Sei sulla pagina 1di 22

MAGNETOTERAPIA

MAGNETOTERAPIA
INNOVATIVA
ABASSAFREQUENZA
ASCARICACAPACITIVA
(1,4Tesla)
TestodiMarcoMontanari

www.fieldsforlife.org
Copyrigt2009

LICENZAPUBBLICAGENERICA(GPL)DELPROGETTOGNU

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org1

L'APPARECCHIOELETTROMEDICALE
QUIDESCRITTO
NONE'UNGIOCATTOLO
LASUARIPRODUZIONE
CONSENTITA
SOLOASCOPOSCIENTIFICO
E/OSPERIMENTALE
NONASCOPOCOMMERCIALE
E/OINDUSTRIALE

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org2

INDICE
Pag:
4
4

UNAMAGNETOTERAPIAINNOVATIVA
ACCORATOAVVERTIMENTOAGLISPROVVEDUTI

PRINCIPIODIFUNZIONAMENTO

SCHEMAELETTRICO(PRIMOMODULO)

(SECONDOMODULO)

10
12
13

(TERZOMODULO)
(ALIMENTAZIONE12VDC)

14

COSTRUZIONEDELL'INTERFACCIABIOFISICA

17

ALCUNECONSIDERAZIONICONCLUSIVE

19

1MODULOELENCOCOMPONENTI

20

2MODULOELENCOCOMPONENTI

21

3MODULOELENCOCOMPONENTI

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org3

UNAMAGNETOTERAPIAINNOVATIVA
Coloro che sperimenteranno questa magnetoterapia a bassa frequenza, se in
precedenza ebbero la fortuna di usufruire di altre magnetoterapie sempre a
bassafrequenza,potrannorapidamenteconstatarechequellainoggettosupera
ognipossibileaspettativa. Nonsitrattadellamacchinadelmiracolo,ma
colorocheamanostudiarelabiofisicadelleinterazionitracampomagneticoe
tessuti viventi avranno pane per i loro denti. Il seguente elenco non
assolutamenteesaustivodell'idoneitterapeuticadiquestamagnetoterapia,ma
ancheinquestaformasinteticadecisamentesbalorditivo:

Agisce in modo superlativo sul sistema nervoso centrale e periferico.


E'dasottolinearel'attivazioneendorfinicacerebrale(piacevolesensazionedi
benessere)chenell'individuonondepressopuessereavvertibiledopoalcuni
minuti, nel depresso dopo una o due ore di applicazioni giornaliere con
evidentiedurevolieffettiantidepressivi.
E' preconizzabile l'applicazione in campo oculistico con funzione sia
profilattica che terapeutica: maculopatia degenerativa, retinopatia diabetica,
glaucoma,traumatismiautonomiechirurgici.
E' anche facilmente preconizzabile un ampio spettro dell'azione
antinfimmatoria con elevatissima idoneit terapeutica, che si manifesta con
sorprendente rapidit non associata all'evocazione del dolore, poich non
sussistonolecondizionibiofisichepergenerarlo,percuisiprestaegregiamente
perapplicazioniinambitopediatricoeintuttiicasiincuiilmalatoviene
particolarmentecondizionatodaldolore.

I basilari principi biofisici gi esposti dall'Autore in altri scritti, in questa


magnetoterapiatrovanounadellepossibiliapplicazionipraticheaconfermadellaloro
assoluta validit, ma al contempo si vanno delineando nuovi ed entusiasmanti
orizzonti.

ACCORATOAVVERTIMENTOAGLISPROVVEDUTI
E' del tutto evidente che chi legge queste pagine, per la curiosit di sperimentare
quanto sopra enunciato, decida di realizzare in fretta e furia il seguente circuito
elettronicocheapparesemplice(l'ovvietsempreun'illusione),maseilcostruttore
nonpossiedeadeguateconoscenzedielettronicaenonconosceilpericolodellealte
tensioni e non sa cosa comporti un circuito non disaccoppiato dalla rete di
distribuzione elettrica, invece di sperimentare gli effetti terapeutici dei campi
magneticiimpulsivi,sarricordatocomecoluichenonsapevache:

CHITOCCAIFILIMUORE
DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org4

PRINCIPIODIFUNZIONAMENTO
L'Autore,inunaltroarticolo,hagidescrittocomeequandoiniziadedicarsi
allo studio della magnetoterapia. La prima magnetoterapia fu costruita
utilizzando un'accensione elettronica a scarica capacitiva che giaceva
inutilizzatacolfeliceconnubiodiunabobinanataperfarpartediunimpianto
stereofonicochepercircatrent'anniebbemododimanifestareindubbiedoti
terapeutiche. L'Autoresiimposediseguireunalineadiricercasistematica
nella quale, tra l'altro, figurava l'analisi degli effetti terapeutici dei campi
magneticiconintensitcrescente(coltrascorreredeltempoedeimalannisuoi,
di famigliari e amici) che applic con successo alla magnetoterapia ad alta
frequenza, poich quella a bassa frequenza sembrava non necessitare di
miglioramento,essendoingradodigestireinambitolocaleeinmodorisolutivo
plurimeapplicazioniterapeuticheche,perl'esattezza,l'Autoreamachiamare
idoneit terapeutica di un apparecchio elettromedicale. Il solenoide di
quest'ultima magnetoterapia che, sempre per l'esattezza, l'Autore
genericamente definisce interfaccia biofisica, genera un intenso dolore
evocatoinquantoladuratadell'impulso(esponenziale)di1,7ms,hauna
induttanza di 1,86 mH ed una resistenza di 0,62 ohm, mentre la massima
intensitdelcampomagneticodicirca0,8Tesla.Ilprimofattosperimentale
che determin il primo livello di transizione biofisico fu il netto aumento
dell'idoneitterapeuticadopol'inserimentonelsolenoidediunnucleodiferrite
cheaumentdi0,86mHilvaloredell'induttanzacheinorigineeradi1mH.
AttualmenteinMedicinailtopdellaricercasull'azionedeicampimagneticisi
colloca a circa 3 Tesla mediante lo sviluppo della rTMS (ripetitive
TranscranialMagneticStimulation).Lasuddettaintensitgeneral'evocazione
dipotenzialid'azionedirettamentenelleareecerebralimotorie,quindideputate
almovimentodeimuscolichesicontraggonoinmododeltuttoinvolontario.
Anchequandovieneapplicataunavariazionediflussosubliminare(ascopo
antidepressivoe/oantipsicotico)lamodalitattuativasempreinlineaconle
attualiconoscenzeneurologiche,valeadireacarattereanatomofunzionale.
E'difondamentaleimportanzaricordarechequestifenomenisiottengonocon
treni di impulsi (7 15 con periodo di 10 ms) di elevatissima corrente in
solenoidiprividinucleoeconduratadicircaunmillisecondo.E'sorprendente
ilfattochenonesistonostudisistematicisull'azioneterapeuticadeimedesimi
campi magnetici, ma con durata d'impulso brevissima (dai nanosecondi a
qualchemicrosecondo)inquantoapriorisiritengonoinefficaci(l'onnisciente
ovvietaccecasempreleproprievittime).
DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org5

Questamagnetoterapiaabassafrequenzadestinataasoppiantaretuttelealtre,
soprattutto quelle che derivano dall'errato assioma: Il campo magnetico
produce effetti terapeutici che viene sostituito da quello in linea con le
autentiche acquisizioni scientifiche: La variazione di flusso di un campo
magneticoproduceeffettiterapeutici.Traducendointerminibiofisiciquanto
esposto,laprimaaffermazionesiesprimeconlaseguenteetichetta:Ilvettore
H di un campo magnetico produce effetti terapeutici, mentre con la
soprastanteeseguentedichiarazionesiaffermache:IlvettoreB(diinduzione)
delcampomagneticoproduceeffettiterapeutici.
OggisappiamochelaBiofisicaammettechelavariazionediflussototale
((B))puesserediduratainfinitesima(t 0). Laspiegazionedegli
effettiterapeuticidiquestamagnetoterapiainambitoquantistico,valea
direinunadimensionebiofisicadecisamenteinnovativa,incuil'equazione
dicampodiSchrdingerassociabilealledimensionidellacellulaeda
quelledelsuocontenuto(interazioneconlestruttureedazionestrutturata
e/o intelligente come prevede la meccanica quantistica); ci (tra l'altro)
consenteall'attualeBiofisicad'avanguardiadiprevedereilcontemporaneo
superamento e/o implementazione delle nozioni bioelettriche,
neuroendocrine e anatomofunzionali che per oltre un secolo sono state
l'unicafontedelleconoscenzeneurologichee,piingenerale,biologiche.
Lamagnetoterapiaoggettodiquest'articolo,un'applicazionepraticadiquanto
sopraesposto,mainassolutoilprimobancodiprovapubblicoche,inquanto
tale,mostraaglistudiosiicorrispondentiaspettitecnicierealizzativi,percui
l'Autoresiriservaognipiampiodirittodiproprietdiquantodiseguito
vienepresentatosiagraficamentesialetterariamente.
L'Autore ama molto ricordare agli studiosi ed agli utenti che gli effetti
terapeutici della magnetoterapia e pi in generale delle elettroterapie,
derivanodaunlorousofarmacologicoenontaumaturgico(miracolistico),
valeadirechesonosemprenecessariidoneiapparecchimedicaliconannesse
altrettanto idonee istruzioni d'uso e manutenzione, la cui applicazione nel
tempo,valeadirecolpazienteconcorsodell'utente,possonogenerarerealie
durevolieffettiterapeutici.Pertemposiintendono:oregiornaliereconsecutive,
giorni consecutivi, mesi ed anche anni di incessante esposizione a idonei
impulsidicampomagnetico.

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org6

SCHEMAELETTRICO
Sidevepremettereche,alloscopodiconcedereaglisviluppatoricommercialidi
esprimersinelmodomiglioreinfunzionedicichedimegliooffreilprogresso
tecnologico, il seguente circuito stato pensato e realizzato in modo
volutamentearcaico,poichilmedesimofunzionamentosipuottenerecon
la moderna componentistica che consente una notevole semplificazione
circuitaleacuisiassociailminorcosto.

Figura1: Schemaelettricodelprimomodulo elettronicodella magnetoterapiaa


bassafrequenzaascaricacapacitiva.AiconnettoriL/Fsicollegal'alimentazionedi
rete 230 VAC, mentre A/B si collegano al primario del trasformatore di
alimentazionedelmodulodicontrollo(12VDC).(Progettodell'Autore)

Ilsoprastanteschemaelettricorappresentailcardinediquestamagnetoterapia.
Dall'iniziodellasuaprogettazionefuprevistodiracchiudereilcircuitoinun
contenitoreermeticoetotalmenteisolante(IP55IP56)condimensioniinterne
di 205,4 x 155,4 mm normalmente reperibile per contenere connessioni
elettriche.Dasinistra,iconnettoriLedFfannocapoall'alimentazionedirete
(230VAC). IconnettoriAeBconsentonoilcollegamentoalprimariodel
minuscolotrasformatoredialimentazionedelsecondoeterzomodulo(12V
DC).RLunrelaybistabilebipolare(10A)conbobinadieccitazioneseparata
funzionantea230VACattivabilemedianteilpulsantePnormalmenteaperto.
DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org7

Quest'ultimocomponenteprevistoperfacilitareachiunquel'avvioel'arresto
dell'apparecchio e per effettuare in sicurezza eventuali ispezioni visive e/o
strumentalidelcircuito;ilsuddettorelaysostituibileconunnormaledoppio
deviatoreodoppiointerruttoreconlevettaecaseplastici,manecessarioche
siadiqualit(unavoltaesistevano!). Ilfusibileda1AFast,ilMOVo
Varistore(VDR1)indispensabile.Seguelalampadinaalneon(230VACgi
cablataconresistenzada100K)dicoloreverde.Inrealtilneonnonemette
nellabandadelverde,percuilaluceapparegiallastra.Icolorigialloeverde
nonsonoingradodiattraversarelacute,all'oppostoilcolorerosso(640nm)si
vede anche ad occhi chiusi e, dato che le vere magnetoterapie si usano
soprattuttodurantelanotte(l'usofarmacologicosempreprotrattoneltempo),
ilcoloreverdenondisturbal'utente. Essendoprevistoiltotaleisolamento
galvanico del circuito, la dissipazione termica di quest'ultimo deve essere
irrisoria,quindialpostodiunaresistenzaohmicapurachedissiperebbecalore,
come limitatore di corrente si preferito usare un'equivalente reattanza
capacitiva(Xc)a50Hz.E'assolutamentenecessariochelatensionedilavoro
dei due condensatori sia da 600 a 1000 V. Quando manualmente viene
interrottal'alimentazionelaresistenzaR1scaricaicondensatoriC1eC2.
Calcolodellareattanzacapacitivaa50HzdiC1+C2(1,22uF)

Xc=

1
2 f c

formulacanonicaestesa

156.000
Xc=
f Hz C uF
formulasemplificata

156.000
Xc=
=2557 ohm
501,22
Lareattanzacapacitivadi2557ohmlimital'assorbimentodelprimomoduloa
circa 90 mA che consente la successiva e decisamente drastica soluzione
DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org8

circuitale(BridgeQ1D1).Ilponterettificatore,l'NmosfeteildiodoD1
sonoultradimensionatirispettoaidettamipuramenteteorici,macolorocheper
ilfuturononvoglionoavereproblemibenechesiadeguino,ancheperchil
costononaumentatroppo.Perterminarel'argomentoinerentealladissipazione
termica,l'unicocomponentedelcircuitochesiscaldalievementeilK1531(N
mosfet500V15A)chestatodotatodiunpiccolodissipatorechelomantienea
temperaturaambiente.

L'Autore rammenta che, allo stato dell'arte, non possibile costruire vere
magnetoterapie portatili alimentate a batteria, ovvero possibile qualora il
progettistafosseculturalmenteancoratoalsuddettoerratoassioma.
IlcondensatoreC3costituisceilserbatoiodicaricaelettricache,tramitel'SCR,
siscaricherinmodosubitaneoinL(interfacciabiofisica).
C3deveessereassolutamenteantiinduttivo,percinonesistenulladimeglio
checollegareinparallelopicondensatori,nellafattispecie7da0,22uF1000
Vperuntotaledicirca1,54uF.
La tensione di picco ai capi di C3 ottenibile con la seguente formula,
ammettendochelaretedidistribuzioneelettricaforniscaiprevisti230V:

Vcc(C3)=Vac*1,414=325,22
Inpratica,inambitocittadinolasuddettatensioneoscillada298Vcca311
Vcc. Quindi,pervalutarequantoseguel'Autorehaconsideratounacostante
di300Vcc.
Il circuito in oggetto, se realizzato con componenti di qualit, pu
tranquillamentefunzionarepermoltiannianchenelcasovengausatopermolte
orealgiorno(tuttalanotte).
Nellapaginaseguentecontinualadescrizionedelsecondomodulodiquesta
innovativamagnetoterapiaabassafrequenza.

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org9

Figura2: Schemaelettricodelsecondomoduloelettronicodellamagnetoterapiaa
bassa frequenza a scarica capacitiva. Da sinistra: sensore della carica dei
condensatori (partitore resistivo, DZ1, Q1, Q2), controllo della frequenza della
scarica (U1), generazione dell'impulso di conduzione dell'SCR (Q3)
(Progettodell'Autore)

IngrandimentodiU1

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org10

IlpartitoreditensionecompostodaR1,R2,R3,R4unitamenteaDZ1,Q1,Q2,
hannoloscopodiabilitareU1(NE555)quandonelcondensatoreC3(primo
modulo) si raggiunta la tensione di 300 V. Il suddetto partitore scarica
rapidamenteC3(primomodulo)nelcasodiinterruzionedell'alimentazione.
Ildiodo1N752Amanifestaladifferenzadipotenzialedizenerdi5,1Vconsoli
0,1mA(5,6Va20mA)ecihapermessodisemplificareilcircuito.
FintantocheaicapidiC3(primomodulo)nonpresentelatensionedi300V,i
terminali2,6,7diU1eiterminalideicondensatoriC3+C4(2uF)sonoposti
amassainquantoQ2inconduzione,quindil'uscita3diU1rimanealta,per
cuilaparterimanentedelcircuito(D6eQ3)bloccata.
QuandoQ2vieneinterdetto,cioaicapidiC3(primomodulo)siraggiuntao
superata la tensione di 300 V, C3 + C4 si caricano esponenzialmente e la
resistenza R7 (3,7K, ottenuta con una resistenza da 1K e una da 2,7K)
conferisceunritardodicirca7,4ms,mainserendotuttoilpotenziometroda1
Milritardosaleacirca2,0074secondi. Inpratica,sommandotuttiitempi
tecnici, gli impulsi di campo magnetico dell'interfaccia biofisica hanno un
periodominimodicirca40ms(25Hz)eunomassimodi2secondi.
Dalpuntodivistabiofisicoisuddettistimolisonomoltopiilluminantise
letti in funzione del periodo, piuttosto che della frequenza, quindi il
potenziometroP1collegatoinmodochel'escursione(insensoorario)presenti
apartiredasinistrailperiodominimo.
Quandol'uscita3diU1commutadaaltaabassa,sicaricanoicondensatoriC7
e C8 che rispettivamente consentono la visualizzazione del passaggio in
conduzionedell'SCR(25RIA120,25A1200V,Igt60mA)medianteQ3,R9,
C9.E'deltuttoevidentechesostituendoilsuddettorobustodiodocontrollato
conunoanalogo,probabilmentenecessariomodificareR9.
La temperatura delle attuali abitazioni non scende sotto i 19 C per cui la
correntedigate(Igt)delsuddettoSCRpuessereridottaasoli25mAinvece
dei60mAprevistineldatasheet.
L'AutoreinprecedenzaavevaimpiegatounSCRda8Aincaseplasticoche
letteralmente esploso e ci una chiara evidenza dell'elevata intensit di
correntechecircolanell'interfacciabiofisica.
Nellapaginaseguentecontinualadescrizionedelterzomodulodiquestainnovativa
magnetoterapiaabassafrequenza.

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org11

Figura 4: Schema elettrico del terzo modulo elettronico della magnetoterapia a


bassafrequenzaascaricacapacitiva.Procedendodadestraversosinistra:controllo
dellascaricadelcondensatore(D6R3);l'interdizionediQ1portainconduzioneil
mosfetche,cortocircuitandoamassal'alimentazioneneimpediscelaricaricaalfine
dideterminarel'interdizionedell'SCR.(Progettodell'Autore)

Riguardoalterzomodulononc'moltodadire;atuttiglieffettiunaporta
invertente (NOT) costruita con componenti discreti la cui uscita mette in
conduzionel'NMosfetcheasuavoltadeterminal'interdizionedell'SCR.
IldiodoD7chenormalmenteindispensabile,inquestoparticolarecasosi
potrebbeeliminare,masiconsigliadiinserirloinquantoilcircuitoelettronico
diquestamagnetoterapiahaunfondamentaleruolosperimentalee/odidattico.
Nel prosieguo risulter chiaro che la modalit costruttiva dell'interfaccia
biofisicaL1determinailfunzionamentopuramentequantistico;valeadire
cheinquestocasol'interazionetracampomagneticoetessutinongeneraeffetti
eccitomotoricomeilfenomenodell'evocazionedeldolore,ciononesistono
eclatanti effetti soggettivi (il malato guarisce quasi senza accorgersene), ad
esclusione della gi citata attivazione dell'attivit endorfinica in ambito
cerebrale,machenonsimanifestasempreinmodoeclatante,comunquenon
certodifficilefarneesperienza.

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org12

Perquantoriguardal'alimentazionea12VDCl'Autoreharecuperatounpiccolo
trasformatoredialimentazioneconsecondariodi8,3VAC200mAacuifa
seguitounduplicatoreditensioneeunalimentatorestabilizzatoacomponenti
discreti,masipuutilizzareuntrasformatoreda15/17VAC150/200mAche
dopo il ponte raddrizzatore e il condensatore di livellamento, alimenta un
integratotipo7812corredatodeicondensatoridifiltroda100nF.

Ilcircuitomontatonelcontenitoreplasticoedermetico

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org13

COSTRUZIONEDELL'INTERFACCIABIOFISICA
Il solenoide costruito dall'Autore per questa particolare magnetoterapia
visibilenellafotografiasottostante.Haunainduttanzadi1113,12uHeuna
resistenzadi0,237ohm,filodiramesmaltato1,6mm(compresolosmalto).

L'interfacciabiofisicapocoprimadelmontaggiodefinitivo
Il solenoide stato costruito utilizzando un vecchio rocchetto di materiale
plasticoincuieraavvoltoilfilodilegaeutetticadistagnopersaldature.
Ledimensioniesternesono:67mm,altezza37mm,forocentrale 24mm
riempitodispezzonidifilodiferroplastificato0,7mmconestensionepolare
acupoletta,prominentedicircauncentimetro(ilcolorerossovernicecon
funzionedicollante). Nellatoposterioreilnucleometallicononsporgedal
rocchetto.Laseguentefotografiarappresentalaformadell'impulsodicorrente
chenell'interfacciabiofisicagenerauncampomagneticodicirca1,4Tesla.

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org14

Figura 5: Scarica capacitiva di circa 100 us osservata per via induttiva.


OscilloscopioTektronixTDS3032.(Fotografiadell'Autore)

LafotografiadiFigura5visualizzalacurvadiscaricacheterminacircain
corrispondenzaconlabasetempichedi100us.
Tenendo presente che il regime della scarica determina la saturazione
magneticadelnucleo.Lacostanteditempo:
( = RC)

0 = 0,237*0,000.001.54=364,98ns

risultaaumentatadallaparallelaeinseparabilecostanteditempo:

( = L / R)

1 = 0,001.113.12/0,237=4,696ms

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org15

nelrapportoespressoinsecondi:

= 0(s) / 1(s) = 77,7us


Inquestocasol'induttorehauncomportamentopuramenteresistivo(vedicurva
discarica).Lacorrentedipiccodi1265A(i=V/R)el'intensitdelcampo
magnetico(1,407945Tesla)siricavaconlaformulaseguente:

t =Li t
Ilsolenoideinoggettopuesserereplicatoinformediverse,tenendopresente
diconservareunvaloreresistivocompresotra0,25e0,237ohm. Perquanto
riguardailvaloredell'induttanzanecessariodimensionareilnucleodifilidi
ferroplastificatonormalmentereperibileinferramenta.Dettonucleodurante
l'uso si riscalda e ci conforta circa l'esattezza dei valori sopra riportati.
Megliosarebbetrovaredelfilodiferroricottodipiccolasezioneoppuredei
lamierinialsiliciopertrasformatoriomeglioancora,dellebarrettediferrite
rettangolaricheaumenterannol'induttanza,percuiaumenteranchel'intensit
di picco del campo magnetico. Le due fotografie seguenti mostrano la
magnetoterapia pronta per l'uso. La cupoletta del nucleo metallico stata
ricopertadapistratidinastroadesivotrasparente(mylar)inmododanon
avvertirealcunaasperit.

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org16

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org17

ALCUNECONSIDERAZIONICONCLUSIVE
Ilsolenoidepiergonomicoselargoebassopiuttostochelungoestretto.
E' sufficiente un solo solenoide in quanto si pu vantaggiosamente usare il
campoconcatenatomedianteunnucleomobilediferriteconcuitrasferireil
flussomagneticoinzonepiprofondedelcorpoumano.L'estensionepolare
consentealcampomagneticoutilediespandersiassialmentepercirca10cm.
Anche i cavi elettrici (bipolari) di collegamento alla rete di distribuzione
elettricaealsolenoidedevonoesserediqualitconconduttoridibuonasezione
(non inferiori a 1,5 mm), soprattutto vanno fissati in modo assolutamente
stabile, esternamente mediante appositi pressacavi e internamente mediante
fascette(vedifotografie).
L'interfacciabiofisicapuessereindifferentementeusatadaambeduelefacce
delcilindroinquanto nonesistonodifferenzetral'azioneterapeuticadelpolo
Nord e quella del polo Sud. L'estensione polare utile per centrare certi
disturbimoltolocalizzatioppureperricercareleareecerebraliincuisiavverte
lagicitatasensazionepiacevole(attivazioneendorfinica)chesimanifestain
colorochenehannonecessit.
Inognicasoilperiodoottimalecircadi40ms(25Hz)enonesclusoche
periodiminoriaumentinol'idoneitterapeuticadiquestamagnetoterapia.
Seguonoalcunegeneriche considerazioni circal'azionebiologicadell'impulso
dicampomagneticogeneratodaquestamagnetoterapia.

E'assolutamente certoche unimpulsodicampomagneticodi 100us


(0,000.1secondi)nonsvolgeunruoloeccitomotoresianelSNCsianei
nerviperiferici.Quantoespostoulteriormentedimostratodalfattoche
questamagnetoterapianonattivailfenomenodell'evocazionedeldolore,
ma permane l'azione antiinfiammatoria ad ampio spettro (effetto
magnetoterapicoveroeproprio).
La produzione di endorfine cerebrali mediante impulsi di campo
magnetico di 100 us, significa che in primis la loro sintesi locale
(endocellulare)enondipendeinmododirettodall'attivitcatecolaminica
oditrasmissionedelpotenzialed'azione.Analoghieffettidiattivazione
endorfinica si ottengono mediante metodi biofisici diversi in cui

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org18

l'attivazioneendorfinicasempreassociataall'inibizioneradicolaree/o
deinerviperiferici.

Inbaseaquantosopradetto,sembrerebbecheladuratadellavariazione
diflussodicampomagneticomaggiormenteutileinambitoterapeutico
siamoltoinferiorea100us(altafrequenza).
L'azionebiofisicadelcampoappareintelligenteedsempreutile,non
esistono effetti dannosi. Chi gi in equilibrio (riposato, tranquillo,
pazienteesereno)soggettivamentenonavvertenulla.

Questamagnetoterapiaincludenumerosielementidigrandeinteressebiofisico,
potendo evocare in ambito biologico delle risonanze elettromagnetiche dal
ruolo profilattico e terapeutico, per questo, l'Autore si associa a Gianfranco
Galvani, PresidentedelCentrodiRicercaGeorgesLakhovskychecerto

che la Medicina sar ineluttabilmente, in futuro, una Medicina


esclusivamentevibrazionale.

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org19

1MODULO
ELENCOCOMPONENTI
P=pulsantedapannellonormalmenteaperto
RL=relaybistabilebipolare230V10Aeccitazioneseparata230VAC
FUSE=1AF
VDR=S20K275varistore
LN=lampadinaalneon230V(verde)
R1=2,7MW
C1=0,22uF1000Vpoliestere
C2=1uF600Vpoliestere
C3=7x0,22uF1000V(1,54uF)poliestere
Bridge=B380C5000
D1=BY255
Q1=K1531(Nmosfet500V15A)
L=interfacciabiofisica(veditesto)

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org20

2MODULO
ELENCOCOMPONENTI
R1=180k
R2=180k
R3=6,8k
R4=1,2K
R5=6,8k
R6=4,7k
R7=3,7k(1k+2,7K)
R8=4,7k
R9=470ohm(damodificaresecambiaIgdell'SCR)
R10=1K
P1=1Mpotenziometrolineare
C1=22pFceramico
C2=3,3nFceramico
C3=1uF5%poliestere
C4=1uF5%poliestere
C5=10100nFpoliestere
C6=0,1uFpoliestere
C7=2,2uF25VLelettrolitico
C8=0,15uFpoliestere
C9=0,1uFpoliestere
C10=1000uF25VLelettrolitico
D1=1N4007
D2=1N4007
D3=1N4148
D4=1N4007
D5=1N4148
D6=Ledverde5mm
DZ1=1N752A
Q1=D826(300400)BD139NPN
Q2=D826BD139NPNQ3=BD140PNPU1=NE555

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org21

3MODULO
ELENCOCOMPONENTI
R1=100ohm
R2=1K
R3=10K
C1=470pFceramico
C2=0,1uFceramico
C3=1000pFceramico
D1=1N4148
D2=1N4007
D3=1N4007
D4=1N4007
D5=1N4007
D6=1N4007
D7=BY228(diododamper)
DZ1=9VW
Q1=D8262N1711BD139NPN
SCR=25RIA120(25A1200VIg60mA)

Articolopubblicatoperlaprimavoltail18novembre2009
Articolocorrettoeripubblicatoil26aprile2010

DocumentazionedistribuitaconlicenzaGPLdawww.fieldsforlife.org22