Sei sulla pagina 1di 2

EMENDAMENTO N.

1 AL BILANCIO DI PREVISIONE 2010

OGGETTO: ISTITUZIONE CAPITOLO DI SPESA PER SGRAVIO TARSU A FAVORE DELLE


PICCOLE IMPRESE DEL COMMERCIO

Prevedere la creazione di un capitolo di spesa per l’ istituzione di un FONDO


ECONOMICO da utilizzare per concedere sgravi contributivi alle piccole imprese
commerciali

Previsione di spesa € 356.000,00

Da depauperare il capitolo 1090505

Relazione:
Si premette che gli introiti derivanti da TARSU per l’anno 2010 sono previsti in euro 6.832.448
(cap.ENTRATA 1020450) a fronte di una spesa di 7.188.005 (cap.USCITE 1090503 + 1090505),
pertanto dal bilancio di previsione approvato dalla Giunta Comunale risulta che il costo del
servizio viene finanziato per il 95% circa dal ruolo tarsu e per il 5% circa da altre fonti di
bilancio comunale.
Attesa la improbabile validità di tale pratica in quanto la spesa suddetta dovrebbe essere
completamente coperta dal ruolo tarsu si evince la mancata considerazione di quanto segue.
La spesa di cui al capitolo 1090505 è stata erroneamente valutata in fase di previsione in quanto
non tiene conto di:
- a decorrere dal 1.1.2010 ai sensi del D.L. 195/09 è venuta meno l’addizionale provinciale
TARSU;
- A decorrere dal 1.1.2010 ai sensi del D.L. 159/09 la previsione di spesa per lo smaltimento
dei rifiuti indifferenziati deve essere calcolata tenendo conto della richiesta provinciale
peri per il Comune di Ischia ad €uro 87,00 a tonnellata e non €uro 105,00 come per l’anno
2009 (si veda decreto Presidente della Provincia di Napoli n.198 del 16.04.2010)
- A decorrere dal 1.1.2010 il costo medio di mercato per il conferimento della frazione
organica è pari ad €uo 160,00 a tonnellata e non euro 200 come per l’anno 2009
Alla luce delle predette riduzioni di costo a carico del Comune di Ischia si deve ritenere che con gli
introiti derivanti dal ruolo TARSU previsto per il 2010 si riuscirà a far fronte al costo del servizio
e pertanto non vi è alcuna necessità di appostare nel capitolo di USCITA la maggiore somma di
€uro 356.000 che pertanto può essere destinata ad altre spese.
Tenuto conto del particolare momento di crisi economica che colpisce in primo luogo il settore del
piccolo commercio si propone di destinare la somma di euro 356.000,00 ad un apposito capitolo di
bilancio da ripartire a favore delle piccole attività commericali e artigianali (esclusivamente ditte
individuali, imprese familiari, societarie semplici e di persone che gestiscono nel Comune di Ischia
un unico punto vendita di superficie complessiva non superiore a 150 mq)
Ischia, 28.04.2010
Dott. Giuseppe Di Meglio