Sei sulla pagina 1di 27

A = {0, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 }

Per indicare che un elemento


appartiene ad un insieme si usa il
simbolo
Per indicare che un elemento
non appartiene ad un
insieme si usa il simbolo
collezione di elementi
per ogni
esiste
non esiste
tale che
implica
deriva
se e solo se
insieme vuoto
Simboli
un di S se
gli elementi di A sono anche
elementi di S
S
A
Si dice anche che A
in S (o con S) e si scrive
un
di S se gli elementi
di A sono anche elementi di
S ed almeno un elemento di
S non appartiene ad A
S
A
L si indica con
Si dice anche che A
in S e si
scrive
Linsieme di tutti i possibili sottoinsiemi di S si definisce
e si denota con
Se S formato da , allora P(S) formato
da elementi
2
n
Se A e B sono due sottoinsiemi di S,
l di A e B data
dallinsieme degli elementi di S che
appartengono almeno ad uno dei due
insiemi A e B
S A
B
Se A e B sono due sottoinsiemi di S,
l di A e B data
dallinsieme degli elementi di S
comuni ad A e a B
B
A
S
Se A e B sono due sottoinsiemi di S, il
dato dallinsieme
degli elementi di S che appartengono
ad A ma non a B
B
A
S
A
S
Sia S linsieme universale, si
definisce
e si denota con , linsieme degli
elementi di S che non
appartengono ad A
I numeri naturali sono i primi numeri che impariamo
Linsieme dei numeri naturali si indica con N
: addizionando
due numeri naturali si
ottiene sempre un altro
numero naturale
:
moltiplicando due numeri
naturali si ottiene sempre un
altro numero naturale
Tra numeri naturali non
sempre possibile la
SOTTRAZIONE
Tra numeri naturali non
sempre possibile la
DIVISIONE
: cambiando
lordine degli addendi la somma
non cambia
: se al posto di alcuni
addendi si sostituisce la loro
somma il risultato non cambia
: se ad uno o pi
addendi se ne sostituiscono altri la
cui somma uguale alladdendo
sostituito il risultato non cambia
Lelemento delladdizione
lo 0
: cambiando
lordine dei fattori il risultato non
cambia
: se al posto di alcuni
fattori si sostituisce il loro
prodotto il risultato non cambia
: se ad uno o pi fattori
se ne sostituiscono altri il cui
prodotto uguale al fattore sostituito
il risultato non cambia
Lelemento della
moltiplicazione 1
: scomponendo un
fattore si pu moltiplicare laltro
fattore per ciascun termine
delladdizione e addizionare poi i
prodotti parziali ottenuti
Linsieme dei numeri interi
costituito dai numeri naturali,
dai loro opposti e dallo 0
Linsieme dei numeri interi
viene indicato con Z
Tra numeri interi sono possibili le operazioni di:
addizione e moltiplicazione
tra numeri interi sempre possibile la ,
infatti sottraendo da un numero intero un altro numero
intero si ottiene sempre un intero
(-1) (-1) = 1
: per ogni numero x Z esiste un
numero intero -x tale che
In Z si possono risolvere equazioni del tipo
x + 5 = 2
=> x = 2 5 => x = - 3
I numeri razionali si
definiscono partendo dai
numeri interi, prendendo
tutti i possibili rapporti con
denominatore non nullo
Linsieme dei numeri razionali
viene indicato con Q
Tra numeri razionali sono possibili le operazioni di:
addizione, moltiplicazione e sottrazione
tra numeri razionali sempre possibile la ,
infatti dividendo un numero razionale per un altro
razionale si ottiene come risultato un razionale
: per ogni numero x Q esiste un
numero razionale x
-1
tale che
In Q si possono risolvere equazioni del tipo
. .
. .
3x = 5 => x = 5/3
Con i numeri razionali si ottiene un sistema numerico che
consente di operare con tutte e quattro le operazioni
I numeri razionali hanno due possibili rappresentazioni
decimali:

Per operare con funzioni quali la radice quadrata, per


calcolare la lunghezza di una circonferenza o della
diagonale di un quadrato, i numeri razionali non sono pi
sufficienti
I numeri irrazionali non sono esprimibili come frazione o
come numero decimale periodico ma hanno una
Tra i numeri irrazionali ve ne sono alcuni importanti:
Linsieme dei numeri razionali e dei numeri irrazionali si
definisce insieme dei e si indica con il
simbolo