Sei sulla pagina 1di 12

Periodico dinformazione dellIstituto Comprensivo FERRUCCI di Larciano Fondato da Adriano Disperati Diretto da S. Beyrowski, S. Prinzivalli, F.

Tortora

COMUNE DI LARCIANO
Medaglia dOro al Merito Civile

2012/13

Anno XXVII

N. 1

Ciao Ragazzi!
Ciao Ragazzi! cominciato (ormai da qualche tempo) anche questo nuovo anno scolastico e con esso il progetto del giornalino, di cui questa la prima uscita. Come vedrete ci sono delle grandi novit, a partire dalla graficasono state poi mantenute la maggior parte delle rubriche degli anni precedenti, mentre altre se ne sono aggiunte (speriamo che vi piaceranno) e alcune hanno cambiato solo il nome ma non i contenuti. La redazione ringrazia tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione degli articoli pubblicati e invita i ragazzi, in particolar modo, a proporsi e partecipare numerosi, con le loro idee, alle future edizioni. Buona lettura e al prossimo numero!!!

La parola al Dirigente
Sono il nuovo dirigente scolastico dellI.C. F. Ferrucci di Larciano e colgo lopportunit di questo spazio per presentarmi. Mi chiamo Giovanna Stefani e sono al mio primo anno da dirigente, avendo vinto lultimo concorso ordinario. Sono nata a Barga, in provincia di Lucca, dove risiedo con mio marito; ho due figli e sono nonna di Sebastiano. Sono laureata in Informatica e, fino allanno scolastico precedente, ho insegnato Matematica e Informatica presso lIstituto Alberghiero dellISI di Barga, dove ho ricoperto anche lincarico di collaboratore vicario del dirigente. Nellassumere il mio nuovo incarico desidero rivolgere il mio cordiale saluto agli alunni, alle loro famiglie, ai docenti, al Direttore dei Servizi Generali Amministrativi, al personale ATA e allintera comunit scolastica di cui sono parte integrante anche i membri del Consiglio dIstituto e gli interlocutori delle differenti realt istituzionali, culturali e sociali del territorio che collaborano con la scuola per contribuire al suo funzionamento e al successo educativo. Il mio desiderio, per questanno scolastico, che questa comunit possa crescere in spirito di collaborazione, in serenit ed in ricchezza culturale. Gli obiettivi che intendo perseguire, in stretta collaborazione con docenti, non docenti e genitori, sono principalmente legati alla creazione di un clima di lavoro sereno, costruttivo, condiviso, rispettoso dei principi, delle regole, dei ruoli esistenti nella scuola, che favorisca il successo formativo dei nostri alunni; alla consapevolezza della centralit dellalunno, che deve guidare ogni nostra scelta; allapertura della scuola al mondo esterno attraverso ladesione a reti ed associazioni di scuole; ed infine allinnovazione e alla qualit, necessarie per il miglioramento continuo dei risultati. Gli obiettivi che ci poniamo come scuola sono ambiziosi, ma spero che con la collaborazione e il contributo di tutti possano essere raggiunti. In particolare, ai nostri alunni raccomando di impegnarsi, di frequentare in modo assiduo, di partecipare attivamente alla vita scolastica, di tenere un comportamento corretto, collaborativo e rispettoso e di mostrare curiosit, impegno e volont di migliorare per acquisire quella cultura che, sola, permette di diventare cittadini attivi e consapevoli e padroni del proprio futuro. Ai genitori rivolgo linvito di collaborare fattivamente con gli operatori scolastici per contribuire, attraverso un reale patto educativo di corresponsabilit, al successo formativo e alla crescita dei propri figli come persona, nel rispetto dei ruoli di ciascun componente. Ai docenti auguro di sentirsi accomunati in unefficace comunit educante che condivida valori, prassi e idee, in un clima di appartenenza e rispetto reciproco. Al Direttore S.G.A., al personale amministrativo e ai collaboratori scolastici auguro di trovare una soddisfazione personale adeguata dedicando alla scuola limpegno e le energie necessarie che, in alcune occasioni, superano i normali impegni di servizio. Saluto gli interlocutori delle differenti realt istituzionali, culturali e sociali del territorio, sperando che possano supportare lIstituto nellespletamento delle finalit istituzionali di educazione, formazione e istruzione. Porgo, infine, un sentito ringraziamento al Dirigente Scolastico dott. Andrea Faini, che ha guidato la scuola negli ultimi anni e che mi ha calorosamente accolta allarrivo. A tutti i pi sinceri auguri di buon lavoro allinizio del nuovo anno scolastico. Buon anno scolastico! (Giovanna Stefani)

Il nuovo Dirigente Scolastico Dott.ssa Giovanna Stefani e lex Dirigente Scolastico Dott. Andrea Faini

2012/13

Anno XXVII

N. 1

Vita Scolastica

Gioved 27 settembre, noi ragazzi delle prime abbiamo assistito ad un incontro con l'ispettore Giuseppe Ferraro responsabile della sezione della polizia postale di Pistoia. L'ispettore ci ha spiegato che il suo lavoro consiste nel far capire a tutti noi di stare molto attenti quando navighiamo su internet. Ci ha raccontato che ci sono siti dove vengono venduti molti oggetti utili, ma anche sostanze illegali come la droga. Come tutti sappiamo, la maggior parte delle persone possiede il computer a casa o comunque lo sa utilizzare. Nel mondo di internet esistono tantissimi programmi, tra cui quello pi utilizzato dai giovani Facebook, che nasce come un sito per ritrovare vecchie amicizie, ma che con il passare del tempo diventato un mezzo per chattare e accettare le amicizie di tutti, anche degli sconosciuti. Alcuni adulti con questo sistema possono approfittarsi dell'ingenuit dei ragazzi pi piccoli. Pu succedere inoltre che quan-

do usiamo il computer si prendano dei virus perch magari abbiamo navigato in alcuni siti illegali, quelli che i nostri genitori ci proibiscono di guardare. Una cosa molto importante da ricordare quella di non fingere con i nostri genitori che non sia successo niente e portare da un tecnico il computer se ha preso un virus. La polizia postale ha il compito di assicurare la gente da questi pericoli, rintracciando e punendo i responsabili di tali reati. Internet non per soltanto una minaccia, ma anche una fonte di conoscenza condivisa da molti ragazzi. I nostri genitori quando erano piccoli non avevano l'opportunit di usare questo mezzo, pertanto vero che i ragazzi devono stare attenti, ma anche approfittare di questa occasione perch internet non solo spazzatura, ma anche un qualcosa che se utilizzato nella maniera giusta pu portare anche grandi vantaggi. (IA)

Puliamo il Mondo anche questanno centra lobiettivo: la pi grande campagna di volontariato ambientale, organizzata in Italia da Legambiente, ha coinvolto in questo ultimo week-end di settembre una squadra di oltre 600 mila volontari, di cui 300mila studenti soprattutto delle scuole medie. Persone di tutte le et hanno ripulito oltre 4000 localit dai rifiuti abbandonati. Nella pulizia straordinaria sono stati inoltre coinvolti 1.700 comuni, dove sono stati raccolti rottami di ogni genere come materassi, carcasse di elettrodomestici, mobili e tanta plastica. Il risultato di questanno dimostra ancora una volta la voglia da parte di tantissime

persone a fare qualcosa di concreto per il Pianeta. Anche l'Istituto Comprensivo di Larciano ha partecipato a questa iniziativa e sebbene gli alunni della scuola media, a causa del maltempo, non abbiano potuto aderire, tutti quanti pensiamo che questa iniziativa ci permetta di vivere in un mondo pi civile. (IIIA)

2012/13

Anno XXVII

N. 1

Vita Scolastica

Quante volte sentiamo parlare dei giovani, i giovani doggi e spesso, purtroppo, in maniera assai sfavorevole! Dalla cronaca vengono riportati perlopi episodi negativi sul loro conto e nelle conversazioni tra adulti di rado scappa una parola che rende loro il giusto merito! Se poi si parla dei giovani come studenti, allora s che ne piovono di discorsi e spesso alcuni da lasciarti letteralmente senza fiato! Ecco che gli alunni, alla luce di tali ragionamenti, si trasformano in una massa indistinta, anzi, oserei dire in unorda barbarica, fatta di maleducati, bulli, fannulloni,

le cui scatole craniche non contengono pi un cervello, ridotto ormai in pappa da videogiochi, computer e telefonini, ma al massimo un criceto in prognosi riservata (la battuta non mia)! N siffatti parlatori della giovent odierna, n la cronaca dei giornali, o quella televisiva, menzionano mai, invece, tutti quegli studenti che si impegnano a scuola, che sono capaci (e come!) di pensare, riflettere su ci che viene loro insegnato o li circonda e che non considerano i prof. solamente un bersaglio da schernire e ingannare o un ostacolo da superare e sprofondare per sempre nelle regioni pi re-

mote della dimenticanza, una volta che hanno concluso un determinato ciclo di studi! Alcuni alunni, come questi ragazzi della foto (ex IIIA della Scuola Media di Larciano), ormai sui banchi della scuola superiore, vengono perfino a trovarli i loro vecchi prof.! E lo fanno con il cuore, disinteressati, perch probabilmente gli insegnanti qualcosa hanno loro lasciato impresso nel ricordo o forse perch i tanto famigerati ragazzi di oggi non sono quelli dei discorsi tirati a caso, delle parole dei pessimisti, dei nostalgici del passato, dei lodatori di un mondo antico (forse che il mondo cambiato?), ma sono ragazzi e basta, con le loro emozioni, certo con i propri difetti e sbagli individuali, e soprattutto giovani con tutta la vita davanti, caratterizzati da quella spontanea umanit che fa sperare noi adulti, noi vecchi prof., nel futuro! (Sandra Beyrowski)

2012/13

Anno XXVII N. 1

La voce dei ragazzi

Il 12 settembre ricominciata la scuola dopo un lungo periodo di vacanze, che per a noi sembrato, come sempre, breve. Quest'anno si aggiunta una nuova prima e inoltre c' una novit: il dirigente scolastico Andrea Faini andato in pensione ed venuta la nuova preside Giovanna Stefani. Il primo giorno di scuola ci siamo ritrovati e qualcuno cresciuto molto. Noi ragazzi di terza quest'anno dobbiamo fare una scelta

importante che riguarda il nostro futuro: quale scuola superiore fare. Alcuni hanno gi le idee molto chiare, altri invece no. Per questo motivo, durante la settimana, nelle ore di compresenza, facciamo Orientamento. Cercheremo di affrontare al meglio questo anno scolastico, con la speranza di passare l'esame di terza ed essere l'anno prossimo alle superiori. (IIIA).

Professione insegnante...e non solo!

Signor Gallo iniziamo dal suo nome:

Aniello Sono nato a Rotondi in provincia di Avellino , il 14 Dicembre del 1948, la festa del pa- Cosa si sente di dire ai nostri ragazzi : trono del mio paese, S. Aniello; sono nato alle Che la vita va affrontata con di11:30 e pesavo 5,3Kg. gnit e rispetto di tutti, che la famiglia importante e che ci vuole tan Come arrivato in Toscana? ta forza di volont; mi piace stare Nel 62 morta mia mamma e con i ragazzi , sono stato un nonmia sorella,gi sposata, viveva in no-consigliere;loro mi scrivono letToscana e cos il 20 Agosto del tere che conservo e che mi com1962 sono andato a vivere con muovono sempre.sono soddisfamia sorella; nel gennaio del 196zioni!! Se qualche volta sono duro 3, a 15 anni, ho cominciato a la per il loro bene mai per il loro mavorare in officina meccanica e le. poi a fare le scarpe, in fabbrica e in proprio fino all82 , quando Noi tutti vogliamo che non vada in purtroppo ho scoperto della malattia. pensione: Quando vi lascer sparer i fuochi dartifi Il 24 Giugno del 92 sono andato a Parigi e cio!!!....non per voi ma perch ho ragdopo il trapianto la mia vita stata sempre giunto un traguardo..dopo tutto quello positiva: ho visto le mie figlie laurearsi, spoche ho passato..ho 20 anni,una seconsarsi, lallegria dei nipoti.Un ringraziamento da vita!!

alle donazioni grazie alle quali altre persone vivono.non sarei qui a raccontare

2012/13

Anno XXVII

N. 1

A.A.A. CERCASI NUOVI CONSIGLIERI PER C.d.A. TEENCOOP!!! Nella settimana dal 5 al 10 Novembre 2012 si terranno le elezioni di classe per eleggere i nuovi consiglieri e per procedere alliscrizione dei nuovi soci della Teen Coop. Le tutor Mori Cinzia e Innocenti Serena colgono loccasione per ringraziare il vecchio C.d.A. formato da Cojocarescu Stefano, Meozzi Lodovico, Rossi Lauro, Monti Niccol, Boschi Giulia, Fedi Lorenzo, Bianconi Vanessa, Tesi Giulio, Rossi Valentino, Chimento Chiara, Volpi Edoardo, Bizzarri Andrea, per limpegno dimostrato durante le iniziative.

Riciclando con divertimento!!!

La Teen Coop dalla parte dellambiente Ogni luned pomeriggio un gruppo di alunni delle classi seconde svolge unattivit utile allambiente: ridare vita ai rifiuti. Prima di tutto abbiamo deciso cosa realizzare per il mercatino di Natale e navigando su internet abbiamo trovato tante idee veramente originali che renderemo ancora pi speciali perch le realizzeremo con le nostre mani!!! Successivamente abbiamo riorganizzato tutto il materiale degli armadietti in modo da sapere cosa dobbiamo acquistare e quindi abbiamo fatto lordine. I soci lavoratori che svolgeranno questa attivit - sono: Armellin Alessio, Cascio Noemi, Carbone Lorenzo, Cosseddu Marco, Andrei Denisa, DIsanto Debora, De Rosa Tommaso, Gjera Emanuel, Girolami Giulia, Gori Gianmarco, Giusti Gioele, Jinai Jessica, Landini Sharon, Maltagliati Lorenzo, Mercugliano Daniele, Morosi Giulia, Xhafa Alessio e Fresolone Martina. Non ci rimane che darvi lappuntamento allinaugurazione del mercatino di Natale dove saranno messi in vendita i nostri capolavori: vi RINGRAZIAMENTI Siamo lieti di comunicarvi che con i soldi racaspettiamo numerosi!!! (A. X. e D. A., IIC) colti durante le iniziative dellanno scolastico 2011/2012 abbiamo acquistato unaltra LIM. Ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo obiettivo!!!

2012/13

Anno XXVII N. 1

Consiglio Comunale dei Ragazzi


amatissimo Fabrizio Petta!!!): Anche questanno, come i precedenti, ci saranno le elezioni del CCR (Consiglio Comunale dei Ragazzi), che formato da 17 ragazzi, tra cui un sindaco, i quali si dividono in quattro assessorati (addetti ciascuno a un campo specifico come la cultura, lambiente e la solidariet) gestiti ciascuno da un assessore. Il CCR si impegna a fare ci di cui la scuola ha bisogno e a volte riesce anche a rendere felici le persone che hanno bisogno di un sorriso. Le riunioni del CCR si svolgono, solitamente, il venerd durante la pausa pranzo, in cui si discute dei bisogni generali e si realizzano i progetti che lordine del giorno prevede. 1) Come ti sei trovato a ricoprire la carica di sindaco? - E stata una bella esperienza perch mi ha permesso di capire i bisogni dei ragazzi e ho potuto fare qualcosa di utile 2) Qual stato un momento che non dimenticherai? - Quando il sindaco di Larciano mi ha conferito la carica di sindaco del CCR. 3) Puoi dare dei consigli al nuovo sindaco che verr eletto? - Gli consiglio di affrontare con impegno e coerenza tutti gli impegni che si assume con il suo mandato. Senzaltro stata una bella esperienza che consiglio a chi ha a cuore il miglioramento della vita scolastica. (N. F. , IIIC)

Intervista allex sindaco del CCR (il nostro Questi i risultati delle ultime votazioni (dopo ardua campagna elettorale): stato eletto sindaco: Leonardo Stefanelli (con 39 voti) seguono i consiglieri (un elenco dettagliato, con relativi voti, stato affisso nelle aule e gi tutti voi ne avete preso visione): Albert Popovici, Lorenzo Maccioni, Tommaso Dugheri, Samuele Ejlli, Mattia Dugheri, Andrei Rosu, Andrea Bizzarri, Dina Daila, Stefano Monti, Fabio Sauto, Alessandro Simoni, Alessia Ponsiani, David Suiu, Marta Romolini, Francesca Lucchesi, Simone Innocenti.

2012/13

Anno XXVII N. 1

Scuola primaria
Venerd 28 settembre si svolta ledizione annuale di le didattico. Eccoci posare per una foto, con Puliamo il Mondo. Liniziativa, organizzata da Le- lattrezzatura fornitaci dal Comune, prima di iniziare gambiente con il patrocinio del Comune di Larciano, il nostro lavoro prevedeva la raccolta di rifiuti inquinanti in alcune zone del paese, da parte di tutti gli alunni dellIstituto Comprensivo F. Ferrucci. Noi, alunni della Scuola Primaria, avevamo il compito di ripulire i giardini e gli spazi asfaltati nella zona circostante alla scuola. Purtroppo, il brutto tempo ci ha impedito di uscire e non stato possibile svolgere questa attivit come previsto; per partecipare comunque alliniziativa, abbiamo deciso di effettuare una pulizia accurata dellambiente scolastico. Per esempio, noi alunni della classe terza A abbiamo messo in ordine la nostra aula ed unaltra stanza in cui si trovano giochi, sussidi e altro materia-

Nel mese di ottobre, noi alunni della classe III A della Scuola Primaria abbiamo partecipato ad un laboratorio di Educazione al consumo consapevole organizzato dallIpercoop, dal titolo Cioccolatodal seme alla tavoletta, per conoscere lorigine del cacao e le fasi della sua lavorazione. Abbiamo fatto due lezioni, una l11 e laltra il 19 ottobre, con unesperta di nome Federica. Durante la prima lezione, allinizio ci ha fatto annusare un libro che odorava di cioccolato, poi ci ha raccontato una storia intitolata Giovannino Perdigiorno: era un bambino che amava viaggiare e un giorno fin in un paese piuttosto strano, dove case, alberi, monti, panchine era tutto di cioccolato. Grazie a questa storia abbiamo imparato che il cioccolato viene dal cacao e che il cacao si ottiene macinando i semi che sono allinterno del frutto di una pianta tropicale che si chiama Theobroma. A questo punto Federica ci ha dato tre sacchettini che contenevano i tre passaggi del cioccolato: prima i semi della piante, poi il cacao e infine il cioccolato. Noi utilizzando il tatto e lolfatto abbiamo provato ad indovinare cosa cera dentro. In seguito abbiamo ricostruito un puzzle che raffigurava lalbero del cacao e

colorato un disegno con unimmagine simile. Nel secondo incontro, Federica ci ha distribuito delle fotocopie da colorare, unendole venuto fuori un libro sulla storia del cioccolato, dal seme alla tavoletta e a tutti gli altri cibi che si possono preparare con il cacao. Poi c stato un momento veramente piacevole: quello dellassaggio! S, proprio cos! Abbiamo assaggiato 4 cose: il cacao, la cioccolata fondente, quella al latte e quella bianca e abbiamo confrontato il sapore. Il cacao era piuttosto amaro e cos anche il cioccolato fondente, la cioccolata al latte e quella bianca erano molto pi dolci. Infatti il cioccolato fondente contiene molto cacao e poco zucchero, quello al latte ha poco cacao, un po di latte e tanto zucchero, infine quello bianco contiene solo burro di cacao e zucchero. Questo ci fa capire che meglio mangiare cioccolato fondente perch contiene pi cacao ed pi genuino. In seguito abbiamo fatto un disegno e lo abbiamo colorato acquarellandolo con il cacao: davvero carino! Infine abbiamo salutato Federica. Naturalmente questo laboratorio ci piaciuto moltissimo!

2012/13

Anno XXVII

N. 1

Riprendiamo il nostro consueto appuntamento con la rubrica A cuore aperto con un argomento che tanto vi interessa: lAmicizia. Queste le vostre domande: Da che cosa si capisce che un amico sincero? Gli amici possono restare tali per sempre? Esiste ancora la vera amicizia? possibile che nasca una forte amicizia tra un maschio e una femmina? Il significato della parola AMICIZIA... " un sentimento di affetto vivo e reciproco tra due o pi persone dello stesso o di differente sesso, ma anche tra esseri umani ed esseri appartenenti al mondo degli animali. considerato uno dei pi importanti stati emozionali, dopo lamore universale, alla base della vita sociale, perch fonte di collaborazione al benessere comune, aiuto e condivisione di momenti importanti. Dopo l'amore l'amicizia il sentimento pi importante e "ricorrente", fa parte della nostra vita di ogni giorno, fa parte del nostro essere e penso che non ne potremmo mai fare a meno. LAmicizia : 1) Condivisione di segreti e complicit. 2) Affinit di natura e comunanza di ispirazioni. 3) Passare insieme dei momenti unici. 4) Condividere un giocattolo. 5) Fiducia e intesa reciproca. 6) Potersi rilassare e lasciarsi andare. 7) Poter sempre e comunque contare sullaltro. 8) Un sorriso al momento giusto. 9) Parlare lo stesso linguaggio. 10) Capirsi con uno sguardo. vero, un amico una persona che ti sta vicina nei momenti del bisogno, che ti ascolta in silenzio e ti capisce anche solo con uno sguardo, senza parlare, ti consiglia per il meglio, che ti d tutto s stesso senza secondi fini...ma, come tutte le vicende umane pu succedere che unamicizia finisca, che un amico si allontanisicuri per che una nuova amicizia potr sempre nascere e un nuovo amico si metter al vostro fianco. A cuore aperto, Noemi

2012/13

Anno XXVII N. 1

Uno sguardo alla realt


Alcuni episodi della storia da ricordare:

11 settembre 2001: attentato alle Torri Gemelle 20 settembre 1870: breccia di Porta Pia (un corpo di bersaglieri apre a cannonate un varco nelle mura di Roma, che in seguito diverr capitale dItalia) 4 ottobre: compleanno della prof.ssa Scartabelli (a cui la IIIA fa i suoi pi sinceri auguri !!!) 12 ottobre 1492: scoperta dellAmerica 25 ottobre: auguri prof.ssa Niccolai !!! 28 ottobre 1922: marcia su Roma (i fascisti marciano su Roma per impadronirsi del potere, che imporranno al Paese)

Fatti del mese: Dolcetto o scherzetto? La parola Halloween attestata la prima volta nel XVI secolo, e rappresenta una variante scozzese del nome completo AllHallows-Even, cio la notte prima di Ognissanti. Halloween (o Hallowe'en) una festivit che si celebra principalmente negli Stati Uniti, nord del Messico, e alcune province del Canada nella notte del 31 ottobre. Le attivit tipiche di questa festa sono: dolcetto o scherzetto, partecipare a parate o sfilate in costume tipico, intagliare una tipica zucca di Halloween, allestire fal, visitare attrazioni collegate a fantasmi e spiriti, fare scherzi, raccontare storie dell'orrore e vedere film horror. Fare dolcetto o scherzetto un'usanza di Halloween per i bambini. I bambini vanno in costume di casa in casa chiedendo dolciumi come caramelle o qualche spicciolo con la domanda "Dolcetto o scherzetto?" La parola "scherzetto" la traduzione dell'inglese "trick", ed una sorta di minaccia di fare danni ai padroni di casa o alla loro propriet se non viene dato alcun dolcetto ("treat").

2012/13

Anno XXVII N. 1

Un pomeriggio al cinema
Per questa prima uscita proponiamo la recensione di un bel film: Oliver Twist di Polanski, che nel pomeriggio hanno visto sia i ragazzi di IIIC che quelli di IIIA. Ne consigliamo la visione a tutti!!!

Oliver Twist uno dei classici pi famosi della letteratura inglese, scritto nel 1837 da Charles Dickens. E la storia di un bambino orfano abbandonato in un istituto in cui i bambini vengono costretti a lavori duri. E proprio il triste destino che tocca al piccolo Oliver, che un bel giorno decide di scappare da questa vita di stenti. Dopo sette giorni di lungo cammino nelle campagne londinesi, il piccolo arriva moribondo nel centro della capitale, dove incontrer un gruppetto di ladruncoli imparando il mestiere per non morire di fame. Oliver per, puro nellanima, non riesce a sfuggire alla cattura e si fa arrestare pur non essendo colpevole di alcun furto. E proprio in quel momento che un ricco signore della Londra bene si muove a compassione e si affeziona a lui rendendolo un signorino perbene,lottando alacremente contro le vili malefatte dei mascalzoni che lo avevano reclutato come ladro e che non rinunceranno a lui tanto facilmente. (IIIC)

Le nostre riflessioni: Il film Oliver Twist molto bello, pieno dazione e di colpi di scena e ci mostra come vivevano i bambini dellepoca in cui ambientato. una cosa veramente orribile maltrattare un bambino, come vediamo in questo film, piccolo e indifeso come un cagnolino. Oliver, per, mostra anche il suo lato coraggioso, oltre che quello dolce e inerme. Non avendo avuto vita facile conosce una banda di ladri, che poi gli crea molti problemi. A questo proposito la sua storia ci fa riflettere su due aspetti molto importanti: il primo che se entri nella malavita difficilmente ne esci, il secondo che se Oliver fosse stato ricco non sarebbe

stato trattato cos male e non avrebbe dovuto affrontare cos tante difficolt. Purtroppo ci mi fa riflettere sul fatto che luomo si evoluto soltanto da un punto di vista tecnologico, ma non mentalmente, poich ancora oggi ci sono nel mondo bambini che vengono sfruttati e maltrattati. Oggi giorno pensiamo solamente, inoltre, a ci che ci manca, mentre dovremmo pensare a quelle persone che realmente non hanno niente (come questi bambini del film, che non sono, appunto, poi tanto diversi da molti di quelli odierni). In conclusione: questo film bello perch ha un lieto fine, ma anche molto triste perch ci fa vedere in che condizioni viveva Oliver e ci fa vergognare di essere uomini. (A. P. IIIA) Titolo: Oliver Twist Regia: Roman Polanski Sceneggiatura: Ronald Harwood Fotografia: Pawel Edelman Interpreti: Ben Kingsley, Barney Clark, Leanne Rowe, M.Strong, Jamie Foreman, Nazionalit: Francia, 2005

10

2012/13

Anno XXVII N. 1

A tutto sport"
Con questo articolo vogliamo iniziare a dar vita alla pagina dellEducazione Motoria. Molte alunne e molti alunni si incuriosiscono spesso alle prove che sostengono durante le ore di Ed. Motoria. Una delle pi accattivanti il test di destrezza; ma che cos questa famigerata destrezza?

Secondo uno studioso (Hirtz) si intende per destrezza la capacit, in primo luogo di essere ben padroni di coordinazioni complesse di movimento, in secondo luogo di apprendere e perfezionare rapidamente abilit di movimento sportive, in terzo luogo di utilizzare razionalmente queste abilit ed opportunamente adattarle in modo rapido in relazione alle esigenze di una situazione mutevole. Quindi si comprende bene come non esista alcun criterio omogeneo di valutazione della

re a destra e ripetere con il secondo ostacolo e poi ugualmente con il terzo, alla fine del quale dopo essere passati di nuovo al centro si torna verso larrivo; non si devono abbattere o toccare gli ostacoli ed il cono perch ci sono delle penalit; si cronometra la prova; chi impiega minor tempo pidestro. Per dare un valore universale, il risultato viene elaborato con una formula statistica che permette di omogeneizzare i risultati stessi tra le fasce di et e tra maschi e femmine, per

cui, chi sono i pi destri della scuola? Ecco i destrezza; perci ho scelto un test che viene primi 10: somministrato in moltissimi Paesi Europei riportato qui sotto con la dislocazione dellat- 1 Rauseo Cristiano M IB 2 Schillaci Marco M ID trezzatura: F II B Abbiamo solo modificato gli attrezzi, al posto 3 Ponsiani Alessia 4 Falco Gabriele M ID delle panche lostacolo (alto 60 cm per i nati 5 Pocci Christian M IA prima del 2001, 50 cm. per i 2001), al centro 6 Michelotti Anna F II A un cono. 7 Gammuto Camilla F IC 8 Matera Alberto M IC Indicazioni del percorso e descrizione: M II C partenza in piedi, capovolta avanti sul mate- 9 Mercugliano Daniele 10 Gabbrielli Lucrezia F III A rassino, corsa verso il cono, girare a destra, passare sopra lostacolo, meglio se con un balzo e poi tornare indietro strisciando sotto, Complimenti! alzarsi, andare di nuovo al centro (cono), gira- (Carlo Marchetti)

11

2012/13

Anno XXVII N. 1

Passatempo
Filastrocca del mese Colmi

Il fantasma golosone
C' un fantasma golosone mangia dolci a colazione, e poi torte e cioccolata, caramelle e marmellata, pranza con mille pasticcini, divora cento biscottini, e alla sera per non sbagliare, un panettone vuole mangiare.

Qual il colmo per un arcobaleno? Combinarne...di tutti i colori! Qual il colmo per un fabbro? Avere una memoria di ferro! Qual il colmo per un idraulico? Avere un figlio che non capisce un tubo!

Proverbi Campar senza fatica una voglia molto antica! Humor

Barzelletta

Alunno: Maestra si pu punire un alunno per una cosa che non ha fatto? Maestra: No di certo! Alunno: Allora non ho fatto i compiti!!
Primo giorno di scuola

La vignetta del mese

Unione Montalbano Calcio Associazione Sportiva Dilettantistica Lamporecchio-Larciano Via G. Matteotti, 2/A-Lamporecchio Tel. 0573-803193-Fax. 0573-800014 e-maila.montalbano@tiscali.it
UNIONE MONTALBANO NON SOLO CALCIO DIVERTIMENTO E SCUOLA DI VITA

12