Sei sulla pagina 1di 11

Premio Sele d’Oro Mezzogiorno

XXVII Edizione Oliveto Citra (SA) - settembre 2011

Ente Premio Sele d'Oro P.zza Garibaldi, 25/26 84020 Oliveto Citra (SA) Tel.Fax 0828 79.36.32 HYPERLINK "http://www.seledoro.it" www.seledoro.it segreteria@seledoro.it

LA MANIFESTAZIONE

1 – IL PERCORSO

Il Premio Sele d’Oro Mezzogiorno nasce nel 1985 per iniziativa di un gruppo di persone

accomunate dalla sfiducia nell’intervento straordinario per il Mezzogiorno. In questo lungo arco di tempo, l’identità della manifestazione è rimasta legata a una convinzione: il futuro del Sud era, ed è, nelle mani dei Meridionali. Sin dall’inizio, l’intuizione è quella di offrire un Riconoscimento pubblico visibile a uomini ed esperienze particolarmente distintisi nei settori legati allo sviluppo del Meridione d’Italia. Già dalle prime edizioni, gli organizzatori abbinano alla cerimonia di premiazione un intenso programma di incontri e dibattiti, che si svolge in un arco di tempo di circa 10 giorni. Più in là, il tutto viene arricchito da un cartellone spettacoli estremamente curato, comprensivo di una serata conclusiva teletrasmessa, di volta in volta, dalla Rai o dalle TV private. Nel corso di 20 anni, Premio Sele d’Oro Mezzogiorno è andato via via crescendo, divenendo un vero e proprio evento culturale contenitore, dentro il quale trovano posto mostre, personali di artisti e le rappresentazioni del Festival Teatrale Nazionale.

2 – MICHELE TITO

Fin dall’inizio, la Giuria del Premio Sele d’Oro Mezzogiorno è stata presieduta da Michele Tito: grande firma del giornalismo italiano, purtroppo scomparso all’inizio del 2003. La sua carriera professionale lo aveva portato a essere corrispondente da Parigi del Messaggero, a

capo della redazione romana della Stampa, alla vicedirezione del “Corriere della Sera”. Tre

le testate prestigiose dirette da Michele Tito nell’arco della sua carriera: “Il Secolo XIX”, di

Genova, il quotidiano economico “Il Globo” e il settimanale “Il Mondo” Negli ultimi anni,

in veste di commentatore di politica estera, collaborava con diversi quotidiani italiani, fra cui

“Il Mattino” di Napoli. Si era inoltre dedicato all’insegnamento, come titolare della cattedra

di Teoria e tecniche del linguaggio giornalistico della Scuola di specializzazione in analisi e

gestione della comunicazione, presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata. Tito ha accompagnato con pazienza ed entusiasmo la crescita culturale del Sele d’Oro, facendo sì che una manifestazione promossa da un gruppo di giovani divenisse, nel tempo, un momento di riflessione culturale apprezzato da più parti.

3 – IL PREMIO

Il Premio Sele d’Oro Mezzogiorno intende fornire un riconoscimento formale a saggi e servizi giornalistici incentrati sui problemi e sulle prospettive di crescita delle regioni meridionali nel contesto dell'Europa e dell'area del Mediterraneo, nonché a progetti di sviluppo e iniziative imprenditoriali che appaiono dotati di elementi significativi di originalità e replicabilità.

3.A – Sezione Saggi Euro 2.000,00 (duemila/00) per un saggio sui problemi istituzionali, economici, sociali, storici e giuridici del Mezzogiorno d’Italia, edito tra il 1 giugno 2009 ed il 31 maggio 2011

3.B – Sezione Euromed – Saggi Inediti Euro 2.000,00 (duemila/00) per un saggio inedito sui problemi istituzionali, economici e sociali dell’Europa e dell’area del Mediterraneo, di cui siano autori giovani che non abbiano compiuto il trentacinquesimo anno di età alla data del 31 dicembre 2010. In caso di saggio curato da più autori, il parametro relativo all’età viene esteso all’intero gruppo di lavoro. Sono ritenute candidabili anche tesi di laurea, tesi di dottorato di ricerca, tesi di specializzazione, testi elaborati nell’ambito di attività di ricerca promossa da università o istituzioni culturali italiane e straniere.

3.C – Premio giornalistico “Michele Tito” Euro 2.000,00 (duemila/00) per un servizio giornalistico sulla realtà istituzionale,

economica, sociale o culturale del Mezzogiorno, dell’Europa e dell’area del Mediterraneo. Sono candidabili:

- uno o più articoli di analisi e commento firmati e pubblicati su quotidiani o periodici di stampa a diffusione nazionale tra il 1 luglio 2010 ed il 30 giugno 2011;

- uno o più servizi radiotelevisivi trasmessi su reti a diffusione nazionale e/o sui siti o

portali Internet, o prodotti per circuiti didattici o di home video, mandati in onda o immessi in tutti i circuiti distributivi tra il 1 luglio 2010 ed il 31 maggio 2011;

3.D – Premio Bona Praxis Intende offrire un formale riconoscimento a un’iniziativa finalizzata allo sviluppo economico, sociale o culturale avviata nelle regioni meridionali, caratterizzata da chiari e riscontrabili elementi di innovazione, efficacia e replicabilità. Sono candidabili iniziative e progetti promossi da Comuni, Province, Regioni, Comunità montane e isolane, Enti Parco, Società di gestione di Patti territoriali – anche, eventualmente, promossi e/o realizzati in collaborazione con altri Enti, Governo nazionale, Unione Europea, organizzazioni sindacali o del Terzo Settore – avviati o realizzati in territori delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna. Sono da ritenersi candidabili, altresì, iniziative e progetti multiregionali o di ambito multinazionale, purché promossi – anche in partnership – da almeno un soggetto riferibile alla tipologia sopra citata, e operanti in almeno una delle regioni elencate. Sono candidabili iniziative e progetti che abbiano completato le loro attività nel corso

dell’anno 2010, o che si trovino in fase di attuazione alla data di pubblicazione del presente bando, e che abbiano trovato o trovino attuazione nell’ambito dei seguenti settori:

- Sviluppo locale

- Ambiente

- Servizi alla persona

- Promozione turistica

- Promozione culturale

- Legalità

- Incremento della partecipazione democratica

- Innovazione dei servizi ai Cittadini.

3.E – Sezione Imprenditoria Giovanile Intende offrire un formale riconoscimento a un’iniziativa imprenditoriale promossa da giovani meridionali, che presenti elementi di originalità e innovatività. Possono presentare la propria candidatura ditte individuali, società cooperative, società di persone e società di capitali con sede legale e/o operativa in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia o Sardegna. Sono ritenute ammissibili proposte di candidatura presentate da soggetti d’impresa, riportabili alle categorie sopra menzionate, costituiti tra il 1 gennaio 2003 e il 31 dicembre 2010. Requisito indispensabile è che, alla data di costituzione, almeno 2/3 dei componenti la compagine sociale non avessero ancora compiuto il trentacinquesimo anno di età. In caso di ditte individuali, tale requisito riguarderà il titolare.

3.F – Premi Speciali Sele d’Oro Mezzogiorno La Giuria ogni anno si riserva la facoltà di attribuire uno o più Premi Speciali a persone, organizzazioni o enti che abbiano offerto - con idee o azioni – contributi particolarmente significati allo sviluppo culturale, sociale ed economico del Mezzogiorno, dell’Europa e dell’area del Mediterraneo. Quest’anno verranno attribuiti due Premi Speciali:

Premio Speciale per il Dialogo interculturale Premio Speciale per la Costruzione della Pace

4 – LA GIURIA

Prof. Amedeo Lepore – Presidente (Docente Università degli Studi di Bari); Prof. Alessandro Bianchi (Docente Università Mediterranea di Reggio Calabria); Dott. Achille Coppola (Presidente Ordine Commercialisti Napoli); Dott. Umberto De Gregorio (Editorialista de “La Repubblica”); Prof. Amedeo Di Maio (Docente Istituto Universitario Orientale Napoli); Prof.ssa Gabriella Fabbrocini (Ricercatrice – Università Federico II); avv. Alberto Gambescia (Direttore Fondazione Mezzogiorno Europa); Prof. Adriano Giannola (Presidente SVIMEZ); Dott. Diego Guida (Guida Editore); Dott. Emanuele Imperiali (Giornalista Meridionalista); Dott. Mimmo Liguoro (Giornalista – Scuola di Giornalismo Università degli Studi di Salerno); Prof. Massimo Marrelli (Rettore Università Federico II Napoli); Prof. Luigi Mascilli Migliorini (Docente Istituto Universitario Orientale Napoli); Prof. Raimondo Pasquino (Rettore Università degli Studi di Salerno); Dr. Carmine Pignata (Presidente Comitato Organizzatore); Prof Mario Raffa (docente Università di Napoli Federico II); Dott. Alfonso Ruffo (Direttore quotidiano economico “Il Denaro”).

5 – I PREMIATI DELLE EDIZIONI PRECEDENTI

2011

Premio Speciale per il Dialogo Interculturale a Joan Clos Premio Speciale per la Sicurezza, Legalità e Pace alla memoria di Angelo Vassallo. Premio Saggi: Massimo Capaccioli, Giuseppe Longo, Emilia Olostro Cirella ex equo con Renata De Lorenzo Premio "Giornalismo - Michele Tito" : Renato Parancandolo Premio "Euromed" : Toni Ricciardi Premio Bona Praxis: Angelo Bruscino Premio “Imprenditoria Giovanile”: Francesco Paolo D’Amato per la casa editrice “Gaia” Menzioni speciali: Simone Misiani, Mariavittoria Albini Riconoscimenti Speciali: Federico Rossi, Luigi Montano.

2010

Premi Speciali Della Giuria: - Giorgio Ruffolo - Valentina Sanfelice di Bagnoli Premio Speciale Alla Memoria: Ad Antonio Parlato Premio Saggi: Massimo Lo Cicero Premio "Giornalismo - Michele Tito" : Diletta Capissi Premio "Euromed" : Salvatore Ercolano Premio Bona Praxis: Pasquale Iorio Riconoscimenti Speciali: - Luca Bianchi e Peppe Provenzano - Fondazione Nitti

2009

Federico Pirro - Angelo Guarini (saggisti) Daniele Casanova (saggista) Vincenzo Linarello: Presidente Consorzio sociale GOEL (Gioiosa Jonica - RC) . Premio Euromed: Antonio Pellegrini (tesi di dottorato) Premio Imprenditorialità Giovanile :D.M.G. Srl Colliano – di Gerardino Scaglione Riconoscimento speciale:Dott.ssa Clelia Mazzoni Riconoscimento da parte degli Enti Locali : Gennaro Biondi Menzioni speciali: Gino Battaglia - Pasquale Iorio (saggisti) Riconoscimento formale: Alexander M. Orlando (Presidente di InnoCrowding)

2008

Edmondo Berselli (giornalista e saggista) Hans Stimman (urbanista - già direttore dell’Ufficio Sviluppo Urbano di Berlino) Manuel e Luca Grimaldi (armatori)

Marco Esposito (Il Mattino) Massimo Esposti (Il Sole 24 Ore) Mario Del Treppo (saggista) Federico Pica (saggista) Gerardo Bianco (presidente Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d’Italia) Antonio Maccanico (presidente Centro Guido Dorso) Premio Euromed: Enrico Sacco (tesi di dottorato) Premio Bona Praxis: Provincia di Bari – Progetto "Discover Terra di Bari" Premio Imprenditorialità Giovanile: Solar Power Menzioni speciali: Clorinda Misto (tesi di Laurea); Carlos Solito (fotoreporter); Valeria Alinovi; Giuseppe Vignola

2007

S.E. Cardinale Crescnzio Sepe (Arcivescovo di Napoli) S.E. Francesco Caruso (Ambasciatore d'Italia in Svezia) Marco De Marco (direttore "Corriere del Mezzogiorno) John Davis (storico) Aurelio Musi (storico) Antonello Longo (giornalista e documentarista) Premio Euromed: Luca Di Marcello (tesi di dottorato) Premio Bona Praxis: Provincia di Matera Progetto transnazionale Med. In. Tra. DE.) Premio Imprenditorialità Giovanile: BMR Meccanica srl Menzioni speciali: Maria Rosaria Rescigno ; Fabiana Bugno

2006

Massimo Lo Cicero (economista) Tano Grasso Nino Novacco (presidente SVIMEZ) Mario e Diego Guida (editori) Mario Raffa (docente universitario) Rai Med Paola de Vivo (saggista) Premio Imprenditorialità Giovanile: Tiziana Guadagno Menzioni speciali: Roberto Saviano; Isaia Sales

2005

Giuseppe Galasso (storico) Tg3 – rubrica “Cifre in chiaro”, Rosario Crocetta (sindaco di Gela). Francesco Boccia (economista) Giuseppe Del Gaudio (direttore quotidiano Metropolis)

2004

Andrea Geremicca (direttore rivista “Mezzogiorno Europa") Giancarlo Rossi e Michele Fusco (Radio3 Rai)

Alfonso Ruffo (direttore del quotidiano economico “Il Denaro”) Lelio Alfonso (vicedirettore “Gazzetta di Parma”) Marco Zurzolo (musicista) Gioacchino Iannece (tesi di laurea)

2003

Luigi Necco (giornalista) Pietro De Luca (giornalista) Centro orafo Il Tarì Sandro Gozi (saggista)

2002

Fabrizio Barca (direttore DPS - Ministero del Tesoro) Natale Forlani (presidente Italia Lavoro) Luigi Covatta (presidente Ales) Maurizio Torrealta (giornalista e scrittore) Centro di produzione Rai di Napoli Maria Teresa Bozzi (dirigente generale Ministero Infrastrutture) Gerardo Caputo (editore radiofonico) Artes Ingegneria Premio Imprenditorialità Giovanile: Gianpiero Di Stasio – atigiantanapoletano.com

2001

Raffaele Nigro (scrittore e giornalista) Annibale Puca (genetista) Enrico Letta (saggista) Luigi Vicinanza (La Repubblica) Francesco Divella (industriale) Okkupati Premio Imprenditorialità Giovanile: Alfonso Giannattasio

2000

Alessandro Laterza (editore) Andrea Monorchio (Ragioniere Generale dello Stato) Luigi Tivelli (consigliere parlamentare) Paolo Gambescia (direttore Il Mattino) TeleNorba Premio Imprenditorialità Giovanile: Hip Hop Stop - laboratorio d' impresa in ambiente protetto

1999

Giuseppe De Rita (presidente CNEL) Claudio Gubitosi (Giffoni Film Festival) Stefano Palumbo (ricercatore) Maria Barresi (RAITRE) Donato Palo (rivista Altro Sele)

1998

Luca Meldolesi (economista) Mario Ciancio (quotidiano La Sicilia) Ilaria Sotis (RAI3) Giancarlo Lunati (In Sud S.p.A.) Premio Imprenditorialità Giovanile: Carmine Gigante

1997

Sandro Criscenti (RAI2) Vera Viola (Il Sole 24 Ore) Giuseppe Pennisi (saggista) Leopoldo Siano (RAI1)

1996

Epedocle Maffia (giornalista e saggista) Carlo Borgomeo (presidente Società per l’Imprenditorialità Giovanile) Sandro Lai (Videosapere) Dino Grammatico (saggista)

1995

Lino Patruno (Gazzetta del Mezzogiorno9 Daniela Palladini (RAI2) Pietro Passamano (sindacalista9 Tesi di laurea: Antonietta Lombardi

1994

Giovanni Russo (saggista) Paolo Giuntella (TG1) Franco Compasso (saggista) Luca Moretti (saggista) Tesi di laurea: Ignazio Russomanno

1993

Sergio Zoppi (presidente Formez) Domenico De Masi (sociologo) Isaia Sales (saggista) Mario Foglietti (regista cinematografico)

1992

Marcelle Padovani (giornalista e scrittrice) Mariano D’Antonio (economista) Gabriella Gribaudi (saggista) Carlo Trigilia (saggista) Tesi di laurea: Gabriella Corona

1991

Pietro Bevilacqua (rivista “Meridiani”) Amedeo Lepore (saggista) Giuseppe Nitto (scrittore) Tesi di laurea: Pasquale Boccagna

1990

Gerardo Marotta (presidente Istituto Italiano per gli Studi filosofici) Sebastiano Monti (Università di Salerno) Mario Piccinini (Il Sole 24 Ore) Salvatore Cafiero (Svimez)

1989

Gianni Cervigni (Il Giorno) Emanuele Imperiali (Il Mattino) Tesi di laurea: Domenico Notari; Carlo Quadrino

1988

Gianni Corbi (giornalista e saggista) Giuseppe Rosa (Confindustria)

1987

Michele Tito (giornalista) Clodomiro Tarsia (Il Mattino)

EMBED Word.Picture.8

Oliveto Citra (SA)

Ente Premio Sele d’Oro Mezzogiorno P.zza Garibaldi, 25/26 - 84020 Oliveto Citra (Sa) - tel. 0828 793632 - www.seledoro.it