Sei sulla pagina 1di 7

S OL

I
CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS F.I.S.S.C.

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

I M P I A N T I F O T O V O LTA I C I E D E O L I C I

Un Leader con una grande forza... QUELLA DELLA NATURA

AFFILIATO

Viale della Repubblica, 73/77 - Montecorvino P (Sa) . Tel. 0828.354767 www.esisolar.com

ALERNOranata g
www.salernogranata.it
via r. jemma, 337 battipaglia (sa) tel. 0828.300440 info@artigraf.org

PERIODICO SPORTIVO - ANNO 0 - NUMERO 10 - DOMENICA 06 MAGGIO 2012

DISTRIBUZIONE GRATUITA

In Collaborazione con:

Direttore Commerciale Gianfranco PAOLINI


Offrono un impianto Fotovoltaico e/o un Minieolico, con tanti servizi, dove bastano poche mosse per averli. Finanziamento, installazione. monitoraggio e garanzia dellimpianto TUTTO CHIAVI IN MANO
N.B.: ESCLUSIVISTI PER SALERNO E PROV. E AVELLINO E PROV. DI TEGOLE E TENDE FOTOVOLTAICHE
ESI SOLAR & GREEN POWER cercano personale ambosessi da inserire nel proprio organico. Zone di competenza: Campania, Basilicata. Calabria, Lazio eP.zza Medaglie Doro, 1 Puglia. Offresi ottimi guadagni mensili, benefits, formazione e strategie di mercato EnelSalerno Fratte - GRATUITE. Lavorazione Marmi ePer info: Cell. 327.3391326 366.4361160 Monumenti Funerari, Articoli Bronzi, Fotoceramiche

iamo giunti, al termine del campionato, dove ha fatto il suo esordio Salerno Granata, la testata del CCSC edita dal sottoscritto. Come ogni volta che si giunge alla fine, occorre fare devi doverosi ringraziamenti, per un progetto che partito in sordina, ma che ha riscosso molti consensi tra i tifosi e gli addetti ai lavori. Vorrei ringraziare in primis tutto il CCSC per la grandissima collaborazione a cominciare dal presidente Riccardo Santoro e dalladdetto stampa Peppe Alviggi, poi il Direttore Mirko Cantarella, sempre pronto e solerte con gli articoli da controllare ed impaginare, la testata web di Granatissimi.com con il suo direttore Maurizio Grillo, persona gentile e disponibile, i ragazzi del Salernitana Fans Forum, che vivono e amano i colori della nostra Salerno, Armando Fortunato, che con le sue foto da bordo campo ci ha dato la possibilit di farci vivere i momenti belli di questa stagione e per ultimi, ma primi in importanza, i giornalisti Giovanni Adinolfi, Federica Pisani, Catamari, Valerio Lai e Gaetano Ferraiuolo, per la loro preziosissima collaborazione. Un grazie anche a mio figlio Antonio curatore e amministratore del sito web Salernogranata.it, instancabile nella cura delle notizie e sugli aggiornamenti. Grazie di cuore anche agli sponsor tutti senza i quali non potremo realizzare il giornale e arrivederci allanno prossimo con il ritorno anche, e ne sono sicuro della nostra storia. Rocco Calenda editore Salerno Granata

EDITORIALE Grazie a tutti voi

DDIO

Allinterno il poster della squadra

Foto: Fonte Internet

Centro di Raccolta Autorizzato

UFFICIO E PUNTO VENDITA:

Via Dei Mille, 90 - 84100 Salerno


Tel./Fax 089.3053402 - Cell- 389.4361061
SEDE LEGALE E AMMINISTRATIVA: Via Aria Serre, 1 84090 - Giffoni Sei Casali (SA) - Tel./Fax 089.883319 Cell. 389.4361061 www.mondoimpianti.it e.mail:info@mondoimpianti.it
VENDITA AUTO NUOVE ED USATE PLURIMARCHE

A G E N Z I A A U T O M O B I L I S T I C A

BELLIZZI (Sa) - Tel. 0828.507689

Via Marconi, 17 Loc. Taverna delle Rose 84091 BATTIPAGLIA (SA) gianfrancodinapoli@libero.it tel. 0828 345276 - fax 0828 1843859 - cell. 334 8275332

PESCE FRESCO E SURGELATO - BACCALA E FRUTTI DI MARE VIA DELLA REPUBBLICA, 63 - MONT. PUGLIANO (SA) Cell. 338 1506963

Pagliarulo Franco

Pescheria

MAGLIANO GROUP
MUTUI & PRESTITI

BENEDETTO CROCE
ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - INFORMATICA LICEO SOCIO - PSICO - PEDAGOGICO CORSI DI LAUREA MASTER UNIVERSITARI CORSI DI LINGUA INGLESE IC3

Cessioni del V - Leasing Fidejussioni - Consolidamento prestiti Mutui in tutta Italia - Prestiti - Factoring
Via F.lli Rosselli, 91 - Macchia di M. Rovella (SA) Tel. 089.981939 - 349.4433718 - e-mail:maglianogroup01@gmail.com

Via San Domenico Savio, 4 - 84100 SALERNO tel. e Fax 089 2756077

2
Qui Serie D
Poule scudetto: Play Off e Play Out: Il regolamento e le date
on ci saranno soste tra la fine della stagione regolare e linizio delle appendici playoff, playout e Poule Scudetto: andranno in vacanza solo le squadre di centroclassifica. Con lultima giornata di campionato in calendario per il 6 maggio, si comincia una settimana dopo, domenica 13, con leventuale spareggio per determinare chi vince il girone nel caso in cui due squadre dovessero arrivare a pari merito. Lipotesi resta in piedi solo nei gruppi A e G, mentre in quello H, Martina e Sarnese se la giocano in unincredibile ultima giornata, messa l come scherzo del calendario, e non possono pi finire a pari punti. Sempre domenica 13 prevista la prima gara del Triangolare per la Poule Scudetto, dove il sorteggio determina chi riposer al primo turno (ma se qualche squadra sar impegnata nello spareggio riposer automaticamente alla prima giornata). Gi pronti gli accoppiamenti dei triangolari, con il Gruppo 1 formato dai vincitori dei gironi A, B, C, il Gruppo 2 per i gironi D, E, F, e lultimo con il girone del Salerno, a confronto con H e I. Insomma, rispettando la competenza geografica si riducono i costi delle trasferte nella prima fase della competizione. Le gare sono di sola andata nel triangolare allitaliana. Il mercoled successivo (16 maggio), si rigioca, mentre la domenica 20 si chiude la prima fase. Accedono alle semifinali le 3 vincenti e la migliore seconda, con gara unica in campo neutro prevista per il 24 maggio (soli 3 giorni dopo la chiusura del triangolare). Ritmi

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
Mirko Cantarella (fonte: granatissimi.com)

ALERNOranata g
Area Comunicazione FISSC e CCSC

11
Assurda aggressione a Organigramma CCSC GUIDONIASalerno ripartito n una stagione in cui il calcio a Presidente
Riccardo Santoro
V. Presidente

Laltro Calcio

serratissimi anche per la finale che si gioca sabato 26 in campo neutro, 48 ore dopo la semifinale. TITOLO DI CAMPIONE DITALIA: 13 maggio 2012 eventuale spareggio. 13 maggio 2012 1^ gara triangolare 16 maggio 2012 2^ gara triangolare 20 maggio 2012 3^ gara triangolare 24 maggio 2012 semifinali (gara unica campo neutro) 26 maggio 2012 finale (gara unica campo neutro) Si inizia sempre domenica 13 maggio per le gare dei playoff, con semifinale della fase nazionale al 3 giugno e finale il 10. FASE DEI PLAY OFF: 13 maggio 2012 1^ gara abbinamenti (nel girone) 16 maggio 2012 2^ gara abbinamenti (nel girone) 20 maggio 2012 1^ gara abbinamenti (fase nazionale) 27 maggio 2012 2^ gara abbinamenti (fase nazionale) 3 giugno 2012 semifinali 10 giugno 2012 finale. I play off avranno due turni: il primo tra squadre dello stesso girone (2 vs 5 e 3 vs 4), che delineeranno una sola vincitrice (come nel play off di Lega Pro). Dal terzo turno (e su base geografica) si passer alle sfide tra compagini di gironi diversi. Alle 9 che hanno passato il turno si aggregher la migliore delle due semifinaliste eliminate in Coppa Italia. Essendo gare di sola andata, giocher in casa la formazione che si

Incontro FISSC e ONMS su accesso allo stadio


ell'ambito delle riunioni periodiche che la Fissc svolge con l'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, ad aprile si tenuto a Roma un importante incontro presso il Palazzo del Viminale, sede del Ministero degli Interni. In tale occasione si fatto il punto sulle principali segnalazioni che la Fissc ha negli ultimi mesi sottoposto all'attenzione degli organismi competenti. In particolare, il Presidente dell'Osservatorio Pasquale Ciullo ed il Vice Presidente Roberto Massucci hanno fatto presente che in fase avanzato il confronto con i vari G.O.S. (Gruppi Operativi Sicurezza presenti presso ciascun impianto utilizzato dalle Societ con il compito della Gestione dellordine e della sicurezza pubblica allinterno degli impianti dove si disputano incontri di calcio) per attuare la stesura di una circolare riguardante la definizione di procedure omogenee su tutte le problematiche inerenti all'accesso agli stadi (striscioni, prefiltraggi, percorsi dedicati, identificazioni, etc.etc.). A stralcio dall'emanazione di tali direttive stata concordata l'adozione a breve di una specifica determinazione concernente l'accesso degli ombrelli in tutti gli stadi italiani. La Fissc, quale ispiratrice di tale misura, sar ufficialmente invitata dall'Osservatorio a presenziare alla sua presentazione. Si inoltre convenuto sul positivo ruolo fattivamente svolto dal Presidente della Lega di Serie B Andrea Abodi e dal Direttore Generale della Lega Pro Francesco Ghirelli riguardo all'oggettiva necessit di procedere alla realizzazione di nuovi stadi e/o alla ristrutturazione di quelli esistenti nell'interesse dei tifosi e pi in generale dell'intero calcio italiano. Sono state altres concordate idonee iniziative tese alla riqualificazione dei settori ospiti (le cosiddette gabbie), come d'altronde gi previsto dal Protocollo d'Intesa del giugno 2011 sottoscritto da tutti i soggetti interessati. In tale ambito si per l'ennesima volta constatata l'assenza di qualsivoglia iniziativa a riguardo della Lega di Serie A. Quanto agli altri argomenti sottoposti all'attenzione dei rappresentanti dell'Osservatorio, si convenuto che la Fissc sar ufficialmente invitata a partecipare in una delle prossime riunioni dell'organismo nazionale, come anche concordato con i vertici della FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio), per rappresentare gli interessi della tifoseria organizzata. Questo percorso virtuoso rappresenta la via tesa al riconoscimento formale della Fissc quale autorevole interlocutore delle istituzioni calcistiche. Inoltre, nell'ambito del discorso relativo al Programma Tessera del tifoso, stato congiuntamente auspicato che si proceda ad una sempre maggiore fidelizzazione dei tifosi attraverso appropriate iniziative promozionali di concerto con le societ interessate che di fatto valorizzino tale strumento facendolo diventare sempre pi una fidelity card.

posizionata meglio nella stagione regolare ( importantissimo il posizionamento nel girone quindi). Al quarto turno prendono parte le 5 che passano il terzo e la finalista sconfitta della Coppa Italia che daranno vita a 3 gare, le cui vincitrici (unita alla trionfatrice della Coppa Italia) comporranno le semifinali. Dalla finale in campo neutro del 10 giugno avremo la vincitrice dei play off nazionali; il premio in denaro per chi vince i playoff di 30 mila euro, 15 mila per la finalista sconfitta. FASE DEI PLAY OUT: 13 maggio 2012 eventuale spareggio per decidere chi dovr disputare i playout 20 maggio 2012 1^ gara 27 maggio 2012 2^ gara Dal 20 maggio lorario di inizio delle gare passer dalle 15 alle 16. Terminano prima i playout (ove si rendessero necessari) che stabiliranno le retrocessioni in Eccellenza entro il 27 di

maggio. In zona retrocessione, le ultime due vanno in Eccellenza e dalla 13 alla 16 disputano i play out (nei tre gironi a 20 squadre play out per le squadre dalla 15 alla 18), solo se tra le squadre che dovrebbero affrontarsi secondo questo accoppiamento ci sono meno di 8 punti di distacco. Possibile quindi assistere a 3 o addirittura 4 retrocessioni dirette.

Lega Pro: Bloccati i ripescaggi riforma sempre pi vicina

di Antonio Calenda

Via M. A. Vicinanza, 3 BATTIPAGLIA - Salerno


Tel. 0828.370902 - Cell. 333.8199020

ovit importanti giungono dalla riunione del Consiglio Federale che si tenuta Venerd 27 Aprile. Diversi i temi affrontati tra cui quello del blocco dei ripescaggi in Lega Pro, vicenda seguita con molto interesse dal Salerno Calcio. Il Consiglio si riunito alle ore 13 ed erano presenti oltre al presidente Abete il vice presidente vicario Tavecchio (LND); i vice presidenti Macalli (Lega Pro) e Albertini (AIC); i consiglieri Beretta, Cellino per la Lega Nazionale Professionisti Serie A; Abodi per la Lega Nazionale Professionisti Serie B; Pitrolo, Gravina, Mormando per la Lega Pro. I primi temi affrontati sono stati quelli della legalit e sicurezza nellorganizzazione calcistica e delle licenze nazionali per la stagione 2012/2013. Nel terzo punto allordine del giorno si finalmente parlato dei Ripescaggi nei Campionati professionistici Stagione 2012/2013. Il Consiglio Federale con una delibera ha provveduto al blocco dei ripescaggi con le seguenti modalit: Per la Lega Pro il blocco dei ripescaggi scatta, in caso di vacanza degli organici, fino ad un massimo di 60 societ. Dunque nel caso vi siano comunque almeno 60 squadre iscritte i ripescaggi non ci saranno, mentre nel caso le societ iscritte fossero invece inferiori al numero prestabilito la Lega proceder ai ripescaggi fino al completamento delle 60 unit. Notizia pi che positiva per il Salerno che dunque si vede avvicinare sempre pi la possibilit di vedere attuata con un anno di anticipo la riforma dei format della Lega Pro, vista lecatombe di fallimenti che questestate colpir moltissime societ professioniste, compiendo quindi il tanto invocato doppio salto. Baster ora aspettare gli esiti finali dei campionati ed assistere ai nuovi scenari che si delineeranno definitivamente verso la met di Luglio.

Amichevole di prestigio per LASD Aquara


iovedi nella consueta partitella il Salerno Calcio stato ospite dell ASD Aquara calcio. I ragazzi del presidente Cesare Doddato allenati da mister Nicola Martino sono al secondo posto del campionato provinciale di terza categoria a soli 4 punti dalla coppia Carillia e Sicignano. Linizitiva stata portata avanti grazie ai buoni propositi del Club Aquara Granata del presidente Mario De Laurentis. Questa la rosa che ha affrontato il Salerno Calcio: PORTIERI Consolmagno Giuseppe, Di Piano Danilo, Marino Antonio, Marino Marco. DIFENSORI Andresano Tullio, Castaldo Davide, Di Bello Sandro, Di Gregorio Antonio, Di Gregorio Vincenzo, Gigliello Michele, Latronico Giuseppe, Marino Antonio, Marino Guglielmo, Pagnotta Giuseppe, Peduto Alfredo, Sabetta Manuel. CENTROCAMPISTI Antico Simone, Consolmagno Andrea, Fauceglia Enrico, Laurino Luigi, Levi Matteo, Marchese Antonio, Marchese Antonio, Marino Italo, Sabetta Ivan, Sorgente Giuseppe, Sorgente Lucio. ATTACCANTI Cairone Anthony, Cairone Steven, De Rosa Carmine, Di Piano Flavio, Marchese Alessandro, Sabetta Cosimo,

da zero e nel quale la tifoseria, a prescindere dalle rispettive prese di posizione, ha dimostrato ancora una volta tutto il proprio amore per la Salernitana distinguendosi per civilt ed attaccamento alla maglia ed alla citt, certi episodi non possono passare inosservati dal momento che bastano per gettare fango su un popolo, quello granata, troppe volte additato come facinoroso e che invece, da anni, fa parlare di s principalmente per il gran sostegno garantito alla propria squadra del cuore, per le opere di beneficenza e per la civilt ostentata in giro per lo Stivale. Domenica scorsa, nell'immediato post partita del match tra Fidene e Salerno Calcio, il giornalista Gaetano Ferraiuolo, collaboratore, tra l'altro, di questa testata e fondatore di un club della curva Sud, ed il giovane tifoso Salvatore C., sono stati aggrediti verbalmente e fisicamente da un noto esponente della tifoseria organizzata che, senza alcuna motivazione, dapprima ha insultato il giornalista in questione e, dopo averlo minacciato, lo ha preso a schiaffi colpendolo ad un braccio con un marsupio insultandolo, alla presenza di tante persone, finanche sulla propria vita privata. Il malcapitato Salvatore, nel tentativo di difendere l'amico, stato a sua volta colpito da un ceffone e spinto con forza verso il cancello che separava la tribuna dalla sala stampa, colpevolmente lasciato chiuso dagli addetti ai lavori che hanno ritardato l'accesso nella sala stessa agli organi di informazione. Un episodio assolutamente censurabile ed ancor di pi lo l'omert dimostrata dai presenti, in primis dalle forze dell'ordine che non sono intervenute, in secondo luogo dai tifosi, dai giornalisti e da alcuni tesserati del Salerno Calcio che hanno assistito alla scena trincerandosi dietro un "no, non ho visto nulla" allorquando chiamati in causa. In particolar modo un noto giornalista locale, in ottimi rapporti con il protagonista della vergognosa vicenda, ha quasi ironizzato sull'accaduto dichiarando, al contrario, 24 ore dopo, in una sua trasmissione, di esser intervenuto per sedare gli animi. Sicuri che, a parti invertite, tutte le testate giornalistiche e le tv locali avrebbero riportato quanto successo, non si pu non condannare anche il fatto che nessun quotidiano abbia parlato della vile aggressione, compreso quello sul quale il giornalista Ferraiuolo scrive da diversi mesi ed un sito che si occupa di calcio che, pur avendo assistito alla scena, ha preferito non proferir parola in nome dei buoni rapporti instaurati col club di appartenenza dell'aggressore. Da contraltare, per, ci sono gli oltre 100 messaggi di sostegno ed affetto che i tifosi (alcuni anche di club del Nord) hanno rivolto a Gaetano e Salvatore, letteralmente ricoperti di affetto ed alquanto colpiti da una tale vicinanza da parte di tutta la citt e della tifoseria salernitana; "Sono state dette cose assolutamente false" ha detto Ferraiuolo "addirittura qualcuno afferma che siamo stati noi a provocare l'aggressione quando poi, in realt, eravamo di spalle e stavamo parlando con amici della prestazione della squadra in attesa di entrare in sala stampa. Mi preme, tuttavia, ringraziare con commozione le tantissime persone che mi sono state vicine, dal giornale on-line Granatissimi.com al giornale Salerno Granata passando per il Centro di Coordinamento Salernitana Clubs ed il presidente Riccardo Santoro, come sempre un gran signore, e gli amici Peppe Alviggi, Mirko Cantarella e Robin di Caserta, a cui vanno aggiunti i numerosissimi utenti di facebook che hanno scritto sulla mia bacheca. Grazie anche ai colleghi di Lira TV. L'episodio vergognoso cos come lo stata l'omert da parte di qualcuno che, per amicizia con i diretti interessati o per paura di esporsi, non ha fatto riferimento all'accaduto. Oltre a me, stato preso a schiaffi un tifoso della Salernitana, non riportare questa cosa mi fa arrabbiare e lo trovo ingiusto, ma gli attestati di stima avuti, valgono pi dell'omert altrui".

Giovanni Cuffa
V. Presidente Esecutivo

Alfonso Pugliese Mario Santaniello Giovanni Pagliarulo


Delegato allo Stadio Delegato trasferte Delegato ai Clubs

Osvaldo Marcantuono Antonio Fiore


Delegato alle Cerimonie Delegato al Tifo

Cesare Clemente
Delegato Attivit Sociali e Culturali

Rocco Calenda
Addetto Stampa

Giuseppe Alviggi Mario Sposito


Vice Delegato FISSC Delegato FISSC

Carmine Prisco
Delegato al Salerno Calcio

Antonio Carmando Carmine Murante Domingo Petrocelli


Addetto al Sito Web Economo Segretario

Antonio Carbone
Delegato Lombardia

Luigi Coppola
Delegato Emilia

Eugenio Mautone
Delegato Piemonte

Luigi De Sio
Delegato Sardegna

Antonio Di Giacomo
Periodico SALERNO GRANATA
in attesa di registrazione Direttore Responsabile

Mirko Cantarella
Collaboratori

Giovanni Adinolfi Anna Maria Catastini Valerio Lai Federica Pisani Gaetano Ferraiuolo
Progetto Grafico e impaginazione

Rocco Calenda
Stampa

ARTIGRAF- Battipaglia

10

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Rocco Calenda

ALERNOranata g
di Gaetano Ferraiuolo

Club Granata Highlander il club della settimana


Una fede immortale
ecidere di amare, di sostenere, di dedicare tutto quanto nelle proprie possibilit, ad una squadra di calcio non permesso a molti, farlo poi con lincessante promozione di attivit al sociale, quasi esclusivo. In questa piccola cerchia di persone che di fortuna hanno la capacit di render fortunati chi li circonda, rientra a pieni titoli il club granata Highlander. Troppo facile, quasi scontato, asserire che questo club, che ricordiamo essere associato alla grande famiglia del C.C.S.C., vive di una passione immortale, di una fede senza fine, come il suo stesso nome suggerirebbe. Pi difficile invece spiegare e promulgare il vivere del club che si tinge non solo di granata, ma soprattutto dei colori della vita, i colori del sociale. Nato l 11 settembre del 95, il club ha vissuto di fatti sedici anni tra sport, cultura, spettacolo: tutto sotto la luce immortale e rassicurante della solidariet. Tra le prime attivit nasce nel 96 Salernitaniun anno di successi, brillante manifestazione volta a premiare i salernitani (sportivi, artisti, professionisti, ecc.) che nellarco dellanno hanno dato lustro alla citt di Salerno e alla sua provincia. Qualche anno dopo partorisce unaltra lodevole iniziativa che oltre a definirsi bella per la sua specificit si pu definir bellissima per le stesse protagoniste che le danno vita. Nel 2000 viene alla luce, su unidea del socio Felice VICINANZA, la prima incoronazione di Miss Granata dinanzi agli occhi di migliaia di persone. Con il passare degli anni tale manifestazione, giunta alla sua dodicesima edizione, si arricchisce di contenuti diventando uno degli appuntamenti estivi pi attesi. Da qualche anno Miss Granata racchiude anche le categorie dei Mister Granata e Miss Granata Baby (Bambine dai quattro a otto anni). Grande il successo che la kermesse richiesta anche in provincia, infatti la stessa ,da un bel po di anni, diventata itinerante iniziando le sue tappe di selezione nei comuni di Pontecagnano Faiano, di Bellizzi e di Baronissi. La Finalissima, da tradizione, si svolge ogni anno a Settembre nella citt di Salerno. La manifestazione racchiude oltre alla bellezza del tifo, anche un significato benefico, infatti durante la serata di chiusura Gran Gal di Miss Granata che si svolge nel mese di dicembre, lorganizzazione consegna ufficialmente lincasso delle iniziative

3 Qui Salerno
svolgimento del campionato e minacci il ritiro della squadra in segno di protesta al fine di falsare le restanti partite ed agevolare la vittoria del sodalizio blaugranata. "Se hanno scritto la vittoria del Salerno Calcio lo dicessero e ci facciamo da parte, gli arbitri ci stanno distruggendo ed abbiamo molti punti in meno di quanti ne meritavamo, da domenica scender in campo la Primavera e nessuno mi far cambiare idea. Il parere del mister?Non mi interessa, il presidente sono io e comando io" tuon il patron, che i giovani in campo avrebbe dovuto mandarli a prescindere dal momento che molti titolari erano stati appiedati a lungo dal giudice sportivo. Ad oggi lo scenario radicalmente cambiato: il Marino ha rosicchiato 6 punti al Salerno Calcio, si giocher la promozione diretta all'ultima giornata e, soprattutto nella partita di Porto Torres, ha goduto di una serie di errori arbitrali quali l'annullamento di un gol ai padroni di casa che, in pi, non ebbero a favore due rigori netti che avrebbero riaperto partita e campionato. A ci aggiungiamo che, complice un calendario che vedeva il Marino affrontare le squadre che giocavano con il Salerno Calcio la domenica precedente, puntualmente abbiamo visto modeste formazioni di quinta serie trasformarsi in top team all'Arechi salvo poi subire, 7 giorni pi tardi, gol a grappoli e sconfitte a cospetto del Marino, che guarda caso da qualche settimana non si lamenta pi. Vogliamo ricordare, inoltre, i torti arbitrali subiti dal Salerno? Senza voler andare troppo indietro con la memoria chiediamo ai tifosi cosa sarebbe successo in classifica qualora il Fidene avesse realizzato il rigore assegnato (inesistente) dall'arbitro domenica scorsa, lo stesso che successivamente ha negato un penalty a Polani

benefiche collaterali allintera manifestazione. Molte sono state le iniziative organizzate dal Club denominate Uniti nella vita e nello sport : nellanno 98-99 ai momenti di solidariet vissuti per lalluvione, che duramente colp Sarno ed altre realt del salernitano , il club highlander decide di intervenire direttamente, devolvendo, in favore dei paesi percossi, gli incassi di una partita tutta speciale tra gli ex granata, giornalisti, artisti e politici svoltasi nello storico stadio Vestuti alla presenza di 10.000 persone, negli anni successivi il club consegna al reparto di pediatria dellospedale Ruggi DAragona, venti tv color e venti videoregistratori, per allietare, con il loro piccolo ma quanto mai gradito aiuto, la degenza di tanti giovani vite. Negli anni successivi Miss Granata permette a due adolescenti salernitane cerebrolese di ricevere le cure del caso nella lontana America. Tante altre iniziative si sono succedute negli anni quali: raccolta di alimenti per aiutare lattivit della mensa dei poveri di salerno, raccolta di fondi e materiale medico per casa Betania (casa di accoglienza per ragazze madri), raccolta di giocattoli per bambini bisognosi, raccolta fondi per le varie associazioni salernitane impegnate nelle problematiche per linfanzia. Il presidente del club Granata Highlander, Alfonso PUGLIESE, ringrazia pubblicamente tutti coloro che hanno, nel corso degli anni, permesso la realizzazione di tutte le iniziative: le istituzioni, gli sponsor, e gli amici Angelo DI GENNARO (Artista), Enzo GUARIGLIA (Artista imitatore) Roberto BREDA e Luca FUSCO, da anni padrini ufficiali di Miss Granata, gli organi di informazione locali, i clubs associati al CCSC, i soci del club ed i componenti dello staff di miss granata. GRAZIE DI CUORE E FORZA SALERNITANA

ORGANIGRAMMA SOCIALE DIRETTIVO PRESIDENTE PUGLIESE ALFONSO VICE PRESIDENTE ESECUTIVO SPAGNUOLO MAURIZIO VICE PRESIDENTE SIMEOLI CIRO ADDETTO ALLO SVILUPPO ED IMMAGINI NOVELLA GIOVANNI ADDETTO STAMPA VICINANZA FELICE ADDETTO AL CLUB DI POTO DAMIANO COORDINATORI MANIFESTAZIONE MISS GRANATA RONCA GERARDO-BETTY COSENTINOPUGLIESE VINCENZO PRESIDENTE SEZIONE LUCA FUSCO SIMEOLI CIRO SEDE SOCIALE Salerno Via Matteo Platamone,6 (Trav. Via F.Pinto-Zona Carmine) SITO UFFICIALE www.missgranata.com

I pianti del Marino


oveva essere (e certamente lo sar) la stagione del riscatto per il calcio salernitano, costretto a ripartire dai campi sterrati di quinta serie dopo l'onta del secondo fallimento nel giro di sei anni, ma sar anche ricordato per tutti gli episodi particolari che si sono verificati nel corso di un campionato pi sofferto del previsto ed in cui il Salerno Calcio ha dovuto lottare contro avversari che contro i blaugranata hanno sovente disputato la partita della vita. Dalla "sceneggiata bacoletana" all'infortunio occorso al guardalinee nella gara col Porto Torres passando per il caso Sora, le comparse di Sestito a "Striscia la notizia" e la squalifica dell'Arechi per il lancio di un quadro, quest'anno i tifosi ne hanno viste davvero di tutti i colori ed hanno avuto modo di conoscere squadre, realt e personaggi sino ad un anno fa praticamente sconosciuti; un nome che rester a lungo impresso nella memoria di tutti senza dubbio quello di Antonio Esposito, patron di un club-il Marino-che ha appieno approfittato della presenza del Salerno nel girone G per vivere un anno da protagonista e guadagnare fama e notoriet mai avuta nel corso della sua storia. Per rinfrescare la memoria torniamo indietro a domenica 25 marzo allorquando la formazione di mister De Angelis perse per 2-1 sul campo dell'Astrea, vittorioso grazie all'assegnazione di un netto calcio di rigore ad inizio secondo tempo e, nell'immediato post partita, i calciatori ospiti furono protagonisti di una vergognosa rissa negli spogliatoi che cost diverse squalifiche ed una multa alla societ che, al posto di censurare il comportamento dei propri tesserati, pens bene di diffondere un comunicato stampa in cui attacc il Salerno Calcio per presunti favori arbitrali, gett ombre sul regolare

Antonio Esposito - Pres. del Marino


vistosamente trattenuto. Ed ancora: le squalifiche per molte giornate ai vari De Cesare, Mounard, Biancolino e Montervino (da contraltare notiamo che, per puro caso ovviamente, i migliori calciatori delle squadre avversarie del Marino venivano puntualmente squalificati il marted dal giudice sportivo), il penalty regalato al Palestrina che scaten la rabbia dei tifosi, gli innumerevoli rigori negati a Caputo e Mounard, alcuni gol annullati e l'atteggiamento da protagonista delle giacchette nere soprattutto all'Arechi, elementi che dovrebbero indurre patron Esposito a riflettere prima di parlare di "campionato falsato". Soffrir di memoria corta il presidente laziale che forse non ricorda che, sempre per puro caso, proprio la partita decisiva dell'anno, Salerno Calcio-Marino, fu disputata a porte chiuse ed in campo neutro, sempre per caso a Sora (nel Lazio e proprio il Sora, che all'epoca non si giocava niente, ha fatto ricorso avverso alla gara persa all'Arechi spendendo soldi dopo aver parlato di difficolt economiche per la societ), mentre a Marino i padroni di casa pareggiarono al 93'sugli sviluppi di una dubbia punizione. Facendo due conti riferiti soltanto alle due partite tra le due big del girone G ne consegue, virtualmente, questo ragionamento:-2 a Marino, -1 in "casa" perch, davanti al pubblico amico, giammai il Salerno avrebbe perso, sono 3 i punti in pi che dovrebbe avere il Salerno e 3 in meno quelli del Marino, per una classifica che direbbe Salerno Calcio 68,Marino 61...Ed invece la promozione passer per gli ultimi 90 minuti: il Salerno Calcio ospita il Monterotondo che deve vincere per la salvezza(non ingannino dichiarazioni circa un Monterotondo in formazione rimaneggiata, Esposito docet), il Marino va a Pomigliano. Sempre per caso i partenopei hanno esonerato l'allenatore Francioso(il migliore della categoria per media punti)e scenderanno in campo senza guida tecnica. Tre coincidenze fanno una prova? Ma no. E' tutto un caso.

Via Picarielli, 70 Pastena - SALERNO Tel. 320 7645154 089 759356

dal 1964

LANDI GOMME
s.n.c.

L ANDI GOMME
S.N.C.
di D. & M. LANDI

PNEUMATICI DELLE MIGLIORI MARCHE - ASSETTO RUOTE ED EQUILIBRATURA COMPUTERIZZATA


ASSOCIATO
CENTER

Driver
Pneumatici & Assistenza

Via Lung. C. Colombo, 229/231 - 84129 SALERNO Tel./Fax 089.339040

GRANATA SERVICE
di Riccardo Santoro

ICA SERVICE - Impresa Pulizie


di Barbara Perazzo
C.so Concordia, 9 - 20129 Milano Tel./Fax 02.76 02 85 49 - Cell. 349.77 05 352 E-mail:icaservice@tiscali.it

Ristrutturazione appartamenti Impianti Termoidrici Gas e Condizionamento Via R. Cocchia, Salerno Tel. 089/725757

4
Lavversario di oggi
Il Monterotondo Lupa
onterotondo un comune italiano di 39.223 abitanti della provincia di Roma, nel Lazio, ed tra le citt decorate con la medaglia d'argento al Valor Militare, insignita per l'eroica resistenza e per i sacrifici della sua popolazione durante la Seconda Guerra Mondiale. La citt, secondo alcune correnti antichistiche avrebbe raccolto l'eredit dell'antica citt sabina di Eretum, situata poco pi a nord, lungo il corso del fiume Tevere. La Polisportiva Monterotondo Calcio stata fondata nel 1935. Il Monterotondo esord nelle divisioni superiori dilettantistiche negli anni '90 grazie agli investimenti dell'Acqua Fabia, disputando campionati di vertice con allenatori del calibro di Bruno Giordano e Giancarlo Morrone. Dopo la fusione con il Monterotondo Scalo, la societ fu costretta a disputare il campionato di Eccellenza (1997-1998). La Serie D venne riconquistata il 20 maggio 2000 nello spareggio del Flaminio contro l'Ostia Mare vinto per 1-0 con un gol del brasiliano De Vianna. Nel 2003 il presidente Ugo Barbetti sfiora la promozione in Serie C, con Fabio Fratena ( ex Salernitana) in panchina ma non riusc a superare il Tolentino. Dal 2003 il presidente della societ l'avv.
di Mirko Cantarella

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
Redazione

ALERNOranata g
Di Italo Leo a cura del Dott. Mario De Laurentis

9
Calcio e Salute: da Ippocrate ad oggi
lolisi o lernia del disco. Ecco perch in presenza di una lombalgia che dura da pi di 1520 giorni bene sottoporsi ad un controllo specialistico, soprattutto per escludere la presenza di cause patologiche. Il trattamento del colpo della strega, si basa sul riposo assoluto a letto per 2-4 giorni, assumendo farmaci miorilassanti e antinfiammatori consigliati dal vostro medico e diminuendo la sintomatologia dolorosa acuta si potr iniziare un trattamento fisioterapico, efficace anche nelle lombalgie croniche ( TECAR terapia,ozonoterapia, massoterapia, correnti antalgiche , etc..). Il trattamento cardine della lombalgia cronica dello sportivo per, in assenza di cause patologiche, si basa sulla ginnastica specifica. La ginnastica posturale inoltre il presupposto fondamentale per prevenire le recidive. Gli esercizi sono mirati allallungamento dei muscoli paravertebrali posteriori e dei flessori della coscia e al potenziamento degli addominali. Se poi siete sovrappeso, cercate gradualmente di riportarvi al peso forma, evitando drastiche diete di breve durata che spesso determinano un effetto opposto dopo poco tempo. www.italoleo.it Di Italo Leo Fisiatra Responsabile Area Medica Salerno Calcio paravertebrali lombari, dovuta molte volte ad una esagerata sollecitazione a freddo. La lombalgia cronica invece si manifesta con un dolore a livello lombare che dura parecchi giorni o mesi, di intensit variabile, che generalmente diminuisce durante lattivit sportiva, per poi aumentare al termine di essa, o in altri casi aumenta allinizio dellattivit in maniera tale da impedirla. Le cause pi frequenti di lombalgia cronica dello sportivo sono: le ipersollecitazioni del disco intervertebrale, tipiche degli sport in cui si salta molto (basket, volley, motocross, mountain bike, equitazione) o si corre molto su superfici dure (corsa su strada) od in cui vi sono sovraccarichi (sollevamento pesi); le ipersollecitazioni delle articolazioni posteriori, tipiche degli sport in cui la schiena viene spesso sollecitata in iperestensione (tennis, tuffi, ginnastica artistica); cause di natura muscolare come addominali deboli, flessori che tirano, paravertebrali contratti (calcio, ciclismo). Le problematiche muscolari sono quasi sempre riconducibili ad insufficiente od errata preparazione atletica. Oltre a queste che sono le cause che ritroviamo nel soggetto sano, giovane, sportivo, ovviamente vi possono essere cause meno frequenti, di natura patologica, che sar il vostro ortopedico di riferimento ad evidenziare, come la discopatia degenerativa, lartrosi lombare, la spondi-

Il record dellArechi in serie D


umentata la capienza da 7500 a 18mila spettatori, la societ capitanata da Lotito e Mezzaroma spera di vedere un Arechi stracolmo in occasione dell'ultima gara di campionato in programma questo pomeriggio contro il Monterotondo, match che con ogni probabilit segner la vittoria di questo maledetto campionato di quinta serie. Nonostante l'incapacit di attivare iniziativa simpatia finalizzate al coinvolgimento del maggior numero di persone possibili (troppo farraginose le strategie adottate dalla dirigenza blugranata, contestata anche per non aver abbassato i prezzi dei biglietti), la categoria d'appartenenza, lo scarso appeal dell'avversario di turno e, soprattutto, l'assenza dei segni distintivi sulle maglie, col Monterotondo dovrebbero esserci almeno 5mila spettatori sugli spalti, numeri da record per la D appena sfiorati nelle prime giornate del girone d'andata, ma non consoni ad una piazza che, notoriamente,nei momenti decisivi ha sempre dato risposte eccezionali al botteghino rappresentando l'arma in pi fondamentale per conseguire i risultati. Se da un lato il numero di presenze notevolmente calato soprattutto nel girone di ritorno, dall'altro non si pu non sottolineare che l'Arechi resta lo stadio con la media spettatori pi alta della quinta serie (3200 circa) e capace di reggere il confronto con quasi tutte le piazze di Prima e Seconda Divisione e con almeno la met delle societ di serie B, categoria in cui Grosseto, Reggina, Varese, Albinoleffe, Gubbio, Nocerina, Empoli, Crotone, Sassuolo e

di Gaetano Ferraiuolo

Il Mal di schiena nello sportivo


ra gli sportivi, il mal di schiena molto comune, soprattutto tra i 30 e i 50 anni di et. Chi non ha sofferto di almeno un episodio di lombalgia?. Il dolore lombare pu derivare da una delle numerose strutture ossee, legamentose, muscolari e nervose presenti a quel livello e pu essere originato da uno o pi fattori. Vediamo di analizzarli brevemente. La colonna lombare costituita da 5 segmenti ossei, chiamati vertebre, sovrapposti tra loro e distanziati luno dallaltro mediante i dischi intervertebrali, che sono dei cuscinetti fibroelastici che fungono da ammortizzatori . Le vertebre inoltre si articolano tra loro mediante i processi articolari posteriori. A dare stabilit a questa impalcatura ossea contribuiscono numerosi legamenti intervertebrali e i muscoli paravertebrali posteriormente e addominali anteriormente. La lombalgia pu essere acuta o cronica. La lombalgia acuta insorge in maniera brusca, spesso eseguendo uno sforzo di sollevamento con il busto flesso in avanti, manifestandosi con un forte dolore accompagnato a volte da una sensazione di strappo posteriore. Tale episodio costringe lindividuo affetto a rimanere flesso in avanti e pi o meno curvo da un lato; per tale atteggiamento chiamato comunemente colpo della strega. La causa del colpo della strega una distrazione dei muscoli

Fabio Della Longa grazie al quale il sodalizio giallobl ha potuto proseguire l'opera avviata dal suo predecessore Ugo Barbetti. Nella stagione 20032004 il Monterotondo disput i play-out ottenendo la salvezza il 30 maggio 2004 al Cecconi c o n t r o i l Te r m o l i . Successivamente la squadra ottenne piazzamenti che la mantennero nella categoria, disputando nel 2005-2006 persino i play-off per la promozione in Serie C, mancandola contro il Celano. Dalla stagione 2011-2012 la societ scompare, in seguito alla nascita del Monterotondo-Lupa con sede e campo di gioco fuori dal comune di Monterotondo mentre lo Stadio Cecconi viene gestito dagli Amatori Calcio Monterotondo, societ nella quale militano diversi esponenti politici del Comune. Il Monterotondo attualmente in classifica a 40 punti al pari del Selargius in zona play out. Lultima partita in casa ha visto i romani pareggiare 0 a 0 con il Civitavecchia.

Livorno stentano a portare allo stadio pi di 3mila persone. In trasferta i dati sono ancor pi entusiasmanti:appena sette giorni fa, a Guidonia, oltre mille supporters di fede granata, stesso esodo registrato in occasione delle gare esterne con Marino e Sora, rispettivamente seconda e quarta giornata del girone d'andata. Ci che pi incuriosisce e che induce ad un'inevitabile riflessione che l'anno scorso, con tanto di cavalluccio e maglia granata, per le gare contro Ravenna, Reggiana, Sorrento, Sud Tirol e Lumezzane erano presenti meno spettatori rispetto a Salerno Calcio-Palestrina, eppure quest'anno San Matteo ha sostituito l'ippocampo e di granata rimasto poco. La "Salernitana della palla di pezza" di Lombardi, inoltre, portava allo stadio 30mila spettatori per il match promozione col Pescara del 27 aprile 2008, 25mila per Salernitana-Genoa, Salernitana-Cavese, SalernitanaLivorno, Salernitana-Avellino e Salernitana-Bari e che la media in B nel 2008-09 era di poco inferiore alle 12mila unit. E' forse la categoria a tener lontana la gente o davvero la questione relativa al marchio? I numeri propenderebbero per la prima ipotesi. Non sar la Salernitana,ma il Salerno Calcio ne rappresenta la continuit sportiva ed l'unica societ che potr ereditarne la storia ed il messaggio che deve passare forte e chiaro questo: il ritorno in campo della storia,va di pari passo con i successi del Salerno Calcio e sarebbe questo un motivo valido per accantonare, qualsivoglia divergenza e sostenere a gran voce questa squadra.

Dott. Italo Leo

Dott. Mario De Laurentis

Il punto sulle giovanili


elle scorse settimane si chiuso il campionato nazionale Juniores del Salerno calcio. La squadra di mister Viscido esce vittoriosa a Civitavecchia per 3 a 2 in unemozionante partita e, i baby, chiudono in bellezza la stagione con un buonissimo nono posto. Un piazzamento importante viste le difficolt che tutti sappiamo di inizio stagione. Il girone stato vinto dal Marino con un punto di distacco dal Fidene. Le due laziali hanno dimostrato di avere oltre che una prima squadra di tutto rispetto ( il Marino secondo ad un punto dal Salerno calcio ed il Fidene terzo) anche un settore giovanile di tutto rispetto.

CLASSIFICA FINALE GIRONE H


SQUADRA Pt. Gi. V N P GF GS DR

Assistenza gratuita su alcuni servizi presso:

Marino Fidene Palestrina Anziolavinio Viterbese Astrea Atl. Boville Zagarolo SALERNO CALCIO Monterotondo Cynthia Gaeta (-1) Civitavecchia Sora

66 65 61 60 44 37 34 33 31 29 23 20 18 3

26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26

21 21 19 19 12 11 11 10 10 9 7 6 5 1

3 2 4 3 8 4 1 3 1 3 2 3 3 0

2 3 3 4 6 11 14 13 15 14 17 17 18 25

70 14 56 85 20 65 81 27 54 97 27 60 50 40 10 37 40 -3 32 45 -13 43 46 -3 44 50 -6 44 58 -14 33 68 -35 27 43 -16 33 66 -33 9 131 -122

Ente di Patronato ed Assistenza Fiscale

INPS INAIL INPDAP ASL

ASSISTENZA FISCALE - Elaborazione730- Unico - ICI - RED - IMU - ISEE

Professionalit e Competenza al servizio dei cittadini

8
Laltro calcio
In attesa del bando per la Storia
I beni immateriali della Salernitana Sport, argomento divenuto tormentone dopo la conferenza stampa dell'avvocato Fauceglia e che tiene banco in questi giorni anche perch il bando pubblico annunciato da Ivone non stato ancora emesso ed tuttora impossibile conoscere il prezzo base di partenza. Se da un lato la societ, attraverso l'avvocato Gentile, ha ribadito la propria posizione d'attesa non escludendo, tuttavia, la partecipazione al bando qualora sussistessero tutte le condizioni penalmente possibili, dall'altro in citt si respira un clima di grande tensione al punto che in tanti si dicono pronti a disertare l'Arechi nella prossima stagione. Volendo fare chiarezza possiamo sintetizzare cos: dal punto di vista civilistico, come assicurato e documentato dal professor Fauceglia, tutti i problemi sono stati risolti, dal momento che il curatore della Salernitana Calcio Walter Ivone (che ha avuto mandato di vendere i beni che restano di propriet dell'Energy Power, questo passaggio va assolutamente rimarcato) ed il curatore della Salernitana Sport Nigro hanno raggiunto un accordo che consentir di aggirare l'ostacolo della sentenza di Napoli cui dispositivo estendibile soltanto ad Antonio Lombardi, condannato al pagamento di 3,5 milioni di euro per uso improprio di marchio stagioni 2005-09, e non coinvolge terzi in caso di acquisto. Quanto alla revocatoria, non stato al momento riscontrato alcun passaggio di denaro tra Energy Power e Salernitana Calcio, con la prima societ che girava alla seconda i simboli in comodato d'uso gratuito. La domanda che maggiormente si pongono i tifosi la seguente: se Lombardi
di Gaetano Ferraiuolo

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Gaetano Ferraiuolo - Avv, Renato Galdieri

ALERNOranata g
Redazione

5
Statistiche

Beni Immateriali: Quale futuro?


a Energy Power s.r.l. forte dellacquisto effettuato in data 20 luglio 2009, con atto per notar Malinconico rep. N. 64284, racc. n. 26566, dalla curatela del Fallimento Salernitana Sport liquidazione s.p.a.,della denominazione, dei segni, dei colori, del marchio, dei diritti sulle divise e sui colori sociali della Salernitana Sport, che per brevit possiamo definire beni immateriali, propone una pubblica asta per lacquisto degli stessi. Analizzando nel dettaglio l'operazione vediamo che la Energy Power s.r.l., societ non coinvolta nel fallimento della Salernitana Calcio 1919 s.p.a., legittima proprietaria dei beni immateriali di quella che fu la Salernitana sport e, pertanto, pu liberamente disporre degli stessi. Come in ogni normale compravendita il proprietario di un bene pu decidere di venderlo sia direttamente che attraverso un proprio rappresentante come disciplinato nel codice civile dagli artt. 1387 e ss.. Tanto ha fatto l'Energy Power attraverso la procura a vendere resa pubblica dal Prof. Avv. Fauceglia, nella quale il sig. Antonio Lombardi, quale amministratore unico e legale rapp.te della Energy Power s.r.l., ha conferito procura al dott. Walter Ivone, nella qualit di curatore del Fallimento Salernitana Calcio 1919 s.p.a., al fine di predisporre e realizzare le procedure competitive per la vendita dei beni immateriali acquistati dalla Energy Power s.r.l.. Si precisa che per procedure competitive si intende quello strumento attraverso il quale il curatore del fallimento pu vendere dei beni anche avvalendosi di soggetti specializzati, sulla base di stime effettuate, salvo il caso di beni di modesto valore, da parte di operatori esperti, assicurando, con adeguate forme di pubblicit, la massima informazione e partecipazione degli interes-

di Avv. Renato Galdieri

cedesse per una cifra pari o inferiore a quanto speso all'asta nel 2009 e non pagasse quanto stabilito dalla sentenza di Napoli, in qualche modo ci si potrebbe rivalere sul marchio? Le garanzie poste in essere da Nigro dovrebbero porre al riparo gli acquirenti anche da tale problematica, resterebbe in piedi l'ipotesi di condanna per bancarotta che, tuttavia, in quanto soltanto ipotesi potrebbe vedere un verdetto definitivo anche in tempi non propriamente rapidi. Se dal punto di vista civile tutto a posto, restano dunque i dubbi relativi all'aspetto penale, tema su cui lo stesso Fauceglia si detto "tranquillo" pur non avendo approfondito la questione. "Un avvocato civilista dovrebbe aver studiato anche il penale ed essendo addentro a questa situazione non pu non sapere con esattezza le cose come stanno" tuon mister Perrone qualche settimana fa, mentre diversi esperti di legge stanno dando garanzie assolute al patron, ma sar decisivo il parere di Gentile allorquando uscir il bando pubblico, cui base di partenza non superer i 350mila euro. Perch sta slittando l'emissione del bando? E' questo l'ennesimo capitolo di una stucchevole querelle che si trascina dal 2005 e che sta dividendo una tifoseria che sta avendo grande pazienza, ma che dal 5 luglio in poi intenzionata a non perdonare nessuno.

sati. Questo quanto previsto dall'art. 107 R.D. 267/1942 (cd. Legge Fallimentare), che, bene precisare, si riferisce alle vendite di beni che sono nella diretta disponibilit del fallimento, circostanza diversa dal caso di specie, per i motivi sopra detti, ma che si ritiene attinente al termine procedure competitive utilizzato nella procura a vendere allo scopo di individuare le modalit con cui si proceder alla vendita dei beni immateriali della Salernitana Sport. Si concorda in pieno con quanto gi espresso dal Prof. Avv. Fauceglia circa la carenza di effetti giuridici che la nota sentenza resa dal tribunale di Napoli in data 18/04/11 n. 6559/11 possa avere nei confronti dell'Energy Power srl in merito, in particolare, all'inibitoria all'uso dei segni distintivi e degli altri beni immateriali. Tale sentenza si rivolgeva, infatti, all'allora Salernitana Calcio 1919 s.p.a., mentre, nelle more del predetto giudizio, i beni venivano regolarmente venduti dal Fall. Salernitana Sport s.p.a. alla Energy Power s.r.l., soggetto estraneo al giudizio e legittimo titolare dei predetti beni. Ad avviso dello scrivente, poi, il vendere i beni immateriali attraverso il Fall. della Salernitana Calcio 1919 s.p.a., oltre ad essere un'operazione che garantisce la trasparenza nella vendita, garantisce la stessa Energy Power srl e l'eventuale terzo acquirente da possibili impugnative da parte del Fall. Salernitana Calcio 1919 s.p.a. unico soggetto, allo stato, in grado di poter creare problemi per la cessione dei beni immateriali. Come leggiamo, infatti, nella procura a vendere vi sono dei pregressi accordi tra la Energy Power srl ed il Fallimento stesso che danno certezza circa la genuinit dell'operazione. Unica perplessit ad avviso dello scrivente la mancata previsione di una preventiva stima dei beni
di Salernitana Fans Forum

CLASSIFICA GIRONE G
SQUADRA Pt. Gi. V N P GF GS DR

65 Citt di Marino 64 Fidene Calcio 52 Budoni 51 Pomigliano 50 Astrea 49 Porto Torres 48 Arzachena 47 Civitavecchia 42 Anziolavinio 42 Palestrina 41 Monterotondo Lupa 40 Selargius 40 G. e C. Sora 39 Progetto S. Elia 33 Bacoli Sibilla 31 Cynthia 30 A. Boville Ernica 27
SALERNO CALCIO
Precedente Giornata
Giornata 33 del 29-04-2012 Arzachena - Astrea Bacoli Sibilla - Cynthia Fidene - SALERNO CALCIO Marino - Anziolavinio Palestrina - Pomigliano S. Elia - Boville Ernica Monterotondo Lupa - Civitavecchia Selargius - Budoni Sora - Porto Torres

33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33
22 21 00 10 00 10 00 11 12

18 18 14 11 13 11 13 11 10 11 10 10 10 9 9 7 5 7

11 10 10 18 11 16 9 14 12 9 11 10 10 12 6 10 15 6

4 5 9 4 9 6 11 8 11 13 12 13 13 12 18 16 13 20

59 59 48 39 38 48 42 41 41 46 38 32 47 23 42 19 34 26

31 33 39 31 33 39 42 33 35 50 41 34 50 27 53 48 46 67

28 26 9 8 5 9 0 8 6 -4 -3 -2 -3 -4 -11 -19 -12 -41

Prom. P.-Off P.-Off P.-Off P.-Off

Classifica Marcatori
19 reti Virdis (S. Elia) 18 reti Biancolino (Salerno) 15 reti Amassoka (Anziolavinio) Caboni (Selargius) Di Iorio (Astrea) Massella (Fidene) 14 reti Miani (Marino) Angelilli (Marino) 13 reti Giuntoli (Astrea) 12 reti Pippi (Marino + Monter.) Pau (Budoni) 11 reti Oggiano (P. Torres) De Angelis (Cynthia) Mounard (Salerno) Borrotzu (P. Torres) 10 reti Del Sorbo (Pomigliano) 9 reti Macciocca (Palestrina) Figos (Arzachena) Caputo (Salerno) Mesina (Budoni) 8 reti Angheleddu (Arzachena) Gallaccio (AnzioLavinio) Ruggiero (Civitavecchia) Mammetti (Cynthia) Steri (Arzachena) 7 reti Fanasca (Marino) Frau (Porto Torres) Simeoli (Marino + Sora) Sorrentino (Pomigliano) 6 reti Auricchio (Pomigliano) Costantini (Palestrina) Dominici (Fidene) Farrugia (Boville + S.Elia) Federici (Fidene)

P.-Out P.-Out P.-Out P.Out Ecc. Ecc.

Ultima Giornata
Giornata 34 del 06-05-2012 Anziolavinio -Fidene Astrea - S. Elia Boville Ernica - Selargius Budoni - Sora Civitavecchia - Bacoli Sibilla Cynthia - Arzachena Pomigliano - Marino Porto Torres - Palestrina SALERNO CALCIO -Monterotondo Lupa

Fino alla Fine...che sofferenza


embrava gi tutto scritto. Doveva essere la classica partita di fine stagione, di un campionato gi vinto, utile solo per le statistiche e per far scendere in campo chi aveva trovato meno spazio. E invece Salerno - Monterotondo la partita decisiva, quella che dovr riportare Salerno tra i professionisti. Una seconda parte di stagione troppo altalenante per gli uomini di Perrone, che non sono riusciti a mantenere il ritmo del girone di andata. Tanti errori, sia in campo che in panchina, che hanno ridotto la squadra blugranata a

dover sudare la promozione fino all'ultimo secondo dell'ultima partita. Certo, il Monterotondo sicuramente alla portata, ma nei momenti decisivi il Salerno ha sempre dato l'impressione di perdersi. E non fanno dormire sonni tranquilli le dichiarazioni del tecnico dei laziali Pochesci, che parla di una squadra gi con la testa ai play-out e che cercher di risparmiarsi. In questa stagione ne abbiamo viste e sentite di tutti i colori per poterci credere. Quindi occorrer il massimo impegno da parte di squadra e tifosi, per uscire finalmente dai dilettanti e

iniziare a programmare la prossima stagione. Primo passo dovr essere l'acquisizione dei beni immateriali della Salernitana Sport, per i quali si in attesa del bando del curatore fallimentare Ivone. Poi ci si potr concentrare sulla squadra che dovr partecipare al prossimo campionato di Lega Pro 1^ divisione, riforma permettendo. Pochi sembrano i calciatori meritevoli di riconferma, viste le prestazioni in campo e la fatica con la quale stato portato avanti questo campionato. A maggior ragione se, come si spera, ci sar il doppio salto. Tra i

IACOVAZZO s.r.l.
pochi da confermare sicuramente i giovani Puglisi e Gustavo, e i senior Montervino e Mounard. Per il resto c' poco da salvare di una stagione che tra spaccature nella tifoseria e troppe sofferenze sul rettangolo di gioco, non stata sicuramente da incorniciare, ma che pu e deve essere la base per il ritorno alla normalit della Salerno calcistica.
Via Zanotti Bianco,62 tel./fax 089 336317 Lungomare Trieste,13 tel.089 228984 Via Robertelli, 36/C tel. 089 712525 P .zza XXIV Maggio, 16/b Tel. 089 234412 84100 SALERNO
www.lodatotraslochi.com email:lodatotraslochi@hotmail.it

6
Passato e presente: Di Vaio - Gustavo
Marco Di Vaio
arco Di Vaio (Roma, 15 luglio 1976) attaccante tra i migliori della storia della Salernitana. Cresce nelle giovanili della Lazio. Nei primi anni novanta l'allora allenatore biancoceleste Dino Zoff decide di aggregarlo alla prima squadra per la stagione 1993-94, all'et di 17 anni, schierandolo in due partite ufficiali. L'esordio avviene il 29 settembre 1993 in Coppa UEFA nella trasferta vinta dalla squadra capitolina contro il PFC Lokomotiv Plovdiv per 0-2. La stagione seguente Zdenk Zeman, che nell'estate del 1994 viene chiamato a sostituire Zoff. In quellanno in 8 gare segna 3 gol. Nel novembre 1996 la Lazio lo cede in prestito dapprima al Verona e poi al Bari. Nel 1997 la societ biancoceleste decide di trasferirlo a titolo definitivo per 5 miliardi di lire in Serie B alla Salernitana, che guida alla sua seconda promozione in Serie A nella stagione 199798 vincendo il titolo di capocannoniere del campionato con 21 gol. Nella stagione seguente la Salernitana retrocede e Di Vaio segna 12 gol. Il calciatore viene quindi acquistato dal Parma e resta cos in Serie A. Nella stagione 2001-02 vince la Coppa Italia e si classifica quarto nella classifica dei cannonieri di Serie A segnando 20 gol. Poco prima dell'inizio del successivo campionato, nell'agosto del 2002, viene acquistato dalla Juventus per 32 milioni di euro. Con i bianconeri si laurea campione d'Italia vincendo lo scudetto 2002-2003 e conquista la sua seconda Supercoppa italiana. Nell'estate 2004 venne ceduto in Spagna al Valencia per oltre 11 milioni di euro. Qui disputa

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Mirko Cantarella

ALERNOranata g
di Mirko Cantarella - Valerio Lai

7
Fuori Campo
di Mirko Cantarella

Gustavo Di Mauro Vagenin


un'annata segnando 11 gol e vincendo la Supercoppa europea, nella quale mette a segno un gol nella finale contro il Porto. Nel 2005 viene ceduto in prestito al Monaco, segnando 5 gol in 15 partite di campionato francese. Comincia anche la stagione successiva 2006-07 al Monaco, e nel gennaio 2007 viene acquistato dal Genoa, in Serie B. Con i rossoblu firma un contratto di due anni e mezzo e grazie anche ai suoi 9 gol in 21 partite, il 10 giugno 2007 raggiunge con i liguri la promozione in Serie A. Il 21 agosto 2008, il Genoa lo cede in prestito oneroso al Bologna, neopromosso in Serie A. Parte subito titolare nella prima partita di campionato segnando il gol dell'10 nella gara poi vinta per 2-1 contro il Milan. In questa stagione supera il numero di gol (22) che segn Roberto Baggio nell'anno in cui gioc nel Bologna; il 17 maggio 2009 segna il gol numero 100 in A. Al termine del campionato 2008-09 risulta secondo nella classifica marcatori con 24 reti, superato da Zlatan Ibrahimovi, all'ultima giornata, con 25 reti. Il 4 giugno 2009 il Bologna lo ingaggia a titolo definitivo con contratto biennale. USTAVO DI MAURO VAGENIN Gustavinho (San Paolo 14 novembre 1991) stato una vera sorpresa di questo campionato. Brasiliano con passaporto italiano (alto 175 cm x 60 kg) non ha mai deluso quando il tecnico Perrone lo ha sempre chiamato in causa tanto da meritarsi gli interessi di squadre di serie C e di serie B italiane ed anche qualcuna di serie A. Nel campionato scorso Gustavo ha giocato nel Po de Acar che in portoghese significa Pan di zucchero. Pao un colle situato presso Rio de Janeiro su una penisola che si estende da un estremo della Baia Guanabara all'interno dell'Oceano Atlantico. A livello calcistico Il "Pao de Aucar Club" fu fondato l'8 dicembre 1985 come progetto sociale per i bambini dai 7 ai 14 anni. Col calcio inizi nel 2003, con la realizzazione della "Super Copa Compre Bem", una competizione che riuniva circa settantamila ragazzi e di questi 72 furono selezionati per formare due squadre Under15 ed Under17 che, l'anno seguente, rappresentarono il Pao de Aucar Esporte Clube nei campionati giovanili. Nel 2006, il club ha firmato una partnership con la Juventus (brasiliana) per formare una squadra nella Seconda Divisione del Campionato di Sao Paulo, divisone dove ha giocato Gustavo. Squadra giovanissima ma con un settore giovanile gi tra i pi importanti a livello sia nazionale che internazionale seguito molto anche dalla Fiorentina. Dal Pao proviene anche il pi famoso centrocampi-

Incredibile Delio!!
lamoroso episodio a Firenze durante la sfida fra Fiorentina e Novara di mercoled, nel terzultimo turno del campionato di serie A. Alla mezz'ora del primo tempo, con gli ospiti in vantaggio 2-0, l'allenatore viola Delio Rossi ha sostituito Ljajic facendo entrare al suo posto Olivera. Il serbo uscendo dal campo ha applaudito polemicamente il tecnico, che si scagliato contro di lui mentre andava a sedersi in panchina. Ci sarebbe stato un reciproco scambio di insulti con lo stesso Ljajic che avrebbe fatto volare qualche parola grossa e avrebbe alzato il pollice in segno di 'ok' ironizzando sulla decisione del tecnico. Rossi ha reagito rabbiosamente colpendo il giovane attaccante, attimi convulsi con il team manager Roberto Ripa e il medico sociale Paolo Manetti intervenuti per separare i due, anche i giocatori De Silvestri e Romulo hanno cercato di calmierare la situazione. Da parte dell'arbitro Giannoccaro nessun provvedimento nei confronti di Ljajic, insultato dai tifosi della curva Fiesole col grido 'sei uno zingaro' ricordando le sue origini serbe, e neppure nei confronti di Rossi che al suo rientro in campo, dopo l'intervallo, stato accolto con cori e applausi dai tifosi della Fiesole e della tribuna. Il tutto sotto lo sguardo di Andrea Della Valle, del presidente esecutivo Cognigni e dell'ad Mencucci. Non bastata la doppietta di Montolivo che ha portato un punto doro ai fini della salvezza, per distogliere Della Valle dallesonero di Rossi. Abbiamo deciso di esonerare Delio Rossi perch non ha

La sconfitta storica con il Forl


a delusione per la partita contro il Grion di Pola ancora viva, ma i nuovi insuccessi purtroppo non tardano ad arrivare. Contro il Forl la partita termina con il punteggio tennistico di 8-0, annoverato come il peggiore insuccesso che la storia della compagine granata ricordi. Nella gara di ritorno contro il Foggia, gli animi si accendono. Passata in vantaggio al 18minuto, la Salernitana viene ripresa al 21 per merito di una rete segnata da Pavanello. Il goal segnato a corollario di una azione irregolare e per questo viene contestato con forza dai giocatori granata. Nonostante ci la rete viene giudicata regolare dall'arbitro, e la tifoseria inizia a dare in escandescenze. La Salernitana presenta reclamo ma ottiene, come unico risultato, una sanzione di 500 lire per contegno scorretto del pubblico. Dopo questi insuccessi, la Salernitana disputa le ultime due gare in casa, riscattandosi parzialmente delle precedenti delusioni. Sconfigge con un secco 3-0 il Grion di Pola, ed in seguito supera il Forl di una sola rete. In tal modo la delusione per la mancata promozione in serie B risulter essere meno cocente per i tifosi e per la squadra intera. Nel campionato 1932/1933, la Salernitana vede le dimissioni del colonnello Chiari e del consiglio di amministrazione della societ, dimissioni che non vengono accettate. Viene nominato un nuovo segretario, il ragioniere Pasquale Amodio, il quale provvede al riordino della squadra. In questo campionato la squadra torner ad indossare di tanto in tanto l'antica divisa bianco-

Salernitana Story di Valerio Lai

sta Rafael Carioca ex Vasco Da Gama e attualmente allo Spartak Mosca. Gustavo venuto a Salerno per prendere leredit di Fabinho e ancor prima di Merino, cosa non facile ma sembra che in poco tempo il ragazzo ci stia riuscendo per qualit e impegno. In brasile ha sempre giocato come esterno destro ma anche a sinistra e come attaccante centrale. Come non ricordare il 3 a 2 segnato al novantacinquesimo a Selargius in una partita importantissima per il cammino dei blaugrana, o anche il gol al Sora, momenti importanti di un sicuro talento che lanno prossimo se messo in condizione sar una sicura realt anche in categorie superiori.

rispettato dei valori che il nostro club porta con s da tanti anni. Cos Andrea Della Valle ha annunciato la decisione della Fiorentina di esonerare il tecnico Delio Rossi dopo la clamorosa rissa scoppiata con Ljaijc durante la partita contro il Novara. E' stata una scelta dolorosa perch Rossi una persona perbene e mite. Rossi ha compiuto un gesto non giustificabile ma mi dispiace per la persona, da sempre sobria e mite in ogni comportamento, ha proseguito Della Valle. lui ha chiesto scusa per il gesto ma la decisione era inevitabile. Ljaijc verr multato perch ha provocato il tecnico. Il suo gesto forse figlio di uno stress accumulato in tutti questi mesi di tensione. Ripeto, non ci sono parole per spiegare un simile gesto, fatto da una brava persona e molto a modo. Mi spiace perch questo gesto ha rovinato un progetto che sarebbe partito dalla prossima stagione. Ripeto, stata una decisione dolorosa, molto dolorosa. Non c' mai una giustificazione a certi gesti, ha concluso Della Valle. Fonte: Corriere dello Sport

celeste. Cambio anche in panchina, con la nomina del nuovo allenatore, Ivo Fiorentini, gi al Bologna ed in seguito allenatore, nel campionato '42/'43, l'ultimo prima della sospensione a causa della guerra, del Livorno che contese al Torino lo scudetto. Viene riformato anche il campionato, con la Figc che aumenta a 120 le squadre partecipanti, suddivise in 8 gironi. La Salernitana desta un'ottima impressione nelle partite precampionato, anche se verr poi sconfitta per 5-0 dal Palermo. L'amichevole contro il Napoli viene vinta per 2-0 dai salernitani con tutti i meriti, mentre a Bagnoli il terzino Bergonzino regala due autogol alla Bagnolese. Contro il Tosi di Taranto, la Salernitana mette a segno un nuovo successo, seguito, sul campo neutro di Trani, da una sconfitta ad opera del Molfetta. Contro il Gladiator di Santa Maria Capua Vetere, la squadra di Salerno miete un altro successo senza subire reti avversarie. Quattro a zero secco per i granata. Una piccola parentesi sportiva viene aperta grazie alla partita della nazionale. Per l'incontro Italia-Ungheria il campionato sospeso e la Salernitana ospita in amichevole la Lazio, pareggiando 3-3. La classifica comandata dal Foggia con 12 punti, seguito dalla Salernitana, dal Savoia e dal Napoli a 9 punti.

Dal 1972 Onoranze e Trasporti Funebri

Salerno piange Giuseppe Adinolfi, amico di Tot e tifoso della Salernitana


alerno 28 Aprile 2012, scomparso il dottor Giuseppe Adinolfi. Si distinto nel mondo della celluloide in Campania sin dagli anni trenta. Egli fu allavanguardia del cinema Mini, che anticip con la sua intuizione di circa 20 anni, ed ha portato i grandi film a Salerno e in provincia. Nella foto allegata, con Tot, suo grande amico, nei camerini del teatro Augusteo, cosa abbastanza rara. II dottor Giuseppe Adinolfi il secondo a sinistra, al suo fianco il fratello Luigi e il padre Vincenzo (fonte positanonews.it). Salerno Granata, il CCSC e lamica Celeste Bucciarelli sono vicini al figlio, ling. Massimo Adinolfi e a tutti i suoi cari.

Cav. Pres. ANTONIO GUARIGLIA

Unica Sede: Via S. Mobilio,45/47 DI Fronte Ufficio dIgiene SALERNO

Tel. 089790719

FRANCESCO: 347 2605547 VITO: 329 2929774


www.antonioguariglia.it

RA F FA E L E 380 3868910

www.lodatotraslochi.com

email:lodatotraslochi@hotmail.it

Alfonso Siano
ottico
Via Madonna di Fatima,100/106 - Tel. 089.753720 - Salerno
Via G. Ronca,16 Tel. 0825.581335 - Solofra (Av)

CENTRO ODONTOIATRICO

M.B. LABORDENT
s.n.c.

Autorizzazione Sanitaria dal 18/02/1997

Via G. Cuomo, 41 - BELLIZZI (SA) Tel. 0828.53408

via r. jemma, 337 - s.s. 18 84091 battipaglia (sa) tel./fax 0828.300440 info@artigraf.org

Scuola Professionale di Estetica Italiana


www.scuolaspei.it
SALERNO - Via G. Gonzaga 9/15 - Tel. 089 22 43 72

VENDITA AUTO NUOVE ED USATE PLURIMARCHE


Via P. Baratta,79 Battipaglia (SA) tel. 0828.344849 Via U. Nobile, 35 Eboli (SA) Cell.338.6475798

Tel. 0828.507689 BELLIZZI (Sa)


Simone Calori

Antony Iannarilli

Tommaso Grilli

Carlo Susini

Danilo Pagni

Carlo Perrone
Ivan Dazzi

Sandro Fantoni

Claudio Lotito

Marco Mezzaroma

Salerno Calcio
2011 - 2012

Daniele Proia

Giorgio Bellucci

Matteo Piciollo

Raffaele Sestito
Davide Avagliano

Marco Lanni

Giovanni Puglisi Agatino Chiavaro

Francesco Montervino

Sante Giacinti

Attilio Nicodemo

David Mounard

Raffaele Biancolino

Massimiliano Caputo

David Giubilato

Enrico Polani

Alberto Maglione

Grazie Ragazzi...
Christian Chirieletti Valentino Sbaccanti ValentinoRamiccia Stefano Sbaccanti Leonardo Carletti Adriano Barbarisi

Vagenin Gustavo

Valentino Sbaccanti

Ciro De Cesare

GRAZIE ANCHE A: GERARDO SALVUCCI, ITALO LEO, GIUSEPPE MAGLIANO, MICHELE SANTANGELO, RICCARDO RONCA, ANGELO BELMONTE, STEFANO DE MARTINO, GIANLUCA LAMBIASE, RODOLFO DE ROSA, PASQUALE VISCIDO

Calciatori in cornice: Fonte, Foto Ianuale - www.salernocalcio1919.it


NEW

ARVE PROFUMERIA
UFFICIO E PUNTO VENDITA:

Via Dei Mille, 90 - 84100 Salerno


Tel./Fax 089.3053402 - Cell. 389.4361061
SEDE LEGALE E AMMINISTRATIVA: Via Serre, 1 84090 - Giffoni Valle Piana (SA) - Tel./Fax 089.883319 Cell. 389.4361061 www.mondoimpianti.it e.mail:info@mondoimpianti.it

Via G. Pascoli, 43 - Bellizzi (Sa) Tel. 0828.53859

Via M. Di Fatima, 17 - Salerno Tel. 089.6307510

Via Europa, 42/44 Pontecagnano (Sa) Tel. 089.849988