Sei sulla pagina 1di 24

Un pesantissimo piano di tagli. Il Paese insorge. Il governo traballa.

In queste ore la Grecia si gioca il tutto per tutto. Anche l’Europa y(7HC0D7*KSTKKQ( +$!z!$!=!$
www.ilfattoquotidiano.it

Miseria e splendore della carne


Caravaggio Courbet Giacometti Bacon...
Miseria e splendore della carne
Caravaggio Courbet Giacometti Bacon...
Testori e la grande pittura europea Testori e la grande pittura europea
Sponsor ufficiale
12 febbraio - 17 giugno 2012 Sponsor ufficiale
12 febbraio - 17 giugno 2012

Museo d’Arte della città Museo d’Arte della città


via di Roma 13 - Ravenna via di Roma 13 - Ravenna
Ravenna Comune di Ravenna
www.museocitta.ra.it Ravenna Comune di Ravenna
www.museocitta.ra.it
&,77$
&$1','$7$
&$3,7$/( (8523($
'(//$ &8/785$ Assessorato alla Cultura tel. 0544 482477 &,77$
&$1','$7$
&$3,7$/( (8523($
'(//$ &8/785$ Assessorato alla Cultura tel. 0544 482477

Domenica 12 febbraio 2012 – Anno 4 – n° 36 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Valadier n° 42 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

PEDINAMENTI E INTERCETTAZIONI Corazzieri e guardie svizzere


di Marco Travaglio

TERREMOTO IN VATICANO O
Si scatena la caccia alla talpa, ma è anche una guerra tra fazioni
ddio, c’è una notizia e non so cosa mettermi.
Mentre la stampa di tutto il mondo la rilancia, il
giornalismo italiano, attonito dinanzi all’Ufo,
s’interroga su come neutralizzarlo. E, non
potendo dire che il documento del Fatto è falso (il
Vaticano conferma che è vero), si arrangia come può.
Il Segretario di Stato Tarcisio Bertone è letteralmente infuriato per il Massimo Franco. Il corazziere del Corriere, sempre
teso ai moniti del Quirinale, indossa in fretta e furia la
documento sul “complotto di morte” pubblicato dal Fatto divisa da guardia svizzera, con elmetto e alabarda. E
scrive in codice cifrato: “C’è un’incognita annidata sullo
sfondo dei rapporti tra Vaticano e Stati Uniti…”. Parla di
Affidata a Domenico Giani,
capo della Gendarmeria,
IL MONDO S’INTERROGA SUL FUTURO DEL PAPA tutto, del prossimo Concistoro, del nuovo nunzio
apostolico in Usa, delle voci su Bertone, di “piccole
l’inchiesta sulla fuga di Questa foto scattata davanti San Dal Times vendette” e “regolamenti di conti”, “una situazione
Pietro è stata utilizzata da gran opaca che rende plausibili persino le veline più
notizie. Prima uscita pubblica parte dei mezzi d’informazione al Washington Post improbabili”. Non una sillaba sull’appunto pubblicato
per il cardinale Romeo che internazionali ( AFP/GETTYIMAGES) fino a Der Spiegel e dal Fatto. Per capirci qualcosa, urge cifrario. O breviario.
Avvenire. Il giornale dei vescovi sbatte in prima una
ai fedeli di Palermo dice: al Guardian: notiziona: “L’Italia batte i denti”. Incredibile: d’inverno fa
“Sono fragile, ho bisogno quotidiani inglesi, freddo. Per trovare la notizia del giorno bisogna munirsi
della vostra preghiera” statunitensi, di Tom-Tom e arrampicarsi fino a pag. 19: “Complotto
anti-Ratzinger? Padre Lombardi: farneticazioni”. Nelle 10
di Marco Lillo tedeschi e non solo: righe di testo, è tutta una smentita alla “notizia del
inchiesta è già partita. Il capo della Gendarme- il mondo accende Fatto”, che però non viene spiegata. Cosa smentisce il
L’to investito
ria dello Stato Vaticano, Domenico Giani, è sta-
ufficialmente della responsabilità e
i riflettori sulle Vaticano? Mistero doloroso.
Marco Ansaldo di Repubblica è affranto: il documento

sfrutterà tutti i poteri di cui dispone. Questo ex


trame vaticane “fa soffrire il Pontefice” e “storcere la bocca a tutti in
Vaticano, dalle stanze del Papa, alle Logge riservate alla
funzionario dei servizi segreti civili italiani ha stra- e sulla sicurezza segreteria di Stato, fino agli ingressi dove la Guardie
volto e potenziato la sua struttura, con la scusa dei del Pontefice svizzere stazionano sotto la neve”. Ecco, ha visto
rischi del dopo 11 settembre. pag. 2 - 3 z piangere anche le guardie svizzere: dopo il pianto greco,
abbiamo il pianto svizzero. Il bene informato sostiene
che il card. Romeo in Cina ha parlato con “interlocutori
cinesi” che, essendo cinesi, l’hanno frainteso. Peccato
GOVERNO PROCESSO MILLS che il documento parli anche di “uomini d’affari
italiani”. Che abbiano dimenticato la lingua italiana?

La tentazione di Monti: Il pm De Pasquale attacca: Vittorio Zucconi. Il creativo inviato di Repubblica a


Washington (spesso a Roma) parla nel blog di “Angeli e
bufale” e fa lo spiritoso sui “Dan Brown all’amatriciana”.

lasciare il Tesoro a Grilli “B. certamente colpevole” Resta da capire che avrebbe fatto il nostro maestro di
giornalismo se si fosse eccezionalmente imbattuto in
una notizia: un appunto consegnato al Papa da un
cardinale, in cui si accusa un altro cardinale di spifferare
Il premier vuole sfoltire la sua agenda, basta Ghedini e Longo rallentano l’udienza, ma in giro complotti contro il Papa e la prossima morte del
Papa. Se lo sarebbe mangiato a colazione?
interim, ma prima serve un direttore l’accusa alla fine inizia la requisitoria. La tesi: Mario Sechi. Il direttore del Tempo titola: “Il Papa e le
generale per via XX Settembre. In Senato la Cassazione ha già stabilito che Mills fu notizie di Nostradamus”. Poi, su twitter, mostra di aver
lo scontro sulle corrotto, ora capito tutto: “Riepilogo: il Papa muore tra 12 mesi, a
dicembre il mondo finisce, Jobs è vivo e sulla luna non
liberalizzazioni tocca al corruttore siamo mai andati”. E Sechi è un giornalista.
Nicoli pag. 4 z Mascali pag. 8 z Gianni Gennari. L’ex prete del dissenso passato in
tarda età al consenso (scrive su Avvenire), si confida col
Secolo d’Italia, organo Pdl. Titolo: “Dal Papi al Papa: il
Fatto cambia bersaglio. L’antiberlusconismo non tira
Udi Furio Colombo più. Per risollevare le vendite il giornale di Travaglio
s’inventa un complotto per uccidere Ratzinger”. Con la
LA NUOVA complicità di due cardinali, s’intende.
ITALIA VISTA Menichini&Cappellini. I due noti desertificatori di
edicole (su Europa e Riformista), twittano e ritwittano
DAGLI USA (FOTO DLM) (FOTO ANSA)
nella speranza che almeno lì qualcuno li legga.
uel giorno, 11 febbraio, Menichini: “Lo scoop del Fatto: entro 12 mesi, se rimani
Q 2012, resterà certamente
come il segno di un prima e di
in cinta (staccato, ndr) oggi, ti nascerà un bambino/a”.
Cappellini: “’Farneticazione che non va presa sul serio’,
un dopo. Sappiamo qual’è il
noggi si vota CATTIVERIE dice Vaticano sul papacidio. Il Fatto esulta”. A quel
prima e sappiamo il senso del Genova, tutti i segreti Sparse su Roma 600 tonnellate
punto interviene un altro celebre sfolla-lettori, Polito El
Drito: “Vogliono ammazzare il papa, lo mettono per
sollievo, addirittura ostenta- di sale. Clamoroso pareggio
to, del presidente americano delle primarie a sinistra di Cartagine!
iscritto, ma in tedesco così lo capiscono in pochi”.
Tanto lui non capisce manco la traduzione in italiano.
Obama. pag. 14 z Sansa e Telese pag. 6 - 7z (www.spinoza.it) all'interno pag. I - VIIIz
pagina 2

U
TRAME E VELENI

n documento confidenziale, ha fatto in Cina nel novembre scorso. Tre i


“Il Papa morirà entro scritto in tedesco, punti principali riportati nel documento:
probabilmente perché possano l’annunciata morte violenta del Papa entro
capirlo solo Joseph Ratzinger e il suo l’anno, i difficili rapporti con il cardinal
12 mesi”: l’informativa segretario, padre Georg. È stato Tarcisio Bertone, Segretario di Stato
consegnato direttamente al Pontefice e Vaticano. E la possibile successione di
contiene il “report” della visita che il Angelo Scola (attualmente arcivescovo di
consegnata in Vaticano cardinale Romeo (arcivescovo di Palermo) Milano) allo stesso Ratzinger.

Fedi e poteri
Il cardinale
Romeo
durante una
cerimonia.
A destra
il cardinale
Castrillon con
Francesco
Cossiga e Giulio
Andreotti (FOTO ZIP)

COSÌ IL VATICANO
INDAGA SUL COMPLOTTO
Obiettivo: scovare la talpa interna
di Marco Lillo te di Papa Benedetto XVI entro i sta scaturita dalle denuncie di ha fatto uscire dalle mura leoni-
prossimi 12 mesi. Le dichiara- monsignor Viganò, gli accerta- ne i documenti pubblicati in
’inchiesta è già partita. Il zioni del Cardinale sono state menti non mirino tanto a sfrut- questi giorni dal Fatto. Il Segre-

L capo della Gendarmeria


dello Stato Vaticano, Do-
menico Giani, è stato inve-
stito ufficialmente e sfrutterà
tutti i poteri di cui dispone.
esposte, da persona probabil-
mente informata di un serio
complotto delittuoso, con tale
sicurezza e fermezza, che i suoi
interlocutori in Cina hanno pen-
tare la finestra aperta dai docu-
menti consegnati alla segreteria
di Stato e poi pubblicati dai gior-
nali bensì a chiuderla.
L’indagine della gendarmeria ac-
tario di Stato Tarcisio Bertone è
letteralmente infuriato per quel-
lo che ha letto. Il documento
consegnato dal cardinale Dario
Castrillon Hoyos a metà gennaio
Questo ex funzionario dei ser- sato con spavento, che sia in certerà come il documento sia era ovviamente noto al cardina-
vizi segreti civili italiani, prove- programma un attentato contro giunto nelle mani del Cardinale le ma leggere quel documento
niente dai ranghi della Guardia il Santo Padre”. Ma la sensazione Dario Castrillon Hoyos e cerche- sui siti di mezzo mondo non gli
di Finanza, da quando nel 2006 è che, come nel caso dell’inchie- rà di chiarire anche le misteriose ha fatto certamente piacere.
è divenuto ispettore generale circostanze del
del corpo che cumula le funzio- viaggio in Cina ANCHE PERCHÉ in quel te-
ni di polizia, vigili del fuoco e del cardinale sto sono riportate considerazio-
servizio segreto, ha stravolto e Paolo Romeo. ni che non mettono certo in
potenziato la struttura che ha Ieri l’arcivesco- buona luce Bertone. Il segreta-
raccolto l’eredità delle disciolte vo di Palermo rio di stato è dipinto come un
forze vaticane. Oltre alle novità ha tenuto a riba- collaboratore non stimato e mal-
sbandierate per dare l’impres- dire: “indiscus- sopportato da Ratzinger e per di mane, come è noto, è stato no- russo. Il nunzio chiedeva a Scola
sione di un corpo moderno co- sa fedeltà e gra- più come un elemento poco gra- minato patriarca di Venezia di indicare un nome per la sua
me le Ducati 1200 e le Smart titudine per dito anche al successore desi- monsignor Francesco Moraglia. vecchia diocesi e l’arcivescovo
elettriche, i corsi all’Fbi, l’ade- quanto ci dona gnato da papa Ratzinger: l’arci- Per quel posto prestigioso (dal di Milano rispondeva così: mi
sione all’Interpol e l’istituzione attraverso il vescovo di Milano Angelo Scola. quale spiccarono in passato il sento di indicare in ordine di
di un gruppo di pronto inter- suo illuminato Su questo secondo punto deli- volo verso Roma ben tre ponte- preferenza i seguenti nomi: “1.
vento antiterrorismo, Giani di- magistero al catissimo, quello della succes- fici) erano in ballottaggio due S.E. Mons. Andrea Bruno Maz-
spone di una vera e propria sala Santo Padre”. sione a Benedetto XVI, però og- nomi: Moraglia appunto e An- zoccato; 2. S.E. Mons. France-
segreta per le intercettazioni te- Ma il giallo sul gi il Fatto pubblica un altro do- drea Bruno Mazzoccato, arcive- sco Moraglia; 3: S.E. Mons. Gian-
lefoniche e ambientali alla qua- suo viaggio in cumento inedito che dimostra scovo di Udine. Il Fatto ha rin- ni Ambrosio. Salvo miglior giu-
le può accedere con tessera Cina, miste- come talvolta il Papa non segua i tracciato una lettera del 31 otto- dizio Nel Signore”. E il giudizio
elettronica solo solo un nume- Il documento Quando Scola rioso e non autorizzato ufficial- consigli dell’arcivescovo Scola. bre del 2011 scritta proprio dal- del Papa è stato opposto: il pa-
ro ristretto di fedelissimi . suggeriva il suo successore a Venezia mente, resta. Ma soprattutto Anche quando si tratta della sua l’ex patriarca di Venezia, Angelo triarca di Venezia oggi è France-
l’indagine punta a scoprire chi vecchia diocesi. Da poche setti- Scola al Nunzio in Italia Luca Lo- sco Moraglia.
QUESTA squadretta abile an-
che nei pedinamenti fa della
Gendarmeria un’arma temibile
nelle mani del promotore dell’a-
zione penale, l’avvocato Nicola
Picardi, che riveste le funzioni di
Come (e perché) molti tg ignorano la notizia
pm nello Stato Vaticano. A sua DAL DIRETTORE GENERALE DELLA RAI, LORENZA LEI IN GIÙ: TUTTI GLI UOMINI LEGATI A PONTEFICE E CURIA
volta Picardi risponde formal-
mente al Santo Padre ma le leve di Carlo Tecce il Vaticano è più temporale che spiri- Mazzini: la nomina di Lorenza Lei a di- Dal Covolo, rettore della Pontificia
reali del potere, sono come al so- tuale, figure che si mescolano, interes- rettore generale è il miglior esempio di Università Lateranense. Tema: l'uomo
lito nelle mani del cardinale Tar- tavolta la televisione è davvero uno si che s'incrociano. Anche la pubblici- alleanze più o meno visibili e indubbia- nuovo, mito o realtà? Sarà surreale, pe-
cisio Bertone. Le intercettazioni
telefoniche e ambientali sono
Smento
schermo: respinge d'istinto il docu-
esclusivo su Benedetto XVI che
tà ha un valore (economico). Quei mi-
lioni che la Santa Sede spende attraver-
mente potenti.
La bolognese Lei aveva già un buon nu-
rò, il direttore Antonio Preziosi (Radio
Rai) è “consultore del Pontificio Con-
già state usate nell’ambito del- pubblica il Fatto e che numerosi quo- so la Conferenza episcopale per pro- mero di amicizie in Vaticano: i cardi- siglio di comunicazioni sociali”: è l'u-
l’inchiesta scaturita dalle lettere tidiani, italiani e stranieri, commenta- muovere l'otto per mille o le missioni nali Camillo Ruini e Angelo Bagnasco nico giornalista esterno nel comitato
dell’ex segretario generale del no o discutono. Soltanto i canali d'in- evangeliche: la Cei ha comprato spazi (Cei), l'ex dg Ettore Bernabei (per ra- fra Giovanni Maria Vian (Osservatore Ro-
Governatorato Carlo Maria Viga- formazione – Rainews, televisivi che gioni di vicinanza all'Opus Dei). Ma mano), Marco Tarquinio (Avvenire), pa-
nò, poi promosso-rimosso nun- Skytg24 e Tgcom24 - dedi- costano oltre 12 l'intervento del cardinale Tarcisio Ber- dre Antonio Spadaro (Civiltà Cattolica).
zio negli Stati Uniti. Nel 2008
un’altra indagine delicatissima
cano spazio e creano dibat-
tito, i telegiornali classici
Per promuovere milioni di euro
nel 2011, som-
tone, segretario di Stato, è stato deter-
minante.
Il Papa ha conferito l'incarico a Prezio-
si a metà dicembre, un paio di settima-
era stata affidata alla Gendarme-
ria per appurare cosa ci fosse di
ignorano semplicemente
l'argomento, tranne i servi-
l'8 per mille metta non pro-
priamente cari-
Il tramite è Marco Simeon, responsa-
bile relazioni internazionali di viale
ne prima - durante la giornata mondia-
le contro l'Aids - la segretaria di Preziosi
vero nelle ricorrenti denuncie
che giungevano sui servizi tec-
zi di Tg3 e TgLa7.
Nei secoli fedele a se stes-
e le missioni tatevole.
La Cei preferi-
Mazzini nonché direttore di Rai Vatica-
no. Il nome di Simeon compare in una
inviò una circolare ai giornalisti: “Vie-
tato pronunciare la parola preservati-
nici del Governatorato. so, il Tg1 si distingue in se- sce Mediaset (6 lettera (rivelata dal Fatto) di monsignor vo”. Anche il vicedirettore generale
Si potrebbe immaginare che al rata: in tre secondi tre, il evangeliche, la milioni) e Rai Carlo Maria Viganò, in cui denunciava Giancarlo Leone è stato “consultore”
centro dell’inchiesta affidata al- conduttore Attilio Romita (5), spiccioli veleni e malaffare in Vaticano e l'indif- per il Vaticano. Mentre Mario Marazzi-
la Gendarmeria stavolta ci sia cita una smentita del Vati- Cei ha comprato per La7, Sky e ferenza proprio di Bertone. ti, il portavoce di Sant'Egidio, è ancora
l’angoscioso oggetto in neretto cano senza spiegare la no- stampa. Il rap- Appena tre settimane fa, aula di con- dirigente di Rai Vaticano. Marco Zuppi
in testa al documento pubblica- tizia. L'importante è smen- spazi tv per oltre porto speciale, ciliazione del Vicariato, Lorenza Lei ha dirige la struttura di controllo interno
to dal Fatto venerdì: “il Cardina- tire, il resto è noia. però, è fra il Va- recitato un'omelia pasquale di Bene- (Auditing) Rai, il fratello Matteo è il
le Romeo ha profetizzato la mor- Il legame tra le televisioni e 12 milioni ticano e viale detto XVI assieme al vescovo Enrico nuovo arcivescovo ausiliare di Roma.
Domenica 12 febbraio 2012

TRAME E VELENI

È AUTENTICO La conferma
del documento su tutti i giornali del mondo
aver fatto il giro del Telegraph e il Daily Mail.
Ddopoopo
mondo, anche il giorno Nella stampa americana in
i giornali internazio- particolare hanno dedica-
nali continuano a occupar- to spazio alla notizia il
si della complotto ai danni Washington Post e il San
del Papa. Lo fanno dando Francisco Chronicle,
conto delle ultime notizie che ha costruito un pezzo
dal Vaticano, a cominciare sulla “Spectre” mondiale
dalla conferma dell’auten- che complotta contro il Va-
ticità del documento pub- ticano, ricapitolando i
blicato dal Fatto, e ripor- principali scandali da Papa
tando anche stralci del di- Luciani, allo Ior all’omici-
battito che la notizia ha dio Calvi. In Francia par- ra El Mundo e La Van- Raccontano delle vicende All'estero
provocato sulla stampa ita- lano dell’articolo del Fatto guardia. Ricostruisce i fat- dei cardinali Romeo e Castil- Alcune immagini
liana. Hanno scritto i cor- sia Le Monde che Le Fi- ti anche l’edizione on line lon (che è colombiano) sia delle edizioni on line
rispondenti da Roma dei garo e la notizia viene ri- del settimanale tedesco di l’argentino Clarin che i bra- dei quotidiani internazionali
principali quotidiani ingle- presa anche da TF1, la approfondimento Der sialiani Globo e Jornal do
si: il Times, l’Indepen- RaiUno d’Oltralpe. In Spa- Spiegel. E poi ci sono i Brasil. In Australia ne scrive
dent, il Guardian, il Daily gna se ne occupano anco- quotidiani sudamericani. il Sidney Morning Herald

Al di là del Tevere
di Roberto Faenza listi italiani perché ne scriva-
no, favorendo così il deflagra-
isognerebbe interrogar- re di alcune posizioni troppo

B si da cosa derivi il pote-


re del Vaticano sui me-
dia italiani. Ne sa qual-
cosa questo giornale, che sfi-
progressiste. Come si vede,
quando si vuole scrivere si
scrive.
Ancora più scottante la docu-

“un nido di vipere”


dando l’ira dei colleghi quo- mentazione che concerne
tidiani, ha appena pubblicato Monsignor Giovambattista
un documento sconcertante. Montini. Prima di diventare Se-
Documento minimizzato da- gretario di stato e poi Papa Pao-
gli altri giornali. Per non con- lo VI, Montini viene “aggancia-
cedere al Fatto l’onore delle ar- to” da James Angleton, capo
mi di fronte a uno scoop giu- del controspionaggio di stanza
stamente definito una bomba
da Santoro in trasmissione?
WASHINGTON E I REPORT a Roma. È convinto delle ca-
pacità del prelato, ma preoc-
Non credo sia questa la ragio- cupato del suo orientamento
ne. SUL VATICANO DAGLI ANNI ’70 “poco conservatore”. Lo farà
intercettare e monitorare tra-
IL MOTIVO risiede nel timo- mite cimici piazzate nei suoi
re reverenziale di urtare la su La7 a proposito della lettera gton che sono stati “aggancia- no non tutti sono d’accordo uffici da alcuni prelati compia-
“sensibilità” d’oltre Tevere. dell’attuale Nunzio apostolico ti” due alti prelati, Monsignor con il Papa, tra questi Monsi- centi. Le “trame in Vaticano”,
Ringraziamo Internet e la a Washington (pare ancora per Perrone e Monsignor Dada- gnor Tardini, che è a capo di così le qualificano i documen-
stampa internazionale, se lo poco) sulla presunta corruzio- glio, i quali spifferano agli yan- una corrente “non ostile” al ti, si fanno particolarmente ac-
scoop del Fatto ha ricevuto la ne all’interno del Governato- kee quanto sta avvenendo in Pci. La documentazione relati- cese, quando negli anni Ses-
giusta attenzione. A mio avvi- rato di Città del Vaticano. Que- Vaticano, ovvero i timori di Pio va a questi “intrighi del Vati- santa si prepara il Concilio Va-
so la parte più drammatica del sto silenzio omertoso che co- XII per un possibile governo cano”, così li definisce la stessa ticano II e la DC sta per aprire
documento inviato al Papa stringe gran parte dei media con dentro i comunisti. I due amministrazione americana, al partito socialista. Giovanni
non è nella rivelazione di un italiani a tenere la schiena po- prelati rivelano che in Vatica- viene inviata ad alcuni giorna- XXIII appare favorevole, ma
possibile at- co dritta ha radici antiche. non sono pochi i cardinali che
tentato (ora Quando negli anni Settanta in- la pensano diversamente e
grazie alla segnavo a Washington, ebbi vorrebbero metterlo “sotto tu-
pubblicazio- l’avventura di “liberare” per la tela”.
ne di sicuro prima volta una serie di docu-
allontanato; menti segreti della ammini- SI AGITANO come in un
almeno di strazione americana che ri- balletto il Sottosegretario di
questo si ren- guardavano l’Italia e il Vatica- stato Monsignor Dell’Acqua e i
derà merito). no. Si trattava di rivelazioni monsignori Berloco e Iginio
L’elemento scottanti, antesignane del la- Cardinale, capo protocollo
più inquietan- voro che fa oggi Julian Assan- della Segreteria. Monsignor
te è nelle ri- ge, incluse le fotocopie degli Vagnozzi, il delegato apostoli-
ghe che sot- assegni pagati ai politici no- co nella capitale americana, fa
tintendono strani e ad alcuni prelati. Que- addirittura la spia di nascosto
una faida in- sti documenti li ho pubblicati al Papa. Si presenta in gran se-
terna in seno in un primo libro circolato in- greto ai dirigenti del Diparti-
alle segrete denne grazie alla Feltrinelli, mento di stato per comunicare
stanze. Il New Gli americani in Italia, e poi in che “Giovanni XXIII ha un can-
Nel nome del Padre In alto a sinistra il York Times, un secondo, Il Malaffare, subi- cro inoperabile. Gli restano da
cardinale Romeo col crocifisso al collo; a destra il che se c’è da dare una notizia to tolto dal mercato dalla Mon- vivere dai 6 ai 12 mesi. Mon-
cardinale Castrillon. Qui sopra una celebrazione a dell’ira del Vaticano se ne fre- dadori. Alla vigilia della Libe- signor Vagnozzi ha pregato di
Roma: il primo a sinistra è Castrillon, al centro il ga, ha cominciato a frugare in razione, un documento Top non fare il suo nome”. Lo stes-
card. Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli FOTO ZIP quei segreti, a partire dalla tra- secret dell’ambasciata ameri- so monsignore diventerà Pre-
smissione di Gianluigi Nuzzi cana a Roma informa Washin- sidente della Prefettura per gli
Affari economici. Ai tempi del
breve e misterioso pontificato
PALERMO La prima messa dopo lo scandalo di Papa Luciani il cardinale Pa-
lazzini gli contesterà la sua re-

Romeo ai fedeli: “Pregate per me” ticenza sugli “immorali affari


dello IOR” di Monsignor Mar-
cinkus, “in combutta con Calvi
e Sindona”. Tutto questo cica-
di Michele De Gennaro nella sua omelia. Si celebrava la giorna- il documento consegnato alla Santa Se- da con un'espressione intrisa di com- leccio preoccupa la stampa
Palermo ta del malato e anche il quinto anniver- de, promette a Benedetto XVI “fedeltà passione e disappunto insieme, ci fissa americana, che comincia a fil-
sario del suo mandato pastorale nel ca- assoluta, gratitudine e vicinanza”. per un po' e se ne va senza rispondere. trare notizie. Silenzio invece

Edraleralo lascoop
sua prima uscita pubblica dopo
del Fatto. E ieri nella catte-
di Palermo il cardinale Paolo Ro-
poluogo siciliano. Romeo legge con vo-
ce chiara e profonda da un foglio che
stringe tra le mani, non va a braccio.
Romeo ha dato un'impronta decisa a que-
sti suoi cinque anni di vescovado. Se da
una parte ha criticato aspramente l'ope-
Un uomo chiosa con un “sono tutte
minchiate”, mentre chi gli sta vicino si
avvicina e truce ci chiede “ma non vi
sui nostri quotidiani. Spiegano
bene all’Italian desk del Dipar-
timento di stato: il Vaticano e
meo ha invocato le preghiere e la vici- L’autore della profezia della morte del rato dell'ex sindaco Cammarata, che nel vergognate?”. Non ci vergognamo e la Chiesa sono due entità diver-
nanza dei fedeli per sorreggerlo nella Papa entro i prossimi 12 mesi, secondo suo mandato “ha creato problemi oggi continuiamo. Finalmente un capo- se: il primo è un vero e proprio
sua missione: “In questo sotto gli occhi di tutti”, dal- scout sulla trentina ha voglia di parlare: stato con un suo governo. E co-
momento di triste desa- l'altro ha attaccato le cop- “Io prego sempre per il nostro Santo Pa- me tutti i governi è attraversa-
cralizzazione, sento an-
cora di più la necessità
La reazione pie di fatto e negato l'auto-
rizzazione della Curia alla
dre, ma non temo gli possa accadere
qualcosa. Secondo me si tratta di un at-
to da correnti e conflitti inter-
ni. La Chiesa invece, scrivono
della vostra preghiera
che sostiene la fragilità
in Chiesa: veglia contro le vittime
dell'omofobia.
tacco contro il cardinale Scola. Tutto il
resto è strumentalizzazione, anche il
a Washington, si occupa delle
anime dei fedeli, in quanto ve-
del mio essere”. I paler-
mitani gli hanno risposto
“È tutta una Totalmente inutile tenta-
re di strappare ai sacerdo-
ruolo del nostro vescovo”. Ma non cre-
di che Romeo potrebbe fare luce spie-
ra erede di Cristo. Il Vaticano,
aggiungono, talvolta appare in
con due applausi. Il pri- ti un commento sul gando pubblicamente chi ha incontra- dissidio con la Chiesa. È sicu-
mo dopo l'introduzione montatura “mortkomplott”. Le boc- to nel suo viaggio in Cina, come racco- ramente il “partito” italiano
di monsignor Giovanni che rimangono cucite. manda l'allegato del documento conse- più influente, temuto dalla
che ha ringraziato il car- Il nostro vescovo Mentre i fedeli reagisco- gnato nelle mani del papa? “Guarda che stampa, riverito e omaggiato
dinale “per donare la sua no alquanto infastiditi, fa- è tutta una montatura, per minare la persino dal partito comunista.
vita alla Chiesa”, e il se- non deve cendo quadrato attorno Chiesa. Il nostro vescovo non deve spie- Poi in una nota definiscono la
condo dopo le parole al loro vescovo. Una si- garci niente. Ha la nostra piena fiducia”. città del Vaticano “un nido di
pronunciate dal vescovo spiegarci niente” gnora di mezz'età ci guar- La messa è finita. vipere”. Ora come allora?
pagina 4 Domenica 12 febbraio 2012

I
EUROCRISI

n Italia la situazione è assolutamente abbiamo raccolto le istanze poste dai consigli appoggio a Monti perché non è interesse né del
Napolitano ottimista: differente dalla Grecia”. Sono le parole europei, le stiamo affrontando e questo significa Paese né loro ‘rovesciare il tavolo’ ”. La politica,
del presidente della Repubblica, Giorgio anche sacrifici. Se si vuole solidarietà, ogni paese dunque, non sarà d’intralcio alle riforme in tema
Napolitano, pronunciate a margine dell’incontro deve assumersi le proprie responsabilità e l’Italia di liberalizzazioni e lavoro. Secondo il capo dello
“L’italia non è informale tra capi di Stato europei che si è svolto lo sta facendo”. Il Quirinale, dunque, torna a Stato, l’interesse delle forze politiche attualmente
ieri ad Helsinki in Finlandia. A chi gli chiede se la difendere l’operato del governo e si dice fiducioso è concentrato “sulle riforme istituzionali su cui il
situazione critica della Grecia rischia di contagiare riguardo al sostegno delle forze politiche in governo in quanto tale non è in grado di
come la Grecia” anche l’Italia, Napolitano puntualizza: “Noi Parlamento: “I partiti italiani non sfileranno il loro impegnarsi”.

UN TESORO DI MONTI
Il premier pensa di lasciare il ministero a Vittorio Grilli
ma bisogna trovare anche un direttore generale
di Sara Nicoli fessore della Columbia e spesso vece da parte del Pd e del Pdl si ABC, dai tre segretari, Angelino
indicato tra i papabili per le pol- ascolta la medesima litania: gli Alfano, Pier Luigi Bersani, Casi-
ario Monti potrebbe la- emendamenti serviranno a raf- ni. Ma se dovesse risultare im-

M
trone tecniche di peso, e Pietro
sciare l’interim dell’Eco- Garibaldi, economista che so- forzare il decreto (ma la somma possibile trovare un’intesa, allo-
nomia e nominare mini- stiene da tempo il “contratto uni- incrociata delle pressioni rischia ra “sarebbe prioritario – sosten-
stro a tutti gli effetti Vit- co” con Tito Boeri e che oggi sie- neutralizzarlo). gono uomini vicini al presidente
torio Grilli, l’attuale vicemini- de nel consiglio di sorveglianza del Consiglio – difendere la so-
stro e direttore generale del mi- di Intesa Sanpaolo. IL PREMIER, già lunedì, ten- stanza del pacchetto così come
nistero, che lo ha seguito anche La scelta è complessa, richiederà terà un’estrema mediazione, in ha anche invitato a fare la Com-
in quest’ultima trasferta ameri- ancora probabilmente alcune modo da raggiungere un’intesa missione Europea”. Tradotto in
cana. Monti ha approfittato del settimane. Monti avrebbe biso- almeno su alcuni grandi temi (le prassi parlamentare: il decreto
viaggio negli Usa per accredita- gno di sfoltire quanto prima la banche, le assicurazioni, i tempi sarà blindato da un voto di fidu-
re Grilli, anche con il presidente sua agenda, lasciando il dicaste- della separazione della rete cia. Dall’esito non scontato, non
americano Barack Obama, qua- ro dell’Economia, perché le Snam dall’Eni). Si parla di un nel senso che il governo rischia
le ideale prosecutore della sua prossime settimane sono molto nuovo vertice con quella che è di cadere. Ma sarebbe forte la
opera di “salvataggio” dell’Ita- complicate. A cominciare dalla sempre più chiaramente la mag- tentazione per molti parlamen-
lia, con conseguenti ricadute riforma del mercato del lavoro (il gioranza politica dietro il gover- tari di compiacere le lobby più
positive anche sull’economia premier ci tiene ad avere un ruo- no, quella riassunta nella sigla forti votando contro.
americana. lo attivo e non lasciare tutto il
dossier al ministro del Welfare El-
LA “FASE DUE” del governo sa Fornero), i cui negoziati stan-
Monti passa anche per la soluzio- no entrando nella fase più criti- di Lidia Ravera
ne del nodo del Tesoro, un mi- ca. Ma il presidente del Consiglio
nistero oggi con un vertice un
po’ incerto: Monti in via XX Set- Il ministro del Tesoro Mario Monti e il suo vice Vittorio Grilli (FOTO ANSA)
vuole sostenere anche l’azione
di Passera nel rilancio dell’eco-
Auguri, se non ora quando
tembre va poco, Grilli è spesso al nomia, delle piccole e medie im- IL 13 FEBBRAIO dell’anno scorso era domenica, non c’era, nell’aria,
seguito del premier per seguire i
dossier europei, manca un diret-
L’assalto alle liberalizzazioni prese. Per non parlare del desti-
no delle liberalizzazioni.L’inizio
neppure un fiocco di emergenza neve. Era una fredda giornata di
festa. Un milione di donne, in ordine sparso, invase pacificamente
tore generale con pieni poteri e
la struttura amministrativa è di
dimostra l’urgenza di concentrarsi della conversione in legge del
decreto, al Senato, si annuncia
spazi urbani che non ne vedevano così tante da una trentina d’anni.
A Roma Piazza del Popolo faticava a contenerle tutte. Età diverse,
fatto governata da Vincenzo For- pieno di insidie. Sono, infatti, cir-
tunato, capo di gabinetto. sulla mediazione tra i leader ca 2500 gli emendamenti pre-
storie diverse. Diversi gli stili i sorrisi gli sguardi. Unica , la volontà di
dire basta, di riprendere la parola. Di affermare la propria dignità di
La casella più delicata è quella di sentati da tutti i partiti all’artico- persone. Non oggetti, non merce di scambio, non silenzio fatica e
direttore generale, poltrona re- lato. Le lobby – dai farmacisti alle discriminazione. Donne. La metà di un tutto, da declinare secondo
munerata molto più di quella di del mandato. Ora Grilli sarebbe ta, che ora direttore generale del professioni – hanno mosso i loro due soggettività differenti, ma di eguale valore. Le femmine, i
viceministro o di ministro. Nei pronto a rinunciare alla sicurez- debito pubblico e firma alcuni parlamentari di riferimento nel- maschi. Si era in pieno berlusconismo, fase preagonica, trivialità
giorni scorsi, sul Corriere della Se- za della poltrona di direttore ge- provvedimenti come direttore le settimane scorse, rimandando massima. Dalle piazze si levò, allegramente rabbioso, un grido di
ra, il bocconiano Francesco Gia- nerale in cambio del prestigio più anziano. Un’alternativa è An- le forme più violente di protesta sollievo: se non ora quando? Adesso! Da quella domenica il tempo è
vazzi ha intimato al governo di che la carica di ministro compor- timo Prosperi, dirigente delle perché prima vogliono giocare cambiato. Berlusconi si è inabissato, s’è spenta l’eco delle
fare in fretta, perché non si può ta. Da palazzo Chigi non smen- Operazioni finanziarie. Ma an- la partita degli emendamenti. barzellette. La serietà ha preso il sopravvento, imponendo castighi e
restare troppo a lungo con una tiscono la staffetta, ma fanno ca- che il ministro Corrado Passera e L’Udc di Pier Ferdinando Casini rigore. Le donne che erano in piazza il 13 febbraio dell’anno scorso,
carica così importante ricoperta pire che ci vorrà ancora un po’ di il presidente della Bce avrebbero ha intenzione di rispettare le ri- non sono più tornate a casa. Adesso sono una forza politica. Che
a mezzo servizio da Grilli. É chia- tempo. i loro candidati. Circolano i nomi chieste di Monti, sostenuto dal dialoga col Governo, che manifesta e racconta, che spiega e chiede.
ro che l’ex braccio destro di Giu- di Dario Scannapieco (oggi alla capo dello Stato Giorgio Napo- Una forza radicata sul territorio nazionale in un centinaio di
lio Tremonti ha voluto conserva- PER LA SUCCESSIONE ci Banca europea degli investimen- litano, di limitarsi a poche modi- comitati. Un punto di riferimento per tutte . Per tutti. A loro (a noi),
re la qualifica di direttore nella sono varie ipotesi. La soluzione ti) e Vincenzo La Via (Banca fiche per non snaturare il decre- i miei migliori auguri. Buon compleanno, Snoq
fase iniziale, viste le incerte pro- interna più indolore sarebbe mondiale), ma altre due opzioni to e si è detto disposto a ritirare
spettive del governo all’inizio quella di affidarsi a Maria Canna- sono Alberto Giovannini, ex pro- tutti i propri emendamenti. In-

ATENE Oggi il voto sul nuovo piano di sacrifici

Le sofferenze dei greci in nome delle banche


di Marco Onado per cento del Pil (era il 106 cinque problemi della finanza di oggi e che è Ma chi ha comprato Cds se solo aves-
anni fa), non può essere ragionevol- motivato dal fatto che il mercato dei se interesse a porsi al di fuori del si-
a Grecia è in ginocchio: dopo tre mente rimborsato e dunque i creditori Cds è cresciuto, sotto l’occhio sonnac- stema, avrebbe tutte le ragioni per
Ll’eccesso
anni di terapia intensiva per curare
di debito pubblico, il reddito
devono accettare un taglio. Ma per
compiere questo apparentemente ra-
chioso dei regolatori, al di fuori di ogni
controllo, tanto che nessuno è in gra-
considerarsi come quello che ha per-
so nell’incendio due terzi della casa e
nazionale è crollato del 12 per cento, gionevole passo si sono costruiti non do di sapere chi dovrebbe pagare si sentisse dire che l’assicurazione
la disoccupazione ha superato il 20, uno, ma tre pasticci. Primo: la misura quanto a chi nel caso la Grecia ca- non copre i danni perché la defini-
la protesta dilaga e il governo di coa- del taglio quindi delle perdite soppor- desse in un default conclamato. Nel zione che dà delle macerie fumanti
lizione è in pezzi. Eppure, l’Europa tate dai creditori. Per non far troppo dubbio, si preferisce non far scattare non è esattamente quella dell’incen-
non è soddisfatta e chiede ulteriore male alle banche, si sono concordate la protezione assicurativa e così le dio. Nessuno si sogna di dire che
rigore. I tempi stringono: i 130 mi- riduzioni nettamente inferiori a quan- banche che hanno venduto l’assicu- quanto sta succedendo è la dimostra- La protesta di Atene di venerdì (FOTO LAPRESSE)
liardi della rata di prestito concesso to la realtà avrebbe dovuto imporre: razione, cioè hanno incassato il pre- zione lampante del fatto che il mer-
dal Fondo monetario e dalle istituzio- un micragnoso 21 per cento a luglio, mio, si tengono i soldi mentre quelle cato dei Cds, come molti altri settori rare il consenso interno. Ma come di-
ni europee sono indispensabili per le 50 per cento a novembre e ovvia- che l’hanno comprata possono utiliz- dei derivati, non solo è inefficiente, mostrano le cronache di questi giorni,
necessità correnti e soprattutto per mente nessuna di quelle proposte è zare il contratto per l’uso che tutti opaco e al di fuori di ogni controllo, non è detto che questa nuova tornata
pagare gli interessi in scadenza la set- andata in porto. Oggi si discute se immaginano. Chi ha avuto, ha avuto e ma soprattutto che è la dimostrazio- di sacrifici, ammesso che ottenga i
timana prossima (15 miliardi). Il Par- arrivare al 70 per cento, ma l’accordo amici come prima. Meglio così del re- ne di come le soluzioni della crisi di- voti in Parlamento, venga accettata
lamento greco dovrebbe votare que- non arriva. Secondo pasticcio: per non sto che mettere in moto una reazione pendano sempre più non da consi- da una popolazione sempre più esa-
sta sera le nuove misure imposte dai creare problemi alla Bce e agli altri a catena forse inarrestabile, tanto più derazioni reali sull’economia dei Paesi sperata. Se così fosse, si apriranno
creditori. E’ probabile che alla fine Pa- organismi pubblici che detengono ti- che le banche hanno svalutato in bi- e sulla loro capacità effettiva di sop- due scenari molto inquietanti, che so-
pademos ottenga i voti necessari, ma toli greci, l’accordo deve riguardare lancio i loro crediti verso la Grecia e portare i costi dell’aggiustamento, ma no stati finora accuratamente nasco-
non per questo la situazione sarà ri- solo il settore privato, cioè le banche. dunque l’operazione etichettata co- dalle esigenze del mondo della finan- sti sotto il tappeto. O un default con-
solta. Il fatto è che il problema fon- Terzo pasticcio: sempre per evitare me “volontaria” non comporta ulte- za. clamato che coinvolga tutti i creditori
damentale, quello dell’insolvenza del- ulteriori problemi alle banche, il taglio riori salassi per il bilancio. Nel frat- Tutte queste considerazioni non fan- e non solo quelli privati, oppure una
lo Stato greco, continua ad essere af- viene spacciato come un accordo vo- tempo, le banche centrali e la Bce in no parte della real politik che guida le soluzione ancora più traumatica che
frontato in modo improprio e questo lontario, che non fa scattare l’assi- particolare stanno inondando di liqui- scelte del Fondo monetario e delle associ il default all’uscita della Grecia
soprattutto per proteggere gli interes- curazione sul rischio di credito sot- dità il mercato e dunque consentono istituzioni europee nei confronti della dall’euro e forse anche dall’Unione
si delle banche internazionali e delle toscritto attraverso derivati chiamati alle banche facili profitti: chi osa met- Grecia. Spetta a Papademos che – europea. Scenari apocalittici, ma che
stesse banche centrali, Bce in testa. credit default swap. Un capolavoro di tere in discussione gli interessi della guarda caso - fino ad ieri sedeva nel diventeranno di drammatica attualità
Il debito greco, che ha superato il 170 ipocrisia, dietro cui si celano tutti i gallina dalle uova d’oro? consiglio direttivo della Bce, assicu- nei prossimi giorni.
Domenica 12 febbraio 2012 pagina 5

N
POLITICHE

on ci sono ostacoli insormontabili”. elettorale alla tedesca. Con lo sbarramento abbiano superato la soglia del 10%, oppure alle
Sistema tedesco, Così diceva ieri il segretario del Pd nazionale al 4% o al 5%. Niente preferenze, prime due o tre coalizioni (o partiti) risultanti
Pier Luigi Bersani alla vigilia della rafforzamento dei poteri del premier. Sfiducia dalle urne. La ratio di questo sistema “con
settimana in cui con gli altri due leader di Pdl e costruttiva della Camere in seduta comune da correttivi che favoriscano senza imporlo il
proporzionale corretto, Terzo Polo, Angelino Alfano e Pier Ferdinando coordinare con il superamento del bipolarismo”, è quella di stabilizzare il sistema,
Casini, dovrebbe fare il punto della situazione bicameralismo perfetto. Con un’aggiunta ridurre la frammentazione, evitare
sulle riforme. Tra le ipotesi più gettonate per la sostanziale: una quota di 142 seggi da assegnare “ammucchiate” all’insegna di coalizioni obbligate,
l’ipotesi più gettonata riforma della legge elettorale, c’è il sistema in misura proporzionale a tutte le liste che coatte.

LISTA CIVICA?
di Wanda Marra maggiori.
Ma sono parole.
i dice di più della Nella politica contano le pa-

“C realtà di questo Pae-


se il meteo, che il di-
battito politico. Il
role.
Anche i fatti, però.
In politica, le parole sono fat-

MAI SENZA
maltempo sta mettendo in ti. E comunque se fossero pa-
evidenza tutte le falle pre-esi- role truffaldine si rivoltereb-
stenti”. Nichi Vendola, leader bero contro chi le ha dette.
di Sel e Governatore della Pu- Credo alla lealtà di Bersani.
glia, batte e ribatte sullo stes- Di Pietro ha proposto di
so tasto: bisogna spostare la fare una lista civica nel ca-

I DEMOCRATICI
prospettiva e per farlo ci vuo- so nella nuova legge elet-
le più sinistra. Anche se in torale ci sia uno sbarra-
questo momento se ne vede mento del 10%. E ieri Fer- La proposta di Di Pietro è quella di
un po’ poca. Anzi le trattative rero l’ha rilanciata, anche una lista civica nazionale con Sel,
in corso per fare una nuova senza sbarramento. Quin- Rifondazioni e sindaci, se lo sbarramento
legge elettorale sembrano na- di lei non ci sta? nella nuova legge elettorale sarà del 10%
scondere il progetto di far Il punto è sempre la qualità
fuori “le ali”, i partiti alle
estremità. Tanto che Antonio Vendola a Di Pietro: “Voglio fare del progetto. Per esempio
non bisogna assolutamente
fatto la scommessa di mettere
al centro del dibattito i beni
Di Pietro in un’intervista al togliere la questione del lavo- comuni, l’idea è quella di fare
Fatto ha lanciato l’idea di una
lista civica con Sel, Rifonda-
una coalizione per governare” ro dall’agenda politica, la-
sciandola ai sindacati.
una coalizione che possa go-
vernare il Paese.
zione e i sindaci, nel caso di Ma il progetto di una lista Quindi, semplificando, è
sbarramento al 10 per cento. civica la convince o no? favorevole o no alla propo-
Presidente, come intende Stiamo parlando di cose di- sta di Di Pietro?
porsi rispetto all’idea di verse. Nella prospettiva di Io penso che una lista civica
una nuova legge elettorale Ferrero esiste solo e soltanto debba necessariamente avere
magari con una soglia di una coalizione di opposizio- un rapporto col Pd, che è tra-
sbarramento alto? ne. Io a Ferrero non ho mai dizionalmente il più forte nel
Non c’è ancora un’ipotesi di detto di sì. Nella mia, ma cre- popolo di centrosinistra. Non
lavoro chiara. Noi abbiamo in do anche in quella di Di Pie- rinuncio all’idea di avere dal-
corso colloqui col Pd e con tro e dei sindaci che hanno la nostra parte di quella for-
za.
Però, potrebbe essere il Pd
L’appello per La risposta al leader a rinunciare a voi, visto
un progetto comune della Fds che fa parte di una mag-
gioranza sempre più com-

“ Mi fido di
Bersani e non “ “A Ferrero
non ho mai
patta con Alfano e Casini
Il Pd guarda talvolta con oc-
chio critico ai provvedimenti
del governo Monti.
Però li vota
mollo il popolo detto di sì: Noi non dobbiamo rinuncia-
re a lottare per cambiare i rap-
del Pd. lui sta solo porti di forza. Il Pd ha un po-
polo di elettori, iscritti e sim-
L’inciucio? nella patizzanti che io non mollo a
nessuno. Voglio vincere que-
Tonino denuncia prospettiva sta partita: il nostro Paese ha
pagato un prezzo fin troppo
un rischio dell’opposizione alto al liberismo.


l’Idv: deve essere eliminato il
Porcellum. All’incontro del-
l’Hotel Minerva a Roma con
ne.
Il leader di Sinistra e Libertà Nichi Vendola (FOTO LAPRESSE). In altro Antonio Di Pietro (FOTO ANSA)

Già su quest’ultimo punto,


il Terzo Polo si oppone. E
di cambiare la soglia di sbar-
ramento.
Quindi lei non crede all’in-
co. Io credo alla parola di Ber-
sani, ovvero che non stiamo
assistendo a un gioco fatto
SOBRIO O SON DESTO

Pdl e Terzo Polo, abbiamo sot-
tolineato che ci vuole una leg-
una soglia di sbarramento
alta è una delle ipotesi di
ciucio Pd-Pdl, con la parte-
cipazione del Terzo Polo
con la strumentalità e malva-
gità politica dichiarata da Ber-
L’identità segreta
ge che salvaguardi la demo-
crazia, rispetti il pluralismo e
lavoro.
Siamo al primissimo incon-
denunciato da Di Pietro?
Di Pietro allude a un rischio.
lusconi: un abbraccio morta-
le con il Pd per fare una legge
di Passera&Co
consenta all’elettore la possi- tro. E Bersani ci ha assicurato Lui lavora per innalzare la che lasci fuori tutti gli altri e
bilità di indicare la coalizio- che non esiste alcun progetto temperatura del clima politi- tenga in vita solo i due partiti DANIELA SANTANCHÉ ha finalmente chiarito la situazione. I
giornali di destra, i loro lettori, i parlamentari del Pdl
cominciano a sostenere davvero Mario Monti. Non in nome

“Legge mancia per Torino 2006” della salvezza nazionale, ma perché iniziano a percepire una
certa affinità ideologica. Ha spiegato la Santanché al Foglio:
“La Fornero deve diventare mia sorella, va protetta dai
sindacati, va aiutata a vincere sull’articolo 18”. Comincia a
40 MILIONI PER I COMUNI EX OLIMPICI: SI OPPONGONO SOLO MURA, BORGHESI E ARMOSINO piacere, insomma, questo Monti che “ne fa una giusta”,
come scriveva su Libero Maurizio Belpietro qualche tempo fa,
di Eduardo Di Blasi anche l’Oval di Torino che appena è cominciato lo scontro sull’articolo 18. I maligni
viene usato di media sei volte pensavano che per Libero e Giornale si trattasse solo di
el 2006, per le Olimpiadi invernali di To-
NNacquero
rino, furono investiti 2 miliardi di euro.
impianti a Torino, tra cui l’Oval del
l’anno per il motivo per cui è
stato costruito, non richiami-
no masse di sportivi. Al con-
pavloviano servilismo, dopo anni a consumarsi le ginocchia
rialzarsi può essere faticoso, si sbagliava. A destra si sono
convinti che La Fornero, ma anche Corrado Passera, per
Lingotto, con i 400 metri di pista ghiacciata tempo, però, sono anche co- non parlare del prezzemolino tv Gianfranco Polillo, sono
per la velocità dei pattini, palazzetti del stosi da gestire. sotto sotto dei loro. E Vittorio Feltri, sul Giornale di ieri,
ghiaccio a Pinerolo, Torre Pellice, ancora To- Così, negli anni, anche da- scrive addirittura che “Mario Monti sulla copertina di Time è
rino, i trampolini di Pragelato, le piste di bob vanti all’impossibilità di motivo di soddisfazione”. Chissà se il premier si sente
e slittino di Cesana Torinese e una serie di prendersi cura di un patri- rassicurato o inquieto da tutto questo destrorso
villaggi olimpici tra Grugliasco, Bardonec- monio inutilizzato, l’Agenzia entusiasmo.
chia e il capoluogo piemontese. Si adegua- è riuscita a conservare un te-
rono strade, si sopperì alla mancanza di seg- soretto di 40 milioni di euro.
giovie, telecabine, impianti di innevamento. Un patrimonio che ora i de- La cerimonia di chiusura di Torino 2006 (F L P ) OTO A RESSE

Fu un successo. putati piemontesi di ogni co-


lore vogliono spalmare per monti e valli ex di prima non è che la risposta possa essere negativo della Ragioneria Generale dello Stato
CALATO IL SIPARIO olimpico, per evitare olimpiche, con la sola opposizione degli Idv quella di investire altri soldi per lo stesso scopo che vuole vederci chiaro sull’effettiva consi-
che queste strutture finissero all’abbandono, Silvana Mura e Antonio Borghesi, e quella - di e per chissà quanti anni a venire”. Silvana Mura stenza di quel fondo (gravato negli anni anche
si decise di conferirle all’Agenzia per lo svol- diverso segno - dell’esponente Pdl Maria Te- parla apertamente di “legge mancia provincia- da diversi contenziosi con le imprese che si
gimento dei Giochi olimpici Torino 2006, la resa Armosino. le”, anche perchè i promotori dell’emenda- sono occupate degli appalti olimpici).
stessa che ne aveva coordinato e monitorato “Martedì - spiega Borghesi - in Commissione mento (tra cui anche l’Idv Cambursano) par-
l’edificazione. L’Agenzia avrebbe dovuto pren- Bilancio proveranno a buttare dalla finestra lano di progetti avveniristici come la “Cover- PER QUESTA RAGIONE martedì in Com-
dersi cura degli impianti. Ad oggi, però, buona questi 40 milioni di euro, che invece potreb- ciano delle nevi” (un luogo di aggregazione di missione comparirà il Commissario liquida-
parte di quelle strutture versano nell’abban- bero essere riconsegnati alle casse dello Stato tutte le nazionali “invernali”) ma poi la mozio- tore dell’Agenzia (oggi Fondazione), Dome-
dono, così come era accaduto per quelle che che ne avrebbero ben più bisogno. È incredi- ne menziona un semplice trasferimento di fon- nico Arcidiacono, oltre ai rappresentanti del-
erano nate sull’onda della speculazione olim- bile pensare di costruire politiche assistenziali di alla Regione di Roberto Cota che poi di volta la Ragioneria e del Dipartimento del Tesoro.
pica, nei territori di Albertville o Lillehammer, su Comuni che già hanno potuto beneficiare in volta ne assegnerà parte alla Provincia e ai Si capirà a quanto ammonta il capitale in cas-
sedi dei giochi invernali del 1992 e del 1994. del volano delle Olimpiadi. Cioè, erano i gio- Comuni delle zone ex olimpiche. sa. Poi, vista la schiacciante maggioranza, la
È universalmente riconosciuto infatti che le pi- chi invernali a dover rilanciare il turismo, e se C’è però anche un ulteriore intoppo a rendere “legge mancia provinciale” dovrebbe avere il
ste di bob o i salti dai trampolini olimpici, ma sei anni dopo la situazione è peggiore di quella complesso spostare i 40 milioni. Ed è il parere via libera.
pagina 6

C
AMMINISTRATIVE

entottantotto firme per amministrative di Palermo. L'iniziativa, L'Assemblea potrebbe essere convocata, da
Palermo, verso chiedere la convocazione avviata dalla corrente Innovazione e Statuto entro 15 giorni, anche prima delle
dell'assemblea del Pd siciliano. dall'area che si richiama al senatore Beppe primarie del centrosinistra a Palermo,
Ordine del giorno? La sfiducia del Lumia e al capogruppo all'Ars Antonello fissate per il 4 marzo prossimo. “È
la sfiducia del segretario segretario regionale Giuseppe Lupo, Cracolici, potrebbe portare a un voto di paradossale - ha commentato Lupo - in
contestato in questi giorni da alcune sfiducia nei confronti di Lupo. 188 firme prossimità delle elezioni il senso della
componenti del partito per la sua decisione rappresentano più della maggioranza responsabilità di tutti vorrebbe che si
regionale Pd, Lupo di non allearsi con il Terzo Polo alle elezioni assoluta dei membri dell'Assemblea. ricercasse il massimo dell'unità interna”.

PRIMARIE
DI GHIACCIO
A GENOVA
La conta tra i candidati a sindaco
tra personalismi e la paura del flop
di Ferruccio Sansa sei contro il partito puoi fare be- GLI ALTRI? “Pinotti è molto
Genova ne, vincere no. E sotto la Lanterna mediatica, che per la riserva-
non c’è quell’esame di coscienza tezza genovese non è detto sia
arta contro Roberta. Sin- che ha fatto vincere Giuliano Pi-

M
un vantaggio. Ma soprattutto
daco contro senatore. sapia. “È vero, abbiamo poca pau- non ha messo in discussione la
Laica contro cattolica. Le ra di perdere”, chiosa Vincenzi. nomenclatura del centrosini-
due ex compagne di Già, il centrosinistra sicuro di sè stra”, va giù duro il politologo
squadra – Pinotti fu lanciata da lancia le primarie per conferma- Pierfranco Pellizzetti. Doria è
Vincenzi in politica – l’una con- re un sindaco in carica. E abba- serio al punto di avventurarsi
tro l’altra armate. Un piatto mi- stanza apprezzato fino ai clamo- in battute kamikaze: non esclu-
gliore per le prime pagine non si rosi autogol dell’alluvione, su cui se di aumentare le tasse. La coe-
poteva trovare. Ma la chiave del- i “compagni” più che gli avversa- renza, a vedere i sondaggi so-
lo scontro delle primarie geno- ri si sono lanciati a pesce. Vincen- pra il 20 per cento, pare pre-
vesi sta nel capire chi c’è dietro zi che, è una critica, è uscita un miarlo.
le due front runner. poco dalle logiche di partito, ma Alla fine è difficile dire quale idea
I muri di Genova sono coperti di non ha proposto una nuova clas- di città propongano. La persona-
manifesti: “Io sto con Genova”, è se dirigente. lizzazione della politica è servita.
scritto su quelli di Roberta Pinot- Tra le liti del sindaco con i gior-
ti. “La scelta forte come noi”, ri- nalisti, i foulard arancione dei so-
corda lo slogan di Marta Vincen-
zi. E poi c’è lui, Marco Doria, di-
Cinque in corsa stenitori di Doria, il video di Carlo
Besana (l’ex farmacista padre del
Angela Burlando
Consigliere
Andrea Sassano
Spezzino di nascita ma
scendente della famiglia simbo-
lo del grande ammiraglio. Il vin-
per la scalata a risanamento di interi quartieri)
che mimando Zucchero canta
comunale di Sel, già
vice Questore
trasferito a Genova
dall’età di cinque anni,
citore uscirà da loro tre. Un son-
daggio vicino all’Idv promette
Palazzo Tursi, “Marta Dududù”. Non è una can-
zone d’amore: “Ma non ricordi il
aggiunto di Polizia
proprio nella città
cresce nella militanza
del Pci e poi nei Ds. Non
vittoria a Pinotti. Nel Pd, area portaborse, è da quel dì che fu ar-
Vincenzi, si prevede un succes- ma la lotta vera restato”.
della Lanterna. È
stata vice segretario
aderisce al Pd. È stato
assessore alla Scuola
so a mani basse del sindaco. An- Tante trovate anche simpati- del Partito Socialista nella giunta Pericu.
gela Burlando (Psi, con passato è quella interna che, “ma poi l’idea di città dei e delegato alla Oggi è nel Cda di Amiu,
di combattivo vice-questore) e candidati nessuno l’ha capita”, Sicurezza del la ex municipalizzata
Andrea Sassano (ex assessore ai gruppi conclude Bianchi. E don Fari- Comune di Genova. dei rifiuti di Genova
con Beppe Pericu, ha puntato nella: “Si rischia di lasciare Ge-
sulla green economy) si divide- del Pd nova alla destra degli Scajola”
ranno il resto, ma avranno peso
forse per decidere il vincitore.
Insomma, risultato incertissi- GAZEBO DEMOCRATICI
mo, lo dimostra il fatto che Clau-
dio Burlando, una delle menti
politiche più sottili di Liguria
non si sia schierato (ma i suoi so-
no soprattutto con la Pinotti).
DA PALERMO A TARANTO, TUTTE LE COMPETIZIONI A SINISTRA
di Alessio Grossi catissima. Da una parte, gli scontri seppe Lumia. Parecchi i candidati. Adesso, però, chiede tempo. Con le
I CITTADINI paiono disillusi. interni al Pd, spaccato sul sostegno Due per il Pd: Rita Borsellino, so- primarie già fissate al 4 di marzo,
Stanchi. Basta ascoltare radio al tira e molla a Palermo e Ta- alla giunta Lombardo e su un’allean- stenuta da Bersani e Lupo, e il “rot- domanda di poter meditare sulla
Babboleo News: “A me questa più
che una prova di democrazia, pa-
Dcentrosinistra,
ranto ai nervi de l’Aquila. Nel
in vista delle ammi-
za con il Terzo Polo. Dall’altra, la vo-
glia dell’Idv di mettere in campo l’ex
tamatore” Davide Faraone, vicinis-
simo a Matteo Renzi. In pista anche
propria discesa in campo fino al 18
di febbraio.
re un regolamento di conti”. Sulla nistrative di maggio, è un ribollire di sindaco Leoluca Orlando, prima del l’ex capogruppo dell’Idv in Comu- Alle trattative tra segreterie si sottrae
stessa lunghezza d’onda Tirreno primarie, accompagnate dai cronici responso dei gazebo. Sel invece ave- ne, Fabrizio Ferrandelli, che go- la base del Pd di Taranto, che tre
Bianchi, console della Compa- contrasti sui confini della coalizio- va chiesto l’investitura senza prima- drebbe del sostegno di Cracolici e giorni fa in un’assemblea (orfana dei
gnia portuale Pietro Chiesa: ne. rie di Rita Borsellino. Le consulta- Lumia, e il consigliere comunale maggiorenti del partito) ha chiesto
“Queste primarie mi sembrano La prima tornata è andata in scena a zioni, originariamente previste per Antonella Monastra (gruppo all’unanimità le primarie. A L’Aqui-
un segnale pessimo. Perché non fine gennaio, con il Pd a fare incetta il 26 febbraio, parevano a un passo “Un’altra storia”). la si voterà sicuramente, il 4 marzo.
le hanno fatte né per la Regione, di candidati sindaci nei principali dal saltare. Ma la scorsa settimana il Problemi a Taranto, dove il sindaco In pista, il sindaco uscente Massi-
né per la Provincia, né per le altre centri dove si è votato, Lecce, Asti centrosinistra è arrivata all’accordo: uscente è Ippazio Stefàno di Sel. Lo mo Cialente sostenuto da Pd Psi e
città? Le tirano fuori per la Vin- e Monza. Unica eccezione, Rieti, niente alleanza con il Terzo Polo, e scorso 25 gennaio, Nichi Vendola Comunisti Italiani, e il medico Vit-
cenzi”. Anche don Paolo Farinel- dove ha vinto il 35enne Simone Pe- primarie spostate al 4 marzo. Scelta aveva sparigliato: “Le primarie a Ta- torio Festuccia, appoggiato da Sel.
la, sacerdote dei vicoli, pare un trangeli, sostenuto da Sel. Dome- sposata dal segretario regionale del ranto non servono, Stefàno va rican- A fare rumore però è l’esclusione
po’ rassegnato: “Non mi pronun- nica scorsa, primarie a Piacenza, la Pd, Giuseppe Lupo, ma contestata didato”. Una posizione indotta, se- dell’avvocato Vincenzo Caldero-
cio. Ma mi sembra soprattutto città di Pier Luigi Bersani. Rovinate da una fetta dei Democratici, con in condo molti, dalla vittoria a Lecce ni. La sua candidatura è stata respin-
una bega interna al Pd”. dallo scandalo denunciato dal segre- testa il capogruppo in Regione, An- della democratica Loredana Capo- ta dal Comitato per le primarie per-
E così il grande timore per oggi: tario provinciale del Pd, Vittorio Sil- tonello Cracolici, e il senatore Giu- ne (vicepresidente della giunta Ven- ché Calderoni non si è dimesso da
nel 2008 ben 35mila persone si va: “Qualcuno ha pa- dola) ai danni del candi- difensore civico del Comune. Ma
pronunciarono per Walter Vel- gato stranieri per an- Un gazebo delle primarie Pd (F A )
OTO NSA
dato di Sel, Carlo Salve- l’avvocato non ci sta: sostiene che le
troni segretario Pd. Oggi rischia-
no di essere meno. Certo, il fred-
dare a votare”. Conte-
stati 200 voti. Ma la vit-
In Puglia mini. Il Pd inizialmente
aveva difeso le primarie,
dimissioni sarebbero obbligatorie
solo prima di una sua candidatura a
do. O il gelo maschererà la scon-
fitta? Nascono strategie. “Se fa-
toria rimane al demo-
cratico Paolo Dosi.
e nel Lazio, ma pare pronto alla mar-
cia indietro. Il democra-
sindaco, e parla di “primarie gestite
da un soviet”. Nel Lazio, infine, pri-
cessimo votare mille, duemila im-
migrati, avremmo la vittoria in ta-
Ora però a tenere ban-
co sono le primarie
a pochi giorni tico Michele Pelillo, as-
sessore al Bilancio in Re-
marie per il segretario regionale del
Pd. In lizza il deputato Enrico Ga-
sca”, confida uno degli organiz- nelle grandi città del gione pareva deciso a sbarra, che ai congressi di circolo
zatori. Il “suo” candidato è tra i centro-sud, con in pri- dal voto, c’è candidarsi. Per spingerlo ha ricevuto un consenso bulgaro,
favoriti. Nessuna truffa, sarebbe- mo piano il caso Pa- a rinunciare, gli avrebbe- Marta Leonori (membro della Di-
ro elettori veri. Quante incogni- lermo, dove le con- chi mette in ro offerto la vicepresi- rezione nazionale) e il deputato
te, da una parte i nuovi cittadini, sultazioni per trovare denza in Regione al posto Giovanni Bachelet. Si vota il 19
dall’altra il peso dei militanti (che il candidato sindaco si discussione della Capone e la candi- febbraio, anche se c’è chi chiede che
qui sopravvivono perfino ai par- sono trasformate in datura alle Politiche. Pe- le primarie non si facciano pro-
titi). Genova è come Bologna, se una matassa compli- il metodo lillo avrebbe detto no. prio.
Domenica 12 febbraio 2012

A
AMMINISTRATIVE

Genova si vota oggi dalle 8 alle 21. I Municipio , 6 sono ospitati da gazebo affittati e mani avanti: quest’anno il gelo potrebbe tenere a casa
Molti mettono le mani candidati sono cinque: Marta Vincenzi, riscaldati, gli altri nelle sedi di società di mutuo i meno convinti. Secondo alcuni, una bassa affluenza
sindaco uscente; Angela Burlando; soccorso, o Croce Verde, alcuni nei circoli Pd. Ci alle urne avvantaggerebbe Doria e Sassano, i cui
Marco Doria; Roberta Pinotti e Andrea Sassano. Il saranno 1600 scrutatori a cui vanno aggiunti 400 sostenitori, dell’ala più radicale del centrosinistra e
avanti: affluenza voto non comporta l'obbligo di iscrizione ad un rappresentanti di lista (così prevede il regolamento). dello stesso Pd, sarebbero i più zelanti. In ogni caso,
partito ma chi si presenta alle urne verrà iscritto Le schede stampate sono 43.000. Alle primarie del se Vincenzi alle primarie scorse aveva vinto con il 60
nell'albo degli elettori del centrosinistra. Per votare, febbraio 2007, vinte da Marta Vincenzi, si erano per cento dei voti sembra che questa volta il vincitore
a rischio per il maltempo bisognerà pagare due euro. Sono 73 i seggi divisi per presentati a votare in 35.500. In molti mettono le non potrà ottenere un vantaggio di quelle dimensioni

IN DUE COL TERZO INCOMODO


Battaglia all’ultimo voto tra le due “zarine” del Pd
Ma contro di loro anche il candidato di Don Gallo
Marta Vincenzi Roberta Pinotti

“L’establishment trasversale “Con Marta sono schierati


sta con Pinotti e Musso” i poteri forti, con me i militanti”
Bcheelle le primarie. Ma qui sono due
anni che se ne parla. I partiti, an-
il mio, dovrebbero riflettere: se il
Giusto, parliamo della nostra idea
di città, per chi ce l’ha.
Qual è il suo progetto?
oberta Pinotti, cattolica pro-
Rria gressista, ex scout, ex segreta-
dei Ds ai tempi di Veltroni, ex
apparati forti. Io quello del partito dif-
fuso dei militanti e di tanti elettori!
Le sue figlie che dicono?
sindaco partecipa a primarie così lun- Nella città del triangolo industria- assessore nella giunta regionale Siamo tre donne unite e loro sono con
ghe, la politica diventa invasiva rispet- le, la più grande industria è il Co- della Vincenzi. Esperta di Difesa, la loro mamma! Elena mi vota, e Marta
to a questioni istituzionali”. mune. Genova rischia di avere madre di due figlie, leader della purtroppo non ha l’età. Ma vorreb-
Cinque anni fa Marta Vincenzi, dieci anni di vita come grande cit- mozione Franceschini nell’ulti- be.
fresca di investitura, non avrebbe tà. Io propongo due strade: biso- mo congresso, sostenuta con Se vince lei ci sarà discontinuità?
immaginato che la battaglia per la gna essere parte della rete di in- grande passione da Sergio Coffe- No. E’ stato un errore della Vincenzi
riconferma sarebbe stata tanto frastrutture e trasporti, soprattut- rati e dall’ex sindaco Pericu. usare quella parola. E’ sembrato che
dura. Che cosa ha sbagliato? to per il porto. E dobbiamo diven- Cosa farà se perde le prima- ci si dovesse dissociare da quello che
Io non sono organica alla sinistra. Mi Sindaco uscente tare una smart city, puntare su tec- rie? Cattolica progressista aveva fatto la giunta Pericu. Chi viene
sento un boccone rimasto a metà del- Ex Pci, è stata presidente nologia e ricerca, ma anche su qua- Sono a disposizione di chi vincerà Ex scout, ex segretaria eletto non vive un’avventura perso-
la gola del mio partito. Almeno con della Provincia di Genova lità dell’ambiente e della vita, per per qualsiasi ruolo vorrà affidar- provinciale dei Ds, sostenuta nale, e prosegue gli impegni di una
queste primarie si capirà se mi dige- e parlamentare europea attirare nuovi abitanti. Far cresce- mi: da un posto di bidella, a un as- da Cofferati e Pericu amministrazione con la città.
riranno o mi sputeranno fuori. re il turismo culturale. Poi ci sono sessorato. Se perdessi mi mette- Le decine di suoi messaggini su
Per la Regione Liguria e per Savo- ovviamente i servizi sociali, che rei, come si dice, a disposizione. twitter sono bellissimi per seguire
na, niente primarie. Genova invece sì. Stru- nonostante i tagli abbiamo cercato di salvare. Come spiega agli iscritti del suo partito, il la sua campagna live. Chi li scrive?
mento di democrazia o arma per farle le Da domenica potrebbe essere fuori gioco, fatto che ci siano due candidati del Pd? Tutti io, uno per uno.
scarpe? che cosa farà? In realtà è una cosa che ci chiedono, temo, solo La Vincenzi ha sbagliato sull’alluvione?
Ero d’accordo che si facessero. La maggioranza Farò il sindaco, fino all’ultimo minuto. perché siamo due donne: in tante altre città il Non nelle scelte. Ma nella comunicazione. È
che mi sostiene è molto cambiata. Ci voleva una Alla fine del primo mandato, quali errori ri- Pd ha due candidati senza che nessuno si ponga sembrato che volesse cercare della responsa-
conferma… conosce? La criticano per non aver propo- tanti problemi. Le primarie sono il modo per bilità esterne.
Però… sto una nuova classe dirigente… scegliere la personalità migliore. La prima cosa che farà se eletta?
Forse ci siamo comportati come se avessimo Vero, ma non era facile. Ho vinto con appena il Lei pensa di essere meglio della Vincenzi? Un piano di emergenza sull’alluvione che spero
poca paura di perdere. 51% e dal giorno dopo è partita la campagna In questo momento storico penso di essere più di non usare mai. Ma di cui non si può fare a
Lei sostiene di essere alternativa al blocco elettorale per le elezioni di quest’anno. E poi la adatta a fare il sindaco: ho le idee chiare su cosa meno. Poi, subito dopo, serve un’opera da 300
di potere che qui governa da 65 anni. Ma mia coalizione ha cambiato faccia. Il primo an- fare, sono una persona molto concreta e atten- miliardi: lo scolmatore del fiume Bisagno, per
qual è il candidato dell’establishment? no ho dovuto governare senza maggioranza. Mi ta alle domande della gente, ho le relazioni na- impedire che si ripetano esondazioni.
Pinotti e Musso appartengono a schieramenti proponevano assessori difficili da accettare. Ho zionali che servono per aiutare Genova a uscire Il porto di cosa ha bisogno?
diversi. Però hanno una dimensione trasversa- fatto il meglio possibile. Vorrei completare il dalla crisi. Di strade e di infrastrutture: produciamo traf-
le. Sono più vicini a un certo potere. mio progetto. Chi di voi due è sostenuta dal partito? fico che intasa la città e rallenta le merci.
Si parla di persone, di nomi. Poco di città… fer.san. Lei ha senza ombra di dubbio il sostegno degli lu. tel.

Marco Doria
MUSSO “È una sfida zione. Però deve essere chia-

“Questo non è più il tempo tra perdenti”


ro chi finanzia e gestisce i
luoghi di culto.
Quali sono le debolezze

dei professionisti della politica” del centrosinistra ligure?


l centrosinistra ha cercato di perdere. In decenni di amministrazione non sono
Id’impegno”.
Ma anche il centrodestra ci si è messo riusciti a governare i conti, non è pos-
Parola di Enrico Musso. sibile che oggi i nove de-
arco Doria è definito “il can- politico. Che non è un candidato alle primarie. cimi del bilancio siano
M didato di Don Gallo” perché
il prete “angelicamente anarchi-
Dicono che lei, da studioso non co-
nosce bene la città.
Anzi, dopo aver corso nel 2007 per il
centrodestra oggi si candida a sindaco
destinati al funziona-
mento del Comune. C’è
co” lo ha convinto a correre. E’ Il mio lavoro mi aiuta. Lei lo sa dove na- alla testa di una lista civica (con l’appog- una gestione dei servizi
figlio di Giorgio, erede della più sce la parola “Caravana”? Sono i primi gio del Terzo Polo). Ma in fondo della che evidentemente non
importante dinastia genovese, portuali, bergamaschi, che vengono a guerra nei due schieramenti potrebbe funziona. Più in generale
diseredato dal padre quando si lavorare a Genova nel medioevo. Poi ar- beneficiare proprio lui, che secondo i la politica di chi ha gover-
era iscritto al Pci (poi vicesinda- rivano inglesi, tedeschi, migranti di sondaggi ufficiosi “rischia” di vincere. nato invece di valorizza-
co molto amato nel dopoguer- ogni razza dal mare. Siamo una realtà Onorevole (Musso è senatore), tra i re le risorse della città ha
ra). Tre figli, moglie professores- multietnica da secoli. candidati alle primarie chi preferi- portato a deprimerle. Le
sa, insegna storia economica al- Il primo problema del porto? rebbe incontrare alle elezioni? imprese fuggono, i citta-
l’Università di Genova, dice di Il candidato di Don Le infrastrutture. Non serve scaricare Doria mi ricorda come ero io cinque an- dini fuggono… ma lo sa
voler raccogliere i voti dei delusi Gallo Il prete genovese container, se poi i camion si incodano ni fa, grandi principi e poca esperienza che ogni anno undicimila ragazzi lascia-
della politica, spesso viene rim- lo ha convinto a nel traffico e avvelenano la città. della macchina comunale. Vincenzi è no la città finiti gli studi. È un record in
proverato dai suoi supporter: correre e lo sostiene La Vincenzi ha sbagliato sull’alluvio- l’opposto, conosce alla perfezione il Co- Italia.
“Marco, sei candidato, perché ne? mune, nel bene e nel male. E Pinotti è più Lei pensa di avere la bacchetta magi-
non ridi mai!?”. Se non fossi candidato le risponderei. ecumenica, inclusiva. Per lei si sono ca?
Già, perché non ride? Ma non dico una parola, su quella tragedia, col schierati massicciamente i vertici del Cercherò di rimettere in gioco le risorse
La mia campagna elettorale è stata una immer- sospetto di essere a caccia di voti. Lei non ha Partito. che Genova esprime nel mondo privato
sione totale, un viaggio in una città che vive crisi avuto abbastanza dialogo con la società civile Chi teme di più? e di coinvolgerle per realizzare una nuo-
economica e disagio: non c’è nulla da ridere. negli ultimi anni. Doria e Vincenzi sono più connotati, sa- va idea di città.
Se vince le primarie che posto darà alle due Prenderebbe un grillino nella sua giunta? rebbe più facile affrontarli. Pinotti ha Il centrodestra tace. Questa maggio-
donne del Pd? Se dicesse che vota centrosinistra sì. Se al bal- lanciato dei chiari segnali verso il cen- ranza gli va bene?
Nessuno: ci sono tante persone nuove e com- lottaggio dicesse che destra e sinistra sono tro… insomma, è più trasversale. No, si stanno scontrando sui candidati.
petenti da mettere alla prova! La Pinotti è se- uguali, no. Destra o sinistra, da chi attingerà di Ma ci vorrebbe una persona di alto pro-
natrice… Non metterei in giunta chi era già af- La prima cosa che farebbe? più? filo per unire Pdl e Lega. Ma oggi sembra
fermato quando i miei studenti non erano an- Costruire la città culturale e incatenarmi - se ser- Dai giovani, soprattutto quelli di centro- che il centrodestra possa offrire più che
cora nati. ve – per salvare Fincantieri. sinistra. altro una candidatura alla sconfitta. E
Perché uno del Pd dovrebbe votare lei, La grande opportunità? Lei ha preso posizioni sgradite al pensare che con questo centrosinistra
avendo due candidati del suo partito? Le arie industriali dismesse. A patto di non farci centrodestra, vedi moschea… debole potrebbe anche vincere…
Se vincono la Pinotti o la Vincenzi il partito si supermercati ma aree di sviluppo e centri di ag- Il diritto di culto è sancito dalla Costitu- fer. san.
spacca. E poi credo che in questa stagione serva gregazione.
un sindaco che non viene dal professionismo lu.tel.
pagina 8 Domenica 12 febbraio 2012

GIUSTIZIA

“LA COLPEVOLEZZA
DI B. È GIÀ
DIMOSTRATA”
Processo Mills, il pm De Pasquale
inizia la requisitoria
di Antonella Mascali guai”. E ancora: “Riteniamo che L’avvocato David Mills, nella foto piccola, è
Milano le prove portate in questo pro- stato prosciolto dalla Cassazione ma solo per
cesso siano sufficienti, anche prescrizione, i giudici hanno stabilito che ha
l processo Berlusconi-Mil- senza la precedente sentenza

A
mentito negli interessi di Berlusconi (FOTO LAPRESSE)
ls, alcune eccezioni della nel processo Mills, per giudica-
difesa dell’ex premier, re colpevole Berlusconi”. Ma
una delle quali ricorda al
pm, Fabio De Pasquale, “i pro-
poi aggiunge: “Ogni tribunale
assumerebbe la stessa decisio-
Gli avvocati ls “da esecutore delle off shore
sapeva che le aveva create per
nita dalla Corte d’apello “una
confessione extragiudiziaria”.
gli avvocati, Niccolò Ghedini e
Piero Longo hanno messo le ma-
cessi di mafia di vent’anni fa”,
hanno come conseguenza che
ne presa allora dalla decima se-
zione penale [condannò Mills a
del Cavaliere volontà di Berlusconi”. E a pro-
posito dei soldi incassati da Mil-
Anche se Mills, analizza il pm,
cerca di dire il meno possibile su
ni avanti: potrebbero rimettere
il mandato. Per il 25 febbraio è
la requisitoria si interrompe a
metà, prima della richiesta di
4 anni e 6 mesi come poi i giu-
dici d’appello, ndr]”. E cita an-
bloccano ls, la Cassazione “conferma che
la versione vera, ripetuta 11 vol-
Berlusconi. Come nell’interro-
gatorio del luglio 2004, alla pro-
già stata fissata un’altra udienza.
Quando ci sarà già stata la deci-
condanna dell’onorevole, ac- che la sentenza della Cassazio- te da Mills, è quella dei 600 mila cura di Milano, quando confer- sione della Corte d’appello sul-
cusato di corruzione in atti giu- ne: ha “valore di prova”. Perché l’udienza per ore, dollari ricevuti come regalo da ma il contenuto della lettera “ma l’istanza di ricusazione avanzata
diziari. Ma la parola “colpevole” è vero che nel febbraio 2010 ha Berlusconi, mentre ritiene risi- non ci spiega il percorso dei sol- dalla difesa contro i giudici. Se il
è già risuonata in aula. De Pa- dichiarato prescritto il reato a l’accusa bile la ritrattazione”. E a questo di. Ha fatto scomparire il cada- 25 ci sarà sentenza, per Berlu-
squale riesce a parlare alle carico di Mills ma ha anche sta- punto, De Pasquale cita uno dei vere”. Fine prima parte della re- sconi potrebbe essere dichiara-
16.11 invece che alle 10 del bilito che “risulta verificata la chiederà la pena pilastri dell’accusa, che ha già quisitoria. La conclusione è fis- ta la prescrizione. Secondo voci,
mattino. Si ferma alle 18, quan- sussitenza del reato di corruzio- portato alla condanna di Mills: la sata per il 15 febbraio quando non ufficiali, il tribunale ritiene
do per motivi di cancelleria, l’u- ne in atti giudiziari”. Tanto che , mercoledì lettera al fiscalista, Bob Dren- dovrebbero almeno cominciare che il reato si prescrive tra il 16 e
dienza, si conclude. Prossimo sottolinea il pm, “ha condanna- nan. É la missiva, ormai famosa, le arringhe difensive. Ma già ieri il 19 febbraio.
appuntamento mercoledì. to Mills a risarcire con 250 mila in cui Mills, che ha ricevuto una
Ma al di là di quanti anni di car- euro la parte civile”, ovvero la di Milano, fatti legati alla colpe- richiesta di spiegazioni dal fisco
cere chiederà (per David Mills presidenza del Consiglio. volezza di Silvio Berlusconi”. La a proposito dei 600 mila dollari
aveva chiesto 4 anni e 8 mesi), il Suprema corte ricorda che non denunciati, chiede consi- Dinastie
pm ha già pronunciato una fra- SE C’È UN CORROTTO, c’è quando Mills testimoniò ai pro- glio al suo consulente, perchè
se cruciale: “Per l’accusa è cer- anche un corruttore, e anche se cessi del ’97-’98, Fininvest-Gdf e quei soldi, scrive, sono stati “un
to, oltre ogni ragionevole dub-
bio, che i 600 mila dollari [la
somma oggetto del procedi-
De Pasquale non usa queste pa-
role, definisce l’ex premier an-
cora una volta colpevole. Lo fa
All Iberian, “attribuì la proprietà
delle off shore a Fininvest e la al-
lontanò da Berlusconi...”, sicché
regalo di Berlusconi per avergli
evitato un mare di guai” con i
“tricky corners”, curve perico-
BRACCIA RUBATE
mento, ndr] sono un regalo di
Silvio Berlusconi a David Mills
per avergli evitato un mare di
sempre citando la Cassazione:
“Avvalora fatti riconosciuti dal
tribunale e dalla corte d’appello
i giudici non trovarono elementi
certi di colpevolezza nei con-
fronti di Berlusconi. Eppure Mil-
lose, durante le testimonianze ai
suoi processi. Quella lettera, ri-
corda De Pasquale, è stata defi-
ALL’EDILIZIA
Crotone, la piccola diga dell’Arci
contro mafie e disastri ambientali
Sant’Anna di Isola di Capo Riz-
zuto è uno dei più grandi centri
di accoglienza d’Europa. Sono
più di 1200 posti, con problemi
enormi, di asilo, di assistenza le-
di Nando Dalla Chiesa gale. Una volta non si poteva né
entrare né uscire dal campo, so-

Ccadeome diceva John Lennon?


Che la vita è ciò che ti ac-
mentre tu la program-
lo nel 2007 si riuscì a fare aprire
i cancelli, per raccogliere infor-
mazioni e procure. Ci lavoria-
mi? Ecco, per lui è esatta- mo con altre associazioni e coo-
mente così. E l’ha imparato perative. Sono ragazzi con Aspettavamo questo momento: Emanuele
talmente bene che ha rinun- un’età media di 24-25 anni, ven- Filiberto, l’erede al trono che non c’è, alle prese
ciato a programmarla. Tran- gono soprattutto dall’Africa e con i mestieri più umili. Nello spot del reality di
ne l’essenziale. Per il resto dall’Afghanistan. No, non sono SkyCielo “Il principiante” è un muratore.
emergenze a manetta. Lui è un funzionario Arci. Di mestie-
uno di quei leader civili di cui re dirigo il centro per i servizi al Canzoni Filippo Sestini, a sinistra, presidente Arci di Crotone
in Italia non parla nessuno volontariato della provincia di
ma che guai se non ci fosse-
ro. Soprattutto in una Cala-
Crotone, dove forniamo consu-
lenze, formazione, documenta-
se: una montagna di 140 metri
di rifiuti solidi urbani e tre mi-
“Non chiediamo parliamo di migranti rispon-
dono ‘occupati delle cose di
E i soldi, Filippo? “Bella do-
manda. Viviamo di autofinan-
bria in disperata lotta per la
civiltà delle regole.
zione, occupandoci di disagio
sociale, di handicap e di mino-
lioni di metri cubi già riempiti
a ridosso della città, in un’area
soldi alle casa tua’. In novembre abbia-
mo fatto una manifestazione
ziamento e di tessere. Alle am-
ministrazioni locali abbiamo

FILIPPO SESTITO ha 44
ri. E di emigrazione, natural-
mente. All’Arci dedico tutto il
che secondo il nuovo piano
regolatore dovrebbe essere
istituzioni locali, di migliaia di persone, una
scossa per una città addor-
deciso di non chiederne, per
non rischiare di avere risorse
anni, un volto da Magna Gre- tempo libero anche se qualche abitativa. Località Columbra, mentata. Obiettivo: tornare a inquinate. E anche le tessere
cia tra capelli semiricci oc- scampolo devo pure riservarlo guarda caso proprietà dei fra- non vogliamo una gestione partecipata dei le controlliamo, facciamo una
chiali e barba, ed è il presiden- alla famiglia: Emilia e un figlio di telli Vrenna, parenti di Luigi, rifiuti. Hanno già buttato due selezione durissima per con-
te dell’Arci di Crotone. Una cinque anni, Mario come mio detto u’ zirru, il più grande ca- rischiare miliardi tra discariche priva- cederle, raccogliamo infor-
passione adolescenziale per padre. L’associazione ha 15-20 pomafia, e più volte inquisiti. te e inceneritori, i rifiuti sono mazioni per evitare persone
l’impegno pubblico quasi ere- circoli, con 1400 tessere all’an- Ormai ci sono problemi seri di usare capitali una greppia della ‘ndranghe- legate alle ‘ndrine. Sa, è facile
ditaria, visto che il padre – Ma- no, poca cosa rispetto al cen- nella catena alimentare e di in- ta. E’ questa la battaglia più usare queste strutture per at-
rio, avvocato – fu parlamenta- tro-nord, ma stiamo parlando di sorgenza di tumori. E i proble- sporchi” dura. Ma è senza fine, mi cre- tività illecite, dalla droga al
re comunista per due legisla- un altro mondo.” mi dell’energia. Vuole che da. C’è stata pure la storia del gioco, specie nelle aree inter-
ture. Anche Filippo aveva in- glieli metta in fila? Decine e megavillaggio turistico “Eu- ne. Suppliamo con l’autotas-
cominciato a studiar legge al- POI C’È IL DISASTRO am- decine di pale eoliche a Isola to di terra diventato un polo roparadiso”, un progetto che sazione, chi può naturalmen-
l’università. Poi ha smesso, ri- bientale. “Un disastro senza fi- di Capo Rizzuto finite più vol- energetico-pattumiera. É dal avrebbe raddoppiato la città te, e con più lavoro gratuito”.
succhiato dai movimenti. La ne, contro il quale combattia- te nelle inchieste della magi- 1997 che continuiamo ad ave- di Crotone. E’ stato fermato,
Palestina, la pace, l’articolo mo da anni. Altro che Davide e stratura. Tre centrali a biomas- re commissari all’ambiente, abbiamo portato la questio- FINALMENTE una lectio
18 e, sempre di più, le due Golia. C’è la dismissione dell’a- se, di cui quella a turbogas di un fallimento continuo tran- ne anche in parlamento. I magistralis di volontariato e ter-
grandi questioni che ormai lo rea industriale, l’ex polo Mon- Scandale è la più potente ne il prefetto Ruggiero. Io di partiti si sono spappolati e li- zo settore per un paese dove
tengono mobilitato in perma- tedison e il polo chimico di Per- d’Europa. Decine di piattafor- ambiente all’inizio non sape- quefatti anni fa. Il sindaco si le ‘ndrine possono riunirsi a
nenza: gli immigrati e l’am- tusola sud, proprietà Eni. Un’a- me Eni che estraggono dal ma- vo nulla , nessuno di noi ne sa- sta avvicinando a noi. Ma stia- convegno in una sede Arci del
biente. rea immensa che attende di es- re di Crotone circa il 15 per peva, questa era una città ope- mo svolgendo un’azione di profondo nord. E chissà che
“Uno pensa all’Arci che pro- sere bonificata da quindici an- cento del fabbisogno naziona- raia. Ci siamo formati l’uno supplenza. Certo non sono cosa combinerebbe Filippo,
gramma le sue attività cultura- ni, metalli pesanti in quantità le di metano. E sia chiaro, le con l’altro, grazie a decine di solo. Le cito, tra i tanti, gli av- amante di Ken Loach e di Car-
li e ricreative. Ma qui siamo superiori alla norma di centi- sto parlando di una provincia comitati. E oggi diamo fasti- vocati Giuseppe Trocino e lotto o Montalbàn, se solo
impegnati sulle emergenze, naia di volte e sversati a mare. E che ha solo 27 comuni, con dio. Ci dicono moralisti, am- Domenico Colosimo, o Fran- avesse le briciole del tesoro
sempre in affanno. Il centro la più grande discarica calabre- 170.000 abitanti. Un fazzolet- bientalisti da strapazzo, e se cesco Perri”. del senatore Luigi Lusi…
satira & s e n t i m e n t i
12 FEBBRAIO 2012

Mannelli
pag. 2

Speciale za
scien
pag. 4

EMERGENZE Offerta speciale per le pulizie di primavera:

L’ESERCITO CHIEDE SOLO 8 EURO L’ORA!


Comunicato dello Stato Maggiore della Difesa: “Non spaliamo solo la neve, possiamo anche lavarvi la macchina!”. I granatieri molto
richiesti come baby-sitter: “Affidate a noi i vostri neonati: li faremo marciare per 40 chilometri e quando tornate dal cinema dormiranno
come angioletti”. Rivolta alla Folgore: “Va bene spalare il fango in Liguria, ma a Kabul il fumo è più buono!”
Finalmente un esercito di professionisti! Basta con i dilettanti! appena riemerso da un cumulo di neve – se continua così
Le forze armate italiane, orgoglio della nazione, possono final- dovremo rivolgerci a militari immigrati, che chiedono meno”.
mente avanzare rivendicazioni contrattuali. Per spalare la neve In controtendenza le associazioni pacifiste: “Se veramente per
in Abruzzo, per esempio, chiedono 70 euro al giorno (con invadere l’Afghanistan, o l’Iraq, o bombardare la Libia si appli-
pala), oppure solo 60 (senza pala). Questo con la fattura. cassero i prezzi di mercato, non saremmo in giro per il mondo
Se invece vogliamo venirci incontro, come farebbe un armati fino ai denti”. C’è del vero: magari si scoprirebbe che
idraulico qualsiasi, si può fare 45 in nero, l’Italia non ripudia la guerra – come dice la Costi-
ok? Però sia chiaro che noi non ci siamo di Alessandro Robecchi tuzione – ma che ripudia la fattura, e questo è già
mai visti… Qualcuno ha duramente cri- più nello spirito nazionale. Da quando si è diffusa
ticato il listino prezzi, ma vedendo la cosa da un altro la notizia del tariffario militare, comunque, si sono aperti nuovi
punto di vista non si può che rallegrarsi: se per spalare e inediti scenari economici. La brigata Sassari ha fatto sapere
una giornata in Abruzzo chiedono 70 euro, quanto che per pulire i vetri del Ministero della Difesa chiede 40 euro
dovrebbero chiedere i nostri valorosi fanti per saltare (lordi) a finestra, mentre il quarto stormo aviotrasportato di
su un blindato in Afghanistan? 800 euro al giorno stanza ad Aviano ha gettato su Roma migliaia di volantini
sarebbe un prezzo equo (considerata anche la trasferta propagandistici in cui si legge: “Traslochi, imbiancatura, svuo-
e il dettaglio che ogni tanto ti sparano anche addosso, tiamo cantine e solai. Solo 80 euro al giorno! Affarone!”. Con-
o devi sparare tu). “Un tariffario del genere è un vero troffensiva pubblicitaria dei bersaglieri: “Noi lo facciamo di
furto – dice un sindaco dell’appennino marchigiano corsa, e suonando la tromba!”.
LA BRANDINA STEFANO DISEGNI

M ichele Serra nella sua “Amaca”, definisce “acida polemi-


chetta” la querelle Crozza VS Internettiani su presunti plagi
operati dal comico di Ballarò, che copierebbe le battute da
Twitter. Non entro nel merito, non ho sufficienti elementi, ma... acida
polemichetta un par de palle. Ne va di una faccenda importantissima:
il patto di credibilità che lega un artista ai suoi aficionados. Non è roba
da poco. Si parla di amore vero. “Simpathy for the devil” è il mio pezzo
preferito di tutti i tempi, ma se scoprissi che invece di Jagger e Richards
l'ha scritto uno di Ascoli Piceno che tira avanti suonando ai matrimoni
mentre quei due ci fanno i miliardi, mi cascherebbe il cuore più in giù delle
palle e come le fidanzate deluse, diventerei implacabile.
Altro che acida polemichetta. Senza parlare, poi, di “proprietà intellet-
tuale dell'opera d'ingegno”, una robina che fa la fortuna degli avvocati.
Difendendo Crozza, Serra sostiene che le battute nascono da un “mix di
tradizione popolare, motti di spirito orecchiati, meccanismi comici
riadattati, limati, modificati, rovesciati”. Anche. Ma c'è una fonte
principale che Michele l'intenditore (ne sa per esperienza) sembra
dimenticare: la creatività d'autore. Per autore intendo chiunque, per
ispirazione del momento, per talento naturale, per alcolismo devastante
o per semplice culo sforni una battuta originale, che fa ridere davvero.
E visto che si parla di autori (Serra stesso lo fa per molti programmi
televisivi, così come l’ho fatto io) vorrei qui spezzare una lancia in
onore di un mestiere misconosciuto alle masse: l'autore di testi per
comici televisivi. Crozza ne ha almeno tre, bravi, che gli scrivono i
monologhi. E così la Littizzetto, che già grande di suo, nel programma
di Fazio utilizza il talento di uno che conosco e che qua non menziono
per fagli un affettuoso dispetto. E così Fiorello e Panariello.
“La comicità è rischiare la faccia davanti a un riflettore” conclude
Serra. Se hai gente brava che scrive nell'ombra per te, il rischio è
parecchio minore, concludo io.

I Luogocomunisti
al potere Macché professoroni chiusi in una
torre d’avorio. Monti e il suo gruppo di
megamanager, docenti e alti burocrati pre-
stati alla politica sanno sposare alto sapere
tecnico e spirito da circolo della canasta, come
ben evidenziato dal cicciolino Michel Martone,
di Andrea Aloi viceministro del Lavoro che ha definito
“sfigati” i giovani ventottenni anco-
ra senza laurea.
Una boutade degna del livello me-
dio di conversazione in qualsiasi
scompartimento ferroviario di pri-
ma classe, accanto a quelle sui gio-
vani che vogliono il posto fisso ma-
gari vicino a papà e mammà.
Ecco, in esclusiva per i lettori del Mi-
sfatto, il verbale di una delle prime
riunioni del Consiglio dei ministri, svoltasi
segretamente a novembre alla Capannina
di Forte dei Marmi.
Monti: Qua adesso è una meraviglia ma al Forte d’estate
vengono proprio tutti, roba da scappare in malga a Canazei. Comunque anche i genitori devono allargare le vedute, non
Profumo: Altro che Paese in crisi, a Ponza non si trova siamo più nel Medioevo. Pugno di ferro in guanto di velluto.
un posto barca neanche a pagarlo oro. È che i giovani certi Cancellieri: I giovani vogliono la pappa fatta.A star sem-
lavori non li vogliono più fare, hanno troppo. pre davanti al computer ci si rincitrullisce. Il servizio milita-
Vuoi la microcar? Pronti.Vuoi fare un giro in Cappadocia re fa crescere.
con gli amici? Pronti. Di Paola: Guarda che non è più obbligatorio dal 2005.
Cancellieri: Solo diritti e niente doveri. Colpa della Profumo: I ragazzi italiani devono allargare gli orizzonti e
scuola. Manca il rispetto per gli anziani, nessuno ci lascia smetterla di rifiutare i lavori manuali quando per sfortuna
più il posto sull’autobus. nascono in una famiglia umile. In Cina chi vuol lavorare
Passera: Rispetto e spirito d’iniziativa, sai che barba ri- viene accolto a braccia aperte e non c’è la noia del posto
cevere tutti i mesi lo stipendio. fisso: sei mesi a saldare microchip e sei mesi nelle miniere
E dire che con appena un milione di euro la tua bella start di carbone, viva l’avventura. Io a vent’anni....
up la metti in piedi. Cancellieri: I giovani hanno dimenticato come si dice
Monti: E se ti va di studiare sul serio puoi sempre an- “grazie” e “per favore”. Stanno tornando i capelloni. Il nero
dare a Princeton, cribbio. Chi te lo impedisce? Preferisci sfina. Di mattina non c’è niente come un bel caffé. Le piace
entrare subito in Goldman & Sachs? Va bene lo stesso. la menta?

II
EMERGENZA GAS, ENI RIAPRE LE CENTRALI AD ARIA FRITTA

Miracolo a metano di Lia Celi

Abbiamo bombardato la Libia per assicurarci PETANO


le forniture di gas, e alla prima nevicata siamo Al diavolo Gazprom! Ognuno ha nell’addome un gasdotto
di nuovo al freddo. Non era meglio bombardare la naturale che, opportunamente alimentato, fornisce biome-
Russia, visto che d’inverno il gas ci arriva da lì? Ehm, forse tano a costi irrisori. Una famiglia di quattro persone dall’in-
no. Non è una buona idea neanche tagliare il gas alle azien- testino regolare con due porzioni di fagioli al giorno produ-
de mandando sottozero il Pil. Ma niente paura: Eni ha già ce di che scaldare casa propria e quella di un paio di russi.
disposto piani alternativi per supplire al deficit energetico. Inconvenienti del petano: la patina marrone su pareti e
suppellettili e lo sgradevole odore, per coprire
il quale sono necessari appositi e costosi Ar-
bre Magique al tartufo d’Alba.

TWEETANOLO™
Ricavare biopropellenti dall’uccellino più
trendy della rete si può. Twitter obbliga
gli italiani, tendenzialmente prolissi, a
esprimersi in 140 caratteri; le migliaia di
parole di scarto, conferite in speciali bi-
doni, dopo lunga fermentazione e distilla-
zione diventano Tweetanolo™, il primo
combustibile ricavato dal blablà, ideale per
sedi dei partiti, sindacati e pubblica ammini-
strazione. La Fiat è già pronta con intere
linee di veicoli adatti al nuovo carburante: si
sa che le auto del Lingotto funzionano solo
a parole. di Enrico Caria
LETARGO

Sono Pazzi Questi eRcolani


Ideale per bambini e anziani, consiste nel
metterli a letto dopo una buona cena ver-
so le venti e svegliarli verso maggio. Grazie al letargo si ri-
MINISTRI EOLICI sparmierà sul riscaldamento di scuole e ospizi e sulle scor-
L’ultima nata fra le rinnovabili consiste nel far parlare a ruo- te di cibo. In primavera i bimbi si sveglieranno più alti e
ta libera un membro del governo all’interno di un parco snelli e più ignoranti, ma visto che dovranno darsi al lavoro
eolico finché, inevitabilmente, non gli scappa una frase infeli- manuale non è un gran danno.
ce su chi sta peggio di lui o dei suoi congiunti. L’80 per cen- Quanto agli anziani, qualcuno potrebbe non svegliarsi, nel È dal 79 avanti Cristo, quando le ceneri ardenti
to delle pale inizia all’istante a girare a ritmo vertiginoso e qual caso si può subaffittare la camera. del vulcano seppellirono vivi migliaia di paesani,
non serve convertire l’energia da cinetica in elettrica: i ge- che una delle attività più redditizie degli abitanti
neratori sono così incazzati che se li tocchi ti fulmini.
di Ercolano è quella di esibire i corpi carbonizzati
Poi il premier o ministro ritratta le sue dichiarazioni, facen-
do girare vorticosamente il restante 20 per cento delle dei loro antenati ai forestieri.
pale, quelle liberiste che erano d’accordo con lui. Altro che capitelli e colonne spezzate di Pompei:
qui i turisti vengono a frotte solo per vedere code-

Il gioco
ste salme annerite, pagando il biglietto ai loro pro-
nipoti. Pronipoti che, col Vesuvio sempre sul pun-
to di esplodere, rischiano ogni di’ di finire a loro
volta arrostiti come gli avi. Eppure qui si è convin-

dell’Onu
ti che il gioco valga la posta, che se pure il vulcano
rifacesse lo scherzo da prete del 79, vorrà dire che
figli e nipoti erediteranno la medesima prospera
attività turistica dei morituri. E qui al sud, con 2
giovani disoccupati su 3, è comprensibile che pur
di vedere i figli sistemati siamo ben disposti a
correre qualche rischio. Ma non tutti. Che se col
di Andrea Garello Vesuvio si può sempre ragionare con la camorra
mica tanto.
Ecco perché al maxi-processo che vede alla sbarra
Funziona più o meno come il Risiko, solo che 21 boss di Ercolano, i primi testimoni d’accusa
le aree geografiche si chiamano sfere d’in- cominciano a ritrattare: in testa quel macellaio
fluenza. Sono delimitate da linee di demarcazione sovra- che ora dichiara d’aver consegnato ai clan pacchi
nazionali; per farle comprendere alle masse informi e spes-
so illetterate, altresì dette popolazioni, vengono disegnate pieni di filetti, controfiletti e filigrana non perché
col sangue. Il gioco si chiama ONU, i giocatori veterani so- taglieggiato ma per “carità cristiana”. Col risultato
no cinque: USA, Russia, Cina, Inghilterra e Francia, poi ci che ora gli imputati si sentono più forti e dalle
sono le nuove leve, i talenti emergenti dei tornei regionali sbarre minacciano pubblicamente testi e militari.
che spingono per farsi una reputazione, entrare nella top Piccola, trascurabile cronaca locale e tutto lascia-
ten e giocare i mondiali. va pensare che difficilmente la malapianta sareb-
Quando l’hanno inventato, nel 1945, era un semplice gioco be stata estirpata, quando... colpo di scena! Men-
a squadre con i tre buoni da una parte e i due comunisti tre il maxi-processo ai clan di Ercolano perdeva
dall’altra, le pedine erano dei carri armati come nel Risiko nasse la bandiera rossa per issare quella della mafia, che i colpi, un gip degno di questo nome, Luigi Giorda-
originale, per la maggior parte ammassati in Europa, il con- paesi arabi chiedessero di mettere le pedine a forma di no, ne mette dentro 41 in un colpo solo! E con
tinente più ricco e conteso. Dal momento che l’obiettivo distributore, che i soldi presi dal Monopoli valessero più
era il dominio del mondo e in Europa c’erano fin troppi dei carri armati e le poche, vecchie regole dovessero gesti- quale capo d’accusa? Traffico di droga? Estorsio-
carri armati, i buoni e i cattivi hanno cominciato a farsi la re migliaia di nuove eccezioni. ne? Usura? Omicidio? No, videoclip. Avete letto
guerra negli altri continenti, con i carri armati delle due Co- In quasi settant’anni il mondo è cambiato parecchio ma i bene: videoclip. Ma non uno qualunque: a manda-
ree, del Vietnam, Egitto, Israele, eccetera. padroni del gioco sono sempre gli stessi, pronti a tutto pur re in galera camorristi-attori, boss-parolieri e ma-
Se l’alleato vinceva piazzavano una bandierina blu o rossa, a di non lasciare il tavolo. latroupe è stata la criminosa partecipazione al vi-
seconda, allargando la sfera d’influenza dell’ideologia vin- La partita che stanno giocando in questo momento è mol- deoclip “’O Capoclan” che per anni ha impazzato
cente. Nel caso l’alleato in trance agonistica si fosse allarga- to importante, forse decisiva. Cina e Russia, gli ex cattivi, ora su radio e tv locali celebrando le gesta del boss
to un po’ troppo, massacrando le popolazioni sconfitte, e il solo dei disperati come gli altri tre, rischiano di perdere Siria Vincenzo Oliviero detto Papa buono, tra le quali
resto del mondo avesse deciso di fargli il culo con azione e Iran e i loro carri armati, gli ultimi rimasti nella zona. un omicidio ordinato a mezzo pizzino.
diretta (carri armati) o indiretta (sanzioni economiche), Cosa gliene può fregare se migliaia di civili vengono massa- Sole a scacchi per tutti quindi, ma non per istiga-
c’era la regola del veto, bastava cioè che uno solo dei gioca- crati in Siria quando una bandierina in medio oriente oggi zione a delinquere: per quegli stessi reati messi in
tori si opponesse per bloccare qualunque iniziativa. vuol dire la sopravvivenza domani? Il veto sulla risoluzione
scena nel video che l’Antimafia ipotizza essere
Non era un gioco perfetto, ma finché ci giocavano in pochi contro Assad fa parte delle regole, perché meravigliarsi.
e per di più a squadre era abbastanza bilanciato. Purtroppo Il sangue degli innocenti non conta nulla per il punteggio stati perpetrati anche nella realtà. “Quel testo era
le regole del 1945 non prevedevano che la Russia ammai- finale, e al gioco dell’ONU si gioca solo per vincere. una metafora”, si difende ora l’interprete neomelo-
dico Nello Liberti rimasto a piede libero: “allora
Al Pacino? Marlon Brando? Vogliamo dargli l’er-
gastolo perché hanno interpretato “Il Padrino””?

III Giusto. Meglio l’Oscar a “’O Capoclan”.


SPECIALE
SCIENZA
Un esperimento scatena la rivoluzione nel mondo scientifico dimostrando
la fondatezza di un'ipotesi finora scartata dai più accreditati etologi!

ALEMANNO CAPISCE IL LINGUAGGIO UMANO!


Solo il 30%, certo, ma è già molto per una creatura ritenuta finora capace soltanto
di soddisfare bisogni elementari suoi e dei suoi familiari e amici. Alemanno è stato
Gianni Alemanno ha anche disegnato con un dito su un iPad che lo sperimentato-
re gli teneva di fronte. Dopo aver tentato di assaggiarlo, certo; ma non era affatto
sottoposto a una lunghissima e paziente serie di test ed esercitazioni che hanno scontato che accertatane la non commestibilità, il Sindaco di Roma lo prendesse
dimostrato senza ombra di dubbio la sua capacità di organizzare ed esprimere, in considerazione per altri usi. Offriamo ai nostri lettori la documentazione
con suoni gutturali ma di evidentemente concatenazione, concetti elementari or- dell'eccezionale scoperta, momento per momento, certi che saranno sopraffatti
ganizzati. Non solo. dallo stesso stupore che ha sopraffatto noi.

I ricercatori analizzano i dati


degli esperimenti sugli scim-
panzé degli ultimi 30 anni in-
crociandoli con quelli sui com-
portamenti di Alemanno in dif-
ferenti condizioni ambientali.
In particolare l'attenzione degli
etologi si è appuntata sulla rea-
zione dei primi e del secondo
di fronte alle difficoltà naturali:
esposti alla simulazione di un
tornado gli scimpanzé hanno
portato in salvo i piccoli, Ale-
manno ha dato la colpa alla
Protezione Civile.

Si cerca un punto di contatto tra gli umani e il Sindaco. Asticelle, cubi e triangoli
I ricercatori rinfrancati adottano il lin- colorati vengono sottoposti alla sua attenzione. L'esperimento viene ripetuto più
guaggio dei sordomuti. Ma Alemanno volte perché l'attenzione non c'è. Alemanno sembra distratto, si gratta inespres-
ha l'occhio vitreo. Non ottenendo ri- sivo, dormicchia, non dà segno di voler partecipare al gioco. Poi l'intuizione: il
sultati significativi raddoppiano i turni Sindaco è triste perché fuori dal suo habitat naturale. Si provvede. E funziona!
sottoponendo il Sindaco a un vero In mezzo a busti di Mussolini, camicie nere e croci runiche, il Sindaco riesce a
bombardamento comunicativo. mettere i triangoli in ordine crescente dopo soli sei tentativi!
Niente. Stremati stanno per rinunciare:
Alemanno si limita a sorridere ed è
l'unica espressione sulla sua faccia per
tutta la durata dell'esperimento.
Si scoprirà che è colpa delle luci di la-
boratorio puntate su di lui: il Sindaco, Qualcuno avanza dubbi
nella sua animalesca naturalità, crede sulla concretezza di quan-
che siano i riflettori dei fotografi e rea- to si sta facendo. Si sostie-
gisce istintivo. ne che le capacità di ra-
gionamento di Alemanno
sono una leggenda e che
eventuali parole da lui
pronunciate sarebbero solo “imitazioni sen-
za semantizzazione” come nel caso del
Merlo Indiano. Si procede quindi a un espe-
rimento preliminare che dimostri, onde po-
ter proseguire, la capacità di logica, anche
minima, del Sindaco di Roma.
Alemanno viene lasciato solo in una stanza
con tre cassette e una banana appesa al sof-
fitto. Per mangiare dovrà capire che deve
sovrapporre le cassette per arrivare al frut-
to. Dopo quattro giorni il Sindaco viene ri-
coverato privo di conoscenza e nutrito con
un sondino.

Alemanno ha capito quanto veniva


pronunciato. Alemanno intende il
linguaggio umano. Non tutto: subito
dopo qualcuno ha tentato di spiegar-
gli il rapporto tra centimetri di
pioggia e centimetri di neve e il
La ricerca sembra andare a puttane. Sindaco è ripiombato nel suo mondo
Alemanno, nel suo angolo, fa saluti romani, sorride appena accendi la luce, a fatto di versi gutturali e saluti romani.
volte piazza un parente da qualche parte, a volte scorreggia. I ricercatori Ma qualcosa ha capito. È un inizio, è
sono desolati, hanno quasi rinunciato, la creatura oggetto di studio non dà una speranza, è un successo per i
alcun segno di reattività eccetto ringhiare se dici “Protezione Civile”. Ricercatori italiani e non fa nulla se si
Gli etologi esausti si fanno un'insalatina greca. “Passami il sale” dice uno. sono pagati gli esperimenti di tasca
“No, devo spargerlo sulla neve” è la risposta.“Ma sei scemo, è sale alimenta- loro. Non importa, la soddisfazione è
re, sulla neve se ne sparge un altro tipo!” dice il primo ricercatore “Io non alle stelle, con questo successo la
ho parlato” risponde il secondo. I due guardano Alemanno e trasecolano. Ricerca Italiana desterà scalpore sul-
“Inviteremo i cittadini a uscire portandosi le saliere” aggiunge Alemanno. le riviste scientifiche e al prossimo
Tra grida di gioia gli viene data doppia razione di banane. congresso in America, dove, ci dice il

SPECIALE
capo del team, “dimostreremo di
(Documentazione scientifica aver trovato l'anello di congiunzione
raccolta da Stefano Disegni) tra l'uomo e i primati”.

SCIENZA
SPECIALE
I taxisti SCIENZA
in natura
Con l’arrivo dell’Inverno a Roma, etologi e na-
turalisti hanno la possibilità di osservare e stu-
diare il comportamento della fauna metropoli-
tana in condizioni estreme e fare luce sugli
aspetti più controversi dell’adattamento all’am-
biente. Le nevicate di questi giorni sono state preziose
per un gruppo di ricercatori che si dedica da anni allo
studio del Tassista Romano, mai osservato in simili condi-
zioni allo stato selvatico. L’inverno mite aveva favorito nel
Tassista il comportamento sociale: i branchi, riuniti per lo
più al Centro di Roma, si fermavano e bloccavano il traffico,
ululando contro le nuove licenze e guaendo per la penuria
di clienti e per i risicati margini di guadagno. Si trattava di
una lotta per conservare il proprio posto nella catena
alimentare (con diritto a antipasto,
primo, secondo, frutta, dolce, caffè,
ammazzacaffè, villino a schiera e casa
al mare in consorzio) ma anche per
affermare la supremazia dei più forti

La geografia
e violenti sul branco. Con la neve,
come hanno osservato gli scienziati,
il Tassista Romano, che fino a quel
momento sembrava desiderare sol-

botanica
tanto più lavoro e nuovi clienti, è
scomparso. Le ipotesi che nessuno
fosse al lavoro per menefreghismo,
pigrizia o, addirittura, mancanza di
catene da neve sono state subito
scartate perché inverosimili: soltan-
to animali molto in basso nella scala “Se sto a Trento, Bologna e Milano, gli alberi
evolutiva lascerebbero una città nel sono abituati a un certo carico di neve, se
caos per farsi i cazzi propri e non invece sto a Roma e Napoli gli alberi che non
prendere freddo.
Anche i topi, quando vedono minacciata la specie, si hanno mai visto la neve crescono in un certa
sacrificano per gli altri. In effetti, il Tassista Romano in pre- i clienti a cazzi in faccia, scegliendo tra le corse che gli con- maniera, quando poi sono caricati di neve,
senza di neve entra in un letargo immediato. Se è fuori, viene prendere e quelle che fanno troppa fatica, cercando di come oggi, crollano… ed è un fatto geografico
l’istinto lo porta a tornare subito a casa e mettersi sotto le conservare i privilegi garantiti dalla propria nicchia ecologi- e botanico.”
pezze, con un bicchiere di cioccolata calda, un maritozzo e ca, stazionando ai parcheggi riservati alternando il cazzeggio (G. Alemanno)
il telecomando. La riduzione dell’attività fisiologica, tipica con i propri simili a qualche sporadico tentativo di rimor-
del letargo, è limitata all’impossibilità di guidare: le mani non chiarsi le passanti. Con questa breve ma folgorante dichiarazione,
riescono più a serrare il volante gelido, i piedi non rispon- Tra poco sarà primavera ed inizieranno i festosi rituali di
dono più a stimoli complessi come nella sequenza pressio- tentato accoppiamento con le turiste, le truffe agli sprovve-
Giani Alemanno ha impresso una svolta epoca-
ne frizione-inserimento marcia inferiore- rilascio frizione. duti, i giri viziosi alla ricerca di un profitto più alto. Incombo- le alla teoria dell’evoluzione e fondato una
Per il resto, il Tassista Romano mangia, beve e tromba. no le liberalizzazioni ma finché la Capitale sarà ancora un nuova scienza: quella che si occupa dei fenome-
Ma, i ricercatori ne sono sicuri, ai primi segnali di disgelo, il ambiente naturale incontaminato, la vita selvaggia conserve- ni geografici che sono anche botanici e dei
Tassista Romano riprenderà le proprie abitudini, trattando rà le proprie leggi ed il proprio fascino antico. fenomeni botanici che sono anche geografici.
La teoria di Darwin aveva il torto di dispiegare
i propri effetti in tempi troppo lunghi per il pub-

EMERGENZA NEVE ED EVOLUZIONE DELLA SPECIE:


blico televisivo mentre la versione Alemanniana
prevede un’evoluzione non immediata ma co-

DA “LA FOLGORE” A “LA RAPIDA”


munque dai tempi brevi.
Nel caso da lui citato degli alberi, quelli dotati
di identico patrimonio genetico ma nati a Nord
invece che a Sud, alla prima nevicata capiscono
che se non si adattano subito fanno la figura dei
coglioni e dunque, straaap, si fanno venire certi
rami tanti e si intostano in modo da sopportare
il peso della neve. Quelli del Sud, che non
l’hanno mai vista, non fanno in tempo a farsi
grossi e crollano. Basta, dunque, abituarli da
piccoli: piantare gli alberi a Nord, farli imprati-
chire con la neve e poi riportarli al Sud. Certo,
sono abituati alla neve e non al caldo: se ne
possono piantare metà da neve e metà da ferra-
gosto, così l’ombra ce l’abbiamo sempre.
La teoria evoluzionistica espressa Alemanniana
può avere molte utili ricadute.
Ad esempio, i bambini allevati al mare e co-
stretti a fare spes-
so il bagno pos-
sono sviluppare le
branchie da adulti
ed essere favoriti in
alcune professio-
ni. Per dirne
un’altra, i pic-
coli destinati a
diventare sindaci
potrebbero essere
mandati a fare la
materna alla Nor-
male di Pisa: ma-
gari, da adulti, si

SPECIALE
saranno adattati
a non dire ab-

SCIENZA
normi cazzate.
Pagate,
per la
Madonna
di Stefano Pisani

Pur essendo creature che, per contratto firma-


to con acquasanta, sono votate all’al di là, i cat-
tolici trovano ogni giorno nuovi entusiasmanti
modi per manifestare il loro sincero interessa-
Galline in fuga di Nicola Baldoni

mento all’al di qua. In Cina è stato ritirato dal mercato un imene Tua moglie. La bimba trema tra le lenzuola che devono
In Italia esiste Radio Maria, le cui frequenze artificiale che la prima notte di nozze ti faceva provare la sua virtù. Cerchi di rasserenarla nel giorno più
sono così invadenti che basta andare al centro passare da vergine. La stampa italiana l’ha raccontato bello della sua vita. Potresti pestarla, oramai l’hai sposata,
di una piazza e alzare un braccio per ricevere le con humour: i cinesi son retrogradi. legalmente e moralmente ne hai il diritto, ma vuoi essere
sue trasmissioni nel telefonino (spento). L’Italia ha abrogato il delitto d’onore nel 1981. Nel 2012 la moderno: “Amore, è tutto pronto. Tranquilla. Se non…
D’altronde è il miracolo moderno: sul suolo Cassazione ha stabilito che lo stupro di gruppo è attività ecco… sanguini… succede… io mi fido di te, qui c’è il
italiano i sordi recuperano l’udito, anche se rie- ludica. Fino a 3 generazioni fa, la mattina dopo le nozze, si pollo. L’appoggio sul comodino. Tranquilla? Vedi? Qui c’è il
esponevano le lenzuola macchiate al balcone a prova della pollo e qui la mannaia per sgozzarlo.Ti amo”.
scono a sentire solo Radio Maria. deflorazione. Se erano restate candide - questa è storia - Lei come stava? La bimba intendo, non la gallina. La gallina
In Polonia, terra che abbiamo imparato ad ap- si correva ai ripari sgozzando un pollo sulla stoffa. Da sul comodino giurerei che fosse tesa (“fa che non sia una
prezzare grazie alle Fiat italiane che produce, notare che il problema non era dimostrare l’illibatezza, ma zoccola, fa che non sia una zoccola”) ma la poverella?
esiste l’emittente Radio Maryja, integralista, evitare al maschio di passare da fesso per essersi fatto Probabilmente non aveva mai visto un pene o un uomo
ultracattolica e antimoderna: sebbene abbia dare un modello usato. Non è il medioevo. La mia bisnon- nudo. Lo zio che l’aveva trovata sola in casa non credo che
scomunicato l’inventore del tubo catodico e na è stata data in sposa a 14 anni. conti. Con che sguardo vitreo attendeva che il destino si
ritenga la fibra ottica segno dell’Anticristo, la tv In un lampo l’hanno fatta compisse? Ma son i cinesi a essere strambi.
di Radio Maryja si è indignata quando il gover- transitare dalla bambola E tu? Il maschio? Le uniche donne con cui eri
no del premier liberal Donald Tusk le ha alla minchia, e non in autorizzato al dialogo erano la mamma e
negato le frequenze sulla piattaforma digitale cantonese. quelle del bordello. Bordello a cui il
nazionale perché “non di pubblica utilità e Figuratevi, vi prego, la papà t’aveva portato per farti diven-
capace di raccogliere pubblicità più che a suffi- prima notte. La magia tare uomo.
cienza per autofinanziarsi”. di quella notte. I due Questo sotto lo sguardo di
La Chiesa ha subito protestato: «violazione del erano estranei. Dalla tua madre indecisa tra l’or-
passeggiata per il pae- rore o la gioia che final-
pluralismo», «lesione grave della libertà d'in- se con la famiglia a es- mente facessi qualcosa
formazione», «vorremmo porgere l’altra guan- sere chiusi, da soli, in con tuo padre. Quindi?
cia ma momentaneamente ci fa male il collo». una stanza. Soffermatevi sul Quindi il grande miraco-
«Come i comunisti e il Terzo Reich, i governan- lato pratico della vicenda. Ovvero: vedevi lo si compiva nella stan-
ti di oggi vogliono chiuderci nelle sacrestie » ha come andava e se il sangue latitava scen- za silenziosa.
detto inoltre il fondatore di Radio Maryja, devi nottetempo nel pollaio sperando Una spaventata, un’inca-
padre Tadeusz Rydzyk, ammettendo che nean- che i vicini non ti vedessero, oppure, per pace e un pollo.
che ai preti piace stare in chiesa. Il presidente stare tranquillo entravi in camera con la Una cosa a tre, si chia-
della Conferenza episcopale polacca, arcive- gallina in mano? ma nel porno.
scovo Jozef Michalik, ha aggiunto poi che
«l’emittente ha un ruolo sociale e racconta le
attività e i viaggi del Papa, le opere di carità,
eventi ignorati dalle altre emittenti».

Il chiodo fisso
Praticamente è il Tg1. Domenica scorsa, un
intero servizio del Tg1 consisteva infatti delle
sole parole del Papa: «la neve è bella ma la
primavera di più». Grazie a Benedetto XVI, di Saverio Raimondo
Alemanno ha così capito che per sciogliere la
neve di Roma deve affidarsi alla nuova stagione
(non appena la Protezione Civile gli avrà forni- Gli italiani pensano solo a quello. Giorno e not-
to indicazioni più chiare sulla data del suo te. È il posto fisso. Un'illusione, secondo la Fornero; una
inizio). Ecco quel che si chiama Divina Provvi- noia, secondo quell'irrequieto di Monti. Ma soprattutto
denza. un'ossessione, una malattia, una vera e propria perversione
per un mondo del lavoro ormai flessibile come il nostro.
Il compito che questo governo si è dato è quello di cam-
biare il costume lavorativo di questo paese ancora bigot-
to e conformista, facendo finalmente scoprire agli italiani
il piacere del lavoro libero e occasionale.
“L'importante è che il rapporto di lavoro sia protetto” ha
detto il ministro Fornero a proposito di tutele “e che
siano consenzienti sia il dipendete che il datore di
lavoro”. Il motto è: perché stare fisso dietro una
scrivania, quando puoi starci sopra o sotto oppure
meglio ancora te ne stai a casa?
Il messaggio è rivolto soprattutto ai giovani: prima di impe-
gnarvi in un lavoro serio e stabile, fatevi le vostre esperienze.
Il governo pertanto invita i giovani a provare a lavorare con
persone diverse, anche dello stesso sesso, e a sperimentare
persino il lavoro di gruppo. Nei colloqui di lavoro verranno
introdotte domande tipo “Durante un lavoro hai mai finto
uno stipendio?” o “Qual è il posto più strano dove hai
lavorato?” (“In un ascensore” “Sopra la lavatrice” “Dentro
un'utilitaria con i sedili reclinati”). Quello a cui il Go- I sindacati accusano il governo di trasmettere ansia da
verno Monti punta è cambiare le fantasie degli prestazione lavorativa agli italiani, come dimostrato dal
italiani; e ci stanno riuscendo, se pensate che già il crescente fenomeno dei licenziamenti precoci, e accusano:
33% delle donne alla domanda “Qual è il tuo so- “Il precariato fa diventare ciechi”. Ma il ministro Fornero
gno professionale?” ha risposto “Lavorare con non ci sta:“Il precariato aiuta a conoscere meglio se stessi e
uno sconosciuto” - mentre quello del 41% degli il proprio corpo”. E a chi accusa sua figlia di avere un posto
uomini è “lavorare con due donne”. fisso all'Università, lei ribatte:“Ne ha due. È un triangolo”.

VI
P R O V AIT
VO !!
ECI
Un golpe di sole Canta anche tu col simpatico
di Paolo Aleandri Max! Ogni settimana un brano
reinventato dal bravo fantasista
Mauro, di Greve in Chianti, vince con una battuta con quel pe- da cantare intorno al fuoco.
lino di volgare che, a volte, non guasta. Per la prossima volta, Non si sa se sia un colpo di Stato classico o postmoder- E con gli accordi!
una bella vignetta di Portos da condire con la vostra sagacia. no ma, sicuramente, alle Maldive hanno deposto il Presi-
Fuori nevica, state a casa e lavorate. dente, la Polizia ha invitato alla ribellione, l’esercito con- di Max Paiella
trolla (?) la situazione. LUSI IN THE SKY
È UN FIORE... Le Maldive sono un posto lontano e forse non a tutti interesserà cono-
MA SEMBRA scere le ragioni della rimozione di un presidente che viene dato per WITH EUROS
progressista ed il ruolo ancora incerto dell’ opposizione, che comprende Sulle note di
UN SACCO DI MERDA! LUCY IN THE SKY
un partito islamico, e dell’esercito.
Già più sfizioso sapere che il Presidente deposto è stato il primo laurea- WITH DIAMONDS (Beatles)
to del paese nonché il primo a tenere un consiglio dei ministri sott’acqua la la7 re re-
mentre quello che lo ha “sostituito” è stato il primo presentatore televi- Ladri e lacché non fanno altro per vivere,
sivo del paese ed il primo a tenere una diretta. Forse è una di quelle la la7 re re- sol
rivalità tra secchioni o forse alle Maldive la meritocrazia conta anche se si mangiano gli euro, e tu non lo sai.
la la7 re re/fa
vuoi fare un golpe. La notizia, però, che sicuramente piacerà a tutti quelli Pochi gli sghei, ma c'è chi li frega,
a cui sta piacendo il tono stronzo di questo articolo, è che non ci sono la la7 re re- do
Invia la tua problemi per i turisti. L’aeroporto è su un atollo, da lì ti portano nel
resort: puoi startene sdraiato sulla spiaggia a succhiettare cocktail
il conto si ingrosserà assai.
sib do
battuta a: mentre il popolo insorge o quel cazzo che gli va di fare e i militari oppri- Soldi intascati ormai da una vita
fa sib
mono, controllano e, magari, sparano. Non si può andare nella capitale,
liberiebelli@ilmisfatto.it per non intralciare il golpe. Ma è probabile si riescano ad organizzare dei dentro la pizza margherita,
do sol
tour, per seguire il rivolgimento in diretta continuando ad abbronzarsi e guarda che strano nessuno si è
scattando foto che potrebbero valere il Pulitzer se non ci fosse sempre re
qualche mamma, qualche papà o qualche ragazzino a sentirsi un indispen- accorto di lui....
sabile arricchimento del paesaggio e della storia. Le autorità maldiviane, sol do re

Piccoli debiti
a dire il vero, segnalano possibili rischi. Ma la Farnesina rassicura. Se sei su Lusi in the sky with euros!
un atollo, fregatene: non ci sarà nessun sovrapprezzo, il golpe è un plus sol do re
Lusi in the sky with euros!

crescono
gratuito per una vacanza esclusivissima. In Italia, intanto, nevica. sol do re
In molti casi, situazioni gravi e persino morti. In altri, l’isteria di chi non Lusi in the sky with euros!
tollera il minimo disagio neanche quando è proprio difficile evitarlo. re la
Forse, i tour operator così brillanti alle Maldive potrebbero organizzare haaaaasaaa.....
Mao Valpiana è il presidente del Movimento un viaggio, per chi se lo può
Nonviolento e direttore di Azione Nonvio- 13 pippi rubati in questi anni
permettere, nella Roma di stò Lusi ci ha illusi si sà,
lenta ma è anche il testimone di una voca- Alemanno, in eleganti moto- tutto il PD prende già le distanze
zione precoce. Molti anni fa, quando la “Margherita” slitte riscaldate, per goder e lui qualche cosa ridà.
non esisteva e Rutelli militava nella “Rosa nel pugno”, si si un buon rum caldo men- Forse una parte vi restituirò, gli altri li tengo per me
incontrò proprio con il Gran Piacione all’ostello di tre da una parte si ammirano i Lucra lo Stato, si sente pentito anche se....
Sondemborg, in Danimarca. Mao era lì per il Congresso barboni che crepano di freddo e Lusi in the sky with euros!
Mondiale dell’internazionale dei resistenti alla guerra. dall’altra Alemanno che non ha gli Lusi in the sky with euros!
Rutelli arrivò all’ostello, affranto perché la sua 126 alberi adatti alla neve perché non Lusi in the sky with euros!
senape l’aveva lasciato a piedi e doveva rientrare subito sono abituati. Si ride, Haaaaaaaaa!
a Roma, e implorò Mao ed altri amici di salvarlo. Mao si pensa e non si
fece una colletta e raccolse sessantamila lire, consegnan- Anche il piu onesto ormai ci ha la rogna,
rimpiange di aver qui pensano solo a magnà.
dole a Francesco. Che, da allora, ha ignorato tutte le speso soldi. Ammazza ammazza è tutta una razza,
richieste (va detto: amichevoli) di restituire il prestito. non c'è differenza si sà.
Chi ha pensato fosse in malafede, dopo averlo visto alle Luoghi comuni da supermercato vengono in mente
prese con i rimborsi elettorali della Margherita ha capito qua e là,
di essersi sbagliato: Francesco si stava solo allenando a ma per combattere la corruzione
prendere confidenza con il finanziamento pubblico. non puoi stare con questi qua....
Lusi in the sky with euros!
Lusi in the sky with euros!
Il 17 febbraio, come gli anni scorsi, è il giorno dell’iniziativa “M’illumino di meno”: Lusi in the sky with euros!
siamo tutti invitati al gesto simbolico di spegnere le luci dalle 18 alle 19, per ribadire Haaaaaaaaa...
la necessità del risparmio energetico e del rispetto per l’ambiente.
Potete leggervi il Misfatto a lume di candela oppure chiuderlo e baciare chi volete
oppure approfittare del buio per fare un riposino o per ripetere tutte le poesie che Scarica il Podcast su
conoscete a memoria.
Diteci cosa avete fatto, ne parleremo. radio2.rai.it

L’ALBUM DELLE FIGURacce A cura di


Alberto Graziani

effediemme effediemme effediemme effediemme

152 153 154 155


Misfatto - 12 Febbraio 2012
MONICA RIZZI MARIO VATTANI CARLO MALINCONICO UMBERTO BOSSI Direttore Responsabile
Stefano Disegni
In redazione
Riccardo Cascino
Accusata di millantare una laurea Lascia il sottosegretario “Mandiamo un saluto al Presidente Caporedattore Direttore Amministrativo
in Psicologia l'assessore regionale "Il console 'fascio-rock' alla presidenza del Consiglio della Repubblica”, ha detto il leader Paolo Aleandri Carlo “Bancomat” Pontesilli
lombardo allo Sport ammette: è stato richiamato a Roma(...) al centro dello scandalo per alcune della Lega Nord ai militanti, facendo
"Non sono laureata in Psicologia Art Director
era apparso in un video vacanze omaggio nell'albergo riferimento al cognome Cristina Trovò
Prodotto e realizzato da:
infantile, non l'ho mai detto: in cui inneggiava Imprese Disperate S.r.l.
ho un diploma in ragioneria. dell'imprenditore De Vito Piscicelli: del Capo dello Stato e alle sue Segretaria di Redazione Sede Legale:
Ma mi sono sempre occupata alla Repubblica di Salò". "Io corretto, lascio origini napoletane. “Non lo sapevo Francesca Piccoletti Via Iberia 20 - 00183 Roma
dei problemi dell'infanzia". per senso di responsabilità". che era un 'terun'”, ha poi scherzato. Mago del Photoshop Sede Amministrativa: Studio Pontesilli
(www.milanotoday.it, 24 marzo 2011) (Repubblica. 23 gennaio 2012) (repubblica.it 10 gennaio 2012) (agi.it 30 dicembre 2011)  Paolo Cucci Via Sant’Erasmo 23 - 00184 Roma

VII
Dai trionfi sul Web al Misfatto.
LA SORA CESIRA
gassola
con la
di D a r io V e r collaborazione
di Dario Tiano
Il Vaticano ammette: Il Web attacca la figlia della
Fornero: ha ben due posti fis-
Emendamenti alle libe-
“Negli ultimi 10 anni, ralizzazioni: quelli del Pd an-
quattromila gli abusi di si e nella stessa Università dei nunciano una serie di len- Maturità 2095
sacerdoti sui minori”. genitori. Va detto, però, che zuolate. E senza nemmeno da "Il Bignamino dei temini paraculini"
Non ci resta che spe- ha pure un curriculum che fa alzarsi dal letto. Terminata la lunga ricostruzione delle poche zone danneggiate
rare nella crisi delle paura. Proprio come la rifor- dal venticello del Dicembre 2012, oggi ricordato come "El
vocazioni… ma del lavoro che vuol fare Nei giorni dell’emergen- Petomaya", l'Italia si volse alla ricerca di un benessere che,
sua madre. za neve, a Roma gli Auto- grazie anche ai risultati ottenuti da molte nazioni europee, non
Il ministro Cancellie- bus erano senza catene. sembrava più una chimera. La Francia, guidata da Strauss Khan
Roma. Ritrovate in un de- Abdaballubabbah Ignis Jr, figlio di Dominique, di una stiratrice
ri ha dichiarato: posito, delle lame spazzane- Alemanno le aveva regalate dello Sheraton e di un frigobar, aveva ripreso la colonizzazione
“I giovani smettano di ve inutilizzate. Pare che a di- tutte ai picchiatori di Casa dei paesi africani e della Grecia; la Germania e l'Inghilterra, in
pretendere un posto vi- cembre Alemanno abbia di- Pound. rotta dopo la semifinale del mondiale di calcio del 2014 finita
cino a mamma e pa- sposto di non gestire le emer- prima ai rigori e poi a calci in culo, si erano coalizzate per l'ege-
pà. A meno che non genze neve coi mezzi dell’Ama. Grecia. Salari minimi giù del monia sui territori ispanici. L'Italia capì ben presto di poter
siano orfani. trarre vantaggio dal totale disinteresse manifestato nei suoi
Non aveva abbastanza cugini 20%, ma resta il nodo pen- confronti da parte delle altre nazioni. Iniziò così a imporre le
a cui affidarli. sioni. A cui impiccarsi. proprie risorse in campo internazionale: triplogiochismo, cor-
ruzione e fancazzismo, unitamente al loro insegnamento, si ri-
velarono preziose merci di scambio.
60 atleti italiani firmano Catania. Per partecipare a Svuota-Carceri. Sulla legge elettorale rischia di saltare In poco tempo, grazie ai tutors tricolori, la Francia attaccò la
un appello a Monti per una partita di beneficenza, la Il Governo pone la fi- l’alleanza Pdl-Lega. Ormai è un rappor- Germania per finta ma si raccomandò di non dirlo all'Inghilter-
avere le Olimpiadi del Nazionale dei Parlamentari ducia in Aula e la Lega to così a rischio, che ai loro incontri Bossi ra. I tedeschi allora, al fine di risultare più credibili, bombardaro-
2020 a Roma. I soliti vizia- ha preteso il rimborso di tut- protesta. “Se sapevamo e Berlusconi indossano il profilattico. no le colonie francesi in Zumbundia e Bembebwe.
ti che vogliono gareggiare te le spese. Minacciando, sen- che li rimettevate in libertà, L'Inghilterra, ben sapendo che una qualunque guerra è foriera
Il Fatto Quotidiano rivela che ci sa- di ripresa economica, si alleò con gli U.S.A. e a colpi di iSkiopp,
vicino a mamma e papà. nò, di restarsene a Monteci- allora ci mandavamo pure rebbe un complotto contro il Papa.
torio a non fare un cazzo. Cosentino”. famoso lettore multimediale esplosivo, bombardò tutti tranne
Qualcuno starebbe tramando per ru- l'Italia, che era nota per le sue capacità autolesive.
Bufera su alcune scuole bargli le scarpette di Prada. L'Italia però sorprese tutti facendo sfoggio di insospettabili
inglesi: all’insaputa dei ge- L'ex terrorista, Cesare Bat- Monti ha di nuovo assi- abilità strategiche e con il suo Premier Ferdisilvio D'Alembossi,
nitori, impiantati contrac- tisti, sfilerà al carnevale di curato: “L’Euro è una mo- Secondo uno studio, per stoppare prima diede a tutti una lezione memorabile: fu creato il MisEuro, una
cettivi a ragazze minoren- Rio come una ballerina brasi- neta stabile”. Infatti rima- la fame occorre mettere a tavola piatti e moneta specifica per poveracci con redditi annui risibili.
ni. Gli insegnati si giustifi- liana. Solo che, lui, il tanga lo ne sempre nelle tasche bicchieri rossi. Fatta eccezione per Lusi Ma soprattutto, furono liberalizzati traffici illegali quali la pro-
cano: “Dovevamo portarle indosserà sulla faccia. delle stesse persone. e Penati, che coi rossi mangiavano stituzione e il mercato degli schiavi, purché regolarmente in-
in gita ad Arcore”. parecchio. seriti nella dichiarazione dei redditi.

IL TOTO PAPA di Stefano Disegni

VIII
Domenica 12 febbraio 2012 pagina 9

ITALIE

LA CHIAMAVANO SANITÀ Roma, due esperienze cliniche a confronto


Il brutto e il bello del Servizio pubblico
IL CALVARIO LA SALVEZZA Lo vedevo confortare i pa-
zienti, anche i più cafoni, e

A TERRA, SVENUTA MEDICI E INFERMIERI,


vedevo sul suo viso aumen-
tare le occhiaie e le rughe
con il passare delle ore. Di-

PER 40 ORE I “BUONI” ITALIANI


ciotto, per la precisione.
Non mi ha mai visto, non ero
un caso a lui assegnato, ma
ho sentito il dovere di alzar-
di Giampiero Calapà può non essere così normale. entile Direttore Padel- ro di un’ora e mezza le mie

G
mi a stringergli la mano
e Paolo Dimalio Tanto che dieci sigle sindacali laro, esco da poco da analisi evidenziano una quando alle 14 l’ho notato in
del San Camillo, mille medici una disavventura fisi- “pancreatite acuta”, che la borghese. Non si vanta. Mi
ra la prima volta che por- rappresentati, definiscono “al ca che, a Roma, mi ha stessa operatrice dell’accet-

E
dice che, lì, questo serve.
tavo la bambina in ospe- collasso” l’ospedale: “La politi- trascinato nel gorgo del Si- tazione mi sbatte in faccia. Punto.
dale e non immaginavo di ca sanitaria, regionale e azien- stema sanitario nazionale. La caposala mi annuncia che
trovare una situazione dale, è da tempo orientata al Dopo aver sofferto atroci NON CI SONO posti. De- in quella struttura non ci sa-
del genere, l’abbiamo portata contenimento della spesa”. An- dolori all’addome per quat- vo attendere. Sono le 18,30. rà posto ancora per tutto il
al San Camillo. Non c’era un che per i sindacati è “dramma- tro giorni, senza che alcun Mi siedo e, salvo che per la giorno dopo e mi convinco
posto a sedere. Avevo la bimba tica la situazione del pronto farmaco facesse effetto, mi visita medica ed il parere del ad accettare il trasferimento
in braccio, svenuta perché era- soccorso: siamo sgomenti ilfattoquotidiano.it L’intervista a Roberto rassegno a chiamare il 118. chirurgo (quindici minuti al in un’altra clinica. Sull’am-
no cinque giorni che soffriva di quando vediamo che i cittadini Montacci, papà della bimba che ha passato 40 Le premetto che non citerò massimo), resto seduto per bulanza conosco l’infermie-
vomito e diarrea. Completa- sono costretti a trascorrere ore al Pronto soccorso del San Camillo di gli identificativi negativi in ventuno ore, sino alle 14 del re, il quale si prodiga per
mente disidratata. Non c’era giorni in uno stato di promi- Roma tra mille disagi, è oggi on line questa storia, perché è mia giorno dopo. Osservo. E mettermi a mio agio, mi ras-
neanche un posto in corridoio, scuità, talora assistiti su mate- intenzione specificare, con continuo a notare quel dot- sicura su dove sto andando e
neppure gli attacchi per le fle- rassi adagiati sul pavimento”, e molto facile staccare i sedili... precisione, i “buoni”. tor Eugenio di Palma che mi racconta di sé. Un italia-
bo”. Roberto Montacci, 47 an- chiedono “la riapertura di 50 decido di fare così”. Entro al Policlinico Casili- passa tutta la notte, la mat- no buono. Lavora da ven-
ni, papà di una bimba di 5 anni, posti letto e la stabilizzazione di Roberto, per evitare che la figlia no, piegato in due dal do- tina seguente, e mai con sul t’anni sull’ambulanza, e, con
non poteva immaginare che in tutto il precariato esistente”. venga messa per terra, corre al lore, con un codice “bian- volto un’espressione di il tempo, si è costruito una
quel momento sarebbe inco- Roberto, quella notte, decide di parcheggio per staccare uno co” ed una quasi “cazziata” mal-sopportazione o sforzo. sua personale valigetta “pri-
minciato un calvario di quaran- riportare la piccola a casa dopo dei sedili: “In un primo momen- dell’accettazione sul per- Con serietà. mo soccorso” che tiene sem-
ta ore nel più grande ospedale to la dottoressa dice di non es- ché fossi giunto in ambulan- pre con sé nella propria auto
d’Europa, nel quartiere patina- sere d’accordo. Allora, le dico, za. Mi siedo su di una sedia per aiutare gli altri, anche se
to e centrale di Monteverde.
Non poteva immaginare, papà
Una bimba datemi un posto a sedere. Re-
plica del medico: stacchi pure il
di ferro ed attendo da “pa-
ziente”. Osservo la bolgia e,
Una lunga attesa, non in servizio. Io soffrivo,
molto, ma i suoi racconti mi
Roberto, che avrebbe dovuto
smontare il sedile della sua
di 5 anni al San sedile della macchina. Qualche
ora dopo mia moglie mi dà il
al contrario di quasi tutti i
miei “colleghi”, non nutro
una diagnosi tenevano sereno.

Multipla, per evitare alla bam-


bina il freddo pavimento della
Camillo di Roma, cambio e riesco ad andare a
prendere il passeggino. Dopo
alcun risentimento per il
personale addetto, che ve-
sbagliata, ARRIVO in clinica e mi ac-
colgono il professor Gian-
corsia d’ospedale. dodici-quattordici ore final- do, per gran parte, molto se- carlo Costanzo e la sua as-
dove i medici mente arriva una barella, così il rio. ma il volto sistente, dottoressa Anna De
“PRIMA ci eravamo rivolti al passeggino lo abbiamo presta- Tra questi un medico: il dot- Leo, i quali, con un sorriso
Bambin Gesù – continua Rober- denunciano: to a un altro bambino, perché tor Eugenio Di Palma che, rassicurante da vecchi amici, si fanno rac-
to –, ma là ci hanno detto che i un infermiere mi guardava con con un collega, si lamentava contare tutto, mentre leggo-
piccoli venivano trasferiti al “Siamo le lacrime agli occhi: ‘Che fa? delle vergogne di un’altra degli “eroi”del no i dati inviati dall’ospeda-
San Camillo: era tutto pieno. Porta via un posto letto?’. Gli in- struttura dove venivano le. Mi sorridono e mi dicono
Quindi siamo andati diretta- al collasso” fermieri per me sono degli eroi, spediti altri pazienti. Nel gi- pronto soccorso che ho un grave empiema
mente al San Camillo. Appena non sapevano a chi dare i resti. della colecisti (nulla di quan-
arrivati caos totale. Centiniaia Ma possibile che nel Pronto (FOTO ANSA) to mi era stato diagnosticato
di bambini, gente che urlava. Ci più di due ore: “Ma la bambina soccorso ci sia un solo medico? in 20 ore) e, per evitare che
siamo messi in coda, come tutti continuava a stare male. Quin- Non c’era la tachipirina... Bam- morissi entro sera, mi avreb-
gli altri. Dopo un paio d’ore ci di, verso le 4,30 di mattina sono bini di due mesi che arrivavano bero portato subito in sala
hanno detto che i tempi di at- ritornato al San Camillo, da so- dal Bambin Gesù con diagnosi operatoria.
tesa erano di circa sei ore, erano lo, fuori di me. Dopo qualche di influenza, mentre avevano la Con il sorriso e la leggerezza
le 8 di sera: mi hanno fatto un ora sono riuscito a far vedere la polmonite. Sono dovuto anda- di chi sa che sa. I dolori sono
po’ di posto sul tavolo della bambina da una dottoressa. Su- re a comprare l’Enterogermina, atroci, ma sorrido e scherzo
guardia, dove c’erano già altri bito viene riscontrato che mia i pannolini, per altri bambini. anch’io. Alle 18,30 sono sal-
due bambini”. figlia ha una febbre altissima ed Siamo stati al Pronto soccorso vo. Costanzo e De Leo con-
Una situazione insostenibile è in forte stato di disidratazio- in tutto quaranta ore. Adesso tinuano a sorridere rassere-
per una bambina di 5 anni, pro- ne. Le applicano la flebo e me la sta bene”. nando il loro reparto. Quanti
vata da una pur banale influen- mettono in braccio, intanto nel Lieto fine quindi, ma non trop- sono questi “rari” italiani
za, ma appunto per questo nep- corridoio c’era sempre un caos po. “L’hanno dimessa con quasi schivi? E quanti, invece, co-
pure bisognosa di chissà quali assurdo. Chiedo alla dottoressa 38 di febbre, un’ora prima ha loro che, conosciutissimi al
cure e quali specialisti. Serviva quante ore dovrò stare così, vomitato. Ma mi hanno detto: grande pubblico, blaterano
soltanto una situazione norma- con la bimba in braccio. Mi ri- meglio che te la porti a casa, che solo, me lo permetta, di
le: in un ospedale di Roma nel sponde dieci, dodici ore. Io ho qui rischi pure che si prenda “cazzate”?
2012, invece, quanto accade una Fiat Multipla, per fortuna è qualcos’altro”. Teodoro Esposito

Urologo accusato di peculato, la Asl lo promuove primario


INCHIESTA DELLA MAGISTRATURA DI TERAMO: IL PROFESSIONISTA SI APPARTAVA CON UN’AMICA IN UNA STANZA DELL’OSPEDALE
di Antonio D’Amore È una storia dagli intrecci curio- appartarsi in un ufficio decentra- attività professionale, che la Pro- litico, intercettato a lungo, si di-
si, quella del “Caso Robimarga”, to dell’ospedale, per “svolgere at- cura gli contesta l’abuso d’uffi- mette da assessore, ma la cosa
urologo di fama e assessore che esplode agli inizi di aprile
ÈComune
all’Urbanistica in quota Pdl al
di Teramo, il dottor
2011, quando al medico-assesso-
re viene notificato un provvedi-
tività personali di carattere estre-
mamente intimo”, in compagnia
di un’amica, per un totale di 28
cio.
Il peculato, o meglio, i peculati
contestati sono otto, ovvero otto
che più incuriosisce è che la Asl,
prima che l’inchiesta sia chiusa, il
22 dicembre, tra le nomine da va-
Corrado Robimarga, quando la mento di sospensione firmato ore e 21 minuti complessivi. La pazienti visitati all’interno dei lo- rare, inserisce anche quella di
“tempesta” giudiziaria lo travol- dai magistrati, che l’accusano di donna, sentita, nega tutto, ma cali della Asl, con pagamenti in- Corrado Robimarga a direttore
ge. Il sostituto procuratore Da- truffa aggravata ai danni della Asl non sa che in quell’ufficio era sta- cassati dal medico e mai girati alla dell’Unità operativa semplice di
vide Rosati lo accusa di truffa ag- di Teramo, abuso ta nascosta una Asl. Come prevede la convenzio- urologia di Giulianova. In pratica,
gravata ai danni della Asl di Te- d'ufficio e pecula- telecamera che ne per le visite intra moenia, in- proprio mentre tutti pensano
ramo, abuso d'ufficio e pecula-
to, così il gip lo sospende dalla
to. Truffa perché,
dal primo al 23 di-
Avrebbe anche ha ripreso tut-
to, ma proprio
fatti, l'urologo avrebbe dovuto gi-
rare parte delle parcelle all’Azien-
che la Asl dovesse sospenderlo,
lo promuove primario.
professione, lui si autosospende
prima e si dimette poi da asses-
cembre 2010, si sa-
rebbe assentato dal
visitato otto tutto (85 ore di
registrazioni
da Sanitaria, che gli mette a di-
sposizione i locali e gli strumenti.
Ne nasce una nuova inchiesta
che coinvolge tutta l’alta dirigen-
sore, mentre la As non solo non
lo sospende, né avvia procedi-
posto di lavoro alla
Asl per 15 volte.
pazienti per oltre 20
dvd). Ed è sem-
Invece, avrebbe tenuto tutto per
sé, senza emettere ricevuta fisca-
za della Asl. L’accusa è di abuso di
ufficio, visto che la magistratura
menti disciplinari, ma gli chiede pre per l’uso le. Gli episodi oggetto dell’in- vuole capire perché l’urologo
4 mila euro di risarcimento dan- O MEGLIO: risul- “intra moenia” personale di chiesta sono 28 visite ambulato- non sia stato sospeso, ma pro-
ni e… lo promuove primario. tava presente, ma quella stanza, riali, undici esami specialistici, mosso. La Asl replica che qual-
Così, sul registro degli indagati non era nel suo uf- tenendo che il medico per complessivi 2.120 euro circa cosa l’ha fatto: ha chiesto a Ro-
ci finiscono anche tutti i vertici ficio, visto che se- aveva chiesto incassati. bimarga 10 mila euro per aver ro-
della Asl: il direttore generale, condo i Carabinieri il compenso ed ottenuto L’urologo, dal canto suo, respin- vinato l’immagine dell’azienda.
quello sanitario e quello ammi- si sarebbe allontana- per le incom- ge tutte le accuse e, benché nulla Alla fine, però, si sono messi d’ac-
nistrativo. to da Urologia, per per sè benze della sua sia emerso sul suo impegno po- cordo per 4 mila.
pagina 10 Domenica 12 febbraio 2012

IMPANTANATI

IL TRENO DELLE NEVI


L’Italia è nella morsa del gelo, ma Ferrovie
penalizza pendolari e Intercity (guarda caso)
Il maltempo ha bloccato ieri l’aeroporto romano di Fiumicino, dove Una settimana fa
sono stati cancellati una sessantina di voli. Chiusi gli scali di Alghero e l’Intercity Forlì-Cesena
Rimini. Le situazioni più critiche per la popolazione nelle Marche, in è rimasto bloccato
Umbria, in Abruzzo e in Romagna. Chiuso il tratto marchigiano 7 ore al gelo (FOTO ANSA)
dell’A14 tra Rimini e Ancona. A Roma qualche fiocco di neve, ma si è
scongiurata la tempesta temuta. Il Dipartimento della protezione civile
ha emesso una nuova allerta meteo: nevicate ancora al Centro e al linea Tirrenica nei nodi di Pisa
Nord est, specie su Marche ed Emilia Romagna, fino a quote di e Livorno dove Moretti si ri-
pianura, ma anche su Basilicata, Calabria e Campania, e ancora forte fiuta di investire “perché sono
vento su tutta Italia e rovesci al Sud. vicini al mare e le temperature
sono meno rigide”.

di Daniele Martini aspetti assai più brutta rispet- NON SI LAMENTA solo
to al passato. Sono diventate Rossi. Nei confronti del capo
avete notato? La neve e un sistema di trasporto clas-

L’
Fs è in atto una specie di sol-
il gelo si accaniscono sista che non solo fa viaggiare levazione da parte della quasi
contro i treni normali, i meglio alcuni su determinati totalità degli amministratori
regionali, i pendolari, percorsi privilegiati, in parti- regionali responsabili del traf-
gli Intercity e risparmiano colare il Roma-Milano, ma li fico locale. Il presidente della
quasi sempre i treni di serie A fa viaggiare anche con con- Puglia, Nichi Vendola, per
come le Frecce Rosse. È suc- dizioni meteo avverse, men- esempio, ha ingaggiato con
cesso una settimana fa, quan- tre gli altri collegamenti sof- Moretti un durissimo braccio
do ci sono state le prime ne- frono di una fragilità estrema, di ferro; quello della Basilica-
vicate. È risuccesso ieri con il con treni preventivamente ta, Vito De Filippo, gli ha ri-
secondo nodo di freddo. Ve- cancellati o che rischiano di cordato che di fronte all’e-
nerdì sera le Ferrovie hanno trovarsi in condizioni da in- mergenza “i problemi si risol-
cubo. Come l’Intercity For- vono, non si sopprimono i tre-
lì-Cesena di una settimana fa, ni”. L’assessore ai Trasporti
Non è stato bloccato per 7 ore al gelo, o il
Roma-Pescara, fermato alla
vestimento di 1 miliardo e 200
milioni di euro per mille nuo-
elettriche”.
In una lettera cortese, ma mol-
Investimenti del Lazio, Francesco Lollobri-
gida, ha rivelato che la chiu-
cancellato stazione di Tivoli per la bel-
lezza di 48 ore.
vi treni regionali e locali che
però poi non si vedono. Quel-
to dura nella sostanza, il pre-
sidente della Regione Tosca-
insufficienti e sura delle linee non è stata
concordata con la Regione ac-
neanche LA CURA Moretti ha fatto
li in circolazione sono sempre
più vecchi e scassati, si gua-
na, Enrico Rossi, ha chiesto
per l’ennesima volta a Moretti
manutenzione cusando Fs di “intollerabili
scelte autoreferenziali”. L’as-
cadere anche un altro capo- stano con relativa facilità e te- di potenziare e rinnovare i de- sessore ai Trasporti dell’Emi-
un Frecciarossa, saldo della circolazione ferro- mono qualsiasi avversità, a co- viatori degli scambi che con le approssimativa lia ha avviato un monitoraggio
viaria, e cioè che soprattutto minciare dal gelo. basse temperature “sono al- sulle Fs di fronte all’emergen-
ma non è d’inverno il treno sia un siste- Anche le linee tradizionali so- l’origine dei disservizi e impe- I governatori za “per assumere eventuali
ma di trasporto più comodo e no vecchie e affidate ad una discono la regolare circolazio- provvedimenti”. In Liguria
il tempo a vantaggioso rispetto ad auto e manutenzione approssimati- ne dei treni”. contro l’assessore Enrico Vesco ha in-
aereo perché in grado di muo- va. Con il freddo gli scambi Rossi chiede alle Fs di inter- trapreso un’azione legale con-
essere classista versi sempre, con la neve, il spesso si bloccano e i treni de- venire anche sulla strategica Moretti tro Trenitalia.
freddo, la nebbia, portando i vono fermarsi. Un tempo le
viaggiatori a destinazione si- Ferrovie mandavano gli spala-
deciso di chiudere decine di curi e nei tempi previsti. Que- tori, ma gli spalatori non ci so-
linee in 13 regioni, tutte trat- sto assioma ora vale solo per no più perché, come ricorda il LECCA LECCA
te secondarie, cancellando le linee moderne dell’Alta ve- segretario dei ferrovieri Cisl,
numerosi convogli regionali locità, dotate di dispositivi Giovanni Luciano, i dipen- Alemanno insonne: va a messa,
e locali e manco mezza Frec- tecnologici adeguati e curate denti di Rfi (la rete Fs) in po-
cia Rossa. Come mai? Escluso
che anche il tempo abbia pre-
con una manutenzione co-
stante. Per gli altri treni pure
chi anni sono scesi da 45 mila
a 28 mila. Al posto delle pale
blocca il traffico e monta catene
ferenze di classe, la spiegazio- questa sicurezza è andata a dovrebbero funzionare siste-
ne è un'altra. La ragione è che farsi benedire. mi meno arcaici come le ser- DURISSIMO E INAMMISSIBILE ATTACCO de Il libero, ha trovato anche il modo di farsi aprire
neve e gelo si fanno sentire È come se le Ferrovie avessero pentine elettriche, ma spesso Messaggero al sindaco di Roma, Gianni la basilica dell’Aracoeli per ascoltare la messa
soprattutto su treni e linee deciso di dividere l’Italia in o non ci sono o sono vecchie Alemanno. “Ha bloccato il traffico officiata dal suo amico frate”. Ecco,
dove gli investimenti sono in- due, non solo geograficamen- o tenute male. Il 3 febbraio il piazzandosi in mezzo alla strada per far Alemanno e il suo amico frate soli soletti
sufficienti o scarsi e la manu- te tra Nord e Sud con il taglio Sole 24 ore in un pezzo di ana- passare una ruspa a via Trionfale. Ha aiutato nella basilica dell’Aracoeli aperta
tenzione approssimativa. recente dei treni notte, ma an- lisi avanzava il sospetto che una signora a montare le catene a Piazza Igea. appositamente per la grande occasione, l’uno
Treni e linee di serie B, ap- che tra viaggiatori da cocco- tutto ciò sia frutto di una scel- Si è fermato per chiedere ai vigili di scortare a celebrare messa, l’altro ad assistervi. “La
punto. lare e viaggiatori che non si ta cinicamente economica: gli spazzaneve. E si è occupato anche di casa notte prima era andato a letto alle 2 e solo
Anche il freddo, insomma, meritano nulla. Sono almeno “Forse è un rischio calcolato sua quando la moglie Isabella Rauti lo ha dopo aver verificato di persona come si stava
evidenzia una realtà sconcer- 6 anni, per esempio, cioè da da parte di Rfi, che accetta di chiamato per dirgli che nel loro palazzo era procedendo con lo spargimento del sale.
tante: grazie alla cura dell’am- quando Moretti fu nominato affrontare una situazione di saltata la luce”. La ferocia del cronista Dicono poi che non abbia chiuso occhio”. E
ministratore Mauro Moretti, amministratore Fs dal gover- crisi per 2-3 giorni all’anno an- Claudio Marincola non risparmia nemmeno allora perchè andare a letto alle 2 se poi non
le Ferrovie italiane sono di- no di centrosinistra, che si ziché sostenere i costi di in- la pietà religiosa: “Nell’unico momento si chiude occhio? Duce, tu sei la luce.
ventate una cosa per certi sente parlare di un mega in- vestimento delle resistenze

SOTTO LA MOLE

OPERA PIA LOTTERI, L’AMICIZIA IMBARAZZANTE TRA IL COMMISSARIO E IL GIUDICE


di Stefano Caselli
Torino
civile ancora in corso).
La vicenda è quella della Opera Pia
gennaio 2011 re-
spingendo i ri-
La strana te per l’acquisto del-
l’Opera Pia Lotteri (og-
una decisione “gradita”. Bianchi non
nega il rapporto di amicizia con Repi-

na specie di Pio Albergo Trivulzio


Lotteri, storica residenza pubblica
per anziani non autosufficienti sulla
corsi. Dieci gior- storia della gi gestita dall’Asl e sot- ce ma, ovviamente, respinge con sde-

Usariovicino al fallimento, un commis-


straordinario molto vicino alla
precollina torinese, assediata dai de-
biti e commissariata nel 2007. La Re-
ni dopo appena –
il 25 gennaio – si
tiene una nuova
residenza
toposta a sequestro
preventivo) nel tenta-
tivo di favorire la socie-
gno l’ipotesi che questo abbia influito
sulle decisioni del Tribunale.
Ma non finisce qui: tra il 20 e il 28 gen-
politica, un alto magistrato un po’ in- gione, allora guidata da Mercedes asta pubblica per tà Gvm Real Estate. naio 2011 sono state intercettate al-
cauto (al telefono) e l’immancabile Bresso, affida l’incarico di commissa- la vendita del- per anziani e cune telefonate tra Alberto Repice e
“telefonatina” all’ex direttore gene- rio straordinario ad Alberto Repice, l’immobile solle- DAL DECRETO di l’ex direttore generale della Rai Ago-
rale della Rai Agostino Saccà per rac- già segretario generale della Città di citata dai credito- i favori chiesti sequestro preventivo, stino Saccà. Oggetto delle conversa-
comandare un parente e “ricompen- Torino con Sergio Chiamparino sin- ri. Vince la Gvm tuttavia, emergono zioni, il figlio del giudice Bianchi, re-
sare” del lavoro svolto. Sono questi i daco ed ex di un sacco di cose, tanto Real Estate del all’ex dg della rapporti piuttosto gista in una piccola emittente di Fro-
contorni di una vicenda torinese da essere amichevolmente sopran- Gruppo Villa Ma- stretti tra Alberto Repi- sinone. “Repice – scrive il gip di To-
che, per ora, di concreto ha soltanto nominato “l’acchiappapoltrone”. ria (lo stesso del- Rai Saccà ce e il presidente del rino – sembra quasi voler ricompen-
un’inchiesta per turbativa d’asta, ma la gestione) che Tar del Piemonte Fran- sare il favore fattogli dall’alto magi-
che rischia di mettere in un certo im- NEL 2009 una prima asta per ven- per 13,5 milioni co Bianchi. Nulla di pe- strato”. Saccà conferma: “Sì, ricordo
barazzo il presidente del Tar del Pie- dere l’immobile va deserta, così il si aggiudica 9 mila metri quadri più nalmente rilevante, ma ci sono telefo- quelle telefonate – racconta – cono-
monte Franco Bianchi, colui che or- commissario decide dimettere a gara parco in via Villa della Regina, una del- nate in epoca immediatamente prece- scevo Repice in quanto stretto col-
dinò il riconteggio delle schede delle la gestione dei servizi offerti dalla casa le location più prestigiose di Torino. dente alla decisone del Tar sui ricorsi laboratore di Chiamparino e mi par-
elezioni regionali del 2010 (ma che di cura. Vince la Villa Maria Pia srl (un Per questa vicenda Repice è oggi in- contro l’affido della gestione dei ser- lò di un regista. Mi chiese di aiutarlo,
non decise mai sul ricorso più scot- colosso del settore) che offre 14 mi- dagato per turbativa d’asta. Secondo vizi a Villa Maria Pia in cui il commis- ma io non potei fare nulla. Purtrop-
tante presentato da Mercedes Bresso lioni per 40 anni. Gli esclusi non la il pm Cesare Parodi, infatti, avrebbe sario sembra premere sul magistrato po, perché se avessi potuto… cioè,
contro Roberto Cota, preferendo at- prendono bene e ricorrono al Tar del scoraggiato alcune società interessa- per la bocciatura del ricorso e in cui il se ci fossero state le condizioni, lo
tendere i lunghi tempi della giustizia Piemonte. Quest’ultimo decide il 14 te a presentare un’offerta concorren- magistrato sembra lasciar intendere avrei fatto”.
Domenica 12 febbraio 2012 pagina 11

ALTRI MONDI

N
MAZZETTE ALLA POLIZIA INGLESE OLANDA
Suicidio assistito
a domicilio

ARRESTATI GIORNALISTI DEL SUN L’ Olanda si accinge a


divenire primo
Paese Ue con un servizio a
domicilio per il suicidio

Lo scandalo delle informazioni illegali assistito. L’iniziativa è


della filiale
dell’associazione Right to
Die (“diritto di morire”) e
sarà operativa dal 1°
di Andrea Valdambrini tante come l’ex direttore Fergus marzo, quando 6 team
Shanahnah. mobili, formati ciascuno
ome l’ormai scomparso

C
Con significativo tempismo, a da un dottore e un
“gioiello di famiglia”, il metà giornata il direttore del Sun infermiere, saranno
domenicale News of the Dominic Mohan dichiarava la pronti, su richiesta, a
World, anche il Sun è caro a propria determinazione a con- recarsi a casa di chi vuole
Rupert Murdoch. Il primo ta- tinuare a guidare il tabloid. In porre fine ai suoi giorni e
boid, protagonista di scoop questo modo lanciava un mes- risponde ai requisiti fissati
che rimangono nell’immagina- saggio chiaro: per ora nessun ri- dalla legge olandese.
rio collettivo, molto letto e fi- schio di chiusura, si va avanti.
nanziariamente in ottima salu- Voci insistenti, però, danno Ru-
te, è stato spazzato via da uno pert Murdoch in arrivo a Londra
scandalo nel luglio dell’anno a calmare le acque, e questo non
scorso, che lo ha costretto alla è certo un buon segno. L’edito-
chiusura, stroncando in pochi rialista del Guardian Dan Sabba-
giorni quasi 170 anni di storia. gh parla della “crisi più seria del
Il secondo, la versione quoti- Sun dai tempi dell’acquisizione
diana di gossip, belle ragazze da da parte di Murdoch nel 1969”.
terza pagina, e scandali politici
spesso e volentieri pruriginosi, IL SUN NON È IL NEWS, va
gli sopravvive da oltre 6 mesi. bene. È alle spalle la storia di Re-
Ma, c’è da chiedersi, ancora per bekah Brooks, e Andy Coulson,
quanto? ex dirigenti del gruppo Murdo- LIBIA
ch, rei di aver mentito e coperto
LA MINACCIA alla vita del la macchina illegale e immorale Saadi Gheddafi
giornale è rappresentata dalle degli scoop, nomi a cui persino incita alla rivolta
inchieste che si sono aperte a Il logo del Sun nella sede della News Corporation a Londra (FOTO ANSA) il premier David Cameron era
catena. C’è quella ufficiale del
Parlamento, la commissione Le-
veson, che si è prefissa il nobile
ni e presumibilmente copertu-
re da parte dei giornalisti.
che il vice-direttore Geoff Web-
ster, mentre i secondi, presunti
Tra i 5 reporter
pericolosamente legato. In quel
caso, nonostante la gravità della
situazione, in qualche modo il
I n Libia sta montando
ogni giorno di più una
“ribellione” nei
mandato di stabilire ruolo e li-
miti della stampa. Ci sono due
Ieri mattina di buon’ora, a quan-
to riportano le cronache, sono
corrotti, sono militare, un poli-
ziotto, e un impiegato del Mini-
accusati di magnate australiano se l’è cava-
ta. In questo, è ancora troppo
confronti delle nuove
autorità, perché “il 70%
operazioni di polizia, la Wee-
ting, che si occupa dello scan-
state arrestate 8 persone: cin-
que giornalisti e tre pubblici uf-
stero della Difesa, dei quali non
è stato ancora resto noto il no-
corruzione di presto per dire se la situazione
precipiterà.
della popolazione non è
soddisfatto della
dalo intercettazioni telefoniche ficiali, le loro abitazioni e gli uf- me. Oltretutto, i cinque freschi Però al News of the World, che situazione”: parola di
con cui i giornalisti di News car- fici del gruppo editoriale di di arresto si aggiungono ad altri pubblico ufficiale produceva scoop tanto quanto Saadi Gheddafi,
pivano informazioni riservate e Murdoch, a Londra, sono stati quattro giornalisti e un poliziot- – elemento non secondario - fa- terzogenito del defunto
vip, politici o semplici cittadini. perquisiti. Degli esatti capi di to londinese fermati dalla poli- il vicedirettore ceva profitti, sono bastati pochi Colonnello, ricercato
E poi la c’è la Elveden, votata ad imputazione, si conosce poco, zia a gennaio, e al momento ri- giorni per chiudere. Pochi, all’i- dall'Interpol per crimini
un aspetto specifico e non me- perché molti dettagli non sono lasciati dietro cauzione. Mentre del tabloid nizio di quello scandalo, aveva- di guerra ma dallo scorso
no scottante: i pagamenti alla stati rivelati. Tra i primi arresta- tra i quattro della prima ondata no previsto un decorso tanto re- settembre latitante in
polizia in cambio di informazio- ti, presunti corruttori, figura an- c’era un altro dirigente impor- di Murdoch pentino e drammatico. Niger, dove gli è stato
concesso asilo politico.
ANNIVERSARIO e provocazioni PASIONARIA CILENA STATI UNITI
La famiglia italiana
Iran, festa atomica I BACI PROIBITI DI CAMILA di Santorum
di Roberta Zunini prima volta che il suo operato viene messo
ufficialmente in discussione. Secondo molti
di Giampiero Calapà Q uando lo vide in tv e
sentì il suonome
disse alla moglie: “Deve
essere di famiglia, della
Cto,onsole
un insolito look sportivo, occhiali da
e un grande sorriso stampato sul vol-
il presidente iraniano Ahmadinejad è ap-
esperti questa mossa è parte della strategia
messa a punto da Khamenei per bruciare il
partito del presidente nelle elezioni legisla-
M inacce di morte e repressione, sono queste le armi del governo di
destra contro cui ci opponiamo”. Dopo l’anno magico con mez-
zo Cile in piazza per sostenere il movimento di studenti e operai,
nostra famiglia”. Il
personaggio in
parso in pubblico per celebrare il 33° an- tive del 12 marzo che saranno un banco di Camila Vallejo, Karol Cariola e Jorge Murua cercano in Europa l’at- questione è Rick
niversario della rivoluzione islamica. Ma ciò prova per le presidenziali del 2013. Come tenzione solidale di un internazionalismo che sembra ormai solo un Santorum, candidato alle
che gli premeva ricordare non era la gran- sempre questa chiamata alle urne non rispet- vecchio ricordo per la sinistra: “Da noi il ministro dell’Interno ha primarie repubblicane.
dezza del processo rivoluzionario quanto an- ta alcuna regola democratica: dalle liste sono scritto una legge, pochi giorni fa, per mandare in galera chiunque A raccontare la storia
nunciare che nei prossimi giorni l'Iran ren- stati esclusi tutti i partiti di opposizione. blocchi una strada per manifestare: ci arresteranno non per atti vio- della famiglia ritrovata è
derà pubbliche nuove e importanti conqui- lenti, basterà che ci baceremo in migliaia davanti al Parlamento come Gianni Bottesi, di Riva
ste in ambito nucleare. “Siamo una potenza LA GUIDA SUPREMA, che ne ha facoltà, abbiamo fatto qualche mese fa”. I tre leader del movimento studen- del Garda, che
nucleare”, ha gioito. Nella piazza principale ha ammesso solo i partiti a lui fedeli e le for- tesco cileno hanno fatto tappa in Italia, hanno dovuto qui subire i ripercorre i legami con
di una Teheran fredda ma assolata, dall'alto mazioni vicine ad Ahmadinejad. Che arrive- piccoli litigi dei comunisti nostrani (con Paolo Ferrero e Oliviero la famiglia Santorum.
del palco per le grandi occasioni, Ahmadi- ranno alle urne proprio indebolite proprio Diliberto che hanno preteso il dibattito separato da quello con Ven- Bottesi racconta del
nejad ha soffiato ancora una volta sul fuoco dalla strategia di colui che le ha ammesse. dola, costringendo i tre ragazzi a un tour de force sotto il nevischio di nonno di Rick, Pietro
del tema più scottante, affiancato, non a ca- Ahmadinejad le prova tutte per fare la voce Roma). Hanno le idee molto chiare. “Il merito del nostro movimento Santorum, che
so, dal premier di Hamas nella Striscia di grossa e mostrarsi ancora forte. Le minacce è stato quello di risvegliare una coscienza collettiva che si era assopita abbandonò Riva del
Gaza, Ismail Hanyeh. Che aveva appena ri- nei confronti del mondo, dell'Europa che ha dopo il governo socialdemocratico di Michelle Bachelet, lei non ha Garda nel 1920 perchè
badito perché Hamas non riconoscerà mai appena imposto nuove sanzioni economi- mantenuto tutte le promesse in nome di una concertazione con la preoccupato per l’ascesa
Israele. Mentre la folla ammaestrata incitava che, avrebbero l'obiettivo di conquistare destra che non condividiamo, perché è la stessa destra della dittatura di Mussolini e si trasferì
i due nemici giurati dell'Occidente con slo- quanto più elettorato possibile. Sbandieran- di Pinochet”, Karol è sveglia e tiene il palco anche meglio di Camila. in America. Con lui c'era
gan inneggianti alla “morte degli Usa e del do le conquiste in ambito nucleare Ahma- La pasionaria di Santiago, 24 anni, la scorsa estate su copertine e il figlio Aldo, cresciuto
regime sionista”, il presidente cercava con dinejad cerca di inorgoglire gli iraniani, più prime pagine di tutto il mondo, appare riflessiva, misura le parole, ma sulla East Coast e padre
questo trionfante annuncio di mandare un che spaventare l'Occidente e gli israeliani. attacca senza remore. Ha un piglio da combattente (“La mia vita è di Rick.
messaggio a tutto il popolo e tra le righe, L'Occidente che sia spaventato veramente o cambiata, ma è successo a tutti i dirigenti del movimento che rice-
Ahmadinejad voleva dire ai suoi detrattori che utilizzi il nucleare iraniano come pretesto vono minacce di morte continue”), ma la fermezza di una figura isti- RUSSIA
che è ancora potente e non è stato sconfitto per cercare di rompere “l'asse del male” tuzionale quale è per migliaia di studenti. A lei una funzionaria mi-
dal suo rivale interno: la Guida suprema Alì Iran-Siria-Hamas- Hezbollah, è comunque già nisteriale si riferì in questo modo: “Si ammazza la cagna e ci si sba- Oscurati
Khamenei. riuscito a rendere la vita in Iran molto dif- razza della figliata” (la stessa frase usata da Augusto Pinochet nei con- i siti di Putin
Da mesi in Iran si sta consumando uno scon- ficile, tanto che la moneta locale, il rial, ha fronti di Salvador Allende nei giorni del golpe, 1973). Hanno cercato
tro tra le due figure principali della repub- perso gran parte del proprio valore.
blica islamica. Khame-
nei, infastidito dal
di dividerli, sanno che una parte del movimento è difficile da con-
trollare: “I violenti ci sono, ma so-
no una minoranza che abbiamo
I l gruppo di hacker
Anonymous ha
attaccato due filiali
troppo potere conqui-
stato dal presidente,
Il presidente sconfitto. Mentre la repressione
cercava di far credere che il mo-
regionali di Russia Unita,
il partito di Vladimir
cerca di minarne la po-
polarità facendolo
Ahmadinejad vimento fosse solo quello, abbia-
mo portato in piazza migliaia di
Putin. In tilt la pagina
er-region.ru della
passare per un miscre-
dente interessato solo
rivendica i persone per un bacio collettivo
che ha fatto il giro del mondo”.
regione di Mosca, e
udm-er.ru, pagina del
al denaro e al potere. Come quello che stanno facendo partito nella repubblica
Non per niente la pros- successi oggi questi tre ragazzi, che si di- Udmurtia. È il terzo
sima settimana Ahma- cono fieramente comunisti, che attacco di Anonymous
dinejad dovrà presen- nucleari della credono in un modello di società alla Russia, accusata di
tarsi in Parlamento per diversa, una democrazia senza aver manipolato il
rendere conto di mol- Repubblica più le scorie della dittatura mili- risultato delle elezioni
te cose. È la prima vol- Superdrone La manifestazione a Teheran tare, e che lottano, davvero, per Ilfattoquotidiano.it Sul sito il servizio parlamentari dello
ta che accade ed è la per i 33 anni della Repubblica islamica (F A )
OTO NSA
islamica ottenerla. sugli studenti cileni a Roma (F G. C )
OTO DI ALAPÀ scorso dicembre.
pagina 12 Domenica 12 febbraio 2012

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

METR O / NOIR

ROMA VIOLENTA Calcio


In serie A
Sanremo
Dolcenera:
Star
Beyoncé
Rugby
Sei Nazioni:

NON È PIÙ
rinviate “Canterò diventa Italia battuta
Bologna-Juve per i ragazzi mamma dall’Inghilterra
e Parma- che stanno e regala 15-19. Ma
Fiorentina sulla torre” online le foto l’onore è salvo

DI BORGATA Dal mito di Romolo e Remo agli omicidi


degli ultimi mesi, si snoda la trama nera
della Capitale. Due saggi in uscita ricostruiscono personaggi e retroscena
di Marco Filoni Roma. Eppure, a legger le cro- Un’immagine tratta dal film
nache, la violenza e il crimine Romanzo criminale (FOTO ANSA)

A
non sono diminuiti. Sono però
diversi i protagonisti: non più
Tomasso e borgatari, ma colletti collettivo. Che poi il malvivente
bianchi della mala autoctona e romano assomigli a Er Monnez-
mafie varie d’importazione, za – il personaggio interpretato
africani e romeni, poliziotti cor- da Tomas Millian, turpe, coatto,
rotti, transessuali e ragazzotti un “trucido” pronto a ingannare
della Roma bene in cerca dell’a- e “fottere”, salvo poi avere un’e-
drenalina d’una sera. Un catalo- tica e salvare bambini morenti o
go di varia umanità che spesso collaborare con la polizia là dove
ha dato vita ai peggiori stereo- giusto e doveroso – sia soltanto
tipi. E ai migliori racconti. Fra un’altra delle tante raffigurazio-
gli uni e gli altri, in mezzo, le sto- ni mitiche della criminalità ro-
rie di banditi e fuorilegge che mana, poco importa.
scolta Roma, sono io: Puzzilli hanno fatto della città eterna lo
Tomasso che te parla! A’ città scenario delle loro scorriban- OGGI A ROMA si è tornato a
eterna, sei finita! Adesso er pa- de. sparare per strada: s’ammazza e
ne te lo compri dove te pare, pe- Da Leonardo Cimino, il primo si gambizza, senza troppi conve-
rò te lo devi scavà coll'unghia che nel 1967 con una certa non- nevoli. Altro che etica criminale.
dentro à sta città de zozzi e de chalance seppe armonicamen- Non è più la mala di fine Otto-
assassini». Così Tomasso, in pie- te dar vita al connubio rapi- cento che cantava “Fiore di lino /
di sul piedistallo dell’obelisco na-omicido: ti derubo e ti ucci- Nun me fà caccià fori er tempe-
di piazza San Giovanni. È uno rino / Sinnò te metto le budelle
dei “californiani”, «er terore de in mano”. Quella del temperino
Pietralata», quei ragazzi che dal-
la periferia arrivano in centro «a
Pasolini: do; poi negli anni Settanta fu la
volta dei marsigliesi, sbarcati a
mi film e serie televisiva. Ma
non solo: c’era Laudovino De
to rapine. E poi Johnny lo Zin-
garo, che nel 1987 tenne per 24
era l’epopea criminale della sfi-
da a duello cavalleresca, con re-
rimedià a’ grana», truffare, pro-
stituirsi e commettere reati. Ce
“Questa voglia Roma come nelle più degne
sceneggiature, che diedero av-
Sanctis, detto Lallo lo zoppo, fa-
moso esponente della mala che
ore in scacco le forze dell’ordi-
ne in una fuga disseminata di ra-
gole (va detto, spesso disattese)
e, se si vuole, una morale. Oggi si
li raccontava Pasolini nel suo
Una vita violenta, pubblicato
di uccidere vio ai sequestri nella capitale
(famoso quello, nel ’75, del
negli anni Settanta organizzò di-
versi sequestri ed entrò di dirit-
pine, sequestri e omicidi, o an-
che Luciano Liboni, la cui fuga
spara, e basta. Ma la Roma crimi-
nale non è solo questa. C’è an-
nel 1959. Ma quella criminalità, gioielliere Gianni Bulgari); poi to negli annali carcerari per le finì nel sangue. che quella raccontata da Carmi-
oggi, non c’è più. Quelli di Pa- ci lega come venne la banda della Magliana, sue rocambolesche evasioni; o Tutte storie accadute, tanto ve- ne Fotia, con abile realismo, nel
solini erano ragazzi di borgata, capace di generare una retorica Agostino Panetta, a capo della re quanto al limite della credi- romanzo distopico Italianera
spinti dalla fame e dalla miseria: fratelli sinistri criminale e ottime ricostruzio- “Banda dell’arancia meccani- bilità – tutte raccontate nel bel (Fuori Onda Edizioni): un futuro
nessuna vocazione per la vio- ni letterarie, come quella di ca”, omaggio alla violenza a volume di Yari Selvetella, Ban- prossimo, 2013, una capitale in
lenza e il crimine. di un fallimento Giancarlo de Cataldo nel fortu- suon di Beethoven di Kubrick, diti, criminali e fuorilegge di Ro- pieno disfacimento, un potere
Dai quei tempi a oggi molto è nato libro Romanzo criminale che agli inizi degli anni Ottanta ma (Newton Compton). Da leg- che corrompe e brama e ammor-
passato sotto e sopra i ponti di sinistro” (Einaudi) ripresa dagli omoni- portò a termine più di settecen- gere insieme a un altro volume ba con trame perverse. Qui il cri-
dell’autore, scritto con Cristia- mine non è più popolare, non ci
no Armati, Roma Criminale sono morti ammazzati e violen-
FESTIVAL DI BERLINO (sempre Newton Compton), za gratuita per le strade: piutto-
che è una sorta di enciclopedia sto è chi governa a esser un de-
delle gesta dei malviventi sotto linquente. E la fantasia rischia di
I TAVIANI: SHAKESPEARE A REBIBBIA il Cupolone. Del resto Roma na-
sce con la violenza, il suo atto
fondativo è un crimine, il peg-
assomigliare sempre più alla
realtà.
In definitiva aveva ragione, an-
di Anna Maria Pasetti sono i detenuti che seguono da anni la giore di tutti: l’omicidio di Re- cora, Pasolini. Poche ore prima
Compagnia dei Liberi Artisti Associati mo da parte del gemello Romo- di esser ucciso rilasciò un’inter-

Oti eltre 160 anni in due e un probabile


patto col diavolo. Giovanili, frizzan-
chiacchieroni (ma non a vanvera),
operativa nella sezione Alta Sicurezza
di Rebibbia e diretta da Fabio Cavalli) e
di un set “forzatamente” incisivo.
lo. Mito o realtà poco importa,
perché fra i sette colli il crimine
se l’è sempre passata piuttosto
vista a Furio Colombo, dal titolo
(deciso dallo stesso scrittore)
Siamo tutti in pericolo. Ecco co-
Paolo e Vittorio Taviani hanno raccolto Il film di Paolo e Vittorio Taviani esce il 2 marzo (FOTO AP) bene. Notoriamente città di pa- sa diceva, nel ’75, l’intellettuale:
il miglior plauso finora attribuito dalla LA SETE di potere, le trame, gli omi- pi e di delinquenti, con in mez- «Ecco io vedo così la bella truppa
stampa ai concorrenti della 62ma Ber- cidi, le invidie, i complotti, le fazioni e te, questa cella è diventata una prigio- zo la politica (non sempre in di intellettuali, sociologi, esperti
linale. tanta, tantissima rabbia: dalla tragedia ne” afferma a fine film Cosimo Rega mezzo). Qui il crimine ha qual- e giornalisti delle intenzioni più
Il loro ‘Cesare non deve morire’ rappre- del Bardo alla realtà vera di chi abita le /Cassio. Il testo è restituito nella plura- cosa di sacro, come se la città nobili, le cose succedono qui e la
senta l’unico tricolore in corsa per l’Or- prigioni. Mai contaminazione fu più ov- lità dialettale, non serve l’uniformità lin- papalina diffondesse solennità testa guarda di là. Questo è un
so d’oro, e, stando ai consensi registra- via, ma anche rischiosa. Potevano scivo- guistica, la priorità è sul pathos dram- anche alle peggiori azioni (è il paesaggio diverso. Qui c’è la vo-
ti, con qualche chance di meritarselo. lare nel politicamente corretto e invece maturgico. paradosso dei sacrifici rituali glia di uccidere. E questa voglia
Ma poco importa ai tenaci maestri pi- sono laicamente riusciti nell’intento di E gli attori – che son dentro per crimini delle società primitive: si ucci- ci lega come fratelli sinistri di un
sani, che già vivono questa nuova espe- “ascoltare, smembrare e cine-ricostrui- gravi, alcuni condannati al fine pena mai de la vittima perché è sacra op- fallimento sinistro di un intero
rienza come “un vero regalo dalla vita. re l’eterno Shakespeare” da dietro le – ne danno vibrante testimonianza. Ma pure è sacra perché la si ucci- sistema sociale. Piacerebbe an-
Perché mai ci saremmo aspettati alla sbarre, per annullarle. recitare va oltre la terapia, con la cura di de?). che a me se tutto si risolvesse
nostra età di esordire con Shakespeare “Giacché questo non è un film sul car- una regia che ha evitato la “masturba- nell’isolare la pecora nera. Le ve-
dentro Rebibbia. Ed emozionarci come cere, nessuno vuole compassione” ten- zione cinematografica da montaggio rit- IL DELINQUENTE è popola- do anch’io le pecore nere. Ne ve-
ragazzini”. gono a precisare i Taviani. L’arte libera mico forsennato”, spiegano Paolo e Vit- re, se non altro perché i suoi cri- do tante. Le vedo tutte». Son pas-
Liberamente cine-adattato al Giulio Ce- lo spirito, sbattendoti addosso il senso torio. Cesare deve morire, e ciascuno mini eclatanti fanno sempre par- sati quasi quarant’anni e a Roma
sare, il film ne rivela stage e backstage: della prigionia con annessi e connessi: tornare nella propria cella. Così si apre e lare e hanno prodotto film, ro- quelle pecore, che sparano o
meta-cinema allo stato puro, dotato di tutti lo sanno ma finchè non ci passi non inevitabilmente deve chiudersi il film, manzi, spettacoli teatrali, en- che governano, le vediamo an-
performance impressionanti (gli attori capisci. “Da quando ho conosciuto l’ar- come un cerchio tristemente spietato. trando così in un immaginario cora.
Domenica 12 febbraio 2012 pagina 13

SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TELE COMANDO
TG PAPI
+ cord chiamò la nevicata del
1929) ce ne ricorderemo. Due di Carlo Tecce
Chi le canta
a Sanremo?
appuntamento per famiglie: rale di Servizio Pubblico. Ce-

Sono (ancora) idee originali: la prima, sui


mercati alimentari, quelli pie-
ni e quelli vuoti; la seconda sui
ragazzini dell’Aquila che la ne-
ve riescono a trasformare in di-
nformazione di servizio:
ISanremo,
martedì inizia il Festival di
edizione numero
62. Se l’avete dimenticato,
appalti esterni, agenti fameli-
ci, scollature maliziose. La
premiata ditta Lucio Pre-
sta-Maria De Filippi ha infar-
cito il Festival con talentini o
lentano annuncia che quei
soldi andranno in beneficen-
za, così finisce il seminario fra
opinionisti di vario genere e
risma, e il Festival s’inabissa.

sotto la neve T vertimento puro.

g3
La prima citazione fu:
sembra il dottor Zivago. No,
non sentitevi in colpa. Anche
quest’anno, a Sanremo ci so-
no cantanti: il quinto giorno,
sabato sera, uno di loro vince
un premio. Presenta Gianni
presunti talentini sfornati da
Canale 5 per uno strano tra-
vaso di palinsesti e program-
mi fra viale Mazzini e il Biscio-
ne. Forse sarà interessante
La Rai risparmia persino la
promozione: nel senso che
non se ne parla mai.

IL FESTIVAL è Celentano, il
di Paolo Ojetti Primerano sul decreto libera- siamo onesti, rispetto alle im- Morandi, l’anno scorso supe- ascoltare i ritorni di Eugenio varietà è Fiorello. Non c’è nul-
lizzazioni, zavorrato da emen- magini che arrivano da Fabria- rò l’esame a un’età sfigatissi- Finardi e Samuele Bersani op- la in Rai che non sia un per-
g1 damenti a difesa delle corpo- no, Urbino, Sant’Agata Feltria, ma (secondo i canini di Mar- pure scoprire i Marlene Kun- sonaggio o una polemica. Per-
T Se Luca Moriconi e An-
nalisa Serpilli, dislocati fra
razioni, ha un effetto involon-
tario: mostra una casta politica
quando Zivago e Lara scappa-
no nella dacia solitaria per
tone), 67 anni, e affascinò il
pubblico durante il duetto
tz, alternativi per (loro) defi-
nizione, travestiti per la pas-
ché viale Mazzini non produ-
ce più, non sperimenta più: è
Urbino (che è scomparsa) e sempre più evanescente, ina- sfuggire i terribili bolscevichi con il 60enne Massimo Ra- serella più bigotta e ipocrita immobile, semplicemente.
Fabriano se la sono cavata, deguata, irreale, dannosa. An- di Strelnikov, sembrano due nieri. che la televisione possa mai L’attore e regista Rocco Papa-
Massimo Mignanelli in Val cora pochi mesi e ci si chiede- ragazzotti in gita di piacere. Al- illuminare. Il meccanismo di leo, che accompagna ancora
Marecchia è stato tirato fuori rà pericolosamente: possiamo meno laggiù, nella steppa piat- SANREMO fu pensato per autodistruzione funziona il peggior Leonardo Pieraccio-
da una montagna bianca con farne a meno? ta come una sogliola, non c’e- la canzone italiana, adesso è sempre di più, cancella la ra- ni di sempre, sarà la spalla di
una ruspa e la sua cameraman rano i paesi medievali arram- qualsiasi cosa per forma e so- gione sociale di Sanremo: i Morandi: Papaleo può piacere
(ma si può dire camerawo- g2 picati che si sono trasformati stanza tranne che un concor- cantanti e le canzoni. e non piacere, i gusti non si
man?) si è slogata sul ghiaccio
(in bocca al lupo). A proposito
T Basta la parola, la parola di
un uomo della protezione ci-
in trincee di ghiaccio. Alessia
Gizzi ha attraversato Roma
so per cantanti. Il brano più
impegnato, quello che tra-
Ci siamo ricordati del Festival
per il contratto di Adriano Ce-
discutono; ma è completa-
mente digiuno di televisione
di lupo, l’incredibile è capita- vile a Novafeltria, nel Monte- dopo la seconda nevicata (me- sforma l’attualità in motivet- lentano: le solite e noiose pre- (o meglio, non se ne nutre da
to ad Antonio Monaco ad feltro versante riminese per no aggressiva della prima) e ha to, pare l’abbia scritto Gigi tese Rai, articoli di codici eti- anni).
Avezzano: cervo sbranato dal- rendere l’idea: “Abbiamo ac- raccolto le voci. I romani sono D’Alessio. Un poeta contem- ci, premure irrazionali, baruf- La moda di questi giorni su
la mala bestia. Il lupo (anche cumuli fino a 5 metri”. Le im- particolari: “Aò, se semo diver- poraneo che riuscì a mettere fe abbastanza coreografiche. Sanremo è la disperata caccia
lui mangia) se l’è data a gambe, magini parlano da sole, tal- titi, le palle di neve le amo fat- insieme queste soavi parole: Come dicono i comunicati uf- ai vestiti di Ivana Mrazova,
il cervo era ferito e chissà se ce mente esagerate da sembrare te, le foto pure, adesso se semo “Il tuo maglione lungo su le ficiali, poi, Celentano ha rag- modella ceca di 20 anni. Non
la farà. Tutto sotto l’occhio del- un set cinematografico. Ma stufati”. La Monti-story – fra mani, il seno che non è cre- giunto l’accordo con l’azien- sapremo mai se Bersani avrà
le camere, classico documen- non è affatto facile, con i piedi Accardo e Venditti – era con- sciuto più. Le corse in bici- da. Allora, filippiche sul com- provato un nuovo stile oppu-
to da YouTube. Per Mario al caldo, immedesimarsi fra tenuta: il professore è più so- cletta a primavera (a primave- penso eccessivo (750mila per re sarà il solito Bersani malin-
Monti reduce dagli Stati Uniti, due muri di neve alti 5 metri o brio dei suoi cantori, declassa ra!), il vento profumava anche 5 serate), i bilanci malandati conico, ma è utile rassicurare
riciclaggio di notizie vetuste sprofondare all’improvviso fi- il “successo” americano in una di te”. di viale Mazzini, il ruolo mo- il pubblico che per la finale di
(ancora la copertina di Time, no al collo. Il Tg2 ripercorre le “buona esperienza”. Il Tg3 of- La Rai ha perso il controllo del sabato la Mrazova vestirà un
stiamo rovinando il professo- piste con un pastone di Lore- fre un’altra citazione dello Festival svendendo l’ultima In alto Adriano Celentano, abito firmato Fausto Sarli.
re) a cura di Sonia Sarno. Il dana Cintioni. Di questo “ne- scoop del Fatto, senza però ag- tradizione, l’ultima retorica prossimo protagonista Non ne siamo sicuro, dunque:
servizio successivo di Cecilia vone” (come Fellini in Amar- giungere altre novità. nazional popolare, l’ultimo al Festival di Sanremo non vi allarmate.

LA TV DI OGGI
I FILM LO SPORT
SC1= Cinema 1 SCC= Cinema Comedy SP1= Sport 1
SCH= Cinema Hits SCF= Cinema Family SP2= Sport 2
SCP= Cinema Passion SCM= Cinema Max SP3= Sport 3
12.00 EVENTO Recita del- 11.30 VARIETÀ Mezzogior- 12.25 ATTUALITÀ TeleCa- 20.57 PREVISIONI DEL TEM- 16.05 VARIETÀ Domenica 17.00 FILM Walker, Texas
l'Angelus no in famiglia mere PO Meteo Cinque Ranger: La strada della 19.00 Pretty Princess SCF 14.25 Calcio, Premier League
12.20 RUBRICA Linea ver- 13.00 NOTIZIARIO TG2 12.55 CULTURALE Prima 21.00 NOTIZIARIO News 18.50 GIOCO The Money vendetta 19.05 The Box SC1 11/12 25a giornata Wolverham-
de Giorno della Prima (REPLICA) lunghe da 24 Drop 18.55 NOTIZIARIO TG4 19.25 La lacrima del Diavolo SCM pton - WBA (Diretta) SP3
13.30 NOTIZIARIO TG1 - 13.30 RUBRICA TG2 Motori 13.25 CULTURALE Il Capi- 21.27 PREVISIONI DEL TEM- 20.00 NOTIZIARIO TG5 - 19.35 SOAP OPERA Album 19.25 Ti amo in tutte le lin- 16.00 Rugby, Torneo Sei Nazio-
TG1 Focus 13.40 PREVISIONI DEL TEM- tale di Philippe Daverio PO Meteo Meteo 5 di Tempesta d'amore gue del mondo SCH ni 2012 2a giornata Galles -
14.00 VARIETÀ Domenica PO Meteo 2 14.00 NOTIZIARIO TG 21.30 RUBRICA Ippocrate 21.30 FILM Poseidon
20.40 VARIETÀ Paperissi- 19.30 Mordimi SCC Scozia (Diretta) SP2
In - L'Arena 13.45 VARIETÀ SPORTIVO Regione - TG3 21.57 PREVISIONI DEL TEM- ma Sprint 23.40 VARIETÀ Matrimoni 21.00 Abbronzatissimi 2 SCC 16.55 Calcio, Premier League
16.30 NOTIZIARIO TG1 Quelli che aspettano 14.30 ATTUALITÀ In 1/2 h PO Meteo 21.30 SOAP OPERA Cento- all'italiana 21.00 Casper 2 SCF 11/12 25a giornata Aston Villa -
16.35 VARIETÀ Domenica 15.40 VARIETÀ Quelli che 15.00 NOTIZIARIO TG3 22.00 ATTUALITÀ Inchiesta
in - Così è la vita il calcio L.I.S. Vetrine 1.40 NOTIZIARIO TG4 21.00 The Roommate SCM Manchester City (Diretta) SP3
4 (Esteri) (REPLICA) 23.30 ATTUALITÀ Terra! Night News
18.50 GIOCO L'eredità 17.05 NOTIZIARIO TG2 15.05 ATTUALITÀ Alle fal- 21.00 Prima Tv Tiffany Rubin 19.00 Calcio, Liga 2011/2012
22.30 NOTIZIARIO News
20.00 NOTIZIARIO TG1 L.I.S. - Meteo 2 de del Kilimangiaro - Storia di una madre SCP 23a giornata Valencia - Sporting
lunghe da 24
20.35 RUBRICA SPORTIVA 5 17.10 RUBRICA SPORTIVA 17.55 VARIETÀ Per un SP3
22.57 PREVISIONI DEL TEM- 21.10 Prima tv World Invasion SC1 Gijon (Differita)
minuti di recupero Stadio Sprint pugno di libri
PO Meteo 21.10 Basilicata coast to 21.15 Rubrica sportiva
20.40 DOCUMENTI DA DA 18.00 RUBRICA SPORTIVA 19.00 NOTIZIARIO TG3 -
DA 90° Minuto TG Regione - Meteo 23.00 RUBRICA Tempi coast SCH Eurocalcio show (Diretta) SP1
21.30 PRIMA TV MINISERIE 19.35 TELEFILM Lasko 20.00 VARIETÀ Blob dispari (REPLICA) 17.55 TELEFILM La vita 17.10 FILM Amore a prima 22.40 Step Up 3 SCF 21.25 Calcio, Liga 2011/2012
Il Generale dei briganti 20.30 NOTIZIARIO TG2 - 20.10 ATTUALITÀ Che 23.27 PREVISIONI DEL TEM- secondo Jim vista 22.40 Tutte le donne della 23a giornata Real Madrid -
23.30 ATTUALITÀ Speciale 20.30 tempo che fa PO Meteo 18.30 NOTIZIARIO Studio 19.00 VARIETÀ The show mia vita SCP Levante (Diretta) SP1
TG1 21.00 TELEFILM N.C.I.S. 21.30 ATTUALITÀ Presa 23.30 RUBRICA Tempi sup- Aperto - Meteo must go off - Domenica 22.55 Scary Movie 2 SCC 21.30 Rugby, Torneo Sei Nazio-
0.35 NOTIZIARIO TG1 21.45 PRIMA TV TELEFILM diretta plementari 19.00 FILM Tutti pazzi per 20.00 NOTIZIARIO TG La7 23.00 Senza scrupoli SCM ni 2012 2a giornata Italia -
Notte - Che tempo fa Charlie's Angels 23.35 NOTIZIARIO TG3 - 0.00 NOTIZIARIO News Mary 20.30 ATTUALITÀ In Onda
lunghe da 24 - Meteo 23.00 Che bella giornata SCH Inghilterra (Replica) SP2
1.00 DOCUMENTI XXI 22.35 RUBRICA SPORTIVA TG Regione 21.30 VARIETÀ Chiambret- 21.30 FILM Uomini che
Secolo - Testimoni e pro- La Domenica Sportiva 23.50 VARIETÀ Lilit - In un 0.30 RUBRICA Tempi ti Sunday Show - La muzi- odiano le donne 23.10 Vallanzasca SC1 0.00 Calcio, Premier League
tagonisti 1.00 NOTIZIARIO TG2 mondo migliore dispari (REPLICA) ka sta cambiando 0.20 NOTIZIARIO TG La7 0.25 Notte folle a 2011/2012 25a giornata
2.15 RUBRICA Sette note 1.20 RUBRICA RELIGIOSA 0.50 NOTIZIARIO TG3 - 1.00 NOTIZIARIO TG - 0.20 RUBRICA SPORTIVA 0.30 FILM Novecento - Manhattan SCC Aston Villa - Mancheste City
- Musica e musiche Sorgente di vita Meteo 3 Rassegna stampa - Meteo Controcampo - Linea notte Atto I 0.30 Le locuste SCP (Replica) SP3

TRAME DEI FILM PROGRAMMIDA NON PERDERE


/ Poseidon  Presa diretta  Speciale TG1
Remake dell'omonima pellicola di Perché ancora cemento? Perché ancora Eventi meteo eccezionali, neve, gelo,
Ronald Neame del 1972, Poseidon è la nuove case, uffici, grattacieli, centri vento previsti su quasi tutta la Peniso-
storia di un lussuosa nave che, durante commerciali, appartamenti? Gru e la: un fine settimana sotto il segno di
la notte di Capodanno nell’Atlantico betoniere girano a pieno ritmo anche “blizzard”.A “Speciale Tg1 l’Inchiesta”,
del Nord, subisce l’impatto con un’onda se le costruzioni recenti sono vuote. condotto da Monica Maggioni, la situa-
anomala di oltre 45 metri di altezza.A Ma tutti questi nuovi edifici servono o zione in tempo reale con gli inviati nelle
dieci minuti dall’inizio è già successo serviranno? A chi? In “Cemento”Dome- zone maggiormente interessate dal mal-
tutto: l’imbarcazione si trova capovolta nico Iannacone a Milano svela il patto  Chiambretti Sunday Show tempo, i disagi per chi viaggia, le previ-
/ World Invasion / Uomini che odiano le donne
e l’equipaggio è fuori uso. I malcapitati fra grandi gruppi di potere attorno ai In questa puntata, il Sindaco di Napoli sioni con gli esperti.Un viaggio anche
La storia è ambientata nell’agosto del In un’isola bagnata dalle acque del Mar
sopravvissuti dovranno cavarsela in lavori per l’EXPO: sono in arrivo 1 Luigi de Magistris, commenterà il video per capire come gli italiani affrontano
2011. Quella che inizialmente sembra Baltico si incrociano le strade di tre
qualche modo... milione di metri quadri. musicale “’O capoclan”: brano melodico la situazione.
un’improvvisa pioggia di meteoriti si persone. Lisbeth Salander è una giova-
abbatte sulla Terra. Ben presto appare Rete 4 21,30 Rai 3 21,30 del 2004 che ha fatto molto scalpore. Rai 1 23,30
ne hacker asociale e introversa, con un
chiaro che i suddetti meteoriti sono passato di abusi e segnata dalla deten- Parla della Camorra e dei suoi metodi
navicelle spaziali. Con a bordo alieni zione in una clinica psichiatrica. Henrik ed elogia la figura del capoclan. Da
tutto meno che amichevoli. E’ l’inizio di Vanger è un ricco industriale ossessio- poche ore al centro di un'ordinanza di
un’invasione. In quel di Los Angeles nato dalla scomparsa della nipote, custodia cautelare. In questa puntata si
Michael Nantz, sergente dei Marines avvenuta quarant’anni prima. Mikael parlerà anche del diavolo, e per farlo, è
prossimo al congedo, viene assegnato a Blomkvist è un giornalista ostinato e stato invitato l’esorcista più famoso:
una rischiosa missione... idealista. padre Gabriele Amorth.
Sky Cinema 1 21,10 La7 21,30 Italia 1 21,30
pagina 14 Domenica 12 febbraio 2012

SECONDO TEMPO

fatti di vita
PIAZZA GRANDE É di Silvia Truzzi

LA MAGREZZA
SULLE PUNTE
Un giorno in America M ariafrancesca Garritano, étoile del corpo di ballo
della Scala, in ‘La verità vi prego sulla danza’, ha
denunciato una situazione generale: una ballerina su cinque
soffre di disturbi alimentari. Ha scritto un libro e rilasciato
di Furio Colombo Obama sapeva gli altri leader europei. È vero, un’intervista all’Observer (non a Novella 2000), rimbalzata
a noi appaiono giganti, quei poi sui media italiani. Le “Iene” hanno ripreso la notizia,
uel giorno, 11 febbraio bene chi è Monti leader europei, perchè sono

Q
intervistando la ballerina stessa, altre sue aspiranti colleghe
2012, resterà certamen- normali, educati, laboriosi,
te come il segno di un Ma toccare con onesti nelle relazioni con i loro
e mamme delle allieve della scuola della Scala. Dal servizio
non esce un’accusa alla Scala: ma discorsi, preoccupati e
prima e di un dopo. Sap- mano e scoprire cittadini e non sono Berlusco-
preoccupanti, sullo stato di salute delle ragazze. Laura si è
piamo qual'è il prima e sap- ni. Obama prende atto con sol-
mostrata in tv senza filtri né camuffata. Oggi ha 22 anni, non
piamo il senso di sollievo, ad- che davvero l'Italia lievo.
frequenta più la scuola di ballo meneghina, ma è ugualmente
dirittura ostentato, del presi- Ma ha riflettuto: non si salva il
dente americano Obama. non ha più rapporti mondo con personaggini liti- molto magra. Delle allieve del suo corso, ha detto, sei su otto
Arriva l'Italia e non è Berlu- cominciasse a cadere anche giosi e semi-esperti che per avevano problemi alimentari. Così gravi da non avere più il
sconi. È Monti. Vuol dire che con la finzione solo in un punto. giunta sono tormentati dalle ciclo mestruale per mesi, a volte per anni. Non ha incolpato
ci si incontra fra persone pre- Qui emergono alcune verità loro elezioni. Anche Obama è nessuno, non ha fatto discorsi enfatici o teatrali. Ha
parate, vuol dire che le per-
di governo interessanti. La prima è che inseguito dal fantasma eletto- semplicemente raccontato la sua storia: guardando la sua
sone sono psichicamente nor- è qualcosa che Obama non soffre della mater- rale. Ma qui emerge una delle magrezza, ancora oggi, non c’è da dubitare delle sue parole.
mali e professionalmente na ottusità di Angela Merkel differenze che consegneranno E l’osservazione vale anche per le sue colleghe. Anche la
competenti, nei due sensi del era impossibile che crede che basti, come via alla Storia Obama come leader mamma di una ballerina della Scuola ha voluto portare la
mestiere che fanno e dell' in- di salvezza, tenere al caldo i diverso. Invece di ritirarsi a sua testimonianza: questa volta dando le spalle alle
carico politico che rivestono. non celebrare suoi figli. La seconda è che la pensare a se stesso, calibrando telecamere per non danneggiare la figlia. Ha confermato
Vuol dire che si possono solitudine di Obama è grande. tutto sul " ma a me giova? ", quanto sostenuto dalla Garritano. Anche lei senza urlare allo
ascoltare con attenzione cose Ha visto giusto se pensa che di tipo Merkel e Sarkozy, Obama scandalo: sua figlia non ha le mestruazioni da tantissimo
vere, progetti realistici e dati L'incontro Monti-Obama Monti ci si può fidare, ma certo si sta domandando in pubblico
tempo. Però la Garritano è stata licenziata senza tanti
che sono certi e verificati. avrebbe dovuto durare mez- non si sente al centro e a capo chi potrebbe aiutarlo a fare un
Non c'è ipocrisia nella ritua- z'ora, secondo il protocollo, di un gruppo di pronto inter- lavoro che va fatto adesso e su- complimenti: lede l’immagine del Teatro e della Scuola.
lità americana. Dunque la co- ed è durato un'ora. Probabil- vento politico ed economico d bito, o la va o la spacca. Tutte le volte che una notizia dà fastidio, la stampa viene
pertina di Time non è nè un mente la prima mezz'ora è sta- cui ti immagini che gli Usa sia- Dunque qualcosa di eccezio- accusata di strumentalizzare o cercare facili
favore nè un tentativo di pro- ta dedicata, come mi è sembra- no dotati, come di quelle trup- nale, è avvenuto in questo in- sensazionalismi. Per carità: la categoria non è esente da
vocare simpatia. Come dimo- to inevitabile dire, alla consta- pe speciali da usare in caso di contro di Mario Monti con Ba- limiti, pecche e difetti. Per di più a volte anche in malafede.
strano in modo chiaro, espli- tazione e alla celebrazione. Ma terrorismo. rack Obama. Qualcosa che E’ successo anche nella vicenda della Scala. Ecco il
cito, ripetuto, le parole di nella seconda parte l'incontro Obama, accanto a Monti, ha non era mai accaduto, e che comunicato del Corpo di ballo: “Il sospetto che ci si trovasse
Obama, gli Stati Uniti e il loro ha preso un’impennata impre- dato l'impressione di non sen- cambierà molte cose. A comin- di fronte a un mero sfruttamento del caso costruito ad hoc
leader vogliono dire senza giri vista, che era stata anticipata tirsi protetto dai suoi esperti e ciare dal rapporto ( è giusto di- per fini personali o a uno pseudo-scoop che servisse da
d parole: si sentono liberati quasi profeticamente dalla co- di non avere grande fiducia ne- re "legame") Europa-America. traino promozionale al libro della Garritano ha
dall'incubo, durato così a lun- pertina di Time: "Può que- avvelenato ulteriormente la situazione. A leggere certi
go, di una visita ufficiale ita- st'uomo salvare l'Europa?" Tut- In alto il Presidente Usa, Barack Obama; sotto una ballerina; in basso il ministro Fornero (FOTO LAPRESSE)
giornali (e anche alcuni comunicati sindacali interni)
liana, dal tempo perduto, dal to lascia credere che Obama si sembra ci sia una coraggiosa eroina che lotta solitaria
circo che occupa tutto lo spa- sia posto la stessa domanda. contro un luogo infernale dove molte ragazze soffrono
zio, dalle ridicole conferenze Anzi, l'abbia raccolta e trasfor-
nel silenzio della omertosa complicità di tutti gli altri. Le
stampa in cui si parla esclusi- mata in affermazione senza
vamente dei nemici italiani, di punto interrogativo. E qui cose non stanno così, non ci sono paladini né inferni,
oscure vicende giudiziarie ita- emerge un aspetto inedito del- tutta la vicenda è stata gonfiata da alcuni giornalisti in
liane e di incomprensbili ri- la storia contemporanea ame- cerca di facili scoop e dalla superficialità di chi legge”.
vendicazioni di successi inter- ricana. Il presidente degli Stati Non si tratta di prendere le parti di una o degli altri.
nazionali. Uniti chiede aiuto. Non colla- Semplicemente si tratta di capire se, come si sostiene,
borazione. Non coalizione di c’è un problema che riguarda la salute. È una cosa che
È VERO, Berlusconi, ai tempi volonterosi, non " ciascuno succede anche nel mondo del calcio, dove è accaduto (e
del peggior presidente degli faccia la sua parte". forse accade ancora) che la condizione fisica fosse
Stati Uniti, George W. Bush, ha No, una volta sicuro di avere a sacrificata a una prestazione atletica perfetta.
parlato al Congresso di Wa- che fare con una persona di Il difensivismo è una pessima attitudine. Se il problema
shington. Coloro che erano in cui ci si può fidare, e che, per non c’è, alla Scala come altrove, basterebbe fare
quel Parlamento allora non giunta, è un "professional" del chiarezza. Il punto non è se Mariafrancesca Garritano
hanno ancora dimenticato nè misterioso regno dell'econo- cerca pubblicità, né se i giornali le fanno da cassa di
l'evento nè l'imbarazzo. Tutto mia, dove nessuno sa dire dove risonanza. Nemmeno la reputazione di questo o quel
ciò spiega il vero scatto d' en- e come comincia una "crisi",
teatro. Il punto è: le ballerine soffrono di questi
tusiasmo che, a tanti livelli, l'A- dove e come finisce, Barack
merica ha voluto tributare alla Obama, quarantaquattresimo problemi? Se sì - visto che si tratta di vite - chi può perché
visita dell'uomo che non è Ber- presidente degli Stati Uniti, ha deve, se ne occupi. Mettendo da parte gli opportunismi
lusconi. Come può una per- chiesto aiuto per salvare l'Eu- e il problema dell’immagine. Non tutto è commercio, né
suasione che che era chiara- ropa. Ovvero per mettere al si- commerciabile. E sarebbe bello che la parola
mente scritta e detta nella curo l'America dal disastro che “responsabilità” - in Italia sostituita troppo spesso dal
stampa americana nella opi- frantumerebbe il suo Paese co- “vabbuò” – fosse un faro e non un fastidio. Giusto per
nione pubblica e nella vita po- me in un fanta-film, se l'Europa ristabilire un principio: le persone valgono di più.
litica (a cominciare da amba-
sciatori che non si sono fatti
vedere e sentire finchè Berlu-
sconi ha rappresentato l'Italia)
come può una simile persua-
sione essere andata perduta da
tanti colleghi giornalisti italia-
ni, da tanti direttori di giornali,
Produttività, l’art. 18 non c’entra
da tanti conduttori di " trasmis- di Sandro Trento crisi economica, e non to: massimo decentramento del livello della contrat-
sioni di approfondimento", da certo i licenziamenti di tazione e dimagrimento di quella nazionale. Questo po-
tanti leader di partiti di oppo- i discute di riforme del mercato del lavoro e pur- un singolo lavoratore. La

S
trebbe favorire un maggior stimolo alla produttività.
sizione che restavano gentil- troppo si torna a parlare di interventi sull’articolo crescita delle imprese è Vi è stata un’eccessiva moltiplicazione delle forme con-
mente pieghevoli di fronte alla 18 dello Statuto dei lavoratori che purtroppo po- un modo per incremen- trattuali per i neo-assunti. Molte di queste forme con-
"emergenza governo" che ha trebbero scatenare una guerra di religione. Due tare la produttività. trattuali sono inutili e nocive. Va fatta una drastica sem-
sconvolto l'Italia per tutti gli dovrebbero essere gli obiettivi delle riforme: rimuo- L’art. 18 conta sotto que- plificazione e costruito un sentiero di tutele crescenti.
anni di Berlusconi primo mi- vere ostacoli alla crescita della produttività; ridurre la sto profilo? No, perché E’ giusto ci sia un periodo di prova durante il quale sia
nistro? precarietà del lavoro, soprattutto per i neo-assunti. non c’è evidenza empi- molto semplice interrompere il contratto tra impresa e
Naturalmente Monti ha porta- C'è consenso quasi unanime rica sul fatto che l’art.18 dipendente. Con il passare del tempo vanno introdotte
to a Wahington molto di più sul fatto che la produttività costituisca un ostacolo forme di tutela. L’eccesso di precarietà riduce la pro-
del non essere Berlusconi. Ma in Italia cresca troppo poco Non si riscontra alla crescita dimensionale delle imprese ita- duttività dei lavoratori, quindi una stabilizzazione pro-
persino le qualità personali e e che questo sia il vero pro- liane. Il 95 per cento delle imprese italiane gressiva ha effetti benefici. Va incoraggiato il lavoro a
professionali sono apparse nel blema dell’economia italia- alcun legame ha al massimo 10 dipendenti quindi è molto tempo indeterminato, con una tassazione più favore-
grande quadro di un miracolo na. Vanno esaminati i vari al di sotto della soglia dei 15 dipendenti ol- vole rispetto ai contratti a termine. Dopo 3 o 5 anni va
che forse era ormai dato per aspetti della regolamenta- tra la normativa tre la quale si applica lo Statuto. Quindi cir- introdotto un sistema di indennizzo in caso di licen-
impossibile: "Fa che non sia zione attuale alla luce degli sul reintegro ca la metà dei lavoratori privati italiani è fuo- ziamento che sostituisca l’art.18.
Berlusconi". Direte: ma Oba- effetti che possono avere ri dalla copertura dell’art.18. Per completare il quadro serve un sistema universale
ma lo sapeva, e sapeva bene sulla produttività. dei licenziati e i che assicuri un reddito a tutti i lavoratori (anche ai gio-
chi è Monti. Certo. Ma toccare L’articolo 18, limita i licen- LA CONTRATTAZIONE collettiva è in- vani neoassunti) che perdono il lavoro. Va abolita la
con mano e scoprire che dav- ziamenti individuali e impo- punti di debolezza vece un nodo importante. I contratti nazio- Cassa integrazione e le altre forme di integrazione del
vero l'Italia non ha più rappor- ne il reintegro in caso di li- nali impongono salari uniformi tra imprese salario oggi esistenti e creato un unico sistema. Servo-
ti con la finzione imbrogliona cenziamento senza giusta strutturali delle dello stesso settore anche se molto diverse no controlli severi e l’obbligo da parte del disoccupato
e bugiarda di un governo che causa. E’ un ostacolo rilevan- nostre imprese: in termini di produttività o se il costo della di accettare qualunque lavoro, pena la perdita del sus-
non c'è, è qualcosa che è im- te alla crescita della produt- vita è diversa sul territorio. In un Paese ad sidio. Va costruito un sistema di agenzie del lavoro che
possibile non celebrare persi- tività? No. Perché semmai meglio intervenire alta varianza come l’Italia si dovrebbe rifor- favoriscano l’incontro tra posti di lavoro e disoccupati.
no con un di più di enfasi, ri- sono i licenziamenti colletti- mare il sistema della contrattazione e far sì La tassazione attuale che grava sul lavoro scoraggia il
spetto a importanti ma norma- vi quelli che davvero sono ri- su contratti che le imprese possano legare salario e pro- lavoro. Andrebbe fissato un percorso di abbattimento
li eventi professionali di que- levanti per riaggiustare i li- duttività e salario e costo della vita (nel Sud è del cuneo fiscale, destinando a questo obiettivo tutte le
sto tipo. velli di produzione in caso di nazionali e salari diverso che nel Nord). Serve un ribaltamen- somme recuperate dalla lotta all’evasione.
Domenica 12 febbraio 2012 pagina 15

SECONDO TEMPO

scippato il diritto alla pensione valutare queste scelte dalla

MAIL BOX
a tutti i lavoratori della scuola magistratura?
che sono nati nel 1952. Io che Giuseppe Laltrelli
nel corrente anno giungerò al-
la quota 98 (60 anni + 38 di Diritto di Replica
servizio) quando nella discipli-
na previgente era sufficiente Leggo purtroppo anche sul
96, dovrò attendere ancora 4 suo giornale che il mio nome
(quattro) anni prima godere viene accostato a presunte ir-
Preferenze della mia pensione. Sono circa regolarità che avrebbero inte-
al rovescio
Le preferenze rendono la par-
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO 3500/4000 i lavoratori della


scuola che si trovano in questa
situazione. Si parla tanto di la-
ressato il voto delle primarie
di Piacenza. Tali voci, diffusesi
già dal pomeriggio delle ele-
tecipazione alle elezioni troppo
onerosa per il candidato, co- GOVERNO NUOVO, sciare il posto ai giovani e
poi...
zioni rimbalzavano qua e là, in
modo inconsulto. I risultati
stretto a “farsi pubblicità” e ma-
gari ad appoggiarsi a mafie o ca-
marille. D’altra parte liste di
ANTICHE GAFFES Figli
Maurizio Giovannetti dello spoglio, che stabilivano
una sostanziale vittoria del Pd
(75% preferenze) hanno pla-
partito senza preferenze danno aro Colombo, frase sul “posto fisso che annoia” e il cato buona parte dell’animo-
al segretario di partito il potere
di indicare i candidati da eleg-
C perché gente così diversa, così
estranea al circo politico della
disorientamento si fa enorme. Perché la frase è
inconcepibile da un uomo così in un governo
e figliastri
Tanti lavoratori, mettendo in-
sità del chiacchiericcio. Alcu-
ne dichiarazioni deliranti, alcu-
gere. Occorre dare all’elettore esibizione continua a cadere nella così. Corrisponde, con simmetria quasi perfetta sieme cassa integrazione e mo- ne scritte ingiuriose sui muri,
la facoltà di esprimere soltanto trappola dei talk show e, in quella alla celebre battuta (non proprio fortunata) di bilità, vengono assistiti per anni, la rapidità e l’incontrollabilità
una contropreferenza, per i trappola, finisce per piazzare la gaffe Maria Antonietta sul pane e le brioche. altri, quelli delle piccole azien- della rete, alcune “false smen-
candidati della lista votata: sa- desiderata, che terrà banco per Ovviamente la causa di una dichiarazione tanto de, pur pagando le stesse tasse tite” fatte ad arte, hanno fatto
rebbero eletti coloro che han- settimane e chiederà di riconoscere infelice è il luogo e la compagnia, dove tutto è non sono assistiti per niente. il resto, per cui la tranquilla
no avuto meno controprefe- l’errore e di scusarsi con gli italiani? predisposto (non solo a Matrix, ma in Non riesco a capire come sin- Piacenza si è trovata alla ribal-
renze. L’elettore sconsigliereb- Wanda qualunque talk show) per far perdere dignità e dacati e sinistra abbiano tolle- ta della stampa nazionale con
be l’elezione di persone poco decoro e senso della misura. Che posso dire? rato per anni questa diversità di le sue primariette che hanno
affidabili, mentre gli sarebbe dif- NON SONO SICURO della Ripeterò ciò che questi bravi professori, un trattamento. Mi chiedo da tem- visto nientemeno che “infiltra-
ficilissimo partecipare a cama- risposta perché in materia ho avuto parecchie tempo, avrebbero detto, non senza una punta po, come mai a nessuno è ve- zioni della criminalità organiz-
rille per far eleggere qualche sorprese non proprio positive. La prima: ero di severità, ai loro allievi più frivoli: che non si nuto in mente di portare da- zata” a sostegno del candidato
maneggione, a meno di non sicuro che non sarebbe accaduto. Monti aveva ripeta. vanti ai giudici questa palese in- dell’Italia dei Valori cioè, io.
averne individuato il rivale più esordito con una difficile e fortunata conferenza giustizia? Ho ventisei anni, due anni fa
pericoloso, per boicottarlo. stampa, il modo più dignitoso e proprio per Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano Mi pongo, ora, la stessa do- sono stato eletto consigliere
Anche in questo caso il maneg- comunicare con i cittadini da parte di un capo 00193 Roma, via Valadier n. 42 manda di fronte alla “riforma” provinciale per l’Idv e sono di-
gione non prevarrebbe, perchè di governo. É il modo in cui avviene in ogni altro lettere@ilfattoquotidiano.it delle pensioni; chi è nato nel rettore di filiale di un istituto di
rimarrebbero molti candidati paese. Sfortunatamente due sere dopo Monti credito internazionale. Da do-
normali, non boicottati: la ca- era già a “Porta a porta” dove, come in certi menica scorsa sono finito in
marilla concentrerebbe le sue giochi da tavolo, il solo passaggio, detrae un po' quella macchina del fango che
contropreferenze sull’avversa- di prestigio e di valore perché significa che, LA VIGNETTA ritenevo strumento del cen-
rio storico del maneggione. qualunque sia il gioco, stai al gioco. E tutti trodestra. Mi sbagliavo. Auto-
Questa selezione per eliminazio- sappiamo che non è un gran gioco. Secondo: mi revoli esponenti del centrosi-
ne, con una soglia di sbarramen- sarei aspettato un “una tantum”, come dire: nistra locale hanno avallato
to del 5 per cento contro i par- vuol far vedere che non presume di se stesso una ben orchestrata serie di
titini, ci darebbe un parlamento ma, pagato lo scotto del “Porta a Porta”, non se illazioni sul mio conto total-
senza i fedelissimi dei leaders, ne parla più. Invece te lo ritrovi a Matrix, e mente destituite di fondamen-
con i candidati meno compro- l’imbarazzo per chi aveva scommesso sul to e per le quali ho provveduto
messi nel passato, mediamente diverso diventa più grande. Terzo: viene fuori la a sporgere querela. Probabil-
più giovani, senza ricorrere ad mente si è trattato di un gioco
assurde rottamazioni. Togliereb- che ad un certo punto è sfug-
be al sistema proporzionale il ca- gito di mano, ma dietro il quale
rattere eccessivamente partito- credo di intuire un preciso di-
cratico, specialmente se fossero appassionato i paladini degli sta- ta, non-nati, non-pensiero. segno politico volto a denigra-
consentite liste di partito con ti vegetativi. Si è molto parlato Non-leggi, quindi, di un Paese re e delegittimare un candida-
non meno di 30 candidati. Con- invece, e si continuerà a par- intrinsecamente non-laico e di to non omologato e un alleato
serverebbe, del sistema propor- lare, della strenua difesa da par- una non-politica opportunisti- politico in crescita di consensi,
zionale, la qualità di rappresen- te delle gerarchie catto-politi- camente asservita al Vaticano. pertanto scomodi, in vista del-
tare il paese. che di tutti gli stati precedenti o Negazioni quotidiane violente, le prossime amministrative.
Guido Sanzo posteriori alla vita umana. L’i- queste, cui si dovrebbe rispon- Samuele Raggi
niziativa del cimitero dei dere sempre con un rifiuto net-
Un paese non-nati, per esempio; o l’obie- to e radicale: No ai mille “non” I nostri errori
zione di coscienza di medici e che negano i diritti civili fonda-
pieno di “non” farmacisti per la tutela degli mentali di donne e uomini vivi. Nel numero di ieri de “Il Fatto
Correva il 9 febbraio l’anniver- ovociti fecondati di donne che Paolo Izzo Quotidiano”, nel richiamo in
sario della interruzione della vorrebbero abortire; fino ai prima pagina dell’articolo di
alimentazione artificiale di Elua- continui veti alla ricerca scien- Maltempo, i guardiaparco Gianni Barbacetto “41 bis: ‘Io lo
na Englaro, da 17 anni tenuta in tifica sugli embrioni stessi e sul- volevo’ ”, c’è scritto erronea-
non-vita per legge. Non si è le staminali. Ogni cellula sem- ci sono sempre L’art. 18 esteso 1952 è trattato in un modo chi mente “Niccolò Amato quando
quasi parlato di questa ricor- bra più importante dell’essere In questi giorni di emergenza è nato dopo è trattato diver- morì Falcone sparì nel nulla”: in
renza che tanto sembrava aver umano vero e proprio: non-vi- atmosferica, accanto alle forze ai politici samente. Ma è legale? Inoltre realtà, il riferimento corretto è
della protezione civile, dell’e- Si dice che l’art.18 sia un falso si è fatta cassa con i soldi della a Paolo Borsellino e non a Gio-
sercito, delle diverse ammini- problema, per la strettissima previdenza, ma è legale che i vanni Falcone. Ci scusiamo per
IL FATTO di ieri12 febbraio 2001 strazioni sono schierati decine
e decine di operatori apparte-
percentuale di applicazione ma
se ne parla tanto perché il de-
soldi pagati dai lavoratori per
uno scopo preciso vengano
l’inconveniente.

Fa una certa impressione, eppure la pena di morte nenti ad una categoria che pur- stinatario è sempre lo stesso: il utilizzati da altri per scopi di-
nella Città del Vaticano è stata definitivamente troppo appare volutamente popolo “pantalone” che fatica versi? Non siamo di fronte ad
“sommersa”: quella dei guar- ad accettare ad essere l’archi- una appropriazione indebita IL FATTO QUOTIDIANO
cancellata solo undici anni fa, il 12 febbraio 2001.
diaparco delle aree protette na- trave e reagisce nel doversi sob- da parte del governo? Perché a via Valadier n. 42 - 00193 Roma
Giuridicamente legittima fino al pontificato di Woytila, zionali e regionali. Nonostante i barcare soltanto gli oneri. A nessuno viene in mente di far lettere@ilfattoquotidiano.it
la pena capitale uscirà infatti per sempre dalle mura tagli di bilancio che hanno quasi Washington simpatie ed onori
vaticane solo con la revisione della “Legge azzerato le disponibilità delle da parte degli Usa. Mentre in
Fondamentale”, l’equivalente della nostra aree protette e la mancanza di questo calderone di restringi-
Costituzione, firmata da Giovanni Paolo II. Pur non Direttore responsabile
mezzi, centinaia di guardiapar- menti, non mi pare di veder do-
essendo mai stata applicata, val la pena di ricordare co stanno lavorando in tutta Ita- vutamente coinvolti politici e Antonio Padellaro
che la pena di morte nello Stato del Vaticano, prevista lia per assicurare assistenza agli magistrati. Vicedirettore Marco Travaglio
solo in caso di tentato omicidio del papa, appariva anziani, agli allevatori, alle co- Angelo Mandara
munità isolate o prive di acqua e Caporedattori Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
perfettamente legale dalla firma del Concordato al ’67,
anno in cui, de facto, ma non de jure, Paolo VI viveri. Sarebbe forse ora che i La sfortunata Progetto grafico Paolo Residori
mezzi di informazione ma an- Redazione
provvedeva a renderla nulla. In ritardo di 20 anni
rispetto alla legislazione italiana. Del resto, in fatto di che le stesse amministrazioni classe ‘52 00193 Roma , Via Valadier n°42
da cui questi lavoratori dipen- Lunedì prossimo nella commis- tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
condanne in nome di Dio, la Chiesa aveva una solida e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
tradizione, se si pensa che, tra impiccagioni e taglio
dono, rendessero loro un mi- sione affari costituzionali e bi-
sito: www.ilfattoquotidiano.it
nimo di riconoscimento ora lancio del Senato, si deciderà la
della testa, lo Stato Pontificio, tra il 1796 e il 1870, era Editoriale il Fatto S.p.A.
per la gestione dell’emergenza, sorte di quei lavoratori che
arrivato al record di 527 esecuzioni, un vero primato ma in generale per il loro im- hanno avuto due sfortune: Sede legale: 00193 Roma, Via Valadier n°42
per Mastro Titta, “il boia di Roma”. Iniziate col cappio e pegno per la salvaguardia di -essere nati nel 1952; Presidente e Amministratore delegato
lo squartamento di Nicola Gentilucci in quel di Foligno quel patrimonio inestimabile -prestare la propria opera nella Giorgio Poidomani
e finite con la decapitazione di tale Agatino Bellomo. della Nazione che è l’ambiente scuola e non in un comparto Consiglio di Amministrazione
L’ultima ghigliottina dello Stato Pontificio. naturale. diverso. Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Giovanna Gabrielli Francesco Maria Mantero Il nostro governo tecnico ha Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
Abbonamenti • Abbonamento postale annuale (Italia) Modalità di pagamento indirizzo, telefono e tipo di abbonamento Publishare Italia S.r.l., 20124 Milano, Via Melchiorre Gioia n° 45
Prezzo 290,00 € • 6 giorni • Bonifico bancario intestato a: scelto. tel. + 39 02 67378901, fax. + 39 02 67378911,
Queste sono le forme di abbonamento Editoriale Il Fatto S.p.A., • Pagamento direttamente online email: natalina.maffezzoni@publishare.it, sito: www.publishare.it/
previste per il Fatto Quotidiano. • Abbonamento postale semestrale (Italia) con carta di credito e PayPal. Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
BCC Banca di Credito Cooperativo
Il giornale sarà in edicola 6 numeri alla Prezzo 170,00 € • 6 giorni Ag. 105 Via Sardegna Roma Per qualsiasi altra informazione in merito Sede: 20132 Milano, Via Cazzaniga n°1
Iban IT 94J0832703239000000001739 può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
settimana (da martedì alla domenica). • Modalità Coupon * tel. +39 02 91080062
• Versamento su conto corrente postale: fax +39 02 9189197 - o all'indirizzo mail
Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
Prezzo 320,00 € • annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 22.00
Per sottoscrivere il tuo abbonamento, abbonamenti@ilfattoquotidiano.it
Prezzo 180,00 € • semestrale S.p.A. - Via Valadier n° 42, 00193 Roma Certificato ADS n.0258307192 del 14/12/2011
compila il modulo sul sito
Dopo aver fatto il versamento inviare un * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
• Abbonamento online PDF annuale fax al numero + 39 02 9189197, con la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
www.ilfattoquotidiano.it Prezzo130,00 € ricevuta di pagamento, nome cognome, Il Fatto Quotidiano