Sei sulla pagina 1di 5

LETTERA ALLE FAMIGLIE

D E L L U N I T A P A S T O R A L E D I
CAPEZZANO P.re - MONTEGGIORI - S. LUCIA
Via Sarzanese 147 - Tel. 0584 914007 - 347 64 66 961
e-mail: parrocchia.capezzano@alice.it
Visitateci sul Sito Internet: chiesacapezzano.org

N 658 25 MAGGIO 2014
VI SETTIMANA DI PASQUA - LITURGIA DELLE ORE II SETTIMANA

SE MI AMATE OSSERVERETE I MIEI COMANDAMENTI.

Nessuna minaccia, nessuna costrizione, puoi aderire e puoi rifiutarti in totale
libert: Ges, uomo libero, parola liberante.
Se mi amate osserverete... Ges non impone: Dovete osservare. Non si tratta di
una ingiunzione, ma di una constatazione: quando ami accadono cose, lo sappiamo
per esperienza: tutte le azioni si caricano di gioiosa forza, di calore nuovo, di
intensit inattesa.
Osserverete i comandamenti miei. La costruzione della frase pone l'accento su miei.
E miei non tanto perch dettati da me, ma perch da me vissuti, perch mia vita.
Non si tratta di osservare i 10 comandamenti, ma la sua vita! Se mi ami, osservi la
mia vita. Se mi ami, diventi come me! Amare trasforma, uno diventa ci che ama,
le passioni modificano la vita. Se ami Cristo, lo prendi come misura alta del vivere,
per acquisire quel suo sapore di libert, di mitezza, di pace, di nemici perdonati, di
tavole imbandite, di piccoli abbracciati, di relazioni buone che sono la bellezza del
vivere.
Per sette volte nei sette versetti di cui composto il brano, Ges ribadisce un
concetto, anzi un sogno: unirsi a me, abitare in me. Lo fa adoperando parole che
dicono unione, compagnia, incontro, in una specie di suadente monotonia: sar con
voi, verr presso di voi, in voi, a voi, voi in me io in voi.
L'uomo pu anche dire di no a Dio, ma Dio non pu dire di no all'uomo. Tu puoi
negarlo, lui non potr mai rinnegarti.
Infatti: non vi lascer orfani.
Non lo siete ora e non lo sa rete mai, mai orfani, mai se parati. La presenza di
Cristo in me non da conquistare, non da raggiungere, non lontana. gi data,
dentro, indissolubile, fonte che non verr mai meno.


E TRE CASE

C'era una volta un uomo piccolo come la punta di un ago.
Anzi, pi piccolo ancora. Era piccolo, ma aveva una voglia matta di crescere!
Pensa: dopo appena 15 giorni da quando aveva incominciato a vivere, era gi 125
mila volte pi grande. Incredibile!! Eppure proprio vero.
L'uomo abitava in una strana casa che girava per la citt, correva, si piegava fino a
terra; di notte, poi, si coricava e al mattino si alzava.
La casa era interessante e tiepida, ma aveva un grande difetto: era tutta buia come
un sacco chiuso. L dentro non si poteva vedere niente: n formiche, n cavalli, n
automobili.
"Basta, disse finalmente un giorno l'uomo, dopo nove mesi; basta: voglio uscire,
voglio uscire".
Si mise a spingereed eccolo fuori!
"Oh, finalmente posso correre, giocare, fare il bagno, nuotareAltro che la casa di
prima! Questa s che stupenda: qui c' il sole, ci sono le piante, i fiori, la neve".
Per ottant'anni l'uomo, tutte le mattine, alzava le braccia e diceva: "che bella questa
terra!".
Era felice e contento. Per un giorno incominci a diventare triste.
Vedeva che il sole tramontava e veniva la notte; le piante perdevano le foglie e
diventavano brutte; i fiori diventavano fieno e la neve, fango. Allora si mise a
sognare un'altra casa dove vi fossero tanti alberi verdi, i fiori rossi, la neve bianca e
il sole splendente.
Mentre pensava, mor.
Tutti si misero a piangere..
Lui, invece, rideva! Vien da non credere, eppure lui rideva, rideva
Sfido io! Appena morto, gli si spalancarono le porte di una casa dove c'erano cose
che non ti puoi immaginare. Un Pap buono - un vero Amore! - lo abbracci; una
Mamma bella - una vera meraviglia! - lo baci. Lo baci e lo prese per mano:
"Vieni a giocare con noi! Vedi, qui tutto nuovo: la terra nuova, le stelle sono
nuove. Vieni!".
L'uomo non capiva pi niente. "Ma non sono morto, io?".
"No, no, gli gridarono milioni e milioni di voci: sei vivo, vivo per sempre!".
Pazzo di gioia, l'uomo si mise a correre, a far capriole nei prati che non finivano
mai, in mezzo ai fiori che non appassivano mai.
Qui son proprio a casa mia, gridava, a casa mia!".
Cos finisce la storia delle tre case.
Storia vera: storia mia e storia tua.
Storia di tutti gli uomini che camminano su questa terra e, di tanto in tanto,
guardano al cielo dove invece di piangere, tutti sono nella gioia accanto a
Ges, Maria e tutti i santi.



TI PRENDO IN PAROLA
L'ho capito bene:
Tu non ce la fai a stare senza di me,
desideri ardentemente
abitare nel mio cuore:
esso la casa dei tuoi sogni!
Ti spalanco la mia porta.
Entra. Non degna di te, lo so.
Ma tu sei abituato a grotte, mangiatoie e simili.
Bene. Ci siamo. Vieni.
E fammi guardare il mondo,
rendimi capace di vedere le tue meraviglie.
Manifestami i tuoi orizzonti,
affascinami con i tuoi progetti,
scoprimi i desideri del tuo cuore,
mettimi a parte delle tue ambizioni,
fa' combaciare i miei interessi con i tuoi.
Hai detto: "Io in voi e voi in me".
Ti prendo in parola, Ges.
Mi hai fatto venire un grande desiderio:
sar io stavolta ad entrare a casa tua.



CALENDARIO DELLA SETTIMANA

DOMENICA 25 MAGGIO
Sante Messe ore 9 - 11
N.B.: Le Sante Messe delle 9 e delle 11, vedranno la presenza dei bambini
che partecipano alla celebrazione della Messa della loro Prima Comunione
Ore 10 a Santa Lucia - Ore 18 a Monteggiori
LUNEDI 26
Ore 21 VIA LUCIS: Partenza da Via Illica per viaPardini, Via
benedetti, piazza Pardini
MARTEDI 27
Ore 21 S. Messa presso lAltarino in via Masini 30
MERCOLEDI 28
Ore 21 S. Messa presso lAltarino in via Sarzanese 42
GIOVEDI 29
Ore 14,30 Partenza per Montenero da Piazza degli Alpini
Ore 21 A Santa Lucia, Recita del Rosario presso la Grotta della
Madonna
VENERDI 30
Ore 21 S. Messa presso lAltarino in Via Arginvecchio
SABATO 31 MAGGIO - Visitazione della Beata vergine Maria
Ore 14,30 Pulizia della chiesa
Ore 21 Ritrovo presso il piazzale del Cimitero, processione verso la
Chiesa, Santa Messa e Consacrazione a Maria.
- I rappresentanti dei vari altarini sono invitati a portare i loro stendardi
- I vari gruppi possono partecipare con le loro divise e le loro insegne.
DOMENICA 1 GIUGNO
Sante Messe ore 8,30 - 11
Ore 10 a Santa Lucia - Ore 18 a Monteggiori
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
OFFERTE
100,00 In suffragio dei defunti di R. L.
250,00 Da L. in suffragio di Alfredo