Sei sulla pagina 1di 17

Corso di Certi cazione Energetica

Presentazione Aziendale
Beta Formazione s.r.l. opera nel settore dell'aggiornamento su tutto il territorio
nazionale ponendosi, nel variegato panorama degli enti di formazione, come una realt in grado di arricchire i curriculum vitae dei liberi professionisti, aziende e ordini professionali. L'azienda possiede tre principi cardine del mondo lavorativo di oggi: seriet, professionalit e essibilit, pertanto grazie al suo team di esperti in grado di soddisfare le esigenze implicite ed esplicite dei propri interlocutori organizzando eventi formativi in grado di potenziare le competenze di chi li frequenta. Le tipologie dei corsi sono strutturate in modo diversi cato garantendo diversi livelli di formazione, interazione e approfondimento con i docenti incaricati, il tutto nalizzato a una migliore qualit dei corsi medesimi in relazione a un mondo del lavoro in continuo cambiamento ed evoluzione. Beta Formazione si avvale di tecniche innovative mediante il continuo aggiornamento tecnologico delle metodologie didattiche riuscendo cos a fornire un pronto e veloce apprendimento agli allievi. La capacit di adattare gli argomenti proposti a speci che necessit settoriali, frutto del contatto istituzionale che ha con numerosi esperti, permette alla societ Beta Formazione di o rire (a richiesta) anche corsi erogati direttamente nelle aziende che potranno cos formare un numero consistente di propri addetti, sulla base della speci ca situazione aziendale. Oltre ai tradizionali corsi in aula, Beta Formazione organizza numerosi corsi in modalit FAD (audio videoconferenza) dando la possibilit non solo di seguire la lezione in diretta dal proprio computer, ma anche di rivedere la replica il giorno seguente in qualsiasi momento. Beta Formazione grazie alla creazione ed all'applicazione di nuovi metodi formativi, ha formato e delizzato 3.403 liberi professionisti nellanno 2009, al punto da riconfermare ed incrementare con 5.857 nel 2010 e 7.251 nel 2011. COSA OFFRIAMO: 1) Supporto organizzativo: Con 15 consulenti impiegati presso la nostra sede siamo in grado di contattare telefonicamente no a 100 professionisti al giorno spiegando loro l'importanza dell'iniziativa. Attraverso una piccola tipogra a interna, siamo in grado di stampare imbustare spedire e consegnare no a 10.000 lettere indirizzate ad ogni singolo professionista con il programma del corso organizzato. 2) Progettazione: Con circa 1.000 professionisti dislocati nelle varie province che collaborano con la nostra struttura in modo continuativo, abbiamo la possibilit di progettare gratuitamente percorsi formativi Ad Hoc in base alla categoria e all'esigenza del cliente.

Presentazione Aziendale
3) Vantaggio Economico: L'o erta formativa che proponiamo permette di non avere oneri ulteriori rispetto al costo sostenuto dall'ordine stesso, ci permette ai nostri clienti (Ordini Professionali) di potersi avvalere del nostro aiuto senza alcun costo. L'utile che riusciamo a ricavare dall'organizzazione di un evento, dettato dalla collaborazione che abbiamo ormai da tempo instaurato con i nostri collaboratori: Professionisti incaricati in qualit di Docenti, Software House, Case Editrici, Ecc. I corsi possono essere organizzati: 1) Aula Siamo in grado di poter organizzare i percorsi formativi in tutte le province d'Italia con il metodo tradizionale utilizzato dalla maggior parte degli Enti di Formazione e degli Ordini professionali. 2) FAD (AudioVideoConferenza): La nostra societ in seguito all'esigenza di molti professionisti dislocati geogracamente in zone disagiate, ha investito su una piattaforma In Audio Videoconferenza che permette di poter frequentare qualsiasi corso con le stesse identiche modalit del metodo tradizionale. Indichiamo di seguito alcuni vantaggi che pu o rire questo sistema: possibilit di intervenire durante la lezione in diretta come se fosse in aula grazie all'audio bidirezionale; possibilit di scaricarsi sul proprio computer ogni lezione eettuata con tutte le Vostre domande e risposte; risparmio di tempo grazie alla frequenza di una semplicissima connessione ad internet e senza altri costi aggiuntivi; non necessario installare nessun software sul proprio computer; l'accesso avviene attraverso un link ricevuto il giorno di inizio corso, si aprir l'aula virtuale in diretta con il docente; assistenza informatica da parte di un Nostro tecnico per tutta la durata delle ore di lezione previste in ogni corso; possibilit di eettuare una prova audio video prima dell'iscrizione per verificare l'idoneit del Vostro sistema; Requisiti tecnici: computer con connessione ad internet adsl, non necessaria la Web Cam; Assistenza totalmente gratuita dei nostri tecnici informatici, saranno a disposizione per tutta la durata del corso. 3) E-learning: I tempi cambiano: cambia il modo di erogare la formazione continua di base; cambia il modo di acquisire informazioni; cambia il modo di insegnare;

Presentazione Aziendale
Beta Formazione si adeguata incrementando la sua o erta con un sistema innovativo l'E-Learning senza mai perdere, ci che no ad oggi l'ha contraddistinta: la qualit formativa. La nostra capacit tecnologica ha consentito a Beta Formazione di creare soluzioni avanzate tecnologiche per l'erogazione di programmi formativi: ora possiamo senz'altro dire che il nuovo mondo iniziato e Beta Formazione per prima in Italia o re una formazione basata sulle nuove tecnologie. Di seguito elenchiamo alcuni vantaggi che vorremmo presentarLe, quali: Un catalogo corsi di oltre 500 percorsi formativi, il primo in Italia Corsi accreditati in tutte le aree Personalizzazione della struttura tecnologica (piattaforma e- Learning e sistema gestionale corsi/utenti) Corsi legati alla collaborazione con la Pubblica Amministrazione. Una intera divisione per la localizzazione di corsi on-demand consulenti di Beta Formazione dedicati al progetto Costo dei corsi decisamente inferiori ai corsi tradizionali in aula (circa l'80% in meno) Fidelizzazione degli iscritti attraverso una card formativa unica nel suo genere e-Card Pro Le lezioni sono disponibili 7 giorni su 7 e 24 ore su 24 Possibilit di interrompere e riprendere la lezione in modo da poterne fruire in pi sessioni Indice che consente la navigazione libera all'interno delle varie parti del corso Possibilit di visionare in numero illimitato di volte, anche dopo aver superato i test nali Possibilit di stampare i contenuti dei contenuti

Presentazione Aziendale
Beta Formazione attualmente annovera tra i propri clienti: Collegio dei GEOMETRI di Bologna, Collegio dei GEOMETRI di Bari, Collegio dei GEOMETRI di Pistoia, Collegio dei GEOMETRI di Isernia, Collegio dei GEOMETRI di Siracusa, Collegio dei GEOMETRI di Asti, Collegio dei GEOMETRI di Viterbo, Collegio dei GEOMETRI di Cosenza, Collegio dei GEOMETRI di Salerno, Collegio dei GEOMETRI i Milano, Collegio dei GEOMETRI di Brindisi, Collegio dei GEOMETRI di Lucera, Collegio dei GEOMETRI di BAT (Trani, Andria, Barletta), Collegio dei GEOMETRI di Taranto, Collegio dei GEOMETRI di Oristano, Collegio dei GEOMETRI di Avellino, Collegio dei GEOMETRI di Nuoro, Collegio dei GEOMETRI di Lecce, Collegio dei GEOMETRI di Siena, Collegio dei GEOMETRI di Palermo, Collegio dei GEOMETRI di Novara, Collegio dei GEOMETRI di Mondov, Collegio dei GEOMETRI di Udine, Ordine degli ARCHITETTI di Verona, Ordine degli ARCHITETTI di Udine, Ordine degli ARCHITETTI di Brescia, Ordine degli ARCHITETTI di Rimini, Ordine degli ARCHITETTI di Ragusa, Ordine degli ARCHITETTI di Mantova, Ordine degli ARCHITETTI di Avellino, Ordine degli ARCHITETTI di Salerno, Ordine degli ARCHITETTI di Brindisi, Ordine degli ARCHITETTI di Siracusa, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Ravenna, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Siena, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Treviso, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Foggia, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Firenze, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Pisa, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Venezia, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Vicenza, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Livorno, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Lucca, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Brindisi, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Taranto, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Lecce, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Sondrio, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Ascoli Piceno e Fermo, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Trapani, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Como, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Pordenone, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Belluno, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Perugia, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Brescia, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Udine, Collegio PERITI INDUSTRIALI di Trento, Ordine dei Dottori AGRONOMI e Dottori Forestali di Napoli, Ordine dei Dottori AGRONOMI e Dottori Forestali di Oristano, Ordine degli INGEGNERI di Avellino, Ordine degli INGEGNERI di Campobasso, Ordine degli INGEGNERI di Modena, Ordine degli INGEGNERI di Pavia, Ordine degli INGEGNERI di Trapani, Ordine PERITI AGRARI di Ravenna, Ordine PERITI AGRARI di Messina Ordine PERITI AGRARI di Bari Ordine PERITI AGRARI di Taranto Ordine PERITI AGRARI di Trapani, Ordine PERITI AGRARI di Caserta, Ordine PERITI AGRARI di Roma, Collegio PERITI AGRARI - FONDAZIONE Nazionale, Collegio PERITI INDUSTRIALI - CONSIGLIO Nazionale.

Certificazione Energetica degli Edifici Linee Guida Nazionali


DESTINATARI Periti Industriali, Laureati in chimica, Periti Agrari, Geometri, Architetti e Ingegneri, Laureati in Scienze e Tecnologie Agrarie e Scienze e Tecnologie Forestali e Ambientali, Enti Pubblici. OBIETTIVI Fornire una panoramica della legislazione e normativa vigente sulla quali cazione e certi cazione energetica degli edi ci. Il corso nalizzato all'analisi della quali cazione e certi cazione energetica degli edi ci ed alle opportunit inerenti l'incentivazione economica degli interventi di risparmio energetico (certi cazione energetica conto energia). Saranno a rontati gli aspetti sui fondamenti di energetica edilizia, sulle tecniche di indagine in campo e sulle metodologie per la valutazione dei consumi energetici degli edi ci. Il Bilancio energetico dell'edi cio: come si fa, come si legge e quali sono le soluzioni da proporre e adottare. Inoltre si valuteranno le basi delle procedure di analisi e le loro applicazioni pratiche. NOTA PER LE REGIONI CHE NON HANNO LEGIFERATO IN MATERIA. Vi ricordiamo che con la recentissima emanazione del D.M. 26 giugno (G.U. n 158 del 10 luglio 2009) di attuazione del D. Lgs.vo n 192/2005 e n 311/2006, in vigore dal 25 luglio 2009, sono state ssate le linee guida nazionali per la certi cazione energetica degli edi ci. Cos, dal 25 luglio, le unit immobiliari oggetto di compravendita, quelle di nuova costruzione e quelle soggette a ristrutturazione e quelle date in locazione dovranno essere dotate di ACE - Attestato di Certi cazione Energetica - redatto secondo le indicazioni contenute negli Allegati dal Decreto. In buona sostanza le linee guida saranno applicate alla Regioni e provincie autonome che non hanno ancora legiferato in materia. Per questo motivo Beta Formazione srl Vi propone anche un altro percorso formativo perfettamente in linea con le prescrizioni nazionali e gli intendimenti regionali, ovvero: Corso di 80 ore su "La normativa e principi di progettazione e certi cazione energetica degli edi ci" Oggi pi che mai si rendono quindi necessari approfondimenti e aggiornamenti data l'incertezza in materia- della continua evoluzione della legislazione energetica riguardante la certi cazione energetica e si rende indispensabile l'aggiornamento professionale dei liberi professionisti, dei dipendenti di Enti ed organismi pubblici, nonch dei dipendenti di societ di servizi ai ni di una corretta attuazione ed applicazione sia a livello nazionale che locale, della cogente certi cazione energetica degli edi ci.

Durata del Corso


80 Ore

Certificazione Energetica degli Edifici Linee Guida Nazionali


A partire dal 1 luglio 2009 tutti gli immobili dovranno essere dotati dell'attestato di certi cazione energetica cos come previsto all'art. 6 comma 1-bis, lettera c) del Dlgs 192/2005, fatta salva comunque la possibilit di alienare un immobile ancorch non dotato dell'AQE. PROGRAMMA DEL CORSO Introduzione Figura del certificatore, con particolare riferimento ai relativi obblighi e responsabilit; Breve riferimento normativo Fondamenti di trasmissione del calore attraverso le strutture opache e trasparenti. Trasmittanza e ponti termici in regime termico stazionario Calcolo dell'energia scambiata per trasmissione attraverso l'involucro edilizio Calcolo dell'energia scambiata con l'esterno per ventilazione (naturale e forzata) Propriet dell'involucro opaco in regime termico dinamico; Soluzioni progettuali e costruttive per migliorare l'ecienza energetica dell'involucro opaco (materiali e tecniche) Soluzioni progettuali e costruttive per migliorare l'ecienza energetica dell'involucro trasparente (materiali e tecniche) Sistemi passivi per la riduzione del carico di climatizzazione estiva ed invernale Soluzioni progettuali e costruttive bioclimatiche e sostenibili Criteri e metodi di valutazione economica degli investimenti Tipologie di impianti asserviti all'edificio (riscaldamento, rarescamento e produzione di acqua calda, ventilazione e climatizzazione, illuminazione, etc) Soluzioni impiantistiche ad alta ecienza Rendimento globale di impianto Il rendimento globale degli impianti per il riscaldamento invernale e per la produzione di acqua calda sanitaria Interventi per il miglioramento dell'ecienza energetica degli impianti (materiali e tecniche) Ecienza energetica degli impianti per la climatizzazione invernale e la produzione di ACS: tipologie e caratteristiche di impianti termici tradizionali e di ultima generazione Comfort termoigrometrico: scambi energetici tra corpo umano e ambiente. Sistemi per l'uso di fonti rinnovabili (solare termico, fotovoltaico, minieolico, biomassa, ecc.) Incentivi fiscali Valutazione economica di un investimento di riqualificazione energetica Il calcolo del fabbisogno di energia primaria di un edificio: riferimenti legislativi e normativi, veri che e normative di legge; Esempio di calcolo del fabbisogno di

15

Certificazione Energetica degli Edifici Linee Guida Nazionali


energia primaria di un edi cio di nuova costruzione Esempio di calcolo del fabbisogno di energia primaria di un edificio esistente Quadro normativo europeo e nazionale in materia di certificazione La direttiva Europea 2002/91/CE La legislazione nazionale (D. Lgs. 192/2005 e s.m.i, D.P.R.59 del 02/04/2009) UNI TS 11300 Introduzione e quadro di riferimento normativo, legislativo, tecnico ed incentivi economici Normativa regionale in materia di certificazione energetica degli edifici La descrizione e la compilazione del certificato Certificazione di un edificio esistente Certificazione di un edificio di nuova costruzione Certificazione di una unit immobiliare Invio dei certificati alla banca dati regionale Cenni sulla Valutazione della sostenibilit ambientale Esercitazione con il software su un edificio nuovo Esercitazione con il software su un edificio esistente con simulazioni di interventi

Certificazione Energetica degli Edifici


(Accreditato CENED - regione Lombardia) (Per liscrizione allelenco dei Certificatori)
DESTINATARI Certi catori tecnici quali cati, singoli o associati, iscritti all'Ordine o al Collegio professionale di competenza, in possesso del diploma di laurea specialistica o diploma di laurea in ingegneria, architettura, scienze ambientali, o in possesso di diploma di geometra o perito industriale. In ogni caso per l'accreditamento i richiedenti dovranno risultare in possesso di adeguate capacit organizzative, gestionali ed operative. La quali cazione dei tecnici deve essere comprovata o sulla base dell'esperienza professionale o attraverso appositi corsi di formazione. PROGRAMMA DEL CORSO 1 lez. Ecienza energetica degli edifici: inquadramento legislativo. Normativa regolamentare: Direttiva Europea 2002/91/CE con cenni alla Direttiva 2006/32/CE; D.Lgs. 192/05 corretto ed integrato dal D.Lgs. 311/06 e relative Linee guida nazionali decreto 26 giugno 2009; Normativa tecnica: Europea-CEN armonizzata; nazionale-norme UNI TS 11300 riguardanti involucro ed impianti; Regione Lombardia-metodo di calcolo approvata con il Decreto n. 5796 dell'11 giugno 2009; la nuova Direttiva 2010/31/UE che sostituir a partire dal 1.02.2012 la Direttiva 2002/91/CE. 2 lez. La figura del certificatore: obblighi e responsabilit; La procedura di certicazione della Regione Lombardia per edi ci nuovi ed esistenti. 3 lez.- 4 lez Approfondimento sulle normative regionali in vigore: procedure e speci che relative a regolamenti regionali. 5lez. Le prestazioni energetiche dei componenti dell'involucro: fondamenti di trasmissione del calore attraverso strutture opache e trasparenti; aspetti da considerare nel calcolo delle trasmittanze; esempi di soluzioni progettuali che garantiscano il rispetto delle trasmittanze minime previste dalla normativa vigente; valutazione della trasmittanza di strutture nuove ed Esistenti. 6 lez. Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell'ecienza dell'involucro (valutazioni economiche degli investimenti): materiali e tecnologie, prestazioni energetiche dei materiali; marcatura CE; valutazioni economiche degli investimenti.

Durata del Corso


80 Ore

Certificazione Energetica degli Edifici


(Accreditato CENED - regione Lombardia) (Per liscrizione allelenco dei Certificatori)
7 lez. Gli indicatori di prestazione energetica degli edifici (fabbisogni di energia primaria per la climatizzazione invernale, la produzione di acqua calda sanitaria, la climatizzazione estiva). UNI TS 11300- 1 Prestazioni energetiche degli edifici Parte 1: Determinazione del fabbisogno di energia termica dell'edi cio per la climatizzazione estiva e invernale; UNI TS 11300- 1 Prestazioni energetiche degli edifici Parte 2: Determinazione del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti per la climatizzazione invernale e per la produzione di acqual calda sanitaria 8 lez. Il metodo di calcolo della Regione Lombardia 9 lez. Ecienza energetica degli impianti: fondamenti di impianti termici esistenti e di ultima generazione; aspetti da considerare nel calcolo dei rendimenti (prEN 15316-1 calcolo del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti parte generale) 10 lez. Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell'ecienza energetica degli impianti, con particolare riguardo alle soluzioni innovative suggerite dalla legislazione vigente (caldaie a condensazione, pompe di calore, valvole termostatiche, ecc.): materiali e tecnologie, prestazioni energetiche dei materiali; marcatura CE; valutazioni economiche degli investimenti prEN15459 11 lez. Il contributo energetico specifico al calcolo degli indicatori di prestazione energetica fornito dalle fonti rinnovabili: la procedura di calcolo della Regione Lombardia; La geotermia: normativa di riferimento. 12 lez. Solare termico: le norme UNI TS per il solare termico e fotovoltaico; Solare fotovoltaico: le norme UNI TS per il solare termico e fotovoltaico 13 lez. Le applicazioni delle risorse rinnovabili in edilizia, soluzioni progettuali bioclimatiche; Cenni sull'ecienza negli usi elettrici e di domotica 14 lez. La ventilazione meccanica controllata, il recupero di calore e il concetto di comfort abitativo. 15 lez. I dati da reperire per la certificazione energetica della Regione Lombardia; Raccolta dati sull'esistente: rilievi sul posto (involucro ed impianto). 16 lez. Raccolta dati sull'esistente: riferimenti tabellari da utilizzare (norme UNI, raccomandazioni CTI) casi particolari. 17 lez. Esercitazione con il software su un edificio nuovo (in aula 08 ore).Controllo ed esito attivit di laboratorio con esposizione nale dei corsisti

Certificazione Energetica degli Edifici


(Accreditato CENED - regione Lombardia) (Per liscrizione allelenco dei Certificatori)
18 lez. Esercitazione con il software su un edificio nuovo (in aula 08 ore). Controllo ed esito attivit di laboratorio con esposizione nale dei corsisti Esame Finale e rilascio dell'attestato riconosciuto per l'iscrizione all'elenco dei certificatori CENED Il corso abilitante per l'iscrizione all'elenco dei Certi catori Energetici: Regione Lombardia: Delibera della Giunta regionale del 22 dicembre 2008 n. 8/8745 Regione Emilia Romagna (ERMES ENERGIA): come previsto dalla sezione Altri accreditamenti delle Istruzioni Iscrizione all'albo riportiamo l'art 7.3 della Deliberazione dell'Assemblea legislativa n. 156 del 4 marzo 2008. 7.3 Sono altres accreditati con modalit sempli cate come soggetti certi catori coloro che sono riconosciuti tali da paesi appartenenti all'Unione Europea nonch da altre Regioni o Province Autonome o sulla base di programmi promossi dalla Regione EmiliaRomagna. Per iscriversi ad ERMES ENERGIA necessario, limitatamente al primo anno, iscriversi anche presso il CENED. Regione Liguria: Secondo quanto disposto dalla delibera di Giunta regionale n.1601 del 2 dicembre 2008 come modi cata dalla delibera n. 1254 del 21/09/2009 il corso Cened riconosciuto anche dalla regione Liguria a condizione che venga integrato con altre 16 ore di esercitazioni pratiche relative all'utilizzo del software Celesta. Regione Piemonte: secondo quanto disposto dalla Legge regionale 28 maggio 2007, n. 13, allegato1 il corso Cened riconosciuto anche dalla regione Piemonte a condizione che venga integrato con altre 20 ore di esercitazioni pratiche. Regione Puglia: Regolamento regionale n. 10 del 10 febbraio 2010. Il corso rivolto a tutti i professionisti che non possiedono un esperienza triennale attestata da una dichiarazione del rispettivo ordine o collegio professionale su almeno 2 delle seguenti attivit: 1) Progettazione dell'isolamento termico degli edi ci 2) Progettazione di impianti di climatizzazione invernale ed estiva 3) Gestione energetica di edi ci ed impianti 4) Certi cazione e diagnosi energetica. Regione Sicilia: Delibera del Dirigente Generale del Dip reg. Energia del 3.03.2011 G.U.R.S. 25.03.2011

(Accreditato ERMES ENERGIA - regione Emilia Romagna)


DESTINATARI Certi catori tecnici quali cati, singoli o associati, iscritti all'Ordine o al Collegio professionale di competenza, in possesso del diploma di laurea specialistica o diploma di laurea in ingegneria, architettura, scienze ambientali, o in possesso di diploma di geometra o perito industriale. In ogni caso per l'accreditamento i richiedenti dovranno risultare in possesso di adeguate capacit organizzative, gestionali ed operative. La quali cazione dei tecnici deve essere comprovata o sulla base dell'esperienza professionale o attraverso appositi corsi di formazione. PROGRAMMA DEL CORSO A partire dal 1 luglio 2009 tutti gli immobili dovranno essere dotati dell'attestato di certi cazione energetica cos come previsto all'art. 6 comma 1-bis, lettera c) del D.lgs 192/2005, fatta salva comunque la possibilit di alienare un immobile ancorch non dotato dell'AQE. La Regione Emilia Romagna, con DGR. 1754/08 del 28/10/08, ha emesso le proprie Disposizioni per la formazione del Certi catore Energetico in Edilizia. Alla luce di tale normativa, i tecnici interessati a svolgere l'attivit di certi catore energetico in edilizia - ma privi di esperienza professionale documentabile potranno ottenere, frequentando uno speci co corso di formazione, la quali cazione necessaria per l'accreditamento e la registrazione nell'apposito elenco della Regione Emilia Romagna. Al termine del percorso formativo, con il superamento dell'esame nale, verr rilasciato l'attestato di frequenza con veri ca dell' apprendimento requisito per l'Iscrizione all'Elenco Regionale dei Certi catori Energetici in Edilizia. I corsi sono conformi agli standard della Delibera regionale n. 1754 del 28/10/2008, che prevede 60 ore, con un obbligo di frequenza non inferiore all'80%, e 12 ore di project work obbligatorio su casi-studio assegnati. MODULO 1 (4 ORE) Introduzione Ruolo e funzione del soggetto certificatore ( Obblighi e responsabilit, modalit e requisiti per l'accreditamento regionale Aspetti giuridici e gestione del contenzioso: analisi delle problematiche legali e delle possibili soluzioni Requisiti organizzativi, gestionali ed operativi per la gestione del processo di certificazione: la certificazione

Corso di Certificazione Energetica degli Edifici

Durata del Corso


72 Ore

20

(Accreditato ERMES ENERGIA - regione Emilia Romagna)


Uni En Iso 9001 o le procedure documentate previste dal sistema di accreditamento regionale. MODULO 2 (4 ORE) Ecienza energetica degli edifici: inquadramento normativo. Normativa: Direttiva Europea 2002/91/CE ( Direttiva 2006/32/CE; D.Lgs. 192/05 corretto ed integrato dal D.Lgs. 311/06 e relative Linee guida nazionali; L. R. n. 31/02 e successive modifiche ed integrazioni Delibera dell'Assembleare Legislativa regionale n. 156/2008) Normativa tecnica: le norme armonizzate CEN; le norme nazionali UNI TS 11300. Procedure tecnico-amministrative per la realizzazione degli interventi. MODULO 3 (8 ore) Fondamenti di energetica ( Primo e secondo principio della termodinamica Elementi di termocinetica e trasmissione del calore Benessere termoigrometrico negli ambienti confinati) Terminologia e Grandezze termo fisiche (forme di energia ed energia primaria). Il bilancio energetico del sistema edificio-impianti: scambi termici, apporti termici interni e gratuiti, rendimenti del/i sistemi impiantistici. Fonti e vettori energetici: il rapporto tra energia primaria e l'energia consegnata, le emissioni di gas climalteranti. Valori limite di fabbisogno energetico di un edificio e influenza delle variabili climatiche (GG) e geometriche (S/V) nella loro determinazione. Gli indicatori di prestazione energetica degli edifici: indice globale (EPtot) e indici parziali (fabbisogni di energia primaria per la climatizzazione invernale, la produzione di acqua calda sanitaria, la climatizzazione estiva, l'illuminazione). Metodologie e criteri di classificazione energetica di un edificio. MODULO 4 (4 ore) Metodologie di determinazione del rendimento energetico di un edificio: riferimenti normativi, ambito e limiti di utilizzo, criteri di raccolta, analisi ed elaborazione dei dati ( metodo di calcolo di progetto o di calcolo standardizzato metodi di calcolo da rilievo sull'edificio metodi semplificati e metodi basati sui consumi reali) Strumenti di calcolo informatizzato: caratteristiche di adabilit e limiti di utilizzo. Criteri per il calcolo e/o la verifica e/o il monitoraggio della prestazione energetica a partire dai consumi energetici: costruzione della baseline dei consumi e valutazione secondo la norma EN 15603.

Corso di Certificazione Energetica degli Edifici

(Accreditato ERMES ENERGIA - regione Emilia Romagna)


MODULO 5 (8 ore) Criteri per il calcolo della prestazione energetica di progetto secondo le UNI TS 11300: dati di ingresso e parametri termo fisici dell'involucro edilizio, anche in relazione alla destinazione d'uso criteri e metodologie di calcolo per la determinazione del comportamento termico dell'involucro edilizio valutazione degli scambi termici ed apporti gratuiti rendimenti degli impianti termici per la climatizzazione invernale/estiva e la produzione di acqua calda sanitaria: aspetti da considerare per la scelta, per il calcolo dei dimensionamenti e per le ricadute sulla determinazione della prestazione energetica contributo delle fonti rinnovabili nel calcolo degli indicatori di prestazione energetica: rendimenti degli impianti alimentati con fonti rinnovabili e assimilati (norme tecniche di riferimento, metodologie di calcolo e valutazioni di tipo speditivo) MODULO 6 (4 ore) La valutazione delle caratteristiche energetiche degli edifici esistenti (diagnosi energetica) attraverso valutazioni speditive (comparazioni con abachi o soluzioni tecniche analoghe) e/o valutazioni strumentali (misure di conduttanza in opera e tecniche di termogra a): ambiti e limiti di utilizzo, potenzialit e sinergie. Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento delle prestazioni di edifici esistenti: materiali e tecnologie, prestazioni energetiche dei materiali criteri e metodi di valutazione economica degli investimenti esempi di soluzioni progettuali per il miglioramento della prestazione energetica di involucri edilizi esistenti. MODULO 7 (4 ore) Le prestazioni energetiche dell'involucro edilizio e degli elementi tecnici che lo compongono, in regime invernale: trasmissione del calore attraverso strutture opache e trasparenti aspetti da considerare nel calcolo delle trasmittanze termiche calcolo della trasmittanza termica di strutture di nuova realizzazione esempi di soluzioni progettuali per la realizzazione di MODULO 8 (4 ore) Ecienza energetica degli impianti per la climatizzazione invernale e la produzione di ACS: tipologie e caratteristiche di impianti termici tradizionali e di ultima generazione

Corso di Certificazione Energetica degli Edifici

(Accreditato ERMES ENERGIA - regione Emilia Romagna)


Soluzioni progettuali e costruttive per l'ottimizzazione e il miglioramento dell'ecienza energetica degli impianti, con particolare riguardo alle soluzioni innovative suggerite dalla legislazione vigente (caldaie a condensazione, pompe di calore, ecc.): materiali e tecnologie, prestazioni energetiche dei componenti e dei sistemi impiantistici controllo delle perdite e delle dispersioni: ventilazione meccanica controllata, il recupero di calore valutazioni economiche degli investimenti esempi di soluzioni tecniche per il miglioramento della prestazione energetica di impianti esistenti, anche attraverso interventi di ecientamento e/o di integrazione. MODULO 9 (8 ore) Le prestazioni energetiche dell'involucro edilizio e degli elementi tecnici che lo compongono, in regime estivo: trasmissione del calore attraverso strutture opache (inerzia termica, sfasamento e smorzamento dell'onda termica, trasmittanza termica periodica, ecc.) e trasparenti esempi di soluzioni progettuali per la protezione dall'irraggiamento e la realizzazione di involucri edilizi ad elevata prestazione Ecienza energetica degli impianti per la climatizzazione estiva: tipologie e caratteristiche di impianti di condizionamento e rarescamento tradizionali e di ultima generazione. Soluzioni progettuali e costruttive per la ottimizzazione dell'ecienza energetica degli impianti, con particolare riguardo alle soluzioni innovative e alla interazione edi cio/impianto: materiali e tecnologie, prestazioni energetiche dei materiali ventilazione e rarescamento naturali valutazioni economiche degli investimenti esempi di soluzioni tecniche per il miglioramento della prestazione energetica di impianti esistenti, anche attraverso interventi di ecientamento e/o di integrazione. MODULO 10 (4 ore) Tipologie e caratteristiche degli impianti di produzione ed utilizzo di energia da fonti energetiche rinnovabili (biomasse, geotermia, solare termico, solare fotovoltaico, eolico, cogenerazione ad alto rendimento, ecc.) Potenzialit e livelli ottimali di dimensionamento degli impianti, anche in riferimento alle opportunit di integrazione con reti/vettori esistenti. Risparmio energetico e building automation: soluzioni impiantistiche per il controllo e l'automazione di funzioni connesse all'utilizzo degli edi ci.

Corso di Certificazione Energetica degli Edifici

(Accreditato ERMES ENERGIA - regione Emilia Romagna)


MODULO 11 (4 ore) Valutazioni economiche degli investimenti, anche in relazione ai sistemi incentivanti in vigore e cenni sulle relative procedure ( valutazione costi/benefici e cenni di ingegneria finanziaria modalit di finanziamento ed incentivi per il miglioramento dell'ecienza energetica degli edifici) MODULO 12 (4 ore) Comfort abitativo e sostenibilit ambientale degli organismi edilizi: soluzioni progettuali e costruttive bioclimatiche (serre solari, sistemi a guadagno diretto, ecc.) e criteri di progettazione in relazione alle caratteristiche del sito eco-compatibilit dei materiali, dei componenti e dei sistemi utilizzati per la costruzione, con particolare riguardo al ciclo di vita (LCA) metodi e sistemi di classificazione/certificazione della sostenibilit ambientale degli edifici MODULO 13 (12 ore - project work) Determinazione del rendimento energetico e redazione del relativo attestato con applicazione del metodo di calcolo da progetto Determinazione del rendimento energetico e redazione del relativo attestato con applicazione del metodo di calcolo da rilievo su edi cio esistente, anche con utilizzo di procedure strumentali. MODULO 14 (esame) Prova scritta a contenuto pratico ed un test di apprendimento.

Corso di Certificazione Energetica degli Edifici

Via Piratello, 66/68 - 48022 Lugo - Ravenna Tel. 0545 916279 - Fax 0545 030139 Numero Verde 800.662466 info@betaformazione.com www.betaformazione.com

stampa e gra ca: BM Group 051 0452917