Sei sulla pagina 1di 4

Approfondimento

Il medico competente e la sorveglianza sanitaria

Con il D.Lgs. n. 8 1/2008 la figura del medico competente, prevista anche


da precedenti normative, ha trovato la sua massima espansione; in
particolare ne sono stati meglio definiti i compiti, le funzioni ed i
requisiti. Per svolgere questo molo, occorre una specifica e qualificata
professionalit; i titoli professionali sono indicati dallart. 38 TU.

Preliminarmente il caso di chiarire che la presenza nella scuola


delmedico competente non sempre obbligatoria. Lart. 41 del D.Lgs. n.
81/2008
esplicita
che
la sorveglianza sanitaria
(quella
cui
preposto il medico competente) va effettuata nei casi previsti dalla
normativa vigente.

Ai sensi dellart. 25 del T.U., il medico competente


medico competente
Medico in possesso di uno dei seguenti titoli:1) specializzazione in medicina del lavoro
o in medicina preventiva dei lavoratori e psicotecnica o in tossicologia industriale o in
igiene industriale o in fisiologia ed igiene del lavoro o in clinica del lavoro ed
collabora con il dirigente scolastico e con il servizio di prevenzione e
protezione alla valutazione dei rischi, anche al tini della
programmazione, ove necessario, della sorveglianza sanitaria, alla
predisposizione della attuazione delle misure per la tutela della salute
e della integrit psico-fisica dei lavoratori, allattivit di formazione
e informazione nei confronti dei lavoratori (per la parte di sua
competenza) ed allorganizzazione del servizio di primo soccorso.

Nellambito dei suoi


intervento; al primo
sanitarie, al secondo
altre figure presenti

compiti, possiamo distinguere due diverse aree di


gruppo appartengono le funzioni pi strettamente
quelle di interrelazione con i lavoratori e con le
in azienda.

Del primo gruppo fanno parte i compiti di:

effettuare accertamenti sanitari sui lavoratori;

esprimere i giudizi di idoneit alla mansione specifica al lavoro;

istituire ed aggiornare, sotto la propria responsabilit, per


ognilavoratore sottoposto
a sorveglianza sanitaria,
una cartella
sanitaria e dirischio da custodire presso il dirigente scolastico con
salvaguardia del segreto professionale.

Gli accertamenti sanitari costituiscono un momento importante nella


strategia prevenzionistica ed il medico competente giuridicamente
obbligato ad effettuarli; il mancato assolvimento dellobbligo
sanzionato penalmente. Nei casi di esposizione a rischi professionali,
occorrono accertamenti sanitari sia preventivi (per verificare lassenza
di controindicazioni al lavoro cui i lavoratori sono destinati), sia
periodici (per controllare, nel tempo, lo stato di salute dei
lavoratori), finalizzati a valutare lidoneit alla mansione specifica.

Per compiere questi accertamenti, ove il medico ne ravvisi la necessit,


si pu ricorrere anche ad esami clinici e biologici ed indagini
diagnostiche mirate; analogamente, il medico competente pu avvalersi
della collaborazione di specialisti.

Il giudizio di idoneit alla mansione specifica costituisce uno dei


momenti pi delicati del lavoro del medico, in quanto un giudizio
di inidoneit pu pregiudicare anche la stessa protrazione del rapporto
di lavoro. Lidoneit fisica alla mansione stata definita in
giurisprudenza come il possesso, da parte del lavoratore, delle capacit
comunemente indispensabili per le attivit oggetto del contratto.

Il medico, qualora esprima un giudizio di inidoneit alla mansione,


(specifica, parziale o totale, temporanea o permanente) ne deve informare
per iscritto il dirigente scolastico e il lavoratore. In questi casi,
opportuno che il lavoratore sia informato della possibilit di fare
ricorso, entro trenta giorni dalla data di comunicazione del giudizio
medesimo,
allorgano
di
vigilanza territorialmente
competente
che
dispone, dopo eventuali ulteriori accertamenti, la conferma, la modifica
o la revoca del giudizio stesso.

Nei
casi
di
inidoneit totale
(temporanea
o
permanente)
il dirigentescolastico
provvede
allallontanamento
del lavoratore dallesposizione arischio (in
modo
temporaneo
o
permanente) e ad affidargli altro incarico confacente alla mansione ed
allo stato di salute.

Nei
casi
di
inidoneit
parziale
(temporanea
o
permanente)
il dirigentescolastico provvede affinch siano evitati compiti od
esposizioni espressamente indicati nel giudizio di idoneit specifica
alla mansione.

Va rilevato come il contratto di lavoro sia un negozio a prestazioni


corrispettive,
caratterizzato
da
piena
reciprocit
tra
attivit
lavorativa e retribuzione; ciascuna parte deve la sua prestazione solo se
laltra rende la propria. Ne consegue che la non idoneit permanente
consente il recesso dal contratto.

Analogamente, il dirigente scolastico pu recedere dal contratto nel caso


di
unimpossibilit
parziale,
qualora
fornisca
la
prova
dellimpossibilit aziendale di collocare il lavoratore in attivit
confacente a quelle particolari condizioni di salute.

Al secondo gruppo appartengono le funzioni di interrelazione con


lavoratori e con le altre figure presenti in azienda; egli infatti:

fornisce informazioni ai lavoratori sul significato degli accertamenti


sanitari cui sono sottoposti e, nel caso di esposizione ad agenti con
effetti a lungo termine, sulla necessit di sottoporsi ad accertamenti
sanitari
anche
dopo
la
cessazione
dellattivit
che
comporta
lesposizione a tali agenti. Fornisce altres, a richiesta, informazioni
analoghe ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;

informa ogni lavoratore interessato dei risultati degli accertamenti


sanitari e, a richiesta dello stesso, gli rilascia copia della
documentazione sanitaria;

comunica, in occasione delle riunioni, ai rappresentanti per la


sicurezza, i risultati anonimi collettivi degli accertamenti cinici e

strumentali effettuati e fornisce indicazioni sul significato di detti


risultati;

congiuntamente al responsabile del servizio di prevenzione e protezione


dai rischi, visita gli ambienti di lavoro almeno due volte allanno e
partecipa
alla
programmazione
del
controllo
dellesposizione dei
lavoratori i cui risultati gli sono forniti con tempestivit ai fini
delle valutazioni e dei pareri di competenza;

effettua le visite mediche richieste dal lavoratore qualora


richiesta sia correlata ai rischi professionali;

collabora, con il dirigente scolastico,


servizio di pronto soccorso;

alla

predisposizione

tale

del

collabora allattivit di formazione e informazione dei lavoratori.


Il medico competente pu essere un dipendente di una struttura esterna
convenzionata con il dirigente scolastico o un libero professionista.