Sei sulla pagina 1di 21

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO LEGA NAZIONALE DILETTANTI

DELEGAZIONE PROVINCIALE DI BARI


VIA Nicola Pende, 23 - 70124 BARI TEL. DELEGATO 080/5699031 - FAX 080/5699024 TEL PROGRAMMAZIONE E SEGRETERIA 080/5699024 SERVIZIO PRONTO A.I.A. BARI 338/8704222 SERVIZIO PRONTO A.I.A. MOLFETTA 339/3001804 - SITO INTERNET : http://bari.figcpuglia.it mail cplnd.bari@figc.it

Stagione Sportiva 2012/2013

Comunicato Ufficiale N 5 del 9 Agosto 2012


SPORTELLO DEL CREDITO SPORTIVO PRESSO LA SEDE DEL COMITATO REGIONALE PUGLIA L.N.D.
Si comunica alle Societ Dipendenti che attivo presso la Sede del Comitato Regionale Puglia L.N.D. (3 piano) lo sportello per le problematiche relative allaccesso ai mutui presso listituto per il Credito Sportivo. Previo appuntamento con la Referente dellUfficio Impianti Sportivi, Sig.ra Stella Lo Giacco (tel. 0805699006 - fax 0805699037 - email impiantisportivi.puglia@figc.it), il Dr. Vincenzo Fucci, Referente Commerciale per la Puglia, sar a disposizione delle Societ e dei soggetti interessati per illustrare le procedure, il primo mercoled di ogni mese dalle ore 16,00 alle ore 19,00. Le Societ e gli Enti interessati potranno usufruire in tal modo di un ulteriore importante strumento di supporto per la loro programmazione relativa al miglioramento dellimpiantistica sportiva ovvero allopportunit di avvalersi dei benefici relativi al progetto del fotovoltaico.

ComunicatoUfficialen.5pag.2di21

COMUNICAZIONI
COMUNICAZIONI F.I.G.C.
Stralcio Comunicato Ufficiale n. 6 del 27.07.2012 del Comitato Regionale Puglia
In allegato sono disponibili i Comunicati Ufficiali n. 26/A e 1 SGS.

COMUNICAZIONI L.N.D.
Stralcio Comunicato Ufficiale n. 6 del 27.07.2012 del Comitato Regionale Puglia
In allegato sono disponibili le Circolari n. 11/A, 12/A.

Stralcio Comunicato Ufficiale n. 7 del 2.08.2012 del Comitato Regionale Puglia


In allegato disponibile il Comunicati Ufficiali n. 39

Stralcio Comunicato Ufficiale n. 8 del 9.08.2012 del Comitato Regionale Puglia


In allegato sono disponibili i Comunicati Ufficiali n. 42, 43, 44, 45, 49 e la Circolare n. 13.

NOTADELPRESIDENTEDELLAL.N.D.RELATIVAALLA CONDUZIONETECNICADELLESQUADREDELS.G.eS.
Si fa riferimento al C.U. N. 1 del Settore per lAttivit Giovanile e Scolastica con specifico riguardo al capitolo relativo alla Conduzione tecnica delle Squadre. Come gi preannunciato nella precedente stagione sportiva, si conferma che a partire dalla corrente stagione 2012/2013, fatte salve le disposizioni e gli obblighi previsti per i Campionati Nazionali e Regionali, allatto delliscrizione di ogni squadra alle attivit ufficiali delle categorie del Settore Giovanile e Scolastico (Piccoli Amici, Pulcini, Esordienti, Giovanissimi, Allievi) o, comunque, prima dellinizio ufficiale di tali attivit, dovr essere indicato il nominativo di un tecnico tesserato con qualifica federale rilasciata dal Settore Tecnico, oppure di una persona che abbia seguito e superato con esito positivo il corso per Istruttori di Scuola Calcio privi di qualifica federale (Corso CONI-FIGC). Tuttavia, in deroga a quanto previsto, per la corrente stagione sportiva le Societ potranno utilizzare tecnici privi di qualifica purch questi ultimi nel corso della corrente stagione partecipino e superino con esito positivo uno dei corsi qualificanti previsti ed

ComunicatoUfficialen.5pag.3di21
organizzati dal Settore Tecnico (Corso UEFA-B o UEFA-C) o specificatamente organizzati dal Settore Giovanile e Scolastico (Corso CONI-FIGC). Si precisa che, come da nota inviata dal Presidente della LND Carlo Tavecchio a tutti i Comitati Regionali, lindicazione da parte delle Societ del nominativo di un Tecnico tesserato con qualifica federale rilasciata dal Settore Tecnico oppure di una persona che abbia seguito e superato con esito positivo il corso per Istruttori di Scuola Calcio privi di qualifica federale (Corso CONI-FIGC), allatto delliscrizione di ogni squadra alle attivit ufficiali delle categorie del Settore Giovanile e Scolastico, va intesa come facoltativa e non obbligatoria, come erroneamente riportato tra le Norme regolamentari dellAttivit di Base . Conseguentemente, quanto pubblicato sul Comunicato Ufficiale n. 1 del Settore Giovanile e Scolastico della F.I.G.C. (punto 2.4c, a pag. 30), la menzionata deroga a quanto descritto nella disposizione relativa alla possibilit di utilizzare Tecnici privi di qualifica, purch questi ultimi nel corso della corrente stagione sportiva partecipino e superino con esito positivo uno dei Corsi qualificanti previsti ed organizzati dal Settore Tecnico, non risulta in linea con il deliberato del Consiglio Federale.

NOTADELPRESIDENTEDELLAL.N.D.RELATIVAALLE VISITEDELLEDIREZIONITERRITORIALIDELLAVORO
La Lega Nazionale Dilettanti intende rappresentare che, ultimamente, alcune associazioni sportive hanno ricevuto visite ispettive da parte delle Direzioni Territoriali del Lavoro (D.T.L.), finalizzate al controllo circa la natura del rapporto instaurato dai Club con gli addetti e collaboratori societari, a vario titolo impiegati nellattivit. In particolare, gli ispettori hanno effettuato accessi a sorpresa presso le sedi delle associazioni, contestando, ai presenti, dopo poche domande relative al ruolo ricoperto ed al tipo di attivit svolta, lesistenza di un rapporto di lavoro subordinato con il club. Ci determina limmediato obbligo di regolarizzazione del presunto lavoratore, oltre al pagamento di unammenda, a pena di sospensione dellattivit della societ in caso di mancato adempimento, oltre al radicale mutamento del rapporto, che, da gratuito (o sottoposto a mero rimborso spese), gravato da pesanti oneri retributivi, tali da impedire, nella maggior parte dei casi, la prosecuzione, oltre che del rapporto stesso, dellattivit del club. Appare evidente che prestare acquiescenza a simili iniziative, nella maggior parte dei casi infondate, significherebbe privare il movimento dilettantistico del proprio motore, ovvero dei dirigenti che prestano la loro opera su base esclusivamente volontaria, con il riconoscimento di un modesto rimborso spese, il che consente alle societ di sopravvivere anche in un momento economico molto difficile quale quello attuale. In proposito, qualora dovessero essere reiterati, pro futuro, siffatti accertamenti, le societ non dovranno passivamente ottemperare a quanto richiesto dagli accertatori, bens impugnare il provvedimento avanti alla competente autorit (Direzione Regionale del Lavoro, entro 30 giorni, o T.A.R., entro 60 giorni), onde evitare di subire ingiuste sanzioni e, di fatto, prestare acquiescenza allaccertamento. A tal proposito, si invitano le Societ Dipendenti a mettersi in contatto repentinamente, qualora subiscano gli accertamenti di cui trattasi, con il Comitato Regionale Puglia che provveder ad informare immediatamente la Lega Nazionale Dilettanti per fornire alle affiliate il massimo supporto necessario per evitare di incorrere in provvedimenti sanzionatori gravosi e spesso ingiustificati, salvaguardando uno dei principi che ispira il dilettantismo sportivo. Pertanto, la Lega Nazionale Dilettanti invita tutte le Delegazioni Provinciali e Distrettuali, per il tramite del Comitato Regionale Puglia, a diffondere questa comunicazione con la massima celerit sia sui rispettivi Comunicati Ufficiali, sia in occasione delle riunioni, delle

ComunicatoUfficialen.5pag.4di21
assemblee e degli incontri di aggiornamento con le Societ, sensibilizzando i club ad informare tempestivamente gli organi di Lega di riferimento qualora si verifichino situazioni quali quelle descritte.

COMUNICAZIONI DEL COMITATO REGIONALE PUGLIA

LIMITEDIPARTECIPAZIONEDEICALCIATORI INRELAZIONEALLET,ALLEGAREDEICAMPIONATI REGIONALI,PROVINCIALI,COPPAITALIA(FASE REGIONALE)ECOPPAPUGLIAS.S.20122013


Per conoscenza e la stretta osservanza da parte delle Societ interessate, si riporta, qui di seguito, la deliberazione del Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Puglia, relativa ai limiti di partecipazione dei calciatori, in relazione all'et, alle gare dei Campionati Regionali, Provinciali, Coppa Italia (Fase Regionale) e Coppa Puglia, stagione sportiva 2012/2013. "Il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Puglia - Lega Nazionale Dilettanti, nella riunione del 7 giugno 2012, preso atto delle disposizioni a suo tempo emanate dalla L.N.D. (Comunicati Ufficiali N. 80 del 18/12/2009, n. 110 del 17/2/2010 e n. 118 del 30 gennaio 2012 della L.N.D.), allo scopo di assicurare continuit alla politica dei giovani, da tempo intrapresa dalle Societ in quanto ritenuta unica ed inesauribile fonte di risorse ed incentivi per l'economia gestionale del calcio dilettantistico, vista la facolt concessa dalla L.N.D., alla unanimit ha deliberato di proporre alla L.N.D. i sottolencati obblighi di partecipazione dei calciatori in relazione all'et.

OBBLIGHI DI PARTECIPAZIONE DEI CALCIATORI IN RELAZIONE ALL'ET


Pertanto nelle gare dell'attivit ufficiale, Stagione Sportiva 2012/2013, le Societ partecipanti ai Campionati Regionali di

CAMPIONATI PROVINCIALI DI 3a CATEGORIA E PLAY-OFF DI COMPETENZA

hanno l'obbligo di impiegare, sin dall'inizio e per l'intera durata delle gare stesse e, quindi, anche nei casi di sostituzioni successive:

ALMENO TRE CALCIATORI NATI DAL 1 GENNAIO 1991 IN POI


Resta inteso che, in relazione a quanto precede, debbono eccettuarsi i casi di espulsione dal campo e, qualora siano gi state effettuate tutte le sostituzioni consentite, anche i casi di infortuni dei succitati calciatori nati dal 1 Gennaio 1991. Si precisa che l'inosservanza delle succitate disposizioni, da parte delle Societ interessate sar punita con la sanzione della perdita della gara prevista dall'art. 17 - comma 5 del Codice di Giustizia Sportiva.

ComunicatoUfficialen.5pag.5di21

RIEPILOGO OBBLIGHI IMPIEGO GIOVANI CALCIATORI ECCELLENZA PROMOZIONE COPPA ITALIA (Fase Regionale) PRIMA CATEGORIA SECONDA CATEGORIA TERZA CATEGORIA COPPA PUGLIA 2 2 2 3 3 3 3 1994 1994 1994 1992 1992 1991 1992 1 1 1 1995 1995 1995

Inoltre, in ottemperanza alle vigenti disposizioni regolamentari si rammenta alle Societ che possono prendere parte alle gare dei Campionati Regionali di Eccellenza, Promozione, 1a - 2a categoria, Campionato Provinciale di 3a categoria, Play-Off, Play-Out, Coppa Italia Dilettanti (Fase Regionale) e Coppa Puglia, senza alcuna limitazione di impiego in relazione all'et massima, tutti i calciatori regolarmente tesserati per la stagione sportiva 2012/2013 che abbiano compiuto anagraficamente il 15 anno di et nel rispetto delle condizioni previste dall'Art. 34 comma 3 delle N.O.I.F.

COMUNICAZIONI SEGRETERIA

SVINCOLATI
Si informano le dipendenti Societ che sulla homepage del sito internet del Comitato Regionale Puglia (www.figcpuglia.it), alla voce Elenco Svincolati sono pubblicati gli elenchi dei calciatori svincolati ai sensi dellart. 107 delle N.O.I.F.

NORMEGENERALISULTESSERAMENTO
Allatto della trasmissione delle richieste di tesseramento (modello giallo) o delle Liste di Trasferimento (modello verde) la societ deve scrupolosamente verificare che: vi sia la firma del calciatore, del Presidente della societ ed il Timbro su tutte le copie; sia stata apposta la firma degli esercenti la potest genitoriale (calciatori minorenni), o, in caso di assenza sia stato allegato un documento giustificativo ( certificato di morte, stralcio sentenza di divorzio, etc); per i trasferimenti sia inequivocabilmente indicato il titolo dello stesso (temporaneo o definitivo) e che vi sia il timbro e la firma del Presidente della societ cessionaria e della societ cedente; I dati riportati siano scritti in maniera chiara e leggibile.

Si raccomanda unattenta attuazione di quanto sopra in quanto, diversamente, i relativi tesseramenti saranno ritenuti irregolari e quindi archiviati.

ComunicatoUfficialen.5pag.6di21

DOCUMENTIDAALLEGAREALTESSERAMENTODEIMINORI
1) Modulo giallo con la firma di entrambi i genitori patria potest art. 316 cod. c.civile ovviamente i comitati accetteranno le richieste di tesseramento sottoscritte da un solo genitore laddove venga allegata la dichiarazione dalla quale risulti che latro genitore emigrato, oppure che v regime di separazione dei coniugi ed il genitore con il quale il giovane non convive risiede in altra localit. 2) Documenti da allegare al tesseramento: stato di famiglia certificato di residenza documento di identit codice fiscale

3) Fare attenzione allarticolo 40 comma 3 N.O.I.F. (limitazioni di tesseramento calciatori): il tesseramento di giovani calciatori che non hanno compiuto il sedicesimo anno di et verr autorizzato solo in casi di comprovata residenza del nucleo familiare da almeno sei (6) mesi nella regione sede della societ per la quale si chiede il tesseramento oppure che abbia sede in una provincia, di altra regione, confinante con quella di residenza. In caso di residenza del nucleo familiare acquisita da meno sei mesi, il tesseramento potr essere autorizzato previo parere favorevole del Settore per lattivit Giovanile e Scolastica.

Stralcio Comunicato Ufficiale n. 7 del 2.08.2012 del Comitato Regionale Puglia

CONSIGLIO DIRETTIVO

INDENNIZZIPERMANCATOINCASSO ASEGUITODIRINUNCIA
Il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale, nella riunione del 26 Luglio 2012, ha stabilito i seguenti indennizzi per mancato incasso a seguito di rinuncia: ECCELLENZA PROMOZIONE PRIMA CATEGORIA SECONDA CATEGORIA TERZA CATEGORIA CAMPIONATO REGIONALE CALCIO FEMMINILE CAMPIONATO REGIONALE CALCIO A CINQUE JUNIORES (Regionale e Provinciale) 400,00 200,00 150,00 100,00 75,00 75,00 75,00 50,00

ComunicatoUfficialen.5pag.7di21
CALCIO A CINQUE FEMMINILE 50,00

ISTITUZIONEFONDORECUPEROGARE RIMBORSOSPESEDIVIAGGIO
Il Consiglio Direttivo, nella riunione del 26 Luglio 2012, ha deliberato di istituire, anche per la corrente stagione sportiva, il Fondo Recupero gare". Tale Fondo ha lo scopo di intervenire per rimborsare le Societ ospitate in occasione di recupero di gare non iniziate o sospese per qualsiasi motivo entro il primo tempo regolamentare. Il Fondo costituito dal contributo di 40,00 (Quaranta/00) delle Societ dipendenti dal Comitato Regionale Puglia. Detto importo sar addebitato sul conto contabile di ogni Societ a cura dellUfficio Amministrativo del Comitato Regionale. Pertanto, al verificarsi di tale evento alla Societ ospitata sar corrisposta, mediante accredito sul conto, la somma di 1,00 (Uno/00) per ogni chilometro percorso, quale rimborso spese di viaggio.

GAREAMICHEVOLI
Le Societ dipendenti dal Comitato Regionale Puglia Lega Nazionale Dilettanti, che intendono disputare gare amichevoli devono richiedere la prescritta autorizzazione al Comitato Regionale, che provveder a disporre la designazione dell'Arbitro, ed eventualmente dei Guardalinee Ufficiali, tramite il Comitato Regionale Arbitri. L'autorizzazione alla disputa delle gare amichevoli dovr essere richiesta dalle societ, per iscritto e con relativa tassa, almeno cinque giorni prima della data di effettuazione della gara stessa. Tanto per consentire al CRA la designazione dellArbitro, con la necessaria tempestivit. Si riporta, qui di seguito, l'importo delle tasse da versare per le gare amichevoli con: Societ Lega Professionisti (Serie A e B) Societ di Lega Pro Societ Interregionale - Eccellenza Societ Dilettanti di Promozione Societ Dilettanti di Prima Categoria Societ Dilettanti di Seconda Categoria Societ Dilettanti di Terza Categoria 150,00 100,00 55,00 40,00 30,00 20,00 15,00

Nel caso siano impegnate Societ di categorie diverse, la tassa gara amichevole da corrispondere quella della categoria superiore. Le Societ di Terza Categoria potranno chiedere l'autorizzazione per la disputa delle gare amichevoli direttamente alle Delegazioni Provinciali di appartenenza, nel rispetto del suddetto termine (5 giorni prima). Le relative spese arbitrali sono a carico della Societ richiedente. Si raccomandano vivamente le Societ di chiedere preventivamente a questo Comitato Regionale o alla Delegazione Provinciale interessata la relativa autorizzazione, pena il deferimento agli Organi disciplinari competenti.

ComunicatoUfficialen.5pag.8di21

TASSEPERAPPROVAZIONETORNEI
FEDERALI
I Regolamenti dei Tornei Federali organizzati da Societ appartenenti al Comitato Regionale Pugliavengono approvati: dal Comitato Regionale Puglia, se sono a carattere Regionale fra Societ appartenenti esclusivamente allaLega Nazionale Dilettanti; dal Comitato Regionale Puglia,se sono a carattere nazionale fra Societ aderenti a Comitati diversi dellaLega Nazionale Dilettanti, ciascuna di esse autorizzata dal rispettivo Comitato; dal Presidente Federale, previo parere della Lega Nazionale Dilettanti, se sono a carattere internazionale; dal Presidente Federale, se partecipano Societ di altre Leghe, (le relative richieste devono pervenire per iltramite della Lega).

Le richieste di approvazione dei Regolamenti dei Tornei a carattere nazionale ed internazionale devono essere avanzate dalle Societ organizzatrici almeno 30 giorni prima dellinizio previsto per i Tornei medesimi. Per gli altri Tornei le richieste di approvazione devono essere avanzate almeno 20 giorni prima. Lapprovazione dei regolamenti dei Tornei Federali verr riportata sui Comunicati Ufficiali del Comitato Regionale Puglia e delle competenti Delegazioni Provinciali.

RICREATIVI
I Regolamenti dei Tornei Ricreativi, organizzati da Societ appartenenti al Comitato Regionale Puglia vengono approvati: dal Comitato Regionale Puglia se sono a carattere Regionale; dal Presidente Federale, previo parere della Lega Nazionale Dilettanti, se sono a carattere nazionale o internazionale.

Le richieste di approvazione dei Regolamenti dei Tornei ricreativi a carattere nazionale ed internazionale debbono essere avanzati dalle Societ organizzatrici almeno 30 gg. prima dell'inizio previsto per i Tornei medesimi, per gli altri Tornei le richieste di approvazione debbono essere avanzate almeno 20 giorni prima. L'approvazione dei Regolamenti dei Tornei Ricreativi deve essere riportata sui Comunicati Ufficiali del ComitatoRegionale Puglia e delle Competenti Delegazioni Provinciali. Si ritiene utile ricordare che i calciatori devono essere in possesso del relativo nulla osta rilasciato dalle rispettive Societ.Ad evitare che i propri calciatori incorrano nelle previste sanzioni disciplinari, si invitano le Societ ad informare di quanto sopra i tesserati ed a vigilare che gli stessi non partecipino a Tornei non autorizzati.Si ricorda, altres che gli eventuali infortuni occorsi in manifestazioni non autorizzate dagli Organi federali non possono essere ammessi al beneficio del risarcimento. Allatto della presentazione del Regolamento, che dovr pervenire almeno quindici giorni prima dell'inizio del Torneo, dovranno essere versati dalle Societ organizzatrici i depositi e le tasse di seguito riportate:

ComunicatoUfficialen.5pag.9di21
PER IL CALCIO A UNDICI Tassa Approvazione Tassa Affiliazione (per Societ) Tassa Gare (per Societ) Deposito cauzionale (per Societ) Deposito spese arbitrali a seconda del numero delle gare Cartellino 100,00 10,00 25,00 55,00 6,00

PER IL CALCIO A CINQUE Tassa Approvazione Regolamento Tassa Affiliazione (per Societ) Tassa Gare (per Societ) Deposito cauzionale (per Societ) Deposito spese arbitrali a seconda del numero delle gare Cartellino 55,00 10,00 25,00 55,00 6,00

DIRITTODIPRELIEVOCOATTIVO
In ottemperanza a quanto previsto dallArt. 26 punto 4 del Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti, il Consiglio Direttivo del C.R. Puglia, nella riunione del 26 Luglio 2012, ha fissato nella misura del 5% le spese per incasso coattivo a carico delle Societ inadempienti.

TASSEPEROMOLOGAZIONECAMPISPORTIVI

Il Consiglio Direttivo del C.R. Puglia della Lega Nazionale Dilettanti, nella riunione del 26 Luglio 2012, ha deliberato di fissare i seguenti importi che lEnte Pubblico, Soggetto Privato o Societ Sportiva dovranno versare al Comitato Regionale per lomologazione del proprio impianto sportivo: ENTE PUBBLICO SOGGETTO PRIVATO SOCIET SPORIVA LND SOCIET SPORIVA S.G. e S. 200,00 150,00 100,00

In relazione agli Enti Pubblici o Soggetti Privati proprietari degli impianti sportivi, si precisa che il sopralluogo da parte del Fiduciario Campi Sportivi subordinato al pagamento della tassa di omologazione e del relativo rimborso spese.

ComunicatoUfficialen.5pag.10di21

OMOLOGAZIONECAMPISPORTIVI
Si riportano di seguito alcuni parametri significativi, minimi ed inderogabili, per lomologazione dei campi di Calcio a 11 e di Calcio a 5, per evitare che vengano proposti impianti non omologabili:

CALCIO A 11
Recinzione interna del terreno di gioco: altezza non minore di m. 2,20 dal punto massimo di appoggio del piede, in tutti i tratti prospicienti aree accessibili al pubblico. Campo per destinazione: larghezza non minore di m 1,50 lungo le linee laterali e m 2,50 lungo le linee di porta. Porte: stabili e saldamente fissate al suolo. Panchine: (compresa la proiezione della copertura) a non meno di m 2,00 misurata allesterno su tutto il perimetro, compresi i cancelli di accesso. Spogliatoi per Campionati di Eccellenza e Promozione: per terna arbitrale doppio spogliatoio da mq 10 ciascuno (al netto dei servizi), per squadre non meno di sei docce, due lavabi e due WC per spogliatoio da mq 30 ciascuno (al netto dei servizi). Protezioni alle finestre e porte esterne in ferro. Per le categorie inferiori ammessa la tolleranza del 50% per apparecchi sanitari. Locale sanitario per Campionati di Eccellenza e Promozione: dedicato ed obbligatorio da mq 10 (al netto dei servizi). Ingresso atleti ed ufficiali di gara: sempre separato e distinto da quello pubblico.

CALCIO A 5
Recinzione interna: altezza minima m. 2,20 dal punto massimo di appoggio del piede. Consentita deroga in altezza a m. 2,00 in presenza di sovrastante rete in nylon. Nei palazzetti, il terreno di gioco devessere recintato rispetto alle zone con presenza di pubblico con separatori interni in elevazione. Nel caso di separatori mobili devono essere tra loro collegati con sistemi permanenti. Campo per destinazione: mai inferiore a m 1,00. Messa in sicurezza con idonee protezioni di tutti gli ostacoli a meno di m 1,50 dalla linea laterale e dalla linea di porta. Segnatura di colore differente da altre eventualmente esistenti e linea di porta sempre di larghezza cm 8. Porte: stabili e saldamente fissate al suolo anche con dispositivi rimovibili. Panchine: a non meno di m 1,50 dalla linea laterale. Spogliatoi: in un unico blocco con locali e servizi distinti dedicati per arbitro e squadre. Ingresso atleti ed ufficiali di gara: sempre separato e distinto da quello pubblico.

ComunicatoUfficialen.5pag.11di21

COMUNICAZIONI DELLA DELEGAZIONE PROV. L.N.D. DI BARI


CHIUSURA UFFICI PERIODO ESTIVO
PER TUTTE LE NECESSIT DELLE SOCIET DIPENDENTI, GLI UFFICI DI QUESTA DELEGAZIONE PROVINCIALE, NEL PERIODO ESTIVO, RIMARRANNO CHIUSI DA VENERD 27 LUGLIO A DOMENICA 26 AGOSTO 2012. Si informano tutte le Societ che, a far tempo da LUNEDI 27 Agosto 2012, la Delegazione Provinciale F.I.G.C. di BARI sar aperta al pubblico solo nei giorni di LUNEDI, MERCOLEDI e VENERDI non festivi dalle ore 16,00 alle ore 19,00.

SETTOREGIOVANILEESCOLASTICO
Stralcio Comunicato Ufficiale n. 6 del 27.07.2012 del Comitato Regionale Puglia)

STRALCIODELC.U.N.1FIGCSGS CRITERIDIAMMISSIONEAICAMPIONATIREGIONALI
Si informano le Societ Dipendenti che in allegato disponibile per la consultazione il Comunicato Ufficiale n. 1 della FIGC- Settore Giovanile e Scolastico stagione sportiva 2012-2013.
Il Comitato Regionale Puglia LND comunica che i criteri determinati dalla FIGC Settore Giovanile e Scolastico non potranno essere modificati, n sar possibile variare i punteggi attribuiti nelle tabelle A, B, C, D ed E.

DIRITTO DI PARTECIPAZIONE AI CAMPIONATI REGIONALI


Sono AMMESSE DI DIRITTO, per la stagione sportiva 2012/2013, se fanno richiesta di partecipazione (in classifica): 1. le Squadre di societ professionistiche non iscritte al Campionato Nazionale Allievi / Giovanissimi che ne fanno richiesta per la prima volta; 2. le Squadre di societ professionistiche che al termine della stagione sportiva 2011/2012 saranno retrocesse nel Campionato Nazionale di Serie D;

ComunicatoUfficialen.5pag.12di21 3. le squadre campioni provinciali e locali della categoria Allievi e Giovanissimi; 4. le squadre non retrocesse di ciascun girone. E data facolt ai singoli Comitati Regionali ove non esistano Campionati dedicati, sia per il numero di Societ presenti che per motivi organizzativi e strutturali, permettere la partecipazione ai Campionati Regionali a squadre professionistiche gi impegnate nei Campionati Nazionali. Ovviamente, se consentita, tale partecipazione dovr essere considerata fuori classifica. INOLTRE, dopo aver assegnato gli eventuali posti disponibili sulla base dei criteri regionali pubblicati sui Comunicati Ufficiali, gli eventuali posti a disposizione saranno assegnati alle Societ che partecipano nella stagione sportiva 2012/2013 al Campionato Nazionale Dilettanti, purch ne facciano richiesta e non siano precluse, e sempre sulla base di ulteriori criteri regionali.

PRECLUSIONI
NON possono essere ammesse a partecipare ai Campionati Regionali le squadre di Societ che, in ambito di attivit di Settore Giovanile e nel corso della stagione sportiva 2011/2012, INCORRONO in una sola delle seguenti preclusioni e nei punti b7) del Comunicato Ufficiale n. 1 (pagg. 48 e 55): PRECLUSIONE alla partecipazione ai Campionati Regionali in ENTRAMBE le CATEGORIE

1. mancata partecipazione, nella precedente stagione sportiva (2011/2012) a campionati o tornei organizzati dalla FIGC nelle categorie giovanili Allievi, Giovanissimi, Esordienti* e/o Pulcini* fatte salve le specifiche esigenze regionali esclusivamente per le categorie Esordienti e Pulcini; 2. provvedimenti di cui allart. 19 del Codice di Giustizia Sportiva che determinano, per il singolo soggetto, una sanzione tra squalifica ed inibizione di durata complessivamente pari o superiore a 12 mesi, inflitti al Presidente o a qualsiasi altro Dirigente e Collaboratore tesserato per la Societ; 3. condanna della Societ per illecito sportivo. * escluse le Societ Professionistiche

ESCLUSIONE dal Campionato solo per la categoria DOVE OCCORSA LA PRECLUSIONE 1. Esclusione della squadra per quanto disposto dal punto D del capitolo Classifica Disciplina del Comunicato Ufficiale n. 1 del S.G.S. e con leccezione della condanna della societ per illecito sportivo che comporta la preclusione per entrambe le categorie; 2. superamento dei 100 punti nella classifica disciplina, redatta al termine della "stagione regolare" del Campionato 2011/2012 per le sole squadre Giovanissimi ed Allievi (regionali, provinciali e locali) in base ai provvedimenti sanzionatori inflitti nei confronti della Societ, Dirigenti, Collaboratori, Tecnici e Calciatori. 3. superamento dei 100 punti nella classifica disciplina redatta, con riferimento alle sole gare della fase finale di aggiudicazione del titolo regionale o provinciale della stagione sportiva 2011/2012

ComunicatoUfficialen.5pag.13di21 per le squadre Giovanissimi ed Allievi, in base ai provvedimenti sanzionatori inflitti nei confronti della Societ, Dirigenti, Collaboratori, Tecnici e Calciatori. 4. superamento dei 100 punti nella classifica disciplina redatta, con riferimento alle sole gare della fase finale di aggiudicazione del titolo nazionale della stagione sportiva 2011/2012 per le squadre Giovanissimi ed Allievi, in base ai provvedimenti sanzionatori inflitti nei confronti della Societ, Dirigenti, Collaboratori, Tecnici e Calciatori. 5. ritiro di una squadra in classifica; fanno eccezione a tale regola le squadre iscritte ai Tornei Fascia B.

ORGANICO DEI CAMPIONATI REGIONALI ALLIEVI E GIOVANISSIMI EVENTUALI POSTI A DISPOSIZIONE


Gli eventuali posti disponibili saranno assegnati mediante una graduatoria redatta secondo i punteggi di seguito indicati tra le Societ che hanno presentato richiesta di partecipazione ai Campionati Regionali (i punteggi indicati nelle tabelle A, B, C, D ed E, determinati dal Settore Giovanile e Scolastico della FIGC, non potranno essere modificati per nessun motivo): A MERITI TECNICI e DISCIPLINARI relativi a risultati conseguiti nella stagione sportiva 2011/2012. Societ vincitrice del Campionato Provinciale Giovanissimi o Allievi se intende partecipare al campionato dove non risultata vincitrice. Societ vincitrice di girone del Campionato Provinciale nella medesima categoria per cui viene presentata richiesta. Posizione nella classifica disciplina con la squadra della stessa categoria di quella per cui stata presentata richiesta: 1a classificata 2a classificata 3a classificata 4a classificata 5a classificata 6a classificata Nota: per Societ che hanno iscritto pi squadre della medesima categoria si terr conto del miglior punteggio ottenuto dalla squadra in classifica. 20 15 10 8 6 5 Punti

20

10

ComunicatoUfficialen.5pag.14di21

PARTECIPAZIONE 2011/2012.

ai

CAMPIONATI

GIOVANILI

nella

stagione

sportiva

Punti

Partecipazione al Campionato Regionale Allievi (non vengono assegnati punti se la Societ, nella stagione 2011/2012, retrocessa). Partecipazione al Campionato Regionale Giovanissimi (non vengono assegnati punti se la Societ, nella stagione 2011/2012, retrocessa). Partecipazione al Campionato Regionale Fascia B Allievi (non vengono assegnati punti se la Societ, nella stagione 2011/2012, retrocessa). Partecipazione al Campionato Regionale Fascia B Giovanissimi (non vengono assegnati punti se la Societ, nella stagione 2011/2012, retrocessa). Partecipazione al Campionato Provinciale Allievi Per ogni squadra iscritta che ha concluso il Campionato Partecipazione al Campionato Provinciale Giovanissimi Per ogni squadra iscritta che ha concluso il Campionato Partecipazione ai Tornei Esordienti Per ogni squadra iscritta che ha concluso il Torneo Partecipazione ai Tornei Pulcini Per ogni squadra iscritta che ha concluso il Torneo Partecipazione ai Campionati Giovanili di Calcio con squadre esclusivamente femminili Per ogni squadra iscritta che ha concluso il Torneo Partecipazione ai Campionati Giovanili di Calcio a Cinque (esclusi Esordienti e Pulcini) Per ogni squadra iscritta che ha concluso il Torneo 3 1 1 5 5 10 10 20 20

ComunicatoUfficialen.5pag.15di21 C ORGANIZZAZIONE della SOCIETA nellambito dellATTIVIT di BASE nella stagione sportiva 2011/2012. Scuola di Calcio Qualificata come da elenco al 30 Ottobre 2011 Scuola di Calcio Centro Calcistico di Base Partecipazione Fase Nazionale del Sei bravo a Scuola di Calcio Convenzione con uno o pi Istituti Scolastici (secondo i requisiti evidenziati nel CU n 1) Punti

30 10 5 5 2

ATTIVITA DELLA SOCIETA nella stagione sportiva 2011/2012. Societ di Puro Settore Giovanile

Punti 5

VARIE. Partecipazione alle riunioni obbligatorie organizzate dai Comitati Regionali e dalle Delegazioni Provinciali e Locali del Settore Giovanile e Scolastico (escluse le riunioni dellattivit di base) Per ogni riunione

Punti

Il Presidente del Comitato Regionale potr disporre lassegnazione di ulteriori 5 punti da assegnare per meriti particolari della societ.

COPPADISCIPLINA
Si pubblica qui di seguito la tabella del Settore Giovanile e Scolastico, la cui applicazione risulta obbligatoria, relativa alla Coppa Disciplina nellambito dei Campionati Allievi e Giovanissimi organizzati ufficialmente a livello nazionale, regionale, provinciale e locale: a) A carico di calciatori 1 Ammonizione 2 Ammonizione dalla 3 Ammonizione successive punti 0,40 punti 0,60 punti 0,50

per

le

ComunicatoUfficialen.5pag.16di21 Squalifiche: a) per una giornata di gara b) per ogni giornata di gara oltre la prima c) da due a sei mesi d) da pi di sei mesi a un anno e) da pi di un anno a tre anni f) da pi di tre anni a cinque anni punti 2 punti 1 punti 15 punti 25 punti 40 punti 50

b) A carico di dirigenti, tecnici, soci, tesserati - Ammonizione - Ammonizione con diffida - Inibizioni (dirigenti) e squalifiche (tecnici, soci, tesserati): a) per una settimana b) per ogni settimana, oltre la prima, sino a un massimo di tre mesi (2 punti a settimana) c) da pi di tre mesi sino a sei mesi d) da pi di sei mesi a nove mesi e) da pi di nove mesi ad un anno f) da pi di un anno a tre anni g) da pi di tre anni a cinque anni c) A carico di Societ - Ammonizione - Squalifica del campo: a) per una gara b) per due gare c) per tre gare - Penalizzazioni: a) di un punto in classifica b) di due punti c) di tre punti - Applicazione art. 17 del C.G.S., commi 1,2,3,5: punti 1 punti 1,50 punti 3 punti 2 punti 30 punti 40 punti 50 punti 70 punti 80

punti 1 punti 10 punti 20 punti 30 punti 10 punti 15 punti 20 punti 10

- Ammende: a) fino a 25,00 b) da pi di 25,00 a 51,00 c) da pi di 51,00 a 103,00 d) da pi di 103,00 a 258,00 e) da pi di 258,00 a 516,00 f) da pi di 516,00 in poi

punti 0,50 punti 1,5 punti 3 punti 10 punti 20 punti 30

d) Esclusioni dalla classifica del Premio Disciplina Le sotto indicate sanzioni comportano lautomatica esclusione della Societ dalla classifica del Premio Disciplina: a) Preclusione del calciatore, dirigente, tecnico, tesserato alla permanenza in

ComunicatoUfficialen.5pag.17di21 qualsiasi rango o categoria della FIGC. b) Squalifica del campo per oltre sei gare o tempo determinato, la cui efficacia superi le sei gare c) Penalizzazione di oltre tre punti in classifica d) Condanna della Societ per illecito sportivo e) Retrocessione della Societ allultimo posto in classifica f) Esclusione della Societ dal campionato g) Revoca dei titoli acquisiti da considerarsi non ammessa o esclusa dai Campionati Regionali Allievi o Giovanissimi unicamente la squadra Allievi o Giovanissimi che abbia superato i 100 punti di penalizzazione nel conteggio finale della classifica disciplina (si veda, al riguardo, quanto previsto, per entrambe le categorie, ai paragrafi b7 e c6 della Sezione 3 - Attivit giovanile) Si evidenzia, per, che in caso di esclusione per quanto sopra riportato, si potr presentare, in presenza di particolari fatti, documentati e motivati, una richiesta di esame della problematica al Consiglio Direttivo del Settore Giovanile e Scolastico, per eventuali ulteriori determinazioni. La richiesta dovr pervenire per il tramite del Comitato Regionale della LND con una relazione del Presidente.

AMMENDEACARICODISOCIET PERINFRAZIONIDISCIPLINARI
Gli Organi Disciplinari comminano alle Societ, per infrazioni disciplinari, le sanzioni pecuniarie anche commisurando le stesse alla gravit dei singoli casi. a) Rinunce a gare Per la corrente stagione sportiva a carico delle Societ che rinunciano a gare vengono applicate le sotto indicate ammende ed eventuali indennizzi: campionato/ torneo 1a rinuncia 2a rinuncia 3a rinuncia 4a rinuncia nazionale 516,00 1.032,00 1.549,00 2.852,00 regionale 103,00 180,00 361,00 516,00 provincial e e locale 25,00 51,00 77,00 103,00 esordienti e pulcini 10,00 25,00 46,00 61,00

N.B. A norma dellart. 53, comma 5, delle N.O.I.F. le societ che rinunciano per la quarta volta a disputare gare sono escluse dal Campionato o dalla manifestazione ufficiale. A norma dellart. 53 comma 8 delle N.O.I.F., alle Societ che si ritirino o siano escluse dal Campionato o da altre Manifestazioni Ufficiali sono irrogate sanzioni pecuniarie fino a dieci volte la misura prevista per la prima rinuncia. b) Indennizzi Qualora una Societ rinunci a disputare una gara, pu essere addebitato alla stessa, oltre alle ammende previste, anche lindennizzo per spese di organizzazione.

ComunicatoUfficialen.5pag.18di21

CONDUZIONETECNICADELLESQUADRE
Come gi preannunciato nella precedente stagione sportiva, si conferma che a partire dalla corrente stagione 2012/2013, fatte salve le disposizioni e gli obblighi previsti per i Campionati Nazionali e Regionali, allatto delliscrizione di ogni squadra alle attivit ufficiali delle categorie del Settore Giovanile e Scolastico (Piccoli Amici, Pulcini, Esordienti, Giovanissimi, Allievi) o, comunque, prima dellinizio ufficiale di tali attivit, dovr essere indicato il nominativo di un tecnico tesserato con qualifica federale rilasciata dal Settore Tecnico, oppure di una persona che abbia seguito e superato con esito positivo il corso per Istruttori di Scuola Calcio privi di qualifica federale (Corso CONI-FIGC). Tuttavia, in deroga a quanto previsto, per la corrente stagione sportiva le Societ potranno utilizzare tecnici privi di qualifica purch questi ultimi nel corso della corrente stagione partecipino e superino con esito positivo uno dei corsi qualificanti previsti ed organizzati dal Settore Tecnico (Corso UEFA-B o UEFA-C) o specificatamente organizzati dal Settore Giovanile e Scolastico (Corso CONI-FIGC).

Si precisa che, come da nota inviata dal Presidente della LND Carlo Tavecchio a tutti i Comitati Regionali, lindicazione da parte delle Societ del nominativo di un Tecnico tesserato con qualifica federale rilasciata dal Settore Tecnico oppure di una persona che abbia seguito e superato con esito positivo il corso per Istruttori di Scuola Calcio privi di qualifica federale (Corso CONI-FIGC), allatto delliscrizione di ogni squadra alle attivit ufficiali delle categorie del Settore Giovanile e Scolastico, va intesa come facoltativa e non obbligatoria, come erroneamente riportato tra le Norme regolamentari dellAttivit di Base (punto 2.4c, a pag. 30 del Comunicato Ufficiale n. 1 della FIGC-SGS).

TESSERAMENTOONLINEDELSETTOREGIOVANILE

Si informano le Societ che a partire dalla stagione sportiva 2012/2013 (a decorrere dal 1 Luglio 2012), il tesseramento dei calciatori del Settore Giovanile dovr essere effettuato esclusivamente via web attraverso il sito www.lnd.it, cliccando in Area Societ.

IN ALLEGATO AL COMUNICATO UFFICIALE N 82 DELLA STAGIONE SPORTIVA 2011/2012 (ULTIMO) DISPONIBILE UNA GUIDA OPERATIVA PER LE SOCIET IN FORMATO PDF, DA SCARICARE E CONSULTARE

- Una volta aperta la pagina, necessario inserire il proprio codice identificativo (LND + numero di matricola) e la propria password (gi comunicata alle Societ nella passata stagione). - Effettuato laccesso nellarea riservata occorre seguire le relative istruzioni che verranno illustrate nei successivi comunicati, quando la Lega Nazionale Dilettanti render disponibile laccesso.

ComunicatoUfficialen.5pag.19di21
- Dopo avere terminato loperazione di tesseramento necessario selezionare lopzione Salva definitivo e stampa. Con linizio della nuova stagione sportiva, il programma di gestione delle pratiche di tesseramento SGS stato implementato di alcune funzioni. Una delle nuove funzionalit aggiunta rispetto alla versione utilizzata lo scorso anno dai Comitati Regionali che sono partiti con la sperimentazione quella di RISTAMPA DEL CARTELLINO, che si utilizza editando R sul tesserato per il quale si vuole richiedere la ristampa del cartellino. Tale azione dovr essere svolta esclusivamente quando c stato un effettivo smarrimento del cartellino originariamente generato, e non in aggiunta alla prima scannerizzazione della pratica. LA PRECISAZIONE SI RENDE NECESSARIA POICH LA CONTESTUALE CONVALIDA DELLA PRATICA, SCANNERIZZAZIONE DELLA FOTO E RICHIESTA DI RISTAMPA COMPORTA LA GENERAZIONE DI UN DOPPIO CARTELLINO IL CUI COSTO VIENE ADDEBITATO AL COMITATO REGIONALE PUGLIA LND E, DI CONSEGUENZA, ALLA SOCIET. Qualora si trattasse di PRIMO TESSERAMENTO, acquisita la stampa del modulo compilato on-line, opportunamente firmato dal calciatore, dagli esercenti la potest genitoriale e dal Legale Rappresentante della societ, questo dovr essere corredato dai seguenti documenti: - certificato anagrafico plurimo (nascita, residenza e stato di famiglia) del minore; - foto formato tessera del calciatore; - fotocopia del codice fiscale del calciatore (preferibilmente Tessera Sanitaria). Qualora si trattasse di RINNOVO DA STESSA O ALTRA SOCIET, acquisita la stampa del modulo compilato on-line, opportunamente firmato dal calciatore, dagli esercenti la potest genitoriale e dal Legale Rappresentante della societ, questo dovr essere corredato dal seguente documento: - fotocopia del tesserino della passata stagione sportiva (in mancanza di questo documento, la Societ richiedente dovr allegare nuovamente tutta la documentazione richiesta per il primo tesseramento). Il tutto dovr pervenire alla Delegazione Provinciale o Distrettuale di appartenenza, che terminata lopportuna operazione di controllo proceder ad inoltrare il tesseramento al Centro Informatico. Sar competenza del CED di Roma, infine, provvedere ad emettere ed inviare il tesserino alle Delegazioni Provinciali o Distrettuali, per il tramite di questo Comitato Regionale. Prima di ricevere il tesserino plastificato, i calciatori potranno regolarmente scendere in campo con un cartellino provvisorio in forma cartacea, stampato on-line direttamente dalle Societ che riceveranno lapprovazione dalla propria Delegazione di appartenenza. La durata del cartellino provvisorio sar indicata sulla stampa acquisita online. Presso le Delegazioni Provinciali sar istituito uno sportello operativo per offrire assistenza alle Societ nella compilazione del modello via web. Si fa presente che questo Comitato resta a disposizione per fornire ulteriori informazioni al fine di facilitare laccesso al tesseramento on-line di cui in argomento contattando il Sig. Alessandro Schirone al numero 080/5699002. Per ricevere direttamente le credenziali di accesso, invece, necessario produrre una richiesta su carta intestata della Societ e firmata da un Rappresentante Legale, da inviare al C.R. Puglia-Lnd per mezzo e-mail (a.schirone@figc.it) o fax (080.5648960). Si invitano i Sig.ri Delegati Provinciali e Distrettuali a divulgare questo avviso per mezzo dei rispettivi Comunicati Ufficiali.

ComunicatoUfficialen.5pag.20di21

PROCEDURADIPRIMOTESSERAMENTO CALCIATORIMINORISTRANIERIS.S.20122013
A seguito della nota inviata dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio ed inoltrata dalla Lega Nazionale Dilettanti ai Comitati Regionali, con la presente comunicazione si confermano le procedure per il primo tesseramento dei calciatori minori stranieri gi in atto nella passata stagione sportiva. Si rammenta che il Comitato Regionale Puglia LND non potr ratificare preventivamente il tesseramento di calciatori minori stranieri nei seguenti casi:

Richieste di tesseramento di calciatori minori stranieri in affidamento/tutela. La richiesta corredata dalla documentazione prevista dovr essere trasmessa direttamente alla Commissione; Richieste di tesseramento di calciatori minori stranieri provenienti da Federazione estera. La richiesta corredata dalla documentazione prevista dovr essere trasmessa direttamente alla Commissione; Richieste di tesseramento di calciatori minori stranieri da parte di Societ Professionistiche. La richiesta corredata dalla documentazione prevista dovr essere trasmessa direttamente alla Commissione per il successivo inoltro alla competente Sottocommissione della F.I.F.A.

Con loccasione, inoltre, si ritiene utile richiamare lattenzione delle Societ Dipendenti per quanto riguarda la documentazione da presentare in occasione del primo tesseramento dei calciatori minori stranieri:

RICHIESTA DI TESSERAMENTO (il modulo previsto dalle norme federali); DICHIARAZIONE DEL CALCIATORE SU EVENTUALI TESSERAMENTI ALLESTERO (dichiarazione autenticata in cui venga indicato se il calciatore mai stato tesserato allestero e firmata dal calciatore e dai genitori. Nel caso in cui fosse stato tesserato allestero, la richiesta di tesseramento non potr essere evasa dal Comitato Regionale, ma dovr essere inoltrata immediatamente allUfficio Tesseramento Centrale della F.I.G.C.); ISCRIZIONE SCOLASTICA (il certificato di iscrizione presso lIstituto scolastico); PROVA DI NASCITA DEL CALCIATORE (certificato di nascita rilasciato dal Comune di residenza se nato in Italia, o documento equipollente che comprovi la data di nascita); DOCUMENTO IDENTIFICATIVO DEL CALCIATORE (fotocopia del passaporto del calciatore o documento equipollente); DOCUMENTO IDENTIFICATIVO DEI GENITORI (fotocopia del passaporto del calciatore o documento equipollente); CERTIFICATO DI RESIDENZA E STATO DI FAMIGLIA DEL CALCIATORE E DEI GENITORI (certificato contestuale di residenza e stato di famiglia rilasciato dal Comune di residenza);

ComunicatoUfficialen.5pag.21di21
PROVA DI SOGGIORNO IN ITALIA DEL RAGAZZO E DEI GENITORI (permesso di soggiorno del minore e dei genitori. Nel caso di permesso di soggiorno scaduto, presentare la copia del vecchio permesso di soggiorno e la richiesta di rinnovo tre cedolini ).

**************** Lintero Comunicato Ufficiale di questa Delegazione Provinciale, consultabile ed estraibile in copia dai seguenti siti internet: http://bari.figcpuglia.it www.figcpuglia.it www.lnd.it/Delegazioni Provinciali
****************

(Delegazione Provinciale Bari) (Comitato Regionale Puglia L.N.D.) (L. N. D.)

C/C Intestato a: L.N.D. COMITATO REGIONALE PUGLIA Via Nicola Pende,23 - 70124 BARI UNICREDIT BANCA AGENZIA BARI VIA GIOVANNI XXIII IBAN: IT25F0200804023000400516795 PUBBLICATO IN BARI ED AFFISSO ALL'ALBO DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE IL 9 agosto 2012.

IL SEGRETARIO Pierfrancesco DE NICOLO

IL DELEGATO PROVINCIALE Vittorio ALTIERI