Sei sulla pagina 1di 18

Legami chimici

Quasi tutti gli atomi presenti in natura non amano rimanere soli, ma preferiscono legarsi con altri atomi per formare le molecole. La tendenza degli atomi a formare fra loro i legami chimici dovuta alle propriet particolari dei loro elettroni. Gli elettroni non orbitano attorno al nucleo in modo causale, ma si dispongono su strati ben precisi, detti livelli energetici.
Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

Quando un livello pieno, gli elettroni devono occupare quello successivo, finch tutti trovano il loro posto. Un atomo con l'ultimo livello energetico completo particolarmente stabile e poco reattivo. Ci si verifica solo nei gas nobili, i pochi elementi che non formano legami. Tutti gli altri atomi devono collaborare tra loro scambiandosi e prestandosi alcuni dei loro elettroni, i cosiddetti elettroni di valenza, affinche l' ultimo livello energetico sia completo. Questo e' il principio del legame chimico
Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

Tipi di legami
Ci sono vari tipi di legami: Il legame ionico Il legame covalente Il legame metallico

Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

Legame ionico
Il legame ionico un legame tra ioni di segno opposto. Tali ioni si formano da atomi aventi differenza di elettronegativit superiore al limite convenzionale di 1,7: in queste condizioni, l'atomo pi elettronegativo priva l'altro di un elettrone, Il primo atomo diventa uno ione con carica negativa; il secondo uno ione con carica positiva.
Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

Il legame ionico un legame chimico di natura elettrostatica che si forma quando le caratteristiche chimicofisiche dei due atomi sono nettamente differenti, e vi soprattutto una grande differenza di elettronegativit tra i componenti. Per convenzione si suole riconoscere un legame ionico tra due atomi quando la differenza di elettronegativit, maggiore di 1,7. Al diminuire di tale differenza cresce il carattere covalente di un legame.
Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

A differenza del legame covalente che si produce lungo la direzione stabilita dagli orbitali di legame, il legame ionico non direzionale. Lattrazione tra cariche di segno opposto infatti, non si sviluppa in un'unica direzione ma agisce con ugual forza, in tutte le direzioni con simmetria sferica (a pari distanza).
Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

Il legame ionico
Alcuni atomi raggiungono l'ottetto stabile acquistando o cedendo degli elettroni. In questo modo l'atomo acquista una carica elettrica positiva o negativa, a seconda che ceda o acquisti un elettrone.

Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

Un atomo che cede uno o pi elettroni verr ad avere un numero di protoni maggiore di quello degli elettroni; non risulter quindi neutro ma elettricamente positivo. Si dice che diventato uno ione positivo.

Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

Un atomo che acquista uno o piu' elettroni verr ad avere un numero di elettroni maggiore di quello dei protoni; non pi neutro , ma elettricamente negativo. diventato uno ione negativo.

Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

Il legame che si stabilisce tra due atomi di questo tipo si dice legame ionico ed dato dalle forze elettriche opposte che si attraggono

Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

IL LEGAME COVALENTE
IL LEGAME COVALENTE

Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

Legame covalente
un legame covalente si instaura quando avviene una sovrapposizione degli orbitali atomici di due atomi con elettronegativit inferiore a 1,89

Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

Ci avviene per una ragione ben precisa: gli atomi tendono al minor dispendio energetico possibile, ottenibile con la stabilit della loro configurazione elettronica (ad esempio l'ottetto).

Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

Un legame covalente quindi il risultato di interazione elettrostatica che coinvolge i nuclei. Quando la nube elettronica distribuita simmetricamente il legame risulta non polarizzato. In questo caso si parla di legame covalente omopolare o puro.
Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

IL LEGAME METALLICO
Il legame metallico tipico dei metalli, elementi che tendono a cedere eletroni con estrema facilit, e quindi elettropositivi.

Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

Gli atomi dei metalli hanno gli elettroni pi esterni liberi di muoversi, per cui creano nubi di cariche elettriche negative attorno agli atomi dei metalli, diventati facilmente ioni positivi.

Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1

L'attrazione elettrica fra la nube di elettroni negativi e gli ioni positivi crea un legame, detto legame metallico.

Dr. M. GRAPPONE DIRIGENTE MEDICO ASL AV1