il nome dellintero comprensorio. Michele Albanese

LA RIFLESSIONE

L'appartenenza: sentirsi parte di qualcosa di qualcuno


Affermarsi professionalmente altrove mantenendo il legame con la propria terra
Tonia Cartolano
Giornalista SKY TG24

i sono sempre chiesta se andar via dal proprio paese volesse dire anche un po' fuggire, abbandonare. Me lo chiedevo tutte le volte che a 15 anni la grandezza dei miei sogni, dei miei progetti, si scontrava con un luogo che, sebbene provasse a darmi tutto il possibile, alla fine si rivelava "stretto". Me lo chiedo ancora oggi, con un po' di consapevolezza in pi. E anche con qualche risposta, che allora mancava. Oggi mi rispondo che quando si rinnega, si fugge, non quando si prova a fare meglio. Che lasciare il proprio paese per cercare di crescere come per un figlio comunicare al padre e alla madre che ad un certo punto desidera andar a vivere da solo. Ma il figlio che va via non cambia improvvisamente abitudini e non rinnega: stender il bucato come ha provato a insegnargli la madre, cercher di gestirsi come ha visto gestire la casa dove nato. Questo significa legame, appartenenza, sentirsi parte di qualcosa, di qualcuno. Riconoscere, anche a distanza. E non negare. Dal mio territorio, dal mio paese ho preso tutto quello che potevano darmi. E se oggi provo nella quotidianit ad essere una buona professionista, lo faccio attingendo ad un bagaglio carico, col quale sono partita nell'ottobre del 2002 da Sala Consilina alla volta di Milano, con tanta voglia di mettermi in gioco e di riuscire ad entrare alla scuola di giornalismo della Cattolica.

Ormai sono dieci anni che ho lasciato Sala Consilina per realizzare il mio sogno di bambina di diventare una giornalista. Un sogno iniziato in una piccola redazione, quella di Italia 2 tv, che, prima che il mestiere, mi ha insegnato a divertirmi lavorando. I miei maestri erano l. Da allora ho sempre creduto che il fatto che mi pagassero per fare quello che avrei fatto comunque davvero una grande fortuna. E questo l'ho imparato nel mio paese. Da l sono partita con la consapevolezza che non sarebbe stato un percorso semplicissimo. Ma la stessa consapevolezza ce l'avevo sulla voglia di riuscire che mi sentivo scorrere nelle vene. Insieme ai valori forti imparati subito tra le persone che mi hanno visto prima bambina e poi donna. Oggi, molto pi di ieri, ho bisogno ogni tanto di tornare a casa, di incontrare le persone che mi hanno vista crescere, di respirare l'aria delle mie parti, di sentire gli odori della mia terra, l'accento dei miei compaesani, i sapori della mia casa. Appena andata via da Sala Consilina non era cosi. Avevo una severit di giudizio che oggi per fortuna scemata e che mi porta a valutare "preziosit" che prima vedevo, ma non consideravo. Capisci crescendo che nella vita bisogna avere sempre punti di riferimento, valori, rispetto, radici solide, un terreno dove fissarle e dal quale ergersi. E oggi, quando mia madre viene a trovarmi a Roma, la prima cosa che le chiedo di portarmi sono i nostri pomodori. 9

BANCA E PROGETTI

Promuovere il territorio lucano con il progetto Wtc

Foto Giusy DElia - Colombo Studio Art

Protocollo d'intesa con la Monte Pruno: servizi finanziari per le imprese

stato sottoscritto il 19 marzo scorso a Sant'Arsenio presso la sede amministrativa della Bcc Monte Pruno di Roscigno e di Laurino un protocollo d'intesa con l'associazione lucana World Trade Center Basilicata. Il referente del protocollo Antonio Pandolfo, responsabile dell'area crediti della Bcc "Monte Pruno". Voler bene al proprio territorio significa sicuramente subirne forte il senso di appartenenza. Quella molla che ci spinge fuori dalla nostra terra di nascita ma che presto o tardi ci riporta a casa, nutriti di un grande desiderio di rivalsa. Lo spirito alla base del grande progetto WTC per la Basilicata anche questo: promuovere il territorio attraverso processi di internazionalizzazione e di apertura al mercato globale portati avanti dalle migliori competenze professionali reclutate sul posto, singole persone, imprese ma anche pubblica amministrazione. Richiamare i talenti nostrani sul territorio vuol dire in primis arginare quello che oggi il fenomeno pi preoccupante per il Mezzogiorno d'Italia: la fuga dei cervelli. Ed proprio attraverso lo sprigionamento di queste forze indigene e dei pi validi ingegni locali, che la grande maglia del WTC intende valorizzare il tessuto imprenditoriale di riferimento. Le piccole imprese locali diventano l'oggetto delle attenzioni del WTC, inteso come facilitatore di business, una rete internazionale composta da ben 330 sedi dislocate in oltre 150 stati. Tra i fattori che incidono sul processo di internazionalizzazione delle imprese territoriali- afferma il Presidente del WTC di Basilicata, Rina Cosentino- giocano un ruolo fondamentale gli strumenti che gli intermediari finanziari mettono a disposizione per affrontare

la sfida dei mercati esteri, per questo abbiamo ritenuto opportuno firmare un protocollo d'intesa con la Bcc Monte Pruno di Roscigno e di Laurino. soddisfatta di questa comunit d'intenti il Presidente Cosentino e continua evidenziando quanto la stessa Banca potr assumere, all'interno del WTC Basilicata, un valore aggiunto ad una richiesta pressante dell'imprese associate e non, presenti sul territorio regionale ed extraregionale. Per rafforzare gli utili e il prestigio di un territorio necessario fare squadra e una rete globale di queste dimensioni, cos come si presenta il WTC, ha le caratteristiche giuste per fornire strumenti idonei all'assestamento sui mercati esteri delle imprese locali, fornendo loro un'ampia gamma di servizi finanziari, tanto richiesti dalle imprese in questo momento di sfavorevole congiuntura economica. Strumenti, come assicurazione al credito, cauzioni, polizze fideiussorie, factoring e consulenza, che solo una Banca seria ed intraprendente pu fornire e tanto preziosi per la conclusione di business di successo. Mara Risola Responsabile Centro Studi WTC

10

Foto Giusy DElia - Colombo Studio Art

LA BANCA INFORMA

La Banca investe sulle risorse umane


Assetto organizzativo e mobilit tra i comparti
Cono Federico
Responsabile Centro Studi

ell'esercizio 2011 continuato, all'interno dell'azienda, il percorso formativo di sviluppo del personale che prevede, oltre alla rotazione nei diversi comparti al fine di favorire una maggiore comprensione delle attivit svolte e per maturare un buon grado di mobilit tra i comparti, anche la partecipazione a numerosi corsi di formazione, in ottemperanza a quanto stabilito dal contratto collettivo di lavoro. La politica seguita dal Consiglio di Amministrazione, volta al continuo miglioramento delle competenze attraverso sia specifici corsi di formazione e sia attraverso il confronto con altre esperienze del sistema bancario, si posta l'obiettivo di investire sulle competenze delle risorse umane per conferire maggiore valore all'impresa e al mercato di riferimento. Le strutture delle quali la Banca ha usufruito nel campo della formazione sono: SeF (Societ di Formazione del Credito Cooperativo), Federazione Campana delle BCC e Ente di Formazione Rosario Pingaro. Inoltre, i responsabili delle diverse aree hanno partecipato con costanza ai vari corsi di aggiornamento che hanno riguardato le varie procedure informative adottate, al fine di ottimizzare l'utilizzo di questi strumenti a supporto dell'attivit lavorativa svolta. Anche i consiglieri d'amministrazione ed i sindaci hanno partecipato alle attivit formative a loro rivolte, al fine di favorire ulteriormente l'approfondimento delle dinamiche che caratterizzano il credito cooperativo. chiaro che il disegno del Consiglio di Amministrazione finalizzato ad un migliore assetto organizzativo e all'accrescimento del livello qualitativo della struttura delle risorse umane. L'attenzione si concentrata anche sulla formazione specifica del governo societario, affinch i soggetti coinvolti nella gestione siano consapevoli dei poteri e degli obblighi inerenti alle funzioni proprie e dotati di professionalit e competenze adeguate al ruolo.

Il processo formativo stato effettuato alla luce dei continui e sempre pi complessi interventi normativi. Rientra nel processo organizzativo la costruzione della nuova sede amministrativa della Banca. Nel corso dell'esercizio sono cominciati i lavori, la cui conclusione prevista per la met del mese di luglio del 2012; ci consentir all'azienda di avere a disposizione un ambiente molto pi funzionale alle crescenti esigenze di carattere amministrativo. Il progetto si inserisce all'interno degli indirizzi della Banca finalizzati a mettere a disposizione dei soci e della clientela servizi sempre pi soddisfacenti. Con riferimento al biennio 2011/2012, la Banca, in base al Decreto Legislativo n. 220/2002, ha ricevuto la relativa Attestazione di Revisione, che ha accertato l'esistenza dei requisiti previsti dalla normativa per l'iscrizione nella sezione dell'albo delle societ cooperative a Mutualit Prevalente.

11

LA BANCA INFORMA

Evoluzione della situazione aziendale


risultati conseguiti dalla Banca nell'esercizio 2011 in termini patrimoniali, economici e finanziari sono il riflesso degli eventi generali e dei cambiamenti che si sono susseguiti

Elisabetta Giordano
Responsabile Area Amministrativa

Crescita della raccolta diretta: sistema orientato alla fiducia

un tessuto, di un sistema sempre pi orientato alla fiducia. Il tutto conferma che i risparmiatori scelgono la Banca Monte Pruno per la gestione responsabile del denaro e per la marcata attenzione verso le diverse esigenze della clientela. L'azienda ha saputo difendere il valore dei risparmi dei soci e della clientela

nel corso dell'anno. Facciamo un'analisi della struttura finanziaria aziendale a livello di raccolta fiduciaria. La raccolta diretta di fondi dalla clientela (risparmi depositati presso la Banca), ammonta, a fine 2011, ad Euro 241.227.080. L'incremento registrato nel corso dell'anno stato, in valore assoluto, superiore ai 13,5 milioni di Euro, pari al 5,95% su base annua. La crescita della raccolta diretta, molto pi decisa rispetto ai dati di sistema, testimonia una intensa attivit dell'azienda finalizzata alla creazione di 12

senza sospingerli in investimenti nei quali non era possibile valutare il rapporto fra

rischio e rendimento. Le differenti forme tecniche della raccolta registrano l'evoluzione rappresentata nel grafico che segue. Si osserva l'ottima crescita, su base d'anno, delle obbligazioni emesse, le quali hanno raggiunto una variazione positiva vicina ai 10 milioni di Euro. continuato il percorso intrapreso dall'azienda volto ad incrementare il valore della componente della raccolta vincolata rispetto a quella a vista. L'obiettivo quello di garantire alla struttura un adeguato equilibrio in termini di liquidit aziendale, evitando di avvicinare i valori delle soglie di attenzione, i quali nel corso dell'esercizio, non sono stati mai raggiunti.

SPECIALE ASSEMBLEA

Molti interventi e tante gocce di verit


Nel deserto della crisi le oasi: i punti forza della Monte Pruno
Fiducia Aldo Rescinito: La fiducia a soci e clienti porta a grandi e positivi risultati patrimoniali e reddituali. Conferme Presidente, Dott. Filippo Mordente: Il 2011 stato, un anno ricco di conferme, dove accresciuta la consapevolezza del ruolo della Banca nel panorama del credito cooperativo regionale e nazionale. Investimenti Raffaele Accetta: investimenti sul territorio

Formazione Direttore Generale, Michele Albanese: Stiamo investendo molto sui giovani con la costituzione della nuova associazione, con la formazione e con le selezioni nella nostra struttura per un senso moderno di fare banca.

Sinergia Rocco Giuliano: Sinergia per sviluppo sul territorio

13

SPECIALE ASSEMBLEA

Sfide Nicola Di Novella: Dalle crisi emergono sfide. Senza sfide c' agonia sul territorio. Il ritorno al passato (mondo rurale -biodiversit) spinta verso il futuro.

Sviluppo Nicola Pica: La passione per il territorio coniugata con il buon management consente lo sviluppo e la crescita.

Risultati Bruno Ruotolo: I dati di bilancio sono esempio di solidit e buona gestione.

Sostegno Valentino Di Brizzi: La Monte Pruno garantisce il sostegno agli imprenditori in fase di crisi

Stabilit Giuseppe D'Amico: Elementi di successo: la stabilit amministrativa e di controllo. Orgoglio Rocco Colombo: Sono orgoglioso di appartenere ad una famiglia di cui apprezzo, particolarmente, l'attenzione che nutre verso l'universo giovanile e verso il territorio in cui opera. 14

Successo Nicola Ammaccapane: Un assetto aziendale e strutturale adeguato e competente consente il successo. Risorsa Donato Pica: Come esponente politico di questo territorio non posso non considerare la Banca Monte Pruno come risorsa importante per il nostro territorio.

LA BANCA INFORMA

Il microcredito contro la crisi


Una tipologia di finanziamento che soddisfa le famiglie
Antonio Pandolfo
Responsabile Area Crediti

n un'economia sempre pi globale dove l'Europa perde la sua storica competitivit e si cerca la ricetta per rilanciare la crescita ed uscire dalla prolungata crisi che continua a spostare gli equilibri di un intero sistema, sempre maggiore attenzione viene dedicata alle opportunit che i piccoli crediti, ed il microcredito in generale, possono sviluppare per arginare questo annoso fenomeno. Quando si fa riferimento al termine microcredito, si vogliono prendere in considerazione le sue due principali forme: il microcredito sociale, che mira a dare supporto a persone che versano in una condizione di difficolt economica, ed il microcredito d'impresa, che punta a promuovere l'iniziativa economica di singoli individui e piccole societ. Se il fenomeno nasce per aiutare le persone escluse dal circuito bancario ad ottenere prestiti e fiducia, oggi il settore del microcredito, complice anche il momento economico, sta conoscendo una fase di crescita e cambiamento: i clienti attivi, negli ultimi due anni, sono pi che raddoppiati e il valore totale dei piccoli crediti ha subito un'accelerazione importante nello stesso periodo; l'importo medio di un micro credito stato stimato intorno ai 9.500 euro. Questa tipologia di finanziamento cos diffusa soddisfa fabbisogni indistinti di persone e famiglie andando ad attivare importanti leve nelle politiche di welfare, aiuta il sostegno alla piccola e micro imprenditoria e, in definitiva,

agevola la ricostruzione di tessuto sociale e di canali di comunicazione soprattutto tra individui che si sentono in questo momento isolati dalla comunit. In questo contesto le Banche di Credito Cooperativo si sono ritagliate un ruolo di primaria importanza e stanno sfidando senza remora il periodo di assoluta difficolt che il sistema economico generale sta attraversando. I numeri alla fine del 2011 mostrano come le Bcc hanno continuato ad investire, ognuna sul proprio territorio: attraverso i 4.411 sportelli, presenza diretta in 2.704 comuni italiani, le Bcc hanno impiegato complessivamente 151,8 miliardi di euro facendo registrare un +3,2% rispetto all'anno precedente contro il +1,5% del sistema bancario complessivo. Tali impieghi erogati rappresentano il 17,4% del totale dei crediti concessi alle Piccole e Medie Imprese artigiane, l'8,5% alle famiglie e l'11,5% del totale dei crediti alle istituzioni senza scopo di lucro. In questo modo le Bcc continuano ad operare secondo quanto previsto dalla propria Carta dei Valori: un modello di fare impresa che mette al centro le persone e la cooperazione. D'altronde risaputo che ancora di pi nei momenti di difficolt l'unione che fa la forza. Se questo, per, un segnale di forte presenza, risaputo anche che non deve restare un caso isolato; pertanto si attendono ulteriori decisioni che possano riavviare in maniera costante e definitiva un percorso di crescita sostenibile. 15

LA BANCA INFORMA
Scarica lApp con il QR Code

Nasce l'App Banca Monte Pruno


Da oggi la Banca Amica sempre con te!
ra i dati che emergono dall'ultimo Rapporto ABI sulla Multicanalit delle Banche, uno su tutti d l'idea del cambiamento tecnologico che stiamo vivendo in questi anni: sono gi 11 milioni gli italiani che accedono e navigano in rete dal loro dispositivo mobile e gli esperti sono concordi nell'affermare che, entro il 2013, la navigazione da telefonino superer quella da pc. Artefici di questo cambiamento sono sicuramente gli smartphone, anelli di congiunzione tra il telefono cellulare e il computer, uniti ad una connessione dati mobile finalmente veloce, stabile e con tariffe alla portata di tutti. La conseguenza facilmente immaginabile che i servizi bancari sono ormai in rapidissima evoluzione, spostandosi dal semplice mobile banking al cosiddetto touch banking, ossia la fruizione dei servizi attraverso l'utilizzo di app mobili appositamente progettate per gli smartphone. Che l'utilizzo del cellulare si stia facendo sempre pi smart, testimoniato anche dai dati diffusi all'ultimo Mobile World Congress di Barcellona. Secondo i dati, nel 2011 l'utente medio di smartphone ha trascorso 671 minuti al mese a scrivere e leggere SMS 16

Giuseppe Sestito
Responsabile Sistemi di Pagamento

e 667 nell'uso di app. Ci in pratica significa che, quello che era il principale uso del cellulare (col traffico voce relegato a soli 531 minuti al mese), stato ormai raggiunto e quasi superato dal nuovo e vincente veicolo di contenuti e servizi: l'applicazione mobile.

Per questo la Banca Monte Pruno, sempre attenta alle innovazioni tecnologiche, lancia la sua applicazione per iPhone. Si tratta di uno strumento, il primo disponibile tra le BCC della Campania, volto a migliorare sempre di pi la relazione tra Banca e Cliente.

L'applicazione permette di accedere alla versione mobile di InBank, la quale consente di eseguire, in mobilit e con la massima sicurezza, una serie di operazioni tra cui: la consultazione del saldo e dei movimenti di conto corrente, i bonifici, le ricariche telefoniche, le ricariche delle carte prepagate. Nella sezione "Numeri Utili" si trovano i contatti dei principali servizi di assistenza (carte, InBank, ecc.), oltre ai numeri per il blocco delle carte di credito e PagoBancomat. Inoltre, l'App BANCA MONTE PRUNO d la possibilit di essere sempre aggiornati sulle iniziative della Banca attraverso la sezione "News". Non mancano i contatti di tutte le Filiali della Banca ed un comodo strumento per trovare il nostro sportello Bancomat pi vicino. Infine, sono disponibili per il download tutti i numeri di "BancAmica", il periodico di informazione della Banca Monte Pruno. Gli sviluppi futuri prevedo l'ottimizzazione per iPad e le notifiche push, per essere avvisati in tempo reale sulle novit introdotte dalla Banca. L'applicazione pu essere scaricata dall'App Store oppure utilizzando il codice QR presente in questa pagina.

LA BANCA INFORMA

Trem Bonds: offerte dalle banche agli investitori privati


breve gli investitori potranno trovare nell'offerta delle banche un particolare tipo di obbligazione: un decreto, approvato nello scorso mese di febbraio, rende finalmente disponibili e collocabili i TREM Bonds (Titoli di Risparmio per l'Economia Meridionale), previsti gi da una Legge del 2009, per la quale non era stato in precedenza emanato il decreto attuativo. Innanzitutto un avvertimento: a dispetto del nome (costruito ad hoc, con una punta di civetteria, dall'ex ministro dell'economia) questi titoli non vanno confusi con i cosiddetti TREMONTI Bonds, che sono particolari titoli emessi

Rosario Bamonte
Responsabile Area Finanza

L'impegno delle somme per piccole e medie imprese del Sud

dalle banche ed acquistati dallo Stato, con la finalit di perseguire il rafforzamento patrimoniale delle banche stesse. Lo scopo dei TREM Bonds, che saranno invece offerti agli investitori privati, quello di incrementare le risorse creditizie a disposizione di progetti ed imprese operanti nel Mezzogiorno. Nell'ambito di un plafond prestabilito, a livello nazionale, di 3 miliardi di euro, ogni banca potr essere autorizzata ad emettere un quantitativo di titoli della specie, limitato ad una frazione del suo patrimonio. Nel contempo dovr garantire che le somme sottoscritte dagli investitori siano impiegate con piccole e medie imprese (PMI) con sede legale

nelle regioni meridionali. Aspetto importante, per gli investitori, che i TREM Bonds godranno di una ritenuta fiscale con aliquota agevolata, molto vantaggiosa rispetto ad una ordinaria obbligazione bancaria: sconteranno, infatti, il 5% contro il 20%. A titolo esemplificativo, se consideriamo due obbligazioni con tasso identico del 4%, quella di tipo TREM avr un tasso netto del 3,80% contro un 3,20% di quella ordinaria. Si sottolinea che tale vantaggio fiscale vale solo per sottoscrizioni effettuate da persone fisiche non esercenti attivit d'impresa. Per il resto, sono in tutto e per tutto comparabili alle normali obbligazioni bancarie.

Il CONTO BASE lo trovi alla Banca Monte Pruno


La Banca Monte Pruno, nellambito delle attivit commerciali rivolte alla clientela, ha aderito alla convenzione sottoscritta dal Ministero dellEconomia e delle Finanza, dalla Banca dItalia, dallAssociazione Bancaria Italiana, da Poste Italiane e dallAssociazione Italiana Istituti di pagamento e di moneta elettronici finalizzata alla definizione del cosiddetto Conto Corrente Base. Liniziativa si inserisce allinterno delle azioni volte a limitare lutilizzo del denaro contante e a garantire, a chi si trova in una situazione disagiata, di poter accedere ai servizi bancari a condizioni molto vantaggiose. E questa la novit pi grande del Conto Base. Difatti, per chi possiede un reddito Isee inferiore a 7.500 euro, il Conto Base completamente gratuito: nessuna spesa e nessuna imposta di bollo. Una ulteriore opzione, contenuta nella convezione, riguarda i pensionati con assegno mensile che non supera i 1.500 euro. Tuttavia, su questo target, la Banca Monte Pruno gi si era attivata da tempo mediante il conto corrente riservato ai pensionati che non prevede nessuna spesa di gestione, la possibilit di richiedere lanticipo di una mensilit della pensione e limpegno della Banca a farsi carico di tutte le attivit amministrative per la trasmissione delle coordinate bancarie allINPS. Abbiamo aderito in maniera celere - dichiara il Direttore Generale Michele Albanese - alla convenzione sottoscritta perch rappresenta un grande segno di responsabilit nei confronti dei pi bisognosi. Oltre che incentivare lapertura dei rapporti di conti correnti, liniziativa facilita anche la diffusione dei sistemi di pagamento elettronici. un momento nel quale tutti devono fare uno sforzo in pi per garantire un sostegno forte ai pensionati e a chi appartiene ad una fascia di reddito debole. Tutti gli sportelli della Banca Monte Pruno sono a disposizione per fornire consulenza ed assistenza alla clientela interessata.

17

IL FESTIVAL DELLA BANCA

Giovani talenti al Monte Pruno Festival

All'edizione 2012 assegnato un premio speciale


In una cornice di emozioni e di tenerezza per la giovane et dei partecipanti il Monte Pruno Festival edizione 2012 a cura della Bcc Monte Pruno di Roscigno e di Laurino, del Circolo Banca Montepruno, dell'Associazione Monte Pruno Giovani e dell'Associazione musicale I due volti della luna di Sant'Arsenio stato un autentico e grande successo. Una serata quella del 26 maggio scorso presso il Palarusso di Sala Consilina all'insegna della canzone con un livello qualitativo della voce che ha sfiorato la perfettibilit dei veri interpreti. Il numeroso pubblico presente, oltre 1500 persone, ha confermato con scroscianti applausi le valide scelte della giuria tecnica presieduta dal flautista Antonio Cimino che ha focalizzato la sua attenzione su 23 giovani talenti. La serata conclusiva del concorso stata presentata con stile e semplicit da: Pierluigi Paciello e Francesca Caggiano ed ha avuto come partners: Italia2Tv, Ondanews, Uno-Tv, Kosmos Tv, Radio Alfa, Maratea web-radio. Ha curato le grafiche-video e disegnato il trofeo dell'evento, Maurizio Felicino mentre la regia del Festival stata curata da Nicola Ammaccapane. 18

Il Presidente del Circolo Banca MontePruno, dott. Aldo Rescinito, premia Angela Setaro prima classificata nella categoria A.

Nella categoria A, dai 6 ai 12 anni, Angela Setaro, 12enne di Sassano ha vinto il primo premio con la canzone One moment in time di Whitney Houston. Il primo premio, categoria B, dai 13 ai 18 anni, stato assegnato a Marco Opromolla, 14enne di Polla, che ha cantato Granada di Claudio Villa. Al vincitore di ogni singola categoria stato assegnato un premio di 1.000 euro, mentre al secondo e

IL FESTIVAL DELLA BANCA

Il Direttore Generale della Banca Monte Pruno, Michele Albanese, premia Marco Opromolla primo classificato nella categoria B.

al terzo classificato rispettivamente 500 e 250 euro. Sono stati assegnati anche secondo e terzo posto. Per la categoria A, secondo posto a Francesca Mele, di San Pietro al Tanagro; e terzo per Anna Lucia Oliviero, di Sala Consilina. Nella categoria B dei pi grandi, secondo podio a Chiara De Rosa, di Sala Consilina, terzo posto a Nicol Zienna, di Polla. Il Monte Pruno Festival ha assegnato anche il premio speciale 50 Anni - Banca Monte Pruno attraverso il voto espresso dai giornalisti a Nicolas Vespoli, di Sala Consilina, ragazzo ipovedente, nella categoria 13-18 anni, con la canzone Generale di Francesco De Gregori. Il direttore generale della Bcc Monte Pruno di Roscigno e di Laurino, Michele Albanese ha annunciato che la banca si far carico dei suoi studi musicali ed anche di un corso d'informatica ed inoltre, ha assicurato il sostegno ai vincitori che vorranno studiare musica. La serata, ha visto l'esibizione fuori concorso dei due vincitori della prima edizione del Monte Pruno Baby Festival, Michele Spina e Rino Tufano con due brani inediti. Grande soddisfazione stata espressa a chiusura dell'evento: dal presidente dell'Associazione Giovani Monte Pruno, Cono Federico, dal presidente del Circolo Banca Montepruno, Aldo Rescinito, dal vicepresidente della Monte Pruno, Antonio Ciniello, dal presidente dell'Associazione I due volti della luna, Gerardo Costa, dal sindaco di Sant'Arsenio, Nicola Pica, dal giornalista, Giuseppe Lapadula e dal M Francesco Rizzo, direttore artistico della manifestazione. Lucia Giallorenzo Direttore Responsabile BancAmica Componente Giuria Giornalisti

Nicolas Vespoli, vincitore del Premio Speciale 50 Banca Monte Pruno

19

LE BCC IN DIALOGO

La Monte Pruno ospita le Consorelle


La Banca di Credito Cooperativo dei Comuni Cilentani

La parola al Direttore Vincenzo Barone valori sani, quali la sicurezza del risparmio; la Banca riflette proprio queste qualit. Mentre altre istituzioni correvano dietro ai facili guadagni, disperdendoli in mille rivoli improduttivi, siamo rimasti abbarbicati al comprensorio, investendo ogni Euro della raccolta a sostegno delle famiglie e delle piccole imprese locali. Nel rapporto sereno fra cliente e banca, c' un aspetto particolare che lei evidenzierebbe? E' presto detto: la Comuni Cilentani pratica con continuit una politica di porte aperte. Ogni giorno, presso la sede di Agropoli, il Presidente inc tra quanti hanno richieste da avanzare; il Direttore Generale, a sua volta, riceve senza preavvisi particolari chiunque abbia necessit di assistenza e chiarimenti. Cos fanno, a tutti i livelli, i Funzionari, i Preposti, i Dipendenti, gli Amministratori. L'intera struttura esercita uno spirito di servizio con cordialit e rispetto dell'utenza. Questo buon clima si respira nei contatti quotidiani: siamo ancora un'autentica banca di vicinato e ci viene riconosciuto quale valore aggiunto e determinante.

ual il segreto del successo delle BCC sul territorio di competenza? Se prendiamo come spartiacque il mese di settembre 2008, quello del crollo della Lehman Brothers, per intenderci, ci accorgiamo che, da allora, i nostri impieghi netti sono cresciuti da 137 milioni di Euro ai 203 milioni di fine 2011 con un incremento, in meno di tre anni, di 66 milioni. E questi interventi sono stati tutti (e lo riconfermiamo: proprio tutti) distribuiti tra i nostri concittadini. La raccolta diretta della Cassa Rurale ammontava nel 2008 a 209 milioni. Siamo ora a 246 milioni circa, con aumento di soli 37 milioni, poco pi della met degli investimenti aggiuntivi che abbiamo effettuato nel medesimo periodo, allorch le altre banche hanno notevolmente affievolito la loro presenza in zona. Meriteremmo, sotto questo profilo, certamente di pi. Siamo comunque cresciuti molto, con risultati di bilancio sempre lusinghieri. Diciamo che se vogliamo ricercare i motivi del gradimento ottenuto, lo potremmo individuare nelle caratteristiche terragne della nostra BCC. La Comunit Cilentana ha sempre coltivato

20

LE BCC IN DIALOGO

La crescita della Bcc dei Comuni Cilentani testimonianza credibile di quali valori? La Comuni Cilentani non solo portatrice dei principi del Movimento, ma partecipa pure con fedelt a tutte le sue iniziative. Siamo persuasi che la specificit delle singole Casse sia un valore, ma siamo ancora pi persuasi che solo un sistema perfettamente integrato possa assicurare la sopravvivenza e l'affermazione del nostro network. Pertanto, una volta affermato che solidariet e comprensione - che sono capacit d'ascolto delle ragioni degli altri - sono la nostra cifra distintiva, abbiamo il dovere di lavorare con rigore assoluto e trasparenza, attenti al fatto che i soldi che manovriamo appartengono alle Comunit di riferimento. A nessuno permesso di depauperare i patrimoni altrui; non crediamo alle crescite perpetue ed improntiamo quindi le nostre politiche alla prudenza ed alla sobriet. Quali sono e come sono i rapporti con la consorella di Roscigno e di Laurino? Eccellenti sotto tutti i punti di vista. Ne apprezziamo la responsabile governance, la direzione dinamica e brillante, l'operativit snella e lo spirito di squadra. Un poco invidiamo, in senso buono, un moderno punto di forza della Consorella: la capacit di comunicazione che riuscita a sviluppare, capacit della quale anche questa intervista testimonianza. La BCC di Roscigno e Laurino non solo sempre presente in tutte le occasioni pubbliche della propria zona di competenza, ma riesce a promuovere molteplici iniziative di interesse collettivo, parlando inoltre col linguaggio dei giovani, che una delle chiavi di volta per capire le ragioni del meritato consenso che la circonda.

La BCC dei Comuni Cilentani un'istituzione che presenta connotati inusitati nell'ambito del Movimento Cooperativo e persino del panorama nazionale. Alla fine degli anni novanta emerse il problema di quattro banche in situazione di forte difficolt che operavano nel Cilento. Occorreva preservare un presidio creditizio, stabile e sicuro, in grado di offrire un'adeguata risposta ai bisogni della gente. Fu cos organizzata una fusione a quattro, esperimento mai sinora ripetutosi. La chiave di volta dell'operazione ebbe un nome: fiducia. Fu con l'ottimismo della fiducia che la Banca d'Italia incoraggi il progetto, apparentemente azzardato; fu grazie ad una riconquistata fiducia che i vecchi Soci, dapprima frastornati dagli eventi e poi persuasi dalla bont del disegno, uscirono dai perimetri angusti dei loro campanili. E, infine, fu con la fiducia del Personale che si affrontarono eccezionali sacrifici per salvare le antiche Casse Rurali. Fu un intervento di una complessit straordinaria, portato a termine con l'aiuto determinante delle Federazioni Nazionale e Campana. A distanza di tanto tempo, la Comuni Cilentani oggi un'entit aperta alle innovazioni, con una base sociale ampia e con un patrimonio ragguardevole, caratteristiche che permettono politiche di crescita che vanno incontro alla domanda di assistenza che promana dal comprensorio, rispettosa dei principi di sana e prudente gestione. E cos, mentre il vento della crisi soffia pi forte, la nostra Cooperativa ha potuto sostenere l'economia locale, ha realizzato consistenti utili, ha reclutato presso le scuole i giovani pi brillanti per offrire un'opportunit di lavoro e speranza. Possiamo dirlo con orgoglio: la BCC dei Comuni Cilentani rappresenta un esemplare caso di successo non solo della Campania, ma dell'intero Mezzogiorno operoso che ha saputo rimboccarsi le maniche, dimostrando nei fatti la sua voglia di riscatto.

21

BANCA E INFORMAZIONE

Antonio Mastrandrea

Monte Pruno Shopping: una vetrina online per le aziende


Segreteria

Un progetto per far conoscere i prodotti di qualit del territorio


l mercato globale impone agli operatori di farsi trovare sempre pi pronti nell'affrontare le sfide. Appare chiaro ormai come, grazie all'avvento delle nuove tecnologie, ogni azienda abbia l'opportunit di superare i confini del proprio mercato. Non certamente semplice raggiungere questo obiettivo anche perch indispensabile individuare piattaforme adeguate in grado di veicolare i prodotti in maniera coerente e sicura, scegliere strategie adatte, saper intercettare esigenze e bisogni. La Banca Monte Pruno, all'interno delle sue linee strategiche, ha pianificato la realizzazione di un percorso di sviluppo per le aziende, finalizzato a favorire la commercializzazione senza limiti territoriali e barriere. Oltre a questo, si aggiungono altri importanti elementi che completano il progetto. In primis, Monte Pruno Shopping parte come un'idea volta a far conoscere nel mondo le eccellenze alimentari del territorio. Non vi dubbio sul 22

fatto che le produzioni locali hanno la reale possibilit di potersi confrontare, senza alcun timore, con tutta la potenziale concorrenza. La conoscenza favorir la commercializzazione attraverso un canale gi operativo in altre realt, il quale ha riscosso gi apprezzabili risultati. Altro elemento caratteristico del progetto di sviluppo la certificazione della qualit. Grazie all'aiuto di alcuni professionisti del settore e dell'Universit di Salerno, sono stati gi definiti alcuni elementi di partenza che permetteranno al potenziale acquirente di conoscere le caratteristiche dei prodotti. Lo sforzo sar quello di consentire al consumatore di conoscere le propriet delle produzioni locali. Infatti, alcuni prodotti posseggono delle qualit in grado di garantire un benessere salutare che pochi sanno. Potr nascere una rete virtuosa tra produttori e consumatori, dove i primi saranno ancora di pi stimolati a realizzare produzioni che rispondano a determinate caratteristiche, mentre i secondi avranno maggiore consapevo-

lezza del concetto di tipicit e pregio insito nelle produzioni medesime. Sono questi vantaggi competitivi che, grazie al Monte Pruno Shopping, possono essere tradotti in strategie di marketing e di sviluppo d'impresa. Monte Pruno Shopping sar una grande occasione per le piccole e medie imprese del territorio che intendono allargare il proprio raggio d'azione oltre i confini locali, ma anche nazionali. Il progetto, che vede la collaborazione di alcune consorelle e del supporto della Camera di Commercio di Salerno, consentir anche ai piccoli produttori di potersi inserire in un mercato che altrimenti sarebbe difficilmente raggiungibile. questo un ulteriore segnale inequivocabile di come la Banca Monte Pruno intende far crescere le realt locali. L'idea Monte Pruno Shopping vuole essere un ambizioso punto di partenza per concedere opportunit di sviluppo, dove aziende e Banca continuino a viaggiare sullo stesso binario verso la medesima meta: la crescita del territorio.

PSICOLOGIA

Fabio Campetti

Appartenenza e identit
Il senso di appartenenza incide su noi stessi e sulle nostre esperienze di vita
l primo senso di appartenenza che un essere umano sperimenta quello relativo alla propria famiglia d'origine. Il bambino impara cosa siano dei legami significativi, il modo in cui verr curato, in cui i genitori risponderanno ai suoi bisogni di nutrimento protezione e cura, svolger un ruolo importante nel modo in cui esso affronter le relazioni interpersonali in futuro. Sviluppare un sano senso di appartenenza alla propria famiglia vuol dire avere la possibilit di formare in futuro dei legami di coppia pi significativi e sicuri, cos come dei rapporti di amicizia sinceri. Questo perch dar vita a un legame significativo comporta mettere in gioco le parti pi intime e vulnerabili. Si pu avere fiducia che l'altro accetti le nostre debolezze e non le usi per farci del male solo se si sperimentato un tipo di attaccamento sicuro nel rapporto con le figure genitoriali. Il processo di crescita individuale durante l'adolescenza arriva a un importante punto di svolta. Pur sempre importante, la famiglia non pi il luogo privilegiato rispetto ai rapporti interpersonali pi importanti. A questa et il rapporto con i pari il momento dove l'adolescente si sperimenta, intessendo relazioni significative dove pu esprimere la propria personalit, confrontandosi con amici che hanno storie e idee diverse, ma che per l'importanza del tipo di legame, assumono un ruolo di grande rilievo. In questa fase del ciclo di vita le persone

Psicologo clinico e di comunit Studio Metaobiettivo / Roma Studio Asse / Roma campettifabio@yahoo.it

e le organizzazioni responsabili della formazione e della crescita di un individuo si moltiplicano. La parrocchia, le associazioni sportive, i gruppi teatrali, i movimenti politici, sono solo alcuni dei luoghi dove gli adolescenti entrano in contatto con i pari e con altri adulti che aiutano a formare idee e sviluppare il proprio particolare senso morale. Sviluppare un forte senso d'appartenenza verso la parrocchia, piuttosto che verso un altro contesto, significa percorrere una strada che porter alla formazione di idee e principi ispiratori molto diversi. Bisogna specificare che con senso di appartenenza non si intende partecipazione passiva e acritica, ma identificazione attiva che comporta un dialogo critico tra noi e le persone o istituzioni con cui veniamo a contatto. Durante la propria esistenza un individuo sperimenta diversi tipi di appartenenza con diverse persone e contesti. Si appartiene alla propria famiglia d'origine, alla famiglia che formiamo da adulti quando incontriamo un partner con cui decidiamo di proseguire il cammino insieme. Si appartiene e ci si identifica nel territorio dove siamo nati o dove viviamo, un segno di questa identificazione il parlare un dialetto che caratteristico e riconoscibile di quella zone. Lo sviluppo del senso di appartenenza contribuisce quindi al formare l'identit di un individuo, che continuamente modificato sia psicologicamente sia biologicamente dalle esperienze che fa nel corso della vita. 23

BANCA E TERRITORIO

Salviamo i piccoli tribunali per salvare la giustizia


A Sala Consilina: progetti sperimentali e costi di gestione ridotti
Pietro Cusati
Direttore Amministrativo del Ministero della Giustizia Giudice Tributario Giornalista - pubblicista

a presenza del Tribunale di Sala Consilina indispensabile a garantire un decisivo presidio di Giustizia, onorando la sua presenza ricca di oltre 150 anni di gloriosa tradizione, nell'ambito di un vastissimo e poco accessibile territorio, ampio oltre 110.000 Km. Il Vallo di Diano da oltre venti anni privo di una rete ferroviaria attiva. Sala Consilina ubicata a circa cento Km da Salerno, ove si trova la Corte di Appello e da Vallo della Lucania, ove ubicato il vicino Tribunale, nell'ambito del Distretto. Il Vallo di Diano non ha molte risorse economiche, e, naturalmente, nuovi investimenti economici o insediamenti industriali e commerciali quindi, la possibilit di avere a disposizione un servizio giustizia moderno, rapido, efficiente e soprattutto facilmente raggiungibile. Il livello di informatizzazione del Tribunale Salese, nei vari settori operativi, sia giudiziari che amministrativi, che si raggiunto molto soddisfacente, tanto che sono in applicazione diversi progetti sperimentali e pilota di sicuro rilievo nazionale come ad esempio il processo civile telematico. Nel settore penale ma anche in alcune fasce del settore civile i risultati sono stai superiori alle aspettative, con una ''produttivit'' che, per il settore penale, al primo posto tra i 165 Tribunali nazionali e per il settore civile collocato in una buona posizione. Le attuali pendenze ed anche le sopravvenienze giustificano la presenza di un Tribunale autonomo a Sala Consilina, in quanto i carichi di lavoro sono in media con i principali Tribunali della Regione Campania,sia nel distretto di Napoli che in 24

quello di Salerno. Deve essere, poi, fortemente sottolineato che i costi economici di gestione del Tribunale di Sala Consilina sono davvero modesti, in quanto la sede di propriet del Comune,e concessa all'Amministrazione della Giustizia a titolo gratuito. In pratica il Tribunale di Sala Consilina, che opera a spese particolarmente contenute, pur con risorse alquanto limitate, riesce a fornire un servizio Giustizia del tutto apprezzabile, tanto da aver ottenuto recenti obbiettivi di efficienza grazie al processo civile telematico. A tal proposito, nell'ambito del Piano nazionale di E-Government della giustizia civile, il Ministero della Giustizia e l'Associazione bancaria Italiana hanno siglato un Protocollo d'intesa per la diffusione del processo civile telematico nel Tribunale di Sala Consilina,sottoscritto dai Comuni di Sala Consilina, Sassano ed Atena Lucana, dall'ordine degli Avvocati di Sala Consilina,dall'ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Sala Consilina, dal Consorzio di Bonifica Vallo di Diano e dalle Banche di Credito Cooperativo di Sassano e Monte Pruno di Roscigno e Laurino. ''Oggi prioritario aprire gli occhi e non perdere l'ennesimo treno. Dobbiamo caricarci tutti sulle spalle questa grave problematica che ci sta colpendo oppure a breve saremo costretti a raccontare ai nostri figli dell'ennesima occasione persa nel Vallo di Diano - ha ribadito il direttore generale della Bcc Monte Pruno di Roscigno e Laurino, Michele Albanese -il mio sforzo, da cittadino di questo territorio, quello di continuare ad impegnarmi per la difesa di un presidio giudiziario, che rappresenta una ricchezza da tutelare con tutte le forze a nostra disposizione.

PILLOLE DINFORMATICA

Comprimere i files. Ne ho veramente bisogno?


Semplici operazioni per semplificarti la vita
programmi di compressione ci permettono di ridurre la dimensione di uno o pi files (documenti, foto, eseguibili, archivi ed altro) ma anche di raggrupparli in un unico e comodo "contenitore", che rispecchier fedelmente la struttura delle cartelle/directory che abbiamo selezionato. Perch hai bisogno di un buon compressore di files? Quante volte vi capitato di dover inviare numerosi files via e-mail ed essere costretti a "darli in pasto" al lettore di posta elettronica o alla web-mail uno alla volta? Oppure, non vi mai capitato di inviare numerose email, ognuna con i propri allegati, per distinguere un gruppo dall'altro (es. rassegna stampa gennaio, rassegna stampa febbraio, etc.)? Comprimendoli tutti in un unico file risolverai il problema immediatamente, risparmiando tempo prezioso! Quali programmi usare? In rete esistono numerosi applicativi, i pi diffusi sono WinZip, WinRar e 7-Zip. Scarica, avvia ed installa il programma che preferisci (vedi link in basso). Come comprimere i nostri documenti immediatamente? Ogni programma ha la sua interfaccia grafica ma tutti aggiungono al menu a tendina (visibile cliccando con il "tasto destro" del mouse) numerose funzioni aggiuntive. Vediamo in dettaglio quella pi utile. Per scaricare i programmi di compressione visita questi link: programma di compressione WinZip WinRar 7z (SevenZip) estensione di default .zip .rar .7z download www.winzip.com www.winrar.com www.7z.it note la versione free ha un uso limitato la versione free ha un uso limitato programma gratuito 25

Vincenzo Palmieri
Soluzioni internet della Bcc Monte Pruno

1) cerca, con esplora risorse, i files o le cartelle da comprimere e selezionali; 2) clicca con il "tasto destro" del mouse e seleziona la voce Aggiungi a "xxx.zip" (in inglese: add to "xxx.zip"), dove xxx il nome generato automaticamente dal programma; 3) verr creato in pochi istanti un file compresso da allegare alla email

Con un lettore di posta elettronica gi configurato (es: Outlook Express, Mozilla Thunderbird, etc.) farai ancora prima cliccando sulla voce del menu a tendina: Comprimi in "xxx.zip" ed invia per email (in inglese: Compress to "xxx.zip" and email) Tra le altre funzioni disponibili vi suggerisco la cifratura o crittografazione degli archivi tramite password, un modo rapido per proteggere documenti importanti da occhi indiscreti.

BANCA E GIOVANI

I primi passi della MontePruno Giovani


Fitto il programma dellAssociazione
Buona Impresa! un'iniziativa che l'Associazione Monte Pruno Giovani, grazie all'ausilio della Banca Monte Pruno, ha indirizzato ai suoi iscritti. L'iniziativa si rivolge ai giovani, di et non superiore ai 35 anni, che intendono avviare un'attivit imprenditoriale. Rendere pi agevole l'avvio di un'impresa ed incrementare le probabilit di successo dell'idea imprenditoriale sono gli obiettivi del nuovo percorso di investimento sulle idee. Il progetto sulle imprese start-up si snoda su due direttrici: la dotazione del capitale per avviare l'impresa e le attivit di affiancamento.

Parte il Progetto Buona Impresa!

Incontro-dibattito sulla depressione e spettacolo teatrale - Sant'Arsenio

Domenica 22 aprile, presso il Teatro Comunale di Sant'Arsenio, si tenuto un incontro-dibattito dal titolo Crisi, depressione, abbandono. Grazie alla presenza del prof. Vincenzo
Foto Francesco Coiro - Colombo Studio Art

Venerd 13 aprile, presso il bowling di Atena Lucana, stata organizzata una serata per far s che potesse cominciare ad essere sempre pi forte il legame tra i giovani dell'Associazione Monte Pruno Giovani. La serata stata una bella occasione per conoscersi meglio e divertirsi anche tra le piste di bowling.
Foto Paolo Giuseppe Gallo - Colombo Studio Art

Facciamo Strike!!! - Atena Lucana

De Leo stato realizzato un interessante approfondimento sui problemi della societ moderna e dei giovani connessi ai disturbi della mente umana. A seguire, lo spettacolo teatrale Quem Quaeritis? Il caso Mastrogiovanni a cura di Giancarlo Guercio ha concluso la serata.

Concerto Biagio Antonacci - Eboli

Mercoled 9 maggio, presso il Palasele di Eboli, l'Associazione

26

BANCA E GIOVANI

Monte Pruno Giovani ha partecipato al Concerto di Biagio Antonacci.

Altri eventi sul territorio:


Sabato 24 marzo, presso l'Istituto Omnicomprensivo di Piaggine, la Banca Monte Pruno e l'Associazione Monte Pruno Giovani hanno incontrato i giovani studenti per discutere di futuro

Venerd 11 maggio presso il Teatro Comunale di Sant'Arsenio si tenuto il 1convegno informativo dal titolo "Efficienza energetica - Green Economy". L'evento, organizzato in occasione

Convegno: "Efficienza energetica - Green Economy".

dell'European Solar Day dagli ing. Nunzia Casale e Mafalda Rivelli, associate della Ass. Monte Pruno Giovani, ha visto la partecipazione di importanti relatori del settore che hanno approfondito temi come l'efficientamento energetico nelle abitazioni e lo sviluppo delle energie rinnovabili.

e di prospettive. Hanno aperto i lavori del convegno: il dirigente scolastico Romanelli, ed il suo vice, il prof. Troncone. Presenti alla manifestazione il Direttore Generale della Banca di Credito Cooperativo Monte Pruno di Roscigno e di Laurino, Michele Albanese, ed il Presidente dell'Associazione Monte Pruno Giovani, Cono Federico. Liniziativa stata seguita con molta attenzione dai docenti e dagli alunni della scuola. Sabato 24 marzo, presso il suggestivo ambiente del Castello Normanno di Postiglione, si tenuto un interessante convegno sulle giovani generazioni organizzato dal Forum Giovani di Postiglione presieduto da Deborah Amoroso. Allappuntamento intervenuto fra gli altri, il Presidente dell'Associazione Monte Pruno Giovani, Cono Federico. Sabato 21 aprile, a Sala Consilina, citt capofila del Vallo di Diano, si tenuto un incontro incentrato proprio sul tema: Dai credito ai tuoi progetti nel Vallo. Presenti all'evento per l'Associazione Monte Pruno Giovani Cono Federico ed Elio Albanese.

Sabato 13 maggio presso il Teatro Comunale di Sant'Arsenio si tenuta la presentazione della raccolta di poesia Il Melograno, scritto dal giovane studente Pierpaolo Manzione.
Foto Francesco Coiro - Colombo Studio Art

Presentazione Libro "Il Melograno" di Pierpaolo Manzione

Presenti all' evento per lAssociazione Monte Pruno Giovani, Cono Federico ed Elio Albanese.

27

I L C I R C O L O E L E S U E AT T I V I T

L'appartenenza: una grande ricchezza sociale e culturale


Una testimonianza che viene da lontano
Aldo Rescinito
Presidente Circolo Banca Montepruno

el 1999, insieme ad un gruppo di amici, ci recammo nel New Jersey, anche per proporre, su delega dell'Amm.ne Comunanle di Sant'Arsenio, il gemellaggio con la Citt di Jersey City. In quella occasione abbiamo avuto modo di toccare con mano il profondo attaccamento ed il grande amore dei vari concittadini, provenienti dal Vallo di Diano, verso il paese natio, anche se per tanti di loro erano oramai trascorsi lunghissimi periodi di permanenza in America. Era come se questi vivessero solo fisicamente in un altro mondo, ma la mente e lo spirito erano rimasti fortemente legati ai ricordi della loro terra, agli amici ed ai familiari lasciati, alle vecchie abitudini di incontrarsi, al bar per la partita serale a carte dopo una giornata di lavoro, oppure in piazza la domenica mattina. Anche l, in una piccola chiesa desueta e periferica, trovammo addirittura le statue dei Santi Patroni di alcuni paesi del Vallo. Il senso di appartenenza, il ricordo sempre vivo delle persone e delle cose lasciate, il desiderio struggente e la speranza di tornare, erano i fondamentali motivi, se non addirittura gli unici, a creare un interesse per la vita, tanto era forte l'attaccamento alle proprie origini. Noi che abbiamo avuto la grande fortuna di restare,

insieme alle nostre famiglie ed ai nostri amici, e trascorrere la nostra esperienza di vita, familiare e professionale, nei luoghi dove vissero i nostri padri, abbiamo, secondo me, ricevuto il dono pi grande, perch non abbiamo avvertito il disagio e le difficolt, non abbiamo conosciuto l'indifferenza degli altri, non abbiamo assaporato l'amarezza delle notti insonni, la solitudine e l'isolamento, legati alle molteplici difficolt dell'inserimento sociale. Noi invece abbiamo trovato, spesso inconsapevolmente, la possibilit di una reciproca identificazione con tutti gli altri, basata su legami di vario tipo, nella condivisione di interessi, bisogni, valori e storie di vita, che ci hanno portato a coltivare e a proteggere l'orgoglio del senso dell'appartenenza, con tutti i suoi lati positivi ed anche con quelli negativi. Abbiamo avuto, altres, la possibilit di poter scegliere i nostri amici e le nostre attivit lavorative, di creare le nostre associazioni e di impegnarci nelle molteplici attivit, di poter esprimere le nostre opinioni, di stare insieme perseguendo l'unico scopo di far crescere gli interessi sociali e culturali di questo territorio. Spetta a noi, pertanto, trasmettere alle giovani generazioni limportanza del messaggio che ci venuto anche dagli Stati Uniti.

28

I L C I R C O L O E L E S U E AT T I V I T

Domenica 26 febbraio gita sociale a Napoli Partecipazione allo spettacolo teatrale della compagnia di Carlo Giuffr "Questi fantasmi" di Eduardo De Filippo. Sabato17 e Domenica 18 marzo 2012: Week-end a Roma per assistere allo spettacolo presso il Teatro Sistina "Sono

di Marsico Nuovo per il progetto "Dalla natura...la cura". Al secondo posto si classificata Lucia Carrano del Liceo Classico "M.T.Cicerone" di Sala Consilina con "Casa famiglia per anziani". Per la categoria team il primo classificato stato il lavoro "Energie rinnovabili" presentato da Luigi Parascandolo dell'ITC "A.Sacco" di Sant'Arsenio; il secondo stato "La fabbrica del turismo" presentato da Luciana Latorraca del Liceo Scientifico di Marsico Nuovo. I vincitori hanno ricevuto un'artistica pergamena ed un libretto al portatore rispettivamente di 1.000 e di 500 euro, messi a disposizione dalla Bcc Monte Pruno. A tutti gli altri studenti

in zona" con Alessandro Siani e vistare la mostra di pittura del Tintoretto presso le scuderie del Quirinale. Sabato 12 maggio 2012, presso l'Auditorium ITC "A.Sacco" di Sant'Arsenio, si concluso il progetto "Idee al Futuro" -prospettive per i giovani studenti nel territorio- con la presentazione dei lavori selezionati e con la premiazione dei vincitori. Alla cerimonia, coordinata dal giornalista Giuseppe D'Amico, hanno preso parte oltre al Dirigente Scolastico dell'ITC prof. Cono Alberto Rossi, il Direttore Generale della BCC Monte Pruno Michele Albanese, il Presidente del Circolo Montepruno Aldo Rescinito, il Presidente della Associazione Monte Pruno Giovani Cono Federico. La manifestazione ha registrato la presenza di tutti gli studenti del quarto e quinto anno dell'ITC "A.Sacco", nonch una rappresentanza dei vari Istituti Superiori che hanno partecipato all'iniziativa. Erano inoltre presenti numerosi docenti e i Dirigenti Scolastici Prof.ssa Serafina Rotondaro (Liceo Scientifico "G.Peano" di Marsico Nuovo PZ), il Prof. Carmelo Setaro (Liceo Classico "M.T.Cicerone" di Sala Consilina), la Prof.ssa Olimpia Pasolini (Istituto d'Istruzione Superiore "Pomponio Leto" di Teggiano). All'inizio della cerimonia stato ricordato il giovane studente Michele Comuniello di Padula, prematuramente scomparso per una grave malattia. Per la categoria singoli il primo premio stato assegnato a Rossella Corleto, studentessa del Liceo Scientifico "G.Peano"

selezionati da una apposita commissione stato consegnato un attestato di partecipazione. La cerimonia si conclusa con un minispettacolo proposto dai ragazzi del laboratorio teatrale del Liceo Classico "M.T.Cicerone", diretto dal M Enzo D'Arco. Sant'Arsenio. 6 borse di studio per studenti delle Scuole Secondarie Superiori + 4 borse di studio per studenti Universitari il contenuto del Bando Borse di studio Banca Monte PrunoIV edizione. Nell'intento di favorire gli studi dei propri soci e dei figli dei soci, la Bcc Monte Pruno di Roscigno e di Laurino ha istituito per l'anno 2012: 6 borse di studio del valore di 300,00 euro ciascuna per gli studenti delle Scuole Secondarie Superiori che abbiano conseguito l'esame di maturit con voti da un minimo di 96/100 ad un massimo di 100/100 con lode; 4 borse di studio del valore di 1.000,00 euro cadauna per gli studenti Universitari (laurea triennale o specialistica/magistrale), che abbiano superato l'esame della Tesi di Laurea con voti da 97/100 a 100/100 e lode o da 106/110 a 110/110 e lode.

29

Il buon gusto delle nostre terre


LUorto Ristorante-Pizzeria
L'Uorto un piccolo ristorante ubicato nel centro storico del comune di Valle dell'Angelo alle pendici del Monte Cervati. Il locale nasce dall'esigenza di offrire alla propria clientela il meglio dei prodotti tipici locali, dai salumi di produzione propria alla pasta e dolci fatti in casa, carne alle brace, pesce fresco e gustose pizze. Ci che caratterizza L'Uorto l'ambiente familiare e accogliente che si

RISTORAZIONE

intona perfettamente ai colori e alle colture della campagna che lo circonda. Banca Amica perche.... Viene incontro alle esigenze delle varie attivit con la sua disponibilit ed elasticit unite alla cordialit dei dipendenti. Maria Antonietta D'Andrea

Al Pergolato - Ristorante-Pizzeria
Il ristorante- pizzeria Al Pergolato a Marsiconuovo si trova in una splendida posizione, completamente immerso nel verde e poco distante dalle piste da sci di Sellata-Pierfaone. Con oltre 26 anni di esperienza, offre un eccellente servizio di ristorazione ed un menu ricco e variegato, completamente ispirato all'antica tradizione della cucina lucana. Banca Amica perch offre molte opportunit di crescita, inoltre il personale molto competente. La direzione

30

BANCA E SOLIDARIET

Fare banca in modo diverso si pu


In Basilicata: incontri con gli ospiti dei Centri di Gallicchio e Missanello
el pomeriggio di venerd 2 marzo scorso vi stata la visita del Direttore Generale della Banca di Credito Cooperativo Monte Pruno alle strutture per minori in difficolt gestite dalla Cooperativa Smeraldo nei comuni di Gallicchio e Missanello. Il direttore Albanese ed i suoi collaboratori si sono intrattenuti con i piccoli ospiti condividendo con essi momenti di vita quotidiana e di spontanea e autentica affettivit che ci hanno fatto riflettere sull'importanza di questa iniziativa. La Bcc Monte Pruno ha infatti scelto, sin dalla sua nascita, di attuare una politica bancaria con una forte connotazione etica nel senso pi alto del termine. Lo stesso direttore Albanese ci ha raccontato dei tantissimi interventi messi in atto dall'Istituto a favore delle imprese, delle famiglie e del mondo dei giovani. La cosa che pi ci ha sorpresi, inducendoci a dare evidenza alla cosa, sono le iniziative no profit che la banca promuove e sostiene e che sono motivate solo dalla volont di fare del bene al prossimo ed essere di aiuto alle persone in difficolt. Se da una parte pu essere lodevole che il Direttore Generale di una banca voglia conoscere da vicino una realt imprenditoriale con la quale collabora, al punto di recarsi personalmente a stringere la mano ai lavoratori nel loro ambiente di lavoro, dall'altro la scelta di devolvere una parte degli utili per fini umanitari rende questa loro scelta degna di essere proposta come esempio per un modo diverso, e a nostro parere auspicabile, di fare banca. In questo modo l'istituto di credito non rappresenta solamente un edificio stilizzato, coloratissimo e ben curato, che presta i soldi e che nel momento della difficolt riversa quello stesso formalismo, freddo e distaccato, nei rapporti col cliente. Poggiando la propria attivit anche su solidi valori

morali la banca Monte Pruno mostra il volto umano di persone concretamente interessate alla realt in cui vivono e in cui vanno ad investire. Professionisti capaci di valutare un investimento e guidare e consigliare il cliente affinch ci che si va a fare possa avere i presupposti per una buona riuscita. Parlando, abbiamo scorto nelle loro parole un vero e genuino amore per i giovani, la concreta volont di aiutare le donne ad entrare nel mondo del lavoro sostenendo e dando fiducia alle imprese che le vedono protagoniste. Un altro tema sul quale il direttore si soffermato, con calore e passione durante l'intervista rilasciataci, il legame che deve esserci tra banca e territorio. E a pensarci bene risulta poco comprensibile, se non alla luce di una ottica vecchia e non pi sostenibile che vedeva la banca come il luogo dove depositare i pochi risparmi del cittadino assistito, il modo di fare di chi ritiene ancora oggi di poter non investe in questo senso. Un territorio ben sviluppato ed economicamente forte consente alla banca di svolgere appieno il proprio compito in un contesto di crescita continua, non solo economica ma anche sociale e culturale. Diciamo infatti, e senza dubbi, che lo sviluppo economico, che si ottiene con l'impresa, ha come naturale conseguenza lo sviluppo sociale e culturale e questo non si pu fare senza un adeguato sistema bancario che sostenga o meglio che investa, sul proprio territorio. Ci auguriamo che il modo di intendere non solo l'economia ma anche la vita in generale degli uomini che gestiscono la Banca di Credito Cooperativo Monte Pruno possa essere condiviso e preso ad esempio da tutti coloro che hanno a cuore lo sviluppo e la salvaguardia della nostra Regione. Antonio Salerno 31

ABITARE IL TERRITORIO

Le vostre iniziative con la Banca Amica


Insieme diamo colore alla vita della realt locale
LA BANCA AMICA - GLI STUDENTI RINGRAZIANO Da qualche anno la nostra scuola ITC A. Sacco di Sant'Arsenio d la possibilit agli studenti pi meritevoli delle classi quarte e quinte di frequentare uno stage all'interno della Bcc Monte Pruno di Roscigno e di Laurino con sede a Sant'Arsenio, con la collaborazione di quest'ultima. Quest'anno anche noi ragazzi della classe 4E abbiamo avuto l'occasione di partecipare a quest'esperienza importante per la nostra formazione, e ne siamo rimasti entusiasti. Inizialmente eravamo molto emozionati, e anche un po' agitati, al solo pensiero di entrare a contatto con l'ambiente bancario conosciuto solo attraverso lo studio teorico impartitoci dagli insegnanti. Ma, appena ci siamo trovati in banca, le nostre ansie sono svanite in quanto, abbiamo trovato un ambiente molto accogliente e delle persone cordiali, che ci hanno messo a nostro agio come lo splendido sorriso della Signora Elisabetta Giordano e l'affabilit dei relatori. Nelle lezioni alle quali abbiamo assistito, anche se sono state poche, abbiamo
Foto Francesco Coiro - Colombo Studio Art

Banca Montepruno, Aldo Rescinito, il Presidente dellAssociazione Monte Pruno Giovani, Cono Federico, il Tutor aziendale, Elisabetta Giordano e per la scuola il Responsabile del progetto, Prof. Mea. Sant'Arsenio. stato sottoscritto, presso la sede amministrativa della banca, un protocollo di intesa tra l'Associazione Fiore di Mandorlo Caterina Russo, rappresentata dal presidente, Nicolina Pirozzi, e la Banca Monte Pruno, rappresentata dal direttore generale Michele Albanese.

appreso molti argomenti e, consolidato altri. Infatti abbiamo trattato: le classificazioni dei titoli; le funzioni principali che svolge la banca(raccolta e impiego); gli strumenti di pagamento; I prestiti. Questi concetti trattati presentano delle riscontranze nella realt di tutti i giorni, per questo, la nostra aspirazione quella di poter continuare, anche l'anno prossimo, quest'esperienza. Infine, un ringraziamento speciale va a tutti coloro che hanno reso possibile questo progetto, gli insegnanti, ma soprattutto alla banca, nella persona del Direttore Michele Albanese. Gli alunni delle classi quarte. SantArsenio. Il 29 maggio scorso si tenuta, presso lAuditorium dellItc A.Sacco di SantArsenio, la cerimonia di consegna degli attestati per gli studenti che hanno partecipato al progetto attuato dalla banca in sinergia con la scuola. Sono intervenuti: il Dirigente Scolastico Cono Alberto Rossi, il Sindaco, Nicola Pica, il Direttore Generale della Bcc, Michele Albanese, il Presidente del Circolo

La partnership intende sviluppare obiettivi che riguardano il sociale e, quindi, le attivit di assistenza ai pi bisognosi che verranno accompagnate da una programmazione formativa indirizzata a medici, infermieri, psicologi, fisioterapisti, operatori socio-sanitari e volontari. Il primo corso di formazione per volontari in Hospice si concluso il 18 maggio scorso. Sala Consilina. L'emissione di bond nel Vallo di Diano al fine di raccogliere risparmio da reinvestire nello stesso territorio valdianese a beneficio di imprese, aziende e famiglie sar una delle prime azioni previste nell'ambito del protocollo d'intesa sottoscritto tra Comunit Montana Vallo di Diano, Comune di Sala Consilina, associazione nazionale PMI Italia, Polisportiva Antares e le tre banche

32

ABITARE IL TERRITORIO

di credito cooperativo: Bcc di Buonabitacolo, Bcc Monte Pruno di Roscigno e di Laurino e Bcc di Sassano. Si tratta di un progetto di marketing territoriale Vallo di Diano una terra da scoprire per la diffusione del brand Vallo di Diano. Testimonial di tale iniziativa la Puntotel Sala Consilina (squadra di volley femminile di serie A2). Attraverso il volley femminile, saranno messe in vetrina sul territorio nazionale le bellezze storico-architettoniche, le ricchezze ambientali, la cultura e le tipicit del Vallo di Diano. Il protocollo stato condiviso anche da Mauro Fabris, presidente Lega Pallavolo Serie A Femminile. Alla presentazione del progetto sono intervenuti, fra gli altri, Roberto Gainelli (vice presidente Lega Pallavolo Serie A2 Femminile), Consuelo Mangifesta, responsabile relazioni esterne della Lega Pallavolo Femminile), i rappresentanti dei tre istituti di credito cooperativo locale: Michele Albanese (direttore generale della Bcc Monte Pruno di Roscigno e di Laurino), Antonio Calandriello (presidente della Bcc di Sassano) ed Angelo De Luca (direttore generale della Bcc di Buonabitacolo), Raffaele Accetta (presidente della Comunit Montana Vallo di Diano), Nicola Ammaccapane (vice presidente associazione PMI Italia) e Giuseppe Sarno (presidente dell'Antares). Salerno. stato realizzato nella citt di Salerno il cortometraggio del regista salernitano, Massimo Montinaro. Si tratta di un progetto reso possibile grazie al sostegno del Comune di Salerno e della Bcc Monte Pruno di Roscigno e di Laurino. L'attore protagonista del corto, Andrea De Rosa che ha gi preso parte ad alcuni film: Notte prima degli esami (reg. Fausto Brizzi 2006); Notte prima degli esami-oggi (Fausto Brizzi 2007); Amore,bugie e calcetto (reg. Luca Luchini 2008); Ultimi della classe (reg. Luca Biglione 2008). San Pietro al Tanagro. Inaugurata il 1 aprile scorso la redazione di Onda News. Onda News una realt che guarda al mondo dei giovani e questo motivo di grande speranza per il nostro territorio. Con queste parole il vescovo della diocesi di Teggiano-Policastro, monsignor Antonio De Luca ha benedetto i locali che ospitano la Colombo Studio Art e la redazione di Onda News, diretta da Antonio e Giusy Colombo. Un grande segnale di speranza per i nostri giovani sui quali la nostra banca intende investire ha detto nel suo intervento il presidente onorario di Onda News, Michele Albanese. Presenti, fra gli altri:

il sindaco Domenico Quaranta, il parroco don Franco Maltempo, il presidente della Comunit Montana del Vallo di Diano, Raffaele Accetta, il vice presidente del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Corrado Matera, il consigliere provinciale, Rocco Giuliano, il consigliere regionale, Donato Pica, il presidente dell'associazione Monte Pruno Giovani, Cono Federico, il presidente del Circolo Monte Pruno Aldo Rescinito, il vice presidente della Bcc Antonio Ciniello, numerosi sindaci e giornalisti. Atena Lucana. stata un successo la giornata di studio sulla mediazione civile e commerciale, tenutasi il 27 febbraio scorso presso la sala congressi del Borgo Lucano, promossa dal Consilium Senatoris MCM e supportata dalla Bcc Monte Pruno di Roscigno e di Laurino. Ha introdotto i lavori l'avvocato Nicola Senatore, presidente dell'associazione Consilium Senatoris MCM Formazione&Mediazione. Dopo i saluti dell'avvocato Americo Montera, presidente

Coa di Salerno, dell'avvocato Michele Marcone, presidente Coa di Sala Consilina, di Adriano Barbarisi, presidente dell'Odcec di Salerno e di Gaetano Romanelli,

Foto Michele DAlessio - Colombo Studio Art

33

ABITARE IL TERRITORIO

presidente dell'Odcec di Sala Consilina, il convegno proseguito con le relazioni di Gianpiero Paolo Cirillo, presidente di Sezione del Consiglio di Stato, che si soffermato sulle forme di tutela alternative alla Giurisdizione, dell'avvocato Gian Paolo Califano, ordinario di diritto processuale civile della Sun, che ha discusso della mediazione per la conciliazione e il processo di cognizione, di Liliana Ciccarelli, responsabile del settore conciliazione Cittadinanzattiva, che ha affrontato il tema della mediazione per i cittadini. Ha relazionato per la Monte Pruno, Cono Federico. Atena Lucana. Si costituito il Comitato Scientifico del Consilium Senatoris, l'ente di alta formazione che collabora nel campo della cultura e della specializzazione delle professionalit con la Bcc Monte Pruno che avr il compito di pianificare e supervisionare le attivit finalizzate ad offrire una piattaforma culturale in grado di affiancare professionisti ed Enti Locali nel difficile compito di rispondere, in maniera positiva, alle sempre pi pressanti esigenze di carattere normativo. Alla presenza del presidente del Consilium Senatoris, Nicola Senatore, del vice-presidente del CdA della Banca Monte Pruno, Antonio Ciniello e del direttore generale Michele Albanese sono entrati a far parte del Comitato Scientifico: Gianpiero Paolo Cirillo, Presidente di sezione del Consiglio di Stato, Giovanni Sabbato, Consigliere del TAR di Salerno, Gianmario Palliggiano, Consigliere del TAR di Salerno, l'avvocato Nicola Senatore, Presidente del Consilium Senatoris, Francesco Cardiello, segretario comunale, ed, in rappresentanza della Banca Monte Pruno, Cono Federico. www.mcmsenatoris.com. Sala Consilina. Il periodico religioso e culturale Il Ponte anno XXVIII n. 1 stato distribuito nella parrocchia di San Pietro Apostolo a Pasqua. Nelle pagine l'ingresso del nuovo vescovo, Antonio De Luca nella diocesi di TeggianoPolicastro ed il saluto alla diocesi di monsignor Angelo Spinillo, vescovo di Aversa. Vi sono spazi dedicati anche a temi di attualit quali: il gioco d'azzardo, la violenza sulle donne e la questione su Petrolio si/no nel Vallo di Diano ed altre informazioni su eventi ecclesiali sia parrocchiali che diocesani. Polla. Presso il centro Don Giovanni Bosco stato presentato l'11 maggio scorso il libro La mia poesia realizzato dagli alunni della scuola media. Un lavoro coordinato dalla professoressa, Milena Pucciarelli che ha visto l'intervento del poeta, Elio Pecora. Applaudito il gruppo musicale composto da alunni, diretto dal maestro Bernardo Tramontano ed il gruppo folk diretto dalle docenti Ina di Muccio e Elvira Boninfante. Pieno consenso alla manifestazione da parte del sindaco di Polla, Massimo Loviso, di Pertosa, Michele Caggiano, del consigliere provinciale, Rocco Giuliano e dall'amministratore della Curcio Viaggi, Rocco Curcio. Tra i relatori, il direttore della Monte Pruno, Michele Albanese.

SOLIDARIET
Maria Romanelli volontaria in Camerun in contatto con la Bcc Monte Pruno di Roscigno e di Laurino che sostiene con l'adozione alcuni bambini, periodicamente comunica alla banca i piccoli ed importanti passi in terra di missione a Eda. In una sua lettera indirizzata al direttore generale della Monte Pruno, Michele Albanese ha scritto: Vi ringrazio dal pi profondo del cuore per tutto ci che fate per questa parte di mondo.

BREVI La Monte Pruno ha sostenuto le iniziative attuate a: Postiglione. Tavola rotonda Turismo sostenibile negli Alburni... Idee al confronto (3 marzo 2012). Monte San Giacomo. Rassegna teatrale amatoriale presso il palazzo Marone a cura dell'associazione culturale Terenzio Castella (12.2011-02.2012); spettacoli dell'associazione culturale Amici del teatro all'estero; III edizione del Trofeo Vallo di Diano (gare di kick boxing e arti marziali miste) presso la palestra delle scuole (4 marzo 2012) a cura dell'Asd Budogym Bellosguardo. Acquisto videoproiettore per la sede dell'associazione culturale ricreativa CAB (Club amici Bellosguardo) Marsico Nuovo. Torneo calcio intercomunale in onore di San Gianuario organizzato dall'associazione promozione sociale WeDoIt Polla. V edizione Artificiando in scena 2012 Festival nazionale del teatro e delle arti presso la sala-teatro del centro sociale Don Bosco (4 marzo-29 aprile); Acquisto nuovi infissi in alluminio a taglio termico all'istituto Paritario S. Teresa del Bambino Ges Laurino. VII Festa della famiglia a cura dell'Anspi (5 gennaio 2012); XIII edizione concorso La maschera pi originale Roccagloriosa. Schedatura materiali e revisione dei pannelli illustrativi pertinenti al nuovo allestimento del Museo Archeologico inaugurato il 28 aprile scorso. Teggiano. Solenni festeggiamenti in onore di S. Giuseppe Operaio a cura del comitato omonimo Sacco. Seconda edizione carnevale sacchese promosso dalla Pro Loco

34

AUGURI E CURIOSIT

Giornata dellemigrazione alla Camera dei Deputati


La Bcc Monte Pruno di Roscigno e di Laurino il 18 maggio scorso alla Camera dei Deputati ha partecipato alla settima edizione delle Giornate dellEmigrazione. Iniziativa tenutasi presso la Sala Colonne, palazzo Marini lanciata da ASMEF (Associazione Mezzogiorno e Futuro) in sinergia con APIA (Associazione Parlamentare ItaliaArgentina). Nel contesto dell'importante evento si tenuta anche la quarta edizione dell Premio Giornalistico Armando De Simone, che ha visto conferire tale premio al giornalista Massimo Bordin di Radio Radicale. Ai saluti fra gli altri di Severino Nappi assessore Regione Campania, Giuseppe Angeli deputato PDL, Franco Narducci deputato PD e vice presidente Affari Esteri ha introdotto i lavori il Presidente dellAsmef Salvo Iavarone. Ad una delle tre sessioni intervenuto il Direttore Generale della Banca Monte Pruno, Michele Albanese, che ha evidenziato il successo ottenuto dalla Carta degli italiani allestero ottenendo un riscontro di consensi immediati da parte dei partecipanti giunti da altre nazioni.

BCC Monte Pruno, Associazione Monte Pruno giovani ed Onda News: il futuro giovane
Prima convention a reti unificate, il 5 maggio scorso, tra i vertici della BCC Monte Pruno di Roscigno e Laurino, rappresentata dal Direttore generale Michele Albanese e dal vice presidente Antonio Ciniello, lAssociazione Monte Pruno giovani rappresentata dal presidente Cono Federico, Elio Albanese e Antonio Mastandrea e il gruppo di Onda News composto da Antonio Colombo, Giusy DElia, Tania Tamburro, Francesco Coiro, Gianpaolo DElia, Gerardo Lobosco, Pierino Cusati, Michele DAlessio, Francesca Caggiano, Claudia Monaco, Filomena Chiappardo, Romina Valisena, Cono Di Sarli, Cono DElia, Paolo Gallo, Williams Lamattina, Annachiara Di Flora, Paola Testaferrata e Rocco Colombo. Una convention nel corso della quale sono state ipotizzate le linee di condotta di unazione comune tesa alla valorizzazione del territorio del Vallo di Diano, Cilento e Golfo di Policastro. Dobbiamo credere nel nostro territorio - ha detto Michele

Auguri di grazia e di ogni bene dalla Direzione e Redazione di BancAmica a monsignor Angelo Spinillo, vescovo di Aversa, eletto vicepresidente della CEI (Conferenza Episcopale Italiana). Originario di SantArsenio il presule stato vescovo di Teggiano-Policastro dal 2000 al 2010.

Albanese, in veste anche di presidente onorario di Onda News - ed impegnarsi, ognuno per il proprio ruolo, a difenderne le peculiarit e assecondarne le tendenze. Un territorio che ha bisogno dei giovani perch sono i giovani il futuro ed per questo che bisogna riporre totale fiducia in quello che i giovani fanno. Onda News un progetto giovane che, basandosi sullesperienza di alcuni riferimenti del giornalismo locale, destinato a giocare un ruolo sicuramente importante nel panorama informativo del nostro territorio che, unitamente allazione posta in essere dallassociazione "Monte Pruno giovani", pu altres rappresentare un modello di sviluppo intorno al quale i giovani possano sentirsi uniti da identici intenti e garantiti da una condivisione di fondo che faccia sentire il giovane protagonista di un progetto comune. Ed alla fine dellincontro il patto donore stato suggellato dal brindisi che ha concluso una serata per certi aspetti davvero speciale dove hanno trovato grande spazio anche la serenit, la spensieratezza e lentusiasmo, elementi insiti nella natura dei giovani ai quali, come giustamente ha asserito il presidente onorario di Onda News Michele Albanese spetta il non facile compito di caricarsi sulle spalle il futuro del nostro territorio. - www.ondanews.it 35