Sei sulla pagina 1di 4

La visione Psicoenergetica delluomo

Il modello della psicoenergetica ci aiuta a sviluppare una nuova conoscenza scientifica, che consente di unificare i diversi campi finora separati del sapere, in un unico corpo sintetico e multidisciplinare.

Luomo, inteso come coscienza, un vasto campo di energie e di forze, suddiviso in orbite o livelli che lo compongono, costituenti la sfera della coscienza e in continua interazione tra loro. Energie e forze dunque animano la coscienza.

Un aspetto fondamentale della Psicoenergetica la struttura della coscienza umana costituita da questi diversi livelli di espressione. Essi sono i piani di manifestazione, le varie orbite in cui suddiviso il campo di coscienza delluomo. Li possiamo definire come livello fisico, emotivo, mentale e spirituale.

Il livello fisico la manifestazione visibile delluomo, che percepiamo attraverso i cinque sensi.

Il livello emotivo il piano sul quale sentiamo, dove proviamo la marea di emozioni e sentimenti che ci sono tanto familiari. Esso considerato un piano liquido, soggetto a continui sbalzi e riflussi.

Il livello mentale delluomo la sede della funzione pensiero, intesa come attivit mentale concreta, e ha in pi la capacit di volgersi verso il livello superiore della mente, quello mentale astratto, per cogliere le intuizioni, le ispirazioni, le idee.

In riferimento al funzionamento della mente ordinaria, noi parliamo di pensiero logico, mente concreta, o funzione pensiero, in rapporto invece a ci che si apre al livello superiore, parliamo di mente astratta, pensiero analogico, funzione intuitiva.

Le due menti nel loro complesso costituiscono il piano mentale, e da un buon funzionamento di questo piano dipende landamento della nostra vita.

Abbiamo fin qui parlato dei tre livelli di manifestazione della personalit, quella complessa e multiforme struttura psichica che porta ciascuno di noi a operare nel mondo degli effetti e a procurarci le esperienze pi varie. Per personalit si intende quindi la caratteristica energetica risultante dallintegrazione sempre pi serrata tra le forze del corpo fisico, quelle del corpo emotivo e quelle del corpo mentale.

Man mano che si sviluppa la volont, la personalit si integra sempre di pi, stabilendo una gerarchia di valori e affermandola allinterno e allesterno, cos da ridurre al minimo i conflitti interiori.

La coscienza pu essere vista anche come un campo elettromagnetico, con un suo polo positivo e uno negativo: quindi un sistema bipolare. Il polo positivo lessenza, quello negativo la sostanza, che diviene forma attraverso la vibrazione emessa.

Che parallelo esiste tra le leggi dellelettromagnetismo e il funzionamento della coscienza?

La corrente elettrica, percorrendo un conduttore, genera nello spazio circostante un campo magnetico, la cui intensit, in un qualunque punto dello spazio, direttamente proporzionale allintensit della corrente che percorre il conduttore e inversamente proporzionale alla distanza del punto stesso dal conduttore. Analogamente lelemento nucleare delluomo, il S, genera nello spazio della coscienza un campo magnetico. In fisica per campo si intende una porzione di spazio in cui si fa sentire leffetto di una forza. Anche in Psicoenergetica si parla di campo per indicare unarea particolare dello spazio nella quale lenergia psichica favorisce il ripetersi di eventi. Luomo un campo di energie al centro del quale si trova un magnete, o nucleo, che il S transpersonale.

Ecco che appare il livello superiore, che nelle culture e nelle religioni di ogni tempo e di ogni luogo viene definito come aspetto spirituale o divino. Esso unarea della nostra coscienza, esattamente come le altre appena descritte, ma che di norma non viene percepito in quanto esso vibra a una frequenza maggiore e quindi non sperimentabile attraverso i cinque sensi ordinari, che sono adatti a rispondere alle vibrazioni del mondo visibile.

Scrive Roberto Assagioli: La Psicoenergetica ha solide basi scientifiche, poich deriva dai progressi della fisica moderna e soprattutto dalla scoperta che la materia energia o, pi precisamente, che uno stato speciale dellenergia. Tale rapporto stato espresso da Einstein con la famosa equazione e=mc. Questo un rapporto matematico, cio basato su di una legge matematica. Ma le leggi matematiche sono razionali, sono di natura mentale, cio frutto di un pensiero. Perci lastronomo Eddington pot affermare, gi nel 1932, che la sostanza del mondo sostanza mentale. E il fisico Sir James Jeans ha espresso la stessa cosa in modo ancora pi esplicito: La corrente della conoscenza procede verso una realt non-meccanica, luniverso comincia ad apparire pi simile ad un grande pensiero che a una grande macchina.

In psicoenergetica, una definizione di Energia che pu essere utile come punto di riferimento la seguente: qualcosa di primordiale, che sta alla base di tutte le manifestazioni della vita del mondo, un impulso vitale, qualcosa che muove il mondo, che trasmette le forme, che ispira levoluzione; si intende soprattutto il potere costruttore, ma anche purificatore e distruttore delleterna trasformazione, questa energia che pervade il tutto pu essere anche chiaramente spirito o energia psichica.

Secondo le culture orientali, lEnergia un Principio fondamentale delluniverso che pervade tutte le manifestazioni vitali. Nel mondo occidentale, allinizio del secolo scorso, Einstein mise in evidenza lidentit di sostanza tra materia ed energia secondo la ben nota formula che si pu cos interpretare: Lenergia contenuta in una porzione di materia uguale alla sua massa moltiplicata per il quadrato della velocit della luce.

Si pu dire che la materia inerte non esista: ci che appare statico e immobile invece un insieme di particelle in rapidissimo movimento; questo ha fatto dire al fisico Planck: In realt la materia non esiste e tutto energia. In sintesi le scoperte della fisica moderna ci dicono che materia e energia sono la stessa cosa: la realt essenziale delluniverso energia; la materia energia in stato di condensazione; lenergia materia allo stato radiante.

Possiamo definire quindi luomo un campo di energie in manifestazione. Essendo un campo, egli descrivibile secondo i termini adottati nella descrizione della fisica dei

campi; ci presuppone lesistenza di un centro, di un nucleo, che alimenta e mantiene in vita il campo stesso, che possiamo definire il S.

Quando le energie assumono una forma che si manifesta in una identit ordinariamente percepita e si identifica in modelli di vita costruiti e abituali, parliamo di forze e creazione di engrammi, cio di schemi di funzionamento viventi nelle diverse orbite della personalit.

Lenergia, dunque, vive nellorbita supercosciente della psiche mentre le forme, o forze, sono relative allorbita della nostra personalit e ai suoi tre livelli: fisico, emotivo e mentale.

La coscienza delluomo vista anche come un modulo di trasformazione dellenergia.