Sei sulla pagina 1di 40

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO LEGA NAZIONALE DILETTANTI

DELEGAZIONE PROVINCIALE DI BARI


VIA Nicola Pende, 23 - 70124 BARI TEL. DELEGATO 080/5699031 - FAX 080/5699024 TEL PROGRAMMAZIONE E SEGRETERIA 080/5699024 SERVIZIO PRONTO A.I.A. BARI 338/8704222 SERVIZIO PRONTO A.I.A. MOLFETTA 339/3001804 - SITO INTERNET : http://bari.figcpuglia.it mail cplnd.bari@figc.it

Stagione Sportiva 2012/2013

Comunicato Ufficiale N 15 del 8 Novembre 2012

COMUNICAZIONI
COMUNICAZIONI F.I.G.C.
Stralcio Comunicato Ufficiale n. 34 del 2.11.2012 del Comitato Regionale Puglia
In allegato al presente Comunicato Ufficiale, si trasmettono i moduli aggiornati per ladesione alla Polizza Infortuni Integrativa Facoltativa per i tesserati di Settore Giovanile e Scolastico, nei quali sono indicati i nuovi indirizzo e numero di fax del Broker di riferimento, Willis Italia. Con loccasione si informa che dal 1 novembre i vecchi recapiti non saranno pi attivi.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 2 di 40

Stralcio Comunicato Ufficiale n. 35 del 8.11.2012 del Comitato Regionale Puglia

AFFILIAZIONI
Si informa che il Presidente Federale , ha accettato la seguente domanda di ammissione alla F.I.G.C.
denominazione sociale F.C. A.S.D. POL. A.S.D. A.S.D. S.S.D. A.S.D. A.S.D. U.S.D. A.S.D. A.S.D. A.S.D. A.S.D. A.S.D. A.S.D. A.S.D. A.S.D. SPORTING STELLA ROSSA REAL MARVIN SAN PIETRO DON BOSCO MANDURIA SAN MARCO ATLETICO MARTINA 2012 ALBERONA CALCIO CALCIO INSIEME CARMIANO SPARTAK LECCE SALENTUM LECCE SPORT E FUN ACQUAVIVA LIBERTY BISCEGLIE SPORTING CLUB SAN PIETRO ATLETICO MOTTOLA SPORT LIVE REAL TAVIANO PLAY FOOTBALL PARK GIOVENTU CASTRO matricola 936771 936828 936827 936826 936755 936748 936724 936709 936678 936841 936839 936830 936772 936727 936708 936710 936688 comune di residenza Nard Foggia Vico del Gargano Manduria San Marco in Lamis Martina Franca Alberona Carmiano Lecce Lecce Acquaviva delle Fonti Bisceglie San Pietro in Lama Mottola Taviano Latiano Castro

Il timbro che verr utilizzato dalle societ dovr riportare esattamente la denominazione sociale ed il comune di residenza sopra indicati

(STRALCIO COMUNICATO UFFICIALE N. 64 TECNICO)

DEL

9 OTTOBRE 2012

DEL

SETTORE

Bando di Ammissione al Corso Regionale per Allenatori Dilettanti di I, II, III categoria e Juniores Regionali (dora innanzi solo corso) la cui attuazione affidata al Comitato Regionale PUGLIA della L.N.D.
1. Il presente Corso viene indetto al fine di consentire, in via straordinaria, lacquisizione alla qualifica di Allenatore Dilettante di I, II, III categoria e Juniores Regionali a coloro che hanno svolto nella stagione sportiva 2011/2012 lattivit di conduzione tecnica di squadre partecipanti ai predetti campionati senza possedere alcuna abilitazione rilasciata dal Settore Tecnico della F.I.G.C o abbiamo avuto lincarico per le medesime nella corrente stagione sportiva entro 15/09/2012.

2. Il Settore Tecnico della F.I.G.C. indice il Corso sopra indicato che si svolger a Bari dal 19/11/2012 al 14/12/2012 e ne affida l'attuazione al Comitato Regionale Pugliadella L.N.D. della F.I.G.C. 3. Al Corso sar ammesso un numero massimo di 40 allievi, nel caso in cui le domande fossero di poco superiori al numero massimo previsto il Settore Tecnico si riserva la possibilit di estendere il numero dei partecipanti.

4.

La F.I.G.C. si riserva di indicare un candidato in soprannumero.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 3 di 40

5. Le domande di ammissione, conformi allo schema allegato A, dovranno essere presentate con documentazione in originale direttamente o fatte pervenire per posta o per corriere, a cura degli interessati al Comitato, entro il 12/11/2012. Non saranno accettate le domande che perverranno oltre tale termine anche se presentate in tempo utile agli uffici postali o ai corrieri. Coloro che entro il predetto termine non presentino domanda di ammissione non potranno essere ammessi a frequentare i corsi banditi nella stagione 2012/2013. In base al numero delle domande sar organizzato un numero di corsi sufficiente a garantire la partecipazione di tutti coloro in possesso dei requisiti e che abbiano presentato domanda nei termini. I successivi corsi verranno organizzati nelle varie provincie della Regione, tenendo conto, per quanto possibile, della residenza dei soggetti interessati.

6. Qualora le domande fossero in numero superiore ai posti disponibili (art. 3) lordine dammissione ai corsi, sar stilata una lista sulla base di coloro che abbiano allenato nella stagioni sportive 2011/2012 e 2012/2013 nella categoria pi elevata fra la I, II, III categoria e Juniores Regionali. Qualora i candidati fossero ancora in numero maggiore rispetto ai posti disponibili lindividuazione degli ammessi avverr in base allordine di arrivo delle domande. In caso di parit sar ammesso il candidato pi anziano.

7.

Per poter partecipare al Corso, i candidati devono essere necessariamente in possesso dei seguenti requisiti: a) aver allenato in I, II, III categoria e Juniores Regionali nel campionato 2011/2012; b) residenza nella regione in cui ha sede il Comitato. Il Settore Tecnico si riserva comunque la possibilit di autorizzare la partecipazione al Corso a tutti coloro che per accertati motivi di lavoro (presentazione copia contratto di lavoro) abbiano il solo domicilio giuridicamente eletto nella regione in cui ha sede il Comitato; c) certificazione di idoneit alla pratica sportiva non agonistica del giuoco del calcio, rilasciata dal proprio medico curante o da specialisti in medicina dello sport, ai sensi delle vigenti disposizioni legislative, con validit fino al termine del Corso. 8. Non potranno essere ammessi al Corso:

a) i candidati che, nella stagione sportiva 2011/2012 e nella corrente siano incorsi in una squalifica e/o inibizione superiore a 90 giorni; b) i candidati che, nelle tre precedenti stagioni sportive, siano stati squalificati, anche in via non continuativa, per un periodo superiore a 12 mesi a seguito di provvedimento di un Organo della F.I.G.C. divenuto definitivo; c) Saranno altres esclusi dal Corso gli allievi che, durante la frequenza dello stesso, incorrano in una squalifica e/o inibizione superiore a 90 giorni. Ai fini dellammissione e della frequentazione al corso la sanzione produce i suoi effetti dalla data di pubblicazione della decisione definitiva. 9. Gli interessati dovranno far pervenire, congiuntamente alla domanda di ammissione al Corso (allegato A), una autocertificazione (allegato B) in cui saranno elencati i requisiti e i titoli.

10. L'esame dei requisiti, la valutazione dei titoli, l'eventuale esame della validit formale delle dichiarazioni relative e la formazione della graduatoria finale sono demandati ad una Commissione composta da: a) il Presidente del Comitato Regionale della L.N.D., o Dirigente da lui delegato, che la presiede; b) un Delegato del Settore Tecnico della F.I.G.C.; c) un Delegato designato dal Presidente dell'A.I.A.C. 11. L'accertata non veridicit delle dichiarazioni rese dai candidati nell'autocertificazione costituir violazione delle norme di legge e di comportamento, con conseguente esclusione dal Corso.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 4 di 40

Inoltre determiner l'adozione dei provvedimenti disciplinari previsti dal Codice di Giustizia Sportiva e la revoca dell'eventuale abilitazione conseguita. 12. I candidati ammessi che rinunceranno alla partecipazione al Corso saranno sostituiti da altrettanti candidati che seguono in graduatoria. La rinuncia dovr pervenire in forma scritta entro la data di inizio del corso. 13. La graduatoria completa degli allievi ammessi e non ammessi al Corso dovr essere esposta allalbo presso la sede del Comitato Organizzatore. 14. I candidati ammessi al Corso dovranno versare una quota di partecipazione di 350,00. 15. I candidati ammessi si impegnano ad accettare il Regolamento della Scuola Allenatori del Settore Tecnico della F.I.G.C. inerente lo svolgimento del Corso. 16. Tutti gli interessati potranno prendere visione e ritirare copia del "Bando di ammissione al Corso" presso il Settore Tecnico della F.I.G.C. o presso la sede del Comitato della Lega Nazionale Dilettanti o scaricarlo dal sito internet: www.settoretecnico.figc.it. 17. Gli allegati A-B fanno parte integrante del presente Bando.

18. Il Corso per labilitazione ad Allenatori Dilettanti di I, II, III categoria e Juniores Regionali si concluder con un esame finale in tutte le materie.. Se lesito risulter positivo sar assegnato un credito formativo ai fini dellaccesso al corso UEFA-B. Per il conseguimento del diploma sar necessario acquisire la sufficienza in tutte le materie.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 5 di 40

ALLEGATO A

Spazio riservato al Settore Tecnico

Spett.le COMITATO REGIONALE PUGLIA L.N.D. - F.I.G.C. CORSO Allenatori Dilettanti di I, II, III categoria e Juniores Regionali

Oggetto: Domanda di ammissione al Corso per l'abilitazione ad Allenatori Dilettanti di I, II, III categoria e Juniores Regionali indetto con Comunicato Ufficiale del Settore Tecnico n 64 del 09/10/2012

Il sottoscritto______________________________ nato a ______________ prov._____ il _______ inoltra domanda di ammissione al Corso in oggetto. Alla domanda il sottoscritto allega l'autocertificazione di cui allallegato B - una certificazione di idoneit fisica, come richiesto al punto 7, lett. c, del Comunicato Ufficiale n 64 - due fotografie formato tessera - fotocopia della carta di identit o del passaporto Il sottoscritto chiede che ogni informazione relativa al Corso in oggetto e ogni futura comunicazione del Settore Tecnico venga inviata al seguente indirizzo: (scrivere in stampatello leggibile) via/piazza ______________________________________________________________________________ CAP __________ Localit _________________________________________ prov. ___________ telefono ___________________________________ e-mail cell. ____________________________

______________________________________________________________________________

CODICE FISCALE Il sottoscritto inoltre dichiara di essere: consapevole delle responsabilit penali previste dalla legge in caso di false dichiarazioni autocertificate. consapevole che: laccertata non veridicit delle dichiarazioni rese dai candidati nellautocertificazione costituir violazione delle norme di legge e di comportamento con conseguente esclusione dal corso. Inoltre determiner ladozione dei provvedimenti disciplinari previsti dal Codice di Giustizia Sportiva e la revoca delleventuale abilitazione conseguita (art.11 del Bando di Ammissione al Corso)

luogo e data ___________________________ _________________________________ firma per esteso

N.B. -

ai sensi artt. 21 e 38 D.P.R. 445/2000 listanza pu essere presentata direttamente e firmata davanti al funzionario o pu essere inviata con allegata la fotocopia della carta di identit o del passaporto.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 6 di 40

ALLEGATO B

AUTOCERTIFICAZIONE (art. 46 D.P.R. 445 del 28.12.2000)

Il sottoscritto _____________________________ nato a __________________ prov._____ il ___________ consapevole delle responsabilit penali previste dalla legge in caso di false dichiarazioni autocertificate. consapevole che: laccertata non veridicit delle dichiarazioni rese dai candidati nellautocertificazione costituir violazione delle norme di legge e di comportamento con conseguente esclusione dal corso. Inoltre determiner ladozione dei provvedimenti disciplinari previsti dal Codice di Giustizia Sportiva e la revoca delleventuale abilitazione conseguita (art.11 del Bando di Ammissione al Corso)

DICHIARA:

- di essere in regola con le disposizioni di cui ai punti 7 e 8 del Bando di Ammissione al Corso per labilitazione ad Allenatore Dilettante di I, II, III categoria e Juniores Regionali (Comunicato Ufficiale del Settore Tecnico n 64 del 9/10/2012). - di aver allenato nella stagione sportiva 2011/12 e 2012/13 (con incarico entro 15/09) la prima squadra della societ________________________________________________________________________________ militante in uno dei seguenti campionati: Campionato di Prima Categoria Campionato di Seconda Categoria Campionato di Terza Categoria Campionato Juniores Regionale

N.B. Barrare il quadratino del campionato di competenza

luogo e data ___________________________ ______________________________ firma per esteso

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 7 di 40

INFORMATIVA AI SENSI DELLART. 13 DEL D. LGS. 196/2003

Ai sensi dellart. 13 del D. Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 (nel prosieguo Codice Privacy), ed in relazione ai dati personali forniti alla Federazione Italiana Giuoco Calcio (nel prosieguo FIGC), sue componenti, settori e organi, sia centrali che periferici, mediante la compilazione della relativa modulistica federale e la produzione di documenti in occasione, in ragione o nel corso dellattivit svolta nellambito della FIGC (nel prosieguo collettivamente i Dati), la informiamo di quanto segue. 1. Finalit del trattamento - Il trattamento dei Dati - e nella specie la loro raccolta, registrazione, conservazione, consultazione, comunicazione, trasferimento e/o diffusione - diretto ed limitato allespletamento da parte della FIGC - e, per quanto di competenza, nella veste di autonomi titolari, della Lega Nazionale Professionisti, della Lega Professionisti Serie C, della Lega Nazionale Dilettanti, ivi inclusi i relativi organi, articolazioni periferiche e settori, nonch del CONI, delle organizzazioni internazionali cui la FIGC aderisca - dei compiti istituzionali ad essi demandati dalla legge statale nonch dalle norme e dai regolamenti sportivi inerenti lorganizzazione e la gestione dellattivit calcistica in Italia (cc. dd. Carte Federali), norme che linteressato dichiara di conoscere, tra i quali, a titolo meramente esemplificativo le norme relative a: a. il tesseramento e laffiliazione di atleti, tecnici e societ, i relativi contratti ed il controllo sulle societ calcistiche; b. lorganizzazione di attivit finalizzate alla promozione, alla diffusione ed al miglioramento della tecnica, della tattica e dei valori dello sport tra i tesserati del settore professionistico, dilettantistico e giovanile; c. lorganizzazione dei campionati, delle rappresentative nazionali, del settore tecnico, del settore arbitrale; d. ogni altra attribuzione demandata agli enti sopra menzionati dalle Carte Federali e da ogni legge o regolamento inerente il settore sportivo-calcistico. 2. Modalit del trattamento - Il trattamento dei Dati : a. realizzato per mezzo delle operazioni o complessi di operazioni indicate allart. 4 del Codice Privacy; b. posto in essere sia con mezzi manuali che con lausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati; c. svolto direttamente dallorganizzazione del titolare, o dai soggetti di cui al punto 1. che precede nella qualit di autonomi titolari, anche per mezzo dei propri dipendenti e/o collaboratori alluopo preposti nella qualit di incaricati del trattamento. 3. Natura del conferimento dei Dati - Il conferimento dei Dati ed il relativo consenso al loro trattamento strettamente necessario per lespletamento dei compiti di cui al punto 1. che precede da parte dei soggetti ivi indicati, ed pertanto obbligatorio. 4. Conseguenze di un eventuale rifiuto di rispondere - Il mancato conferimento dei Dati e/o del consenso render impossibile per linteressato svolgere la propria attivit in seno alla FIGC. 5. Comunicazione dei Dati - I Dati potranno essere comunicati ai soggetti indicati al punto 1) che precede perch gli stessi, nella qualit di autonomi titolari, diano corso al trattamento dei Dati per le finalit indicate al medesimo punto 1. I Dati potranno altres essere comunicati agli organi di informazione ai fini di e nei limiti strettamente necessari per lesercizio del diritto di cronaca. 6. Diffusione dei Dati - I Dati potranno essere soggetti a diffusione esclusivamente per il perseguimento delle finalit di cui al punto 1. a mezzo di Comunicati Ufficiali - come prescritto dallart. 13 delle Norme Organizzative Interne della FIGC - che potranno essere diffusi anche per mezzo di reti informatiche e/o telematiche attraverso il sito Internet della FIGC o degli altri soggetti di cui al punto 1., e/o per ladempimento di ulteriori obblighi di pubblicit prescritti dalle norme sportive. Ulteriore diffusione dei Dati potr avvenire a mezzo di comunicato stampa da parte del medesimo titolare del trattamento ai soli fini e nei limiti dellesercizio del diritto di cronaca. 7. Trasferimento dei Dati allestero - I Dati potranno essere trasferiti verso paesi dellUnione Europea o verso paesi terzi rispetto allUnione Europea per i fini di cui al punto 1. e nei limiti e nel rispetto di quanto previsto dagli articoli da 42 a 45 del Codice Privacy.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 8 di 40

8. Diritti dellinteressato - La informiamo dei diritti che potr esercitare con riferimento al trattamento dei Dati ai sensi dellart. 7 del Codice Privacy: 1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. Linteressato ha diritto di ottenere lindicazione: a) dellorigine dei dati personali; b) delle finalit e modalit del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con lausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dellarticolo 5, comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualit di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati. 3. Linteressato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. Linteressato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorch pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale Titolare del trattamento e soggetti responsabili - Titolare del trattamento la Federazione Italiana Giuoco Calcio, associazione riconosciuta di diritto privato con sede in Roma, Via Gregorio Allegri n. 14, tel. 06 84911. Per esercitare i diritti di cui al precedente punto 8. linteressato potr rivolgersi al titolare ovvero, in caso esso sia stato designato in relazione alla specifica operazione di trattamento di interesse, al responsabile del trattamento, i cui nominativi sono indicati nella sezione privacy del sito Internet della FIGC, allindirizzo www.figc.it.

COMUNICAZIONI L.N.D.
Nessuna comunicazione

COMUNICAZIONI DEL COMITATO REGIONALE PUGLIA


Stralcio Comunicato Ufficiale n. 35 del 8.11.2012 del Comitato Regionale Puglia
ALBO REGIONALE DEI COMMISSARI DI CAMPO Il Consiglio Direttivo nella riunione del 15 Ottobre 2012 ha deliberato che, nelle partite ritenute ad alto rischio, verr inviato dufficio un Commissario di Campo. La relativa spesa sar suddivisa al cinquanta per cento tra le due societ interessate. Le societ che vogliono fare espressa richiesta del Commissario di Campo devono inviare un fax entro cinque giorni dalla disputa della gara.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 9 di 40

Si pubblica, qui di seguito, lelenco dei nominativi dei Commissari di Campo del Comitato Regionale Puglia L.N.D., relativo alla stagione sportiva 2012 2013, per lo svolgimento delle mansioni previste dallincarico ai sensi dellart. 68 delle N.O.I.F.. Altieri Vittorio Attolico Sebastiano Bonfardino Giosu Bucci Vito Calamita Gianfranco D'Addario Raffaele De Benedictis Luca De Nicol Pierfrancesco Lamia Caputo Pierpaolo Lobello Giuseppe Lopopolo Leonardo Mitola Domenico Morisco Vito Michele Palmitessa Gioacchino Ragusa Bruno Sassanelli Nicola Sforza Giuseppe Pianelli Marco Ba Ba Ba Ba Ba Ba Ba Ba Ba Ba Ba Ba Ba Ba Ba Ba Ba Ba Spinelli Lanfranco Traversa Luigi Tritto Rocco Vittore Antonio Zanna Michele Zonno Emanuele Scamarcia Giuseppe Distante Fernando Piliego Alessandro Ventrella Luigi Casiello Carlo De Felice Giuseppe Del Prete Antonio Imbriano Luigi Nazzaro Luigi Antonio Niglio Antonio Piciaccia Francesco Ranieri Benedetto Ba Ba Ba Ba Ba Ba Ba Br Br Br Fg Fg Fg Fg Fg Fg Fg Fg Alba Marco Basurto Massimo Ciriolo Mario Colazzo Orazio De Cagna Francesco Iannone Giancarlo Quarta Antonio Vasquez Giuliano Antonio Vogna Gioacchino Basta Giuseppe Fedele Domenico Ferro Luigi Pentassuglia Sergio Porzio Giuseppe Rizzi Roberto Margarito Pantaleo De Tuglie Antonio Le Le Le Le Le Le Le Le Le Ta Ta Ta Ta Ta Ta Ta Ta

Coordinatore: Mitola Domenico

COMUNICAZIONI DELLA DELEGAZIONE PROV. L.N.D. DI BARI


ORARIO UFFICI
Si informano tutte le Societ che, a far tempo da LUNEDI 27 Agosto 2012, la Delegazione Provinciale F.I.G.C. di BARI sar aperta al pubblico solo nei giorni di LUNEDI, MERCOLEDI e VENERDI non festivi dalle ore 16,00 alle ore 19,00.

TERZA CATEGORIA

PROGRAMMA GARE
GIRONE A - 3 Giornata
Squadra 1
ALTAMURA ATLETICO ALTAMURA FEDERICIANA ALTAMURA FULGOR MOLFETTA 2009 LUPATIA SANTERAMO MONOPOLI S.R.L. NUOVA SPINAZZOLA

Squadra 2
LIBERTAS CALCIO PALESE SPORTIVA TRIGGIANO NEW TEAM CELLAMARE LA MIA VALENZANO ATLETICO MOLFETTA FOOTBALL CLUB CAPURSO FOOTBALL CLUB GIOVINAZZO

A/R Data/Ora
A A A A A A A 18/11/2012 14:30 18/11/2012 09:30 18/11/2012 11:00 18/11/2012 14:30 18/11/2012 14:30 18/11/2012 14:30 18/11/2012 14:30

Impianto
CAMPO COMUNALE "CAGNAZZI" CAMPO COMUNALE "CAGNAZZI" CAMPO COMUNALE "CAGNAZZI"

Localita' Impianto
ALTAMURA ALTAMURA ALTAMURA

CAMPO COMUNA.B.PETRONE"ER.AR MOLFETTA CAMPO COMUNALE CASONE"ER.AR SANTERAMO IN COLLE CAMPO COMUNALE "ALTERNATIVI"E MONOPOLI CAMPO COM.LE SPINAZZOLA ER.AR SPINAZZOLA

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 10 di 40

RISULTATI UFFICIALI GARE DEL 04/11/2012


Si trascrivono qui di seguito i risultati ufficiali delle gare disputate GIRONE A - 1 Giornata - A
ATLETICO ALTAMURA FEDERICIANA ALTAMURA FULGOR MOLFETTA 2009 LUPATIA SANTERAMO MONOPOLI S.R.L. NUOVA SPINAZZOLA SPORTIVA TRIGGIANO - LA MIA VALENZANO - FOOTBALL CLUB GIOVINAZZO - FOOTBALL CLUB CAPURSO - PICONE BARI - LIBERTAS CALCIO PALESE - ATLETICO MOLFETTA - NEW TEAM CELLAMARE 0-2 0-0 0-3 3-1 7-1 6-1 1-0

GIUDICE SPORTIVO
Il Giudice Sportivo della Delegazione Provinciale di Bari, Avv. Antonio Delle Foglie, assistito dal Rappresentante dellA.I.A. Dr. Domenico Savino, nella riunione del 6 Novembre 2012 ha adottato le seguenti decisioni:

GARE DEL 4/11/2012


PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari. A CARICO DI SOCIETA' AMMENDA Euro 150,00 MONOPOLI S.R.L. per aver consentito durante lo svolgimento della partita che ignoti si introducessero nello spogliatoio dell'arbitro sottraendo il telefono cellulare dell'arbitro. A CARICO DI ALLENATORI SQUALIFICA FINO AL 18/11/2012
VALERIO ROCCO
(PICONE BARI)

allontanato dal campo per comportamento non regolamentare. A CARICO CALCIATORI ESPULSI DAL CAMPO SQUALIFICA PER DUE GARA/E EFFETTIVA/E
CASCARELLI ANDREA
(LIBERTAS CALCIO PALESE)

GREGORIO VINCENZO

(LIBERTAS CALCIO PALESE)

SQUALIFICA PER UNA GARA/E EFFETTIVA/E


BONANTE GIUSEPPE PANNARALE VINCENZO
(LIBERTAS CALCIO PALESE) (SPORTIVA TRIGGIANO)

DE MICHELE ONOFRIO

(MONOPOLI S.R.L.)

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 11 di 40

A CARICO CALCIATORI NON ESPULSI DAL CAMPO SQUALIFICA PER DUE GARA/E
MASELLI DAMIANO COSIMO
(NEW TEAM CELLAMARE)

a fine gara provocava ed insultava un calciatore avversario innescando una rissa prontamente sedata dall'intervento di calciatori e dirigenti di entrambe le societ. AMMONIZIONE (I INFR)
TAFUNI NICOLA NOTARISTEFANO FRANCESCO ALPINO MICHELE DE TOMMASO GIUSEPPE CAMARDELLA ANTONIO MAIORANO ROBERTO TRIGGIANI AARON DE RUVO FRANCESCO FIORENTINO MICHELE SCIACOVIELLO DAVIDE PARAGO OTTAVIANO DELFINI STEFANO MITOLA FILIPPO CORVASCE EMILIO SASSANELLI ROBERTO MASTRONARDI NICOLA TAGARELLI ANTONELLO
(ATLETICO ALTAMURA) (FEDERICIANA ALTAMURA) (FOOTBALL CLUB CAPURSO) (LA MIA VALENZANO) (LIBERTAS CALCIO PALESE) (LIBERTAS CALCIO PALESE) (LIBERTAS CALCIO PALESE) (LUPATIA SANTERAMO) (LUPATIA SANTERAMO) (LUPATIA SANTERAMO) (MONOPOLI S.R.L.) (NEW TEAM CELLAMARE) (NEW TEAM CELLAMARE) (PICONE BARI) (PICONE BARI) (SPORTIVA TRIGGIANO) (SPORTIVA TRIGGIANO)

BERARDI ANTONIO PASCALE PIETRO BIANCOFIORE GIANLUCA TRIDENTE DANILO LORUSSO ANDREA POTERE CLAUDIO CALO ANTONIO DISANTO DANILO LABARILE ERASMO TENERELLI BENEDETTO ZACCARIA ANGELO DI GIOIA FRANCESCO QUATTROMINI GIACOMO DEVIRGILIO ANGELO SIGNORILE MICHELE NUZZOLESE GIUSEPPE

(ATLETICO MOLFETTA) (FEDERICIANA ALTAMURA) (FOOTBALL CLUB CAPURSO) (LA MIA VALENZANO) (LIBERTAS CALCIO PALESE) (LIBERTAS CALCIO PALESE) (LUPATIA SANTERAMO) (LUPATIA SANTERAMO) (LUPATIA SANTERAMO) (LUPATIA SANTERAMO) (MONOPOLI S.R.L.) (NEW TEAM CELLAMARE) (NUOVA SPINAZZOLA) (PICONE BARI) (PICONE BARI) (SPORTIVA TRIGGIANO)

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 12 di 40

SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO


Stralcio Comunicato Ufficiale n. 34 del 2.11.2012 del Comitato Regionale Puglia

SEMINARIO SULLA RIATLETIZZAZIONE NEGLI SPORT DI SQUADRA


Fornire basi teoriche e proposte operative. questo lobiettivo del seminario di studio e aggiornamento sulla riatletizzazione negli sport che si svolger a Bisceglie, presso il Nicotel, il prossimo 24 Novembre 2012. Nellambito degli sport di squadra emerge la necessit di assegnare compiti e responsabilit diverse ai componenti dello staff tecnico. La diversificazione di ruoli e competenze allinterno dello staff tecnico richiede interventi sempre pi mirati e specifici, soprattutto con latleta infortunato che deve essere reintegrato nel gruppo-squadra. Lobiettivo del seminario quello di raccordare le metodologie relative al percorso di riatletizzazione negli sport di squadra, riunendo alcuni esperti che affronteranno le principali problematiche cui pu incorrere lo sportivo professionista ed amatoriale. Il programma della giornata prevede laccreditamento dei partecipanti a partire dalle 9.15, cui seguir una prima sessione moderata dal Prof. Mirko Spedicato incentrata sui ruoli e le competenze che ruotano attorno alla definizione di riatletizzazione. Nellambito della sessione interverr anche il Prof. Italo Sannicandro, Ricercatore di Scienze Motorie presso lUniversit di Foggia nonch Preparatore Atletico Professionista. Alle 10.10 si parler di lombalgia, con approfondimenti sul sovraccarico funzionale e la riatletizzazione negli sport di squadra. Ne discuter il Dott. Nicolangelo Lupelli, Specialista in Ortopedia e Traumatologia, Osteopata con formazione in Biodinamica, collaboratore dallA.S. Bari. La riatletizzazione del calciatore post infortunio muscolare sar il tema successivo trattato dal Prof. Giampiero Ascenzi, che lavora presso lIsokinetic di Roma e riveste il ruolo di Preparatore Atletico della S.S. Lazio (Primavera). Dopo il coffe break, alle 11.50 si riprender parlando di ricondizionamento aerobico post infortunio con il Dott. Paolo Traficante, Preparatore Atletico del Grosseto Calcio. Mezzora pi tardi il tema di discussione sar incentrato sulla riatletizzazione post trauma della spalla con il Dott. Salvatore De Pascalis, Chinesiologo e Responsabile del Centro Salus Lab di Galatina, nonch Docente a contratto presso il Corso di Laurea in Scienze Motorie dellUniversit di Foggia. Prima della pausa pranzo, prevista per le 13.20, ci sar la discussione aperta a tutti i partecipanti. Nel corso della seconda sessione del seminario, il cui inizio dei lavori previsto per le 14.20, si parler della riatletizzazione post trauma del legamento crociato anteriore negli sport di squadra con il Prof. Italo Sannicandro. Lassemblea sar moderata dal Prof. Giampiero Ascenzi. Alle 15 si discuter di valutazione ed intervento nutrizionale nella riatletizzazione del giocatore infortunato con il Dott. Mirco Spedicato, biologo nutrizionista e Preparatore Atletico Professionista della FIGC. Seguir un dibattito sul ritorno allattivit agonistica post trauma distorsivo alla tibio-tarsica. Affronter il delicato argomento il Dott. Andrea Piccinno, Docente a contratto presso il Corso di Laurea in Scienze Motorie dellUniversit di Foggia. Alle 16 la discussione aperta a tutti i partecipanti, prima della chiusura dei lavori in cui saranno consegnati gli attestati.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 13 di 40

SOCIET INATTIVE
Le societ, qui di seguito riportate, non hanno rinnovato l'iscrizione al campionato di competenza e pertanto vengono escluse dai ruoli federali. Di conseguenza ai sensi dell'Art. 110 delle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C. i giocatori sono dichiarati liberi e possono tesserarsi per altre Societ dalla data di pubblicazione del presente Comunicato Ufficiale:

CALCIO A 11 MASCHILE
Matricola 913342 913823 914447 916267 917966 918045 918799 931606 933455 934645 SIGLA A.S. A.S.D. A.S.D. A.S.D. A.S.D. A.S.D. A.S.D. A.S.D. A.S.D. DENOMINAZIONE GIOVENTU FRIGOLE ARPIFOGGIA SPORTING MORCIANO POL. NUOVA VIRTUS GIOVENTU CALCIO BOVINO LIZZANELLO NUOVA SPONGANO MARVIN FOGGIA SPORTINSIEME CARMIANO TORRE LAPILLO RESIDENZA LECCE FOGGIA MARCIANO DI LEUCA TIGGIANO BOVINO LIZZANELLO SPONGANO FOGGIA CARMIANO PORTO CESAREO

ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO UFFICI C.R. PUGLIA


Si porta a conoscenza degli interessati che, per eventuali esigenze organizzative delle Societ dipendenti, gli Uffici del Comitato Regionale sono aperti al pubblico nei giorni ed orario qui di seguito, riportati: Luned Marted Mercoled Gioved Venerd 9.00 13.00 9.00 13.00 9.00 13.00 9.00 13.00 9.00 13.00 14.00 16.00 14.00 16.00 14.00 16.00

Si precisa che negli altri giorni ed orari gli Uffici rimangono chiusi al pubblico ed alle Societ per consentire il disbrigo delle pratiche, nonch la necessaria organizzazione interna del Comitato. Per quanto riguarda i contatti telefonici al centralino del Comitato Regionale Puglia 080/5699011, si invitano le Societ dipendenti a voler effettuare le chiamate nella fascia orario, dalle ore 9.30 alle ore 13.00 di tutti i giorni, con esclusione dell'intera giornata del MARTEDI e del MERCOLEDI, giornate queste particolarmente impegnate per la programmazione delle gare e per la preparazione della stampa del Comunicato Ufficiale. Solo per casi di particolare importanza ed urgenza si potranno contattare i Sigg. Dipendenti e Dirigenti Federali presenti nella Sede del Comitato Regionale. Pertanto, onde evitare spiacevoli rifiuti, si invitano i Signori Dirigenti ad attenersi scrupolosamente a quanto innanzi precisato. Le richieste di appuntamento con il Presidente del Comitato Regionale, Cav. Vito Tisci, dovranno essere preventivamente concordati con la Segretaria del Presidente, sig.na Rosangela Zingarelli, formando il numero telefonico 080/5699021 dal luned al venerd dalle ore 09.00 alle ore 14.00. Per contatti a carattere di assoluta urgenza, si prega di inviare un fax al numero 080/5699037.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 14 di 40

Stralcio Comunicato Ufficiale n. 35 del 8.11.2012 del Comitato Regionale Puglia

CONTRIBUTO PER PREMIO DISCIPLINA


Allo scopo di perseguire gli obiettivi indicati dalla Lega Nazionale Dilettanti, puntualmente riportati sui precedenti Comunicati Ufficiali, relativi all'osservanza della disciplina, in campo e fuori, il Consiglio Direttivo di questo Comitato Regionale, nella seduta del 15/10/2012 ha deliberato di assegnare un contributo, dell'importo pari alla tassa d'iscrizione al campionato di competenza della corrente stagione sportiva alle squadre vincenti il "Premio Disciplina" - stagione sportiva 2012 - 2013. Detto Premio, unico per Campionato Regionale e Provinciale, sar esteso anche per i campionati juniores Provinciale ed Amatori. Si riporta, qui di seguito, la tabella predisposta dal Settore Giovanile e Scolastico della F.I.G.C. relativa alla attribuzione delle penalit per la determinazione delle classifiche del "Premio Disciplina" stagione sportiva 2012 2013. a) A carico di calciatori 1 Ammonizione 2 Ammonizione dalla 3 Ammonizione e per le successive Squalifiche: a) per una giornata di gara b) per ogni giornata di gara oltre la prima c) da due a sei mesi d) da pi di sei mesi a un anno e) da pi di un anno a tre anni f) da pi di tre anni a cinque anni b) A carico di dirigenti, tecnici, soci, tesserati - Ammonizione - Ammonizione con diffida - Inibizioni (dirigenti) e squalifiche (tecnici, soci, tesserati): a) per una settimana b) per ogni settimana, oltre la prima, sino a un massimo di tre mesi (2 punti a settimana) c) da pi di tre mesi sino a sei mesi d) da pi di sei mesi a nove mesi e) da pi di nove mesi ad un anno f) da pi di un anno a tre anni g) da pi di tre anni a cinque anni c) A carico di Societ - Ammonizione - Squalifica del campo: a) per una gara b) per due gare c) per tre gare - Penalizzazioni: a) di un punto in classifica b) di due punti c) di tre punti - Applicazione art. 17 del C.G.S., commi 1,2,3,5:

punti 0,40 punti 0,60 punti 0,50

punti 2 punti 1 punti 15 punti 25 punti 40 punti 50

punti 1 punti 1,50 punti 3 punti 2 punti 30 punti 40 punti 50 punti 70 punti 80

punti 1 punti 10 punti 20 punti 30 punti 10 punti 15 punti 20 punti 10

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 15 di 40

- Ammende: a) fino a 25,00 b) da pi di 25,00 a 51,00 c) da pi di 51,00 a 103,00 d) da pi di 103,00 a 258,00 e) da pi di 258,00 a 516,00 f) da pi di 516,00 in poi d) Esclusioni dalla classifica del Premio Disciplina

punti 0,50 punti 1,5 punti 3 punti 10 punti 20 punti 30

Le sotto indicate sanzioni comportano lautomatica esclusione della Societ dalla classifica del Premio Disciplina: a) Preclusione del calciatore, dirigente, tecnico, tesserato alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC. b) Squalifica del campo per oltre sei gare o tempo determinato, la cui efficacia superi le sei gare c) Penalizzazione di oltre tre punti in classifica d) Condanna della Societ per illecito sportivo e) Retrocessione della Societ allultimo posto in classifica f) Esclusione della Societ dal campionato g) Revoca dei titoli acquisiti da considerarsi non ammessa o esclusa dai Campionati Regionali Allievi o Giovanissimi unicamente la squadra Allievi o Giovanissimi che abbia superato i 100 punti di penalizzazione nel conteggio finale della classifica disciplina (si veda, al riguardo, quanto previsto, per entrambe le categorie, ai paragrafi b7 e c6 della Sezione 3 - Attivit giovanile) Si evidenzia, per, che in caso di esclusione per quanto sopra riportato, si potr presentare, in presenza di particolari fatti, documentati e motivati, una richiesta di esame della problematica al Consiglio Direttivo del Settore Giovanile e Scolastico, per eventuali ulteriori determinazioni. La richiesta dovr pervenire per il tramite del Comitato Regionale della LND con una relazione del Presidente.

AMMENDE A CARICO DI SOCIET PER INFRAZIONI DISCIPLINARI


Gli Organi Disciplinari comminano alle Societ, per infrazioni disciplinari, le sanzioni pecuniarie anche commisurando le stesse alla gravit dei singoli casi. a) Rinunce a gare Per la corrente stagione sportiva a carico delle Societ che rinunciano a gare vengono applicate le sotto indicate ammende ed eventuali indennizzi:

campionato/ torneo 1a rinuncia 2a rinuncia 3a rinuncia 4a rinuncia

nazionale 516,00 1.032,00 1.549,00 2.852,00

regionale 103,00 180,00 361,00 516,00

provincial e e locale 25,00 51,00 77,00 103,00

esordienti e pulcini 10,00 25,00 46,00 61,00

N.B. A norma dellart. 53, comma 5, delle N.O.I.F. le societ che rinunciano per la quarta volta a disputare gare sono escluse dal Campionato o dalla manifestazione ufficiale. A norma dellart. 53 comma 8 delle N.O.I.F., alle Societ che si ritirino o siano escluse dal Campionato o da altre Manifestazioni Ufficiali sono irrogate sanzioni pecuniarie fino a dieci volte la misura prevista per la prima rinuncia.

b) Indennizzi
Qualora una Societ rinunci a disputare una gara, pu essere addebitato alla stessa, oltre alle ammende previste, anche lindennizzo per spese di organizzazione.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 16 di 40

SVINCOLO PER INATTIVIT DEL CALCIATORE (ART. 109, COMMA 1 DELLE N.O.I.F.)
Questo Comitato Regionale accoglie le richieste di annullamento del tesseramento dei seguenti calciatori, vincolati con tessera annuale, effettuati per inattivit delle prime quattro gare di campionato, ai sensi dellart. 109 comma 1 delle N.O.I.F. La richiesta stata formulata con lettera raccomandata firmata dagli esercenti la potest genitoriale. Matricola Cognome e Nome Data Data Societ di appartenenza di Nascita tesseramento 7.052.711 5.799.901 6.750.792 6.850.141 6.592.019 2.074.927 BARILE VINCENZO CANTORO SIMONE DE GIOSA PASQUALE DELVECCHIO ALESSANDRO DURANTE VINCENZO MASOTTI DANIELE 15/01/1999 03/02/1998 10/10/1997 10/02/1998 12/08/1997 03/07/1997 12/10/2012 03/10/2012 05/10/2012 06/10/2012 25/09/2012 25/09/2012 A.S.D. NUOVA ANDRIA
A.D.C. ARS ET LABOR GROTTAGLIE

A.S.D. NEW GREEN PARK A.S.D. DIAVOLI ROSSI A.S.D. NEW GREEN PARK
A.S.D. PASSEPARTOUT AURORA BARI

COMUNICAZIONI DELLA DELEGAZIONE PROV. S.G.S. DI BARI

MODALIT E NORME GENERALI PER LO SVOLGIMENTO DEI CAMPIONATI PROVINCIALI ALLIEVI E GIOVANISSIMI

ASSISTENZA MEDICA E' opportuno che le Societ ospitanti che partecipano ai Campionati Provinciali facciano presenziare per ciascuna gara un loro medico, munito di un documento che attesti la sua idoneit personale e l'attivit professionale esercitata, che possa contemporaneamente essere a disposizione sia della squadra ospitante, sia della squadra ospitata. Rimane comunque, l'obbligo delle visite mediche per attivit agonistiche effettuate presso i Centri di Medicina dello Sport. REGOLARIT CAMPI DI GIUOCO La Societ ospitante responsabile della perfetta efficienza del campo di giuoco dichiarato per il regolare svolgimento delle gare interne. Tale principio si applica anche alle gare disputate in orario serale. TENUTE DI GIUOCO DEI CALCIATORI (ART. 7N.O.I.F.) 1. I calciatori sin dallinizio della gara debbono indossare maglie recanti sul dorso la seguente numerazione progressiva: n. 1 il portiere; dal n. 2 al n. 11 i calciatori degli altri ruoli; dal n. 12 in poi i calciatori diriserva. 2. Il Capitano deve portare, quale segno distintivo, un bracciale di colore diverso da quello della maglia. 3. Alla squadra ospitante compete cambiare maglia nei casi in cui i colori siano confondibili. 4. Non consentito apporre sugli indumenti di giuoco distintivi o scritte di natura politica o confessionale. E' consentito, invece, apporre sugli stessi non pi di due marchi pubblicitari, della natura e delle dimensioni fissate dal Consiglio Federale e con la preventiva autorizzazione dei competenti organi delle Leghe e del Settore per lAttivit Giovanile e Scolastica.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 17 di 40

4.BIS Lindumento eventualmente indossato sotto la maglia di giuoco potr recare esclusivamente il marchio dello sponsor tecnico di dimensioni non superiori alle misure regolamentari. La mancata osservanza di questa disposizione, risultante dal referto degli ufficiali di gara, comporter lapplicazione dellammenda. Per le sole gare della Lega Nazionale Professionisti (Campionati di Serie A, Serie B, Coppa Italia, Supercoppa di Lega) i calciatori devono indossare per tutta la durata di una stagione sportiva una maglia recante sempre lo stesso numero. Inoltre, ogni maglia deve essere personalizzata sul dorso col cognome del calciatore che la indossa. La Lega Nazionale Professionisti detta le relative disposizioni applicative." Qualora le squadre avessero maglie di colore confondibile, spetta alla squadra ospitante cambiare la propria maglia. La squadra ospite conserver i propri colori. I portieri dovranno indossare maglie di colori diversi dagli altri calciatori in campo. RICHIESTE DI ANTICIPAZIONE E POSTICIPAZIONE DELLE GARE Eventuali richieste di anticipazione, posticipazione della data di effettuazione o dell'ora di inizio della gara, dovranno essere inoltrate dalla Societ ospitante, direttamente interessata, la quale dovr allegare il consenso scritto della societ ospitata. Tali richieste dovranno pervenire alla Delegazione Provinciale, corredate di quanto richiesto, entro cinque giorni precedenti la gara. Non saranno tenute in considerazione le richieste giunte intempestivamente e quelle relative alle ultime quattro giornate di campionato. DICHIARAZIONE DI RINUNCIA La eventuale dichiarazione di rinuncia alla disputa di una gara, deve pervenire a questa Delegazione provinciale entro il Luned precedente la gara alla quale s'intende rinunciare. Tale dichiarazione deve essere estesa, per conoscenza, alla Societ interessata alla gara. DISCIPLINA SPORTIVA La funzione disciplinare esercitata, in prima istanza dal Giudice Sportivo Territoriale di questa Delegazione Provinciale con recapito presso la Delegazione Provinciale FIGC Via Nicola Pende, 23 70124 BARI ed in seconda istanza, dalla Commissione Disciplinare Territoriale con recapito presso il Comitato Regionale Puglia F.I.G.C. - L.N.D. Via Nicola Pende, 23 - 70124 BARI. FORMALIZZAZIONE PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI A CARICO DEI CALCIATORI Cos come disposto nella passata stagione sportiva, si informano le Societ partecipanti ai Campionati Provinciali Allievi e Giovanissimi che questa Delegazione, in presenza di squalifiche per pi ammonizioni (art. 19 comma 9 C.G.S.) non provveder a formalizzare il provvedimento disciplinare a mezzo telegramma. Il provvedimento disciplinare in argomento avr efficacia, a seguito dellinformatizzazione del sistema di registrazione delle sanzioni, automaticamente dal giorno successivo alla data di pubblicazione sul relativo Comunicato Ufficiale. INVIO TELEGRAMMI PREANNUNCI RECLAMI Per l'inoltro dei reclami, il telegramma di preannuncio dovr essere inviato al Giudice Sportivo Territoriale di questa Delegazione Provinciale con recapito presso la Delegazione Provinciale FIGCS.G.S. Via Nicola Pende, 23 70124 BARI ed in seconda istanza, alla Commissione Disciplinare Territoriale con recapito presso il Comitato Regionale Puglia F.I.G.C. - L.N.D. Via Nicola Pende, 23 70124 BARI. SALUTO Si invitano i Dirigenti ed i Tecnici delle societ a fare in modo che, sia allinizio che alla fine di ogni gara, i partecipanti, incluso il Direttore di gara ,salutino il pubblico e si salutino fra loro, stringendosi la mano. Si rammenta che in caso di mancato adempimento saranno irrogate sanzioni pecuniarie ad entrambe le societ inadempienti.

IDENTIFICAZIONE DEI CALCIATORI Larbitro, prima di ammettere nel recinto di gioco i calciatori, deve controllare che i dati dei documenti di identificazione corrispondano a quelli trascritti nellelenco di gara. Deve altres provvedere ad identificarli in

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 18 di 40

uno dei seguenti modi: 1. attraverso la propria personale conoscenza; 2. mediante un documento di riconoscimento ufficiale rilasciato dalle Autorit competenti; 3. mediante una fotografia autenticata dal Comune di residenza o da altra Autorit alluopo legittimata o da un Notaio; 4. mediante cartellino federale rilasciato nella precedente stagione sportive; 5. mediante apposite tessere rilasciate dalle Leghe, dal Settore per lAttivit Giovanile e Scolastica e da questa Delegazione.

ASSISTENTI DELLARBITRO E CALCIATORI IMPIEGATI COME ASSISTENTI DELLARBITRO Nelle gare in cui non prevista la designazione di assistenti dellarbitro, le Societ devono mettere a disposizione dellarbitro, un dirigente oppure, un calciatore tesserato incaricato di svolgere funzioni di assistente allarbitro. Tale calciatore dovr essere inserito nella distinta che viene presentata allarbitro prima dellinizio della gara, in cui vanno indicati, inoltre, i calciatori di riserva (non pi di sei nel caso in cui il calciatore utilizzato come assistente dellarbitro considerato anchesso riserva). Soltanto i calciatori inseriti nella distinta di gara, indipendentemente dalla funzione ricoperta, (calciatore di riserva o assistente dellarbitro), possono sostituire i calciatori impiegati allinizio della gara, fermo restando il limite delle sette sostituzioni. Un calciatore inizialmente schierato in campo pu, nel prosieguo della gara, essere impiegato come assistente dellarbitro purch non sia stato espulso. Ferma restando lassoluta impossibilit, da parte dellarbitro, di far disputare la gara qualora la Societ o le Societ a tanto non provvedano (nel qual caso viene inflitta la sanzione della perdita della gara con il risultato di 0-3), leventuale affidamento di compiti di assistente dellarbitro a soggetti squalificati, inibiti o, comunque non aventi titolo, comporta la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0-3 ovvero il riconoscimento del risultato conseguito sul campo dalla squadra avversaria se migliore agli effetti della differenza reti. SOSTITUZIONE DEI CALCIATORI Le Societ, nel corso delle gare ufficiali del Settore Giovanile e Scolastico, hanno la facolt di sostituire sette calciatori indipendentemente dal ruolo ricoperto. Ferme restando le disposizioni di cui alle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C., si stabiliscono le seguenti modalit per la sostituzione: - nella distinta che viene presentata allarbitro prima dellinizio della gara possono essere indicati non pi di 7 calciatori di riserva compreso il calciatore tesserato incaricato di svolgere funzioni di assistente dellarbitro, nel caso in cui previsto il suo utilizzo durante la gara.Soltanto i calciatori inseriti nella distinta di gara, indipendentemente dalla funzione ricoperta (calciatore di riserva o assistente dellarbitro), possono sostituire i calciatori impiegati allinizio della gara nel rispetto delle modalit illustrate nel paragrafo specifico, fermo restando il limite delle sette sostituzioni. Linosservanza di tale disposizione comporta lapplicazione della sanzione della perdita della gara con il risultato di 0-3 o con il risultato eventualmente conseguito sul campo dalla squadra avversaria, se migliore agli effetti della differenza reti. FORMAZIONE DELLE CLASSIFICHE ART. 51 DELLE N.O.I.F. 1. I Campionati sono disputati con gare di andata e ritorno. 2. La classifica stabilita per punteggio, con attribuzione di tre punti per la gara vinta, di un punto per la gara pareggiata. Per la gara perduta non vengono attribuiti punti. 3. Al termine di ogni Campionato, in caso di parit di punteggio tra due squadre, il titolo sportivo in competizione assegnato mediante spareggio da effettuarsi sulla base di una unica gara in campo neutro, con eventuali tempi supplementari e calci di rigore con le modalit stabilite dalla regola 7 delle Regole del Giuoco e Decisioni Ufficiali. 4. Nelle competizioni della Lega Nazionale Professionisti, salvo deroghe disposte dalla Lega stessa per specifiche esigenze di calendario, lo spareggio deve essere disputato, previo sorteggio della squadra ospitante per prima, con gare di andata e ritorno sui rispettivi campi. In tale caso, si applicano le seguenti regole: si aggiudica lo spareggio la squadra che ha realizzato, nelle due partite, il maggior numero di reti o, a parit di reti, il maggior numero di reti in trasferta. In caso di parit anche nelle reti in trasferta, si disputano due tempi supplementari di 15 minuti ciascuno, nel corso dei quali le reti segnate in trasferta

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 19 di 40

hanno valore doppio. Se nessuna rete viene segnata nel corso dei tempi supplementari, si eseguono i calci di rigore con le modalit stabilite dalla suddetta regola 7. 5. In caso di parit di punteggio fra tre o pi squadre al termine di ogni Campionato si procede preliminarmente alla compilazione di una graduatoria (c.d. classifica avulsa) fra le squadre interessate tenendo conto nell'ordine: 6. Qualora vi sia in competizione un unico titolo sportivo, esso disputato mediante gara di spareggio tra le due squadre meglio classificate, se si tratta di titolo vincente di campionato di girone, ovvero di titolo di promozione o di qualificazione; o mediante gara di spareggio tra le squadre peggio classificate se si tratta di r etrocessione. Qualora vi siano in competizione pi titoli sportivi, essi sono assegnati direttamente in base alla graduatoria risultante dalla classifica avulsa, salvo l'ultimo titolo disponibile, che disputato, mediante gara di spareggio, fra le due squadre che seguono immediatamente nella stessa classifica avulsa. Nel caso in cui due o pi squadre interessate permangano in parit anche nella classifica avulsa, e ai soli fini della compilazione della relativa graduatoria, si tiene conto, nell'ordine: -della differenza tra reti segnate e subite negli incontri diretti fra le squadre interessate; -della differenza fra reti segnate e subite nell'intero Campionato; -del maggior numero di reti segnate nell'intero Campionato; -del sorteggio. PERSONE AMMESSE NEL RECINTO DI GIUOCO ART. 66 DELLE N.O.I.F. .. O M I S S I S .. Per le gare organizzate dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito regionale e dal Settore per l'attivit Giovanile e Scolastica sono ammessi nel recinto di giuoco, per ciascuna delle squadre interessate, purch muniti di tessera valida per la stagione in corso: a) un dirigente accompagnatore ufficiale; b) un medico sociale; c) un allenatore ed un operatore sanitario ausiliario designato dal medico sociale, ovvero, in mancanza, uno o due dirigenti d) i calciatori di riserva. 3. Tutte le persone ammesse nel recinto di giuoco debbono essere identificate dall'arbitro mediante documento di riconoscimento personale. 4. Il dirigente indicato come accompagnatore ufficiale rappresenta, ad ogni effetto, la propria societ. 5. Le persone ammesse nel recinto di giuoco debbono prendere posto sulla panchina assegnata a ciascuna squadra e hanno l'obbligo di mantenere costantemente un corretto comportamento. L'arbitro esercita nei loro confronti i poteri disciplinari a lui conferiti. ASSENZA DELL'ARBITRO DESIGNATO - ART. 67 DELLE N.O.I.F. 1. Se all'ora ufficialmente fissata per l'inizio di una gara, l'arbitro designato non presente in campo, le due squadre debbono attenderlo per un periodo limite pari alla durata di un tempo previsto per la gara che deve essere disputata. Nel caso che l'assenza perduri oltre tale termine, le due societ interessate debbono affidare la direzione della gara ad altro arbitro effettivo la cui ricerca deve essere attivata a partire dall'ora fissata per l'inizio della gara, secondo i seguenti inderogabili criteri: -un arbitro a disposizione della C.A.N. pu essere sostituito da un arbitro che sia quantomeno a disposizione della C.A.N.C., -un arbitro a disposizione della C.A.N.C. pu essere sostituito da un arbitro che sia quantomeno a disposizione della C.A.N.D., -un arbitro a disposizione della C.A.N.D. pu essere sostituito da un arbitro che sia quantomeno a disposizione di unC.R.A.; - un arbitro a disposizione di un C.R.A. pu essere sostituito da altro arbitro effettivo. 2 L'obbligo di ricercare un arbitro cui affidare la direzione della gara incombe tanto sulla societ ospitante quanto su quella ospitata. 3 Qualora non sia reperito un altro arbitro con i requisiti di cui al comma 1 la gara non viene disputata. Qualora siano reperiti pi arbitri tra i quali uno a disposizione dello stesso organo tecnico dell'arbitro designato compete a questo dirigere la gara. Ove invece siano reperiti pi arbitri a disposizione di diverso organo tecnico la direzione della gara affidata all'arbitro a disposizione dell'organo superiore

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 20 di 40

tecnico. Nel caso in cui siano reperiti pi arbitri a disposizione dello stesso organo tecnico e non si raggiunga tra le societ un accordo, la scelta effettuata per sorteggio. 4 La sostituzione deve essere formalizzata in un documento redatto dall'arbitro supplente e sottoscritto dal medesimo e dai capitani e contenente eventualmente la motivazione del rifiuto di taluno a sottoscriverlo. Il documento, unicamente al rapporto, deve essere inoltrato dall'arbitro supplente alla Lega, al Settore per l'attivit Giovanile e Scolastica o al Comitato organizzatore della gara. 5 La societ che rifiuti di accettare la direzione di un arbitro scelto con le modalit di cui ai precedenti commi del presente articolo considerata ad ogni effetto rinunciataria a disputare la gara. 6 Spetta comunque all'arbitro designato, giunto in ritardo sul campo e disponibile per dirigere la gara che non ha ancora avuto inizio, la direzione della stessa. Restano validi gli adempimenti relativi al controllo ed alla identificazione dei calciatori, dei tecnici e degli accompagnatori eseguiti dall'arbitro supplente.

Ammende a carico di societ per infrazioni disciplinari Gli Organi Disciplinari comminano alle Societ, per infrazioni disciplinari, le sanzioni pecuniarie anche commisurando le stesse alla gravit dei singoli casi. a) Rinunce a gare Per la corrente stagione sportiva a carico delle Societ che rinunciano a gare vengono applicate le sottoindicate ammende ed eventuali indennizzi: Campionato/Torneo 1a rinuncia 2a rinuncia 3a rinuncia 4a rinuncia Nazionale 516,00 1.032,00 1.549,00 2.852,00 Regionale 103,00 180,00 361,00 516,00 Provinciale e Locale 25,00 51,00 77,00 103,00 Esordienti e Pulcini 10,00 25,00 46,00 61,00

N.B. A norma dellart. 53, comma 5, delle N.O.I.F. le societ che rinunciano per la quarta volta a disputare gare sono escluse dal Campionato o dallamanifestazione ufficiale. A norma dellart. 53 comma 8 delle N.O.I.F., alle Societ che si ritirino o siano escluse dal Campionato o da altre Manifestazioni Ufficiali sono irrogate sanzioni pecuniarie fino a dieci volte la misura prevista per la prima rinuncia. b) Indennizzi Qualora una Societ rinunci a disputare una gara, pu essere addebitato alla stessa, oltre alle ammende previste, anche lindennizzo per spese di organizzazione.

CONCOMITANZA DI GARE SULLO STESSO CAMPO In caso di concomitanza di pi gare sullo stesso campo di giuoco valgono i seguenti criteri di priorit nello svolgimento delle stesse: Campionato Nazionale Dilettanti ; Campionato Nazionale Calcio Femminile Serie "A"; Campionato Nazionale Calcio Femminile Serie "A/2 "; Campionato Nazionale Calcio Femminile Serie "B"; Campionato di Eccellenza; Campionato Nazionale " Juniores "; Campionato Nazionale Allievi"; Campionato Regionale " Juniores "; Campionato Regionale Calcio Femminile Serie "C"; Torneo Primavera Under 20 Femminile; Campionato Regionale "Allievi"; Campionato Regionale "Giovanissimi "; Campionato di 3^ Categoria; Campionato di "3^ Categoria - Under 21"; Campionato di " 3^ categoria - Under 18";

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 21 di 40

Campionato Provinciale "Juniores"; Campionato Provinciale Calcio Femminile Serie "D"; Campionato Provinciale e Locale Settore Giovanile ; Attivit Amatori. RICHIESTA MINUTO DI RACCOGLIMENTO PER LUTTO Si ribadisce, che solo la FIGC di Roma, per il tramite della Lega Nazionale Dilettanti e del Comitato Regionale Puglia, autorizzata a concedere l'autorizzazione per l'esecuzione del minuto di raccoglimento. Pertanto, si invitano i Dirigenti delle Societ Dilettantistiche Pugliesi ad evitare di telefonare ai Rappresentanti del Comitato Regionale Arbitri, nelle giornate di sabato e domenica, per essere autorizzati ad effettuare un minuto di raccoglimento, per commemorare un defunto, in quanto gli stessi non sono autorizzati in materia. Si confida nello spirito di collaborazione da parte di tutte le Societ interessate. DECORRENZA VALIDIT COMUNICATI UFFICIALI Si trascrive, qui di seguito, lart. 13 delle N.O.I.F. e il punto 2 dellart. 22 del Codice di Giustizia Sportiva: Art. 13 N.O.I.F. Pubblicazione delle decisioni Le decisioni adottate dagli organi e dagli enti operanti nell'ambito federale sono pubblicate mediante comunicati ufficiali, firmati dal Presidente e dal Segretario. La pubblicazione dei comunicati ufficiali avviene mediante affissione negli albi istituiti presso le rispettive sedi. Le decisioni si presumono conosciute dal giorno della pubblicazione dei relativi comunicati ufficiali. Salvo le decisioni per le quali sono espressamente previste particolari modalit di notifica, la data di pubblicazione costituisce ad ogni effetto termine di decorrenza.

Art. 22 Codice di Giustizia Sportiva Esecuzione delle sanzioni Omissis Le sanzioni che comportano squalifiche dei tesserati devono essere scontate a partire dal giorno immediatamente successivo a quello di pubblicazione del comunicato ufficiale, salvo quanto previsto dal comma 11 del presente articolo e dall'art. 45, comma 2, del presente Codice. omissis

ART. 29 PUNTO 7 GIUDICI SPORTIVI NAZIONALI E TERRITORIALI E ART. 46 PUNTO 1 e 3 NORME PROCEDURALI Si trascrive, qui di seguito, lart. 29 punto 7 Giudici Sportivi Nazionali e Territoriali e art. 46 punto 1 e 3 norme procedurali: Art. 29 Codice di Giustizia Sportiva comma 7 Giudici Sportivi Nazionali e Territoriali I Giudici sportivi giudicano in prima istanza sulla posizione irregolare dei calciatori e/o degli assistenti di parte impiegati in gare, ai sensi dellart. 17, comma 5. Art. 46 Codice di Giustizia Sportiva Norme procedurali I ricorsi avverso la regolarit dello svolgimento delle gare previsti dall art. 29, commi 2 e 3, devonoessere pronunciati con le modalit di cui allart. 38, al Giudice Sportivo entro le ore 24,00 del giorno feriale successivo a quello della gara alla quale si riferiscono. La motivazione del reclamo e la relativa tassa devono essere trasmessi entro il settimo giorno successivo allo svolgimento della gara stessa. Copia del ricorso deve essere inviata alla societ controparte, con lettera raccomandata o mezzo

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 22 di 40

equipollente, ai sensi dellart. 38, comma 7. Lattestazione dellinvio alla controparte deve essere allegata alla documentazione originale del reclamo, da rimettersi al Giudice Sportivo. I reclami avverso la posizione di tesserati che abbiano preso parte ad una gara, anche con lutilizzo quali assistenti di parte, sono proposti al Giudice Sportivo nel termine di sette giorni dallo svolgimento della gara stessa. Nelle gare di play-off e play-out il reclamo con la tassa e le relative motivazioni deve essere effettuato entro le ore 24,00 del giorno feriale successivo alla gara.

Classifica disciplina Per Campionati Allievi e Giovanissimi organizzati ufficialmente a livello nazionale, regionale, provinciale e locale, obbligatoria lapplicazione della seguente tabella: a) A carico di calciatori 1 Ammonizione punti 0,40 2 Ammonizione punti 0,60 dalla 3 Ammonizione e per le successive punti 0,50 Squalifiche: a) per una giornata di gara punti 2 b) per ogni giornata di gara oltre la prima punti 1 c) da due a sei mesi punti 15 d) da pi di sei mesi a un anno punti 25 e) da pi di un anno a tre anni punti 40 f) da pi di tre anni a cinque anni punti 50 b) A carico di dirigenti, tecnici, soci, tesserati - Ammonizione - Ammonizione con diffida - Inibizioni (dirigenti) e squalifiche (tecnici, soci, tesserati): a) per una settimana b) per ogni settimana, oltre la prima, sino a un massimo di tre mesi (2 punti a settimana) c) da pi di tre mesi sino a sei mesi d) da pi di sei mesi a nove mesi e) da pi di nove mesi ad un anno f) da pi di un anno a tre anni g) da pi di tre anni a cinque anni c) A carico di Societ - Ammonizione - Squalifica del campo: a) per una gara b) per due gare c) per tre gare - Penalizzazioni: a) di un punto in classifica b) di due punti c) di tre punti - Applicazione art. 17 del C.G.S., commi 1,2,3,5: - Ammende: a) fino a 25,00 b) da pi di 25,00 a 51,00 c) da pi di 51,00 a 103,00

punti 1 punti 1,50 punti 3 punti 2 punti 30 punti 40 punti 50 punti 70 punti 80

punti 1 punti 10 punti 20 punti 30 punti 10 punti 15 punti 20 punti 10 punti 0,50 punti 1,5 punti 3

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 23 di 40

d) da pi di 103,00 a 258,00 e) da pi di 258,00 a 516,00 f) da pi di 516,00 a 1.032,00

punti 10 punti 20 punti 30

d) Esclusioni dalla classifica del Premio Disciplina Le sottoindicate sanzioni comportano lautomatica esclusione della Societ dalla classifica del Premio Disciplina: a) Preclusione del calciatore, dirigente, tecnico, tesserato alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC. b) Squalifica del campo per oltre sei gare o tempo determinato, la cui efficacia superi le sei gare c) Penalizzazione di oltre tre punti in classifica d) Condanna della Societ per illecito sportivo e) Retrocessione della Societ allultimo posto in classifica f) Esclusione della Societ dal campionato g) Revoca dei titoli acquisiti da considerarsi non ammessa o esclusa dai Campionati Regionali Allievi o Giovanissimi unicamente la squadra Allievi o Giovanissimi che abbia superato i 100 punti di penalizzazione nel conteggio finale della classifica disciplina (vedasi, al riguardo, quanto previsto, per entrambe le categorie, ai paragrafi b7 e c6 della Sezione 3 - Attivit giovanile) Si evidenzia, per, che in caso di esclusione per quanto sopra riportato, si potr presentare, in presenza di particolari fatti, documentati e motivati, una richiesta di esame della problematica al Consiglio Direttivo del Settore Giovanile e Scolastico, per eventuali ulteriori determinazioni. La richiesta dovr pervenire per il tramite del Comitato Regionale della LND con una relazione del Presidente. RICHIESTE VARIAZIONI GARE GIA PROGRAMMATE Evitare, con linizio dei Campionati GIOVANISSIMI e ALLIEVI, che pervengano giornalmente richieste di spostamento delle gare regolarmente programmate sul C.U. settimanale di questa Delegazione.. Si ricorda, a tutte le Societ, che tali richieste possono essere accolte solo in presenza di documentate e urgenti esigenze, che impediscono di poter disputare le gare programmate ufficialmente. Si evidenzia che dette richieste causano disservizi sulla gestione delle designazioni arbitrali, determinando disguidi e problematiche, non ultima quella della mancanza, alla gara, dell Arbitro designato, con conseguente rinvio della stessa ad altra data. Si dispone che, per i Campionati citati, qualunque richiesta di spostamento (anticipo o posticipo) ,sia pure per accordo tra le Societ interessate, non rispondente allosservanza di tutte le norme della gravit (improvvisa indisponibilit del campo di giuoco o requisizione dello stesso, improvvisi eventi luttuosi di tesserati FIGC, concomitanza con indifferibili, improvvisi eventi di altra natura e simili) sar da parte di questa Delegazione archiviata. Resta ferma la possibilit di chiedere una diversa programmazione delle gare, sempre ch la richiesta venga effettuata dalle due Societ interessate almeno 5 giorni prima della prevista data di svolgimento. Si confida nella sensibilit, collaborazione e condiscendenza delle Societ tutte

ATTIVIT GIOVANILE Lattivit giovanile ad indirizzo competitivo e si configura principalmente attraverso i risultati delle gare ed il comportamento disciplinare in campo e fuori di Atleti, Tecnici e Dirigenti.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 24 di 40

Campionato provinciale allievi 2012/2013


Caratteristiche dellattivit Lattivit della categoria Allievi costituisce il momento conclusivo di verifica del processo tecnico di apprendimento compiuto nellambito delle categorie giovanili; per il carattere competitivo e per il fatto che questa categoria rappresenta una fase fondamentale di perfezionamento e relativa maturazione tecnica, che prelude ad impegni agonistici di rilievo, anche per questa stagione sportiva, le squadre che partecipano al Campionato Nazionale Professionisti e al Campionato Regionale, hanno lobbligo di utilizzare un allenatore abilitato dal Settore Tecnico, iscritto nei ruoli ufficiali dei tecnici. Limiti det Possono prendere parte allattivit Allievi i calciatori che abbiano compiuto anagraficamente il quattordicesimo anno di et e che, anteriormente al 1 gennaio dellanno in cui ha inizio la stagione sportiva, non abbiano compiuto il sedicesimo anno di et. Conduzione tecnica delle squadre Come gi preannunciato nella precedente stagione sportiva, si conferma che a partire dalla corrente stagione 2012/2013, fatte salve le disposizioni e gli obblighi previsti per i Campionati Nazionali e Regionali, allatto delliscrizione di ogni squadra alle attivit ufficiali delle categorie del Settore Giovanile e Scolastico (Piccoli Amici, Pulcini, Esordienti, Giovanissimi, Allievi) o, comunque, prima dellinizio ufficiale di tali attivit, dovr essere indicato il nominativo di un tecnico tesserato con qualifica federale rilasciata dal Settore Tecnico, oppure di una persona che abbia seguito e superato con esito positivo il corso per Istruttori di Scuola Calcio privi di qualifica federale (Corso CONI-FIGC). Tuttavia, in deroga a quanto previsto, per la corrente stagione sportiva le Societ potranno utilizzare tecnici privi di qualifica purch questi ultimi nel corso della corrente stagione partecipino e superino con esito positivo uno dei corsi qualificanti previsti ed organizzati dal Settore Tecnico (Corso UEFA-B o UEFA-C) o specificatamente organizzati dal Settore Giovanile e Scolastico (Corso CONI-FIGC). Durata delle gare Le gare vengono disputate in due tempi di 40 ciascuno. Saluti Tutti i dirigenti ed i tecnici delle Societ dovranno fare in modo che, sia allinizio che alla fine di ogni confronto, i partecipanti salutino il pubblico e si salutino fra loro, stringendosi la mano.

Campionato Provinciale e Locale Allievi Organizzazione Il Campionato Provinciale/Locale Allievi organizzato dalle Delegazioni della LND competenti per territorio, secondo i criteri fissati e pubblicati dal Settore Giovanile e Scolastico. La partecipazione di una Societ che ne faccia richiesta ad un Campionato Provinciale o Locale organizzato da altra Delegazione confinante con quella territorialmente competente pu essere autorizzata dalla FIGC dintesa con il Settore Giovanile e Scolastico previo parere: del Comitato Regionale territorialmente competente, se le Delegazioni appartengono alla stessa regione; dei Comitati Regionali territorialmente competenti, nel caso in cui le Delegazioni seppur confinanti appartengano a regioni diverse. Resta facolt da parte del Comitato Regionale territorialmente competente, al fine del completamento dellorganico, lassegnazione di Societ a Delegazioni Provinciali diverse purch confinanti tra loro e della stessa regione.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 25 di 40

Partecipazione Una Societ ha facolt di partecipare ad un medesimo Campionato Provinciale o Locale con una o pi squadre. Ferma restando la disposizione che lorganico di ogni girone pu prevedere la presenza di una sola squadra per ciascun sodalizio, in casi eccezionali e motivati pu essere concessa deroga dalla Delegazione della LND territorialmente competente. Modalit di svolgimento Ogni Campionato Provinciale e Locale si conclude con laggiudicazione del titolo di Campione Provinciale o Locale, che deve essere attribuito alle sole Societ dilettantistiche/giovanili, anche se al primo posto si sia classificata una squadra appartenente alle Leghe Professionistiche. Conseguentemente, laddove esistono pi gironi, dalle fasi per lassegnazione del titolo Provinciale o Locale sono escluse le Societ appartenenti alle Leghe Professionistiche. Il campione provinciale, se non precluso e se fa richiesta di partecipazione, ha diritto a partecipare al Campionato Regionale Allievi della stagione sportiva successiva. Disciplina sportiva La funzione disciplinare per il Campionato Provinciale/Locale Allievi esercitata, con le modalit ed i termini di cui al Codice di Giustizia Sportiva: - in prima istanza dal Giudice Sportivo Territoriale presso la Delegazione Provinciale/Locale; - in seconda istanza Commissione Disciplinare Territoriale presso il Comitato Regionale. Per quanto previsto allart. 22, comma 2, del Codice di Giustizia, si applica al Campionato in questione la disposizione di cui allart. 45, comma 2, relativa allautomatismo della squalifica conseguente ad espulsione. Le ammonizioni irrogate nelle gare di campionato non hanno efficacia per le gare della fase finale. Durante le fasi finali i tesserati scontano una giornata di squalifica ogni due ammonizioni. Diritti di classifica La Societ che iscrive pi squadre tenuta ad indicare, prima dellinizio del Campionato di competenza, la squadra a cui debba essere riconosciuto il pieno diritto di classifica; le altre squadre di tale Societ prendono parte allattivit senza diritto di classifica. La partecipazione al Campionato Nazionale Allievi Professionisti e/o Campionato Regionale Allievi motivo di preclusione al diritto di classifica per tutte le squadre della stessa Societ iscritte al Campionato Provinciale/Locale. Le gare disputate dalle squadre di Societ considerate fuori classifica ed i relativi risultati acquisiti non avranno alcun valore ai fini della classifica finale, sia per le Societ medesime che per tutte le altre incluse nello stesso girone, ferma restando, in ogni caso, la piena applicazione dei provvedimenti disciplinari. Non ammissione al Campionato Regionale Allievi Le sottoindicate sanzioni inflitte nel Campionato Regionale o Provinciale Allievi unitamente alle preclusioni contenute nei criteri di ammissione approvati dal Consiglio Direttivo del S.G.S. comportano per la societ che le riceve la non ammissione al Campionato Regionale nella stagione sportiva successiva alla data del provvedimento: a) Preclusione del calciatore, dirigente, tecnico tesserato alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC. b) Squalifica del campo per oltre sei gare o tempo determinato, la cui efficacia superi le sei gare. c) Penalizzazione di oltre tre punti in classifica. d) Condanna della Societ per illecito sportivo. e) Retrocessione della Societ allultimo posto in classifica. f) Esclusione della Societ dal campionato g) Revoca dei titoli acquisiti.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 26 di 40

da considerarsi non ammessa al campionato Regionale Allievi unicamente la squadra Allievi che abbia superato i 100 punti di penalizzazione nel conteggio finale della classifica disciplina. In caso di non ammissione per quanto sopra riportato, si potr presentare, in presenza di particolari fatti, documentati e motivati, una richiesta di esame della problematica al Consiglio Direttivo del Settore Giovanile e Scolastico, per eventuali ulteriori determinazioni. La richiesta dovr pervenire per il tramite del Comitato Regionale competente per territorio, corredata da una relazione del suo Presidente. Tempo dattesa Il tempo di attesa fissato in misura pari alla durata di 20 minuti anzich di un tempo della gara cui riferito.

FINALI PER LASSEGNAZIONE DEL TITOLO DI CAMPIONE PROVINCIALE ALLIEVI Accedono alle finali le prime cinque classificate dei gironi eliminatori da A a E pi la migliore seconda tra tutti i gironi eliminatori. Le vincenti dei gironi, saranno accoppiate, secondo il seguente schema: SEMIFINALI Semifinale X :VINCENTE GIRONE A VINCENTE GIRONE E; Semifinale Y :VINCENTE GIRONE B VINCENTE GIRONE C; Semifinale Z :VINCENTE GIRONE D MIGLIORE SECONDA. Formati gli accoppiamenti, si disputeranno tre gare di sola andata in campo sorteggiato a cura della Delegazione Provinciale FIGC di Bari. In caso di parit alla fine dei due tempi regolamentari, si effettueranno due tempi supplementari di 10 ciascuno ed in caso di ulteriore parit, si proceder allesecuzione dei tiri di rigore secondo le vigenti norme. Le tre squadre vincenti, X, Y e Z, disputeranno il triangolare Finale per il 1 , 2 e 3 posto.

TRIANGOLARE FINALE PRIMO, SECONDO E TERZO POSTO (tra le vincenti delle semifinali) FINALI 1^ GARA: SQUADRA X - SQUADRA Y; 2^ GARA: SQUADRA Y - SQUADRA Z ; 3^ GARA: SQUADRA Z - SQUADRA X. La fase triangolare Finale per il primo, secondo e terzo posto si disputer con gara di sola andata sul campo sorteggiato a cura della Delegazione Provinciale FIGC di Bari. Per stabilire la squadra CAMPIONE PROVINCIALE ALLIEVI 2012/2013 se, al termine di tale triangolare, si verificher parit di punti fra due o tre squadre finaliste sar determinata Campione Provinciale Allievi la squadra vincente secondo i seguenti criteri: a) della miglior differenza reti; b) del maggior numero di reti segnate; c) dei punti conseguiti negli incontri diretti. Persistendo ulteriore parit fra due squadre o nellipotesi di completa parit fra le tre squadre la vincente sar determinata rispettivamente con gara di spareggio fra due squadre in campo sorteggiato a cura della Delegazione Provinciale FIGC di Bari (In caso di parit alla fine dei due tempi regolamentari, si effettueranno

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 27 di 40

due tempi supplementari di 10 ciascuno ed in caso di ulteriore parit, si proceder allesecuzione dei tiri di rigore secondo le vigenti norme) o per ripetizione triangolare su campi invertiti: 1^ GIORNATA: SQUADRA Y - SQUADRA X; 2^ GIORNATA: SQUADRA Z - SQUADRA Y ; 3^ GIORNATA: SQUADRA X - SQUADRA Z . Se si verificher parit di punti, si applicheranno gli stessi criteri succitati. SERVIZIO PRONTO A.I.A. Si comunica che in funzione il servizio Pronto A.I.A., allo scopo di evitare che delle gare non vengano disputate per il mancato arrivo dellarbitro designato. Pertanto, nel caso in cui larbitro designato non si sia presentato quando mancano 30 minuti allorario fissato per linizio della gara, le societ sono invitate a chiamare il Pronto A.I.A. che provveder ad inviare un altro arbitro. PRONTO AIA BARI TELEFONO PRONTO AIA MOLFETTA TELEFONO N 338/8704222 N 339/3001804

Campionato provinciale giovanissimi 2012/2013


Caratteristiche dellattivit Lattivit della categoria Giovanissimi costituisce il momento conclusivo di verifica del processo tecnico di apprendimento compiuto nellambito delle categorie giovanili; per il carattere competitivo e per il fatto che questa categoria rappresenta una fase fondamentale di perfezionamento e relativa maturazione tecnica, che prelude ad impegni agonistici di rilievo, anche per questa stagione sportiva, le squadre che partecipano al Campionato Nazionale Professionisti e al Campionato Regionale, hanno lobbligo di utilizzare un allenatore abilitato dal Settore Tecnico, iscritto nei ruoli ufficiali dei tecnici. Limiti det Possono prendere parte allattivit Giovanissimi i calciatori che abbiano compiuto anagraficamente il dodicesimo anno di et e che, anteriormente al 1 gennaio dellanno in cui ha inizio la stagione sportiva, non abbiano compiuto il quattordicesimo anno di et. Composizione delle squadre Anche per la corrente stagione sportiva, viene concessa la possibilit di partecipare ai campionati Giovanissimi, ad eccezione di quello Nazionale, con squadre composte da ragazzi e ragazze. Tale eventualit rientra nella prospettiva tecnico didattica di assicurare un percorso formativo lineare, cio senza interruzioni, alle ragazze che vogliono giocare al calcio. Alle ragazze viene concessa anche la possibilit di partecipare a tale attivit, anche se appartenenti per et alla categoria Allieve. In tal caso necessario presentare richiesta di deroga al Presidente del Settore Giovanile e Scolastico attraverso il Comitato Regionale territorialmente competente, per il tramite della rispettiva Delegazione della LND, allegando allistanza una dichiarazione firmata dagli esercenti la potest genitoriale (vedasi fac-simile e schema riepilogativo delle opportunit in allegato). Considerata la valenza sociale dellattivit sportiva in genere ed in particolare dellattivit calcistica, visto il progressivo incremento del fenomeno dellimmigrazione, data facolt alle Societ di costituire squadre di Settore Giovanile, composte da calciatori extracomunitari. Conduzione tecnica delle squadre Come gi preannunciato nella precedente stagione sportiva, si conferma che a partire dalla corrente stagione 2012/2013, fatte salve le disposizioni e gli obblighi previsti per i Campionati Nazionali e Regionali, allatto delliscrizione di ogni squadra alle attivit ufficiali delle categorie del Settore Giovanile e Scolastico

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 28 di 40

(Piccoli Amici, Pulcini, Esordienti, Giovanissimi, Allievi) o, comunque, prima dellinizio ufficiale di tali attivit, dovr essere indicato il nominativo di un tecnico tesserato con qualifica federale rilasciata dal Settore Tecnico, oppure di una persona che abbia seguito e superato con esito positivo il corso per Istruttori di Scuola Calcio privi di qualifica federale (Corso CONI-FIGC). Tuttavia, in deroga a quanto previsto, per la corrente stagione sportiva le Societ potranno utilizzare tecnici privi di qualifica purch questi ultimi nel corso della corrente stagione partecipino e superino con esito positivo uno dei corsi qualificanti previsti ed organizzati dal Settore Tecnico (Corso UEFA-B o UEFA-C) o specificatamente organizzati dal Settore Giovanile e Scolastico (Corso CONI-FIGC). Durata delle gare Le gare vengono disputate in due tempi di 35 ciascuno. Saluti Tutti i dirigenti ed i tecnici delle Societ dovranno fare in modo che, sia allinizio che alla fine di ogni confronto, i partecipanti salutino il pubblico e si salutino fra loro, stringendosi la mano. Campionato Provinciale e Locale Giovanissimi Organizzazione Il Campionato Provinciale/Locale Giovanissimi organizzato dalle Delegazioni della LND competenti per territorio, secondo i criteri fissati e pubblicati dal Settore Giovanile e Scolastico. La partecipazione di una Societ che ne faccia richiesta ad un Campionato Provinciale o Locale organizzato da altra Delegazione confinante con quella territorialmente competente pu essere autorizzata dalla FIGC dintesa con il Settore Giovanile e Scolastico previo parere: del Comitato Regionale territorialmente competente, se le Delegazioni appartengono alla stessa regione; dei Comitati Regionali territorialmente competenti, nel caso in cui le Delegazioni seppur confinanti appartengano a regioni diverse. Resta facolt da parte del Comitato Regionale territorialmente competente, al fine del completamento dellorganico, lassegnazione di Societ a Delegazioni Provinciali diverse purch confinanti tra loro e della stessa regione. c2) Partecipazione Una Societ ha facolt di partecipare ad un medesimo Campionato Provinciale o Locale con una o pi squadre. Ferma restando la disposizione che lorganico di ogni girone pu prevedere la presenza di una sola squadra per ciascun sodalizio, in casi eccezionali e motivati pu essere concessa deroga dalla Delegazione della LND territorialmente competente. c3) Modalit di svolgimento Ogni Campionato Provinciale e Locale si conclude con laggiudicazione del titolo di Campione Provinciale o Locale, che deve essere attribuito alle sole Societ dilettantistiche/giovanili, anche se al primo posto si sia classificata una squadra appartenente alle Leghe Professionistiche. Conseguentemente, laddove esistono pi gironi, dalle fasi per lassegnazione del titolo Provinciale o Locale sono escluse le Societ appartenenti alle Leghe Professionistiche. Il campione provinciale, se non precluso e se fa richiesta di partecipazione, ha diritto a partecipare al Campionato Regionale Giovanissimi della stagione sportiva successiva. c4) Disciplina sportiva La funzione disciplinare per il Campionato Provinciale/Locale Giovanissimi esercitata, con le modalit ed i termini di cui al Codice di Giustizia Sportiva: - in prima istanza dal Giudice Sportivo Territoriale presso la Delegazione Provinciale/Locale; - in seconda istanza Commissione Disciplinare Territoriale presso il Comitato Regionale.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 29 di 40

Per quanto previsto allart. 22, comma 2, del Codice di Giustizia, si applica al Campionato in questione la disposizione di cui allart. 45, comma 2, relativa allautomatismo della squalifica conseguente ad espulsione. Le ammonizioni irrogate nelle gare di campionato non hanno efficacia per le gare della fase finale. Durante le fasi finali i tesserati scontano una giornata di squalifica ogni due ammonizioni. c5) Diritti di classifica La Societ che iscrive pi squadre tenuta ad indicare, prima dellinizio del Campionato di competenza, la squadra a cui debba essere riconosciuto il pieno diritto di classifica; le altre squadre di tale Societ prendono parte allattivit senza diritto di classifica. La partecipazione al Campionato Nazionale Giovanissimi Professionisti e/o Campionato Regionale Giovanissimi motivo di preclusione al diritto di classifica per tutte le squadre della stessa Societ iscritte al Campionato Provinciale/Locale. Le gare disputate dalle squadre di Societ considerate fuori classifica ed i relativi risultati acquisiti non avranno alcun valore ai fini della classifica finale, sia per le Societ medesime che per tutte le altre incluse nello stesso girone, ferma restando, in ogni caso, la piena applicazione dei provvedimenti disciplinari. c6) Non ammissione al Campionato Regionale Giovanissimi Le sottoindicate sanzioni inflitte nel Campionato Regionale o Provinciale Giovanissimi unitamente alle preclusioni contenute nei criteri di ammissione approvati dal Consiglio Direttivo del S.G.S. comportano per la societ che le riceve la non ammissione al Campionato Regionale nella stagione sportiva successiva alla data del provvedimento: a) Preclusione del calciatore, dirigente, tecnico tesserato alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC. b) Squalifica del campo per oltre sei gare o tempo determinato, la cui efficacia superi le sei gare. c) Penalizzazione di oltre tre punti in classifica. d) Condanna della Societ per illecito sportivo. e) Retrocessione della Societ allultimo posto in classifica. f) Esclusione della Societ dal campionato g) Revoca dei titoli acquisiti. da considerarsi non ammessa al campionato Regionale Giovanissimi unicamente la squadra Giovanissimi che abbia superato i 100 punti di penalizzazione nel conteggio finale della classifica disciplina. In caso di non ammissione per quanto sopra riportato, si potr presentare, in presenza di particolari fatti, documentati e motivati, una richiesta di esame della problematica al Consiglio Direttivo del Settore Giovanile e Scolastico, per eventuali ulteriori determinazioni. La richiesta dovr pervenire per il tramite del Comitato Regionale competente per territorio, corredata da una relazione del suo Presidente. Tempo dattesa Il tempo di attesa fissato in misura pari alla durata di 20 minuti anzich di un tempo della gara cui riferito. FINALI PER LASSEGNAZIONE DEL TITOLO DI CAMPIONE PROVINCIALE GIOVANISSIMI Accedono alle finali le prime sei classificate dei gironi eliminatori da A a G essendo Gir. H F.C. . pi la migliore seconda. Le vincenti dei gironi, saranno accoppiate, secondo il seguente schema:

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 30 di 40

QUARTI di finale Gara X :VINCENTE GIRONE A VINCENTE GIRONE E; Gara Y :VINCENTE GIRONE B VINCENTE GIRONE F; Gara Z :VINCENTE GIRONE C VINCENTE GIRONE G. Gara W :VINCENTE GIRONE D MIGLIORE SECONDA. Formati gli accoppiamenti, si disputeranno quattro gare di sola andata in campo sorteggiato a cura della Delegazione Provinciale FIGC di Bari. In caso di parit alla fine dei due tempi regolamentari, si effettueranno due tempi supplementari di 10 ciascuno ed in caso di ulteriore parit, si proceder allesecuzione dei tiri di rigore secondo le vigenti norme. Le tre squadre vincenti, X, Y Z e W, disputeranno le semifinali.

SEMIFINALE Gara XX : VINCENTE QUARTO DI FINALE Gara X VINCENTE QUARTO DI FINALE Gara Y Gara YY : VINCENTE QUARTO DI FINALE Gara Z VINCENTE QUARTO DI FINALE Gara W Formati gli accoppiamenti, si disputeranno due gare di sola andata in campo sorteggiato a cura della Delegazione Provinciale FIGC di Bari. In caso di parit alla fine dei due tempi regolamentari, si effettueranno due tempi supplementari di 10 ciascuno ed in caso di ulteriore parit, si proceder allesecuzione dei tiri di rigore secondo le vigenti norme. Le tre squadre vincenti, XXe YY, disputeranno la finale.

FINALE PRIMO E SECONDO POSTO (tra le vincenti delle semifinali) La Finale per il primo e secondo posto si disputer con gara di sola andata in campo sorteggiato a cura della Delegazione Provinciale FIGC di Bari. In caso di parit alla fine dei due tempi regolamentari, si effettueranno due tempi supplementari di 10 ciascuno ed in caso di ulteriore parit, si proceder allesecuzione dei tiri di rigore secondo le vigenti norme.

SERVIZIO PRONTO A.I.A. Si comunica che in funzione il servizio Pronto A.I.A., allo scopo di evitare che delle gare non vengano disputate per il mancato arrivo dellarbitro designato. Pertanto, nel caso in cui larbitro designato non si sia presentato quando mancano 30 minuti allorario fissato per linizio della gara, le societ sono invitate a chiamare il Pronto A.I.A. che provveder ad inviare un altro arbitro. PRONTO AIA BARI TELEFONO PRONTO AIA MOLFETTA TELEFONO N 338/8704222 N 339/3001804

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 31 di 40

MODIFICA PROGRAMMA GARE


CAMPIONATO PROVINCIALE ALLIEVI
A seguito dellimmissione della Societ Real Adelfia (squadra non facente classifica) nel girone E del suddetto campionato la squadra che riposava alla prima giornata disputa la prima giornata secondo il seguente programma In allegato viene pubblicato il calendario del girone E opportunamente modificato.

Girone E:

La gara PUGLIA SPORT sq. B REAL ADELFIA stata programmata sul Campo Comunale in Bellavista di Bari Luned 12 Novembre 2012 con inizio alle ore 15.00.

Girone A:

La gara PRO GIOVENTU NOICATTARO MOLA avr luogo sul Campo Comunale B di Noicattaro domenica 11 novembre 2012 con inizio alle ore 10.00, anzich alle ore 11.00. La gara BELLAVISTA NEW TEAM PALO avr luogo per Domenica 11 Novembre 2012 sul Campo Comunale Rossiello di Bitonto (BA) con inizio alle ore 9.30, anzich sabato 10 novembre 2012 alle ore 16.30. La gara CALCIO PROMOTION OMNIA BITONTO avr luogo per Sabato 10 Novembre 2012 sul Campo Comunale Corso Di Vittorio di Gravina con inizio alle ore 15.00 anzich domenica 11 novembre 2012 alle ore 9.30.

Girone B:

Girone D:

La gara SPORTING CALCIO S. SPIRITO ATLETIVO PUGLIA 09 avr luogo sul Campo Comunale San Pio di Bari domenica 11 novembre 2012 con inizio alle ore 8.30, anzich alle ore 12.30.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 32 di 40

CAMPIONATO PROVINCIALE GIOVANISSIMI


Girone A: La gara UNITED GRAVINA PELLEGRINO SPORT C5 avr luogo sul Campo Comunale C. so Di Vittorio di Gravina sabato 10 novembre 2012 con inizio alle ore 16.30, anzich alle ore 16.00. La gara SILVIUM GRAVINA AVANTI ALTAMURA avr luogo sul Campo Comunale C. so Di Vittorio di Gravina venerd 9 novembre 2012 con inizio alle ore 16.00, anzich domenica 11 novembre 2012 alle ore 11.00. Girone C: La gara FAROS TERLIZZI NUOVO PIGNONE BARI avr luogo sul Campo Comunale di Terlizzi sabato 10 novembre 2012 con inizio alle ore 17.30, anzich alle ore 15.00. La gara NEW TEAM PALO ATLETICO PALO avr luogo sul Campo Comunale di Palo del colle domenica 11 novembre 2012 con inizio alle ore 10.00, anzich alle ore 10.30. Girone E: La gara LEVANTE BARI FESCA FLAMINIO BARI avr luogo sul Campo Comunale Capocasale di Bari sabato 10 novembre 2012 con inizio alle ore 18.00, anzich alle ore 17.30. La gara REAL CARBONARA PUGLIA SPORT BARI avr luogo sul Campo del C.S. Area Virtus Ludi di Bari luned 12 novembre 2012 con inizio alle ore 15.00. La gara AREA VIRTUS LUDI IST. DI CAGNO ABBRESCIA avr luogo sul Campo del C.S. Area Virtus Ludi di Bari luned 12 novembre 2012 con inizio alle ore 18.30, anzich alle ore 17.00. La gara PASSEPARTOUT AURORA PRO INTER stata rinviata a data da destinarsi .

Girone F:

Girone H:

CAMPIONATO PROVINCIALE ALLIEVI


VARIAZIONE COMPOSIZIONE GIRONI

GIRONE A KIDS CONVERSANO GREEN PLANET MOLA NORBA CONVERSANO PRO G. NOICATTARO PRO G. NOICATTARO sq. B* FRANCO COLANGIULI ARCOBALENO TRIGGIANO

GIRONE B SILVIUM GRAVINA PELLEGRINO SPORT BELLAVISTA* CALCIO PROMOTION NEW TEAM PALO PAOLO DI GIORGIO OMNIA BITONTO ASSO DON BOSCO

GIRONE C NICK CALCIO BARI REAL FOOTBALL CEGLIE TORITTO PUGLIA SPORT BARI SANNICANDRO FESCA FLAMINIO BITETTO

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 33 di 40

GIRONE D REAL BARI* ATLETICO PUGLIA 09 ACADEMY RUVO MINAFRA LEVANTE BARI PALESE MODUGNO SPORTING S. SPIRITO

GIRONE E LEVANTE AZZURRO CASSANO ACADEMY NEW TEAM CELLAMARE ATLETICO ACQUAVIVA CAPURSO BARINSIEME PUGLIA SPORT BARI sq. B* DI CAGNO ABBRESCIA* PRO INTER* REAL ADELFIA*

Le squadre con lasterisco non fanno classifica

NON SONO AMMESSI RECLAMI AVVERSO LA COMPOSIZIONE DEI GIRONI.

PROGRAMMA GARE
CAMPIONATO PROVINCIALE ALLIEVI
GIRONE A - 2 Giornata
Squadra 1
MOLA GREEN PLANET SSD A.R.L. KIDS CLUB CONVERSANO

Squadra 2
ARCOBALENO TRIGGIANO PRO GIOVENTU NOICATTARO FRANCO COLANGIULI

A/R Data/Ora
A A A A 18/11/2012 10:00 18/11/2012 11:00 19/11/2012 15:00 19/11/2012 17:00

Impianto
CAMPO COM"CAD.SUPERGA"E.ART CAMPO COMUN.B" NOICATTARO STADIO"AZZ. D'ITALIA"ERB.ART.

Localita' Impianto
MOLA DI BARI NOICATTARO CASTELLANA GROTTE

PRO GIOVENTU NOICATTAsq.B NORBA CONVERSANO

CAMPO COMUNALE "ALTERNATIVI"E MONOPOLI

GIRONE B - 2 Giornata
Squadra 1
NEW TEAM PALO DEL COLLE OMNIA BITONTO PAOLO DIGIORGIO SILVIUM GRAVINA

Squadra 2
PELLEGRINO SPORT C.5 ASSO DON BOSCO A.S.D. CALCIO PROMOTION BELLAVISTA

A/R Data/Ora
A A A A 18/11/2012 11:00 17/11/2012 16:30 18/11/2012 11:00 18/11/2012 10:00

Impianto
CAMPO COMUNALE

Localita' Impianto
PALO DEL COLLE

CAMPO COMUNALE "N.ROSSIELLO" BITONTO STADIO COMUNA "VITO VENTOLA"* GRUMO APPULA CAMPO COM."C.SO G.DI VITTORIO GRAVINA IN PUGLIA

GIRONE C - 2 Giornata
Squadra 1
BITETTO CEGLIE PUGLIA SPORT BARI A.S.D. REAL FOOTBALL

Squadra 2
NICK CALCIO BARI SANNICANDRO FESCA FLAMINIO BARI TORITTO

A/R Data/Ora
A A A A 18/11/2012 09:00 18/11/2012 12:00 18/11/2012 11:30 18/11/2012 09:30

Impianto
CAMPO COMUN.DI BITETTO ER.A CS TONINO RANA CAMPO B CAMPO COMUNALE "BELLAVISTA" CAMPO COM.LE MORGESE"E.A

Localita' Impianto
BITETTO BARI (CARBONARA DI BARI) BARI TORITTO

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 34 di 40

GIRONE D - 2 Giornata
Squadra 1
LEVANTE BARI ACADEMY RUVO ATLETICO PUGLIA 09 MODUGNO

Squadra 2
SPORTING CALCIO S.SPIRITO PALESE GENNARO MINAFRA REAL BARI

A/R Data/Ora
A A A A 17/11/2012 16:30 18/11/2012 10:00 18/11/2012 11:30 18/11/2012 11:00

Impianto
CAMP.COM."F.CAPOCASALE"ER.A CAMPO COMUNALE "BELLAVISTA" CAMP.COM."F.CAPOCASALE"ER.A

Localita' Impianto
BARI - S.GIROLAMOBARI BARI - S.GIROLAMO-

NUOVO COMUNALE"S.PALMIOTTA"E. MODUGNO (C.DA S.STEFANO)

GIRONE E - 2 Giornata
Squadra 1
ATLETICO ACQUAVIVA BARINSIEME CAPURSO CALCIO NEW TEAM CELLAMARE REAL ADELFIA

Squadra 2
PUGLIA SPORT BARI A.Ssq.B IST. DI CAGNO ABBRESCIA PRO INTER LEVANTE AZZURRO CASSANO ACCADEMY

A/R Data/Ora
A A A A A 18/11/2012 11:00 18/11/2012 09:30 18/11/2012 10:00 18/11/2012 09:30 22/11/2012 15:30

Impianto
CAMPO COMUNALE "GIAMMARIA" CAMPO COMUNALE CAPURSO * CAMPO COMUNALE CELLAMARE CAMPO COMUNALE

Localita' Impianto
ACQUAVIVA DELLE FONTI CAPURSO CELLAMARE ADELFIA

NUOVO COMUNALE"S.PALMIOTTA"E. MODUGNO (C.DA S.STEFANO)

CAMPIONATO PROVINCIALE GIOVANISSIMI


GIRONE A - 2 Giornata
Squadra 1
AVANTI ALTAMURA CALCIO PROMOTION STELLE DEL CALCIO GRAVINA PELLEGRINO SPORT C.5

Squadra 2
ASSO DON BOSCO A.S.D. AGON CLUB ALTAMURA UNITED GRAVINA SILVIUM GRAVINA

A/R Data/Ora
A A A A 17/11/2012 16:00 17/11/2012 15:00 17/11/2012 16:30 19/11/2012 15:00

Impianto
CAMPO SPORTIVO "DELFINELLO" CAMPO COM."C.SO G.DI VITTORIO CAMPO COM."C.SO G.DI VITTORIO CAMPO COMUNALE "CAGNAZZI"

Localita' Impianto
ALTAMURA-LOCALITA' GRAVINA GRAVINA IN PUGLIA GRAVINA IN PUGLIA ALTAMURA

GIRONE B - 2 Giornata
Squadra 1
NOCI AZZURRI 2006 LA QUERCIA ATLETICO NOCI JUVE CLUB G.BONIPERTI

Squadra 2
GREEN PLANET SSD A.R.L. VALLEY ALBEROBELLO SPORTING CLUB SAMMICHELE CASTELLANA

A/R Data/Ora
A A A A 16/11/2012 15:00 17/11/2012 15:30 18/11/2012 09:00 18/11/2012 10:00

Impianto
CAMPO COM. "TORINO 49"ER.A

Localita' Impianto
PUTIGNANO

CAMPO CO.DE LUCA RESTA"ER.ART NOCI CAMPO CO.DE LUCA RESTA"ER.ART NOCI CAMPO COM.P. MARTUCCI ER.ART. GIOIA DEL COLLE

GIRONE C - 2 Giornata
Squadra 1
ATLETICO PALO WONDERFUL BARI S.SPIRsq.B PRO MOLFETTA CALCIO NUOVO PIGNONE BARI

Squadra 2
ANGELS MOLFETTA 2011 FAROS TERLIZZI GIOVINAZZO NEW TEAM PALO DEL COLLE

A/R Data/Ora
A A A A 18/11/2012 9:30 19/11/2012 19:30 20/11/2012 16:00 22/11/2012 18:00

Impianto
CAMPO COMUNALE

Localita' Impianto
PALO DEL COLLE

CAMPO COMUNALE"SAN PIO" ER.AR BARI - SAN PIO CAMPO COMUNA.B.PETRONE"ER.AR MOLFETTA CAMPO COM. TORRE A MARE BARI

GIRONE D - 2 Giornata
Squadra 1
ESPERIA FRANCO COLANGIULI ARCOBALENO TRIGGIANO ATLETICO CASAMAXIMA

Squadra 2
NORBA CONVERSANO CAPURSO CALCIO MOLA SPORT CENTRE RUTIGLIANO

A/R Data/Ora
A A A A 17/11/2012 15:00 17/11/2012 17:30 18/11/2012 09:00 19/11/2012 15:00

Impianto
CAMPO COM. "TORRE A MARE" CAMP COM"PRIN.PE DI PIEMONTE" CAMPO COMUNALE *

Localita' Impianto
BARI TRIGGIANO CASAMASSIMA

CAMPO COMUNALE "ALTERNATIVI"E MONOPOLI

GIRONE E - 2 Giornata
Squadra 1
CEGLIE FESCA FLAMINIO BARI GENNARO MINAFRA SPORTING CALCIO S.SPIRITO

Squadra 2
VIRTUS PALESE NICASSIO LEVANTE BARI ATLETICO PUGLIA 09

A/R Data/Ora
A A A A 18/11/2012 10:30 18/11/2012 08:30 18/11/2012 10:00 17/11/2012 18:00

Impianto
CS TONINO RANA CAMPO B CAMP.COM."F.CAPOCASALE"ER.A CAMP.COM."F.CAPOCASALE"ER.A

Localita' Impianto
BARI (CARBONARA DI BARI) BARI - S.GIROLAMOBARI - S.GIROLAMO-

CAMPO COMUNALE"SAN PIO" ER.AR BARI - SAN PIO

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 35 di 40

GIRONE F - 2 Giornata
Squadra 1
LEVANTE AZZURRO PUGLIA SPORT BARI A.S.D. BELLAVISTA PALESE

Squadra 2
REAL CARBONARA NUOVA FREE TIME CALCIO MODUGNESE MODUGNO

A/R Data/Ora
A A A A 17/11/2012 18:00 18/11/2012 08:30 21/11/2012 18:30 18/11/2012 8:30

Impianto
CAMP.COM."F.CAPOCASALE"ER.A CAMPO COMUNALE "BELLAVISTA" CAMPO COMUNALE "N.ROSSIELLO"

Localita' Impianto
BARI - S.GIROLAMOBARI BITONTO

CAMPO COMUNALE"SAN PIO" ER.AR BARI - SAN PIO

GIRONE G - 2 Giornata
Squadra 1
SANNICANDRO TORITTO GIOVENTU CALCIO CASSANO REAL FOOTBALL

Squadra 2
BITETTO FOOTBALLITE ADELFIA NICK CALCIO BARI BARI SPA

A/R Data/Ora
A A A A 17/11/2012 16:00 17/11/2012 17:00 18/11/2012 10:00 18/11/2012 11:00

Impianto
CAMPO COMUNALE CAMPO COM MORGESE"E.A CAMPO COM MORGESE"E.A

Localita' Impianto
SANNICANDRO DI BARI TORITTO TORITTO

POLISPOR.COMUNALE "VIA GRUMO" CASSANO DELLE MURGE

GIRONE H - 2 Giornata
Squadra 1
IST. DI CAGNO ABBRESCIA NEW GREEN PARK PRO INTER

Squadra 2
NEW FOOTBALL ACADEMY PASSEPARTOUT AURORA BARI WONDERFUL BARI S.SPIRITO

A/R Data/Ora
A A A A 19/11/2012 16:30 19/11/2012 15:30 19/11/2012 15:00 20/11/2012 16:00

Impianto
CEN.SPO."DI CAGNO ABBRESCIA"CAMPO COMUNALE "BELLAVISTA"

Localita' Impianto
BARI BARI

B.S. SOCCER TEAM MONOPOLI AREA VIRTUS LUDI

CAMPO COMUNALE "ALTERNATIVI"E MONOPOLI

CAMPO PRIVATO"TONINO RANA"-B- BARI (CARBONARA DI BARI)

ATTIVIT DI BASE
MODALITA DI SVOLGIMENTO DELLE GARE (cfr. C.U. n1) Gli incontri tra le squadre devono essere svolti seguendo le indicazioni previste per ciascuna categoria e fascia det, cos come indicato nella specifica circolare esplicativa dellattivit delle categorie di base (Piccoli Amici Pulcini Esordienti), diramata dal settore Giovanile e Scolastico della FIGC, a seguito di apposita delibera del Consiglio Direttivo. Si ribadisce che nella categoria Piccoli Amici 5-6 / 7-8 anni (dall1.1.2004,purch abbiano compiuto 5 anni; 8 anni non compiuti) gli incontri tra le Societ devono essere svolti prevedendo il coinvolgimento di pi Societ contemporaneamente, e comunque con gruppi il pi possibile numerosi in relazione alle possibilit organizzative dellevento e della disponibilit della struttura nella quale viene disputato levento. I giovani calciatori dovranno essere inseriti in lista e muniti di relativi cartellini (Bianco). Contestualmente, saranno date indicazioni in merito a tutti i Tecnici e ai Genitori presenti, sull attivit prevista per tale categoria. Sono partite (a 2,a 3,a 4,a 5 giocatori per squadra), durata tempi di gioco 10 (massimo 3 tempi) alternati a giochi e attivita ludica con e senza palla.

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 36 di 40

RAGGRUPPAMENTI PICCOLI AMICI

Venerdi 09/11/ 2012 alle ore 16.00 presso il campo c.le M. Morgese ,via L. Vecchio sn, Toritto A.S.D. TORITTO A.S.D. BITETTO A.S.D. MODUGNESE A.S.D. SANNICANDRO POL.D. ALTAMURGIA A.S.D. SILVIUM GRAVINA

Venerdi 09/11/ 2012 alle ore 16.00 presso c.s. S. Margherita, Giovinazzo POL.D. GIOVINAZZO A.S.D. AUDACE MOLFETTA CALCIO G.S. CALCIO A 5 GIOVINAZZO A.S.D. NUOVA ATLETICA GIOVINAZZO

Domenica 11/11/ 2012 alle ore 10.00 presso il c.s. Free Time , via Gentile,34 Bari, A.S.D. NUOVA FREE TIME CALCIO C.E.S. FRANCO COLANGIULI A.S.D. GIOVANI AQUILE RUTIGLIANO

Lunedi 12/11/ 2012 alle ore 15.30 presso il c.s. Flaminio Goal, Via Napoli, Bari G.S.D. FESCA FLAMINIO BARI A.S.D. WONDERFUL BARI S.SPIRITO A.S. SAVIO CALCIO A.S.D. FUTURA SANTO SPIRITO

Lunedi 12/11/2012 alle ore 15.30

presso C. Comunale, Caduti di Superga,via Martinelli 35, Mola di Bari

A.C.D. MOLA A.S.D. ESPERIA A.S.D. B.S. SOCCER TEAM MONOPOLI A.S.D. VIRTUS MONOPOLI POL.DIL. AZZURRI MOLA

Lunedi 12/11/2012 alle ore 16.00 presso il c.s. Tony Sport , via Loseto,Valenzano A.S.D. CALCIO RAGAZZI VALENZANO A.S.D. SUDEST CASAMASSIMA A.S.D. FOOTBALLITE ADELFIA A.S.D. PUGLIA SPORT BARI

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 37 di 40

Lunedi 12/11/ 2012 alle ore 15.30 presso Campo Nuovo Casone, Piazza Paolo VI, Santeramo A.S.D. VIRTUS SANTERAMO A.S.D. JUVE CLUB G.BONIPERTI A.S.D. GIOVENTU CALCIO CASSANO A.S.D. POL.D. CHIMIENTI ACQUAVIVA

Martedi 13/11/ 2012 alle ore 16.00

presso il c.s. Energy System, str. S. Caterina, Bari.

A.S.D. LEVANTE BARI A.S.D. PASSEPARTOUT AURORA BARI A.S.D. PALESE F.C.D. REAL ADELFIA

Martedi 13/11/ 2012 alle ore 17.00 presso il Palazzetto dello Sport, Via Sanzio- Casamassima A.D.P. ATLETICO CASAMAXIMA A.S.D. AREA VIRTUS LUDI A.S.D. SPORT CENTRE RUTIGLIANO

Martedi 13/11/ 2012 alle ore 16.30 presso il c.po c.le Antonucci ,via Marconi, Bitetto A.S.D. BITETTO A.S.D. TORITTO A.S.D. MODUGNESE A.S.D. SANNICANDRO

Mercoledi 14/11/ 2012 alle ore 16.00 presso c.s. Pellegrino Sport, Altamura A.S.D. PELLEGRINO SPORT C/5 ALTAMURA POL.D. ALTAMURGIA A.S.D. SILVIUM GRAVINA Mercoledi 14/11/ 2012 alle ore 17.00 presso Palazzetto dello sport, Via A. Moro ,Giovinazzo G.S. CALCIO A 5 GIOVINAZZO POL.D. GIOVINAZZO A.S.D. AUDACE MOLFETTA CALCIO A.S.D. NUOVA ATLETICA GIOVINAZZO Mercoled 14/11/ 2012 alle ore 16.00 S.S.D. SPORT FIVE S.R.L. POL.D.SAMMICHELE S.S.D. MODUGNO CALCIO A5 S.R.L. presso il Palafive ,via M. Mummolo, Putignano

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 38 di 40

Mercoled 14/11/ 2012 alle ore 16.00 presso il c.s. Polisportiva Arcobaleno, Triggiano A.S.D. ARCOBALENO TRIGGIANO A.S.D. FOOTBALL CLUB CAPURSO A.S.D. PRO GIOVENTU NOICATTARO A.S.D. NICASSIO

Mercoledi 14/ 2012 alle ore 16.30 presso il c.s. La Quercia,contrada Rosario 12 Putignano A.S.D. ACCADEMIA C. LA QUERCIA A.S.D. ATLETICO NOCI A.S.D. NOCI AZZURRI 2006 A.S.D. SPORTING CLUB SAMMICHELE A.S.D. SPORTLANDIA LOCOROTONDO A.S.D. VALLEY ALBEROBELLO

Mercoledi 14/11/ 2012 alle ore 16.00 presso il c.s. Faros, via Cammarelle, c.da S.Antonio Terlizzi A.S.D. REAL FOOTBALL TERLIZZI U.S.D. OLIMPIA TORRIONE BITONTO A.S.D. ATLETICO PALO A.S.D. REAL MOLFETTA

Giovedi 15/11/ 2012 alle ore 17.00 presso il c.s. Kendro Calcio ,via Pirelli nc Triggiano, A.S.D. KENDRO CALCIO A.C.D. TRIGGIANO C.A.S. TORRE A MARE A.S.D. A.S.D. JAPIGIA

Giovedi 15/11/ 2012 alle ore 17.00 presso il c.s. Olimpic Center, Via Caldarola, 8 Bari A.S.D. LEVANTE AZZURRO A.S.D. NEW GREEN PARK A.S.D. IST. DI CAGNO ABBRESCIA A.S.D. PRO CALCIO PUGLIA A.S.D. SOCIETA GINNASTICA ANGIULLI BARI

Un sincero ringraziamento alle Societ per la Disponibilit e la Collaborazione offerta dai propri Staff Tecnici ed un grazie a tutte le Societ che interverranno.

CORSO INFORMATIVO PER ISTRUTTORE DI SCUOLA CALCIO


Il Settore Giovanile e Scolastico della F.I.G.C., in collaborazione con il C.O.N.I. - Scuola Regionale dello Sport, ha organizzato un Corso di informazione per aspiranti Istruttori di Scuola Calcio. La presentazione del corso sar effettuata Luned 19 Novembre 2012 con inizio alle ore 15.30 presso la sala Meeting della FIGC LND sita al primo piano di Via Pende, 23- Bari

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 39 di 40

Al termine del Corso verr rilasciato: Attestato FIGC ai Tecnici che avranno superato l'esame; Attestato e patentino di esecutore esperto in BLSD .

Per l'ammissione alla valutazione finale richiesta la presenza di almeno il 90% delle ore previste dal programma di studio. Si informa i seguenti candidati sono stati ammesso al corso:

COGNOME
ACQUAFREDDA ALBERTINI AZZARO BARBONE BARTOLI BERLINGERIO BUX CAMPANELLI CARBONARA COLAPRICE DENTAMARO DESANTIS DI BARI DIDONNA DIFINO DILETTUSO FANACE GALLO GIDIULI IUSCO LA FORGIA

NOME
ANTONIO COSMO SALVATORE ALESSANDRO FERDINANDO ANGELO LUCA ANTONIO GIUSEPPE MICHELE MICHELE MAURO FRANCESCA ANTONIA LUIGI VITO GIOVANNI LUIGI ROSANNA GIOVANNI CARMINE FABIO SALVATORE VINCENZO

COGNOME
LOGRECO MANCIATORDI MARVULLI MASI MERCANTE ORSINI PAGLIONICO PALMISANO PALMISANO PORCARO MOREA QUATRARO RACANELLI RITORNO ROMANO ROSA RUOSPO SASANELLI SCHINO SMALTINO SUGLIA TANGORRA

NOME
MARIANGELA NICOLO' GAETANO FABIO MAURIZIO MAURIZIO GIOVANNI GRAZIANA VALERIO MARCO GIOVANNI BATTISTA GIUSEPPE MARCO DOMENICA GAETANO ALESSANDRO BERARDINO ANTONELLA CLAUDIO GIUSEPPE FRANCESCO

Comunicato Ufficiale n. 15 pag. 40 di 40

LACASSIA LATROFA LATTARULI

DOMENICO KATIANA MARINO

TORRES TRAPANA' TRIGGIANI

ONOFRIO FABRIZIO GIOVANNI

Gli stessi dovranno, entro la prima lezione, consegnare il Certificato Medico per Attivit Sportiva non Agonistica; e contestualmente versare la quota di partecipazione di euro 150 (centocinquanta) per spese organizzative e materiale didattico.

a mezzo assegno circolare cos

intestato : F.I.G.C. COMITATO REGIONALE PUGLIA S.G.S.

**************** Lintero Comunicato Ufficiale di questa Delegazione Provinciale, consultabile ed estraibile in copia dai seguenti siti internet: http://bari.figcpuglia.it www.figcpuglia.it www.lnd.it/Delegazioni Provinciali
****************

(Delegazione Provinciale Bari) (Comitato Regionale Puglia L.N.D.) (L. N. D.)

C/C Intestato a: L.N.D. COMITATO REGIONALE PUGLIA Via Nicola Pende,23 - 70124 BARI UNICREDIT BANCA AGENZIA BARI VIA GIOVANNI XXIII IBAN: IT25F0200804023000400516795 PUBBLICATO IN BARI ED AFFISSO ALL'ALBO DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE IL 8 novembre 2012.

IL SEGRETARIO Pierfrancesco DE NICOLO

IL DELEGATO PROVINCIALE Vittorio ALTIERI