Sei sulla pagina 1di 3

Al Sig. Presidente del Consiglio Dott. Mario Monti Al Sig. Ministro della Giustizia D.ssa Paola Severino Al Sig.

Ministro dellInterno D.ssa Anna Maria Cancellieri Al Sig. Procuratore Nazionale Antimafia Dott. Piero Grasso Al Sig. Vice Presidente Consiglio Superiore della Magistratura On. Prof. Michel Vietti Al Sig. Procuratore della Repubblica di Caltagirone Dott. Paolo Giordano Al Sig. Prefetto di Catania D.ssa Francesca Cannizzo Al Sig. Sindaco di Caltagirone Dott. Nicola Bonanno Al Sig. Sindaco di Scordia Dott. Angelo Agnello Alla Redazione del giornale quotidiano LA STAMPA - Torino Alla Redazione del giornale quotidiano AVVENIRE Milano Alla redazione del giornale quotidiano LA SICILIA Catania Alla Redazione del sito internet Scordia.info Scordia A nome di tutti i soci dellAS.A.E.S. Associazione Antiracket Nicola DAntrassi di Scordia, che qui si sottoscrivono, esprimiamo la nostra allarmata preoccupazione per il rischio di chiusura del Tribunale e della Procura di Caltagirone. Fin da quando ci siamo costituiti in associazione, quindici anni fa, abbiamo avuto un rapporto di eccezionale collaborazione e sostegno con il Procuratore pro-tempore, fatto di periodiche visite reciproche e di organizzazione di eventi mirati alla promozione della legalit sul territorio del calatino. Il nostro territorio di riferimento , e non pu essere altro, che il comprensorio del Calatino sud Simeto. Territorio di gente laboriosa e onesta, ma anche terreno infido di cosche mafiose note nella storia per la loro violenza e per la radicalizzazione nel tessuto produttivo e agricolo in particolare. In questo contesto abbiamo cercato con tutte le nostre forze di rendere permeabile un contesto sociale altrimenti impermeabile, per la nota tendenza allomert di alcune fasce sociali, e di rappresentare quasi degli anticorpi della societ sana contro le infiltrazioni mafiose come ci ha definiti in un incontro lex capo dello Stato Carlo Azeglio Ciampi.

AS.A.E.S. Nicola DAntrassi Scordia/CT tel. 3397587410 fax 095 7935285

Non tutte le battaglie le abbiamo vinte, ma i risultati sono stati fino ad ora eccellenti diffondendo nel territorio, con particolare riferimento al mondo imprenditoriale, una sempre pi estesa e radicata cultura della legalit. Questa concezione del senso dello Stato ha trovato terreno fertile e ha fatto raggiungere allAS.A.E.S. la quota di oltre cento soci, tutti imprenditori con partita IVA, provenienti anche da alcuni dei centri vicini come Militello, Palagonia, Ramacca ecc. Tutto ci grazie al sostegno, allincoraggiamento, alla disponibilit, alla professionalit e alla vicinanza della Procura di Caltagirone alla quale ci siamo sempre rivolti per segnalare le anomalie mafiose del territorio, per accompagnare imprenditori sotto pressione per racket o usura, per dimostrare agli imprenditori, ai cittadini, ai giovani, agli studenti, perfino agli scolari, che lo STATO sempre vicino a chi sceglie per la sua vita la cultura della legalit e ripudia lomert e le tentazioni delinquenziali e mafiose. La chiusura del Tribunale e della Procura di Caltagirone farebbe crollare il sistema di certezze messo in piedi in tanti anni di sacrifici, rischi e impegno e minerebbe in modo devastante il patrimonio di credibilit che ci siamo guadagnati fino ad ora, prestigio che ci continuamente riconosciuto dalle forze dellordine con cui abbiamo sempre collaborato Carabinieri, Polizia, G.d.Finanza e dalla stessa Prefettura di Catania. Senza il Tribunale e la Procura di Caltagirone ci mancher il confronto immediato e costruttivo fondato sulla conoscenza reciproca del territorio e dei suoi personaggi attori dellillegalit, si rischier di rendere sterile la nostra azione di contrasto alle cosche locali, soprattutto nella fase della loro costituzione e/o ricostituzione, e ci esporr al rischio di ritorsioni da parte della malavita non avendo pi la copertura in sede locale delle nostre attivit che, vogliamo sottolineare, sono sempre state di puro volontariato. Facciamo appello a tutti i destinatari di questo messaggio perch ascoltino questo nostro grido di forte preoccupazione e cerchino di evitare un atto incosciente che rischierebbe di restituire alla malavita il controllo del territorio dove tutti noi soci dellAS.A.E.S. con tanti sacrifici e rischi operiamo quotidianamente, rendendo vane le nostre azioni di contrasto alle organizzazioni malavitose. Scordia 20 giugno 2012 Il Direttivo e tutti i soci
Saro Barchitta Presidente Agostino Gambera Vice presidente Filippo Di Stefano Consigliere Maurizio Guercio Consigliere Paolo Sinatra Consigliere Sebastiano Trichini Consigliere Pino Mud Consigliere Luisella Burtone segretario I soci: Agnello Giuseppa Alba Sebastiano Amato Salvatore Azzara Roberto Azzaro Sebastiano Barresi Orazio Biancoviso Mario Bill Alfio Bufalino Gaetana Buonvino Emilia Burtone Nella Calandra Gaetano Caniglia Emanuele Caniglia Santi Cannizzaro Giuseppe Caruso Massimo Caruso Ugo Cavalli Tindara Centamore Orazio Cirinn Giuseppe Contarino Giuseppe AS.A.E.S. Nicola DAntrassi Scordia/CT tel. 3397587410 fax 095 7935285

Corsaro Luigi Cosentino Giovanni Cosentino Mariagrazia Cottone Emanuela DAgosta Francesco DAgosta Sebastiano DImprima Mariarosa DOscini Salvatore Di Benedetto Cettina Di Benedetto Vincenzo Di Silvestro Giuseppe Drago Rocco Favara Salvatore Ferraro fiorentino Gaetano Ferraro Gaetana Frazzetto Lucio Freyberg Von Rudolf Galia Maria Gambera Carmelo Gambera Liberata Gambera Lucio Higor Garofalo Francesco Garofalo Salvatore Guastella Massimo Guercio Francesco Gulinello Marco Incontro Andrea Luca La Rosa Antonino La Spina Salvatore Lardaruccio Rocco Lo Presti loredana Lupica Gaetano Mangano Giuseppe Marchese Giovanni Mercante Carmelo Milluzzo Giuseppa Naselli Carmela Pappalardo Sebastiano Parisi Pietro Patania Giuseppe Piraneo Carlo Pisano Maria Grazia Pisano Mario Pisasale Antonino Raciti Sebastiano Riscignolo Fratelli Russo Angelo Russo Giovanni Russo Salvino Saladdino Salvatore Scir Domenico Scir Stefano Spagnolo Mud Spicchiale Sebastiano Tambone Sebastiano Tramontana Agrippina Tramontane Gesualdo Valenti Antonino Valenti Sebastiano Zappal Giuseppe

AS.A.E.S. Nicola DAntrassi Scordia/CT tel. 3397587410 fax 095 7935285