Sei sulla pagina 1di 19

Europa

Europa

1

Europa

Europa Europa 1 Europa Immagine satellitare dell'Europa Stati 46 Superficie 10180000 km²

Immagine satellitare dell'Europa

46

10180000 km²

819263819

80,48 ab./km²

europei

orari Nome abitanti da UTC-1(canarie) a UTC+6 europei Posizione dell'Europa nel mondo L 'Europa (anche

Posizione dell'Europa nel mondo

L'Europa (anche detta Vecchio Continente) è una regione geografica della Terra costituita da un subcontinente che comprende la penisola situata nella parte occidentale del continente Eurasia e le isole ad essa prossime. In seguito a fattori storico-culturali, è comunque tradizionalmente considerata essa stessa un continente, benché fra i ppiccoli:

la sua superficie infatti si estende per soli 10.180.000 km² (estensione soltanto di poco superiore all'Oceania, il continente più piccolo della Terra), popolati tuttavia da 819.263.819 di abitanti che la portano ad essere il terzo continente più popolato (dopo l'Asia e l'Africa).

Il suo confine naturale è costituito per un tratto dal mare: è delimitata a nord dal mare Glaciale Artico, ad ovest dall'oceano Atlantico, a sud dal mar Mediterraneo, a sud-est dal mar Nero e dal Caucaso, ad est dal mar Caspio, dalla catena montuosa degli Urali e dal fiume Ural.

La storia europea e la sua cultura hanno influenzato notevolmente tutto il mondo civilizzato. La penetrazione del mare ha sempre favorito le comunicazioni fra le popolazioni delle diverse regioni e frequenti sono state le migrazioni verso le altre regioni del mondo. Il clima mite di buona parte del continente, inoltre, ha fatto sì che divenisse densamente abitata.

Europa

2

L'origine del nome "Europa"

Il toponimo "Europa" è di origine incerta. La teoria più accreditata è che derivi dal greco antico εὐρύς (eurus), che significa "ampio" [1] e ὤψ/ὠπ-/ὀπτ- (ōps/ōp-/opt-), che significa "occhio, viso", [2] quindi Eurṓpē, "largo sguardo", "ampio d'aspetto". Un'altra ipotesi, avanzata da Giovanni Semerano [3] , suggerisce che l'etimo sia basato su un termine semitico dall'accadico erebu "occidente", [4] come il fenicio 'ereb.

Nella mitologia greca Europa era la figlia di Agenore re di Tiro, antica città fenicia colonia greca e in area mediterraneo-mediorientale. Zeus, innamoratosi di questa, decise di rapirla e si trasformò in uno splendido toro

bianco. Mentre coglieva i fiori in riva al mare Europa vide il toro che le si avvicinava. Era un po' spaventata ma il

toro si sdraiò ai suoi piedi ed Europa si tranquillizzò. Vedendo che si lasciava accarezzare Europa salì sulla groppa

del toro che si gettò in mare e la condusse fino a Creta. Zeus si ritrasformò in dio e le rivelò il suo amore. Ebbero tre figli: Minosse, Sarpedonte e Radamanto. Minosse divenne re di Creta e diede vita alla civiltà cretese, culla della civiltà europea. Il nome Europa, da quel momento, indicò le terre poste a nord del Mar Mediterraneo.

Nascita dell'Europa e degli europei

In epoca greca e romana l'Europa era un termine geografico indefinito, indicante una terra a nord del Mediterraneo della quale non si conoscevano con esattezza i confini settentrionali. Nella ricostruzione del geografo greco Ecateo di Mileto (m. 480 a.C.) la terra comprendeva due continenti divisi dal Mediterraneo, centro del mondo: da una parte l'Europa confinata a nord dalle sconosciute regioni iperboree; dall'altra l'Asia, nella quale erano compresi anche l'Egitto e la Libia.

Assai raramente gli autori latini citano i termini "Europa" ed "europei". Il primo che usa il termine con un significato assai pertinente alla fine del VI secolo fu l'abate irlandese San Colombano, futuro fondatore dell'abbazia di Bobbio, che lo citò (tutus Europae) in una delle lettere al papa Gregorio Magno. Anche il monaco Isidoro Pacensis, usò il termine per indicare i soldati che sotto la guida di Carlo Martello, avevano combattuto a Poitiers (prospiciunt Europenses Arabum tentoria, nescientes cuncta esse pervacua). La battaglia aveva assunto infatti un grande valore simbolico: l'Occidente cristiano idealmente rappresentato dall'Europa, che aveva fermato l'espansione araba; e quindi Isidoro aveva usato l'aggettivo "europeo" per attribuire un'identità collettiva ai guerrieri che avevano fermato gli invasori musulmani.

L'Europa diviene per la prima volta una concreta e nuova realtà politica con l'impero di Carlo Magno. Tra la fine del

VIII e l'inizio del IX secolo, alla fine di un trentennio di guerre contro Longobardi, Avari, Sassoni e Slavi, nasce una

nuova entità nella quale convergono l'antica potenza di Roma, l'autorità spirituale del sommo pontefice e la forza dei giovani popoli germanici. Carlo, un giovane condottiero franco fonda un grande Impero che comprende la gran parte

della parte occidentale del continente, che usa la stessa moneta, che adotta il latino come lingua ufficiale scritta e che

professa una sola religione.

Storia

L'Europa è caratterizzata da una lunga storia di grandi successi culturali ed economici che hanno inizio nell'età del bronzo. L'origine della cultura occidentale è generalmente attribuita agli antichi greci e all'impero romano, che dominò il continente per molti secoli, spingendosi fino oltre il Reno e il Danubio; pur non essendo gli ebrei un popolo di origine europea, la cultura ebraica permeò indirettamente il continente attraverso il Cristianesimo, al punto da essere generalmente considerata l'altro fondamento dell'identità europea.

Dopo l'avvento del Cristianesimo e la caduta dell'Impero romano d'Occidente, l'Europa entrò in un lungo periodo di stasi, riportato dai pensatori rinascimentali come l'età buia, e indicato dagli storici moderni come Medioevo. In questo periodo si ebbe l'Espansione del Cristianesimo in Europa tra V e VIII secolo e molte comunità monastiche salvaguardarono le conoscenze accumulate precedentemente, trascrivendole; tra di esse quelle colombaniane e benedettine.

Europa

3

La fine del Medioevo si ha con l'inizio del Rinascimento che da Firenze si diffonde in tutta l'Europa e la nascita delle nuove monarchie nazionali che demarcarono l'inizio di un periodo di nuove scoperte, di esplorazioni e di sviluppo scientifico. Nel XV secolo il Portogallo aprì la strada delle scoperte, presto seguito dalla Spagna e da diverse altre nazioni europee, in particolare Francia e Gran Bretagna, che costruirono vasti imperi coloniali nei territori di Africa, America, Asia e Oceania.

Dopo l'età delle scoperte, l'idea della democrazia si fece strada in Europa. Ebbero inizio le lotte per l'indipendenza, in particolare in Francia, nel periodo noto come la Rivoluzione francese, alla quale fecero eco molte altre rivoluzioni che si propagarono nel continente insieme alle idee che propugnavano. La nascita della democrazia accrebbe le tensioni già preesistenti, dovute alla competizione per la conquista del Nuovo Mondo. In particolare Napoleone Bonaparte riuscì a formare un nuovo impero francese egemone in Europa, che tuttavia non resse alle guerre contro le coalizioni formate dagli Impero russo e Austria e i regni d'Inghilterra e Prussia appoggiati dal regno di Portogallo e dalla guerriglia messa in atto dalla popolazione spagnola. Successivamente, l'Europa si stabilizzò, anche se così non sarebbe stato per sempre.

Negli anni seguenti gli stati Europei stabilirono un dominio tecnologico, culturale, politico ed economico sul resto

del mondo, conquistando o riducendo in colonie enormi estensioni territoriali in America, Africa ed Asia ed Oceania.

In

questo periodo nacquero in Europa anche nuove ideologie, dapprima il romanticismo seguito poi dal capitalismo,

il

nazionalismo, il comunismo e il darwinismo. Fu comunque un periodo di tensioni sociali caratterizzate

dall'industrializzazione, i moti rivoluzionari del 1848 e dalle politiche espansionistiche dei maggiori stati europei, tenuti in un precario stato di pace durante la fine del secolo dal cancelliere tedesco Otto Von Bismarck grazie ad alleanze che divisero in due il continente.

Nel 1914 tali tensioni sfociarono nella prima guerra mondiale durata fino al 1918 e che vide sconfitti i due più grandi Imperi continentali, quello tedesco e quello austro-ungarico. Le tensioni sociali e fra gli stati europei crebbero nuovamente a tal punto da sfociare nella seconda guerra mondiale, la quale è stata principalmente provocata dalla politica aggressiva messa in atto poco prima dai governi fascisti e nazionalsocialisti rispettivamente d'Italia e Germania appoggiati in Asia dall'Impero Giapponese. Le due guerre prima incrinarono e poi spezzarono l'egemonia del continente sul resto del pianeta lasciando il posto di leader mondiale agli Stati Uniti contrastati solo dall'Unione Sovietica.

Dal 1945 al 1991 l'Europa si ritrovò attraversata dalla cosiddetta cortina di ferro, ovvero la linea di confine fra il blocco occidentale-capitalista e quello orientale-comunista, situazione finita con la dissoluzione dell'Unione Sovietica e che al momento è ancora in fase di assestamento, con la creazione dell'Unione europea, il problema dei rapporti con il mondo arabo nel bacino del mediterraneo e del confronto con il ruolo egemonico assunto dagli U.S.A. nel nuovo scacchiere internazionale. Il fenomeno della globalizzazione è un ulteriore stimolo al processo di unificazione europea, come ha sottolineato Romano Prodi: "L'Europa si trova in una condizione simile a quella dell'Italia del Rinascimento, che era prima in tutto: nell'economia, nell'arte, nella cultura, nella strategia militare. Poi è arrivata la prima globalizzazione (la scoperta dell'America), non ha saputo unirsi ed è sparita dalla carta geografica. Oggi di fronte alla seconda globalizzazione, l'Europa rischia di fare la stessa fine" [5] .

Geografia

Geograficamente l'Europa è una parte del supercontinente eurasiatico.

Il confine ad est del continente parte dai monti Urali in Russia, continuando con il fiume Ural, il mar Caspio e la

depressione del Kuma-Manych a sud, che lo separa dall'Asia. Questa linea di demarcazione fu così definita dallo zar

di Russia fin dal 1730 sulla base dei lavori geografici del tedesco Philip Johan von Strahlenberg. Tuttavia non tutti

accettano questa convenzione: così, al di là del fiume Ural, anche l'Emba può essere usato come confine, e le vette

del Caucaso possono sostituirsi ai fiumi Kuma e Manych.

Il mar Nero, il Bosforo, il mar di Marmara e i Dardanelli concludono il confine con l'Asia. Il mar Mediterraneo a sud separa l'Europa dall'Africa, mentre ad ovest il confine è dato dall'Oceano Atlantico, includendo l'Islanda. Non è

Europa

4

ancora stato concluso il dibattito su dove sia il centro geografico dell'Europa.

Queste frontiere ad est dell'Europa sono soltanto politiche, economiche e culturali, ma non geografiche. Ciò ha dato origine a diverse interpretazioni sui confini europei e quindi sul territorio di cui l'Europa è composta, includendo o escludendo interi paesi. Quasi tutti i paesi europei fanno parte del Consiglio d'Europa, eccetto la Bielorussia, la Città del Vaticano, il Kazakistan e Kosovo.

L'idea del continente Europeo, però, non è universalmente accettata. Alcune aree geografiche all'esterno dell'Europa tendono a riferirsi al continente Euroasiatico o vedono l'Europa come un sub-continente, non essendo completamente circondato dal mare, definibile più come un'area culturale che geografica. In passato questa suddivisione era ritenuta valida per il fatto che separava il territorio dei cristiani dai non cristiani.

La parola Europa è alle volte usata come abbreviazione per l'Unione Europea (UE) (precedentemente Comunità Europea) e dei suoi stati membri, che dal 1º gennaio 2007 sono 27.

La distribuzione delle risorse idriche in Europa è irregolare. Il Vecchio Continente, dopo le Americhe e l'Oceania, è tuttavia il continente con maggiore disponibilità di risorse idriche in rapporto alla popolazione.

Punti estremi

Punto cardinale

Tradizionale

Effettivo

Effettivo (isole e territori annessi)

(massa continentale)

Sud

Est

Caratteristiche fisiche

L'Europa è composta da un insieme di penisole connesse. Le più grandi tra queste sono la "terraferma" europea e la Scandinavia a nord, divise dal mar Baltico. Tre penisole minori, Iberia, Italia e Balcani, spuntano dal margine meridionale dell'entroterra nel mar Mediterraneo, che le separa dall'Africa. Ad est, la terraferma europea si allarga fino al confine con l'Asia sui monti Urali.

I rilievi in Europa mostrano grandi dislivelli in aree relativamente piccole. Le regioni meridionali sono

prevalentemente montuose, mentre, procedendo verso nord, il terreno scende da Alpi, Pirenei e Carpazi, verso altipiani collinosi e poi le ampie e basse pianure del nord, particolarmente vaste a oriente. La zona pianeggiante è conosciuta come la Grande Pianura Europea, e ha il suo centro nella Pianura Tedesca del Nord. Un arco montano

esiste anche sulla costa nord-occidentale, comincia ad ovest con le Isole Britanniche e continua lungo l'asse montagnoso, tagliato dai fiordi, della Norvegia.

Questa è una descrizione semplificata. Sotto regioni come l'Iberia e l'Italia contengono le loro proprie complesse caratteristiche, come la terraferma europea stessa, dove i rilievi contengono molti altopiani, valli dei fiumi e bacini

che complicano la struttura generale. L'Islanda e le Isole Britanniche sono casi speciali. Si credeva che fossero terre a

sé nell'oceano settentrionale che viene considerato come una parte dell'Europa, mentre adesso si pensa che siano aree

montagnose un tempo unite alla terraferma finché l'innalzamento del livello del mare non le ha tagliate fuori.

A causa delle poche generalizzazioni che si possono fare riguardo ai rilievi dell'Europa, non è sorprendente che tante

regioni separate abbiano ospitato altrettante nazioni indipendenti durante la sua storia.

Europa

5

Popolazione europea

La popolazione dell'Europa è circa 731.000.000 abitanti, distribuiti su 10.180.000 km². La densità media è pari a

70/km².

L'Europa, pur essendo uno dei continenti più piccoli, ha un'elevata densità di popolazione, seconda solo all'Asia. Le

cause di tale concentrazione sono da ricercarsi in molteplici fattori, in primo luogo la posizione geografica: l'Europa

è infatti quasi del tutto compresa nella fascia temperata, e l'80% del territorio è utilizzabile per l'agricoltura e le attività umane.

Nel corso dei secoli, il continente Europa ha subito forti incrementi e decrementi di popolazione, legati agli avvenimenti storici. I primi dati attendibili risalgono all'era cristiana, quando si ritiene che in Europa vivessero 40

milioni di persone, intorno alle rive del mar Mediterraneo. Con le invasioni barbariche ci fu un forte calo dovuto alle guerre continue, alle carestie ed epidemie. Intorno all'anno 1000, grazie alla rinascita dell'agricoltura e alla conseguente ripresa economica, la popolazione si assestò nuovamente sulle cifre dei secoli precedenti. A partire dall'XI secolo e fino agli inizi del XIV secolo ci fu un costante aumento: dai circa 35 milioni di abitanti nell'anno 1000, si arrivò a 80 milioni nel 1330. La crescita perdurò fino ad un nuovo crollo nel XIV in seguito a diverse ondate

di peste, la più terribile quella del 1347, che fecero venti milioni di vittime.

Nel Quattrocento la popolazione tornò ad aumentare ininterrottamente, con solo una fase di stagnazione nella prima metà del XVII secolo.

Soltanto agli inizi del Settecento la popolazione tornò ad assestarsi sui 120-125 milioni. La causa dell'incremento fu un forte calo della mortalità infantile, come conseguenza del miglioramento delle condizioni igieniche e sanitarie di gran parte della popolazione, e del progresso economico conseguente alla rivoluzione industriale e alla rivoluzione agricola.

Da quella data in poi l'incremento demografico fu continuo: 180 milioni nel 1800, 390 milioni nel 1900, 700 milioni nel 2000.

Dopo una fase di crescita zero, dal 2000 in poi la popolazione europea ha cominciato nuovamente un declino demografico a causa della diminuzione della natalità.

Il caso dell'Europa è unico al mondo perché tutti gli altri continenti registrano ritmi di crescita decisamente elevati.

Superficie, popolazione e densità degli Stati europei

 

Stato

Superficie,

Popolazione,

Densità,

Capitale

km²

stima al

abitanti

2011/2012

per km²

1

28748

3002859

104,5

2

468

85082

181,8

3

83858

8219743

98

4

30510

11041266

362,1

5

207600

9542883

45,9

6

51129

4622292

90,4

7

110910

7037935

63,5

8

9251

1138071

123

9

0,44

994

2259

10

56542

4480043

79,2

11

43094

5543453

128,6

Europa

6

12

45226

1274709

28,2

13

336593

5262930

15,6

14

547030

65630692

120

15

69700

4570934

65,6

16

357021

81305856

227,7

17

131940

10767827

81,6

18

70280

4722028

67,2

19

103000

313183

3

20

301230

61261254

203,4

21

64589

2191580

33,9

22

160

36713

229,5

23

65200

3525761

54,1

24

2586

509074

196,9

25

25333

2082370

82,2

26

316

409836

1297

27

33843

3656843

108,1

28

1,95

30510

15646,2

29

13812

657394

47,6

30

324220

4707270

14,5

31

41526

16730632

402,9

32

312685

38415284

122,9

33

91568

10781459

117,7

34

244820

63047162

257,5

35

78866

10177300

129,1

36

238391

21848504

91,7

37

17075400

138082178

8,1

38

61

32140

526,9

39

88361

7276604

82,4

40

48845

5483088

112,3

41

20273

1996617

98,5

42

504851

47042984

93,2

43

449964

9103788

20,2

44

41290

7655628

185,4

45

783562

79749461

101,8

46

603628

44854065

74,3

47

93030

9958453

107,1

 

TOTALE

10180000

819263819

80,5

 

Europa

7

Le 38 città più popolate d'Europa

Questa lista rappresenta le città europee per abitanti del territorio comunale, ovvero il perimetro dei confini ufficiali della città vera e propria (in genere il centro storico).

Si tenga presente, tuttavia, che molte città (è il caso di Parigi, Milano, Napoli o Francoforte sul Meno) sono cresciute, nel tempo, ben oltre gli angusti e anacronistici confini amministrativi in cui sono inserite e che parlare di città, in senso completo, significa considerare l'intera area urbana.

Dati relativi alle municipalità.

Posizione

Città

Stato

Popolazione

Data

1.

1. Mosca Russia 11551930  

11551930

 

2.

8917988

31 dicembre 2009 [11]

3.

8025000

 

4.

4968520

 

5.

3801872

 

6.

3373049

 

7.

2983300

 

8.

2700000

 

9.

2211297

 

10.

1931838

 

11.

1800821

 

12.

1780000

 

13.

1773218

 

14.

1710000

 

15.

1702297

 

16.

1631082

 

17.

1615908

 

18.

1492337

 

19.

1461000

 

20.

1372975

 

21.

1326807

 

22.

1324252

 

23.

1260000

 

24.

1241878

 

25.

1180238

 

Europa

8

26.

1133400

27.

1099174

28.

1080000

29.

1068267

30.

1057438

31.

Ufa Ufa

1029400

32.

1017681

33.

1001653

34.

1001200

35.

995397

36.

987142

37.

843139

38.

820900

Flora e fauna europea

Avendo vissuto fianco a fianco con la civiltà agricola e industriale per millenni, animali e piante europei sono profondamente segnati dalla presenza e attività dell'uomo. Con l'eccezione della Scandinavia e della Russia, si possono trovare poche aree incontaminate e selvatiche in Europa, eccetto i parchi naturali.

La principale vegetazione naturale che ricopre l'Europa è la foresta. Le condizioni per la sua crescita sono molto favorevoli. A nord, la Corrente del Golfo e la Corrente del Nord Atlantico riscaldano il continente, a sud il clima è mediterraneo, e ci sono frequenti siccità estive in questa regione. Le creste delle montagne hanno spesso molta

influenza sulle condizioni climatiche, alcune (Alpi, Pirenei), sono orientate dall'est all'ovest e permettono al vento di portare grandi masse d'acqua dall'oceano verso l'interno. Altre sono orientate da sud a nord (Montagne Scandinave, Alpi Dinariche, Carpazi, Appennini) e siccome la pioggia cade prima dal lato delle montagne orientato verso il mare,

le foreste crescono meglio da questa parte, mentre dall'altro lato, le condizioni sono molto meno favorevoli. Su pochi

angoli dell'Europa non è pascolato il bestiame nei millenni, e la massiccia deforestazione ha causato danni incalcolabili all'ecosistema originario.

Un tempo l'Europa era coperta tra l'80% e il 90% dalle foreste, che si estendevano dal Mediterraneo all'Artico.

Sebbene più della metà delle foreste originarie siano scomparse nei secoli di colonizzazione, l'Europa ha ancora p

di un quarto delle foreste mondiali, abeti nelle foreste della Scandinavia, vaste foreste di pini in Russia, castagno nel

Caucaso, e la quercia nel Mediterraneo. Recentemente, la deforestazione si è arrestata e molti alberi sono stati piantati. Comunque, spesso le conifere sono state preferiti agli originali alberi decidui, per via del veloce tempo di crescita. Le piantagioni e le monocolture adesso coprono vaste aree di terra, e questo offre pochi habitat per le specie animali originarie delle foreste europee. L'ammontare delle foreste originarie in Europa Occidentale è solo dal due al tre per cento, nella Russia europea dal cinque al dieci per cento. Il paese meno coperto da foreste è l'Irlanda (8%), quello più coperto è la Finlandia (72%).

Nella terraferma, prevalgono le foreste decidue. Le specie più importanti sono il faggio, la betulla e la quercia. Nel nord, dove cresce la taiga, la betulla è molto comune. Nel Mediterraneo, molti ulivi sono stati piantati, i quali si adattano molto bene al clima arido estivo. Un'altra specie comune nell'Europa Meridionale sono i cipressi. Le foreste

di conifere prevalgono ad altitudini elevate, sopra il confine delle foreste, e nel nord di Russia e Scandinavia,

Europa

9

all'avvicinarsi dell'Artico, predomina la tundra. Le regioni semi-aride del mediterraneo ospitano anche piante del sottobosco. Una stretta lingua della prateria euroasiatica, la steppa, si estende verso est dall'Ucraina e la Russia meridionale verso l'Ungheria, e attraversa la taiga nel nord.

Sono endemiche europee due Specie di palme, la Chamaerops humilis, detta anche palma nana o di San Pietro del Mediterraneo meridionale, e la Phoenix theophrasti o dattero di Creta, dell'isola omonima.

La più recente glaciazione e la presenza dell'uomo, hanno influenzato la distribuzione della fauna europea. In molte parti dell'Europa, predatori e grandi animali sono stati cacciati fino all'estinzione. Il mammut e l'uro si sono estinti, e oggi, lupi (carnivori) e orsi (onnivori), sono a rischio di estinzione, mentre un tempo si trovavano quasi ovunque nell'Europa. Comunque, la deforestazione ha costretto questi animali a ritirarsi sempre di più. Già nel Medioevo l'habitat degli orsi era limitato a montagne più o meno inaccessibili con abbastanza copertura boschiva. Oggi, l'orso bruno vive principalmente nella penisola balcanica, nel nord e nella Russia; un minor numero di esemplari persiste ancora in Europa (Austria, Pirenei, ecc.) ma in queste aree sono frammentati ed emarginati per la distruzione del loro habitat. Nell'estremo nord dell'Europa si può trovare l'orso polare. Il lupo, il secondo più grande predatore in Europa dopo l'orso bruno, si può trovare principalmente nell'Europa Orientale e nei Balcani.

Altri carnivori importanti sono la lince eurasiatica, il gatto selvatico, le volpi (specialmente la volpe rossa), sciacalli,

montagne marmotte, stambecchi e camosci tra gli altri.

diversi uccelli e mammiferi, come roditori, cervi, caprioli e cinghiali, nelle

),

Anche le creature marine sono importanti per la flora e la fauna europee. La flora marina è specialmente fitoplancton. Altri animali importanti che vivono nei mari europei sono zooplancton, molluschi, echinodermi, crostacei, calamari, polpi, pesci, delfini e balene.

Alcuni animali vivono in grotte, come i protei ed i pipistrelli.

Turismo

Il turismo è uno dei settori più sviluppati dell'economia

del continente. L'Europa è infatti il continente che

concentra le più svariate e visitate attrazioni turistiche

al mondo, potendo contare sui suoi millenni di storia

che le hanno tramandato innumerevoli vestigia monumentali, città d'arte, ma vanta anche attrazioni paesaggistiche, naturalistiche, parchi divertimento.

paesaggistiche, naturalistiche, parchi divertimento . Cracovia , Polonia Stati europei L'Europa comprende 45

Stati europei

L'Europa comprende 45 stati indipendenti [12] , elencati

di seguito (tra parentesi è riportata la capitale). Georgia,

Armenia, Azerbaigian, Turchia e Kazakistan sono considerati paesi asiatici, ma sono qui riportati perché una parte dei loro territori è europea, o perché sono strettamente legati all'Europa per ragioni storiche e culturali.

Europa

11

Dipendenze separate

Territori con status incerto o controverso

Abkazia (repubblica auto-proclamata, riconosciuta a livello internazionale solamente dalla Russia, dal Nicaragua, dal Venezuela e da Nauru, all'interno della Georgia)

e da Nauru, all'interno della Geor g ia ) • Kosovo ( repubblica auto-proclamata, riconosciuta a

Kosovo (repubblica auto-proclamata, riconosciuta a livello internazionale solo da alcuni stati, all'interno della Serbia)

Nagorno-Karabakh (repubblica auto-proclamata, non riconosciuta a livello internazionale, all'interno dell'Azerbaigian)

Ossezia del Sud (repubblica auto-proclamata, riconosciuta a livello internazionale solamente dalla Russia, dal Nicaragua, dal Venezuela e da Nauru, all'interno della Georgia)

Repubblica Turca di Cipro del Nord (repubblica auto-proclamata, riconosciuta a livello internazionale solamente dalla Turchia, nella parte settentrionale di Cipro)

p roclamata, riconosciuta a livello internazionale solamente dalla Turchia, nella parte settentrionale di Cipro )
p roclamata, riconosciuta a livello internazionale solamente dalla Turchia, nella parte settentrionale di Cipro )
p roclamata, riconosciuta a livello internazionale solamente dalla Turchia, nella parte settentrionale di Cipro )
p roclamata, riconosciuta a livello internazionale solamente dalla Turchia, nella parte settentrionale di Cipro )

Europa

12

Transnistria ( repubblica auto-proclamata, non riconosciuta a livello internazionale, nella parte orientale della Moldavia Transnistria (repubblica auto-proclamata, non riconosciuta a livello internazionale, nella parte orientale della Moldavia)

Territori che hanno chiesto l'indipendenza

Cecenia ( all'interno della Federazione Russa ) Cecenia (all'interno della Federazione Russa)

Paesi Baschi ( all'interno della Spagna e della Francia ) Paesi Baschi (all'interno della Spagna e della Francia)

[18]

Regioni dell'Europa

Le suddivisioni dell'Europa sono molto arbitrarie, in quanto esistono pochi consensi per le molte definizioni che sono state proposte. Non esiste alcuna precisa convenzione geografica; la seguente mappa rappresenta, comunque, l'idea più comune di quali nazioni costituiscono le varie regioni del continente.

• Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa (CCRE) [19]

Europa occidentale

L'Europa Occidentale (in rosso sulla mappa), include Gran Bretagna, Irlanda, Francia e il Benelux (Belgio, Olanda e Lussemburgo). In certi casi, include anche la Germania, anche se è più appropriato considerarla nell'Europa Centrale. In altri casi, il concetto di Europa Occidentale si riferisce all'intera metà occidentale dell'Europa, includendo la Penisola Iberica (Spagna, Portogallo, Andorra), la penisola italiana (Italia, San Marino, Città del Vaticano), i paesi nordici (Norvegia, Svezia, Finlandia, Islanda, Danimarca), e i paesi alpini (Germania, Svizzera, Liechtenstein, Austria, Slovenia) e Monaco. Usato in senso storico o politico (riferendosi alle divisioni della Guerra Fredda), il termine può includere anche la Grecia e la Turchia.

), il termine può includere anche la Grecia e la Turchia. Le varie regioni dell'Europa, rappresentate

Le varie regioni dell'Europa, rappresentate su mappa

Europa

13

Europa centrale

Europa centrale (in azzurro sulla mappa) è un termine meno usato rispetto a Europa occidentale e orientale e spesso

le sue nazioni sono classificate nell'una o nell'altra categoria. Solitamente, riferendosi all'Europa centrale, si

intendono il Gruppo di Visegrad (Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria), e i Paesi Alpini (Svizzera, Liechtenstein, Austria, Slovenia, Germania).

Europa orientale

Europa orientale (in arancione sulla mappa), non è un concetto ben definito, come per l'Europa occidentale. Include molte repubbliche della ex Unione delle Repubbliche Sovietiche Socialiste (Bielorussia, Kazakistan, Moldavia, Russia, Ucraina), spesso le Repubbliche Baltiche (Lettonia, Lituania), più raramente la Polonia. Spesso include anche il Caucaso, o i paesi Transcaucasiani (Armenia, Azerbaijan, Georgia), sebbene questi possano anche essere

considerati parte dell'Asia. In un più ampio contesto economico/politico, potrebbero anche essere compresi il Gruppo

di Visegrad (Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria), e i Balcani (Albania, Bosnia Erzegovina, Bulgaria,

Croazia, Grecia, Macedonia, Serbia, Montenegro). Durante la Guerra Fredda, i Paesi Comunisti del Blocco Sovietico (gli appartenenti al Patto di Varsavia), erano definiti come "Europa orientale". Spesso il termine però include anche paesi non appartenenti al Blocco Sovietico come l'Albania e la Ex Jugoslavia.

Europa settentrionale

L'Europa settentrionale (in viola sulla mappa) è rappresentata come l'insieme dei paesi nordici ("Scandinavia" nel suo senso più ampio: Norvegia, Svezia, Finlandia, Islanda e Danimarca). Spesso anche l'Estonia viene considerata come un paese nordico, per la sua localizzazione e per i forti legami culturali con la Finlandia. Il termine Europa settentrionale, però, di solito ricopre un'area più ampia, come parte dell'Europa a nord delle Alpi. In questo caso, comprende le Isole Britanniche (Gran Bretagna e Irlanda), il Benelux (Belgio, Olanda e Lussemburgo), la Francia settentrionale, la Germania, i paesi baltici (Estonia, Lettonia e Lituania), a volte anche Polonia e Russia.

Europa meridionale

Europa meridionale (in verde sulla mappa), è un termine usato in modo simile a quello di Europa settentrionale. Include la Penisola Iberica (Spagna, Portogallo, Gibilterra e Andorra), la penisola Italiana (Italia, San Marino, Città del Vaticano), Monaco e la Penisola Balcanica (Albania, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Grecia, Macedonia, Romania, Serbia, Montenegro e Kosovo). Di solito il rimanente Stato Mediterraneo, ovvero Malta, e la Tracia orientale (in Turchia) sono inclusi a loro volta. In senso culturale si potrebbero comprendere anche la Francia meridionale e la Corsica.

Asia

Alcuni stati hanno dei territori compresi sia in Europa che in Asia del nord(rosa). Questi sono: Russia, Kazakistan, Turchia, Azerbaijan, Grecia (alcune isole dell'Egeo sotto il paese ellenico sono in Asia) e Georgia. I loro territori asiatici sono colorati in rosa chiaro. Altri stati sono completamente nel continente asiatico, ma sono considerati parte dell'Europa per ragioni storiche e culturali (Armenia, Cipro) e sono colorati in rosa scuro. Anche l'enclave dell'Azerbaijan di Nakhchivan è colorata in rosa scuro perché non è un'estensione continua del territorio dell'Azerbaigian.

Europa

14

Voci correlate

Liste e tavole

Note

[1] εὐρύς (http://www.perseus.tufts.edu/hopper/text?doc=Perseus:text:1999.04.0057:entry=eu)ru/s), Henry George Liddell, Robert Scott, A Greek-English Lexicon, on Perseus [2] ὤψ (http://www.perseus.tufts.edu/hopper/text?doc=Perseus:text:1999.04.0057:entry=w)/y), Henry George Liddell, Robert Scott, A Greek-English Lexicon, on Perseus [[33]] Le origini della cultura europea. Vol. II. Dizionari etimologici. Basi semitiche delle lingue indeuropee. Tomo I: Dizionario della lingua greca; tomo II: Dizionario della lingua latina e di voci moderne,(Firenze 1994). [4] Etymonline: European (http://www.etymonline.com/index.php?term=European) [5] Romano Prodi, Discorso alla Fiera di Forlì, 14 giugno 2012 (http://www.forlitoday.it/politica/

[6] In realtà Knivskjellodden è situato su un'isola, anche se vicinissima e non considerata tale. Il punto sulla terra ferma è il sempre norvegese Capo Nordkinn [7] In realtà la Terra di Francesco Giuseppe, isola russa, è molto più settentrionale, ma non è considerata geograficamente parte dell'Europa

Europa

15

[8] Se si considerassero le Isole Madeira o le Canarie come territori europei, dato che geograficamente associate all'Africa ma politicamente dipendenti da Portogallo e Spagna, sarebbero il punto più meridionale [9] Da molti, specialmente irlandesi, questo punto viene considerato come il più occidentale d'Europa. Ciò è inesatto dato che l'Islanda è decisamente più ad ovest, anche se comprensibile data la lontananza dell'isola nordica dalla massa continentale europea rispetto all'Irlanda. La convinzione deriva dal fatto che anticamente l'Islanda non era del tutto considerata una terra europea quanto artica. Ma il fatto curioso è che non si considerino le Isole Blasket, situate proprio davanti al promontorio: a quel punto Tearaght Island dovrebbe essere il punto più ad ovest d'Europa, cosa che comunque non è. [10] Se si considerassero tutte le varie dipendenze politiche europee, le Isole Azzorre dovrebbero essere il punto più occidentale, o addirittura le Isole Cayman. Sulle Azzorre c'è anche un rilievo geologico da fare, dato che sono disposte su due placche terrestri distinte: considerando l'interno arcipelago il primato spetterebbe a Flores, altrimenti considerando solo la placca eurasiatica sarebbe Faial la più occidentale [11] (http://report.tuik.gov.tr/reports/rwservlet?adnksdb2=&report=buyukbelediye.RDF&p_kod=1&p_yil=2009&p_dil=2&

[12] Il Kosovo è in litigio per l'indipendenza, non riconosciuto per l'UE ma da qualche paese. Vedere Relazioni internazionali del Kosovo [[1313]] Alcune isole prossime alla Turchia sono geograficamente in Asia. [[1414]] Le Isole Pelagie e l'Isola di Pantelleria sono geograficamente in Africa. [[1515]] La porzione europea consiste nei territori ad ovest degli Urali e del fiume Ural; il Caucaso russo è a volte considerato parte dell'Europa per ragioni storiche e culturali. [16] Escluse le città di Ceuta e Melilla, che si trovano in Africa. [[1717]] La parte europea comprende i territori a nord-ovest del Bosforo e dello stretto dei Dardanelli. [[1818]] Questi territori, pur avendo richiesto l'indipendenza, non sono indipendenti né a livello internazionale né come autoproclamati [19] http://www.ccre.org/

Altri progetti

http://www.ccre.org/ Altri progetti • • • • • Wikibooks contiene testi o manuali: http:

Wikibooks contiene testi o manuali: http://it.wikibooks.org/wiki/Wikijunior Europa

Wikinotizie contiene notizie di attualità: http://it.wikinews.org/wiki/Categoria:Europa

Wikiquote contiene citazioni: http://it.wikiquote.org/wiki/Europa

Wikizionario contiene la voce di dizionario: http://it.wiktionary.org/wiki/Europa

Collegamenti esterni

• Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa (CCRE) (http://www.ccre.org/)

Fotografia

• Fotografia dell'Europa (http://www.europepictures.gm)

Note

[[11]] Stato o dipendenza fisicamente asiatico ma generalmente considerato europeo sotto il profilo antropico [2] Stato con territorio del tutto o in parte in Asia secondo le diverse convenzioni geografiche [3] Stato con la maggior parte del proprio territorio in Asia

Fonti e autori delle voci

16

Fonti e autori delle voci

Europa Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=57291483 Autori:: %Pier%, *Raphael*, -kayac-, .anaconda, .mau., 71201A, AKappa, Abragad, Aedo89, Aleksander Sestak, AlessioMela, Alexander VIII, Alexander59, Alfio, Alkalin, Andrea45, Antonellawww, Antonio Jesus Pablo Costa Carmona da Silva Serra, Aplasia, Argo86, Ary29, Ask21, AttoRenato, Auphi, Austro, Avemundi, Avesan, Azrael555, BC&tSK, Baku, Barbaking, Bennny, BilloK, Biopresto, BischofMixa, Blueduster, Bradipo Lento, Bramfab, Brownout, Bufalo70, Buggia, Bukkia, Bultro, Calabash, Carlo.Ierna, Castagna, Castedino, Cefa96, Centrifuga, Cesalpino, Civvì, Cody escadron delta, Contezero, Cotton, Crisarco, Cruccone, DE.MOLAI, DaniDF1995, Daniele Pugliesi, Darth Kule, Dave95Ct, Davide, Davide21, Davitoffi, Dch, Dedda71, Dega180, Demart81, Dennis, Disgusto, Doc.mari, Dome, Domenico De Felice, Domyinik, Dr Zimbu, DrQuantum, Drake93, Dvdsca, Eddie619, Ediedi, Edoardo Cavaleri, Elcairo, Elisabetta pili, Elitre, ElpJo84, Elwood, Equilibri, Erinaceus, Ermy2, Estebandh, Eumolpa, Eumolpo, F l a n k e r, Fafabifiofo, Fantasma, Federico 2010, Fire90, Frameme, Francesco.mazzucotelli, Francescorussig, Francisco83pv, Frankino96, Franz Liszt, Frazzone, Freepenguin, Frigotoni, Furyo Mori, Gabriele Conti, Gac, Gacio, Gaetanogambilonghi, Gazal Cotre, Gdmercury, Ge1893, Gian-, Gigillo83, Ginosal, GiorgioCha, Giovannigobbin, Gipsy, Giuse93, Gliu, Godzillante, Goolia99, Greg Hansenson, Guidomac, Gusme, Gvnn, Hallucination, Hamed, Helios, Hellis, Henrykus, Hill, Homer, Ianezz, Ignlig, Il rivoluzionario, ImHotNCold, IndyJr, Inu-Yasha, Joachim, Johnlong, Jok3r, JosefHamacher, JuTa, KS, Kal-El, Kanchelskis, Keduqu, Keltorrics, Klaudio, Kronin, L'Insettologo, L736E, Lalupa, Larry Yuma, Laurentius, Lck, Loroli, Losògià, Luckyz, Luisa, Lukadomo, LukeWiller, Lulo, M7, MM, Mac9, Madboy74, Madeco, Magnum2008, Malachia51, MapiVanPelt, Marc.soave, Marccko, Marcok, Mario1952, Mark91, Markos90, Marluk, Massimiliano Panu, Matteo Pedani, Matteo.marascio, Maurizio Maruggi, Max Canal, MaxDel, Melkor II, Melos, Merovingian, Mess, Miceli vincenzo, Mickey83, Midnight bird, Mikebond, Mino71, Mircko, Mnadai, Moldrek, Mox83, Mtrnz, Mura Roberto, NaplesMetro, Nepenthes, Nettuno16, Nick1915, Nickanc, Nickname, Nicolabel, Nicoli, No2, Nubifer, Number55, Olando, OrbiliusMagister, Orion2011, Orso della campagna, Paginazero, PandeF, Paola Severi Michelangeli, Paolo Di Febbo, Pascar, Pequod76, Petrik Schleck, Phantomas, Piddu, Piero Montesacro, Pil56, Poweruser, Pracchia-78, PravoSlav, Qbert88, Radrac, Rago, Renato Caniatti, Retaggio, Riccardo.fabris, Riccardov, Rimigliano, Ripepette, Rob-ot, Rojelio, Sailor-Sun, Salsa88, Salvo da Palermo, Sannita, Sanremofilo, Sentruper, Senza nome.txt, Sergio Cannata, Sergio N. Carlini, Shapo, Shivanarayana, Simo ubuntu, Simone, Simone976, Sir marek, Sisterold, Snowdog, Socho-sama, SpeDIt, SteGrifo27, Suisui, Superalessandro, Swirlan, Syrio, TERvv2, Tanet, Tano-kun, Taueres, Thorin III, Ticket 2010081310004741, Tirinto, To011, Torredibabele, Trixt, Tuamamma2498, Turgon, Turillazzo, Urzyken, Valerio79, Viscontino, Vituzzu, Wikichri, Wikipedia Express, Wind of freedom, Xander89, Yiyi, Zack Tartufo, Zappuddu, Zip, Zuzu macumba, ^musaz, Сербијана, 820 Modifiche anonime

Fonti, licenze e autori delle immagini

File:Europe satellite orthographic.jpg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Europe_satellite_orthographic.jpg Licenza: Public Domain Autori:: Flamarande, Ghalas, Herbythyme, Mapmarks, Villy, Wknight94, Wutsje, 5 Modifiche anonime

File:Europe orthographic Caucasus Urals boundary.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Europe_orthographic_Caucasus_Urals_boundary.svg Licenza: GNU Free Documentation License Autori:: Europe_(orthographic_projection).svg: Ssolbergj derivative work: Dbachmann (talk)

File:Flag of Norway.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Flag_of_Norway.svg Licenza: Public Domain Autori:: Dbenbenn

File:Flag of Spain.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Flag_of_Spain.svg Licenza: Public Domain Autori:: Pedro A. Gracia Fajardo