Sei sulla pagina 1di 1

Il diritto dell’economia, 2/3-2010

Dottrina Rassegne

ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLE FON-


DAZIONI DI ORIGINE BANCARIA*

Miriam Allena

Sommario: 1. Premessa. Delimitazione dell’oggetto dell’indagine. – 2. Finalità


statutarie e ambiti di intervento. – 3. La governance delle fondazioni di ori-
gine bancaria: a) struttura e composizione degli organi. – 4. (segue) b): re-
quisiti soggettivi e incompatibilità. – 5. Le competenze e i rapporti funzio-
nali tra gli organi. – 6. Conclusioni: fondazione di origine bancaria e disci-
plina speciale.

1. Premessa. Delimitazione dell’oggetto dell’indagine.

Con la sentenza n. 300 del 2003, la corte costituzionale ha affrontato in ter-


mini di principio il problema della natura delle fondazioni di origine bancaria.
Ripercorrendo la parabola legislativa culminata nella qualificazione di tali
enti come “fondazioni-persone giuridiche private senza scopo di lucro”, la con-

*
  Il presente lavoro è il frutto di una ricerca finanziata dalla fondazione Cariplo sul
tema delle fondazioni di origine bancaria e coordinata dai Proff. V. Onida, G. Pastori e
G. Zagrebelsky.
1
  La sentenza si è occupata in particolare del problema della competenza legislativa
sulle fondazioni di origine bancaria: respinta la tesi che queste ultime “siano tuttora sog-
getti caratterizzati dall’appartenenza all’organizzazione del credito e del risparmio”, la
corte ha ritenuto, alla luce dell’avvenuta trasformazione della natura giuridica degli ori-
ginari enti conferenti, che gli stessi non possano più considerarsi elementi costitutivi del-
l’ordinamento creditizio sottoposto alla potestà legislativa delle regioni. Viceversa, dato
il loro carattere privato, essi rientrano nella materia “ordinamento civile”, attribuita alla
competenza legislativa statale esclusiva ai sensi dell’art. 117, comma 2, lett. l), cost.

  Così l’art. 2, comma 1, del d.lgs. 17 maggio 1999, n. 153, attuativo della l. delega
23 dicembre 1998, n. 461 (la c.d. legge Ciampi), che ha completato il processo di priva-
tizzazione delle banche pubbliche avviato dalla l. 30 luglio del 1990, n. 218 e dal d.lgs. 20
novembre 1990, n. 365 (cd. legge Amato). Sulle vicende normative che hanno portato al-
l’istituzione delle fondazioni bancarie cfr., almeno, i lavori di taglio monografico di F.A.
Roversi Monaco (a cura di), Le fondazioni Cassa di risparmio, Rimini, 1998; S. Amo-