Sei sulla pagina 1di 1

Il territorio e le popolazioni

La Gallia è nel suo insieme divisa in tre parti, delle quali i belgi abitano una, gli Aquitani
un’altra, la terza coloro che sono chiamati nella stessa lingua dei Celti e chiamata nostra dei
Galli. Questi si differenziano tra loro per lingua, istituzioni, leggi. Il fiume Garonna divide i Galli
dagli Aquitani, la Marna e la Senna divide dai Belgi 8I Galli). Di tutti questi i più forti sono i
Belgi, per il fatto che sono distanti dalla civiltà e dalla cultura della provincia e per niente
spesso i mercanti capitano nel loro paese e le cose che mirano ad indebolire gli animi,
importano e sono vicini ai Germani, che abitano oltre il Reno, con questi combattono
continuamente. Per questo gli Elvezi superano anche i rimanenti Galli in virtù, perché
combattono quotidianamente guerre con i Germani, o quando li tengono lontani dai loro
territori o gli stessi combattono nei loro confini una parte dei territori che, come si è detto è
occupata dai Galli ha inizio del fiume Rodano, è limitata dal fiume Garonna, dall’oceano, dai
confini dei belgi, confina anche dalla parte dei Sequani e degli Elvezi. I belgi hanno origine
dagli estremi confini della Gallia si estendono fino alla parte inferiore del fiume Reno, guardano
verso il sole che sorge. L’Aquitania si estende dal fiume Garonna ai monti Pirenei e questa
parte dell’oceano che è vicino alla Spagna, si estende guarda verso al tramonto del sole e a
settentrione.